21MAG2014
stampa

Igor Boni, candidato radicale nelle liste del PD alle prossime elezioni regionali, incontra gli elettori di Ivrea e del canavese

CONFERENZA STAMPA | Ivrea - 19:00. Durata: 51 min 47 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Igor Boni, candidato radicale nelle liste del PD alle prossime elezioni regionali, incontra gli elettori di Ivrea e del canavese" che si è tenuta a Ivrea mercoledì 21 maggio 2014 alle ore 19:00.

Con Alessio Boglino, Igor Boni (presidente dell'Associazione Radicale "Adelaide Aglietta" di Torino).

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Aborto, Acqua, Agricoltura, Agroalimentare, Ambiente, Amministrative, Amministrazione, Anagrafe Degli Eletti, Bonino, Cannabis, Carcere, Chiamparino, Clima, Controlli, Cota, Dirigenti, Diritti Civili,
Discariche, Disoccupazione, Ecologia, Economia, Elezioni, Energia, Enti Locali, Giustizia, Incenerimento, Inquinamento, Ivrea, Lavoro, Letta, Obiezione Di Coscienza, Occupazione, Partito Democratico, Piemonte, Politica, Precari, Pubblico Impiego, Radicali Italiani, Radio Radicale, Regioni, Rifiuti, Scienza, Sindaci, Territorio, Testamento Biologico, Tortora, Turismo, Viale.

Questa conferenza stampa ha una durata di 51 minuti.

leggi tutto

riduci

19:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Grazie i a questo incontro alla libreria conservativo aerea conico Alboni candidato radicale cioè nelle liste del Partito Democratico
Bene mi improvviso intervistatore in modo che
Ridicola
Che mi ha chiamato mese e mezzo fa duecentonovanta che c'è questa cosa qui indicando prese quella vera ma l'ha detto ben volentieri ho pensato subito però
Organizza un incontro di Weah in modo che
La gente possa possa cosa conoscete visto che c'è di Torino
Quindi iniziamo da Kyei ovvero cosa fa nella vita Apacla politica questo profeta Johansson
Va bene go tanto a quarantasei anni compiuti da poco
Si occupa di tematiche ambientali per lavoro da vent'anni lavora lì la non so se chi chi vuoi lo conosce
Conosce un istituto
Della Regione Piemonte che si occupa di ambiente in particolare mi occupo di tutela del suolo dirigono unità operativa
Che si occupa appunto di tutela del suolo di patologia ambientale non un po'altisonante per ragionare su tutto quello che riguarda le cose argomenti vanno dai cambiamenti climatici alle patologie che colpiscono le colture o le foreste
Ci occupiamo della lotta alle zanzare in Piemonte compreso nascita di un'area
E questa è la parte lavorativa che
Poi di fatto mette insieme la passione
Anche scientifica sugli aspetti legati all'ambiente con poi anche il il collegamento con la parte politica perché poi come magari poi diciamo qualcosa dopo
Molto spesso mi sono occupato di politiche ambientali di riforme proposte di riforme sulla protezione del suolo sulla tutela delle acque sulla conservazione delle risorse naturali
E sia Regione Piemonte sia a livello nazionale con qualche progetto di legge che abbiamo presentato in Parlamento con poca fortuna per la verità per dirla tutta
Ho due figli uno adolescente una invece ancora piccolina da otto anni e nel mio tempo libero mi occupo di politica da molto molto tempo come adesso è tornato a ventotto anni per essere preciso ma da quando diciott'anni
Che
Ascoltando Radio Radicale allora era il tempo di Enzo Tortora delle battaglie sulla giustizia giusta su
Sulla giustizia giusta battaglie che potremmo trasportare tranquillamente ad oggi senza modificare
Molte cose ascoltando Radio Radicale mi sono appassionato di temi dei diritti civili la giustizia e sono andato nella sede radicale di Torino incontrando tra l'altro Giulio Manfredi che ancora un compagno di strada ancora oggi
In questo momento è a Torino a darci supporto una campagna elettorale e ho iniziato
In questi del totale fare politica per strada
C'è stato ogni tanto dirigente anche nazionale dei radicali ma non non ho mai avuto non ho mai ricoperto un carico un incarico elettivo da nessuna parte oggi siamo siamo arrivati a questo punto anche questa candidatura
Nelle liste del Partito Democratico controllato milioni che forse vi è un po'
Diciamo richiamata dalla presenza di Emma Bonino dal Governo retta ottimamente e di singoli alterato compagno che al momento in Comune a Torino sempre eletto nelle liste del
Del PD
Ecco
Ettore apporto con il Partito Democratico come chi pone nei confronti di questa lista come è stato accolto
Ecco reputo carta bianca su quello che
Invocare per fare
Con i suoi poi di tempo insomma che si voglia arriviamo ma
Sul Pd dunque l'avevo avuto con un pezzo di Partito Democratico
Direi un piccolo pezzo del Partito Democratico rapporti di collaborazione da dieci anni in particolare collare fa riferimento a Morando l'area liberale
Del PD col quale in un rapporto anche dialettico non di uniformità di vedute su tutto però siamo riusciti a fare iniziative insieme
A lungo tenendo anche alcuni risultati a Torino oggi abbiamo per dire all'anagrafe degli eletti dei nominati che potrebbe anche essere un'iniziativa da fare
Qui ad Ivrea cioè un provvedimento che consenta a tutti i cittadini di Torino con qualche
Sul sito del Comune di sapere tutto di loro eletti cosa fanno che documenti presentano come votano se sono presenti o meno in Consiglio comunale perché anche questo
Accade di essere eletti poi non andarci
Quanti gruppi cambiano con le associazioni sono iscritte quanto guadagnano insomma un'anagrafe di quelli che abbiamo scelto come nostri rappresentanti l'abbiamo fatto
Con le delibere di iniziativa popolare costringendo il Consiglio comunale a
Votare questi documenti e poi ad approvarli oggi una realtà ed è una realtà anche per la Regione Piemonte sto da solo abbiamo aperto la possibilità per i cittadini torinesi depositare il proprio testamento biologico in
In città
Iniziative sempre fatte diciamo con quella che oggi viene chiamato democrazia diretta che parole applichiamo ormai da tanti anni con qualche successo ogni tanto qua anche tanti suggerisco ogni tanto con qualche successo
Arrivati a queste elezioni in una colloquio con Sergio Chiamparino Chiamparino ha da una parte dimostrato la volontà di avere i radicali all'interno della se la partita che si andava per giocarsi stavamo giocando per le elezioni dall'altra parte ci ha chiesto di non fare una lista perché voleva avere una compagine di alleati con poche vista in effetti oggi
Non sono poi così poche però sono meno di altre situazione provvede a Castelletto avere regionali non è più un lenzuolo gigantesco di di simboli questo c'è un aspetto positivo
A questo punto abbiamo avuto la possibilità e lo l'offerta sia di Sergio Chiamparino nella lista Monviso che oggi è una delle liste che sostengono la sua candidatura sia della lista del PD
Grazie alla a Davide Galileo che ci ha offerto un posto in lista di avere un rappresentante dei radicali
La nostra unica richiesta è stata quella di poi non diluire soci dentro il Pd ma di rendere esplicita la nostra il nostro essere altro rispetto al prelievo pratico sia come storia se come modalità di azione politica
Su questo non hanno avuto nulla da dire
Quindi carta bianca e sostanzialmente o totale poi in realtà ce la siamo presa alla carta bianca nel senso che in questi trenta già in campagna elettorale abbiamo portato abbiamo tentato di portare all'attenzione del
Dell'elettorato i temi classici radicare dalla cannabis terapeutica all'aborto oggi facciamo un accesso civico
Per chiedere per ogni ospedale piemontese quale la percentuale di medici obiettori perché ci sono alcune situazioni in Piemonte dove ci sono magari il cento per cento di medici obiettori quindi una donna che si presentasse lì non può di fatto abortire quindi la legge
Centonovanta quattro replica disapplicata l'abbiamo fatto sulle questioni della giustizia gli eravamo al carcere delle Vallette atto a parlare con i parenti dei detenuti quindi ci siamo presi totalmente carta bianca credo che da una parte il PD
Abbia anche
Ceda anche dato questa possibilità immaginando che la candidatura non avrebbe portato ad un'elezione perché i radicali storicamente prendono poche preferenze
E e quindi non fanno paura da quel punto di vista stiamo cercando di fargli cambiare idea
Impegnandoci più possibile in questi trenta giorni ormai anzi
Sì tre giorni presi tre giorni portando voti alla sua lista quindi sono tutto sommato abbia solista cercando di riprendere
Un bel gruzzolo di preferenza questo
Ecco io
In questo mese in cui ho cercato per quanto ho potuto ecco di di comunicare la tua candidatura di presentarla
E conoscenti ed amici e quanti contavo ho riscontrato una forte disaffezione verso lo strumento delle lezioni verso la politica
Magari difficoltà volessi quasi riconoscere un qualsiasi rappresentante all'interno di un'istituzione diciamo questo porta da un lato a una sorta di volontà di astensionismo dall'altro ha portato cinque porterebbe secondo e con il mio piccolissimo sondaggio da molti voti
Verso il movimento dei Cinque Stelle di Beppe Grillo ecco volevo chiederti come come qual è il rapporto
Con il Movimento cinque Stelle Torino ecco cosa pensi anche soprattutto del della parte iniziale della domanda cioè di questa disaffezione
Se ma la disaffezione va beh io passato questi giorni tutti i giorni nei mercati per strada
Tra l'altro le persone si sorprendono che un candidato dia il volantino con la sua faccia qui c'è questo aspetto positivo non ho mai incontrato un altro candidato alle regionali questo penso sia un aspetto negativo perché comunque il venticinque giorni uno
Prima o poi lo si incontra
Questo
Dimostra che la politica non ha compreso bene il livello di disaffezione o di problema che si arriva davanti è evidente che la disaffezione c'è lo si vede anche la risposta delle persone si vede che c'è almeno parlo per esperienza soprattutto di Torino poi non so se siano generalizzabili che passano dalla mezza età in su
Rimangono comunque agganciate in gran parte larga maggioranza alla centrosinistra Partito Democratico
Storcono il naso ma alla fine ci sono dalla invece dai trent'anni in giù e evidente che c'è una rottura un cambio un cambio generazionale che invece vedere il Movimento cinque Stelle una un'alternativa credibile
Beh io credo che ci sia da una parte le responsabilità che abbiamo denunciato in sessant'anni di lotte radicali ed è sempre denunciate non è che non ci sono ci sono
La partitocrazia l'occupazione dei partiti se senza ragionare sul queste della corruzione che comunque esistente
Ed è evidente tutti i giorni sui giornali però io credo che sia appunto che quello è un è uno degli elementi ma è molto più grave la situazione perché
I partiti occupano tutto le classi dirigenti sono scelte in base all'appartenenza e non non certo in base alle competenze tutto questo esiste ed esiste anche nel Partito Democratico non è che
Per me oggi son cambiato il PD il PD è diverso
Ha fatto un gesto credo positivo di apertura però resta comunque sempre quella quel partito lì
Grillo non è che sia di per sé non è che nasca da solo e la conseguenza di un sistema politico che
Si è dimostrata inefficace inefficiente e corrotto corrotto non solo per i soldi corrotto proprio anche
Eticamente moralmente
E quindi è una conseguenza quello che dico io perché
Dobbiamo ascoltare però le parole di Beppe Grillo
Che sono spesso diverse dai militanti e anche dagli eletti del momento Cinquestelle perché a Torino ad esempio con Silvio viale Bertola
E anche Chiara appendino che segue eletti in Consiglio comunale non siamo riusciti a fare delle cose insieme
Pur nella difficoltà perché molto difficile riuscire a far così insieme perché loro preferiscono sempre stare
Da soli e a ragionare come se ci fossero loro e gli altri mentre invece io credo che in politica voi
Bisogna sempre uscire a fare dei passi insieme radicali ha sempre fatto questa roba hanno fatto percorsi pezzi di percorso insieme ad altri altri molto diversi tra loro peraltro con per esempio il consigliere comunale di Torino con il consumo di consigliere comunale di San Mauro che una cittadina vicino a Torino
Abbiamo fatto iniziative comuni però io dico Beppe Grillo dobbiamo ascoltare le sue parole abbia fatto gravi errori nel passato con Umberto Bossi
Dicendo sì lui parla dei fucili parla della secessione parla ma intanto è Bossi veramente
Io credo che dobbiamo ascoltare le parole dei leader politici in quanto tali cioè nel significato che rappresentano e le parole di Beppe Grillo
Quando dice io non sono democratico e rivendica di non essere democratico ve lo dice a milioni di italiani cioè dobbiamo ascoltarlo esattamente per quello che sono io credo che
Sostenere chi rivendica di non essere un democratico
è qualcosa di dico pericoloso semplicemente di cui sbagliato e quindi si rischia di cadere un po'dalla padella nella brace di vedere
Nel nella rivolta l'altra faccia della stessa medaglia che quella della partitocrazia l'alternativa io dico e quella di costruire
In modo certosino dei pezzi positivi ne cede approvati ci siamo anche riusciti un po'da soli un po'nascosti
Vorremmo continuare a farlo e in Consiglio regionale il radicale anche elettorali se il PD sapendo che continuerà a fare radicale credo che possa dare molto fastidio
Ok
Adesso forse nel momento momento senza e a parlare politiche sono abituati obiettivi
Nel caso di una
Auguriamoci elezione ecco quindi
Quali sono i principali quali sono gli i prossimi comunque a prescindere dall'elezione o no cioè magari approfondendo un po'ritenni che state trattando il punto in questi giorni comunque di campagna e quelli che vorresti portare avanti nei deve diciamo in Consiglio qualora venisse le elezioni
Ma io parto dalla trasparenza
Ho già detto prima dell'anagrafe degli eletti dei nominati che mette dietro un vetro i politici del Consiglio regionale della Giunta del Consiglio comunale dalla Giunta comunale
Però noi vorremmo fare un passo avanti e pronto già la notizia oggi domani mattina alle undici e mezza
Abbiamo
Costretto chiuso sapore giusto Davide Carriglio
A presentare di insieme a noi un progetto di legge che ha predisposto
Abbiamo predisposto insieme all'avvocato Antonello Polito che è un avvocato dell'associazione decadrà Italietta
Quindi siamo il merito ma essenzialmente a Luino abbiamo dato l'idea propoli concretamente se messo giù cui a scriverlo che si intitola Piemonte trasparente e che ha
Sostanzialmente tre obiettivi il primo è quello di mettere per legge
L'anagrafe pubblica dei candidati cioè cosa vuol dire o dire che oggi
Candidati come me dicono votate mi però per
Chi sono queste persone le conosciamo possiamo conoscere io vorrei che per legge
Ci fosse la l'obbligo per ciascuno dei candidati di mettere on line proprio curriculum le che cosa hanno fatto anche partiti sono stati scritti
Che risultati hanno tenuto quanto guadagna tutto quanto io l'ho messo sul mio sito i cordoni punto it io ho chiesto al PD Chiamparino di farlo loro mi ha risposto tutte e due
Sia se sia Chiamparino sia Carriglio va bene nella sostanza però non non è stato fatto né tanto meno è stato fatto dagli altri quello vorrei che fosse messo per legge l'abbiamo inserito come un pezzo di questo Piemonte trasparente il secondo pezzo più importante
E quello che fa
Passo oltre la trasparenza cioè quello che
Impone i partiti di uscire da un pezzo almeno importante delle nomine
Oggi cominciamo da quello dalla stella importante la sanità piemontese che occupa l'ottanta per cento del del bilancio della Regione Piemonte una cosa gigantesca giustamente anche gigantesca
In realtà in mano ad alcuni direttori delle ASL che guadagnano tanti soldi che hanno grandissime responsabilità e che possono guidare la barca in un modo o nell'altro come vengono scelti questi direttori
La storia della Regione Piemonte B della storia della Regione Piemonte ma vale per tutte le Regioni a norme che per noi è un problema piemontese
è che quando il centrodestra mette suoi amici gli amici gli amici degli amici e via dicendo e quando il centrosinistra manda a casa quelli che mette i suoi amici gli amici degli amici miei
Qual è la modalità di scelta bene allora
Il PD conta preso il trenta per cento be'quindi non abbiamo quattro direttori di area Pd
Però in questi quattro cosa facciamo un'area
Uno deve essere di area cattolica uno degli sinistra uno vagliamo Civati vogliamo Civati voce grossa e gliene diamo una Cell una sella i moderati quanto hanno fatto cinque per cento di Amarone moderati
L'aggiornamento della politica oggi questo
Che competenze hanno questi direttori
A volte magari ce le hanno
Però non è questa una modalità
Nel nostro progetto il progetto di legge si esternalizzano le nomine cosa vuol dire vuol dire che noi tutti qua dentro abbiamo l'ambizione di guidare l'ASL uno di Torino mandiamo il nostro curriculum il curriculum viene
Pubblicato sul sito tutti i cittadini possono vederlo già questo deterrente perché se io so di non avere nessuna competenza in materia di gestione
Difficilmente mando un coro insomma fa un po'più preoccupato che tutti vedano che ma non curriculum posso del quale evidentemente non posso per competenza una società terza seleziona chi alle competenze
Do il tre
Magari
E all'interno di quei tre la politica sceglie
Sceglie l'altro la base di criteri che possono anche essere politici però comunque scegliere solo chi tra chi alle competenze questa sarebbe se applicata una rivoluzione per il Piemonte vorrebbe dire fuori i partiti dalla sanità
Ed è qualcosa di fondamentale
Su tutte le altre partecipate regionali che sono tantissime decine decine
Dove la Regione nomina cinque seicento persone sono veri veri anzi es e sono elencati sul sito perché appunto grazie all'anagrafe denominati li vediamo
Cinque seicento persone che costano molti milioni di euro
Quanto producono sono utili tutti ma a cui saranno molto bravi altura alcuni
Addirittura magari prendono un gettone di presenza troppo basso rispetto all'impegno che mettono non non è una cosa appunto demagogico e populista proporrei
Che per esempio di tutte queste persone non avessimo notizia della nomina a babbo morto vorrei vedere chi si candida il curriculum di chi si candida e poter
Controllare la il processo di valutazione che la politica che la politica fa è anche questa e la parte inserita nel progetto di legge l'ultimo pezzo
E quello sull'applicazione del decreto trasparenza un po'nel silenzio di tutti
Della della conoscenza somma nessuno lo sa di preciso però esiste in Italia dall'estate due mila tredici un decreto trasparenza che impone a tutti gli enti pubblici tutti senza eccezioni di pubblicare sul loro sito tutto in particolare le gare
Le gare che vengono fatte le dico
Le ditte a quali sono assegnati gli incarichi le consulenze i dirigenti tutto quanto un elenco veramente molto dettagliato
Chi l'ha fatto in Piemonte pochi le ASL spesso non l'hanno fatto le partecipate non hanno fatto la stessa Giunta non l'ha fatto è
Bisogna inserire
Non solo l'applicazione della legge come obbligo ma se non l'ha perché che cosa succede per esempio ed è questo che prevediamo se con partecipata non pubblica entro
I termini previsti
Tutti questi dati il CDA e il Presidente vanno a casa e vedrete che ripubblicare immediatamente perché ovviamente se non c'è
La sanzione in qualche modo evidentemente non si applica questo per dire una cosa che domani presentiamo con Galileo
Galileo l'abbiamo portato a è stato d'accordo con questo il fatto che Segretario regionale lo faccia domani con noi e già io credo un aspetto positivo della presenza del radicale nella lista del PD
Mentre la parte lesa trasparenza che non è solo quello che è un ente e tornando agli aspetti che mi sono care anche dal punto di Savona attivo tutta la parte relativa all'ambiente al territorio e qua di ambiente il territorio avete tanto più di noi a Torino
Infatti lo dicevo anche quando attraversavamo la la Morena l'autostrada scava la Morena si entra in un paesaggio che sostanzialmente unico perché quel profilo della serva magari per voi abituale vederlo però
E qualcosa di assolutamente unico
E poco conosciuto anche ma adesso non è questione di puntare al paesaggio della Serra però gli aspetti territoriali del paesaggio del turismo che sta crescendo e che dovrà crescere ancora di più della valorizzazione dei territori delle energie rinnovabili
Delle filiere energetiche della ricerca in campo energetico dei prodotti tipici sono tante parole che si dicono spesso che però sono il futuro lavorativo di tanti perché il Piemonte
Le porvi esosa da molto tempo che l'industria qualche problema c'era però anche Torino oggi non si può pensare che la FIAT torni ad essere quella di venti trenta quaranta anni fa se resta qualcosa
Va bene speriamo che resti speriamo che un po'di industria resti anche qua un po'di manifattura rese anche qua tra il futuro sarà molto all'economia verde
E su questo credo che ci sia da smettere di parlare tanto e provare ad investire
Quei pochi soldi che ci sono per far crescere quel pezzo lì che ha dei potenziali anche da qualsiasi ricerca che vengono fuori importanti con l'ultima cosa poi non viene altre Marzano questo troppo lunga
Sul lavoro
Che il punto debole del Piemonte perché oggi in Piemonte
Qualsiasi dato dimostra che la Regione Piemonte ai più alti dati di perdita di lavoro di tutto il nord e centro Italia e che in particolare la Provincia di Torino
A questi dati ancora più gravi e che la cassa integrazione in deroga e la più alta di tutte le Province del Nord e Centro Italia quindi abbiamo una situazione di crisi della crisi
In questi quattro anni cosacco dalla Giunta quota fatto davvero pochissimo ha messo delle toppe qua e là l'Assessore poi chiesto che peraltro
Lo dico spesso è stato anche con tre milioni assessori che abbiamo avuto
In questa ultima Giunta però sempre con la logica di mettere un po'delle toppe
Due cose su questo si possono fare la regione più per la Regione mentre una grandi competenze sulla legislazione del lavoro di bisognerebbe lavorare per una stellare e nessuno la bacchetta magica come come è evidente però due cose la Regione può fare la prima sulla formazione che
è un aspetto assolutamente centrale penso che Alessio qualcosa ne sappia
La formazione riceve molto denaro in generale bisognerebbe valutare gli effetti di questa formazione ci sono alcune agenzie di formazione eccezionali altre meno buone valutare con dei parametri misurabili
E quanti soldi do e in base a quanti solido che effetti o e su questo abbiamo instaurato un tavolo di lavoro
Gratuito ma importante ieri c'erano Bettega rese dico Castagno che si occupano del tema
A vasto raggio che ci possa dare una mano e importante perché la formazione il momento di crisi e il materasso nel quale si cade per poi rimbalzare sperando di trovare
Un altro posto di lavoro persi o perdono il posto di lavoro
Devo spostare la mia formazione da quello che so fare a qualcos'altro ed è un'attività molto complessa come la funzione stessa
Un'altra cosa ed è l'ultima il contratto di ricollocamento
E una ipotesi inserita nell'ultima finanziaria
Che è possibile sperimentare a livello regionale che prevede che e i lavoratori che porta perde il lavoro tutti non solo chi viene licenziato da un contratto a tempo indeterminato ma anche chi a un Co.Co.Pro e non ha più incontrato
Ho chiamato partita IVA che non ce la fa più andare avanti
Può firmare questo contratto di ricollocamento che significa in buona sostanza essere affidato ad un'agenzia privata di ricollocamento che ti affianca un tutor che valuta quali sono le tue competenze qual è la tua
Occupabilità sentimentalmente che insieme ci dica così
E ti costruisce un percorso formativo per trovarsi un lavoro va be'qual è la della qual è la grande novità la gravità e che questa Agenzia viene pagata solo su tutto il lavoro
E questa questo questo materasso crea idee ed è la proposta del professor Ichino non è che ciò sedimentata noi che non è che settecento propose professor Ichino
Che si potrebbe sperimentare in Regione perché la Finanziaria prevede che possa essere sperimentata non si tratta di fare un salto nel buio del centro provare a vedere qualcosa di innovativo credo sia necessario perché le toppe evidentemente
Non servono più e la cassa in deroga dico per esperienza personale perché non fatti quindici mesi fino a trenta di marzo
E aiuta i lavoratori dipendenti congelando gli il posto di lavoro e lasciandoli lì
Però i lavoratori di fianco a me che un Co.Co.Pro o una partita IVA o appunto contratto a termine Bellù va a casa immediatamente senza ammortizzatori sociali
Senza neanche l'onore delle cronache perché poi il punto qua ci sono telegiornali che dedicano grandi servizi alle fabbriche che chiudono
Non ci sono però i telegiornali che dei dedicano grandi servizi alle decine di migliaia di persone che partite IVA o
Contratti a termine un passo il lavoro questo
è un apartheid come dice Ichino
Del lavoro che sarebbe da
Da ridurre senta sapendo che
Chi che arriva e dice risolve il problema di di direi di diffidare immediatamente forme un problema complicato
Butto lì a qualche semmai sarà pillola se si estrinseca Regione piemontese risorse idriche piazze dighe salvaguardia dei fiumi agricoltura acqua do la parola
Sì tema importantissimo che abbia un tentato di portare dentro l'Aula e così ci siamo anche riusciti da una quindicina d'anni dicendo una cosa semplice anche questa poco conosciuta noi
Chi ha dei figli sarà che quando uno si lava i denti arriva Hammer mia figlia fa così Trap lavandino il lavandino quello rubinetto arriva lei e mi chiude un rubinetto perché
Consumi acqua verissimo
Però pochi sanno che in Piemonte l'agricoltura utilizza otto miliardi di metri cubi complessivamente
Per usi civili se ne usa mezzo miliardo proporzione otto
Mezzo quindi è l'agricoltura e le industrie mezzo miliardo come di uso civile più o meno l'idroelettrico di fatto non consuma cioè l'acqua viene fermata e vie poi viene mandata giù
Il problema di cultura è un problema serissimo per il Piemonte perché non abbiamo un'agricoltura tradizionale che usa tantissimi quante attività qua perché l'abbiamo tantissima abbiamo una catena
Alpina che
Ad inverno grandissime riserve d'acqua dovute alla neve voi va bene se di acciaio qua Abalti o che porta giù in questa attività qualche allagano cento mila ettari di risaie col Canale Cavour
Però non siamo abituati a situazioni di carenza idrica ESA abituati a sprecare l'acqua
Bisognerebbe
Intanto per solidarietà con chi sta a valle perché spesso noi ci teniamo tutta l'acqua poi in Emilia Romagna non hanno dai ricavi
Ma soprattutto perché comunque un bene prezioso iniziare a ragionare su l'innovazione tecnologica che esiste in agricoltura e che ha fatto sì che la regione del sud o Israele che è un esempio luminoso su questo
Complessi si usino meno Susy meno acqua
Modificando magari anche l'utilizzo agrario modificando le colture fare magari cento mila ettari di riso e cento mila ettari di mais come adesso non è il massimo essendo culture molto idroesigenti come si dice in termine tecnico
Bisogna ridurre quantitativi d'acqua razionalizzare
E non avere il tabù di inserire in agricoltura il pagamento dell'acqua in base al quantitativo consumato perché oggi non è così oggi le colto il pagano in base agli ettari
Che hanno io un ettaro di mai spago x due ettari x per due tre tre x per tre più o meno semplifico
Non è proprio così però più o meno è così
Nelle regioni del sud dove manca l'acqua ci sono i misuratori che ti dicono quanta acqua consumi e l'acqua diventa un fattore produttivo come concime come il gasolio e e come le ore di lavoro che l'agricoltore
Tutto questo può essere fatto e porterebbe l'agricoltura piemontese più verso prodotti di qualità che rispetto agricoltura intensiva che fa sì che sia oggi uno va appunto sulla mitica sarà di me guarda sotto vede un mare di mais
Che una volta non era così era una
C'è un'articolazione del paesaggio agrario molto più variegata
E quindi anche su questo progettato da fare un'ultimissima cannabis terapeutica per tutti pessime qualcuno ma qualcuno quando ho presentato questa ultima
Avete presentato una proposta di
Finali ossia che l'altro insomma è un po'
Titubante seniores dovrebbe essere riorganizzata anche non fare per legge per quanto mi riguarda ecco insomma perché non vedo grossi benefici dalla situazione attuale però potrei sbagliarmi però sugli stage dichiaro ecco questo poco discusso solo della cannabis terapeutica sì cosa prevede questo proposto si dunque a Torino Consiglio viale che è stato citato prima se non riuscite a far passare un ordine del giorno che
Dal punto di vista politico a maggioranza richiede la legalizzazione della cannabis terapeutica di centrosinistra spesso a questo difetto cioè quando si tratta di grandi principi si vota si dice sì sì votiamo a favore
Però per gli americani dicono benissimo e saluto avete votato a favore adesso facciamo
Quindi abbiamo raccolto le firme in pochissimo tempo peraltro su una petizione comunale seguendo le regole dello Statuto della Città di Torino non so Ivrea quali siano le regole non le conosco però probabilmente
La petizione comunale esiste anche ad Ivrea
Che chiede al Comune di Torino in base al voto sull'ordine del giorno suddetto di
Fare un progetto
Decidere dove farlo cioè dove coltivarla cannabis terapeutica e programmare la coltivazione e la commercializzazione ad uso medico
A cadenza periodica
Non sono un medico però insomma da quello che si legge a funzioni molto importanti almeno per un settore di malati malati peraltro gravità funzione un antidolorifico nella in sostanza
E oggi e già utilizzati cannabinoidi esistono si comprano e si comprano a caro prezzo importati dall'estero noi diciamo Torino visto che anche delle aziende agricole dentro
Il proprio territorio di proprietà del Comune lo faccia
La cosa
Interessante secondo me è la risposta dei cittadini perché io che come se avesse facciamo iniziative sulle droghe da molto tempo
Ho
Ricordo che vent'anni fa portare in strada una petizione sulla anche sulla legalizzazione la cannabis terapeutica che un po'molto così all'acqua di rose vogliamo
Crea molta diffidenza oggi ne abbiamo le code tavoli per firmare quindi e girato qualcosa non anche il passaggio culturale è importante
E questo l'abbiamo fatto vediamo presentate ieri l'altro su questo il PD per diverse preoccupato
Giornata telefonata segretario provinciale Morri non solo provinciale quindi anche fa parte anche difende il territorio vostro che ha preoccupato di questa iniziativa perché è un'iniziativa che potrebbe creare dibattito è
Il ma non canna restano aperti non è che stiamo parlando
Di chissà cosa perché invece concordo con Alessio
Di passaggio vero sarebbe quello della legalizzazione della cannabis perché di fatto una sostanza utilizzata da milioni di consumatori in Italia che oggi
Rifornisce di denaro la criminalità organizzata perché e quello che succede e spesso rende criminali nel senso che manda in galera subito ai consumatori che magari ne Annona quanti da un po'maggiore
Vedrebbe certamente un miglioramento in una politica di legalizzazione che vuol dire
Acché la vendiamo a tutti gli angoli la strada questo già accade adesso che dopo il BIT vuol dire controllarne il commercio contro l'alta qualità controlla la vendita però ovviamente questo non possiamo farlo né in Regione Piemonte
Né tanto meno il Comune di Torino però resta l'iniziativa nazionale nazionale perfetto io vorrei spazio magari dirà qualche domanda curiosità
De presenti
Se ci sono andata
Sono domande CIPE sessantuno
Composta rischiosa se se si avverte una rilevanza ancora
Percorrendo perché abbiamo la abbiamo sulla registratori notare
Per quanto riguarda il discorso interessantissimo del consumo idrico nei campi considerando che qui chiusi in Piemonte sono che
I campi vengono divisi dal celle sempre più piccoli farsele eredità
Diventa difficile poter pensare a una politica di
Rivisitazione del territorio con la largo la realizzazione di impianti per esempio la boccia che permettono di risparmiare milioni di tonnellate d'acqua
E però che hanno dei costi infrastruttura importanti
Come possiamo misurare accoglie far collimare le due cose
Grazie
Domanda impertinente molto pertinente perché è vero che a monte ma in Italia in generale ha proprietà mediamente molto piccole
E anzi se parlassimo di proprietà forestali c'è se saliamo sui versanti boh scatti
La cosa diventa ancora più incredibile ci sono un quarto di ettaro mezzo retroporto dietro un ettaro e mezzo comproprietari spesso introvabili il sentore ben un altro la parte che non c'entra con le negazione ma è altrettanto problematica
è evidente che quel problema esiste ci sono però alcune zone del Piemonte
Non tanto Lepore chiese ma quanto il presente il cuneese vercellese novarese dove le aziende hanno la tendenza a diventare sempre più grandi perché c'è
Una tendenza espansioni sta dei più grandi
Almeno su quelle aziende lì la cosa è semplice l'investimento si può fare e oneri Alessandrino anche le tecnologie esisto c'è un'azienda bellissima se vi capita andare è un posto veramente bellissima se Savio
L'Abbazia di Santa Giustina si chiama l'azienda molto grande l'agricoltore che è veramente un imprenditore proprio
Siamo al massimo livello di agricoltura lui il riga il mais a goccia
Io ricordo quando c'erano Bruno Mellano Carmelo Palma in Consiglio regionale e noi leggendo cosa accadeva in altri posti dicevamo si può negare il ma essa goccia venivamo presi a male parole da da il le associazioni degli agricoltori Coldiretti un'aliquota dicendo
Consente forse te fuori di testa luglio solo in regalo cioè giurista invero Tononi ironica goccia e fatelo spiegazione cioè
Diluisce nell'acqua il concime
Li fa qualcosa di ultra specifico in un'area dove c'è poca acqua e lo fa in una in un'azienda realmente che ha dato adito ad oggi accade il denaro da spendere abbiamo parlato teoriche ho visto questi impianti
Funzionari
Dico che dovrebbe essere se esattamente adesso le stalle non è una zona desertica però il posto dove più o meno in Piemonte
Nelle aree
Dove le le aziende sono piccole bisognerebbe favorire la consideri il consorzio celle riuscirà a mettere insieme le ricolto molto difficile molto difficile
Però
L'agricoltura funziona molto con l'esempio se io vedo il mio vicino che inizi a farlo e inizia a produrre bene e a spendere meno
E allora inizia a farlo anche io e e qualcosa che però la Regione potrebbe spingere perché spesso si danno degli incentivi un po'a pioggia così senza tanto criterio se quegli incentivi fossero finalizzati al miglioramento delle
Delle tecniche irrigue cioè faremo dei passi avanti enormi lei abbiamo proposto
Quando nel cuneese davano incentivi per mettere le reti antigrandine sul sulla frutta
E
Di inserire ti do l'incentivo permette la rete antigrandine a condizione che tuttora sfornito sistemi delegazioni navigazione a goccia e ovviamente immediatamente non non ce l'hanno fatto passare ma invece è una cosa positiva c'è ci dà un incentivo
Per fargli fare un passo in avanti che migliora la gestione per tutti quanti perché mettere in relazione a goccia tu hai un effetto positivo anche per le erbe infestanti no perché si rigo la pianta lì in mezzo affidare non si riempie di erba perché se non piove quelle non vada avanti
Eppure non è passato c'è un
Un percorso lungo da fare ma
Il Piemonte che sull'agricoltura deve investire lo deve fare per forza modulato deve fare
Prego grazie a tre
Qualche altra domanda sul palco
Cattivo fatta a febbraio dello smog ultima poi con atteso materialmente cenno sto attuando ricordo che ventuno quindi poi
Che ho sentito parlare di economia verde
Sei un ambientalista che ho sempre considerato pensato per questo aspetto
Turismo di filiera allora tutto questo va accompagnato e vorrei
Chiederti il tuo pensiero su questo da una tutela del territorio
Sul discorso anche dei rifiuti degli inceneritori
E di quant'altro perché altrimenti rischiamo da un lato
Spinge per l'economia verde ma di non avere più verde un po'alla volta senza Teresa non siamo catastrofisti però
Polemiche abbiamo su alcune discariche canadese la conduttori serale di impianti che lasciano qualche dubbio ecco sulla vera utilità
Preoccupano molto i cittadini ecco quindi volevo che vi su questo occorre attuare la tua opinione
Sì ma sui rifiuti è uno degli argomenti e in Italia suscita sempre levate di scudi a urlare da una parte dall'altra in realtà l'Italia secondo me dovrebbe fare semplicemente quello che succede in tutta Europa
Ovvero il tutto ridurre imballaggi questa impellenza di ridurre i rifiuti alla fonte e questo si può far tantissimo provate a pensare con entrano supermercato quanti inutili i rifiuti cc rimangono tra le mani questa è la prima cosa
Che
Dovrebbe esser fatte che poiché deve essere fatta
Quando arriviamo però a e ovviamente aumentare al massimo la possibilità di riciclare i rifiuti la raccolta differenziata che peraltro è esplosa e nella nostra regione perché se guardiamo pensiamo quando e se io penso quando vent'anni
Non sapevamo neanche che cosa fosse raccolta differenziata suona al novantanove per cento delle nostre famiglie
Era lì qualcosa dove mitologico oggi è una realtà
Per tantissimi di noi egli i i numeri dimostrano che si sia
Anche ci siamo evoluti per fortuna
Alla fine però si rifiuti che restano da qualche parte dobbiamo metterli le discariche che spesso sono considerate
In linea generale il migliore degli inceneritori solo delle bombe ad orologeria perché ci hanno raccontato
Che vengono messi alla base dei materiali eterni impermeabili eterni di materiali eterni non esistono ma esistono possono essere molto buone
Passano dieci venti trenta quarant'anni un certo punto si aprono e lasciano andare in falda i liquami che scendono giù dalle discariche
Ci sono esempi pazzeschi nel Canavese uno che conosco bene quello di Alice Castello
De che non è propria canadese però Alice Castello che a raccogliere i rifiuti di Vercelli
Alice Castello praticamente su depositi antichi della Dora Baltea di ariosi stato fatto uno scavo di non so quando venti trenta quaranta metri di profondità asportato tutto riempito di rifiuti richiuso
Impermeabilizzate tutto quindi Cutty oggi che sono a monte di Vercelli
Inquinano le falde costantemente e le falde scendono verso la città di Vercelli falde profonde anche dove peschiamo l'acqua
Terrà approvvigionamento idropotabile quindi discariche solo bombe a orologeria
Gli inceneritori sono innocui no inceneritori non sono innocui ma il problema da da guardare e che
L'accusa di rifiuti non esiste niente di no qua si può dire
Come presente momento Grilli lo dice dovevo rimarrà Rifiuti zero si va bene dobbiate riflettere dobbiamo arrivare a rifiuti zero non esiste un posto al mondo uno Stato al mondo che si arrivato oggi Rifiuti zero
Noi che siamo arretrati di venti trent'anni difficilmente domani siamo Rifiuti zero tendiamo
A ridurre rifiuto oggi dobbiamo gestirli
Gli inceneritori grandi
Controllati come quello di Torino che peraltro spesso problemi si bloccare parte mai ma succede questo Polo perché ha un sistema di controllo molto efficace ad un effetto
Praticamente nullo rispetto alle polveri sottili e via dicendo cioè l'esempio che fa viale sempreché molto efficace MPA ce lo ripeto
Se in questa stanza ci fosse una persona che fuma una sigaretta avremmo in questa stanza un livello di polveri sottili dieci venti trenta volte superiore a quello che c'è
Di fianco un inceneritore
Ben tenuto diverso il discorso di
Piccoli piccole strutture
Che inizialmente vengono immaginate magari per bruciare biomasse e che posso al loro interno poi vedere perché sanitaria entrare altre cose che servono poi a rimpinguare il materiale che entrerà produrre energia
Beh lì se invece di biomasse di buttiamo non so rifiuti plastica dicendo produciamo energia finché si vuole Toro di effetti sull'ambiente sono di tutt'altra natura e i controlli magari non sono altrettanto importanti
Quindi la risposta non esiti non essi no e dipende conche tecnologie con che controlli dicendo sapendo che
La cosa peggiore certamente sono le discariche perché prima discariche dico non di inerti a discariche di inerti vanno benissimo non è un problema di scarico di rifiuti di altra natura sono molto pericolosa Torino c'è una discarica che chi conosce Torino arriva in autostrada e una collina
Ma dimensioni enormi enorme una cosa pazzesca che
E sta su le falde della Stura
Di Lanzo prima o poi quella roba lì produce degli quali che scendono sotto non ed è solo questione di tempo e da un quanti non saprei dire metri cubi perché una cosa
Veramente sconvolgente quindi anche la risposta non è sino
Bisogna fare così cioè l'Europa
Utilizzare tutte le tecniche per completare il ciclo dei rifiuti
Ovviamente partendo dall'inizio che è quello di ridurre al minimo perché meno ce ne e meno
Meno le facciate con l'obiettivo Rifiuti zero nel frattempo gestire la situazione nella quale nel migliore dei modi
Con attenzione un po'di tempo prima Rifiuti Zero ce l'abbiamo poi proprio zero non ci credo che arriveremo a zero zero tocca ridursi può fare tantissimo
Assentare in qualsiasi posto per capire che
Abbiamo ampi fasce vanti spazi di miglioramento
Posso
Che ne so sono d'accordo che Rifiuti zero ossia impossibile in prospettiva futura però altro strategie Rifiuti zero dopo addosso
Prevede già che non si arriverà mai a rifiuti zero ma invece evidenza c'è San Francisco che credo che sia il novanta per cento di diciamo che ci vedono itineranti tutto quanto
Ma sono d'accordo che non ci sia una titolo di merito la un merito maggiore tra le discariche inceneritori capiscano e che non siano innocue
Ma dire che non c'è il dottor come Gerbido come quello di Brescia generi fumo partiture nanopolveri una sigaretta
Mi sembra un po'sigarette questa sembra un pochino opinabile ho visto tanto per parlarci chiaro essendo il professor Montanari sporchi da morire
Tutte le indagini che sono state fatte su campioni di migliaia di persone
E non mi risulta che a Brescia siamo in questa situazione credo che tra nano polveri furani diossina linee una quarta cosa che non mi ricordo sia un pochino peggio
Poi ce n'è lettore del Gerbido sarà anche monitorato però ci sono fughe continue
E a quanto mi risulta valori come dire abbondantemente sottostimate
Quindi sull'affermazione che l'inceneritore sia linea di principio migliore di una discarica personalmente sarà il piano
Te lo do l'ho detto che sono in linea di principio
Stipendi venga tecnologie dico che il Secolo d'Italia Gerbido ad antiche abbassati non lo so inizio guarda i dati delle polveri sottili
L'esempio fatto sigarette in una stanza chiusa ma basta prendere un misuratore di PM dieci accedono sigarette farlo il livello sale in modo incredibile un altro esempio e si vede a Torino
E il giorno di Capodanno quando ci sono di fuochi d'artificio il PM dieci arriva a livelli ma enormi
Dell'inceneritore di Torino e PM dieci sono sotto controllo poi se i dati non sono veri noi non che altro che inutile medie città con il prossimo filtrato non andrebbero riformulati nel senso che le sto fuori e non sotto PM due e cinque
Entrando ritenute io ma il sangue edili non ci sono filtri non c'è niente che tenga poi ripeto e fonti vicine sono tranquillamente verificabili non c'era solo sociologico stesse cose mai fatti ripeto secondo me non c'è il rischio zero
Assolutamente in ogni attività umana non c'è rischio zero però dico che
In qualsiasi impianto in quasi piante industriale normale
Un esempio lo faccio perché se siamo o parti a lungo
Lassa caldi Carisio
Sta all'all'uscita dello stato di Carisio che passa di lì sento l'odore acre vede di fianco questa fabbrica
Produce diossina e in quantità enorme tanta così tanto da dover
In teoria se essi si rispetta se la legge buttare
Le carni le uova che vengono prodotte lì di fianco a livelli molto alti di distinti di sostanze nelle acque certo eppure continua ad andare
Il controllo che c'è sua SACAL o su qualsiasi o su cose su molti altri tangenziale e molto più basso di quello che c'è al Gerbido di Torino
I genitori ma certamente se non ci fosse
Dal punto di vista ambientale sarebbe meglio ecco il problema è capire come gestiamo rifiuti quindi nel dover gestire rifiuti
Io credo che in quel genio di Torino vada bene qui dove si direbbe io non lo chiuderei lo manterrei perché non saprei pro più dove metterli tutti a meno di venderli ad altri spostarli farli andare in giro
Il ciclo purtroppo provvede alla fine anche la
La rigenerazione energetica però ora poi dopo punto se si arriva a livelli del novanta per cento bella questo inceneritore diventa
Martina lei però non è più generale in provincia di Avellino
Gennaio
Settanta mila tonnellate di rifiuti
Io Gerbido concessorio sotto incaricato il settanta mila privati dei rifiuti e che poi sono per finire un consorzio di Chivasso di cui
Ma non c'è una vera eccedenza di rifiuti da bruciare in provincia di Torino in compenso con Gerbido ci siamo ipotecati il futuro per ben trent'anni cioè due anni che in pista
Se lo si chiude prima diversi sì pateticamente per assurdo da differenze otto raggiungesse il novanta per cento in provincia di Torino o chi ha fatto leggere dovremo importare rifiuti cioè rifare il problema dell'inceneritore e che ci si ipoteca il futuro per una ventina d'anni che
Ciclo di vita all'inceneritore
La discarica fosse un po'più permeabile
Poi può essere più piccola può essere
Vero dovessi dire io la discarica è peggio perché se tutte le potenti per alcune centinaia d'anni perché lì stanno e continuano come Alice Castello per anni torto ma il dibattito è e aperto
Però la soluzione non è bianca o nera ecco sedere è un dibattito interessante avevo avvisato dico che in questa zona si è esteso e molto possiamo Sergio perché sta lì
Chiarimenti su quale potrebbe essere il il futuro della gestione dei rifiuti
E come dici tu mi permetto di dire forse non c'è né un sinonimo da una parte o dall'altra
E purtroppo l'ideale sarebbe eliminare i rifiuti con la bacchetta magica cosa che al momento non è
Fattibile con l'impegno di tutti forse ridurre
Fino al novanta per cento
Col passare degli anni
Il minimo problema di scegliere fra
Inceneritori ciottolato subite rimette sorvegliare non so perché non si è venuto in mente il sedici giugno a Torino al Circolo dei lettori facciamo un appuntamento le profondimento proprio sui rifiuti sulla differenziazione
Detto ancora possibile a Torino e gli effetti dell'incenerimento
Portando Tassone che hanno alcune competenze poi ovviamente come sempre un po'dice migliori esperte ce ne sono tanti altri però
E il sedici giugno alle diciotto al Circolo dei lettori faremo questa iniziativa
E e qua c'è la commistione tra il mio lavoro la politica l'azienda dove lavoro ha fatto un video che adesso riconvertito forse differenziare SIC differenziarsi si può se non mi ricordo più di preciso
Comunque dimostra da cui dai cumuli di indifferenziato della Città di Torino che ci sono
Che possono essere raccolte in discarica
Differenziando il cumulo di indifferenziato quindi dando vedere nel nostro indifferenziato cosa ancora si potrebbe differenziare se fosse fatta bene come quel cumulo si trasforma in un piccolissimo cumulo quindi per dire che il potenziale di differenziazione e ancora molto grande
Sedici giugno
Allora io ringrazio il ministro se venuto questo incontro
Vi ricordo anzi coda di tutto il tuoi perché chi non è potuto venire volesse avere maggiori informazioni se ai singoli Paesi curarsi dare
Sì ovviamente noi abbiamo utilizzato tutti i sistemi possibili immaginabili dal volantino al mercato fino a Facebook e Twitter per far sapere
Di questa opportunità a Bel Sito detto prima Ricorboli punto it su Facebook
I codici Boniperti ma secondo me i licei cioè esso farà
Coloro che ho detto che lo dico adesso e su Twitter di nuovo i cori dici Boni abbiamo messo su tutto tutto quello che abbiamo fatto in questo mese che praticamente
Patrimonio iniziative che stiamo facendo frodare molti molti anni
E che continueremo a fare
Comunque vada il venticinque di maggio quello che avete fatto in questo mese quello che vorresti fare nei prossimi anni
L'anagrafe lotto anagrafe la mia nave sul sito assume vulcanico albori punto it così scoprire i prossimi appuntamenti da qui alla chiusura bensì ormai la Campania ormai siamo siamo alla fine va bene un po'per fortuna un po'purtroppo perché
Lo posso dire è stato un mese bello un bel mese perché stanno i mercati e parlare confrontarsi magari anche sentire qualcuno incazzato
E
E bello e siamo riusciti a fare una squadra di volontari che che lavora per questo obiettivo
In tal modo anche divertente insomma è un mese che ricordano nostalgica credo qualsiasi sia risultato più poveri chiudere con la mia stupidaggine ma nel senso
Il Global Fund volontario della politica da ben ventotto anni e per quello che ha fatto per come lo fa
Penso che si metti uno stipendio da consigliere regionale
Franzoso assolutamente ecco di entrare un po'insomma deve fare agli arresti ventotto accentrata proposta equiparare lo stipendio e Consigli regionali a quelle sindaco di Torino perché oggi conservazione Colaninno molto più del sindaco di Torino
E immaginate esso
Anche sindaco di un'area alle sue responsabilità l'altro giorno ero al mercato con l'ex Sindaco green quella che mi mi portava in giro e ovviamente lo conoscono tutti e lo criticano anche ancora quelli che l'incontro altri li fanno i complimenti
Però immaginate Fassino che gira per la città di Torino cioè
E una vita complicata
Che un consigliere regionale che è una vita molto meno complicata guadagni
Molto più di Fassino e un controsenso quindi la proposta che potrebbe essere quello di equiparare
Lo stipendio dei Consigli regionali a quelli del sì a quello del Sindaco capoluogo di regione vale per ciascuna regione non è questa la giovane daremo l'ultimo anello dimenticando che questa sarebbe
Grazie grazie a voi se