09 GIU 2014
rubriche

Prigionieri d'Europa. I rifugiati siriani in Bulgaria

RUBRICA | - Radio - 09:27 Durata: 14 min 59 sec
Scheda a cura di Guido Mesiti
Player
(di Emilia Uski Audino e Daniela Sala) Reportage dai campi di accoglienza di Harmanli, vicino al confine con la Turchia e di Voenna Rampa, nella periferia di Sofia, per raccontare quale accoglienza trovano i siriani in fuga dalla guerra in quella che è diventata la nuova e più economica via di accesso all'Unione europea.

I richiedenti asilo, che varcano il confine tra la Turchia e la Bulgaria, con la speranza di riuscire a raggiungere la Germania o la Svezia, si ritrovano presto prigionieri nello Stato più povero d'Europa, complice il regolamento di Dublino che stabilisce che lo Stato
membro responsabile di decidere sulle domande d'asilo di garantire l'accoglienza è il primo Stato di arrivo.

I siriani presenti oggi in Bulgaria sono 9mila, mentre il numero degli arrivi, dopo l'emergenza dello scorso anno, è calato drasticamente da gennaio, cioè da quando il governo ha annunciato la costruzione di un muro lungo il confine con la Turchia e, soprattutto, ha schierato 1500 poliziotti a difesa dei confini.

leggi tutto

riduci

  • Emma Bonino

    Nils Muižniek

    Commissario per i diritti umani presso il Consiglio d'Europa

    Boris Cheshirkov

    portavoce dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati in Bulgaria

    9:27 Durata: 14 min 59 sec