21MAG2014

Collegamento con Ernesto Caccavale sulla sua iscrizione al Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito

COLLEGAMENTO | di Aurelio Aversa RADIO - 08:54. Durata: 8 min 10 sec

Player
Durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Collegamento con Ernesto Caccavale sulla sua iscrizione al Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito", registrato mercoledì 21 maggio 2014 alle 08:54.

Sono intervenuti: Ernesto Caccavale (portavoce della Campania, Forza Italia).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amnistia, Autofinanziamento, Azione Penale, Caccavale, Carcerazione Preventiva, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Iscrizioni, Napolitano, Nonviolenza, Pannella, Partito Radicale Nonviolento, Politica,
Presidenza Della Repubblica, Riforme.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.

leggi tutto

riduci

08:54

Scheda a cura di

Guido Mesiti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Al Satyagraha radicale abbiamo contato Ianni ora contiamo i giorni in vista della scadenza della Commissione europea dei diritti dell'uomo dal prossimo ventotto maggio negata la sentenza Torregiani aderisce anche dal portavoce di Forza Italia in campagna già
Fare europeo Ernesto Caccavale che è anche scritto al partito radicale lo abbiamo in linea buongiorno Caccavale
Oggigiorno vogliono abolire puro gli ascoltatori allora ci vuole spiegare in breve come ha maturato questa decisione che tipo di esperienze contatti ha avuto con la realtà carceraria
Beh questa è una decisione come fatturato già da parecchie da parecchie settimane e seguo con grande angoscia alla gara la battaglia radicale di Marco Pannella
Di questi miti supportata da dal messaggio alle Camere del Presidente La Repubblica Napolitano
Dimenticato purtroppo dal Parlamento
E su quello che appunto il Presidente Napolitano ha definito la prepotente urgenza della situazione drammatica delle carceri italiane e della
Clamorosa della clamorosa situazione criminale la quale si trova criminali criminogene nella quale si trova
Lo Stato italiano ormai alla ridosso di una quasi certa condanna da parte delle istituzioni europee della Corte europea dei diritti dell'uomo rispetto alle violazioni assenti della della condizione carceraria in generale la situazione della giustizia chi mi conosce sa che ne so occupato di sempre i carceri si anche durante il mio mandato parlamentare di Parlamento europeo mi sono occupato
Sono sta OP citato quasi tutte le carceri italiane anche qualcuna in giro per l'Europa
E posso dire con avete aver toccato con mano
Perché non e e non una volta sola una situazione
Da veramente drammatica occuparsi delle carceri io dico sempre non è un fatto il puro al turismo e soltanto
Il rispetto dei diritti umani che già il già di per sé sarebbe già una motivazione importante
Occuparsi delle carceri in occuparci di voi stessi non ci sono due società separate non c'è un non ci sono quelli che sono fuori e quelli che sono dentro l'idea di sbagliata assurda secondo la quale il carcere una specie di discarica sociale
Della quale fregarsene perché così tali come dire possano in qualche modo stare dentro i delinquenti che è un'idea che non solo sbagliata ma controproducente
Bisogna spiegare bene alle persone che occuparsi delle carceri intanto è un fatto in un Paese civile per un Paese civile indispensabile
Poiché ci diretti la condizione delle carceri e una e i fattori principali che determina la civiltà di un Paese
Ma alcol aggiungerei che che significa occuparsi di dei detenuti significa occuparsi voi stessi prima o poi
Queste persone escono dal carcere e quindi pensare i utilizzare quel tempo nella quale la loro libertà e conculcata privata
Pensare di utilizzare quel tempo per fare in modo da loro possano riflettere sugli errori eventualmente compiuti e quindi
Ritornare nella vita civile migliorativi e quindi
Inseriti nella vita di tutti i giorni è un fatto che serve a noi nonno soltanto al loro seguirei anche
Se mi permettete che nelle carceri purtroppo oggi non ci sono i delinquenti non ci sono i criminali
Intanto c'è uno quasi il cinquanta per cento pentiti tenuti che sono in attesa di giudizio
E questo è un altro fatto tragico
Un altro segnale assunto drammatico nella quale si trova applicato la giustizia e poi le carceri pensare che un
Una persona che sta aspettando come ieri che ci sia una promiscuità
Gran criminali acclarati reggente invece in attesa di giudizio e che alla fine il cinquanta per cento di questi
Di questi detenuti poi alla fine il loro iter giudiziario che il tritacarne giudiziario nel quale si trovano poi risultano innocenti
Beh significa come dicevo prima creare un sistema autenticamente criminogeno cioè che genera altro crimine unica
Parcheggio onorare la situazione sociale e civile oltre che personale di una una mi richiede una miriade di persona
Su questo io credo che frutto la riflessione
Non c'è più tempo per appunto per fare chiacchiere la riflessione netta e chiara io sono nettamente dell'idea come Marco Pannella e radicali
Stanno procurando da tempo che la soluzione in questo entro non può che essere l'amnistia e indulto ovviamente accompagnata dalle grandi Rita la grande riforma della giustizia e qui ovviamente si apre tutto un altro
Capitolo che è quello della situazione in generale drammatica nella quale si trova la giustizia italiana oltre che le carceri
Ho già detto della assurda idea di utilizzare la carcerazione preventiva perché fatto rischiare il quarantacinque per cento dei detenuti anche sui criteri guida che si usa in modo scriteriato etico io dico anche
Il legale la carcerazione preventiva
E poi io credo che la madre di tutte le battaglie sia la questione dell'obbligatorietà dell'azione penale
Che come diceva Calamandrei uno dei padri della nostra Costituzione è stata una grande sfida un grande errore dei nostri costituenti oggi è una grande finzione e da un potere smisurato
E io dico anche in taluni casi spregiudicato alle procure di utilizzare l'azione penale in modo non solo discrezionale ma addirittura arbitraria
E e anche la situazione di questa campagna elettorale purtroppo lo dimostra con gli arresti di questi giorni anche in Campania
Quello di ieri c'è un altro arresto che come dire tu già quattro giorni dal voto voglio ricordare che
Mi pare Paolo Romano il presidente della RAI del Consiglio regionale la Campania anche il mio partito anzi è stato autore di una scissione dolorosa
Ma come Pannella eradicare ci hanno insegnato bisogna difendere i principi aprirli raggio volumi dello stato di diritto mai le persone ma i partiti ma i singoli individui bisogna
Difendere i principi e su e anche nel caso di volo umano a mio avviso
Non i principi dello stadio sono stati violati clamorosamente Edison parliamo di una denuncia fatta a un anno e mezzo fa e l'arresto avviene a quattro giorni dal voto
Perduta ricordo
Non c'è da ieri alla svuotato di Radio radicale che lo sanno bene che per arrivare a una persona
Verbale una
Dispone e medie un ordine di carcerazione preventiva c'è bisogno di tre
Dorin
Pericolo di fuga reiterazione del reato
O inquinamento lei trova
Delle prove minime in caso di del perché del Golgi regione la Campania non mi pare assolutamente che
Potesse rombo delle incorrere
Nessuno delle e
Ipotesi previste dalle dalla legge per la quale a
Do chiede per le quali viene richiesta l'ordine di carcerazione preventiva bene Caccavale la ringrazio per questo intervento è a risentirci
Grazie mille e grazie a voi era Ernesto Caccavale portavoce di Forza Italia in Campania già parlamentare europeo già parlamentare europeo è iscritto alla Partito Radicale