20MAG2014
dibattiti

Presentazione del libro "Trovare l'America. Storia illustrata degli italo americani nelle collezioni della Library of Congress"

DIBATTITO | ROMA - 15:00. Durata: 1 ora 5 min

Player
Il libro è scritto da Paolo Battaglia, con premessa di Martin Scorsese e introduzioni di Mario B.

Mignone, Linda Barrett Osborne e Antonio Canovi.

Registrazione video del dibattito dal titolo "Presentazione del libro "Trovare l'America. Storia illustrata degli italo americani nelle collezioni della Library of Congress"", registrato a Roma martedì 20 maggio 2014 alle ore 15:00.

Sono intervenuti: Stefano Dambruoso (questore della Camera dei Deputati, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Mario Baccini (presidente Fondazione Foedus), Mario Bignone (Stony Brook University - SUNY), Paolo
Battaglia (storico), Fucsia Fitzgerald Nissoli (deputata, Per l'Italia), Marcello Saija (professore di Studi Europei e dell' Integrazione Internazionale all'Università di Palermo), Salvo Iavarone (componente dell'Associazione Mezzogiorno Futuro), Marcello Saija (professore di Studi Europei e dell' Integrazione Internazionale presso Università di Palermo).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Cultura, Economia, Immigrazione, Italia, Lavoro, Libro, New York, Societa', Sociologia, Storia, Usa.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 5 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

15:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buon pomeriggio a tutti
Grazie per la vostra presenza e la vostra partecipazione in questo libro sarà un'occasione sono certo di arricchimento culturale non solo anche di recupero di molte delle nostre radici
Quando andremo a sentire qual è l'esperienza che
Indotto
Gli autori del libro a di portare appunto questa importante esperienza questi questi sì importanti episodi di immigrazione italiana
Verso gli Stati Uniti emiliani faccia piacere anche sottolineare in quanto io sia davvero attuale il tema dell'immigrazione non lo devo dire a voi
Che siete bombardati come insomma chi è presente anche questo tavolo
Da a notizie quotidiane di rischi di immigrazione perché provengono dal nord Africa e e di quanto ci siamo
Obiettivamente dimenticati che solo nel giro di cento anni
Insomma fare percorsi molto più lunghi di mare eravamo noi italiani
E di quanto il nostro la nostra cultura dai nostri soci hanno arricchito insomma un paese come gli Stati Uniti e di quanto oggi
La insomma la la famiglia italiana
La comunità italiana sia un elemento
Davvero fondante dell'importanza democratica di quel Paese
Sentiremo esperienze diverse il tutto si conclude in un'ora non per cacciare o perché dopo un'ora l'attenzione cala per cui sappiamo tutti che
Meglio accogliere in un'ora quello che bisogna accogliere di questo importante libro
E però colgo anche l'occasione prima di
Anzi presento prima i i miei amici che sono attorno all'onorevole Missoni che ho invitato miratamente perché e un onorevole italiana ma eletta
Negli Stati Uniti quindi con come sistema elettorale che consente agli italiani di reggere i propri deputati nella comunità italiana residente all'estero e l'unico deputato italiano hanno
Detto appunto
Per negli Stati Uniti
Abbiamo poi alla mia destra il professor Saia che viene anche lui da da New York dal suo libro più diversi di o comunque collabora con l'attribuzione Brooklyn esiti che
E l'università che unitamente all'Università di Modena cava
Curato questo libro il professor Battaglia ancora
Ma che invece è un professore dell'Università di Modena e che è stato il vero autore ispiratore di questo libro di questo
In importante libro e Mario Mignone il mio amico appunto hanno promesso italianissimo professore anche lui presso lo studio gruppi Université
Salvo Iavarone che invece
E il rappresentante di un'altra importante associazione che cura i rapporti
Tra appunto Italia gli Stati Uniti ma a questo riguardo al siccome
Concordo importante presenza di un amico che
E l'onorevole Baccini che anche il presidente della Fed U.L.S.S. che un'associazione davvero importante in tema di
Rapporti tra comunità prevalentemente studentesca italiana e quella e gli Stati Uniti
Ecco io so che
De Anna sua associazione è un'associazione la sua fondazione la Fondazione che ha
Programmi molto attuali e attivi nei confronti punto di studenti che vogliono andare a studiare in sé puniti dica lei adesso che deve andar via perché impegnato in fa piacere tradito il più una parola incarica parola per
Farci spiegare insomma confermare quale obiettivo della sua Fondazione grazie grazie a Stefano onorevole Ghizzoni
Grazie a tutti voi gli autori ma soprattutto perché mi date l'occasione di di fare un saluto come Presidente della Fondazione Frejus
Che è un network che italiano che ha una presenza significativa
Nel mondo nei Paesi ex Unione Sovietica proprio in questi giorni ha mischiato il tempo un nostro Branson e poi negli Stati Uniti perché è il filo conduttore che lega l'Italia gli Stati Uniti la nostra Fondazione
A una presenza quindi la folla Serius foundation di diritto americano
Che ha come scopo la valorizzazione dell'italianità come valore come modello culturale come modo di vivere come
Esempio anche di una cultura per insegnare che non siamo solo simpatici nel mondo ma siamo anche affidabili quindi la promozione della cultura dell'impresa che della solidarietà sono
Quegli aspetti fondamentali che oggi in questa straordinario volume quest'opera trovare l'America ecco noi vogliamo
Che i giovani italiani i giovani globale italiani abbiano una visione
Importante internazionale quindi tra gli scopi della nostra Fondazione si è proprio quella di aiutare a ritrovare l'America
Perché l'America è stata trovata la presenza italiana è stato un valore aggiunto in quel grande continente e oggi ritrovare l'America è quello che noi vogliamo
Sostenere con una presenza culturale sempre più forte dei nostri giovani studenti e non studenti con questo sentimento ringrazio tutti voi e altro veramente un buon lavoro grazie sì Presidente
Presidente solo per avere una conferma ci conferma che affetto se si impegnerà in borse di studio quindi possiamo dire che da oggi siamo fa
A questa importante anche per dare il senso dell'evento a disposizione soprattutto anche con dottorati di ricerca Borzone studio proprio
Quest'anno sono dieci anni dalla nostra fondazione che festeggeremo la Filarmonica romana
E la madrina di eccezione sarà Ludovica rose e fiori chimiche
Una nostra sostenitrice vendite quindi anche tramite questa pubblicazione possiamo
Vedere come possiamo essere utile nella promozione e nella diffusione in tutto il territorio nazionale europea elencazione autorevole che a seguire
Grazie
Ringrazio anche la dottoressa Purini che è stata anche lei fondamentale nella organizzazione di questo di questo incontro
Io passerei velocemente la parola
Prima di passare all'esperienza diretta di un'italiana che insomma vive negli Stati Uniti e che sa quando è l'importanza della comunità italiana
Ma al professor Mignone che
Appunto ha voluto
Impegnarsi molto nella stesura di questo di libro e se ci racconta professore di che cosa farà le sue deduzioni mesi di qual è l'importanza e comunità italiana a Long Island e quindi in piena New York
E tutto quello che ne deriva grazie
Che
Carissimo onorevole
Un onore per me essere qui
Come migrante perché quando un partito a
Non pensavo mai
Mimì sogni che un giorno sarà ritornato
E avrei parlato in una di queste sale del parlamento quindi
Ringrazio moltissimi questo onore
Ricordo benissimo la sua
Uno presenza Astone Bruno due anni fa
In occasione del della conferenza che abbiamo organizzato su Giovanni Falcone
è stato per noi una
Una cajun occasione d'oro
Quell'incontro con lei con l'onorevole Pietro Grasso che allora non si non si parlava ancora di campagna elettorale non si parlava di
Essere membro del Parlamento ed eccoci oggi qua quindi la ringrazio per questa occasione al mondo
Oggi sono qui come studioso ma sono anche
In veste di
Sì emigrante e italo americano dato che parliamo di questo libro
è un libro che
è stato difficile da comporre
Perché amor quando è stato preparatori è stato preparato
Si prepara al pubblico chi lo legge
E già dall'inizio si tra pensavo un pubblico americano è un pubblico italiano
E per
L'architetto di questo libro ed hanno linee comunque attuazione
E i miei ringraziamenti perché Paolo battaglia
Avutosi l'idea ma anche il coraggio
A valle dobbiamo ammetterlo che noi come ricadendo abbia avuto quest'anno
Questa forza
Di avvicinarci alla Libreria del Congresso
E di chiedere
La l'entrata agli archivi e la sponsorizzazione
Di un libro quel del genere quindi Paolo
Al
Ti ringraziamo anche dall'altro lato dell'oceano per questo lavoro ha fatto un lavoro stupendo
Loro difficile da farsi perché un loro archeologico di scavo e anche di selezione non perché nell'altro
Libri del Congresso negli atti nelle se le
Tra gli archivi sono migliaia di fotografie di immagini che possono potevano essere usate e quindi tu hai dovuto dare atto e su questo processo di selezione pensando
Alle tour italiano che come ho detto al lettore americana grazie prima di
Continuare vorrei
Ringraziare anche alla Giunta dottoressa per forza alla nostra cara Lodovica flussi pubblici che ci ha dato questa possibilità è fatto da ponte
Fra nulli
A storie bloccarlo recita e nella il Parlamento prima e quindi
Ma era una necessità da parte mia mai velocemente prima di passare al libro che interessi magari c'è qualche interesse anche dei presenti per raccogliere
L'attivismo della della vostra università ci ci puoi raccontare velocemente quanti dov'è luogo la mossa università quanto importante è la comunità italiana nella possa importanti università
Qualche nome di persona che si è laureata di è che ha fatto carriere e quante volte porti di di studenti i tre studenti americani qui in Italia proprio per arricchirsi
Storie Brocchi non resti e fa parte dell'assume della Screen queste veniva
Che un sistema è il più grande sistema universitario americano si trova nel cuore di Long Island non rende
è vicino no Newark zitti a
è
Lunga al nome stesso Long Island noi siamo noi al centro dell'isola siamo tra due a
Centri di ricerca nazionale perché lo il Governo federale non una lo sponsorizza università ma sponsorizza centri di ricerca e si ci troviamo tra Brücke un'ascia laboratori e dovrei dire
Resta sul sollecitato e questo naturalmente che
Ci sono moltissimi giovani italiane purtroppo si paga della si parla della fuga dei cervelli
E Brücke non nasce nasce laboratori che soprattutto in fisica un laboratorio nazionali in Fisica a Muzzi tra ieri i ricercatori ci sono Paris
Purtroppo da una parte buona l'altra parte a riflette qualche cosa di quello che sta succedendo in Italia ma
La presenza di moltissimi sono e dall'altro lato c'è davanti col Spring nasce collaboratori
Ha il cui direttore è stato quello che ha scoperto il DNA lei soprattutto quindi per la biologia ed è un altro centro estremamente importante di ricerca quindi storie Brooke come lo si tanti
Altro dello Stato di New York di ricerca si trova anche affiancato e noi siamo alla il nostro la nostra Amministrazione nostro Rettore con la sua Amministrazione anche controlla in un certo senso anche se di tanto al Governo federale
Dipende anche dalla
No
Dal dal sole blocco
Allora dove siamo non siamo noi l'Arena contea di soffocanti
Che
Conta circa un milione ottocento mila abitanti ha una grandissima percentuale di italoamericana anzi direi
La presente è la più più solido presenze etnica quella italo americane circa il ventotto per cento della popolazione è di origine italiana all'altro Apicella naso canti
Che anche la stessa cosa la
La alla più alta percentuale di dito di
Gruppo etnico che costruisce il venticinque ventisei per cento della popolazione
A me non per caso quindi quando si guarda lungamente la
La presenza dei
Degli uomini al Governo locale
Di
C'è una grossa solida direi presenza italoamericana di nove senatori statali a un certo livello cinque Rete portava il nome italiano
A quest'anno
Ci saranno le elezioni dello Stato indici di abitanti New York una vanno certa devono per forza scegliere un Governatore un nome italiano
A me lo scontro sarà tra Cuomo
E Astorino e quando si viene alla STET controllore sarà trattando di Napoli Antonacci e quindi
è uno Stato dove
C'è una solida nella presenza di di norme americani
Storie bruciamo
Un ottimo direttore dire dipartimento che Allen Istica e portiamo qui in Italia perciò siamo venuti anche Conella
Mio dinner Presidente
End nasce la first dopo l'affaire ed in Arese siamo qui anche perché dobbiamo fare assieme a Firenze abbiamo un nostro programma
Attualmente abbiamo settantasette studenti che hanno studiato per un semestre
A immediati abbiamo tra sette settanta cento studenti ogni semestre qui a Roma dal Milano centottanta porto ogni ogni anno
Il gruppo studente di studenti per un mese
Tra settanta e cento studenti quindi faremo qua di nuovo questo questo luglio con settantasette studente Amati abbiamo anche stabilito e rapporti con la uno scambio con la LUMSA
A con la Sapienza con le sue missino Commissioni Palermo a monte quindi ossia legame con l'Italia carissimo onore l'abbia fatto un bellissimo apostolato laico per la cultura italiana complimenti davvero un ente
La bella dell'attivismo valorizza tante risorse che il nostro Paese continua
A dimostrare sebbene un periodo in cui ci piangiamo addosso non cogliamo diciamo Carlo siamo capaci di cogliere quanto
Quanta energia siamo ancora capaci di esprimere confronti punto di vista addirittura di studenti che provengono tagliata Paesi che sono considerati tra i più
Avanzati
Io passerei proprio per parlare del libro così parliamo velocemente ma
Capiamo qual è stata
La la storia di questo libro professor Battaglia
Che è stato un ispiratore di di attore eppure l'autore
Più completo
Intanto vorrei dire che questo libro è nato come una scommessa Senato con una semplice IMEI che io ho inviato alla ladro Congress che è il più grande museo federale degli Stati Uniti
In cui chiedevo loro la possibilità di fare una quei dizione sulla storia degli italiani in America nelle loro collezioni
Un gesto
Molto poche italiane molto americano fosse quello appunto di buttare questi messaggi nella bottiglia e vedere se è così sede sortiscano qualche effetto
Inaspettatamente dopo un paio di settimane la la ebreo Congresso dell'ufficio editoriale della ladro congresso mi rispose dicendo che erano molto interessati a sviluppare questa cosa
E in poco tempo ci incontrammo cerchiamo di capire come si poteva portare avanti questo progetto
Trovai comunque da parte loro una disponibilità incondizionata posso dire nel metterci a disposizione i loro materiali e quindi abbiamo avuto la possibilità con i miei colleghi e scusate facciamo la nota molto personale voglio ringraziare anche mia figlia Giulia che ha partecipato in modo molto attivo a questa ricerca e che qui con noi oggi
Appunto con i nostri ricercatori nostri clinico leghi i colleghi della laddove il Congresso in due anni e mezzo siamo riusciti a recuperare oltre due mila cinquecento immagini che non erano mai state viste in pratica
Sulla storia degli italiani in America è stato un percorso che abbiamo cercato di
Far durare almeno cinquecento anni cioè dal giorno in cui
Cristoforo Colombo mise piede per la prima volta nel continente americano
Perché pochi lo sanno ma all'interno della Biblioteca del Congresso ci sono alcuni dei documenti più importanti più orari anche sulla storia antica degli dell'America
Come alcuni ma non scritte colombiani appunto che alcune cose che poi dimostrerò perché
Una delle cose che cerco di fare ogni volta che si parla di questo libro anche mostrare alcune delle immagini questo è un libro che raccoglie più di cinquecento fotografie quindi
Attraverso una piccola selezione vorrei mostrare un po'quello che è il percorso di questa pubblicazione qui vedete la copertina
Adesso
Un attimo facciamo un altro fare il
Ecco questa è l'immagine con cui noi iniziamo il librone un'immagine che quando la mostravano negli Stati Uniti e l'abbiamo fatta in parecchi presentazioni a molte comunità italo americane ha colpito
Fin da subito per il suo significato più profondo queste la costruzione della Biblioteca del Congresso quindi del luogo in cui noi abbiamo trovato tutte queste materiali dicono grafici
La gran parte delle degli operai delle maestranze degli artigiani che hanno costruito la Biblioteca del Congresso la fine dell'Ottocento erano italiani
E questa immagine della laboratorio della lavorazione dei marmi mostra proprio alcuni di questi artigiani molti venivano dalla dalla Toscana
Che si stanno preparando a costruire quello che oggi è diventato il simbolo della cultura per lo Stato federale americano
Come dicevo prima però alla Biblioteca del Congresso abbiamo trovato materiali anche molto antichi e questo è quello che gli americani considerano l'atto di nascita del continente americano questa è la prima mappa in cui compare il nome America
è una mappa dei mille cinquecento sei esiste in un unico esemplare chiede alla Biblioteca del Congresso
E nel mille cinquecentosei appunto questo geografo tedesco
Decise di apporre alla alle nuove terre il nome di America America in onore di Amerigo Vespucci quindi di uno dei primissimi viaggiatori europei che arrivarono sul sulle coste americane anche in quel caso un italiano
All'interno della Biblioteca del Congresso però abbiamo trovato anche delle storie sconosciute Amerigo Vespucci ha un nome che per tutti conosciuta evoca sicuramente memorie del della nostra
Nel nostro percorso scolastico se non altro ma persone come Carlo Gentile un fotografo napoletano che nel mille ottocentosessanta settanta fotografo per primo indiani Navacco in assoluto
è un un nome che per tutti non è assolutamente sconosciuto che non siamo riusciti a recuperare alla Biblioteca del Congresso l'unico album di fotografie che questo
Che era un esiliato politico come molti dei nostri emigranti alla alla metà dell'Ottocento scattò appunto nelle nelle zone dell'Arizona del New Mexico quando queste zone erano ancora
Territori indiani non erano ancora indiani chiuse nelle riserve come sarebbe stato quei pochi decenni dopo
Altre storie che noi italiani
Conosciamo molto poco ma che per l'italo americani hanno un significato incredibile sono per esempio quella di Costantino grumi di
Costantino Bruni dia soprannominati nidi in America il Michelangelo del Campidoglio è un pittore era nato a Roma
Che arrivato nel mille ottocentocinquanta circa negli Stati Uniti dimostrò sul campo che era uno dei migliori esecutori di affreschi che si potevano trovare in quel momento negli Stati Uniti a lui venne dato il compito di affrescare la cupola del Campidoglio quindi
Il luogo simbolo della politica italiana e anche questo in gran parte etere della politica americana in gran parte italiano grazie Costantino gomiti
Così come
Pochissimi sanno che la Stato di Lincoln che anche questa e a Washington
Anche questa bene costruita da un laboratorio di scultura italiana erano sei fratelli originari della Toscana si chiamavano Piccirilli
Che realizzarono questa enorme statua in un laboratorio del Bronx quella portarono a Washington era collocavano dove oggi viene vista da milioni di turisti che vengono a tutto il mondo
E anche queste sono quelle piccole storie che non abbiamo cercato di far riemergere in questo in questo libro e che agli stessi tra americani in alcuni casi non sono
Conosciute perché è una delle cose che ci tengo molto a dire che questo libro è uscito contemporaneamente in edizione italiana e in edizione americana e distribuito sia in Italia che negli Stati Uniti
Abbiamo cercato di utilizzare anzi abbiamo utilizzato esattamente le stesse immagini però come diceva prima il professor Mignone abbiamo cercato di dare
Un trattamento diverso hai ai contenuti testuali in alcuni casi per spiegare alcune cose che per noi possono essere
Scontate non sono scontate per gli americani e viceversa
Il nostro percorso nel libro continua con quello che è il grande periodo denigrazione quindi dal mille ottocentosettanta circa in poi quando milioni di italiani si spostano e partono dalle da dall'Italia arrivano
In gran parte nel porto di New York a New York si fermano si fermano e creano delle situazioni abitative come quella che vedete nell'immagine che alle mie spalle che è un
Un'immagine che è poi diventato una cartolina e dava proprio l'idea di come potevano vivere gli emigranti italiani ma non solo in quelli che erano i tenne Mens i piccoli appartamenti che erano destinati agli ai nuovi emigranti
Una delle grandi studi stazioni che abbiamo avuto è stata anche scoprire dei piccolissimi particolari fotografie questa per esempio la fotografia che non nessuno aveva identificato come italiana
è difficile vederlo nello schermo ma in alto si nota un cartello c'è scritto
Eleganti appartamenti in italiano quindi stavano cercando di far passare questi
Poveri appartamenti queste povere Camere come degli appartamenti eleganti che potevano essere destinati agli emigranti che erano appena arrivati
Gli italiani in America portano anche la loro cultura molto viene contaminato ma alcune cose come il teatro delle marionette
Che nasce a New Yorker viene portato pari pari con le stesse caratteristiche con gli stessi operatori con gli stessi spettacoli anche a New York e questa è un'immagine
Simbolo appunto di questo di questo trasferimento della cultura italiana al di là dell'oceano
Ovviamente non abbiamo taciuto anche i problemi che c'erano nel momento della grande migrazione
L'America era sì una stima una una nazione inclusiva però aveva sicuramente anche molta diffidenza nei confronti dei nuovi venuti
Per vari motivi e questa vignetta dimostra quali erano alcune delle caratteristiche che a seconda delle near di provenienza dei migranti potevano causare dei problemi fatta Zio Sam credenti vediamo qua sulla sinistra dell'immagine
è una delle prime volte in cui compare il nome mafia sul
Sul foglio che c'è in basso sotto i piedi dello zio Sam c'è proprio scritto mafia questa è un'immagine che viene pubblicata dopo il mille ottocentonovantuno dopo un terribile fatto di sangue poco conosciuto in Italia
A New Orleans avvenne il linciaggio di dieci italiani che erano stati accusati molto probabilmente giustamente di appartenere alla mafia e vennero appunto prelevati dal carcere noti in sé linciati
è una cosa che pochi sanno ma gli italiani sono stati dopo gli afroamericani il
Lettonia che ha avuto il maggior numero di linciaggi negli Stati Uniti nella storia mila centosessanta
Così come
Altre
Particolari che venivano assegnate agli italiani erano infatti era il fatto di essere sempre armati vedete in basso la destra in questa immagine c'è
Una caricatura di un cinese travestito da siciliano e siciliano a una una pistola un coltello due caratteristiche molto
Diffuse nella rappresentazione dell'italiano
La lotta alla mafia è un altro degli aspetti che abbiamo cercato di rappresentare è vero italiano viene rappresentato negli Stati Uniti come mafioso ma è stato anche
Molto spesso l'italiano che ha combattuto in prima persona la mafia il primo è stato il dei tetti di New York Jo Petrosino
E questo è il funerale di Gio Petrosino che venne ucciso può in Italia a Palermo e queste funerale a New York
Chiudo solo con un'immagine che rappresenta quella che è la diffusione degli italiani nel nel resto del continente americano noi parti partiamo molto spesso dalla zona del nord est dove c'era una grandissima concentrazione di
Italiani
Questa è un'immagine invece di del Colorado
Che dimostra come anche là ci fossero degli italiani però erano molto pochi ma era molto molto piccola anche la popolazione questa
Nella didascalia c'è scritta all'intera popolazione della scuola di Logan County
Una delle due la bambina era un'italiana che si chiamava lena padroni
Professore giorno sollecitata una chiusura però era davvero interessante ogni però io
Io mi riservo di guardare far vedere i miei figli soprattutto ogni fotografia di questo interessantissimo libro grazie per questo lavoro certosino che ha fatto che
Davvero ci fa recuperare tante cose trascurato
Io nella vita faccio il magistrato in questo periodo faccio deputato repubblicano sono in Commissione giustizia quindi e davvero attuale il tema della vergogna italiana tutta italiana che ci siamo meritati con
I fatti ampliati Zhou malaffare all'export
Va detto che
Una le cose che più mi fa piacere invece riscontrare in questo libro che davvero per ogni Al Capone c'è al bere un Giotto esclusivo che sempre italiano
In Italia per importanti Totò Riina e Brusca che abbiamo avuto
Abbiamo avuto anche mi permetto insomma di con tutta la modestia di questa affermazione di dire che
Abbia avuto un Giovanni Falcone
Borsellino
Ma soprattutto tanti magistrati che continuano a lavorare quotidianamente contro la mafia per cui davvero
Dovremmo fare di tutto per esportare i valori più strani che riusciamo ancora ad esprimere
Io o chiederei appunto con le reti l'opportunità alla presenza
E l'amico onorevole Missoni per capire ma
Di italiani in America oggi sono ancora considerati prevalentemente pizza mafia mandolino
Buongiorno a tutti no non lo sono più perché ci sono diverse realtà Bataille ditemi dove dote vestita
Con immenso piacere ringrazio il Stefano D'Ambrosio per avermi invitata la presentazione di di questo libro ed è con immensa per cioè che mi trovo qui a dare una testimonianza in quanto io dico però che negli Stati Uniti del valore ed il significato che liberò trovare in America
Volontaria spirito di sacrificio speranza e di ingegno
Raciti era in queste quattro parole le caratteristiche peculiari dei nostri connazionali emigrati in contesti storico sociali difficili e che meritano di essere impressi nella nostra memoria quesiti spiego
Ed è un'epopea popolari di povera gente alla ricerca di fortuna a costo di notevoli sofferenze gli italiani sono riusciti a raggiungere inserimento sul posto positivo instabile
E a far conoscere l'operosità e Napoli TIA fantasia italiana in tutte le arti
Fine tempi
Disse io lo spirito della casa il senso delle proprie radici veniva comunque portato con sé
E così è avvenuto anche con i nostri connazionali costretti ad emigrare verso un destino ignoto in cerca di fortuna
Va beh faccio brevemente sono circa quattro milioni trecentoquarantuno mila gli italiani residenti nel mondo il cinque virgola uno per cento sono iscritti all'Aire sono che si trovano né negli Stati Uniti
E gli italiani all'estero tutti rappresentano circa il sette virgola tre per cento della popolazione residente sul territorio nazionale
Il libro trovare l'America ci conduce come stessimo visitando un museo tanto che mi viene da paragonarlo a quello dell'emigrazione italiana qui al vittoriano a Piazza Venezia
Attraverso l'arte figurativa e la narrazione scritta dalla vicenda migratoria a capire scoprire l'epopea di un popolo la storia di quel delitto ritardi ormai famose nel mondo
Quello spirito di sacrificio che ha contribuito a costruire l'America oggi possiamo dire che gli italiani d'America quelli comuni hanno un'istruzione secondaria medio-alta e si sentono per lo più integrati nel paese di accoglienza
E nuove nel generazioni non hanno problemi di lingua sono proprietari di casa che si sentono soddisfatti del lavoro che conducono
Non pensano di rientrare in Italia ma ci tengo a precisare che quanto da loro conquistato è il frutto di anni di sacrificio e di un percorso di vita in cui hanno dovuto affrontare e superare prove dure ma inevitabili
Insomma l'immagine di un'emigrazione matura e consapevole che merita una riconsiderazione da parte italiana
Tuttavia è visibile il fervore alcuni coro esso implica un valore psicologico permettendo di guardare con fiducia ad un futuro migliore
Tale richiamo le criticità sistemi prenditore americani più colti per diventare frammenti di vita né attiva non in contrasto con la cultura borghese del posto
In tale contesto molti simboli sono stati adattati alla cultura americana allo stile americano pertanto l'identità etnica è diventata più un simbolo per richiamare le proprie origini che uno stile di vita da continuare fuori dei confini nazionali
Sin dall'inizio non sono mancati tra gli emigrati italiani i protagonisti qualificati cosiddetti cervelli che attualmente incidono in misura più rilevante mentre nel passato furono numericamente meno consistenti e non sempre fortunati
Non andò bene come come c'è scritto nel libro ad esempio
Antonio Meucci l'inventore del telefono che nel mille ottocento settantadue per mancanza di soldi non riuscì a breve tarlo e lo fece invece Rampello utilizzando la sodomia documentazione
Le devo ricordare però come si dice appunto nel libro che ne Ucci si trovò in un periodo storico sfavorevole quando l'America cominciava interrogarsi se continuare ad accogliere nuovi migranti dall'Europa con le seguenti con le conseguenze socio-culturali che questo comportava
Possiamo dire seguendo questo museo cartacce di cinquecento immagine oltre come diceva il professore tratti dalle collezioni della Library of Congress che il libro di Bari battaglia Mignone Canovi che di italiani che l'America l'hanno trovata veramente ce ne sono stati
E dopo la sofferenza della traversata sui bastimenti che tuttavia rappresentavano anche una speranza c'era il sogno di realizzare il sogno americano quello delle opportunità che mancavano in patria e in parte mancano anche oggi
Non non riparlo dicevo Petrosino perché ne hanno danno già per l'altro loro comunque sono altre persone che emergono nel libro Enrico Caruso da Napoli che fin da piccolo dimostrò forti tolte canore
E si fa con le lezioni di canto lavorando nelle officine diventa un po'il famoso in tutto il mondo pure Riccardo ricordare anche Dino De Laurentis anche RAI che è scomparso nel due mila dieci
Che in America ci ha dato però da adulto non del piccolo e comunque ha dato lustro al al cinema italiano anche se anche essere in California
Nel libro poi troviamo anche chi ha avuto successo in politica e visto che sono una deputata non posso non citare il mitico Fiorello la Guardia
Figlio di emigrati che diventò sindaco di New York dal mille novecentotrentatré al mille novecentoquarantacinque
Ha incarnato spirito tiene stati efficienza di tanti italiani che vivono in America fu un grande americano ed un grande italiano che avviò il risanamento e lo sviluppo della città della città
Simbolo degli Stati Uniti incoraggiando i lavori pubblici la politica sociale e aumentando i servizi pubblici
Generazione di emigrati italiani in America hanno portato con loro la loro forza di volontà la voglia di un futuro e la nostra tradizione italiana Amato in tutto il mondo
L'Italia ha donato all'America le sue innumerevoli fresche sorgenti l'intelletto intuizione operosità volontari tradizione
Tralascio le altre personalità dell'emigrazione italiana in USA credo che essi siano evidenti sta andando veloci
A tutti data Sinatra Madonna De Niro fino a personaggi dello sport per sottolineare che in America ci sono tanti italiani sconosciuti chiamano profondamente loro Paese d'Italia
E che meritano maggiore attenzione da parte nostra da parte delle istituzioni
E se sono disposti a dare un contributo vero alla rinascita del nostro Paese ma hanno bisogno che la più grande Italia riconosca la figliola anzi a queste piccole Italia e che hanno popolato l'America
Quando si parla di emigrazione si pensa all'uomo ma canto ad ogni uomo c'è una donna e quindi li Prodi scrive anche la vita delle donne tra la tradizione il modello offerto dalla donna americana emancipata impegnata nel mondo del mondo del lavoro
Donne che hanno avuto l'assistenza e l'esempio di Santa Francesca Saverio Cabrini
Educatrice di orfani in Italia
Che sposta il suo obiettivo a dall'educazione alla missione che centrerà New Yorker tre quartieri italiani incontrando proprio quelle donne protese tra due modelli di vita
La materica Brini viene incontro alle esigenze di quegli italiani che non avevano avuto fortuna
A quei giovani che erano per le strade e quelle correttori in difficoltà con le loro famiglie un'attenzione che come si evidenzia nel libro portò la santa restituire orfanotrofi e affondare ospedali
E qui vediamo il ruolo importante che ha avuto la Chiesa nell'accompagnare l'emigrazione italiana
Poiché la predicazione della fede non è mai disgiunta dalla pre della promozione umana
Questo libro quindi mostra un'Italia in America che scopre stessa all'estero
Dopo che ciascuno il partito come appartenente ad una singola regione o un singolo paesino ma all'estero si sono scoperti soprattutto come italiani pur nell'ambito di un'appartenenza multipla anche al nuovo Paese
Il merito sostanziale di questo libro e quello di raccogliere in maniera scientifica la memoria storica dell'emigrazione italiana in America
Che deve costituire parte della nostra identità nazionale e non essere relegata a momenti folkloristico di un lontano passato quindi ringrazio gli autori ringrazio l'onorevole D'Ambrosio per aver presentato questo di Crocci grazie
Perché è stata citata l'importante ruolo della donna che continua ad avere un buono paritario è fondamentale a volte anche
Superiore rispetto a quello dell'uomo mi fa piacere dire che l'onorevole i suoi domani parte per New York dove coglierà come rappresentanti degli della comunità italiane letta all'estero residente Boldrini che in un viaggio
Di rappresentanza per contatti con gli omologhi
Vertici dell'al Parlamento americano qui domani a New York avremo due donne importanti italiane nel Missouri Raboni Boldrini a proprio l'onorevole di soli ha fatto riferimento tra l'altro anche al Musio del vittoriano nove appunto ci è possibile
Recuperare immagine importanti di un imminente emigrazione italiana
E non solo ha caratterizzato la storia dell'uomo e continua a caratterizzare la se pensiamo al nord Africa
Ecco al riguardo io colgo anche qui ed importante esperienza
Di Marcello Saia che ecco e qui alla mia destra e visiting professor io l'ho conosciuto dalla sua di Brooklyn residenti e quindi a New York allungano andare dove lui visiting professor ma in realtà
A visiting professor perché è un professore all'Università degli Studi di Palermo nonché il direttore delle sei dei sette musei dell'emigrazione siciliana
Ecco
Tutto questo suo Belgrado non hanno apportato a essere a dare un contributo importante a questo tipo e mi piacerebbe appunto dire far dire o comunque fare considerazioni con Marcello Saia
Su quanto sia importante la memoria che appunto chi Mussi continuano a coltivare a a preservare
Del del dall'esperienza di un popolo in questo caso il nostro popolo
Grazie Lombroso nella rivedo con piacere qui dopo la commemorazione di Falcone annui Orte l'anno scorso
Siamo stati assieme
Io faccio lo storico e quindi non vi racconterò il libro ma appunterò o una serie di elementi che sono elementi di critica storica
Perché sono problemi storie grafici aperti da mia visione del libro ve lo dico subito e una visione assolutamente luminosa si tratta di un libro straordinario
è un libro non è che mancavano le immagini sulla vicenda della comunità italo americana
In musei che dirigo in Sicilia ne hanno tantissime
E nei libri ce ne sono tante certamente immagini sulla comunità italoamericana però la particolarità di questo libro e quella che qui
I saggi che ci sono non sono al servizio delle immagini mentre solitamente le fotografie negli altri libri sono a servizio dei saggi ed è una una differenza fondamentale insomma qua
Si tratta di una vera e propria storia dedito l'americani per immagine ed è una storia assolutamente straordinario questo non significa che mancano i seggi i saggi ci sono sono corposi
Sono ben fatti assolutamente esplicativi ampiamente fruibili detto questo
Datemi la possibilità di dire le cose che ho rilevato sul piano storiografico che mi sembrano in qualche modo che affrontino problemi aperti
E su cui ovviamente ognuno alle sue opinioni
Le cause sono affrontate da Antonio canoni
Luigi forse è una visione un po'troppo B sbilanciata sul modello espulsivo
L'immagine che continua a darci e di una giovane
Un giovane il Paese che si è appena formato dopo l'Unità
Che non è riuscito a dare il pane ai suoi figli e che quindi ovviamente sono stati costretti a fuggire con la valigie di cartone questa è l'immagine Standard
Che noi abbiamo dell'emigrazione
Non è sempre così per carità
Non è che non è esistita questa immigrazione un'emigrazione povera con la valigia di cartone eccetera però
L'emigrazione sono tante cose migrazione sono i progetti di colonizzazione emigrazione sono tanti di coloro che sono andati ad investire
I propri soldi negli Stati Uniti d'America e immigrazione colui coloro che sono fuggiti per motivi più svariati possibili
Dall'Italia per andarsene in America o altrove emigrazione
Quella dello spirito di avventura che ha condotto tantissimi italiani conosciuto il nuovo mondo ad andarsene
Vedete in questa modello espulsivo c'è una sottovalutazione dell'elemento della volontarietà
E invece nell'emigrazione italiana la volontarietà la volontà di emigrare probabilmente è stata prevalente rispetto all'espulsione come dire
L'emigrazione e più attrazione del nuovo e del vincere tutto che non espulsione da parte del territorio
Il legale
Tra la crisi economica tra le cattive condizioni della terra
Che si lascia ed emigrazione
è sempre stato per molti c'è un motivo principale
E però io voglio dirvi prendete il caso della Sicilia che è un caso che ho particolarmente studiato se noi mettiamo in relazione queste due cose
Le condizioni dalla Sicilia ve lo assicuro al di là delle
Recenti interpretazioni storiografiche riconduzione economico della Sicilia del primo Ottocento di metà Ottocento
O della fine ottocento non è che sono differenti
Allora qualcuno dovrebbe spiegarmi perché la gente parte solo a fine Ottocento e non è partita a metà Ottocento o non è partita nel primo Ottocento della ragione c'è e questo libro lo spiega benissimo
Tutte le variabili esterne che in qualche modo danno la chiave
Il motore dell'emigrazione e ci sono e c'è
Tutta la vicenda l'analisi sull'esplosione demografica in Europa che quadruplicati
Il numero dei suoi abitanti nel corso dell'ottocento c'è la grande trasformazione americana che diventa da un Paese agricolo a Paese industriale con una civiltà prevalentemente urbana che
Chiede manodopera perché non ce l'hanno perché è una sotto popolazione
C'è la rivoluzione dei trasporti che avvicina i continenti Mazzi
Soprattutto ed è questa la Regione più importante su cui vi prego di soffermare la vostra attenzione il ruolo di grande business delle compagnie di navigazione
E il ruolo degli agenti migratori poi non comprenderete mai
Il perché l'emigrazione è stato un grande fenomeno di massa senza vere
La immagine precisa di quello che fecero le compagnie di navigazione e gli agenti pensate
Nella sola Sicilia c'erano cinque mila persone
Che vendevano biglietti i guadagni andò il tre per cento su ogni biglietto e creando con gli opuscoli che diffondevano le compagnie di navigazione il sogno americano
Tutto questo crea una cultura
Della immigrazione che un elemento assolutamente non secondario nell'esplicare questa vicenda ecco perché se noi guardiamo solo per modello espulsivo non riusciremo mai
A capire queste micro
Simone io non vi racconterò il vibro vi hanno già detto che cosa contiene lei bellissimi seggi di Mario Mignone che ci conducono amabilmente per tutta la vicenda
Del delle delle delle generazioni che si sono succedute e che si sono dette all'inizio in quella bellissima frase di Martin Scorsese quando dice vedete
Il mio bisnonno era italiano il mio nonno era italo americano mio padre era americano italiano
Io e mia figlia siamo americani
Ecco questa vicenda
è la chiave nella scaletta che serve per raccontare la storia per immagini che troverete in questo libro ed è una storia straordinaria che prende
Tutti gli aspetti soprattutto se legge dei saggi di una riunione proprio siete cullati in questa vicenda delle quattro generazioni un'ultima osservazione e chiudo
Non sempre nei disagi troviamo delle cose che mi convincono molto una di queste è il rapporto tra gli italiani e il fascismo dove
Sono stati spesi tantissimi luoghi comuni
è stato detto che il fascismo ha creato l'identità degli italiani all'estero
Perché
Venivano dal piccolo paese dalla piccola parte italiana
E poi sono diventati italiani quando il fascismo arreso quest'immagine dell'Italia forte e potente con la conquista dell'intero ecco non è
Vero
Se voi andate a studiare realmente la storia dell'emigrazione voi troverete e da qualche parte anche in questo libro c'è che a parlare all'essere fascisti e antifascisti era il cinque per cento della popolazione
In un momento in cui di italiani in America c'era erano sei milioni quindi una percentuale una percentuale assolutamente minima e la stragrande maggioranza
Degli italoamericani
Credetemi non sapeva neanche cosa fosse il fascismo o l'antifascismo era gente
Che pensava solo a lavorare e che pensava ambiti orale le condizioni della propria famiglia per cui continuare a dire a parlare
A parlare che il l'il fascismo diede ritenuti tali italiana è assoluta Amia avviso quello che successe che gli italiani
Da medica non diventano mai italiani passarono Dallapiccola identità
Del villaggio del Paese da cui venivano alla grande identità americana questo è il il il tipico passaggio loro quello che avvenne
Per la vicenda delle fede alla patria di tutto quello che fece che disse che scrisse sul progresso italoamericano Generoso Pope che tentava di cui io carie Roosevelt e Mussolini questo è un altro paio di scorso
Riguardavano un probabilmente centocinquanta
Duecento mila persone invierà parte concentrate nell'ONU investe degli Stati Uniti ma questa è una vicenda che non può colorare l'intera vicenda dedite all'americani grazie
Grazie questa sera perché ci ha ricordato dei passaggi fondamentali della dell'importanza della immigrazione dal sud dal mutata la Sicilia in particolare per chiudere
Sempre per mantenere per dare informazioni su quanto attivismo ci sia ancora intorno ai contatti tra Italia e Stati Uniti in fa piacere aver invitato salvo io marrone che il Presidente dell'Associazione Mezzogiorno futuro
Che ci dirà in che cosa consiste l'attività della sua associazione quanto sia promuovendo i rapporti soprattutto i giovani studenti e non solo che cercano opportunità negli Stati Uniti d quanto si stia muovendo la sua associazione prego professore
Grazie allora i pochi minuti appunto per
Parlare di un argomento pericoloso
E pericoloso parlare di storia dell'emigrazione che larga avremmo sono nove anni che promuoviamo questa rassegna giornata dell'emigrazione
E abbiamo partecipata decine e decine di conferenze organizzate da noi o invitati come oggi
Io intanto prima di parlare volevo doverosamente ringraziare perché i ringraziamenti vanno fatti io ringrazio alla Camera dei deputati e in particolare l'onorevole Stefano Dambruoso che ha avuto la cortesia
Come dire la scelta di invitare la nostra associazione questa mattina ringrazio funzioni soldi con la quale collaboriamo su questo tema dell'emigrazione italiana
Ringrazio Linda Barreto Osborne prego professor milionari salutarla perché è stata gentile con noi fin dall'inizio
Quando abbiamo cominciato a dialogare su questo volume ringrazio naturalmente Paolo battaglia che ci ha ospitati a Modena e abbiamo avuto modo di visitare la casa editrice per la loro attività scientifica davvero pregevole
Due saluti a oltreoceano Renato Miracco che è un un dirigente dell'ambasciata di Washington molto attiva e trenta unità hamburger il Preside della John Calandra Instituto che è un istituto nostro partner
A New York e ringrazio tutto lo staff dell'alternanza
Che qui presente oggi Mariangela Petruzzelli Maria devono abbiamo una
Non siamo un'associazione non soltanto un puntino ma un'organizzazione che lavora su questo tema sulla
Sulla emigrazione italiana
Dunque
Appunto parlare di questo argomento e pericolosa perché ne abbiamo partecipato penso che se ne parla per ore ore ore più se ne parli più escono fuori argomenti è un malvivente ma vastissima quindi è difficile sintetizzare
Perché più se ne parla come la cultura quando più uno più insieme più mi pare più trova cose datata alle quali attingere così sull'emigrazione più si esporranno Paesi comunitari siamo stati in Argentina in casa di uniti
In Brasile trovate comunità incredibile trovate tanto alla letteratura tante aneto dicasi cargo magari una conferenza più ampia avremo modo di di approfondire
Per quanto riguarda l'America volevo citare intanto un inciso mi ricollego a quanto detto il professor Saia
C'è le agenzie di di viaggi dei mediatori per quanto riguarda i trasporti il biglietto è vero sono un momento fondamentale ma sono momento fondamentale anche per quanto riguarda la regolarizzazione perché agli inizi del secolo ci furono parecchie
Parecchie persone che truffa vanno i nostri emigrati che arrivavano dai paesi dell'entroterra del Mezzogiorno arrivavano al porto di Napoli io che era il porto dove
Si partiva dal sud come si partiva da Genova gli emigrati dal nord
E a volte trovavano invece del biglietto anale pronta trasportare trovavano il nulla venivano truffati per cui queste agenzie furono regolarizzate dal Governo che ritenne di tutelare appunto questi immigrati come offrirono ma
E non non finirono ma io non ho fatto il fatto che si incontrano si prova ormai il problema rimase come pure rimase c'era un altro tipo di problema
Affine a questo
Era quello bancario così nacque il Banco Napoli al miglior CLNAI tra i nostri partner ne abbiamo una serie di
Di partner per quanto riguarda la nostra inizia l'azione una è la fondazione Banco Napoli lavarsene vado a Napoli ci ricordano i suoi scritti del Banco di Napoli nacque i primi del secolo scorso
Proprio perché ci fu la necessità di regolarizzare perché le agenzie di cambierei Agenzia punto di mediazione finanziare a volte anche loro truffa o no cioè incassavano dei soldi degli emigrati come dimesse volevano sostenere le loro famiglie
Erano in Italia è invece talvolta non non arrivavano questi fondi perché c'erano dei raggiri e quindi il Banco di Napoli appunto con la sua struttura vi è una filiale a New York per garantire che poi punto queste rimesse venissero effettivamente
Trasmessa e quindi l'acqua il Banco di Napoli a New York proprio per tutelare gli emigrati con loro organizzazione in conclusione appunto tra i tanti scritte le abbiamo pubblicato tante cose
In conclusione volevo leggere comunque alle porte di abbiamo scritto in occasione della nostra visita a negli Stati Uniti nel due mila otto al Columbus Day del due mila otto è un rapporto che da un'idea di quello che può essere
La situazione delle comunità italiane in America
Leggo testualmente abbiamo svolto con successo il dieci ottobre scorso a New York presso la prestigiosa sede della Columbus Citizen Foundation l'ultimo appuntamento della rassegna le giornate dell'emigrazione giunto alla terza edizione allora terza edizione siamo nove
Si è trattato di un forum dal titolo tubi e nel migrante voto dei immense cosa significa essere migrante oggi che ha visto un'ampia e qualificata partecipazione della Regione Campania il presidente Columbus foundation Palladini ed altri ricercatori internazionali
Scopo di questo intervento non è però quello di analizzare gli interessanti contenuti al meeting desideriamo qui intersecare il tema della rassegna l'emigrazione italiana con l'America odierna ecco perché lo voglio leggere
Non è facile se non altro perché stanno cambiando molto entrambe gli Stati Uniti vivono un momento incredibile da una parte i terremoti finanziari all'epoca ricorderete
Che due mila otto stiamo parlando che qui a differenza di casa nostra sono piombati con furia devastante nelle case e sui conti correnti
Dall'altra trascinati da una campagna elettorale la ma nel rush finale sarà la prima versione Obama e stanno cambiando i nostri emigranti delle comunità che li accolgono
Per ben comprendere realtà legate all'immigrazione bisogna conoscere il paese di provincia piccolo povero ma sempre vivo e vicino ai suoi figli dovunque essi siano anche lì luci ed ombre come dappertutto nella vita e nel mondo
La dimensione vera dell'emigrazione quella netta quanto prevalente è data dal rapporto tra colui che abbandona la Provincia e la nuova vita che non di rado lo fa crescere socialmente dieci mila miglia distante
Anche da lecita sono andati via in molti Comuni ancora oggi accade ma si dilegua non non fanno notizia la leggenda la costruiscono i villaggi di si svuotano per provare a definire
è una realtà sociale di un Paese Hitachi partire da come la scrittrice di quanti con Rita Valeria Parrella definisce la realtà opposta alla città Valeria dice che la citati abbraccia per poi subito dopo lasciarti cadere nel vuoto
Tutto questo lascia imprenditori urlato crea incertezza difficoltà dall'altro sviluppo energie per crescere e migliorarsi
Quanto più moderne vincente la metropoli ad esempio il New York minori sono gli ammortizzatori sociali più presenti magari a Napoli o al Cairo
Il Paese tuttora ammortizzatore sociale e ti abbraccia una sola volta senza più lasciarti quando lasci
Ma un abbraccio mortale quello che ti priva di ogni dinamica sociale in pratica di protegge di coccola ma ti impedisce di guardare dall'alto verso il basso chi socialmente nato più alto di te
Sei se sei figlio dell'avvocato fai l'avvocato il farmacista idem poi ci sono le eccezioni ma servono a confermare la regola
Ed oltre alle eccezioni c'è l'America
Il sistema che consente al settimo figlio di famiglia povera con padre pensionato e non mai in un paio di zii a carico di fare fortuna comprare casa mandare i figli al commercio e tornare per le feste natalizie col Rolex d'Oro
Da sfoggiare Alba della piazza prendendo il caffè col vecchio avvocato di famiglia finalmente senza riverenza eh facendo se lo fila anche offrire
Questa è l'America che ho trovato che c'era un secolo fa i tempi di Marconi e Petrosino e c'è ancora quella che accoglie finire alla campagna calabresi occidentale
Ma anche i ricercatori mortificati in patria che li fa volare sulla vita ma anche qui luci ed ombre tutti corrono se non lo fai morì come gli squali
Un giorno si andava ristoranti in dieci questa esperienza diretta vivace giovanili conoscerà Maria un'amabile pittrice ottantenne che erano nella comitiva tutti correvano ristoranti in base al dal momento motivante distratti da conversazioni volanti
Se non avessi aspettato io Maria questa avrebbe di certo perso il gruppo restando sola e digiuna
Cito questo episodio perché è emblematico tutti corrono anche in senso metaforico chi perde il ritmo rimane solo se va in ospedale spera di avere rassicurazioni regola segno altrimenti muri
Competizione ovunque ed in tutti i modi possibili tantissimi sono gli abbracci di cui parlava la Parrella si cresce non c'è dubbio
Crescono i livelli economici ed è anche l'opportunità ma se ti fermi magari solo per pensare perché stai correndo corre il rischio che ha corso Maria dire sardi giù una
Tanta competizione era anche tanta libertà due cose probabilmente collegate tra loro libertà di vestirsi come si crede di cambiare lavoro di parlarsi guardarsi sicuri vedano e queste due azioni elementari sono così sciolte di ridere
La libertà e per loro un patrimonio sociale ma un prezzo chi sbaglia paga
E non a contro solo la Polizia ma anche il proprietario di quel patrimonio dal sito sulla società che li circonda che diventa il primo alleato di giudici ed agenti
Scene come le donne che assai con i poliziotti e i Quartieri Spagnoli di Napoli linee America sono distanti anni luce
In sintesi conclusiva sono bravi tendono a competere ed a migliorarsi e vogliono migliorare il mondo anticamera dell'imperialismo ma credo che tutto ciò non rappresenti più una scelta di vita quanto piuttosto una costrizione in tutto ciò il nostro emigrato vive una sua realtà pervenendo per dirla in due parole legato con la mente al sistema americano
E concorre al Caffé della piazza con l'avvocato un'ultima considerazione da noi si parla tanto di tv spazzatura ma sinceramente non ho notato grandi differenze perlomeno in termini di livello qualitativo bene
Senta ma la vostra associazione ci vuole dire se dello Stato
No velocemente professionalizzazione Nicola sta promuovendo le chiedo allora all'associazione mezzo sono futuro patrocinato dal ministero degli esteri
Dalle Regioni Campania lucane breve Calabria e anche dalla Camera dal Senato quindi
Chi ci ospita oggi
Si occupa di promozione appunto di studi sulla emigrazione italiana
Con degli incontri sul territorio italiano e sulle
Intese sulle governi territoriali asserì dove maggiormente presente la comunità italiana siamo stati appunto citato Argentina Brasile Stati Uniti e Canada sono Paesi dove
C'è una forte presenza e con rappresentazioni incontri confronti pubblicazioni ma anche mostre fotografiche
Rappresentazioni teatrali che abbiamo fatto in Italia e all'estero all'estero grazie al nostro proprio patrocinato incolpare
L'istituzionale il Ministero degli esteri
Che ci mettendoci a disposizione le sedi dell'Istituto italiano di cultura all'estero ci ha dato modo di fare delle rappresentazioni ispirate al tema dell'immigrazione dove abbiamo avuto un'ampia partecipazione di comunità italiana che spesso Nieri nulla chiedono
Lo chiedo ad avviso chiedono solo una intersezione con la loro madre patria c'è un'opportunità per i giovani o per i fini le imprese che sono qui presenti di fare qualche priva di stage piuttosto che di esperienza si sieda attraverso la Fondazione Banco Napoli che il nostro partito dei nostri partner sul sito comunque www punto ha smesso punto it trovate tutte queste cose per approfondimenti
Stiamo studiando delle borse di studio appunto per chi
Voglia fare pubblicazioni utilizzi su questo tema della migrazione italiana che non vorrei che la fondazione Banco Napoli può finanziare
Benissimo essa è un iniziativa ce ne sono a forma ci sediamo scambiamo del corrispondevano siamo profondi
Io credo che insomma
Oggi ci siamo davvero tutti arricchiti con insomma con
Il contributo dell'esperienza non solo attuale ma soprattutto del passato economie di italiani che hanno segnato la storia di un Paese importante come gli Stati Uniti e mi fa piacere ricordare a tutti che forse per cui la prima volta una voce pratico
Che
Avete avuto l'opportunità di essere presenti qui alla Camera Camera dei deputati
Perché italiano perché italo americano un'opportunità non consuetudinaria non direi indirizzata perché
Basta moderna e si può raggiunge concorrere fra le cose che può capitare a tutti per i fa piacere
Insomma lamentare che insomma
Anche questo incontro viene valorizzato dalla location perché è stata destinata che a appunto dare in giusto significato proprio l'importanza anche nel libro grazie assenti comunque i globuli dissi in modo diffuso dell'immigrazione assolutamente sì
Volevo solo dire io faccio parte del comitato scientifico che sono uno dei curatori della Museo nazionale dell'emigrazione quello che adesso c'è al vittoriano
Il museo periodicamente a problemi di chiusura Simina c'era questa chiusura io vorrei fare un appello
Al mio amico onorevole D'Ambrosio ma anche a tutti perché questo museo vorresti in maniera permanente al vittoriale che la sede più adeguata
E se questo non dovesse essere
Abbiamo già rivolto dalla Sicilia
Un appello al Ministero degli esteri perché questo museo venga spostato a Palermo dove abbiamo i mezzi per allocarlo del per sostenerlo
Palermo il terzo posto porto dell'emigrazione italiana e ha avuto nel mille novecentotredici il picco dell'emigrazione italiana cioè centouno anni fa e quindi una sede degnissima per ospitarlo in ogni caso
Queste soluzioni e lo dico anche a nome del mio amico Mario vignone
Che ovviamente partecipa con me emotivamente a questa battaglia in ogni caso il giudice i materiali che sono oggi esposti nella sede del Museo nazionale dell'emigrazione
Devono che sono costati i tantissimi soldi alla comunità italiana e alla Repubblica italiana devono continuare ad essere esposti al pubblico e devono essere posti alla fruizione pubblica
In nessun caso possono essere privatizzati e andare a finire in archivi privati
Bene
Onorevole D'Ambrosio sia posso aggiungere una cosa previsti mo'telegrafico
A mogli o ringraziare all'amico carissimo amico Marcello Saia che davanti
Dire da vent'anni ormai si batte per la
Per l'immagine per la storia dell'emigrazione PD mite gli italiani all'estero si siciliane ma soprattutto
Tutti gli italiani
A oggi stamattina sono stato alla Museo dell'emigrazione ho visto dei piccoli cambiamenti perché presso le discussioni sono anche in inglese quest'estate senza spese senz'altro porterò i miei studenti
Nelle quattro introduzioni che ho scritto per il libro la nella prima
Faccio questo richiamo proprio al Museo dell'emigrazione e mi chiedevo se fosse se è stato per
Puro caso che quella che le mi il MOSE è stato messo sotto il vittoriano all'entrata alla stessa entrata condivisa con il Museo del Risorgimento dico quei
Dopo un anno dopo tutto un secolo
Di dimenticanza dell'emigrazione
Lei sa benissimo come l'emigrazione è stata trattata dico in quella prima
Introduzione
Che io sono anch'su un partito dall'Italia veramente con un peso sullo stomaco per il modo come
Noi come l'emigrazione veniva trattata e le nostre istituzioni ho fatto lei medie inferiori e superiori e diceva dico nell'introduzione
Non lo un libro non un capitolo nuovo una pagina è stata ma dura lezione è stata mai dedicata alle all'immigrazione dico finalmente l'Italia ha preso atto
Che questo fenomeno esistito e che merita l'attenzione dico speriamo che nel suo serrato per per puro caso
Che la stessa entrata Porta alla Museo delle della Risorgimento quello delle migrazioni
Sarebbe un disastro è un oltraggio hanno e altri emigranti togliere l'emigrazione da quel posto Pennisi faccio appello a lei e a tutta la Camera
Necci onorevoli
Volevo solo rassicurare il professore il
Professor vignone
Ho preparato un progetto di legge che ha che ha firmato anche l'onorevole D'Ambrosio e ieri ho parlato col mio Capogruppo per essere calendarizzato proprio spari in Museo dell'emigrazione per salvare il Museo dell'emigrazione per avere i fondi necessari per continuare a essere gli altri enti