24LUG2014
stampa

La Rai ai cittadini

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 14:30. Durata: 56 min 20 sec

Player
Presentazione della proposta di riforma del servizio pubblico promossa da MoveOn Italia.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "La Rai ai cittadini" che si è tenuta a Roma giovedì 24 luglio 2014 alle 14:30.

Con Vincenzo Vita (rappresentante di Articolo 21, Partito Democratico), Arianna Voto (rappresentante di MoveOn Italia), Marco Quaranta (organizzatore del Movimento MoveOn Italia), Tana De Zulueta (presidente del Comitato italiano UNRWA dell'ONU), Sergio Bellucci (presidente Associazione Net Left), Giovanni Rossi (presidente della Federazione Nazionale della Stampa
Italiana), Alberto Airola (senatore, Movimento 5 Stelle (gruppo parlamentare)), Vinicio Peluffo (deputato, Partito Democratico).

La conferenza stampa è stata organizzata da MoveOn Italia.

Tra gli argomenti discussi: Anci, Antitrust, Associazioni, Berlusconi, Canone, Comunicazione, Conflitto D'interessi, Economia, Elezioni, Enti Locali, Europa, Evasione Fiscale, Frequenze, Governo, Grillo, Informazione, Investimenti, Istituzioni, Mediaset, Parlamento, Partiti, Politica, Pubblicita', Rai, Regioni, Renzi, Riforme, Servizi Pubblici, Sindacato, Sky Tv, Spettacolo, Tasse, Tecnologia, Tv, Upi, Vigilanza.

La registrazione video della conferenza stampa dura 56 minuti.

Oltre al formato video è disponibile anche la versione nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

14:30

Organizzatori

MoveOn Italia

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Aver accolto l'invito di nuovo anno Italia la RAI e cittadini oggi con questa conferenza stampa
Approdiamo in Parlamento il caso di dire qui alla Camera dei deputati con la proposta di riforma partecipata la RAI
Ai cittadini
è stato un lavoro lungo e complessa o partito quattro anni fa quando buona sulla spinta
Di Marco quaranta qui accanto a me il fondatore è nata e ha raccolto attorno a sé attraverso la Rete soprattutto singoli cittadini ma anche pezzi di comunicazione e associazioni e gruppi sociali e di impegno non solo nel campo della comunicazione perché l'interesse nei confronti della RAI del servizio pubblico
Deriva proprio dalla volontà a di rendere attraverso una forma di democrazia partecipata questo servizio pubblico sempre più
Disponibile ai cittadini nelle forme di comunicazione anche dal basso
è un servizio pubblico che rimetta al centro della sua missione gli stessi cittadini
E quindi la riforma è uno strumento sia per una maggiore indipendenza della RAI dalla lottizzazione dei parti di chi
Da tutto quello che abbiamo visto in questi anni di deteriore è avvenuto con il controllo del Parlamento e del Governo quindi dal da una parte per inserire all'interno del controllo e dell'indirizzo della RAI delle forme appunto di partecipazione sociale
E dall'altra appunto per anche ridisegnare la sua ammissione
E sempre attraverso l'utilizzo delle tecnologie e le nuove forme di Citizen giornalista di contributo che tutti i cittadini le associazioni possono dare
Alla comunicazione
Da questo processo che inizialmente erario diciamo animato su una piattaforma di cinque punti molto schematici si è arrivati a nome Andrea l'elaborazione attraverso un tavolo partecipato appunto dalle associazioni ma anche dai parlamentari
Che hanno reso disponibile la sala poli e oggi questa sala per le conferenze stampa per cui ringraziamo in particolare l'onorevole Peluffo che è stato qui
All'inizio per un saluto e che forse ci raggiungerà alla fine
Con grazie a tutti i loro vedo qui e il senatore Alberto Airola della Movimento cinque Stelle capogruppo in vigilanza
Quindi grazie ai parlamentari e delle istituzioni che si sono aperte ai cittadini siamo riusciti a portare questo lavoro che ovviamente non è
Ne definitivo né insomma l'ambizione di essere come dire i immodificabile è un testo aperto
Ovviamente è una sintesi sin necessaria che è stata fatta da un Comitato tecnico scientifico di cui ha fatto parte
Tana De Zulueta d'incenso vita Nicola D'Angelo che
Appunto in qualche modo poiché ha coordinato questi lavori Sergio Bellucci che è qui presente c'è stato anche
No abbiamo avuto otto ma questo comitato tecnico il professore tanti altri professor Mastroianni volevo ricordare il professor Mastroianni che ci ha lasciato una relazione tecnica che lasciamo qui
Agli atti
E anche l'avvocata Elisabetta Rubini quindi questi sono stati poi
Gli esperti che insieme ovviamente a tutti gli altri partecipanti al tavolo e qui con noi abbiamo il presidente della Federazione della stampa Giovanni Rossi
Perché ovviamente una riforma della RAI significa anche investire sempre di più il ruolo dell'informazione del servizio pubblico di uno Statuto di una missione speciale
Io ringrazio tutti per essere intervenuti lascio la parola a Marco quaranta per una breve introduzione proprio su che cos'è un buon perché questo nome né a cosa si è ispirato
Noi siamo separati quattro anni fa aveva visto che mi ha che mi può anche un sorgano americano metalliche preso spunto ha spinto la riforma sanitaria crescita approvarla
Noi speriamo già insomma siamo un buon punto nel senso che abbiamo preparato un testo e cerchiamo di coinvolgere un po'tutte le associazioni tutti i movimenti con l'euro che è possibile dei parlamentari
Crediamo in questa via vediamo questo momento politico anche storico
Molte difficoltà cerca trovare unità sulla un discorso progressista progressista non è un termine o di sinistra di destra mano qualcosa che va avanti
Sì però non hanno in cittadini interessa semplicemente che abbia abbia senso quello che sta facendo
Progressista vuol dire andare avanti
Quando si entra dentro appunto le parole poiché bisogna spiegarle bene per noi il concetto è la recita Dini
La partecipazione e come vi ho detto che era vigilanza RAI che ci si ecco equilibrio le riforme per lo equilibrio riforme come ha detto ieri anche con Airola
Insomma niente un movimento che
Dicevo o o noi o nessun altro e noi vogliamo bene a cinque stelle come vogliamo bene tutti i parlamentari ma vorremmo riuscire a fare delle cose condivise con tutti con tutti quelli che non vogliono né
Sottostare al potere e nemmeno
Dire insomma solamente male degli altri forse troppo semplicistico ma questo il punto che vogliamo raggiungere Ceres avere un'idea forte lei riuscirlo a fare far aderire
Sia
Di cittadini che parlamentari i parlamentari allora
Cosa abbiamo fatto abbiamo preso secondo la persona più
Più vicino a questo percorso errata Renzo vetta perché rappresenta un po'questa questa idea
Rappresenta il sia
Il Parlamento perché sarà il Parlamento ma rappresenta anche
L'idea di una di una tentativo di fare riforme anche con la società civile
Secondo me è stata la nostra ambasciatrice per questo tavolo
Noi siamo orgogliosi ci è mancata perduta andare in in Ucraina per l'ONU a fare un impegno importante poi ci racconterà cosa è successo che ho detto e ripeto la cosa troppo forte presero racconta che è riuscito a far approvare una riforma
E questa è una bella notizia e quindi abbiamo
Questo Pasini Frigato insieme per cosa ha fatto passare su percorsi con
Comincia insolita Loris Mazzetti che noi adoriamo da sempre per la sua vivacità e per la sua perché noi per la sua
Cittadini che vogliono cambiare vogliono partecipare vogliono anche
Vogliono bene le persone che dicono le cose come stanno anche dentro situazione dentro due o di lavoro cui sembra una cosa semplice invece è il punto nodale di questo Paese quello che manca se riuscirà a raccontare tutti
Ovviamente vogliamo molto bene a Roberto Natale a Giovanni Rossi perché si sono sempre spesi noi sentiamo sempre dire ma le istituzioni o gli organismi situazionale noi invece possiamo dire che non è così
Sì più si riesce a fare proposte
Convincenti visto con un atteggiamento propositivo se riesco a fare molte cose
Posso dire Roberto Natale Giovanni Rossi si sono passati il testimone perché in qualche modo Roberto Natale ha tenuto a battesimo Bonnaire e poi
Nella successione la Presidenza della Federazione della stampa c'è stata comunque una continuità di interesse anche da parte del sindacato dei giornalisti a seguire
Questa proposta che è una proposta innovativa anche perché
Ispirandosi all'articolo quarantatré della Costituzione ne
Che appunto dalla possibilità per le Società di
Servizio pubblico di pubblica utilità
Di inserire nella gestione anche comunità di lavoratori utenti quindi c'era un interesse anche per i lavoratori della RAI che hanno partecipato a questa riforma
Di capire in che modo partecipare al destino della propria azienda e soprattutto a una maggiore autonomia e a un
Rapporto migliore con
I cittadini
Questo ovviamente insieme appunto alle associazioni e agli utenti che noi diciamo sono i veri azionisti della RAI
E per questo nella proposta di legge viene ripensato anche il canone come uno strumento universale la cui diciamo determinazione non è più assunta dal Governo quindi non è più il Governo che tiene i cordoni della borsa ma viene dato appunto viene attribuita all'Agcom sentito il Consiglio per le garanzie che è
Questo innovativo organismo che dovrebbe sostituire la Commissione di vigilanza e che vede quindi la partecipazione da una parte istituzionale
Perché non vogliamo comunque
Privare il Parlamento del suo ruolo di rappresentatività insieme alle altre istituzioni la Conferenza Stato Regioni l'ANCI
Ma al tempo stesso vogliamo che siano rappresentate anche le est è un merito che si era presentato un'espressione diretta dei cittadini che votano attraverso segnalazioni attraverso nomi
Di assoluta indipendenza che vengono fatti da vari soggetti da varie
Associazioni non su questo poi diamo una delega anche
Al governo per stabilire le modalità di voto la tecnicalità perché appunto quello che mi hanno detto che non ci interessa la tecnicalità
Della composizione di una governance quanto il principio il principio che siano i cittadini a entrare direttamente nel controllo del della RAI Ecofin all'ipotesi estrema di un azionariato
Popolare diffuso
Io
Diciamo quindi ci sono ovviamente proposte precedenti che sono state depositate in Parlamento quelle appunto di Tana Pezzullo veneta di giuridica e per Giulietti che in qualche modo abbiamo anche visto e ripreso come principio ispiratore e anche di Roberto Zaccaria anche se poi questa è una proposta originale
E che supera anche alcuni vincoli diciamo del troppo stretti rispetto alla presenta alla presenza
Di soggetti comunque istituzionalizzati come possono essere anche le associazioni sono comunque cittadini che votano
E che seguono i loro rappresentanti in questo Comitato
Di garanzia
Ecco qui con noi ci sono anche i parlamentari io no siccome non sono i tempi e i lavori delle Commissioni
E se ci sono dei vu delle votazioni in corso chiare parlamentare se si possono fermare con noi okay quindi possiamo aprire
Il dibattito con i presenti o se vogliono insomma dare subito una loro anche testimonianza del lavoro fatto
Quanto tempo
Ok allora pensavamo così io sarebbe forse il caso di
Dare la parola Tana poi sentire magari sola se non riesce Peluffo coi Vincenzo che
Che
Più ci illustra un po'l'informazione ma se magari invece vogliamo fare direttamente alle domande visto che non abbiamo molto tempo per cui se ci fosse già qualcuno e ma lasciar rispondere
Tana De Zulueta Vincenzo Vita lo stesso Sergio Bellucci Loris Mazzetti Giovanni Rossi che sono stati poi i quelli anche che sono stati presenti al tavolo ecco lascia risponde su
Singoli aspetti che tra l'altro ciascuno di loro a curato per cui ecco se intanto vogliamo anche sentire se ci sono delle domande
Magari su quelle fare un intervento
Sì no forse no sì
No cioè io vorrei
Voglio fare una considerazione per dire quello che penso
Sono qua ho partecipato
Diverse volte c'è dove mi sono d'accordo su tutto quello che è stato fatto
La mia considerazione io sono Loris Mazzetti la mia considerazione e che non abbiamo tempo davanti
Cioè e questo è un appello che faccio i parlamentari che hanno accompagnato questo nostro viaggio
Non abbiamo tempo cioè né noi abbiamo un'azienda io lavoro da tanti anni
In RAI noi abbiamo un'azienda che in questo momento non può fare assolutamente più nulla
Sa una data davanti Keynes che il maggio del due mila e sedici determinata da da quella nefasta legge che
La legge Gasparri dove si chiude
Il
Contratto di servizio
Con lo Stato cioè noi non possiamo oggi entrare in qualsiasi trattativa che vada oltre il Duemila e sedici perché non sappiamo che cosa siamo o che cosa saremo
Cioè noi abbiamo un'azienda seconda considerazione un'azienda che sta facendo delle cose anche importanti io non entro nel merito
Delle del lavoro presentato dal direttore Gubitosi ieri in pre-Consiglio e adesso in Consiglio sull'accorpamento delle testate io credo di essere stato uno dei primi a scrivere
Che non è possibile andare avanti con undici testate
Però il problema è che non ci dobbiamo Chicchi e dobbiamo farci questa domanda questa azienda è in grado poi di attuare quella riforma sono questi gli uomini
Possono attuare questa riforma io rispondo no è per questo che io dico nonne
Non abbiamo tempo perché gli uomini della nostra azienda i vertici della nostra azienda sono ancora nominati alla vecchia maniera con l'egemonia del partito
Tutto attorno alla riforma alla proposta che noi facciamo cioè quella parte
Che tu Arianna e annunciato prima sulle quella quella come camera di decompressione no tra il le il CdA della RAI
E il potere politico e la proprietà dell'azienda che è fondamentale e quando noi nominiamo e parliamo dell'Agcom io vorrei ricordare ai signori parlamentari
Che queste Autorità di garanzia
Fanno schifo perché sono nominati ancora con il concetto della lottizzazione e non abbiamo consigliato il super partes ma abbiamo esponenti politici che ci stanno all'interno quindi
Veramente non abbiamo tempo
Il servizio pubblico
Ecco io
Vorrei dire che la nostra proposta di riforma se venisse approvata in tempi brevi anche ovviamente modificare perché l'abbiamo detta una
Proposta aperta un contributo modesto che lasciamo ovviamente al Parlamento
Allora amo legislatore
Non abbia noi supereremo se venisse dunque approvata supereremo il problema del rinnovo della concessione perché in questa proposta si dice che alla RAI che svolge il servizio pubblico ed è l'unico soggetto che può svolgerlo
E che il servizio pubblico è un bene comune
Proprio per questo è un bene quindi universale che non è soggetto né alla al privato né alla pubblica amministrazione ed è indisponibile inalienabile quindi
Da una parte questa su questo superamento della concessione ed è andata questo concetti innovativo di bene comune che abbiamo voluto inserire all'interno
Della proposta di legge io non so se su questo Vincenzo magari vuole fare una sottolineatura Vincenzo Vita
Posso al
No non c'è più il tutto e non c'è bisogno perché uno per volta una regola insomma
Antica in questa sede
Dopo i Tana di cui tutti ricordiamo
Della proposta che peraltro era anche figlia di un pensiero più collettivo addirittura
Con
Antenati precedenti insomma di
Altre stagioni e da ultimo ancora è stato citato il testo Giulietti Zaccaria e poi
Ad essere
Sinceri anche altri
Che furono presentati senza successi suo la materia come sapete è stregata conflitto d'interessi dalla permanenza di una delle peggiori c'erano la peggiore legge della Repubblica
Regge Kaspar di cui nessuno parla salvo
Presenti e poco più
No io mi limito però anche per contribuire come si dice alla
Definizione del perché io sono stato coinvolto un po'come
Senior avente qualche cognizione dei fatti da Marco Arianna dal mutuo anche mi ha appassionato sono diventato anch'io in età più avanzata movimentista cioè rovesciando come dire la regola antica per cui
Sia estremisti
In gioventù contrario
No volevo segnalare in due grandi punti di novità di questo testo otto mi correggerete se sbaglio è un grande lavoro quello del nuovo che ha visto un tavolo cui hanno partecipato tantissime associazioni
Tantissime figure anche
Persone di grande esperienza è un'opera aperta come ha detto Arianna voto e come dire ad Umberto Eco cioè sicuramente quindi
Sei l'abitazione cadenza parità di genere e dunque un'opera aperta nel senso che si consegna si consegna al lavoro parlamentare
E a coloro o senza nessun timbro e nessuna forma di
Di esclusione come ha detto bene Marco USPEV diamo insomma che il lavoro quotidiano sono due punti di grande novità molto controcorrente rispetto alla logica
Farisaico amente privatistica che anima il dibattito attuale
In altre stagioni quando io ero più giovane i privatisti erano più sfacciati dicevano vendiamo la RAI vendiamo una Rete vendiamo dure siccome il capitalismo italiano oggi non offre così
Adesso il primo antismog come si di trasformare
Attorno a discorsi di apparente rilievo giuridico tutti in cui si dice bene l'educano ultim'piattaforma nell'epoca dal provenga Rita
Il concetto di servizio pubblico va ridotto all'osso
Quindi va assottigliato e quindi insomma la RAI non ha più senso
Così come fu immaginata nessuno qui
è del
Partito orarie nessuno vuol difendere tutti i bulloni antichi
Tuttavia se è così e di utilizzo pubblico di grande importanza politica fa parte della perenzione lo stato sociale eccetera eccetera cioè l'attuale filone privatistico più astutamente la pone così che vuol dire
Che alla scadenza evocata da Loris Mazzetti del due mila sedici si presenta un potenziale bel piattino e cioè ove si lasci pure alla RAI qualcosina
I famosi programmi educativi eccetera
Ovviamente corroborati da qualche bel nome e poi il resto si vede no perché è l'articolo due
Io ci tengo
Mi permetto di sottolinearlo e di invitarvi ho letto l'articolo due quinta
Un criterio esattamente alternativo anzi l'unico davvero alternativo perché l'alternativa non è la difesa del passato chiudere tutto perché i barbari sono in aree questa cosa non reggerebbe
Come in un western all'italiana se non due minuti ecco
No sita invece un altro criterio una una una via diversa in cui si dice il servizio pubblico perché oggi è più attuale di ieri
Perché oggi si incrocia con il concetto del bene comune che è il concetto dentro il quale fior di giuristi a partire da Stefano Rodotà
E non solo hanno lavorato e che oggi il punto sul quale
Una idea innovativa di pubblico
Possa e si
Debba anzi esprime articolo due e quindi da un criterio e servizio pubblico diventa come dire il luogo di accesso universale per i diritti di cittadinanza della stagione digitale
Attenzione
Questo è un problema serissimo
Per chiuderlo oggi il rischio concreto che anche in questo campo si formino due società una più piccole d'élite con le pay tv con i programmi a pagamento
Con il concetto di netti notare di che viene messo in discussione l'accesso alla rete non per tutti
E poi invece una grande massa di persone che deve guardarsi
Quello che rimane
E poi è stato già detto e insomma questo perché il dibattito
Vi è partita la RAI eccetto ma come però nord con un'evocazione di l'obiettore UPI che non sono poi decisamente
Non so non credo siano così meglio no dando la parola i cittadini coinvolgendo finalmente i cittadini dentro la governance tanto evocata siccità di perché no
Citati che sono persone molto matura
Non possono essere utilizzati solo ogni tanto come Punto di Ascolto
Privilegiato i cittadini devono avere un ruolo è
è un salto nel buio no no è una cosa molto concreta molto seria
Questo e il testo credo più innovativo che io conosca al momento fra
Ecco io se ci sono domande dal pubblico da dai colleghi altrimenti altrimenti ecco chiederei attagliare Zulueta magari di illustrare e approfonditamente questo punto del Consiglio delle garanzie che appunto
In qualche modo ci ha ispirato
Tana Tana De Zulueta oggi è una domanda su una domanda allora magari
Fatti verso speculazioni allora
Allora l'iter
è stato così turismo con vincono i cinque punti che abbiamo caratterizzato mi diceva prima di Anna va preso consensi moltissime segnalazioni e grande realizzazione che anche
Sia sindacali che sociali i relativi settembre ritrovarci sulle situazioni e cercare di come siamo dicendogli il testo aperto già i parlamentari potrebbero
Farlo proprio dire voi vorremmo modificare un certo modo e un altro ovviamente una partecipazione di chi la pensato chiaramente prevedeva per settembre
Fare una una cosa ampia altre
Dalla Federazione una stampa che sono coloro che ci hanno seguito di più e cercare di veramente di
Decidere prima Loris diceva una cosa giustissima anche da lontano
Usciamo fuori con qualcun Progetto con qualcosa di definito perché il tempo è poco
Il noi l'abbiamo tutti contro il testo perché abbiamo fatto
Nove incontri al tavolo abbiamo fatto comunque questo il percorso di
Di nove dieci sedute alla Camera
Vogliamo fare un testo approvato il più possibile insieme a settembre fare una cosa importante attraverso la stampa pubblica
Comunque questo testo è stato depositato agli atti della Commissione di vigilanza ieri e diciamo questa è una cosa importante da dire quindi è un documento ufficiale di questo Parlamento di questa legislatura
Che è a disposizione di tutti i parlamentari che potranno o recepirlo in toto e presentarlo così come in Commissione oppure potranno prenderne spunto per delle loro proposte di legge non speriamo che questo sia anche da stimolo per delle proposte di riforma del servizio pubblico che finora non ci sono in questa legislatura nessuno sta parlando
Cioè tutti ne parlano ma è come l'araba fenice che ci sia cioè alcun ciascuno dice ma dove sia nessun lo sa quindi noi questo è il primo mese atto ufficiale
Di questo di questa legislatura e speriamo che da questi parlamentari prendono spunto senza presunzione ovviamente per questo diciamo che una proposta aperta che ciascuno potrà
Articolarla ri elaborarla come meglio crede saremo felici se venisse accolta presentata così come se fosse presentata
Da più gruppi parlamentari possibili perché crediamo che appunto una riforma del servizio pubblico come testimoniano anche
Per lamenta di quel presenti quelli che hanno comunque partecipato al tavolo è una riforma dei deve interessare che interessa l'intero Paese che interessa tutti i cittadini a prescindere dalla loro
Appartenenza ecco
All'ordine
Lo ha più complesso
Allora magari Attanasio sintomatico così vasto che ha partecipato
Il
Il contraddice questa legge cretino che l'opportunità di fare questa
Presentazione a destra è proprio per la coincidenza temporale noi al piano in atto
Come lui è una riorganizzazione dell'ACAI
Conta le conseguenze in parte anche sulla
Potenzialmente importanti sulla qualità delle informazioni a disposizione dei cittadini senza alcun quattro metto che indirizza
Soppresse ceti indirizzo politico nel senso altre del termine e cioè quali sono Lecari anziché
E di indipendenza editoriali quali sono i criteri di nomina
Dei nuovi dirigenti di queste meditazione accorpati
Quale esso no
I meccanismi in atto per garantire il pluralismo e la completezza dell'informazione qual è il ruolo del cittadino-utente in questa
Nuova visione editoriali tutte queste cose non sono stati nemmeno menzionati
Allora noi siamo qui oggi perché immettere questi questione sul campo Allo
E di chiedere con impegno a trattarsi attente rappresentanti politici affinché questa riforma fatte avanti nell'ambito di un progetto
Il progetto di regole
Io sono contraria a usare parole straniere quando ci sono attuale pagarle italiane
Come italiana di attuazione ci tengo particolarmente in generale si pesano programmi straniere pienamente nascondere regola mancante chiarezza di obiettivi
Si parla molto dicano Finance
Possiamo anche
Trova evitare delle italiane questi veicoli dico fermo chi gestione
E di separazione dei porti affinché il potere politico novanta
Strade IP laddove non ti offre per interferire e cioè
Nella gestione diretta delle notizie e dell'informazione pubblica
Quando ha chiesto qual è la parte che naturalmente è migliorabile chiaramente
Altezza da Istat setti esserci dentro anche da altri punti importanti questa legge è chiarita un'ipotesi chissà lezione per trovare
In motel consentire alla politica i cittadini aiuti enti
Di ferie quella famosa indipendenza
E altre nomine editoriali senza la quale
Stessi organismi
Lì qui pezze manca il servizio è un po'picco manca la sua
La gente se ne
Non solo di fornire su uno strumento informativo di qualità ma di consentire un controllo del potere
Se poi ce n'è cestini sia la reiterazione chi controlla chi
Non so al possesso lezione è una intercapedine il famoso al Consiglio per le garanzie del servizio pubblico che nelle chief
Senza che importi parte dei rappresentanti eletti
Temi del Parlamento e degli enti locali partire eletto dai cittadini pare quelli che pagano il canone che sono interni azionisti della RAI
Ma il meccanismo e passi anche da chi l'informazione e iniziali producano gli artisti certe ora questi meccanismi no
Ti elezione e
Il bilanciamento
Noi abbiamo un'ipotesi di selezione all'articolo sette
Quanto ci ritroveremo con associazioni come che hanno anche partecipato e condiviso questo percorso in gran parte mancare questo avverrà migliora
L'importante la condivisione di questi impalcatura queste Nicola CISIS lezione percorribile
Basta la fantapolitica
Sarebbe importante che non solo questo disegno di legge ed è importante il fatto che l'audizione presso la Commissione
Qui in Parlamento Massimo nato a lamentare del deposita
Quel parlamentare e partecipe di diritto alla futura e ci scusiamo agenti una riforma in questo Parlamento
Senta importanti fessi si tratta
Esterna
Credo che la risposta seriamente
Grazie Tana De Zulueta io chiedo a Sergio Bellucci se ci vuole raggiungere così è in favore di telecamere nascoste ci disse voleva intervenire nel frattempo non sa se ci sono altre domande
Altrimenti parte atti
Innanzi
Prego
Sembra che
Questa
Io scrivo non parla insieme come è andata diciamo l'audizione in Commissione vigilanza cioè la la
La deposizione agli atti
Beh la l'audizione su questo posso rispondere io è stata svolta con il professor Mastroianni che
Oggi purtroppo è assente ma ci ha lasciato la relazione tecnica che poi ha depositato ieri agli atti
Beh abbiamo visto abbiamo riscontrato un grande interesse di quasi tutte le forze politiche nei confronti comunque
è di un'iniziativa che parte dei cittadini perché appunto la composizione di Moana italiana è assolutamente eterogenea partire dal suo fondatore Marco quaranta che appunto
Professionalmente è un violinista ma ci sono dentro insegnanti attivisti delle nel campo del volontariato
Ci sono ecco soggetti che si occupano che si interessano Dini sociale
A vari livelli ma è assolutamente un'associazione apolitica e all'interno della quale diciamo al di là del servizio pubblico le idee anche su altri fronti sono differenziate
Quindi insomma denunciamo che tessuto quest'quest'idea che ci fossero punto dei cittadini che avessero fatto questo lavoro questo questo perlomeno abbiamo riscontrato positivo poi chiaramente ognuno
Alle sue posizioni politiche voi la potete vedere c'è la registrazione un web comunque disponibile per cui
Chiaramente è chiaro che se si parte si è data
Assessore
Oggi
Però questo magari possono passano dice il senatore Airola era presente ieri quindici ci porta
Potrà dire dire luci lascio la parola Sergio Bellucci
Ecco
Non ho affatto
Ma io un ragionamento generale uno invece specifico sulla RAI quello in generale
Mi sembra incredibile che in questo Parlamento col primo atto sulla riforma della RAI venga
Da un movimento di cittadini e non dalle forze politiche che sono dentro il Parlamento
Perché dico questo perché
Noi sappiamo perfettamente dalla storia concreta di questo Paese che quando
Si discute della riforma del servizio pubblico radiotelevisivo cioè del cuore dell'infrastruttura nervosa
Di una democrazia si parla della natura della democrazia stessa
Allora il Parlamento è impegnato in una discussione sul riassetto istituzionale
E guarda caso
Ha tralasciato la discussione sul sistema nervoso di questa di questo impianto
E ho paura che in realtà si stia in qualche modo prefigurando quasi come un anticipo subdolo
Delle riforme istituzionali attraverso degli atti di
Ristrutturazione interna dell'azienda che prefigurano un bipolarismo perfetto
Prima che questa cosa sia stata sancita diciamo così dall'ordinamento costituzionale del nostro Paese
E lo dico perché le riforme degli assetti del sistema dell'informazione non sono pensate
Per la motivazione che ci diceva prima Loris Mazzetti
La proposta che avanza la RAI oggi a se stessa
Il gruppo dirigente che è stato investito del governo della governance
Della RAI non dice siccome c'è la rivoluzione digitale
Siccome l'offerta nel mondo contemporaneo di informazione di comunicazione di intrattenimento è investita da trasformazioni enormi
Noi ricordiamo iniziamo l'azienda in funzione di queste novità e proponiamo la visione da servizio pubblico dentro queste cose
Invece cosa facciamo ci predisponiamo a una spartizione in due grandi aree di quello che c'è
In modo da prefigurare in qualche modo una governance bipolare di questo sistema
A me questa cosa non piace per niente e non perché voglio conservare le decine di testate che ci sono e la situazione così come anzi credo che vada completamente trasformata ma perché manca il cuore manca l'idea
Allora questo è il punto sul quale io credo noi abbiamo con questa proposta ammesso un granello
All'all'attenzione della politica
La discussione sulla natura del servizio pubblico è la discussione del sistema nervoso di una democrazia in Europa
Forse da altre parti non va in Europa si ancora così quindi la discussione su questa cosa non può non essere intrecciata con l'idea stessa che non abbiamo del della riforma della nostra democrazia
E quindi io credo che
Ci sarebbe bisogno di un contributo forte del gruppo dirigente della RAI di uscire da questi schematismi burocratici e appiattiti
Sulle volontà della sfera della politica più uso e dall'altra parte ci vorrebbero discussione esplicita
All'interno del del Parlamento per diretti quale la infrastruttura di cui abbiamo bisogno questa legge prova a dire c'è bisogno della discussione
Saggio veloci io sulla aspetto diciamo di maggiore attualità che è questa riforma dell'informazione all'interno della RAI
Chiamerei a parlare il presidente della Federazione della stampa Giovanni Rossi perché quello che anche i giornalisti della RAI hanno detto prima
Di ristrutturare l'informazione di ipotizzare il direttore unico bisogna garantire indipendenza del servizio pubblico attraverso una riforma
E quindi ecco
Ci colleghiamo anche al lavoro che ha fatto buon in questi anni Giovanni Rossi
Sì grazie Rihanna ma io intanto dico che noi apprezziamo molto come Federazione della stampa
Questo ha proposto di mutuo
Anche per le caratteristiche che ha
Cioè quella di essere una proposta aperta disponibile contributi disponibile al confronto
Ma allo stesso tempo anche una proposta che è sul tavolo cioè a queste due caratteristiche se non c'è una proposta su un percorso ma ha fatto anche punto adesso cioè
Una serie di elementi ci sono una serie di elementi diciamo articolato con il quale ci si può confrontare e che può essere trasformato anche in proposte da portare nelle aule parlamentari
Disponibili ovviamente a confrontarci sempre con qualsiasi parlamentare intenda dare seguito
Con la sua autonomia le sue opinioni la posizione del Partito del gruppo che rappresenta a queste idee
Noi in questi giorni come Federazione della stampa cerchiamo di come si dice di essere sul pezzo anche perché ci siamo accorti che molto si muove
Ma non ha sufficiente attenzione
Quello che diceva loro Sposetti è verissimo cioè nel senso che il rischio è che lo diceva anche adesso Sergio Bellucci almeno interpreto così le sue parole c'è il rischio che si arrivi
Ad un nuovo assetto RAI senza che ci sia stato confronto nei all'interno né all'esterno dell'azienda
E peraltro giusto in questa sede senza alcuna polemica però richiamare viale Mazzini da una parte il Governo dall'altra ad uscire e a dirci che cosa vogliono fare con chiarezza venendo ovviamente a confrontarsi
Intanto per quanto mi riguarda con i lavoratori dalla RAI e concreta presenta al mondo dell'informazione
Noi abbiamo fatto alcuni comunicate diamo attraverso il nostro Segretario generale anche
Ha fatto delle dichiarazioni che si concentrano essenzialmente sul Cooney cose che ritrovo pienamente nella proposta
Di nuovo la riforma anch'io preferisco l'italiano del sistema di governo e delle regole dei governo dell'azienda
Per liberarla dicono ovvietà ma siamo sempre detto e modo per la dire
Dal peso dalle dei partiti non dico della politica perché la politica c'è sempre anzi io no andrò una valutazione positiva della politica il problema e la presenza
Dei partiti e il condizionamento dei partiti sull'attività della RAI il superamento del legge Gasparri condivido pienamente quello che ha detto Vincenzo Vita non ne parla più nessuno anzi siamo in una situazione per cui l'onorevole Gasparri viene
Ho avuto occasione di partecipare a un'assemblea dalla RAI dopo l'uscita del Governo sui centocinquanta milioni viene dire come bene la mia legge
Adesso dovete confrontarvi con altri che fanno altre cose ma ci siamo trovati in questa singolare situazione
Io qui ribadisco che il giudizio del sindacato dei giornalisti sulla legge Gasparri resta immutato è una pessima legge che va tolta di mezzo
Per riuscire a percorrere davvero
La strada della riforma l'altra lo ricordava Massetti quindi non dico niente di originale perché richiamo tutti quelli che sono intervenuti prima di me
La questione
Dalla rinnovo della concessione del servizio pubblico sia nel senso che noi siamo appesi ha una data il due mila sedici che di fatto
Banalizzo tutto come ci ha ricordato Massetti e che deve essere ovviamente tolta di mezzo anticipando l'assoluzione
Perché appunto come dice la proposta di nuova c'è quell'azienda che fa il servizio pubblico a quello viene attribuito secondo regole
Che buona proposto siano di un certo tipo sempre con quell'aspetto
Che si diceva cioè di piena disponibilità a considerare ogni suggerimento ed ogni valutazione e ogni arricchimento l'ultimissima cosa che dico tutto questo che obiettivo
Ovviamente il miglioramento della qualità del servizio pubblico
Rispetto a ciò che viene dato è fornito i cittadini
C'è stato
Detto in mente deprimere continuo nel corso degli anni dalla qualità
Del servizio pubblico noi puntiamo a ridare piena qualità e affanni appunto un servizio pubblico degno di un Paese che volesse che peraltro alla guida del ruolo in questo periodo
Ragione per cui
Anche da questo punto di vista credo che si debba fare qualche passo in avanti
Grazie Giovanni Rossi è corde citando il conflitto di interessi larga spari copre può aggiungere semplicemente che non ci rendiamo conto che sarebbe necessaria una riforma complessiva dell'affetto delle telecomunicazioni in Italia
E acqua accanto a questo punto risolvere il nodo del conflitto di interessi e una legge anche antitrust più stringente quindi
Chiaramente ci siamo dovuti dare un obiettivo un orizzonte
Limitata al servizio pubblico per la limitatezza delle nostre forze però siamo consapevoli e chiediamo al Parlamento ovviamente anche di legiferare su questo mentre invito il senatore Alberto ironia raggiungerci qui
Al tavolo ci si chiedeva come è andata l'audizione ieri in vigilanza Marco quaranta se anche tu vuoi dire qualche cosa
No no volentieri
Noi
Sembra quando diciamo che i partiti
Tutti dicono che parte dalla RAI come dicevo siamo ammesso speculare
Non era in quel Paese acqua aprendosi è segno di trasversalità peccato che insomma
Siano tempi che io definisco trasversalità questi allora io ho espresso più o meno tutte le cose che ho sentito sono i dubbi
Su questa riforma esattamente come i dubbi che avete espresso vuole ossia noi abbiamo una RAI che non ci piace che non va bene
Che non rispetta i gli standards internazionali medi di informazione e di equilibrio il pluralismo bla bla quindi
Occorre una riforma questo la proposta concrete a pratica organica assolutamente condivisibile si può poi aprire la discussione ovviamente con tutti
I soggetti interessati il problema qual è e avere le garanzie visto che già due mila e se riesce lo siamo dimenticati perché hanno già deciso di accorpa di avvicinare no a questa un turno la riforma della RAI
E è partita una presentazione di questo io si sito la mattina con il dirigente De Siervo che proponeva questo apertura di tavoli
Detto questo evidente che ci aspettiamo che questa è la questo processo venga fatto con tutta la partecipazione democratica del Ruanda e non siano la paletta e secchiello usato questi termini che hanno dato a noi
Di di far presente che per un movimento che non ha minimamente preso parte alla lottizzazione della RAI ne chiede che la stampa perché c'anche nella stampa e
Per esempio sentire che Giannini sostituirà Floris a me non è che è una notizia che mi entusiasma ecco d'accordo a un certo punto di vista
Perché altri spero di andare verso un'altra RAI una RAI dove non c'è bisogno di un capetto politico che mette il suo per garantire il pluralismo dell'informazione ora a seguito ci viene a dire che sta già portando di sua sponte una serie di TG e di cose vorrei che ci spiegasse con quali criteri sarà rappresentato questo pluralismo ecco questo è il punto
E quindi noi chiediamo garanzie lo chiedo al collega del PD io chiedo agli altri colleghi cara maggioranza che questo processo venga fatto con
Per raggiungere un obiettivo che sia quello di non rimpiangere la lottizzazione mandare verso veramente un sistema di servizio pubblico bene comune definizione assolutamente condivisibile come col condivisibile che è l'anima della direi di più
Andrei nel nel campo della religione la la la la informazione e l'anima della noi democratici assenza siamo veramente spacciati
E quindi è importantissimo che prima ancora della riforma del Senato che fra poco vado a fare da affrontare in Aula sarebbe stato ancora più doveroso forse fare una riforma poco dell'informazione
Anche per non far passare chi si oppone a questa riforma del Senato come uno che difende la propria poltrona Presidente
Chiudo con una nota polemica no stesse non voglio fare politica però e anche anche questo fa parte del gioco quindi per me il Movimento cinque Stelle sarà assolutamente a financo di qualsiasi processo di stesso trasparenza di democrazia e di costruzione di un servizio pubblico adeguato assolutamente grazie
Grazie al senatore
Alberto era la
Chiediamo al Presidente al Capogruppo in vigilanza del Partito Democratico
Ministro Peluffo
Ecco di di chiudere ringraziandolo per l'ospitalità odierna col Partito Democratico come partito di governo patito il quaranta per cento ha una responsabilità in più anche rispetto alla riforma del servizio pubblico
Ringrazio in realtà io per assegni invito l'opportunità di confrontarmi mi scuso ma tra qualche istante scappo perché ho l'ordine di entrare a votare stiamo votando il Bilancio alla Camera quei voti che non si possono perde
Sull'ultima considerazione di Airola che chiedeva in qualche modo rassicurazioni rispetto al Piano di cui non parlato i giornali che leggo adesso è stato approvato
Nelle sue linee guida dalla CdA noi ieri abbiamo chiesto
Che il direttore Gubitosi venga a presentarlo in Commissione vigilanza per il semplice motivo che
Materia di informazione è materia di contratto di servizio su cui ha competenza la Commissione vigilanza quindi vogliamo
Sentire di che cosa si tratta
Sulla proposta di legge io oggi ho ascoltato con grande attenzione e con la stessa attenzione
Leggerò la proposta di legge anche perché conosco il lavoro che è stato fatto un lavoro preparatorio fatto di
Grande fatica ammirevole grande
Articolo Sita credo che
Peraltro questo corrisponda ad un metodo di cui ha bisogno la discussione che dobbiamo affrontare rispetto
Ad un nodo così delicato che non riguarda solo l'informazione ma qualità della democrazia cose che
Avete detto come Partito Democratico noi abbiamo
Presentato e approvato in occasione la conversione del decreto legge su IRPEF altrimenti come conosciuto come decreto sui centocinquanta milioni alla RAI l'ordine del giorno che
Prevede tre punti la prima la richiesta al Governo di aprire una stagione di consultazione e confronto su cos'è servizio pubblico e credo che oggi
Sia la dimostrazione della ricchezza della opportunità che una discussione così ampia
Può raccogliere oggi secondo me e l'esempio di come ci siano energie e risorse idee che possono far vivere questa consultazione
Secondo punto è quello di
Anticipare il rinnovo della concessione ne parliamo di rinnovo delle concessioni non siamo dell'idea come
Hanno altri dimettere a gara la concessione siamo per il rinnovo alla RAI della concessione chiediamo che venga anticipata all'anno prossimo per dare delle menti certezza al terzo punto
Di presentare chiediamo al Governo i presentare entro dicembre una riforma organica della canoa RAI che diede elementi di
Certezza in termini di di gettito di contrasto all'evasione poi noi pensiamo che debba essere anche
Graduatorie spetterà editi questo nostro Pignone però chiediamo che venga presentato questa riforma questi sono i tre punti che abbiamo
Presentato quello a cui
Teniamo tantissimo e che viva
Nel Paese questa consultazione questa occasione di confronto in cui i partiti ascolta un po'ogni partito avanzerà la sua proposta ci sarà il confronto parlamentare però credo che questo sia quello di cui abbiamo bisogno in questo momento
E la giornata di oggi
Dimostra come possa essere vissuto come una grande opportunità milioni quindi sono scusa Marco scusa
Scusi ti interrompo mia profitto della loro presenza perché noi in questo momento stiamo parlando della RAI
Abbiamo detto ha detto Arianna che tutto questo dovrebbe essere inserito in un contesto più ampio che di riforma di sistema
Cioè il sistema vite un'anarchia pazzesca
Perché se noi guardiamo che cosa sta facendo Berlusconi con età ovvero da una parte gli accordi connette Benedetti per la pubblicità sul web eccetera
Cioè e il l'accordo fatto da media sette e da Sky sul discorso della pay tv cioè noi ci troviamo con tutto quel patto sarebbero abbia per quel discorso che facevamo per i ma c'è non c'è tempo perché nel frattempo il paesaggio di privati stanno operando e non c'è controllo su queste Loris permettimi siccome Tusek Massimo Bonello alla nostra
Ma nelle mani annuali e protocolli trent'appunto no
Prima spettri presentarlo
Sino a salutarlo però
Appunto se no parliamo solamente il la richiesta intanto grazie per la presa d'atto del lavoro fatto richiesta e noi a settembre facciamo questa cosa a metà settembre Vinicio
E diciamo anche eroina vorremmo fare anche un appello saremo ancora appello sia Renzi che a Grillo perché sono le due personalità che potrebbero fare le riforme in questo caso la RAI perché nei confronti del pure
E però vorremmo anche un impegno vostro
Per rendere Presidente anche al Governo questa questa riforma che vogliono fare anche tu come parlamentare chiedere dire c'è questa proposta più realizzare cioè noi non va sta che facciamo questa fatica pazzesca vorremmo anche delle risposte direttamente con voi il cemento dove si può decidere questo chiediamo Vincenzo esclusa Vinicio questo richiamo anche eroina
Cioè noi di convochiamo a queste cose è bello se ci convocata anche voi quando ci sono le cose da decidere azione della sarebbe giusto quindi ti chiediamo di un un rapporto contrario in questo senso
Erano la risponderà per parte sua io ho detto che la consultazione
A questo senso è questo significato nella consultazione devono vivere le proposte come queste quelle che verranno e matureranno poi stava a ogni singolo
Gruppo parlamentare partito presentare la propria proposta è stato detto prima voi siete stati auditi dalla Commissione vigilanza io credo che sia stata una scelta giusta
Quella della Commissione di audire l'avete in quell'occasione presentato non solo la vostra relazione ma anche la proposta di legge io sono dell'idea ne abbiam parlato in Commissione vigilanza che all'interno della consultazione la come si evince la sacca
Una parte di competenza però ossia
Il luogo l'occasione di ulteriore stimolo e confronto quindi credo come è stata una passata legislatura all'inizio con i seminari
Promossi dal Presidente Zavoli sulla materia io credo che in questa consultazione la Commissione di vigilanza debba essa stessa essere soggetto che propone una serie di
Idee all'interno di quest'idea io credo debbano vivere tutte quelle che sono state presentate
In Commissione di vigilanza
Grazie mille erano
Grazie all'anatema initial Peluffo capogruppo del PD inizieranno Carducci a Sarajevo è sempre settembre
Marco quaranta io non so se questo punto vogliamo ci sono domande a
Senatore adatterò l'asse anche volersi replicare
Aggiungo che appunto la ruolo della Commissione vigilanza che dovremo discutere perché in nell'ambito di questo confronto che esterno alla vigilanza
E crediti riguarderà l'azienda riguarderà come dicevo le parti interessate cittadini gli utenti lavoratori spero non rappresentati dei sindacati e direttamente i lavoratori perché ritengo che sia importante un coinvolgimento non di interessi corporativi Istrice o meno ma proprio dimmi io rammento che la macchina funziona invidiare agli altri movimenti non serviva assolutamente incerto e quindi ben vengano di chiarire
Chiarirci anche a noi quale può essere i contributo migliore tra vicinanza possa dare oltre ovviamente a vigilare e dare indico indirizzo ritengo appunto che questo questo confronto però debba essere organizzato in una maniera
Extraparlamentare diciamo è autonoma è comunque perché nasca qualcosa di autonomo poi dobbiamo già prese intendo dire do anche i colleghi in vigilanza che questi modelli virtuosi come quando sento citare la BBC mille volte al giorno spesso
Vengano applicati virtuosamente anche nel nostro Paese Cacco ambizione culturali e politiche sociali ricordava vada diverse dall'Inghilterra altri Paesi
Allora ne dobbiamo lasciare la sala quindi lascio Marco quaranta le conclusioni della dell'incontro
Odierno con la promessa di ritrovarci per una grande Assemblea pubblicava ovviamente perché questa è una conferenza riservata comunque la stampa
Per parlare e sollecitare il dibattito sulla riforma della RAI
Per salutarvi ringraziarvi mio sarà chiamata come lei ci segue sempre un caro amico ormai
Sperando insomma di andrà avanti questo cammino insieme partiti e movimenti cittadini
Grazie mille grazie Loris per la