25MAG2014
intervista

Perché alle elezioni europee 2014 non ci sono né liste, né candidati radicali. Intervista a Rita Bernardini.

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli RADIO - 10:50. Durata: 19 min 10 sec

Player
La segretaria di Radicali Italiani spiega perché i radicali hanno deciso di non accettare elezioni che ritengono illegali e che considerano, come ha detto Marco Pannella, una truffa contro la Costituzione e la democrazia.

"Perché alle elezioni europee 2014 non ci sono né liste, né candidati radicali. Intervista a Rita Bernardini." realizzata da Roberto Spagnoli con Rita Bernardini (segretaria di Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata domenica 25 maggio 2014 alle ore 10:50.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Carcere, Centro D'ascolto, Corte Europea
Dei Diritti Dell'uomo, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Elezioni, Esteri, Europee 2014, Giustizia, Informazione, Italia, Legge Elettorale, Mass Media, Ministeri, Nonviolenza, Orlando, Parlamento Europeo, Partito Radicale Nonviolento, Radicali Italiani, Sansonetti, Ue, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 19 minuti.

leggi tutto

riduci

10:50

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

I radicali forza tradizionalmente federalista europeista che ha nella
Nel manifesto di Ventotene uno dei suoi diciamo così documenti fondanti potremmo quasi dire passano il termine a vita
In queste che la scadenza elettorale invece l'abbiamo già ripetuto in tanti giorni ma vale la pena di ricordare i radicali hanno deciso di non essere presenti o meglio come ha detto giustamente domenica scorsa Marco Pannella proprio nostri microfoni
Hanno deciso di non accettare quella che giudicano una truffa contro la Costituzione la democrazia sì
Potremmo dire che siamo diversamente partecipanti a quelle che consideriamo non elezioni perché
Le elezioni devono avere come caratteristica fondante quello di essere democratica
Ed è proprio questo che contestiamo non da oggi solo che si sono
Stratificati anni e anni decenni e possiamo dire di violazione di regole fondamentali
E voglio dire che la regola fondamentale che è stata violata è proprio quella del diritto dei cittadini di conoscere per deliberare
E quindi il diritto alla conoscenza che come sapete il tema
Che il Partito radicale non violento transnazionale tra spartito
Sta cercando di portare all'attenzione anche
Dell'ONU e comunque anche in Europa ricordiamo i convegni il convegno di Bruxelles
Di cui adesso ci sarà una seconda edizione
Che perché riteniamo appunto che la ragion di Stato la ragion di partito non si può
E imporre negando diritti fondamentali dei cittadini
Quella fotografia che noi facciamo della situazione italiana è che è in atto una vera e propria sovversione
Contro decisioni che pure ci sono state affermazioni che pure ci sono state anzi potremmo definirle indiscutibili
Di massimi organi magistrali e italiani ed europee
E che e hanno richiamato il nostro Paese all'obbligo di rientro nella legalità per far tornare il nostro Paese
Uno Stato in cui si affermi la democrazia lo so i diritti i diritti umani
E contro una violenza che pratiche è violenza a violenza anche fisica sempre più appunto antidemocratica
E quindi un
Un modo di essere partecipe perché
Ecco in tutti questi giorni di silenzio
Cioè non c'è stata una intervista
Fatta al antiradicali fatta Marco Pannella sul fatto che non erano presenti a queste elezioni per la prima volta
A elezioni europee dove c'è stato una presenza continuativa
Ultratrentennale dal non so se utente dal settantasei almeno
Grazie mese intraprenderle trentennale era quasi a quarant'anni siamo quasi a quarant'anni con tutto quello che assegni ficcato
In termini veramente di apporto positivo questa presenza sappiamo che alle precedenti elezioni europee
è stato proprio deciso con un accordo
Fatto un po'all'ultimo momento cosa che sarebbe vietata secondo
Le disposizioni di buona pratica democratica
Del della unione europea una legge elettorale che ha stabilito lo sbarramento al quattro per cento
Tenendo presente che appunto non è che con il voto delle europee si determina un Governo si sceglie un Governo quindi non c'è il problema della governabilità
E nonostante questo è stato messo lo sbarramento e sappiamo tutti che per esempio la Corte costituzionale della Germania ha dichiarato lo sbarramento che era stato previsto
E lo annullato c'è un ricorso adesso pendente che è stato trasmesso alla nostra Corte costituzionale dal tribunale se non vado errato di Venezia proprio su questa cosa qua che sta dicendo tutto certamente anche sulla scorta di quella di quella
Preciso alla Corte costituzionale tedesco e sto per dire e alle ultime elezioni europee dove ci siamo presentati nonostante eravamo perfettamente consapevoli non solo che
Una legge elettorale non si cambia all'ultimo momento ma proporre raccomandazioni di Venezia ci dicono che ci deve essere almeno un anno
Per raccontare la decadenza del Consiglio d'Europa esatto che perché la legge possa essere conosciuta e anche compresa capita
E invece in Italia si continua a modificarle proprio sempre all'ultimo S istante PR praticamente rispondere a quello che esige il sistema adesso vediamo che indicano tutti no
Però il sistema in realtà lì include tutti perché
Se noi ragioniamo su come
Abbiamo avuto l'Info chiamiamola l'informazione in questa campagna elettorale ma insomma
Il trenta per cento a Renzi trenta per cento il Grillo trenta per cento a Berlusconi la competizione
Poi ci sono gli altri che pure hanno avuto i loro spazi tranne eccezioni che però
Non mi sembra si siano
Ribellate soprattutto abbiano agito nei confronti di questa di questo mancato diritto dei
Cittadini di poter conoscere per deliberare e noi e il Centro d'ascolto
A documentato negli anni passati che proprio lì percentuali
Da te in un televisione perché ancora quello è il mezzo principe che fa fare le scelte elettorali della
Stragrande maggioranza delle popolo italiano che incide in modo decisivo queste percentuali si tramutano in percentuali elettorali è automatico potremmo quasi scrivere tranne appunto qualche punto percentuale in più o in meno ma dello stesso sistema potremmo anche scrivere i risultati prima
E e il il Centro d'ascolto questo lo ha dimostrato cioè a quello che è avvenuto nelle
Precedenti elezioni non è un caso
Che
Il Centro d'ascolto che abbiamo praticamente finanziato come radicali
Per trent'anni perché anche la durata questa di e questo vero e proprio gioiello è ormai prossimo alla chiusura ed è l'unico
Mezzo
Di rilevazione dei programmi radiotelevisivi non solo per quel che che riguarda la politica
è stretta e quindi i tempi dati alle alle formazioni politiche ma anche per quel che riguarda i temi trattati e l'unico
Mezzo di rilevazioni non lo fa nessun altro eppure è fondamentale cioè basta ragionare credo tre secondi
Che incrociata i tempi concessi alle forze politiche con gli ascolti
Quindi
è è una qualcosa proprio perfetta diciamo da questo punto di vista perché
Non vecchi non riconosca che un minuto dato all'una
Al telegiornale dell'una non è lo stesso un minuto dato all'una di notte o alle due o alle tre eppure questo accade
E quindi anche dal punto di vista scientifico con un metodo che è stato legittimato sottoscritto da
Professori universitari quindi riconosciuto
E non è un caso a quarantacinque giorni di vita il Centro d'ascolto per salvarlo o meno per chiuderlo cioè per chiudere questo strumento di rilevazione
Di che cosa poi fondamentalmente della possibilità di avere o meno una informazione democratica e quindi
Del con la possibilità non noi abbiamo documentato certamente
E anche l'ostracismo che c'è stato
In tutti questi anni nei nostri confronti
Ma è non non è riferito ai radicali mal diritto
Del popolo italiano dei cittadini che abitano questo territorio di poter essere informati per poter scegliere di poter conoscere insomma insomma questo spiega perché perché uno potrebbe dire
Dato che voi parlate di una situazioni questo tipo ultra decennale sto perché solo adesso decide di non dire di non in ordine al fatto che ci sono stati altri momenti esatta una voglio dire evidentemente dare se capisco bene c'è a questo punto siamo arrivati una situazione dove c'è un punto di caduta in cui non era più possibile qui che che ha portato a questa a questa
La che poi non è una decisione non amava è proprio una un altro modo lo dici tu prima di partecipare a queste Sergio perché fai possiamo ricordare quelli che abbiamo fatto nelle silenzio dei media
Poi anche le percentuali infinitesimali che sono stati dati nel corso di questi anni
Alla presenza radicale se le andiamo ad analizzare
Scopriamo che quegli sprazzi qui duchi d'informazione che poi fanno la percentuale che zero virgola
Sono stati ottenuti
E con le azioni non violente clamorose
Strane stravaganti così le definiscono di Marco Pannella ecco di qua
E cioè nel nell'ultima occasione e quella che poi ho già portato L'Unità
A scrivere e a ricordare
Come valore
Di una presenza quella
Di Napolitano il Papa Francesco e di Marco Pannella ma i giornalisti stavano lì io questo l'ho detto quando volevano intervistare mente
Per sapere le ragioni per cui Pannella
Dopo un'operazione piuttosto complicata
Stava facendo lo sciopero della sete no volevamo sapere quanto se moriva moriva questa era
La loro attenzione insomma e non perché lo faceva perché
Faceva quella iniziativa così difficile così dura noi
Abbiamo il nostro modo diverso di partecipare perché non abbiamo mai giocato allo sfascio
è un po'racchiuso in quello che in forma molto bella oggi scrive sul Corriere della Sera Claudio Marguerite se il passaporto della civiltà questo il titolo
Del suo editoriale
Di che cosa parla Claudio Magris e parla dei diritti fondamentali parla dei diritti dell'individuo
E e arriva a spiegare appunto che ci sono diritti che sono inviolabili riconosciuti unanimemente
A qualunque etnia formativi dei ideologia accedere si appartenga quelli sono diritti
Che stanno al di sopra di tutto bene e e arriva a sostenere il dovere della disobbedienza
Ricordando Toro di fronte ad uno Stato che arriva a violare queste norme e fondamentali di civiltà e pensate questo dovere
Alla disobbedienza e noi lo affermiamo nello Statuto per esempio del
Partito radicale di fronte al fatto che vengono nel caso in cui siano violati purtroppo accade costantemente le carte fondamentali a partire dalla Carta ONU sui diritti umani
Quindi delle abbiamo questo questo modo di essere presenti noi abbiamo
Per esempio per ricordare alcune cose parliamo di giurisdizione europea parliamo di giurisdizione italiana abbiamo presentato questo contro l'apporto
Rispetto a quello
Del Governo o italiano de del ministro Orlando
Sulla situazione delle carceri che noi consideriamo persistente di illegalità e sulla situazione della giustizia
Che e mette in Italia
Poi qui il calcolo non è mai stato fatto quanto costa in termini di PIL una giustizia
Che non funziona ma comunque e abbiamo presentato questo grazie a Deborah Cianfanelli i alla collaborazione che abbiamo avuto è un dossier firmato da me da Deborah
E da Laura sconti insomma credo sono cinquantasei pagine
In cui si ripercorre lo Stato diciamo della
Della detenzione in Italia che consideriamo e anche qui dalla diffida che abbiamo fatto a settecentottanta quattro istituzioni individuate
E nel mese di settembre dell'anno scorso siamo passati alla denuncia presso le procure della Repubblica pere
Giornata da Marco Pannella e da Giuseppe Rossodivita per verificare appunto e singolo detenuto per detenuto se siano stati o meno violati e diritti umani fondamentali quelli che hanno portato
E di un'azione che ha portato alla condanna con la sentenza Torregiani dell'articolo tre della Convenzione europea dei diritti dell'uomo che va sotto il titolo di tortura
Ci siamo accoglie il ventotto
Dovremmo e c'è questo nostro contro l'aborto c'è la diffida adesso anche sull'aspetto che ho
Ricordato cioè quello del diritto alla conoscenza anche su quello stiamo
Lavorando per qui anche con l'aiuto
Del professors Arcucci a ad un altro ricorso che presenteremo la Corte europea dei diritti dell'uomo che proprio riguarda questo
Cioè il diritto negato ma noi non stiamo solamente agli ultimi ditemi impegna
Stiamo proprio negli ultimi trent'anni di violazioni di questo diritto fondamentale per fortuna e concludo
Abbiamo
Abbiamo Piero Sansonetti questo lo voglio dire perché
So che voi riproporrete la sua intervista beh il
L'ultimo numero degli altri è difficile trovarlo a io ho faticato ne volevo comprare un altro non c'è più almeno nelle edicole che io
Consultato che sono soprattutto centrali
Beh è un numero da incorniciare perché la prima pagina dice grazie i radicali la seconda pagina nessun Marco Pannella e su quello che ha significato e che significa nel presente
Nel presente che
Descriviamo analizziamo
La figura nel presente della lotta Marco Pannella pagina due poi c'è una mia intervista in due su due
Pagine però ecco la la cosa importante
E che Sansonetti e gli altri redattori degli altri con un grande sforzo passano al quotidiano adesso il nome non me lo ricordo il garantista ma un qualcosa del genere
Che ed è uno sforzo veramente imprevedibile sappiamo che cosa vuol dire in questo modo fare un quotidiano quanto costa le e però ecco è una sfida importante perché
Di giustizia cioè del più grande problema sociale
Che deve affrontare il nostro Paese in questo momento quello della giustizia con tutti le sue con tutte le sue appendici non parla nessuno
E il fatto che Piero Sansonetti sia con gli altri e e adesso con questo esperimento dedichi
A questo un'ampia informazioni una volontà di sforzo per farcela fare arrivare nelle edicole
è questa informazione questa riflessione quotidiana credo che sia uno sforzo da incoraggiare lo voglio fare qui da Radio Radicale
Allora noi questa sera dalle ventuno e quindici circa la riproporremo l'intervista di Giovanna Reanda al Direttore degli altri però Sansonetti che naturalmente sul sito di Radio Radicale quindi chi non ha impossibile agisco da sarà questa sera se la può innovare sentita la posseduti ho fatto così perché non avevo colto la dirette e quindi non sono andata risentiva bene allora grazie grazie ai buoni grazie alla serietà di radicali Rita Bernardini con le abbiamo fatto il punto in questa giornata elettorale di elezioni europee della della diversa partecipazione dei
Radicali a questa aggiornata elettorale della denuncia dell'illegalità di queste elezioni della
Come l'ha definita Marco Pannella della truffa nei confronti della Costituzione e della democrazia