28LUG2014
intervista

La riforma del Senato vista dal prof. Fulco Lanchester

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 11:06. Durata: 17 min 32 sec

Player
"La riforma del Senato vista dal prof. Fulco Lanchester" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Fulco Lanchester (ordinario di Diritto Costituzionale italiano e comparato all'Università "La Sapienza" di Roma).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 luglio 2014 alle ore 11:06.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Democrazia, Governo, Grasso, Grillo, Istituzioni, Legge Elettorale, Parlamento, Partiti, Renzi, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 17 minuti.
11:06

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo in collegamento con il professor Fulco lanchester costituzionalista per parlare della della riforma del Senato che
Sta suscitando un ampio dibattito come avete visto dei titoli dei giornali ma anche
Tante perplessità sulle modalità in cui avviene questo passaggio alla Camera alta
Professore ci spiega quali sono le sue valutazioni in base al diciamo all'accelerazione che è stata data questa riforma e al tentativo di strozzare il dibattito
E e soprattutto per il confronto sugli sugli emendamenti
è giusto mettere una tagliola su questo dibattito
In realtà questi strumenti regolamentari sono o inseriti all'interno
Del nostro ordinamento e soprattutto dagli anni Novanta hanno inciso sono implementa
Atti né c'è una maggiore efficienza di decisione il vero problema e da un lato
L'argomento e cioè l'argomento costituzionale e
Le remore che né possono esservi nella
Io e lei i riduzione del dibattito dall'altro lato la polemica cita della questione e infine quella che il vero problema in cui inserire
E la cosiddetta innovazione istituzionale possa nel due mila tredici e cioè
La liquefazione del sistema politico partitico né la formazione di un vero e proprio qui personalismo imperfetto
Pensi da un lato Grillo dall'altro
Con la necessità di fronte alla crisi economica ai incipiente anche al degli effetti della stessa sulla società né di andare veloce e il presidente del Co
Consiglio ritiene che la riforma istituzionale sia un elemento uno scalpo simbolico o che deve essere
Preso in velocità per dare il senso
Di una capacità di concretizzare il programma
E tutto questo però comporta una serie di pareri
Certa ecco a proposito del del del presso
La la cosiddetta tagliola noi abbiamo assistito a un precedente in questa legislatura in cui la decisione di mettere la tagliola è stata presa dal dal presidente di un ramo del Parlamento però si trattava
Della conversione di un di un decreto in scadenza ora noi oggi ci troviamo di fronte a un disegno di legge costituzionale che non ha
Che non scade come le mozzarelle e comunque la decisione della taglio alla viene presa da un Presidente del Consiglio che non ha neanche lo status
Di di parlamentare saranno poi
Sarà poi il Presidente del Senato ad attuarlo ma a chi spetta in realtà alla decisione di un atto del genere
Bene in realtà il Presidente del Senato e il Presidente di assemblea parlamentare che né decidere tutto
Dopo la capigruppo acquosa appare in relazione ai tempi né che debbono essere
Mantenuti per quanto riguarda il procedimento
Me e cioè sarò o non è che un po'singolare tutto il procedimento per cui si tratta di un procedimento di revisione costituzionale
Le che in realtà viene condotto dalla il Governo e lei viene che in sostanza tra
Programmato e calendarizzato in maniera
Estremamente decisa per le ragioni di cui si diceva
Io credo che e si vuole ben comprendere de cuius
Torna la situazione al di là del fatto
Non è che vi sono degli elementi abnormi come in tutti gli ostruzionismi
Né bisogna per e che né di anche una necessità Mediglia assicurare il lavoro e le finalità la il raggiungimento delle finalità un dei a lavoro di Assemblea
Io credo che bisogna inquadrarlo nella appunto nella crisi quasi societaria del nostro ordinamento politico Naro costituzionale ovvero
La li le faccio non è come dicevo prima Anna dei partiti politici nella espressione nelle Nettis una crisi linee del sistema sociale e del sistema economico e il fatto che vi siano accolte analogia e qui si stia sta discutendo analogie
Nessuno o non era un'altra
Ricorso storico alcuni hanno evidenziato che nel vi potevano essere delle
Analogiche e con il periodo ventidue ventitré
Neanche ben chiaro la situazione è estremamente differente e dire che dall'altro scusi quando ci fu per esempio non so
La la riforma elettorale del mille novecento
Ventiquattro Mussolini cioè fece un dibattito politico vero nel senso che
Inviando addirittura dal Capogruppo del Partito Popolare etica
Sperini se guarda la riforma è questa l'accetti Degasperi di sintesi cioè lui ed Elena Euro volevo inquadrare questo in realtà il ventidue
E venticinque e il venticinque
Nei tre anni successivi sono due fatti completamente differenti e della storia d'Italia
Le analogiche con il due mila quattro tredici due mila quattordici sono semplicemente analogiche non sono comparabili come ovvio lo si può dire che mere eccetera e si sta a Roma come Napoli onestà la Francia però ma finisce qui per tuttavia
Il fatto che nel mille novecentoventidue né nell'ente il con la legge del tre dicembre sia stato tua provata o una nella legge sui pieni poteri venne né per la delegazione legislativa al Governo in NAMA Tirelli Pubblica amministrazione riforma della Università riforma della magistratura
E che nel mille novecentoventitré i stiamo parlando tra il ventidue ventitré
Ci sia approvata la cosiddetta legge Acerbo che poi il premio di maggioranza dice né continua un appunto quello che lei sottolineava l'accordo anche nei dei per Katy del blocco nazionale ma non soltanto anche
Del Partito Popolare e dice che ci sono delle situazioni di transizione
Cuori negli soggetti ne vanno ho molto più velocemente né verso la trasformazione istituzionale qualche volta non la controllano il né il problema e è che la riforma istituzionale in questo momento si barra
Su una emergenza
Tutti dichiarano che c'è questa emergenza ma a ci sono dei rischi fortissimi per la forma di Stato e di democrazia pluralista nel nostro ordinamento io vorrei che l'ascoltatore
E si rendesse conto che la riforma me costituzionale la riforma elettorale
Sono entrambe attuate da un
Al Parlamento perché in questo momento non è pienamente legittimato il made il punto di vista formale e legittima ma dal punto di vista sostanziale M. meritato con eletto occorrono una legge elettorale
Che è stata dichiarata con la sentenza numero uno le quattordici
Sì e incostituzionale
E quindi ci sono delle anomalie in tutto questo tipo di procedimento ma è che medico no ma che Paolo serie metterebbe tanto meglio andare ed immediata niente all'elezione icone il cosiddetto consulte lungo o ovvero con la legislazione di risulta ma è che
Veniva fuori dalla sentenza della Corte costituzionale per poi verificare un discorso l'innovazione le la
Replicare ma in una situazione in cui
Un partito come sostanzialmente antisistema come il ci del Movimento cinque Stelle a narra circa il più del venticinque per cento tu rischi e di Pallaro è la situazione
E in questo clima emergenziale che noi stiamo riformando alle nostre istituzioni me ed è questo che mi preoccupa di più
Certo ecco le volevo chiedere questo potrebbe secondo lei verificare si al termine di questo percorso istituzionale tra ancor prima del referendum confermativo perché mi sembra
Il quadro sia abbastanza chiaro si giungerà anche offrire vera una in realtà le dichiarazioni del amministra posti
O l'ANCI della Bindi tra boschi né né implicitamente evidenziano che non si raggiungeranno ai sensi dell'articolo centotrentotto i due terzi
Né di maggioranza e quindi e vi potrei
Venendo a possibilità di portare
Davanti al corpo elettorale tutta la questione come nel due mila sei
Tuttavia però a me voglio sottolineare che la Boschini ma anche il Presidente del Consiglio non l'hanno possa in questo senso l'hanno posto al come un'approvazione di tipo plebiscitario
Superando le telecamere
Dicessi né noi né ma l'approveremo l'approviamo velocemente in ogni caso
Una avremo il bagno elettorale antibagno referendario questo evidenzia una tendenza
E
Chi Pica degli ordinamenti di massa democratici di massa che possono anche scivolare verso altri tipi di qua ma di stampa alto per cui o c'è una struttura Ramin dei nei parchi che solida oppure c'è il plebiscito
Certa norme la domanda che io volevo completare la questione no no no faccio anche rende
C'è il rischio che questo ti o di di di riforma possa essere sottoposta di nuovo al vaglio della Corte che la Corte Costituzionale perché noi ci troviamo di tutti i fronti a una
Diciamo al cosiddetto metodo Renzi che lui diciamo toglie poteri degli organi vitali
Per poi darne ad altri di di fatto qualcuno sostiene che si cambierebbe la la forma di governo
Trusting diciamo i virando diciamo il nostro sistema bicamerale trasformando in un sistema monocamerale però mantenendo copra dica mente di fatto il sistema
Diciamo la forma di governo la forma di governo parlamentare aumentando i poteri del del Governo e dell'Esecutivo volevo sapere se la Corte costituzionale dei margini per diciamo mutilare questa questa riforma così come era avvenuto per il porcellum
Allora prima di tutto noi siamo in una forma di Stato democratica di diritto costituzionale il che vuol dire che siamo all'interno in un sistema Costituzione rigida in cui uno
Rinnovo degli elementi delle istituzioni di controllo quella esterna è rappresentato dalla Corte Costituzionale quell'eterna è rappresentata dal Capo dello Stato
Nell'ambito della dialettica fra cui sito UE organi costituzionali e ne possiamo vedere la dinamica degli ultimi anni né e
Ma la dinamica della forma di Governo e della stessa forma di Stato degli ultimi anni evidente però che nell'ambito di una forma di stato di democrazia di diritto costituzionale
Nei il la Corte costituzionale ha certificato negli anni ottanta con una sentenza del mille novecentottantotto che esistono di princìpi supremi che né che me ne sono con indefettibili e immodificabili né per cui potrebbe né intervenire sul
Il tema
Dell'edificio equilibrio provocato da una riforma
Che
Modifica
Se
IRAP in maniera tale data incidere sulla forma di Stato i rapporti fra i poteri detto questo nel noi non pensavamo mail le può l'anno due anni fa che la Corte costituzionale ci sarebbe mai costata a est e di incidere sullo stesso meccanismo elettorale
E lei ne lo ha fatto ma così come tutti gli organi di controllo un esterno hanno deciso ma la Corte di Cassazione Corte costituzionale al fisco e Corte dei Conti guardi
Ardimenti M
è quanto in realtà il parto il ed imballato il
Partitico parlamentare con ma le elezioni del due mila tredici
Ora di fronte ad una situazione di questo genere ma potrebbe intervenire la Corte costituzionale e vero che però il Governo aventi si basa
Su una
Tre e di tipo differente non soltanto c'è una parlamentare
Più solido con di quanto o non si creda ma soprattutto a beneficio come agli alta un foglio che noi non abbiamo visto
Ma che dovrebbe essere il famoso accordo non del Nazareno ed su quell'accordo Renna faremo si potrebbe dire
Che si sta costruendo la nuova costituì la nuova decisione costituente sempre che lei si mantenga
Né e un compromesso avrebbe detto Mortati
Non molto chiaro e non molto efficiente però e non è né su questa base che la trasformazione delle istituzioni neri sta avvenendo io con l'ARPA
Ha vinto aspra Celli ma ma
Il Presidente del Consiglio che un funambolo pur di non cadere corre sulla raccorda
Certo bene allora vedremo se questa corda naturalmente si spezzetta io intanto non è tanto la corda ed è il problema è che l'accordo non si spezza questa è una delle unità della velocità e l'equilibrio perché i livelli il problema è che né quando ripeto Keira
Non devi n emette imposizione ed equilibrio ristabilire quindi ad andare veloce ed è l'unica soluzione ma nello stesso tempo è molto pericoloso
E una immagine una metafora circense Richetti inserisce nell'ambito della democrazia del pubblico sottolineata da ma non in alcune sue scritti degli anni Novanta inizia nel due mila
Io la ringrazio molto e ringrazio il professore Fulco lanchester costituzionalista col quale abbiamo parlato dei risvolti della dei rischi della riforma del Senato grazie presenterete