22MAG2014
manifestazioni

Per una nuova Europa dei diritti - Manifestazione a sostegno della candidatura di G. Fiandaca alle elezioni europee nelle liste del PD

MANIFESTAZIONE | Palermo - 18:55. Durata: 1 ora 47 min

Player
Manifestazione a sostegno della candidatura di Giovanni Fiandaca alle elezioni europee nelle liste del Partito Democratico.

Registrazione audio della manifestazione "Per una nuova Europa dei diritti - Manifestazione a sostegno della candidatura di G. Fiandaca alle elezioni europee nelle liste del PD", registrato a Palermo giovedì 22 maggio 2014 alle ore 18:55.

L'evento è stato organizzato da Partito Democratico.

Sono intervenuti: Costantino Visconti, Carmelo Miceli (segretario provinciale di Palermo, Partito Democratico), Fausto Raciti (segretario regionale della Sicilia, Partito
Democratico), Caterina Chinnici (magistrato, Partito Democratico), Filippo Marciante (vice presidente dell'Organismo Unitario dell'Avvocatura Italiana), Giovanni Fiandaca (professore, Partito Democratico), Andrea Orlando (ministro della Giustizia, Partito Democratico).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agenti Di Custodia, Antieuropeismo, Assicurazioni, Austerita', Avvocatura, Banche, Carcere, Centro, Chinnici, Civile, Conflitto D'interessi, Consiglio Europeo, Consumi, Corporativismo, Corruzione, Cosa Nostra, Crisi, Democrazia, Destra, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Economia, Elezioni, Emergenza, Euro, Eurobond, Europa, Europee 2014, Famiglia, Fiandaca, Francesco, Giustizia, Governo, Grecia, Impresa, Italia, Lavoro, Legge, Mafia, Magistratura, Mercato, Ministeri, Minori, Napolitano, Orlando, Partiti, Partito Democratico, Partito Radicale Nonviolento, Penale, Politica, Prevenzione, Procedura, Propaganda, Psicologia, Regioni, Renzi, Riciclaggio, Riforme, S&d, Sicilia, Sinistra, Societa', Stato, Storia, Sud, Sviluppo, Ue, Volontariato.

La registrazione audio di questa manifestazione ha una durata di 1 ora e 47 minuti.

leggi tutto

riduci

18:55

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Cinque minuti ancora cominceremo quindi opportuno che si prenda posto
L'avvocato Filippo Marciante
Va beh
Allora intanto scusate ci buonasera a tutti grazie per essere intervenuto intervenuti a questo incontro l'ultimo incontro la campagna elettorale del professor Giovanni Fiandaca la dottoressa Caterina Chinnici
Siamo in attesa del ministro che arriverà a minuti ci scusiamo per questo ritardo ma il ministro viene da Strasburgo per impegni istituzionali
Io do la parola immediatamente al segretario del PD segretario provinciale Miceli si accomodi prego
Che ringrazio
Per la sua presenza
Dei di confesso che sono felicemente stanco
Stanco di avere marciato centinaia di chilometri per
Un risultato che noi ci aspettiamo ottimo però una stanchezza e comunque mi obbliga a leggere non improvvisare lo faccio nel rispetto della
Nel pubblico e soprattutto del dei nostri candidati
La
Ed è indubbio quindi che
La presenza di un di un partner qualificato la presenza della la dottoressa Chinnici la presenza del professore di andare Carella prossima presenza
Da
Imminente mi presenza del ministro Orlando danno all'incontro di oggi un connotato specifico
E sicuramente orientato sulla discorso i temi e la giustizia
Della sua crisi
Della sua riforma una riforma che
Da avvocato sento la necessità
Di invocare
La crisi della giustizia è oggi una crisi strutturale è una
Crisi che per ripescare un lessico che e di sinistra
Sopra strutturale e la proiezione fedele di una crisi endemica e radicale delle relazioni sociali ed economica del nostro Paese
è una crisi che ha accompagnato legittimando la e garantendo la
La progressiva inesorabile e profonda trasformazione dei rapporti di potere nella società italiana
è una fedele compagno ormai la crisi della giustizia di quel deficit di democrazia
Di quella sperequazione nella distribuzione della ricchezza di quell'ormai radicato sentimento di distanza dalla cosa pubblica che compongono fatalmente la crisi sociale che stiamo vivendo
Una crisi sociale su cui
Nostri diretti avversari politici in maniera
Non tanto degna stanno tentando di speculare
La giustizia una pietra angolare della polis
La sua crisi quindi è
E crisi della politica
Non a caso nel ventennio trascorso la questione della giustizia è stata al centro del discorso pubblico ed ha generato un dibattito
E crisi politica ancor più grande dei temi quali quello dell'economia del lavoro e questo perché
Nel ventennio trascorso la sistematica erosione della cultura della legalità una sistematica erosione della cultura della legalità
Accompagnata dalla continua delegittimazione del lavoro e la magistratura è servita a garantire una impunità
Ed una insindacabilità alla costante opera di sperequazione sociale e a radicale lavoro di smantellamento delle relazioni sociali del nostro Paese
Badate
Non è stato soltanto a mio avviso un problema di leggi ad personam non si è trattato solamente di garantire impunità spicciole assoli di compagni di merenda questo anche indubbiamente
Si è trattato molto più radicalmente di minare alla base il sentimento dello Stato come garante dell'equità sociale
Si è trattato di estirpare la fiducia nella legalità come strumento per costruire un mondo più giusto ed equo
Un cattivo legislatore il partito del parterre altamente qualificato oggi ci permette dire pure questo
E non intendendo usando la parola cattiva caso ma intendendo proprio un legislatore impreparato nella tecnica di produzione delle norme
Un approccio di politica legislativa improntata ad una logica di perenne emergenza un'amministrazione della giustizia goffa è tardiva hanno garantito e protetto la gestione privatistica del potere hanno garantito e protetto
La corruzione ed un conflitto di interessi ancora irrisolto
E lo hanno garantito come modalità di gestione normale del potere
Garantiscono dottore proteggono il prevalere della cosa privata sulla cosa pubblica
E qui nella nostra amata terra la cosa privata fatalmente si chiama Cosa nostra
Sì le mafie nascono e vivono sulla crisi della giustizia che è crisi dello Stato
E in questa terra probabilmente anzi sicuramente più che altrove
La politica quella politica che vuole ricostruire fiducia partecipazione deve ripartire dalla giustizia la necessità
Di ripartire dalla giustizia
In una prospettiva in una prospettiva sistemica che sia al di fuori delle logiche emergenziali
La legislazione recente quella dell'emergenza ha dato talvolta anche buoni frutti ma in senso algebrico
Il rafforzarsi di alcuni settori dei poteri pubblici contro la criminalità criminalità organizzata si pensi ad esempio alle recenti implementazioni della legislazione antimafia hanno permesso persino a governi radicalmente diversi dai nostri
Di mandare la prelazione contro la mafia ma di farlo meramente su numeri sui numeri dei latitanti catturati sulla somma l'ammontare della somma dei patrimoni confiscati
La vera sfida però è diverso la vera sfida alle macchine è quella culturale e consentitemi di
Riportare di fronte al professore che è andata una frase la mafia un fenomeno sociale e culturale in senso antropologico
La si vince solo a condizione
Che il discorso pubblico
Quello della politica non vanifichi le vittorie potremmo dire militari della magistratura o delle forze dell'ordine demolendo la cultura della legalità e con essa la fiducia nella possibilità di costituire una società più giusta
è necessaria una riforma ma è necessario che sia radicale e sistematica perché il diritto dalla giustizia e il diritto a che la società in cui viviamo sia governata giustamente
Perché il tema della buona amministrazione della giustizia è il tema della garanzia dei diritti di tutti perché la cultura della legalità ha bisogno di atti cifre
E ha bisogno di farlo con la giustizia giusta
Il tema della riforma e ovviamente sterminato
Ma una giustizia giusta e non solo una giustizia rapida comma qualcuno chiede
è anche una giustizia rapida
Ma non commettiamo parola Ro-Ro e di pensare che la riforma la giustizia possa passare solo da manovre efficienti Istica
Una giustizia giusta e soprattutto una giustizia retta da norme in grado di garantire equità sociale non occorre una giustizia rapida se dobbiamo accontentarci di una giustizia che è forte con i deboli ed è debole con i forti
Per fare ciò occorre prima di tutto un buon legislatore un ottimo legislatori occorre tornare al principio secondo cui chi fa le leggi non è il burocrate all'ombra di un politico troppo spesso incompetente
Occorre che chi fa le leggi abbia le idee ben chiare
Un tempo l'avremmo definite ideologia certe è lei debba inviare le ha solo chi ha le competenze per svolgere il proprio ruolo qualcuno si chiederà è che c'entra l'Europa invece centra l'Europa centra comma
E c'entra perché più del settanta per cento dell'impulso legislativo che riceve il nostro Paese e di matrice europea
C'entra perché è stata in questi anni garante l'Europa e promotrice di una nuova età dei diritti un percorso certo che ancora però è da completare e sul quale
Occorre vigilare e l'uno qualcuno si chiederà e che c'entra allora il PD allora c'entra eccome il Partito Democratico e c'entrano eccome consentitemelo
Consentitemi di dirlo c'entrano i suoi candidati c'entra la dottoressa Chinnici centra il professore Fiandaca
E ce n'erano perché per riempire di contenuti concreti un'impalcatura teorica così vasto occorrono idee e competenza
Siamo
Alla vigilia di un anniversario
Colleghi domani
Che è mi obbliga però per rispetto
A tentare di non cadere nella retorica dell'antimafia quella retorica che la politica ha saputo essa ancora oggi troppo spesso ad operare però
Consentitemi di concludere dicendo che sarei veramente contento se all'indomani di questa commemorazione
All'indomani del venticinque di aprile la città di Palermo e la Sicilia potessi potesse vantarsi di avere dato il proprio contributo umano e tecnico
E di competenze all'Europa all'azione europea di contrasto alle mafie e per questo che do il mio più sincero in bocca al lupo alla dottoressa Chinnici
è per questo che dopo il mio più sincero in bocca al lupo al professore di andata do il mio in bocca al lupo al Partito Democratico in bocca al lupo noi tutti
Grazie al Segretario Micelli chiama intervenire il segretario regionale Fausto Raciti
Io più breve intervento vorrei rivolgervi un un saluto e fare alcune veramente brevissime
Considerazioni
Su questa campagna elettorale anche su questo pomeriggio che così importante bello significativo
E vorrei partire dalla
Senso di questa campagna elettorale perché ogni campagna elettorale importante ogni campagna elettorale
Come dire
Presentai i tratti dell'ultima grande battaglia in realtà ogni campagna elettorale ha il proprio significato era anche questa campagna elettorale delle europee ha un proprio preciso significato
Lo ha evidentemente sul tavolo lo scacchiere del dibattito europeo
Su questo credo che si sia detto si sia detto molto e si siano riempite le pagine dei giornali forse non si era mai abbastanza
Ma queste elezioni decidono l'orientamento della nostra Europa dopo la grande crisi per i prossimi vent'anni io credo che sia un fatto questo estremamente significativo soprattutto per un Paese come il nostro che vive un momento di ridefinizione del suo sistema politico del suo sistema economico e del suo sistema istituzionale
Sono elezioni europee importanti dal punto di vista nazionale
Permettetemi di dire con molta franchezza che dà a queste elezioni europee
Passa la possibilità di incoraggiare e confermare
Un percorso di riforme che si è aperto con la Presidenza del Consiglio guidata da Matteo da Matteo Renzi e che nei prossimi mesi vedrà affianco
Alle grandi questioni socio economiche del nostro Paese su cui
Si è segnato già qualche primo qualche primo passo
Affianco a questo vedrà il percorso delle riforme istituzionali credo non di secondo piano sarà dentro questo percorso il tema della riforma della giustizia
Che è stata annunciata addirittura nel primo Consiglio dei Ministri che dovrebbe
Essere messa in discussione dal messe dal mese di giugno io su questo voglio semplicemente fare una considerazioni che ha a che fare col profilo nella nostra lista del loro Paese
Noi abbiamo costruito una lista che io credo
Possiamo vantare nel Paese
Possiamo vantare nel Paese non solo per
I cosiddetti curricula non solo per le biografie che questa lista mette mette in campo ma perché la lista di un moderno partito riformista liberale democratico
Che ha come periodo Rita quello e di
Riaprire il dibattito pubblico nel nostro nel nostro Paese lo spazio e di sovranità della politica
Nel nostro Paese lei dopo anni in cui la politica è stata stretta tra i due super poteri del nostro Paese
Diciamocelo con franchezza da un lato il potere economico
Dall'altro il potere giudiziario
Poteri vertebrati con una politica debole invertebrati incapace di parlare anemica io credo che la stagione di Renzi apre da questo punto di vista può aprire potenzialmente una pagina nuova
Della politica del nostro del nostro dello strumento e che questa cosa si possa fare se si traduce in riforme cioè in scelte accompagnate dalla dizione dal coraggio che queste scelte richiede
Terzo ma su questo non spenderò questa volta parole superflue
C'è una grande partito la grande questione che riguarda il futuro della nostra della nostra Regione che ha attraversato esattamente dagli stessi problemi da cui attraversata la politica nazionale
Politica debole economie di interessi forti da un lato
E potere giudiziario altrettanto come dire Berté Bratto diciamo dal dall'alto
Ora come si ricostruisce lo spazio della democrazia si ricostruisce partendo dalla politica dei partiti da soggetti organizzati dalle battagliere le idee e io credo che questo pomeriggio questo appuntamento di oggi possa essere e sia
Una tappa un'ennesima tappa di una grande battaglia delle idee le grande battaglia
L'etica che il Partito Democratico ha aperto in questa in questa Regione che
Le nostre candidature la nostra lista cerca di testimoniare di rappresentare
E io credo che con battaglie che con determinazione noi dovremmo cercare di vincere
Queste sono le questioni questo il significato di questa tornata elettorale per come la stiamo vivendo per il dibattito
Che ha suscitato per la discussione che e ancora è ancora aperta e che era nella discussione dentro le piscine rilievi partito ma è che una gran una discussione che alla dignità di una grande discussione politica regionale
Le grandi discussione politica l'azione di una grande battaglia che noi dalla Sicilia
E queste elezioni sono l'occasione fondamentale per
Confermare quest'indirizzo stiamo riaprendo in tutto in tutto il Paese
Io spero che questo pomeriggio possa essere oltre che un momento di incoraggiamento reciproco
Anche l'occasione per un
Per uno scambio più intenso di idee di proposte di
Di suggerimenti credo che la presenza del ministro Orlando testimoni un'attenzione
Non sono elettoralistica ma anche politica rispetto i temi che sono in discussione questo questo pomeriggio lo anch'io ringrazio anticipatamente mentre probabilmente sta
Atterrando all'aeroporto ringrazio tutti voi per essere per essere qui
Passo la parola dicendo una sola cosa
Queste discussioni avranno un senso un significato saranno battaglie che potranno essere di interesse il venticinque di maggio il Partito Democratico e sui candidati
Che non sono cosa neutra dentro questa discussione
Avranno il risultato che che meritano
E io vi chiedo in questi ultimi giorni ciascuno nel suo ambito non lo so professione nel suo settore anche chi è
è stato ed è politicamente e culturalmente distante la Rinaldi darci una battaglia di darci una mano in questa battaglia di sostenerci una battaglia che è importante non per il PD ma spero per la Sicilia per il Paese
Grazie Fausto Raciti io anche il dovere di ringraziare particolarmente i vari mondi che abbiamo cercato di coinvolge nel pomeriggio di oggi
è vero che l'iniziativa è stata promossa soprattutto dagli avvocati
Ma in realtà oggi in questa sala oggi pomeriggio sono
Presenti pezzi importanti
Di quel modo di concepire la giustizia che assomiglia un formicaio cioè le formiche operose che fanno camminare la giustizia i cancellieri il personale amministrativo i giudici onorari
Gli educatori gli assistenti sociali
Senza l'apporto di queste persone la giustizia non funzioni funziona male ma non funzionerebbe
Fermerebbe in una
E il senso
Che abbiamo voluto dare e proprio questo
Oggi abbiamo difficoltà a centrare l'obiettivo cioè a e identificare quali sono le questioni che interessano i cittadini e coloro che lavorano dentro la giustizia idea
Bassi ca semplice se volete banale ma di cui abbiamo bisogno cioè la giustizia come servizio per tutti i cittadini questo e quindi
Un incontro elettorale evidente
Ma io credo che noi possiamo farlo diventare una tappa di un percorso di un cammino
Che veda le varie anime della giustizia quelle anime che fanno camminare la giustizia senza riflettori senza senza star senza protagonismi in un
Progetto comune noi dobbiamo restituire dignità alla giustizia italiana lo dobbiamo soprattutto ai cittadini in questo senso davvero per me un onore presentare
Caterina Chinnici e invitarla al palco prego
Se intanto buonasera buonasera a tutti io sono davvero contenta oggi di essere qui in questo momento conclusivo per Palermo la bella campagna elettorale
Nel mondo della giustizia appunto che il il mio mondo
Ed è un mondo al quale io appartengo mi piace dire da sempre perché io sono nata nella giustizia io ha respirato quei valori di giustizia di legalità
Di impegno da quando sono nata ho avuto un modello un modello che
Assegnato poi anche ovviamente tutte le mie scelte successive il modello di un magistrato che amministrava giustizia al servizio dei cittadini
Ecco che concepiva la giustizia non solo come giustizia giudiziaria ma io direi prima ancora come giustizia sociale e lavorava per nello sviluppo di questa terra
E amandola profondamente a questo suo impegno non
Non ha esitato rispetto a questo suo impegno di rischiare la propria vita
Si è sacrificato per la nostra terra è però a me piace dire che il suo sacrificio non è stato vano non è stato vano perché in tanti abbiamo raccolto quel testimoni di impegno e lo stiamo portando avanti
è il Partito Democratico si sta muovendo in questa direzione ecco perché
Di io ho accettato la proposta di candidatura che mi sta a fare non mi è stata fatta tra l'altro una proposta impegnativa come capolista
è però ecco mi sono riconosciuta in quell'impegno che il Partito democratico vuole portare avanti e vuole portare avanti in Europa portando avanti quei valori che io ho voluto mettere dietro la mia immagine nel nel manifesto il tema della giustizia sicuramente è uno dei i temi fondamentali per lo sviluppo di un Paese
Non c'è dubbio che la nostra giustizia abbisogna di qualche riforma o forse più di qualche direbbe qualcuno
Però sicuramente su questa strada il percorso è già avviato sicuramente il Governo nazionale affronterà questo tema lo affronterà anche in tempi brevi
E io mi auguro che possa dare da bere un impulso di forte sviluppo al nostro sistema giudiziario che però mi sento di dire è un sistema giudiziario che tanto di buono ha portato in Europa
In Europa io credo che occorra ancora oggi lavorare per sviluppare quelle politiche che sono politiche di appunto di sviluppo politico di solidarietà sociale
Politiche di integrazione politiche utile a far crescere i paesi tutti i territori dei tutti i Paesi che dell'Europa fanno parte
E in questo senso l'Italia io credo abbia dato un grosso contributo io sto guardando un po'all'Europa in questo momento visto che noi dovremo andare in Europa dovremmo rappresentare
Mi auguro
La Sicilia in particolare in Europa in Europa è iniziato un percorso di costruzione di uno spazio giuridico comune ma è un percorso che non è ovviamente ancora compiuto
è però io mi sento di dire che il il nostro Paese l'Italia apportato un contributo importante allo sviluppo appunto di questo spazio comune sul piano normativo è sul piano proprio giudiziario
E questo è un percorso che bisogna portare avanti bisogna proseguire la testimonianza sicuramente più importante come dire il contributo più importante che l'Italia ha portato
è proprio nel settore dei reati di criminalità organizzata che come sappiamo bene
è già a mio padre più di trent'anni fa l'aveva intuito ha ormai assunto una dimensione transnazionale
E allora
Bisogna lavorare in questa direzione l'Italia apportato talune categorie giuridiche per esempio con riferimento al reato di associazione di associazione di stampo mafioso in Europa l'Italia ha fatto un lavoro importante con la creazione per esempio
Della Commissione Europea antimafia nell'ambito del Parlamento europeo
Passaggi importanti momenti importanti di una crescita di una cultura comune di un sistema giudiziario comune
Un sistema nel quale e credo che possa essere più veramente utile l'occasione della Presidenza del semestre europeo il secondo semestre dell'anno
Per esempio mi avviso bisognerà lavorare per portare avanti l'istituzione della Procura europea
è un tema del quale si è discusso pochi giorni fa anche a Roma ed è un tema che il nostro Governo sta attenzionando e sul quale bisognerà lavorare
Non solo dicevo uno spazio giuridico ma uno spazio giudiziario uno spazio giudiziario che possa consentire di utilizzare al meglio alcuni strumenti quali per esempio il il mandato di cattura europeo
L'ordine di indagini
Oppure e questo è un tema io credo particolarmente importante sotto diversi profili oppure per esempio la possibilità di disporre la confisca dei beni
Che come sappiamo la criminalità organizzata acquisisce anche in Paesi diversi per esempio rispetto al nostro oggi occorre una rogatoria
Oggi occorrono quindi dei tempi lunghi con la procura europea questo problema potrebbe essere superato la Procura europea potrebbe svolgere le indagini in raccordo con i diversi Paesi
Potrebbe costituire un punto di riferimento unico
è un tema questo che vedrà ed è vedere il coinvolgimento degli avvocati questa sera ci sono molti avvocati
è un tema che dovrà vedere il coinvolgimento di molti avvocati perché bisognerà trovare e io mi auguro che possa farlo proprio l'Italia avviando in termini di concretezza questo percorso
Di costituzione della Procura europea possa farlo dicevo proprio l'Italia bisognerà trovare una chiave di sintesi
Fra i diversi ordinamenti interni la tutela dei diritti della difesa e dei diritti dei cittadini in generale dei cittadini comunitari e non
Perché ci sono tanti reati che hanno natura transnazionale pensiamo per esempio alla tratta degli esseri umani non è nel nostro territorio vediamo arrivare purtroppo e morire davanti alle nostre coste
Tanti immigrati uomini donne e bambini dietro i quali però c'è un'organizzazione criminale che organizza questi questi viaggi
Pensiamo alla sfruttamento della prostituzione delle donne ma anche dei minori sono tutti reati questi per esempio che hanno carattere transfrontaliero che coinvolgono diversi Paesi
E che quindi devono essere affrontati nell'ambito di un sistema giuridico quanto più possibile uniforme
Per essere affrontati nella maniera più efficace io credo che chi andrà a rappresentare in particolare la Sicilia portando un impegno un impegno per la legalità
è quella antimafia vissuta ogni giorno nei piccoli comportamenti come nel lavoro come nei provvedimenti giudiziari come nelle decisioni prese che andrà a rappresentare questa Sicilia e questo mi piace dirlo
Proprio da figlia di un uomo che ha sacrificato la sua vita per la nostra terra chi andrà a rappresentare questa Sicilia alla Sicilia sana la Sicilia degli onesti non dovrà solo presentare la Sicilia
Come la terra delle vittime di mafia ma dovrà presentarsi come una Sicilia che rappresenta l'impegno veramente antimafia quello ripeto del lavorare ogni giorno del lavorare in silenzio
Dell'agire con concretezza per contrastare il fenomeno mafioso
è questo è un impegno che io mi sento di assumere di assumerlo davvero in maniera assoluta totale complessiva
Potere rappresentare la Sicilia in Europa con i suoi valori con la sua bellezza
Con un percorso che ha fatto anche di tanta sofferenza ma che è un percorso di impegno per utenti quel genuino per affermare la legalità
è però ecco io vorrei toccare un attimo sia pure velocemente un altro tema vedo che qui questa sera mi fa particolarmente piacere ci sono molti
Diciamo componenti dei di un mondo di un mondo che è particolarmente ricco di componenti che è quello della giustizia minorile un mondo al quale io
Ho dedicato metà del della mia carriera è anche il mio impegno più recente era in questo settore
è un mondo che come tutto quello della giustizia mi sento di dire cioè i cancellieri tutto tutti coloro che lavorano nella giustizia nonostante le tante disfunzioni di cui probabilmente i tecnici cioè gli avvocati parleranno in maniera più furba approfondita però è un sistema che funziona grazie al sacrificio di quanti vi lavorano a questo vale a maggior ragione per le tante componenti che lavorano nel sistema della giustizia minorile quel sistema che in Italia ha avuto forse sempre poca attenzione
E che forse sta cominciando ad averne di più proprio in questi ultimi in questi ultimi anni
Eppure è uno di quei segni distintivi dell'Italia che in questo settore viene vista in Europa come riferimento come modello non solo per una legislazione che essa bene concepita oltre trent'anni fa
Era già nella legislazione avanzata e moderna
Ma proprio per un sistema che funziona che funziona bene grazie all'apporto di tutti dagli educatori dalla Polizia penitenziaria tutti vi vi psicologi e gli assistenti sociali tutto un sistema che coinvolge anche il terzo settore il vorrei imperiale top
E che da dei risultati importanti sul piano della prevenzione del disagio
E poi sul piano anche del trattamento ben i nostri istituti penali minorili sono modello per tutti i Paesi europei io al Ministero della Giustizia ricevevo spessissimo delegazioni di Paesi
I paesi avanzati come il nostro francesi la Francia
Inghilterra paesi avanzati che pure venivano a visitare i nostri istituti a conoscere i nostri sistemi a conoscere i nostri meccanismi di recupero
Ed è un sistema dicevo veramente veramente efficace che funziona grazie al contributo di tutti grazie al contributo del terzo settore
Ed è un sistema che
Va ancor più perfezionato proiettando si verso un inserimento stabile e definitivo dei ragazzi che hanno commesso dei reati attraverso il lavoro e anche in questo ecco in questo forse
Noi dobbiamo trovare delle risorse in Europa abbiamo realizzato molti progetti per esempio per l'inserimento nella mondo lavorativo di minori che hanno scontato delle misure penali
Ed è questa la grande forza restituire questi ragazzi alla collettività
Attraverso il lavoro quel lavoro che poi bisognerà apportare per tanti tanti giovani che hanno conseguito delle lauree che ne intelligenza che hanno talenti
è che non riescono a trovare lavoro e per tante altre categorie di persone che purtroppo in questo momento soffrano di questo soffrono di questo disagio
E quindi io credo che nel nostro sistema nel nostro sistema giudiziario è vero che ci sono delle riforme da fare
Però c'è
Anche tanto tanto di positivo in termini di esperienza in termini di norme già diciamo consolidate in termini di prassi di best practice che possono essere portate in Europa
Per migliorare certo nel nostro sistema ma sicuramente per portare a essere in Europa nel settore della giustizia un punto di riferimento di riferimento un modello
Questo io sono stata molto veloce perché so che i tempi sono brevi aspettiamo che arrivi il ministero può ripeto voglio lasciare anche il lo spazio per gli approfondimenti del tema specifico che riguarda la la il nostro sistema
Un sistema che io credo abbia bisogno è vero non solo di una riforma in termini di
Come dire di riduzione dei tempi ha bisogno di una riforma più generale e più complessiva
Però sicuramente la riduzione dei tempi io credo che sia già un passaggio importante tanto nel settore della giustizia civile quanto nel settore della giustizia penale
è comunque ripeto su questo tema sicuramente ci saranno ulteriori approfondimenti io ah ecco concludo voluto essere breve
Anche nella speranza di proiettare mine tempi europei già da ora se devo essere sincera e quindi ho voluto essere davvero breve fare solo qualche considerazione qualche riflessione
Su quello che è l'impegno che poi ecco io in questo caso ma tutti i candidati del del Partito Democratico porteranno porteranno in Europa
Che un contributo di impegno vero
Di ecco cultura praticata ecco di un antimafia praticata di un antimafia praticata non parlata
Un impegno per la legalità che io credo davvero di potere rappresentare e lo dico in maniera assolutamente serena perché non so che non c'è nessuna strumentalizzazione io forse
Rappresento già col mio nome lo rappresento con la mia storia familiare lo rappresento con la mia storia personale lo rappresento con la mia storia di impegno perché io ho sempre lavorato nel settore della giustizia
Negli ultimi anni con un'attenzione particolare alle fasce sociali fra virgolette più deboli
Perché anche nel periodo in cui ho lavorato nel Governo regionale ho dato testimonianza dell'impegno per la legalità per esempio con una legge di riforma della pubblica amministrazione regionale che introduce il principio di legalità
In tutta l'attività della pubblica amministrazione dalla trasparenza alla semplificazione tema anche questo estremamente importante alle norme anticorruzione
Alla semplificazione indirizzata alle attività produttive una legge che introduce un principio di lei il principio di legalità il principio di buona amministrazione il principio di certezza del diritto per esempio
Attraverso i tempi delle procedure fissati e definiti e conseguenti responsabilità
Dei dirigenti che questi tempi non rispettino
E quindi ecco questo lo cito ad esempio di un percorso che io ho voluto fare di servizio quel quel servizio che era per mio padre amministrare giustizia
Ecco anche per me mettermi al servizio della mia terra
E l'ho sempre fatto da magistrato l'ho fatto negli incarichi che ha avuto successivamente e io spero davvero di poterlo fare in Europa rappresentando dicevo quella siciliana sana con la Sicilia onesta quella Sicilia che pratica
La
Antimafia ogni giorno nei piccoli comportamenti è nella propria attività
Ecco ecco questo io credo di poter rappresentare per tutti i cittadini siciliani e per il Partito democratico che ha scelto di portare in Europa questo tipo di impegno
E per proseguire quel percorso di sviluppo della nostra terra che è passato attraverso tanti sacrifici
è che però io dico non sono stati vani perché se noi raccogliamo quel testimone e lo possiamo e lo dobbiamo raccogliere tutti quel testimone di impegno
Allora noi riusciremo a contribuire in maniera davvero significativa allo sviluppo della nostra terra
Quindi concludo come concluda sempre ecco quando mi sento tra l'altro in un contesto a me particolarmente amichevole come quello del mondo della giustizia
Io concludo dicendo che io voglio andare in Europa
Però non ci puoi andare da sola ci voglia andare con tutti voi e con tutti i cittadini siciliani che vorranno dare la loro fiducia ai rappresentanti del Partito Democratico per l'Europa
Lo speriamo tutti noi intanto il ministro sta per arrivare
Quindi possiamo
Ragionevolmente prevedere che entro cinque dieci minuti sarà qui
Io in questo momento
Qualche disagio perché in questo momento si sta discutendo con toni accesi nella mia Facoltà alla Facoltà di giurisprudenza dove noi abbiamo studiato molti di noi
Si dicono delle cose forti che non credo che sia qui il caso di discutere però
Non posso non salutare per primo livello che qui tra noi e che per quanto mi riguarda
Costituisce la testimonianza davvero della memoria del lavoro di Giovanni Falcone e quindi consiglierei a chi invoca continuamente
Eredità monopolio ereditari Falcone ecco di
Parlare un poco il più grande Tino quelli che l'hanno conosciuto davvero che hanno lavorato con loro forse ispirerebbero meglio a questi monopolisti verità i Falcone come lavorano Falcone a questo punto ecco l'avvocato
Marciante
Ci spiegherà il senso di questa importante riunione
Con degli avvocati siciliani perché sono presenti e udite udite gli avvocati non sono sempre super organizzati lo posso dire ecco non sono oggi sono presenti tutti i Consigli dell'ordine dalla Sicilia e noi li ringraziamo davvero
Per aver risposto al nostro appello Filippo Marciante li rappresenta un po'tutti perché il vice Presidente dell'Organismo unitario dell'avvocatura prego
Grazie e buonasera
Permetterebbe di ringraziare
Subito Costantino Visconti anche perché le sue coronarie sono state emesse a serio rischio da colorare professore Visconti perché da circa quindici giorni
Abbiamo tentato un'impresa che oggi è pienamente riuscita cioè quella
Di presentare al mondo del Partito Democratico dove peraltro comincio subito a svelare un mio
Piccolo difetto ma c'è una grande virtù
A quale io ho dato me spesso negli anni della nascita del Partito Democratico vedo qui tanti volti
E tante Michel tanti compagni con il quale abbiamo fatto insieme un cammino che per certi momenti insieme fermato forse
Perché
Bisognava ripartire con nuovi stimoli ma non è questo il mio compito però lasciatemi ringraziare chi ancora con forza come ha fatto poco fa Fausto Raciti
Crede che è un partito possa rappresentare l'esigenza e la società che parleremo di giustizia parleremo di avvocatura
Parleremo del perché siamo qui a sostenere la campagna elettorale per quanto mi riguarda personalmente dei candidati oggi presenti di Giovanni Fiandaca
Vedo saluto con piacere la dottoressa Chinnici si è parlato di giustizia in questo Paese in maniera errata per anni
Qui sono presenti amici colleghi di tutti gli ordini forensi che incontreranno Andrea Orlando sono presenti i giovani che
Credono in questa professione mai di me ai quali dico
Da anni ci occupiamo di riforma siamo passati da sessantatré mila vocate nel novantatré a duecento quaranta mila avvocati
E allora delle due l'una
O i partiti di massa come quello
Come volesse nel PD mi stava scappando com'era come il mio partito
Però devo stare attento a rimanere nell'ambito della figura istituzionale ma è più forte di me perché qui sono a casa mia vedere quella bandiera a vedere quel simbolo
Che abbiamo creato che abbiamo contribuito a creare mi fa ancora venire i brividi e parlare di giustizia e parlare di quello che abbiamo fatto in questa sala e parlare di giustizia unendo all'antimafia per me è facile
Perché non si può parlare di disagio sociale non si può parlare di mafia se non si parla di uno Stato che non funziona
è uno Stato che non funziona non funziona per gli imprenditori uno Stato che non funziona non funziona per i giovani uno Stato che non funziona che non ha leggi certe che non ha leggi serie non funziona per la società civile in cui viviamo
Quindi non è un impegno di facciata io non devo parlarvi di quello che pure abbiamo fatto in questi
Tre mesi con Andrea Orlando e con le devo dire
I vertici della direzione del partito aveva e le figure istituzionali di questo partito che hanno creduto
Io non semplice in una semplice scritta per come dire l'Orlando che riformare la giustizia significa far ripartire l'Italia
Non bisogna solo occuparsi di economia non bisogna solo occuparsi di disagi bisogna occuparsi della materia viva nella quale si forma si crea estesi e va avanti questa nostra terra
Per anni non c'è stata una riforma seria della giustizia civile in questo Paese
Qui sono presenti i giovani sono presenti gli amici del personale della delle cancellerie del personale e la giustizia in questo Paese da quattordici anni non si fanno concorsi
Nella
Per i cancellieri per il settore degli impiegati della giustizia ma come può funzionare in un ufficio che deve in una settimana introiettare decine e decine e decine di ricorsi se a farlo devono essere tre persone
Come può funzionare un ufficio della procura che si occupa di antimafia per esempio a Sciacca
Se non portone magistrati che collaborano con la DDA con la DIA Sciacca e a Palermo come si può pensare di fare antimafia se non facciamo funzionare gli strumenti
E le persone che l'antimafia ma devono portare
Giornalmente mettendo le mani
Sapendo cosa vuol dire sapendo cosa vuol dire studiare un provvedimento di custodia cautelare esso non ha i magistrati per farlo se non ha il personale per eseguire un provvedimento quel provvedimento si farà dopo due mesi probabilmente dopo tre mesi
Quindi la giustizia non riguarda solo gli avvocati
Non riguarda solo il personale le cancellerie non riguarda solo la magistratura non riguarda l'istituzione di questo Governo
La giustizia la questione della giustizia in Italia è un problema nodale
Se vogliamo fare ripartire questo Paese dobbiamo depurare allo da attacchi virulenti che sono arrivati nell'ambito della certezza del diritto ma si possono ancora avere dubbi sulla prescrizione di un reato
è lecito parlare
Di storture di alcuni articoli del nostro Codice
O se ne parliamo abbiamo commesso
Lesa maestà
Io vi dico che ogni giorno riceviamo decine e decine ci occupiamo di avvocatura ci occupiamo di giustizia decine e decine di richieste
Di avvocati che hanno chiuso gli studi
Di tribunali che non funzionano di presidenti di tribunali che non sanno dove andare a sbattere la testa dottoressa Chinnici
Hanno
Inventato l'istituto della mediazione appagamento
Per fare un doppio grado di giustizia quando noi avvocati quando i magistrati quando il personale di cancelleria quando persino ai giovani praticanti procuratori oggi praticanti avvocati avevamo messo a disposizione due facilissime
Facilissime
Due facilissimi sistemi la negoziazione assistita la Camera di Trani prima di andare davanti al tribunale ci mettiamo davanti e troviamo una soluzione gratuitamente senza altro pagare
Ebbene ci scontriamo con un con precedenti Governi che volevano la cosiddetta mediazione obbligatoria cos'è siamo tutti o quasi tutti avevamo giustizia
La Ragioneria dove prima e fare una causa per alcune materie devi passare attraverso dei minatori che a tutt'pensi siano ciò che saranno magistrati ex magistrati avvocati presso l'Università no
Agronomi
Geometri
Figure professionali di alto livello ingegneri che potevano con un corso di qualche ora diventare mediatori professionale professionisti
Allora tu capisci che non vogliono riformare la giustizia vogliono ci sono settori bene individuati
I cosiddetti grandi poteri banche
Altri sistemi collegati con le banche assicurazioni che non vogliono far funzionare questo
Sistema di giustizia abbiamo proposto come avvocatura non vedete
Quello che abbiamo fatto degli ultimi tre mesi con Andrea Orlando non è
Dedicato all'Avvocatura non è dedicato ai magistrati non è dedicato ai giovani e dedicato in questo sistema perché quando stiamo per trovare quella sfida impossibile che stiamo per vincere un sistema per smaltire l'arretrato
Lo dico a qualcuno che somme che hanno ancora ci segue ma lo sapete quanti fascicoli ci sono fermi nelle cause civili ma è possibile che la casa di condominio debba durare dieci anni
E possibile che negli ultimi vent'anni professore Fiandaca dottoressa Chinnici sono stati fatti circa trenta interventi sul Codice di procedura civile io mi sono laureato fra l'altro con persone che vedo qui con molto piacere in Aula
Il codice che ho studiato io ragazzo
Il Codice o se non esiste più
Non esiste più negli ultimi tre anni sono stati fatti una ventina di intervento sul Codice civile sul Codice di procedura civile
Tutto questo tener lontano l'imprenditore perché vogliamo parlare di Europa perché contro ma mi sembra che abbiamo insistito per l'Europa dei diritti perché quello che stiamo tentando di fare con Andrea Orlando eh esattamente
L'uovo di Colombo stiamo cercando di migliorare la giustizia non contro
Alcune parti della società
Non contro gli avvocati non contro i magistrati non contro il personale di cancelleria ma insieme le riforme epocali in questa nazione sono stati efficaci quando sono state fatte insieme le riforme sul diritto al lavoro sono state fatte
Insieme
Le riforme sul diritto di famiglia sono state fatte insieme non contro qualcuno perché la pendenza
Talvolta anche la conseguenza di determinati comportamenti e quello di non fargli uscire la riforma
Perché oggi negli ultimi tre mesi il Governo italiano ha recepito decine di direttive di Comunità europea
Sulla tratta degli esseri umani parliamo della libertà della dignità della persona umana mica parliamo solamente dei poveri disgraziati che stentiamo pure ad ospitare parliamo della libertà e della dignità della persona umana
Abbiamo aspettato sei anni per recepire una normativa europea
Abbiamo parlato della libertà dell'individuo è solo per del diritto di asilo l'immigrazione ma abbiamo impiegato altri tre anni dalla tribù eccepire queste norme che erano le banalmente lì
Ad attendere che queste venissero recepite ed in ultimo anche le riforme sui minori sono tutti interventi probabilmente pronto attore specialistico non mai
Perché quando ha detto una domanda di giustizia che voi la riceve la rivolgiamo dal giudice di pace o alla Cassazione è sempre una domanda di giustizia perché siamo un banale processo per me è un problema
Che io ce l'abbia davanti al giudice di pace o innanzi alla Cassazione
Io voglio che questo problema mi si risolva e non in decine di anni
E abbiamo pensato di fare sponda
Con Andrea Orlando con Alessia morali
Con tutto devo dirvi con tante persone di buona volontà che hanno capito che bisognava mettersi attorno al tavolo insieme con gli avvocati insieme col personale cancelleria interno col mondo accademico e abbiamo fatto una spia abbiamo Ra lanciato una sfida
Negli ultimi due mesi
Sono stati avviati tutti i tavoli per la riforma della giustizia civile tutti
E in più di quei ragazzi e colleghi avvocati che stanno aspettando il ministro
Con il coraggio di questo ministro
E con il coraggio di dirigenti del partito democratico che hanno imposto una nuova linea
Si riforma Alitalia se si ha il coraggio anche di essere impopolari
Si riforma l'Italia anche se si ha il coraggio di non obbedire accerti potenti forti che temo la probabilmente
Rieleggere
Giovanni Fiandaca dovrà fare quello che con lo stesso coraggio Caterina Chinnici ed altri stiamo stanno facendo a Roma
Abbiamo cercato di riformare anche la professione questi ragazzi ma è possibile duecentottanta cosa dico al mio figlio che al secondo anno di giurisprudenza con duecentoquaranta mila avvocati che speranze hanno questi ragazzi
è un problema che il Partito Democratico prima non si pone
Questi sono oggi blocchi sociali perché oggi ci sono tutti gli avvocati della Sicilia perché gli avvocati siciliani e tanto per e tanti altri amici perché stiamo interpretando su di noi una esigenza che è diventata un'esigenza sociale
E allora cesso formazione e tirocinio
Mettiamoci attorno un tavolo non è questa la sede
Ne ha però voglio dire stiamo cercando di migliorare anche la nostra professione con la specializzazione perché c'è una cosa che mi ha dato sempre fastidio da quando ho studiato dal professore Viola professore Fiandaca che saluto poco fa dicevo
A Giovanni Fiandaca di Roma della scusa ma vittoria villa vento ed i sensi ed è invecchiato pure lui
Ma io ricordi bellissimi perché io ho studiato in questa facoltà ho studiato giurisprudenza a Palermo per un verso sono rimasto anche all'università volevo e voglio fare l'avvocato ma lo voglio fare con la dignità e l'autorevolezza che la mia professione mi consente di fare
E voglio essere esempio per questi ragazzi non siamo seri se nomine limitiamo miglioriamo e riformiamo l'accesso alla professione
Siamo diventati vista la mancanza di concorsi Costantino siamo diventati
Una sorta di
Di di di rifugio un peccato
Siamo diventati un blocco sociale
Duecentoquaranta mila avvocati sono quello che rappresentavano prima le masse della marineria dell'agricoltura
E noi eravamo sordi a queste masse c'è voluto ci sono volute nuove sensibilità magari con un lavoro dispone l'avvocatura ecco questo è quello che stiamo facendo stiamo riformando la giustizia in questo Paese
Stiamo riformando la giustezza con le misure semplici ma dialoga
Ecco l'appello che io adesso voglio fare
A Giovanni Fiandaca a Caterina Chinnici e che quello che stiamo riuscendo a fare
A Roma quello che stiamo riuscendo a fare con avvocatura magistratura personale di delle cancellerie e con tante altre parti sociali avvenga anche in Europa abbiamo bisogno
Dico sbracciato cinque
Di recepire piccole importanti segnali che l'Europa ci dà perché e concludo veramente
Oggi è un momento importante per tutti
Io qui mia sorella viva Palermo io viveva a Palermo e tra il mese di maggio novantadue il mese di luglio novantadue
Io mi sono sposato a Palermo e ho lasciato Palermo perché avevo timore che i miei bambini
Potessero vivere una città non più tranquilla è stato il mio più grande Colucci e l'ho vinto ritornando a Palermo la mia famiglia parte la mia famiglia dico a Palermo e voglio che a Palermo la giustizia
La giustizia sia contro quella proprio con la g così
Che l'antimafia se quella con la accusi che si fa però collegi sei collegi impopolari con riformando la domanda e dando la possibilità a un cittadino di avere giustizia entro un anno
Perché se allontaniamo il cittadino nella giustizia il cittadino va altrove
Trova conforto altrove se non riusciamo a definire un processo penale un'indagine entro un certo momento entro un certo periodo abbiamo regalato alla criminalità organizzata tanto
E allora riformare la giustizia è un settore per pochi per pochi eletti
è un settore per chi come me ci crede dalla mattina alla sera io credo che sia una responsabilità collettiva in questo senso in questa maniera la richiamo e in questo senso in questa maniera io la voglio vivere ancora se possibile
Dopo il venticinque maggio con le persone serie che il Partito Democratico ha candidato
Attendendo il loro contributo perché questa città questa nazione questo Paese veramente possa essere un Paese moderno e dà la possibilità ai miei figli descrivesse giurisprudenza se possibile
Trovare lavoro in una bella circa come Palermo
L'acqua quasi sempre un penalista e non c'è un civilista attuare
L'istituzione
Io mi piace ringraziare la presenza
Del direttore del Centro Giustizia minorile del direttore dell'ufficio il giudizio sociale dell'IPM il direttore anche nel carcere di Pagliarelli il direttore del carcere l'Ucciardone vita Barbera
Sono quelle presenze di cui parlavo prima insomma quelli che fanno funzionare questa macchina
Tormentata
Defaticante della giustizia adesso c'è una piccola sorpresa che ci arrivata stamattina
Io stamattina ho ricevuto una telefonata di una nostra
Cara amica
Finché tornata da Londra aveva letto i giornali
E subito hanno da comprare un libro un libro di due studiosi lei è Benedetta Tobagi figlia di Walter Tobagi
E stamattina
Stamattina mi ha svegliato e mi ha detto ma qua
Io devo intervenire
Per dare il mio contributo all'avventura del professore Fiandaca
Quindi ci ha mandato questo video lo vediamo insieme se i ragazzi sono pronti
Grazie Andrea Orlando per essere arrivato da Strasburgo
Lo prego di accomodarsi con noi
Giovanni
è un ringraziamento veramente aumentato Baggio un regalo che ci ha fatto io credo
Che una donna in questa tempra di questa cultura che a questa storia ha dato la chiave almeno così con i ragazzi anche lo staff
Però affrontare tutto per affrontare anche questo pomeriggio con gioia con fiducia senza curarci troppo di chi la pensa diversamente noi rispettiamo tutti anche chi la pensa duramente diversamente
Però rispettiamo
La parola a Giovanni Fiandaca
Ringrazio innanzitutto
I presenti
Che sono a volte
Sono tanti
A vario titolo appartenenti all'universo
Nella giustizia
Consente di ma anche però
Di ringraziare Benedetta Tobagi
E non solo
Per il riconoscimento
Del mio lungo impegno di studioso
Indifesa dei valori fondamentali della giustizia
Ma anche per avere accolto
Con molta finezza culturale
Il senso
Del libro da me scritto con Salvatore Lupo
Mi piacerebbe
Che si discutesse
Ditemi caldi
In parte ma soltanto in parte
Comprensibilmente di visivi come quello sul processo sulla trattativa
Fuori da slogan
Fuori
Da frasi fatte
Fuori
Da strumentalizzazioni politiche
Con autentico approccio culturale e voglia di confrontarsi
Purtroppo negli ultimi tempi la Sicilia
Ha dato uno spettacolo
Anche a causa
Di uno stile polemico
Di personaggi ben noti
Ha dato uno spettacolo
Poco compatibile
Con una democrazia degna di questo nome e con un Paese civile
Spero
Che il mio futuro impegno politico
Che sviluppo che svilupperò comunque svilupperò comunque a prescindere
Dal successo nella mia candidatura possa dare un contributo
Ad una forma di Igiene mentale psicologica te al recupero
Di una dimensione
Culturale e civile nel dibattito
Il tema dei diritti
Evoca
La prospettiva europea o sotto diversi
Aspetto
Storico teorie convenuto ricordo che nell'orizzonte europeo
Che esso che è stata concepita l'idea di diritti fondamentali
A partire dalla seconda metà del mille seicento
Poi evoca un aspetto costituzionale oggi parliamo di costituzionalismo multilivello nello spazio europee
Evoca anche un aspetto legislativo
Ed evoca un aspetto giudiziario
L'aspetto giudiziario considerato nelle diverse articolazioni rispettivamente della giurisdizione
Dell'avvocatura
Che mi piace subito mettere accanto alla giurisdizione
E di tutti gli operatori della giustizia considerati nel loro insieme
Dal personale a me ne
Con
Agli operatori sociali del mondo minorile e agli operatori del sistema penitenziario
Inclusi inclusa la magistratura onorario
Mi sono sempre più convinto nel mio lungo lavoro di studio sia di professore
Che la giustizia non può che essere concepita
Come un'impresa collettiva
Fatta del contributo di più protagonisti e collaboratori
Tutti essenziali ed importanti secondo le rispettive competenza
Europa nuova Europa
Anche l'altra parte
Ho già il titolo del nostro incontro
Nella spira nell'aspirare a un diverso
E il nuovo modello di Europa
Guardiamo all'Europa nella quale i diritti nella accezione più Lata nell'accezione più ampia
Tornino al centro dell'attenzione politica
A cominciare dal diritto al lavoro e dal diritto all'inclusione sociale dei soggetti deboli
Confidiamo la futura Europa basata
Sempre meno sulla ragioneria e sulla contabilità
Sui vincoli
Di bilancio
Sul prevalere degli interessi bancari
Degli interessi capitalistici in senso
Forte
E sempre più basata invece su valori e diritti fondamentali da recuperare
Insomma un'Europa che rimetta al centro del suo orizzonte
è un sì come parole d'ordine
Crescita occupazione
Tutela sempre più efficace dei diritti comunitarizzazione dell'immigrazione e dell'asilo
Per promuovere e tutelare più efficacemente i diritti ci vuole però più Europa politica
Ci vogliono più regole comuni
Non ultimo anche nel campo del lavoro ci vuole un diritto del lavoro il più possibile armonico nello spazio europea
Ma il discorso come ovvio come sanno gli operatori del diritto gli avvocati dei colleghi giuristi qui presente il discorso ha una portata ben più ampio
Esso riguarda nello stesso tempo il diritto civile il diritto commerciale il diritto di famiglia e la cooperazione giudiziaria innanzitutto in ambito civile non mi addentro qui in particolari tecnici
Non faccio il professore se mi eleggete voglia andare a fare il politico
Con competenze riconosce
La prospettiva europea come sappiamo coinvolge anche
Nello stesso tempo insomma il settore della giustizia Parma
Dobbiamo impegnarci per sviluppare ulteriormente il processo di cosiddetta europeizzazione
Del diritto e del processo penale ma dobbiamo farlo con un obiettivo fondamentale che mi sta molto a cuore
E cioè raggiungere più avanzati i punti di equilibrio
Tra l'efficienza repressiva del reati delle forse e delle forme di criminalità
Ovviamente a cominciare da quelle
Transnazionale
E dall'altro lato
Il garantismo
Non certo un garantismo peloso
Pensato per indebolire l'azione della magistratura
Ma un garantismo all'altezza delle sfide del nostro tempo che deve essere recuperato dalla cultura di sinistra ed alla cultura progressista
E come sappiamo in questo senso il contesto europeo è un ambiente politico e culturale molto adatto
Ha chiesto di Pepino
Le soglie di garanzia dei diritti individuali anche nell'ambito del processo Parma
Ma garantisce uno sì garantismo penale recuperato significa a mio avviso anche un'altra cosa
Che trascende
La dimensione del sistema giustizia strettamente intenso
Garantismo penale nella mia ottica
Significa proiettarsi sul piano
Del diritto costituzionale
E del modo di concepire la democrazia
In questo senso garantismo penale significa riaffermazione del principio della divisione dei poteri istituzionali
E significa nello stesso tempo
Riconquista o riapertura degli spazi di
Autonomia dalla politica è un concetto che esprime la prima anche Raciti
Rispetto da un lato
Al potere giudiziario
Che nell'ultimo ventennio
A assunto un eccessivo spazio condizionando troppo la politica
E dall'altro lato rispetto ai potentati economici
La politica la democrazia politica sono stati si rispetti
Entrambi i versanti
Dobbiamo recuperare
La polizia la dignità erano nobiltà nella politica
Senza riaffermare non voglio dire il primato perché riempire riaffermare il primato la politica può essere equivocato
Senza riaffermare gli spazi che spetta alla politica
Non ci può essere neanche un modello milioni di euro
Che sotto mezza a obiettivi politici la governance economica
E un punto che mi sta particolarmente a cuore
Sempre
Riguardo all'orizzonte la giustizia
Si tratta anche di dotare lo spazio europeo di una legislazione antimafia
Il più possibile omogenee
Mi piacerebbe impegnarmi
Per le stanze per l'estensione all'intera Europa o di un modello di legislazione antimafia come quello Italia
Che lo stesso Parlamento europeo
Riconosce essere
Particolarmente efficace e che noi dobbiamo
Soprattutto ad esempio al sacrificio di Pio la Torre che voglio qui ricordare
ODIHR o così il recente per la seconda volta ha preceduto una Commissione ministeriale di riforma della legislazione antimafia
In cui come
Come Commissione abbiamo
Proposto
Alcuni interventi
Integrativi dello stesso pur recente Codice antimafia
E le proposte più significative
Riguardano e il nodo cruciale
Del nesso impresse mafie e abbiamo ipotizzato l'introduzione di nuovi istituti che consentano
Vidi si inquina di disinquinare le imprese dal condizionamento mafioso
In modo da restituirle a un a un normale funzionamento di mercato e in modo da garantire
La
Continuità dell'occupazione peli lavoratori questo significa a mio avviso fare antimafia
Dei fatti o concrete
Veniamo all'Avvocatura che ringrazio e qui essere
Presente stasera
In in misura
Consistente
E qualitativamente
Molto qualificati
Concludo efficace soddisfacimento dei diritti
Si chiama in causa certo non un primo
Il ruolo dall'Avvocatura
Ho da tempo maturato la convinzione
In tempi non sospetti cioè ben più di ieri accettare la candidatura al Parlamento europeo da molto tempo ho maturato la convinzione
Che gli avvocati debbano recuperare come stanno facendo come stanno riuscendo a fare negli ultimi tempi come ci ha ben spiegato l'avvocato marcia debbano recuperare un ruolo pienamente protagonista dico
Nell'ambito dall'attuazione del diritto concepito appunto come impresa collettiva
Assume
O riassumendo io di mi piace dire riassumendo perché ci sono stati fase storica in cui l'Avvocatura questo ruolo ha esercitato
Riassumendo sempre più una funzione di soggetto collettivo capace di interloquire politicamente e culturalmente
Con competenza e credibilità
Nei circuiti istituzionali della stessa produzione legislativa
Auspico che le scelte in materia di politica del diritto
Si è materia civile sia in materia penale siano in altre sia in altre materie siano in futuro sempre più frutto di un dibattito di un confronto in cui gli avvocati abbiano un penso meno sbilanciato rispetto a quello dei magistrati
Nell'interesse complessivo del sistema giustizia la popolo l'avvocatura deve riequilibrare i suoi rapporti di forza nei confronti della magistratura
Ovviamente anche in una prospettiva sovranazionale sono a conoscenza dei problemi di fondo che attraverso un oggi il mondo all'avvocatura italiana e via e vi ha già accennato da par suo l'avvocato Marciante
L'esigenza di condivido l'esigenza di affrontare anche il problema dell'eccessivo numero di avvocati
Il problema è molto complesso a cominciare dalla risposta all'interrogativo riproposto ad esempio ieri in un intervento sul Corriere della Sera da professore emerito Piergiorgio in macchina
Troppe cause civili perché troppi avvocati o invece gli avvocati sono molti per provvedere alle molte cause
Comunque sia
Comunque sia credo che è una questione come quella relativa
Al numero ottimale dei professionisti legali non possa essere affrontata soltanto
Urlino in un'ottica tradizionalmente domestica anche questa è una questione che richiede a mio avviso una disciplina comune a livello
Europea
Ho
Avrei tante cose da dire rispetto ahimè essi intera
Giustizia minorile e orizzonte europeo
E
Questione carceraria per orizzonte
Europeo
Considero l'Europa anche un'importante fonte di
Risorse economiche da utilizzare per la realizzazione di progetti ed iniziative volte in varia forma la prevenzione della tenuità della devianza minorile
Nonché alla rieducazione
E alla sperimentazione di forme di giustizia riparativa pure attraverso la mediazione penale notevole state come sappiamo negli ultimi anni anche all'attenzione dell'Europa
Verso la figura della vittima di reato
Si tratta
Di potenziare anche gli spazi normativi
Da riservare ai diritti e alle aspettative del vive delle vittime nell'ambito nel processo penale
Questione carceraria
Questione drammatica
Che personalmente come studioso è professore di diritto penale
Mi imbarazza mi mette non poco a disagio un penalista di orientamento progressista quale io sono un po'non può
In proposito non sentisse con la coscienza sporca
Come diceva un grande penalistica tedesco Gustav pervade dunque che fu anche ministro della giustizia nei primi anni venti
L'Europa ha ragione a denunciare l'interrogatorio l'intollerabilità della situazione carceraria italiana lesiva della dignità e dei diritti fondamentali di moltissimi detenuti
Ma la condizione molto drammatica deve fare dei detenuti non riguarda soltanto loro si estende alle loro famiglie
E in verità coinvolge anche gli operatori del sistema penitenziario le cattive condizioni del carcere si riverberano negativamente sulla risposta professionale e sulle stesse condizioni assistenziali
Di quanti lavorano nell'ambito delle istituzioni tendenziale
La mia avversione
Politica e culturale nei confronti di ogni forma di populismo
Populismo sia politico sia giudiziario
è dovuta anche al fatto che il populismo cosiddetto canale che una della diversa e più giacenti forma di populismo avvelena il dibattito pubblico sulla criminalità
E sulle strategie per contrastarla condizionando negativamente pure l'atteggiamento dei partiti non populisti
E confronti della questione criminale e della questione carcere
La verità politicamente triste
Per dire le cose come stanno e che è uno e che è un'autentica preoccupazione per l'allegra data condizione carceraria
L'hanno mostrata finora quasi esclusivamente Papa Francesco Giorgio Napoletano lo sparuto partito radicale
Mi piacerebbe che un partito
Mi piacerebbe che un partito come il PD oggi
Recuperi la posizione critica che i partiti progressisti tradizionalmente hanno assunto nei confronti del carcere
Rimettendo alloggi tematizzato la questione carceraria all'insegna del mero carcere prima ancora che di un carcere migliore
Il ministro Orlando qui presente ha mostrato sensibilità
E impegno verso le questioni della giustizia
Oggi sul tappeto incluso la questione carcerario
Mi piacerebbe se retto poter fornire dalla postazione europea un contributo politico e culturale
In vista di un migliore funzionamento dello stesso sistema giudiziario italiano
Sistema da considerare come dicevo all'inizio comuni impresa collettiva i cui protagonisti non devono essere i grandi solisti o le grandi star reali o presunte
Ma devono sempre più diventarlo tutti gli operatori chiamati quotidianamente è troppo spesso faticosamente e senza riconoscimento né media antico
Nel remunerativo a far funzionare la macchina giudiziaria
Se mi se mi aiuterete essere letto
Provetto che sarò accanto agli operatori che gli operatori della giustizia per costruire un cammino comune
Anche per rafforzare una antimafia autentica e concreto per onorare Giovanni Falcone che da domani torneremo a commemorare insieme con tutti i magistrati assassinato dalla mafia e con tutte le altre innumerevoli di
Grazie a Giovanni Fiandaca a questo punto siamo tutti molto stanchi però siamo contenti di aver rispettato nostra ministra Andrea Orlando che ringraziamo perché davvero ha voluto
Continuamente a qualsiasi arrivare prima è sostenere i nostri candidati prego
Buona sera a tutti io mi scuso ma oggi era una giornata nella quale fronteggiavano uno dei temi
Di cui
Ha parlato il professor Fiandaca
Cioè il tema del carcere oggi sono stato a Strasburgo per dar conto dei progressi che sono stati fatti su questo fronte anche però delle difficoltà che restano ancora io ma cosa vorrei dire lo dico perché
Spesso su questo tema diciamo
Anche qui emerge più chi alza la voce che chi fa delle cose concrete io devo in questo senso rivendicare un ruolo una funzione che ha svolto il Partito Democratico nel corso di questi mesi prima ancora guardate di quando io mi sono insediato
Perché in una situazione controvento diciamo perché il tema del carcere è stato utilizzato spesso come elemento di propaganda come strumento di costruzione del consenso
E le condizioni di tensione carceraria che sono venuti a da determinare non sono frutto del caso sono frutto di politiche che sono state
Scientificamente condotte di campagne elettorali che hanno usato questo argomento come l'argomento principe ed è il Partito Democratico vari riuscito a portare avanti in Parlamento ad aprire una strada invertire una tendenza che io considero molto importante
Recentemente abbiamo il Parlamento approvato
Iscritti all'introduzione del istituto della messa alla prova
Sono stati più interventi di
Alleggerimento Dellas situazione carceraria che però hanno rifiutato un'idea emergenziale per cui io voto o tutto o niente
è in dirittura d'arrivo la normativa sulla custodia cautelare
E io credo si sia recepito nelle condizioni date di una maggioranza eterogenea composizioni sto proprio su questo punto assai diverso se recepita anche un'indicazione molto importante la Corte costituzionale in ordine
Alla normativa sulle droghe tutto questo oggi ci consente di dire
Che anche se non abbiamo il sistema penitenziario che dovremmo avere che dovrebbe avere un Paese europeo
Sono stati fatti dei passi avanti che però ci consentono di dare una risposta e questo io credo che lo dobbiamo dire con molta orgoglio questa prevalentemente merito dell'azione parlamentare del Partito Democratico
Se faccio questa considerazione
E perché
Ritengo che la politica e su questo io sono d'accordo col professor Fiandaca deve tornare ad occuparsi
Ed affrontare i nodi politici che riguardano la giustizia
Su cui il punto non sono d'accordo te perseguire il suo invito cioè quello di una discussione che sia quanto più possibile laica e mi auguro anche che recuperi toni
Che sono necessari a dividersi sul singolo passaggio ma non solo gli obiettivi che credo debbano essere comuni
Io non credo che la perdita di autonomia della politica sia
Conseguenza di un esondare della magistratura
O meglio ritengo che
La politica abbia fatto molto per lasciare un risponde gli spazi vuoti
E questo perché ha rinunciato io credo se noi eliminiamo facciamo un convegno e
Diciamo stasera parliamo di giustizia tutti quelli che interverranno
Si riferiranno all'accezione a una delle due accezioni quell'appunto della funzionamento del servizio giustizia sette il sistema giudiziario pochissimi verrebbero per parlare di giustizia intesa nell'altra se
No no no
No no no
Bello è
E lo dico perché a mio avviso
No no no no no ma infatti posso spiegare se vi faccio il professore
Va bene volentieri
Io ritengo che lei aveva difficoltà a costruire una autonomia della politica sia anche legata ad allo al fatto che la politica ha rinunciato a rappresentare dei bisogni degli interessi materiali
Cioè che ha delegato sostanzialmente al mercato la soluzione di una serie di contraddizioni che era invece il suo compito affrontare
E questo inevitabilmente le ha tolto l'autorevolezza la dignità la capacità di intervenire nei processi scaricando sulla giustizia nell'altra eccezione una serie di contraddizioni che non ha saputo risolvere
L'autonomia della politica si recuperasse noi io quando dico noi penso soprattutto al campo progressista le forze politiche si riconoscono il socialismo europeo saremo in grado di dire con forza che il tema della redistribuzione del reddito
Della capacità di mitigare le contraddizioni che introduce la globalizzazione
Il tema del sostegno alla crescita del sostegno alla domanda del sostegno alle
Fasce più deboli della popolazione non è delegato assegnato al mercato ma diventa obiettivo principale dei soggetti pubblici e per questo si è in grado di svolge una battaglia politica
Se la politica racconta per primo che qualcun altro risolva i problemi nessuno si rivolgerà alla politica per risolta e questo io credo che sia all'origine di una cappa caduta verticale di autorevolezza
E di capacità di esercitare appunto quella funzione autonoma che la politica deve poter esercitare
E allora poi ci saranno altri poteri altre funzioni che in qualche modo si candideranno e svolgeranno fisiologicamente sposa modeste d'accordo se talvolta giusto talvolta sbaglia ma nulla resta vuoto in una società
Moderne complicata come la nostra e da questo punto di vista io penso che
Questo tema di una rinuncia diciamo a
Guidare dei processi
Lo abbiamo in qualche modo sperimentato in un argomento che è stato affrontato dal professor Fiandaca che ha credo oggetto un po'della riflessione di questo pomeriggio mi dispiace di non essere stato presenterà limiti
Che la questione della crisi delle professioni e della professione fa forense in particolar modo
L'idea che in fondo il servizio che presta un professionista sia uguale a quello che presta un tassista
L'idea è che in fondo la tutela dei diritti in qualche modo potesse essere misurate esclusivamente sulla base di parametri economici è il frutto di una subalternità di carattere ideologico
Che io credo noi dobbiamo
Modificare profondamente il mio primo impegno che ho cercato di mettere da quando mi sono sentito insediato al Ministero della giustizia è quello di
Costruire un rapporto tra tutti i soggetti della giurisdizione
Perché
Quando si parla di diritti non può essere diciamo il metro economico l'unico che è in grado di misurare
La qualità della
E questa Protti ciò che io ritengo sia un approccio appunto inconsciamente subalterno perché non sempre avevamo la consapevolezza di cedere in qualche modo un'opinione che era divenuta dominante a un'egemonia si sarebbe detto in altri tempi
Ha costruito le condizioni per una crisi della funzione dell'avvocatura
Una crisi che è diventata a mio avviso anche un pezzo della crisi delle classi dirigenti del Paese se pensiamo a come l'Avvocatura ha contribuito alla costruzione delle classi dirigenti del Paese
Dalla
Dall'Italia
Dall'Italia pre fascista fino ad oggi se pensiamo quali ruoli e quali funzione abbia svolto l'avvocatura anche nella costruzione di un linguaggio comune del Paese di una
Substrato giuridico che appartenesse a tutto il Paese
Ci rendiamo conto come la proletari dazione perché di questo dobbiamo parlare di questo settore inevitabilmente finisce per essere un grande problema non soltanto di funzionalità del sistema ma anche di funzionalità della democrazia
E in questo senso io penso che noi dobbiamo provare a rimontare questo punto di vista e dobbiamo provare appunto a fare quello io sono stato criticato perché
Tra i primi provvedimenti che ho assunto c'è stato quello di firmare i parametri per
Il riconoscimento del
Dei compensi agli avvocati
Come se in fondo alla regola che
Avrebbe funzionato secondo una logica nazionale era quell'appunto in questo caso del mercato è come se il mercato fosse
Presidiato da soggetti che ha hanno pari forza
E non invece si sta
Con una situazione nella quale si è venuta a determinare oggettivamente una sperequazione tra grandi soggetti finanziarie bancarie professioni
E da questo punto di vista riequilibrare provare a ridare un po'di ossigeno fra ricostruirlo ruolo la funzione per la
Avvocatura è un modo di affrontare il tema della crisi del sistema e contemporaneamente un modo di provare a ridare
Un ruolo una funzione anche nazionale all'Avvocatura
Io su questo di questo sono molto
Sono molto convinto
E anche se questo suscita talvolta qualche perplessità perché
Come dire c'è una
Guerra civile che in qualche modo si è consumata non parlo di quella
E così la diffusa abbiamo letto nel corso di questi anni sulla giustizia alta parlo di quella che si è consumata sulla giustizia minuta una uno scontro fortissimo per cui talvolta diciamo le posizioni corporative anche nell'ambito dello poca Tura se sono rafforza
Io penso che valga la pena tentare valga la pena provare a costruire un percorso nel quale l'Avvocatura la parte migliore quella kermesse accetta di più le sfide dell'innovazione si metta nelle condizioni di fare un salto di far fare un salto di qualità al sistema
E in questo senso
Sono partito
Da un tema che è un tema che apparentemente
Può apparire
Meno avvincente di quelli di cui più spesso si discute che il tema delle condizioni del funzionamento della giustizia civile nel nostro Paese
Meno avvincente perché lo dico spesso che si noi
Sono pochissimi telefilm credo forse nessuno che riguardano gli avvocati civilisti diciamo no
E
Poiché la storia del nostro
Nella storia del nostro Paese
La vicenda politica spesso si è incrociata intrecciata con la vicenda penale quindi inevitabilmente i riflettori si sono girati in quella direzione
Io penso che oggi riportare l'attenzione sulla giustizia civile sul funzionamento concreto del servizio giustizia se il contributo più alto che si può dare a un recupero della funzione della giurisdizione
Perché la caduta verticale del senso di legalità che si realizza nel Paese non ha soltanto la
Conseguenza che pure va affrontata dell'impunità di alcune
E anche la conseguenza dell'incapacità dello Stato di dirimere la controversia
Che inevitabilmente in molte realtà del Paese qualcun altro si candida a risolvere
è ormai siamo in grado di ridare certezza
A un imprenditore che attende un credito
Ha una famiglia che attende la soluzione di una lite da molto tempo dal quale dipende magari il l'andamento della propria attività a riconoscimento di diritti che riguardano la persona la famiglia o altrimenti la porta della
Evocazione del tema della legalità rischia di suonare può talmente rettori
In questo senso io penso che
Dovremmo ragionare insieme io in questo senso mi sono mosso partendo da una domanda che è una domanda che riguarda tutta la giustizia in generale ma riguarda
La civile in particolare almeno
Per il la tabella di marcia che ci sia una
Tutte le volte che siamo chiamati di fronte al giudice tutte le volte che si va di fronte al giudice strettamente necessario andarci tutte le volte che la legge prevede un passaggio di fronte alla giurisdizione strettamente necessari andarcene però guardate
Questa società è una società che ha perso molti punti di mediazione
Se la domanda di giustizia cresciute perché molti soggetti che svolge una funzione di mediazione Società sono venuti meno
C'è una crisi della famiglia dei corpi intermedi
Del delle istituzioni che in qualche modo svolgeva una funzione
Pregiudica ma che consentiva di costituire un film
E però diciamo la l'impulso del legislatore è stato spesso quello di supplire semplicemente chiamando in causa al giudice anche là dove forse il giudice non è strettamente necessario fatto un esempio
Che ha colpito un po'di più l'immaginazione non se ne potrebbero fare molti altri ma quando due persone hanno deciso di separarsi
C'è una consensuale non ci sono minori interessati non ci sono persone che in qualche modo vengano le vengono lese da questa scelta ma qua per quale motivo bisogna fare i passaggi che sono previsti che concordo cubano complessivamente sessanta mila
Lei c'è a mio avviso lo voglio dire è un elemento di
Come dire
Un elemento di deresponsabilizzazione dei poteri pubblici da un lato è un elemento di diffidenza nei confronti dell'avvocatura
Che io credo debba essere superato
Perché in questo caso io penso che le parti sparse adeguatamente assistite possono trovare un punto di equilibrio senza necessità di una
Si tratti di un'intromissione paternalistica diciamo da parte di un soggetto giurisdizionale
E in questo senso io penso che su questo ragionamento possa essere esteso
E di molto
Credo che in questo quadro
Poi ci si debba fare un'altra domanda una domanda
Che parta anche dall'esperienza di questi anni che questo guardate vale per il civile per il penale
Esistono colpi di genio esistono soluzioni a sorpresa
Esistono spot che affrontano di per sé il tema della durata del processo o c'è la necessità di riprendersi un respiro necessario a dare armonia
E organicità al processo stesso spessi legislatore intervenendo e pensando di individuare degli elementi diciamo dici semplificazione non sembra che talvolta si trattava interventi dovuti elementi propagandistica
Ha creato un bombardamento sulla procedura
Che ha inciso negativamente sia su quella penale che su quella civile
Allora non esiste una riforma che produrrà degli effetti nell'immediato esista una riforma che deve avere un respiro necessari cioè un'organicità ma nel frattempo siccome noi non possiamo attendere il tempo
Che hanno impiegato altri codifica attori per arrivare a a
Assoluzione cosa possiamo fare io credo che noi dobbiamo incominciare parlo del civile naturalmente a distinguere
La natura e le priorità della domanda
In questo momento ci soci tra l'insieme di domande c'è una domanda che viene dall'economia che viene dall'impresa e c'è una domanda che viene dalla famiglia che viene da
Dalla persona
Che vanno in qualche modo
Alle quali si deve costruire una corrispondenza attraverso una specializzazione dalla magistratura e una capacità di costruire un'offerta di giustizia che vanno in quella direzione
Altre due parole consentitemelo perseguire un ragionamento che credo sia quello più corretto su un tema
Che è quello di che cosa facciamo per contrastare i poteri criminali e ho detto una grande riforma del settore della giustizia civile
è una grande risposta alcun pericolo sul fronte del contrasto dei poteri criminali nel senso che
Nell'opacità diciamo spesso si sviluppano elementi ma io credo che noi abbiamo invece una
Una dobbiamo recuperare un approccio da questo punto di vista io sono molto d'accordo con la
Considerazione che faccio al professor Fiandaca dovere Coco di costruire un approccio che parta dal presupposto che noi abbiamo la normativa più evoluta al nel contesto europeo
Una normativa che ha
Costruito un sistema di contrasto che però alcune falle cioè non si tratta di tre volte di ricominciare daccapo
Ma si tratta di introdurre degli elementi che consentano in qualche modo di rafforzare ulteriormente sistema di contrasto
Io non voglio credo che più che proclami o mista la giustizia in questo momento debba dire quali sono questi due o tre strumenti come si interviene sulle imprese
In modo più efficace più rapido rispetto a quanto è avvenuto sino ad oggi talvolta diciamo consentendo di evitare il collasso dell'impresa stessa
Come si danno degli costruiscono delle barriere all'introduzione di denaro sporco nell'ambito dell'economia legale penso all'introduzione del reato di autoriciclaggio
E come si costruisce un processo penale in questo caso che funzioni e che arrivi a destinazione né pare diciamo che piuttosto che grandi
Enunciazioni di principio siano queste le cose che noi dobbiamo provare
A costruire nel corso di questi e lo dobbiamo fare sapendo che in gioco ci sono interessi diversi ci sono
Punti di vista diversi si sono impostazioni dottrinale diverse provando a costruire un confronto tra tutti i soggetti della giurisdizione che recuperi quella capacità di discutere di dialogare su un tema come questo lo dico con molta
Passione
Questo Paese ha fatto dei passi avanti
Soltanto quando è riuscito a costruire dei momenti di unità tra tutte le forze politiche
E questa non può diventare un terreno di battaglia e di scontro tra le forze politiche ma abbiamo e purtroppo quello che devo aggiungere che spesso questo unità se realizzate il giorno dopo di eventi luttuosi
Oggi ci sono le condizioni a mio avviso almeno da una ricognizione sommaria per fare in modo tale che questa unità si costruisca senza attendere diciamo delle sciagurata ipotesi di quel tipo
Facciamolo usiamolo questo spazio che abbiamo abbiamo usiamo questa percorribilità senza utilizzare questi passaggi necessari come campo della propaganda politica
Io credo
Che in questo senso
Il lavoro
Che ci accingiamo a fare con la Presidenza del semestre europeo è assolutamente
Provvidenziale
Perché ci consente di fare questa discussione spron iniziali usando le mettendola dentro un contesto nel quale
Non si tratta più di costruire semplicemente una normativa nazionale ma di ragionare su come la normativa nazionale si integra nel contesto europeo
Sapendo che le mafie i fenomeni corruttivi ormai hanno Ines metà abilmente una dimensione sovranazionale
E che la capacità di contrastarle passa attraverso la costruzione di uno spazio
Di uno spazio
Di giustizia europeo
E in questo senso nel senso che ha una carta che sarà importantissimo un dossier che è importantissimo che è quella dell'inizio della costruzione della di un procuratore europeo nel corso del semestre con la
Presidente d'inizio abbiamo fatto una
Importante discussione organizzata dalla sua fondazione
Io su questo voglio dire una cosa anche qui senza senza cercando di evitare i toni della campagna
Elettorale sia davvero contro la mafia è a favore dell'Europa
Chi vuole contrastare davvero
I poteri criminali
Si batte per costruire
L'Europa che è mancata nel corso di questi anni è inutile negarlo l'Europa che non riesce a costruire lo spazio di giustizia comune l'Europa che stenta a costo del procuratore europeo all'Europa del ritornai dagli egoismi nazionali
Europa nella quale ci si lamenta della burocrazia ma gli Stati si ritraggono dalla conduzione del processo di integrazione e anche qui non RAS non restano mai vuoti
La destra ha deciso di di nazionalizzare le politiche e questo inevitabilmente ha lasciato spazio a una burocrazia che noi oggi e critichiamo ma che la conseguenza anche in questo caso di una rinuncia della politica guidare i processi
L'Europa che noi vogliamo costruire l'Europa dei progressisti vogliono costruire un'Europa che si delegittima perché affronta il tema della giustizia sociale ma contemporaneamente rivendica un primato da Napoli
Che è la condizione fondamentale per battere i nuovi iscritti i nuovi poteri criminali transnazionali
E in questo
L'idea
Di un ritorno all'indietro
Di un ritorno
Che ci riconsegna una dimensione tutta chiusa nei nostri confini
Non sempre fa i conti non solo con le incongruenze le conseguenze nefaste dal punto di vista economico che questo provocherebbe ma non fa neppure i conti di come sarebbe debole un'Italia sola nel contrasto alla criminalità organizzata
Non fa i conti e su come nell'epoca della crisi degli Stati nazionali nello sviluppo di grandi mafie
Internazionali che spesso hanno come background
Merk Paesi con centinaia di milioni di abitanti pensiamo diciamo a grande importanti organizzazioni criminali come quella
Cinese
Ecco l'idea che un paesino perché noi siamo ormai queste
Dal punto di vista dei numeri certo non dà punti sta del ruolo della funzione ma dal punto di vista dei numeri sia in grado di per sé da solo di contrastare fenomeni di che norme portata come quelle un'idea assolutamente provinciale autolesionista
Mettiamolo in evidenza anche nella discussione per il voto io
Penso che questo punto sia emerso assolutamente poco si è discusso molto
Del della del Governo nazionale si è discusso molto della
Del rigore
Ed è giusto discuterne perché io penso che quella stagione vada definitivamente chiusa la stagione che ha fatto
Che ha fatto esplodere la tragedia greca è una stagione che va chiusa ma contemporaneamente penso che noi dobbiamo mettere in evidenza anche come in questa stagione
Un'Europa un'Europa politica sia anche la condizione necessaria per costruire appunto dei fenomeni più intensi di lotta alla criminalità organizzata
Spesso
Questo tema è stato avvertito semplicemente con un tema di carattere tecnico
Guardando al tavolo in cui si discuterà dell'acquisto del procuratore europeo si evince invece come invece questo sia un tema assolutamente politico
Perché non si vogliano gli Stati più forti non vogliono ingerenze interni in alcune vicende di carattere economico
Esistono delle diffidenze nei confronti di modelli che io considero avanzati come quello nostro che considera un valore fondamentale l'autonomia l'indipendenza della magistratura si scontrano anche modelli diversi Paesi che hanno una forte
Un forte condizionamento sul potere giudiziario hanno paura che un confronto con il modello che si realizza a livello europeo in qualche modo mette in evidenza questo aspetto che
Censura ATO spesso dalle opinioni pubbliche interne di quel Paese
Quindi c'è da fare una battaglia politica
Allora io voglio dirlo
Perché in questi in queste settimane in questi mesi sono state polemiche secondo me che ancora una volta fanno sì che le elezioni
Europee siano concentrate tutte una dimensione provinciale talvolta locale
Noi non stiamo discutendo di questa o quella vicenda giudiziaria ne stiamo discutendo di come costruire appunto come dice il titolo di questa sede questa sera
Un'Europa dei diritti che sia in grado di esercitare questo ruolo questa funzione che dobbiamo scegliere persone che siano più in grado di dare un contributo in questa direzione
Non abbiamo bisogno di persone che batta il pugno sul tavolo abbiamo bisogno di persone che essa quando si siedano al tavolo sappiano dire qualcosa
Sappiano costruire le condizioni
Perché guardate Chicchi chi ha frequentato Bruxelles e che affronti ha frequentato Strasburgo sa
Che li diciamo tutti gli antefatti e le storie le vicende personali contano quasi niente diciamo nella polemica giornalistica nazionale non incide molto
Resta minuti fatti cioè le proposte che sai fare la congruità di quelle proposte la coerenza e la capacità di incidere di costruire delle alleanze più ampie del topo che vadano oltre il tuo punto di vista
E questi elementi sono quelli che fanno la differenza voi qui avete due candidati che in questo senso sono in grado di dare un contributo importante in questa direzione
Bisogna dire semplicemente questo so che forse al mondo
Non non non suona a livello dei decibel che ascoltiamo in queste ore però io credo che alla alla fine
Le verità
Le verità più
Semplici sono quelle che si incaricano poi di farsi strada e in questo senso io penso che noi abbiamo bisogno di persone
Come i candidati che sono stati qui presenti questa sera che siano in grado davvero di fare quella differenza che anche una difficoltà ad esprimere classe dirigente europee anche la difficoltà ad esprimere
Rappresentanza adeguata a livello europeo ha contribuito a rendere più complicato
Quindi buon lavoro in bocca al lupo
Per una Europa dei diritti e
Consentitemi
Serve una Europa che recuperi
La sua funzione e la sua dimensione noi
Oggi
Vediamo per la prima volta volate nonostante quello che ho detto sic ogni tanto esce qualche barlume diciamo di dire
Di ragionamento che fa comprendere a a chi ci mette proprio l'attestazione di emettere con molto impegno ma insomma in si incomincia a capire che il grosso modo ci son tre progetti in campo in questo momento
C'è un progetto
Di un euro di della destra che quello di questi anni
Che è quella di una Europa come male necessario
Come
Mercato
Come condizione semplicemente inevitabile
Che è quella che ha provocato l'incapacità di intervenire sulla crisi che è quella che ha provocato la caduta della domanda che a quello che ha provocato gli effetti grezzi
C'è una rifiuto populistico dell'euro
Che non si incarica neanche di dire quali sono gli sbocchi non gli interessa il problema è scagliare il mare essere contro l'Europa
Commesse in un caso di malasanità la soluzione fosse chiudere l'ospedale e non cambiare i dottori
E poi abbiamo
Un'Europa a progressista che vincerà se vince il partito socialismo europeo
E questa Europa a un una forza che dice in tutti i Paesi dell'Unione le stesse cose
Che dice basta la politica del rigore che dicevano Bond ma quando dicevo roboante diciamo devono stare in Europa perché un po'singolarmente qualcuno in questi giorni ha proposto gli euro Mondello uscita dall'Europa non si capisce come si coniugano le due cose ecco la la
La vicenda che noi abbiamo di fronte a una vicenda però che non può essere semplicemente ridotta
Alla sfera del progressismo perché in questo momento nella costruzione dell'Europa il
Per le caratteristiche che spesso la storia
Sì a
Di imprevedibilità
Noi stiamo difendendo un modello europeo che è stato edificato dai democristiani
Perché Adenauer e Schumann Degasperi hanno costruito un modello che metteva insieme lo stato del mercato che teneva insieme della coesione sociale
Il problema è che il Partito Popolare Europeo nel frattempo diventato un'altra cosa che dove c'era Degasperi ci troviamo Berlusconi che dove c'era colui che ha unificato la Germania ci togliamo la signora Merkel
Che dove c'erano
Gli eredi della tradizione del cristianesimo sociale nord europeo troviamo oggi forze politiche che rincorrono sullo stesso terreno quelle se no food e questo insieme di dire che di elementi carica di responsabilità atta ulteriori la forza del progressivo
Gli chiede di fare un mestiere che va oltre la propria tradizione storica
Per questo io credo che noi dobbiamo
Avere la piena consapevolezza che questo non è un voto qual sia si ma è un voto che può segnare profondamente la civiltà europea per questo io vi chiedo di fare tutto il possibile di far vincere il Partito Democratico
E di far vincere i nostri candidati grazie
Ieri il Ministro della Giustizia ragionevole ed europea grazie Andrea Orlando un voto quel Giovanni Fiandaca Caterina Chinnici
Dobbiamo insistere oggi domani con le telefonate dobbiamo consigliare a tutti di votare Giovanni Fiandaca e Caterina Chinnici grazie grazie scusate per l'orario