29LUG2014
dibattiti

Contrastare i poteri delle banche in Europa o coinvolgerle nelle strategie per superare la crisi?

CONVEGNO | Roma - 11:14. Durata: 1 ora 42 min

Player
Incontro con il Vice Segretario della SPD Thorsten Schäfer.

Secondo incontro nell'ambito del ciclo di conferenze organizzato dalla Presidente del Gruppo interparlamentare italo-tedesco, Laura Garavini.

Convegno "Contrastare i poteri delle banche in Europa o coinvolgerle nelle strategie per superare la crisi?", registrato a Roma martedì 29 luglio 2014 alle ore 11:14.

Sono intervenuti: Thorsten Schäfer-Gümbel (vice Segretario SPD), Laura Garavini (deputato, presidente del gruppo parlamentare Italo Tedesco, Partito Democratico), Rocco Buttiglione (vicepresidente dell'Unione Interparlamentare),
Francesco Boccia (presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Tilmann Klein Jung (corrispondente e caporedattore Radio Pubblica Tedesca ARD a Roma), Gaetano Piepoli (deputato, Per l'Italia), Fabrizio Sadun (direttore Responsabile Affari Istituzionali Italia, Germania e Austria dell'UniCredit).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Banca Centrale Europea, Banche, Bilancio, Consiglio Europeo, Credito, Crisi, Economia, Finanza, Germania, Imprenditori, Impresa, Investimenti, Italia, Juncker, Parlamento, Politica, Ue.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 1 ora e 42 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

11:14

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Molti
è per me un vero piacere
Salutarmi al secondo incontro del gruppo interparlamentare italotedesco
Già il nostro primo incontro il diciassette giugno scorso abbiamo avuto un riscontro di interesse sia all'interno che all'esterno delle aule parlamentari
E dunque sono particolarmente contenta che questo ciclo di conferenze stia riscontrando appunto sia tra i colleghi parlamentari in particolare componenti del gruppo interparlamentare italotedesco
Ma anche tra
Esponenti dell'economia della Società della Università
Uno della cultura sia riscontrando appunto questo interesse perché tutto sommato questo ciclo di conferenze è un novum nei lavori del gruppo interparlamentare
Gruppo interparlamentare che ci sostiene che ci appoggia anzi colgo l'occasione per estendere il ringraziamento anche agli uffici
In particolare il cerimoniale al professor Di Napoli che appena acquisito la conduzione del cerimoniale e al dottor Sorbello che ha passato così straordinariamente il testimone
E ho il piacere di salutare qui al mio fianco il vicepresidente dell'Unione interparlamentare l'onorevole Rocco Buttiglione a cui do subito la parola per un breve saluto di buon augurio di buon auspicio però prego
Grazie un sincero benvenuto a tutti molte congratulazioni al gruppo di amicizia parlamentare italo tedesco che mi pare che in questo momento l'unico che già costituito e funziona
Più o meno una mi auguro con sempre maggiore forza
Benvenuto
Punto in particolare ai colleghi che sono venuti qui dalla Germania noi diamo grande importanza ai rapporti fra i Parlamenti alla diplomazia diciamo così parlamentare
E alle relazioni tra Italia e Germania intere Germania hanno una particolare affinità e ci sono in qualche modo al centro della costruzione europea
Italia Germania sono Paesi che hanno conseguito la loro unità nazionale tardi
E di conseguenza sono stati afflitti da una forma di nazionalismo particolarmente virulenta hanno sofferto più che altri popoli le conseguenze di un
Nazionalismo spinto all'estremo
Risultato dalla seconda guerra mondiale che lasciati in qualche modo stessa identità
In Italia e in otto Renzo De Felice che ha parlato della morte da pazzi alla fine della patria non era la morte della Patria ma era la morte di
Un modo di intendere la fate
L'Europa è apparsa come il modo di recuperare la propria identità
Di ritrovare un passato del quale sentirsi partecipi e riscoprire attraverso l'Europa anche la grandezza e la bellezza dell'essere italiani dall'essere tedeschi
Per questo nella costruzione europea siamo stati sempre particolarmente affini altri Paesi hanno vissuto non il crollo ma
Il destino progressivo dei nazionalismi pensate alla Gran Bretagna
Che ancora oggi non è del tutto convinta che sia finita l'epoca in cui la Gran Bretagna era una grande potenza tutta da sola
Per questo abbiamo un compito particolare nel portare avanti un Comune ideali europea
Ripeto quindi che il mio benvenuto e il ringraziamento ai colleghi tedeschi oggi parleremo di banche e di banchieri panche banchieri non sono molto popolari
In parte per buone ragioni parte per ragioni cattiva
In parte per buone ragioni la crisi finanziaria che abbiamo vissuto deriva da un cambiamento profondo del sulla produzione bancaria una volta il banchiere era un uomo il quale perdere i prestiti della gente
Li erogava agli imprenditori e soprattutto era esperto nel valutare il merito di credito
Cioè la probabilità che il prestito fosse restituito e secondo il rischio che attribuiva ad ogni prestito accantonava delle riserve
Per poter far fronte insolvenze
Questo era una volta investite del banchiere per alcuni dove ancora
Ma ne abbiamo avuto un cambiamento nella professione del banchiere degli anni ottanta novanta
Nel quale invece di accanto al di valutare bene in merito di credito invece da accantonare riserve si è presa l'abitudine di
Impostare i crediti merci e rivenderli sul mercato
Liberandosi del rischio le banche hanno distribuito
Dividendi molto alti
è accantonato molte poche riserve
Affinché questo l'ha fatto una banca due banche tre banche all'ancora bene quando l'hanno fatto tutte le banche o troppe banche il risultato è che il mercato è stato invaso da titoli
Di dubbia qualità e le banche stesse soprattutto oltre che le banche i fondi di investimento lo sapevano più quale fosse il valore reale delle dei titoli che avevano in portafoglio o in cassaforte
E da qui che è nata la crisi finanziaria quindi
Buone ragioni di avercela con le banche
Però non è questo il motivo vero per cui la gente ce l'ha con le banche la gente c'era con le banche per un'altra stagione
Perché dice che le banche non fanno abbastanza credito
E qui noi dobbiamo essere consapevoli di un fascio
Davanti a questa crisi del settore bancario che abbiamo vissuto l'Europa ha reagito come ha reagito ha reagito creando un'autorità di vigilanza unica
Le banche hanno potuto fare quello che volevano perché c'era una
Vigilanza solo nazionale e era facile incunearsi CNL interstizi fra volatili FAS nazionale un altro
Adesso abbiamo una vigilanza unica europeo meccanismo unico di vigilanza
E abbiamo anche un meccanismo unico di risoluzione delle crisi bancarie
Ancorché questo meccanismo unico a mio parere sia finanziato in modo ancora troppo debole e richieda troppo tempo per andare effettivamente in
In funzione
Ufficialmente già in funzione ma le riserve sulla molto limitati
Abbiamo fatto anche un'altra cosa abbiamo imposto alle banche di accumulare riserve smettere di distribuire utili accumulare riserve e abbiamo ridotto il rapporto fra
Patrimonio riserve da un lato e
Prestiti dall'altro
Impegni delle banche dall'altra una banca che può prestare
Dieci euro per ogni euro che ha di patrimoni riserve
Può erogare più prestiti in una banca che può erogare invece soltanto otto euro per ogni euro di patrimonio riserva
E lì la radice prima della stretta che abbiamo vissuto e qui si potrebbe fare un'osservazione ci sono banche che fanno la banca del pozzo dizionario penso alle banche popolari in Italia
E che quindi non vanno sul mercato nuovo
Per esempio vanno chi molto poco sul mercato dei derivati non potremmo dare a queste banche una possibilità di
Avere un rapporto più favorevole fra capitale e in più
Questo libererebbe enormi energie per
La ripresa delle nostre imprese
Mentre manto tremo mantenere i vincoli attuali
Per le banche cosiddette di affari banche commerciali da un lato banche di affari e dall'altro non è questa la soluzione che abbiamo scelto fino ad ora abbiamo scelto di separare le attività di banca Coverciano e di banca d'affari ma
Separare all'intero dalla stessa banca
E i vantaggi sono ridotte
C'è un'altra o possibilità di venire incontro alla diminuzione del credito
E il nuovo ruolo che si è assunta la Banca centrale europea con le operazioni
Il long term prefinanziamento cosiddetti litro
Vanno valutati certamente sono una
Possibilità molto importante è stata usata per salvare gli Stati potrebbe essere usata adesso per sostenere
Le in piccole e medie imprese vale a dire la Banca centrale europea accetta
Dei come collaterali per i suoi prestiti crediti di buona qualità fatti a piccole e medie imprese magari in corporative titoli di nuova fattura
C'è infine un'ultima osservazione che vorrei lanciare la vostra discussione
Capovolgiamo il problema le banche fanno poco credito
Perché per ragioni che vi ho detto ma non sapeva che fanno poco credo anche perché
C'è poca domanda di credito di qualità vale a dire perché la qualità
Di coloro che chiedono credito non è molto buone
Non è che noi oggi abbiamo una industria italiana qui siamo un po'diversi fra Italia e Germania un'industria italiana la quale
Non ha a portata di mano grandi idee grandi opportunità e forse
Aggiungo non è che questo per caso deriva dal fatto
Che sarebbe necessario un investimento pubblico per attivare l'investimento privato
Se noi avessimo per esempio un programma forte di investimento pubblico europeo delle telecomunicazioni
Per creare una rette efficace in tutta Europa questo attiverebbe la possibilità di un'enorme quantità di investimento privato piccole e medie imprese le quali
Utilizzano questi strumenti e mettono in campo le loro le loro offerte non è che dovremo con ritardo concentrarci anche su questo lato il lato della domanda di credito nell'affrontare il problema è vacante e non è che questo
Potrebbe essere collegato alle proposte che sta facendo Iunca per un grande programma di investimenti per trecento miliardi di euro
A me più sull'ancora troppo pochi però è quello che serve per
Attivare l'investimento privato attraverso l'investimento pubblico
Riprendere il programma del Consiglio europeo di Lisbona del marzo del due mila che era di fare proprio dell'Unione europea la più grande economia della conoscenza del mondo
Quello e il programma da riprendere io noto con piacere che Jung nel suo discorso sia ritiri allacciato la tradizione di Dell'Orco di Mitterrand e di Helmut Kohl
E quello è il cammino che è stato interrotto quello il cammino che a mio avviso bisognerebbe riprendere scusatemi figli annoiato grazie per la pazienza con cui mi avete ascoltato
Piero cerca Presidente Buttiglione che noti sareste limitato ad un breve saluto inaugurale ma che ti saresti invece addentrato
Sulla materia zanne signor giudice assolutamente proprio non soltanto il tedesco ma svizzero oserei dire la storia
Esatto esatto
Ma che danno anche antipatici del commento gli batoste
Di aziende
Signore e signori benvenuti noi siamo veramente lieti allo spostamento dei accogliente in cui al Parlamento italiano asterisco Rocco Buttiglione un grazie sincero al presidente della Co
Missione Bilancio della Camera l'onorevole Francesco Boccia il quale oggi è una giornata particolarmente complessa e articolata perché il la Commissione bilancio sta trattando proprio in questi minuti in queste ore
E un'importante riforma all'ordine del giorno del nostro Parlamento dunque un grazie sincero Francesco di essere dei nostri un breve saluto entro a tutti voi per dare il benvenuto anche alle autorità che abbiamo qui con noi in particolare saluto la Ministro plenipotenziario mattina anni dell'Inpa estenderla
Dell'Ambasciata tedesca
E appunto il piacere di esprimere
In qualche modo la gratitudine per il fatto che il porre all'attenzione di questa Camera
E in generale di del del Parlamento quindi inteso sia come Camera dei Deputati che del Senato dal momento che i lavori sono naturalmente accompagnati anche dei nostri componenti senatori del gruppo interparlamentare ci siamo tu piacere perché con questo ciclo di conferenze da un lato come Gruppo interparlamentare intendiamo promuovere la conoscenza reciproca e l'approfondimento di buone prassi
E poi non soltanto il nostro obiettivo è quello di diciamo demolire pregiudizi luoghi comuni ma soprattutto il nostro obiettivo è quello di individuare insieme idee i propositi che ci possano consentire di affrontare insieme le sfide del futuro
Allora già con il nostro primo incontro appunto in cui abbiamo avuto il piacere di avere ospite il vice ministro agli Affari Europei Michel rotto e il sottosegretario le politiche europee Sandro Gozi già lì abbiamo avuto modo di occasione
Di confrontarci su questioni relative ai processi di integrazione europea
Io ho il piacere di preannunciare due ulteriori iniziative che sta sono in programma per la ripresa dei lavori dopo l'estate
Avremmo lunedì ventinove settembre quindi di lunedì questo sarà un po'più complicato ma contiamo anche lì di avere una partecipazione attenta ed è di interessata come quello odierno
Avremo il Presidente del Bundesrat Stefan Zweig sulle questioni inerenti il bicameralismo e in diciamo il funzionamento del Bundesrat dunque del Senato tedesco
Mentre a novembre in data probabilmente legata all'undici novembre vediamo se verrà confermata avremo la ministra all'integrazione I Dante su Coutts
Lei stessa di origini turche espressione ed esempio di come le politiche per l'integrazione possano fungere anche da
Grande motore e trampolino per le carriere professionali anche a livello politico
Ma veniamo ai lavori di oggi oggi abbiamo il piacere di avere appunto nostri ospiti da un lato tosse c'è Fabio invece
Vice Segretario dell'estetica nazionale uno degli artefici di quello che è stato il programma elettorale dell'est de in materia economico che finanziaria con particolare attenzione alle problematiche bancarie
E abbiamo appunto con noi anche il Presidente della Commissione bilancio
Anche luglio autorevole esponente della politica italiana dunque due esponenti che sia pur con ruoli diversi giocano quotidianamente un ruolo nelle politiche economico-finanziarie dei rispettivi Paesi
E abbiamo anche un gran brava corrispondente che ringrazio per l'essersi messo a disposizione per condurre la moderazione della giornata il corrispondente caporedattore del o studio ai Verdi della radio pubblica tedesca qui a Roma
Oggi parliamo dunque di economia e di finanza e che lo facciamo in una situazione in cui la crisi finanziaria economica in Europa non è ancora fatto finita
Giusto da un paio di mesi si iniziano a scorgere segnali positivi almeno in Italia ma siamo ancora lontani dal potere dire che il peggio sia rimasto alle nostre spalle
Anzi i tassi di disoccupazione hanno
Giunto livelli drammatici e il caso di dirlo in alcuni Paesi il tasso di disoccupazione a partire dall'inizio della crisi dal due mila otto eh raddoppiato penso alla Spagna al Portogallo
In altri Paesi addirittura triplicato penso alla Grecia oppure ha comunque raggiunto livelli storici come ad esempio in Italia
E in numerosi Stati di crescita vera e propria non se ne vede continuano su vedersele e nonostante il fatto che si sia
Tagliata la spesa pubblica ciò nonostante aumenta consistentemente il debito pubblico
Allora cosa fare
Volontà ad esempio del nostro Governo volontà e anche il dovere e quello di puntare sulla crescita
Rispetto appunto questa ambivalenza di non potere del non volere amplificare il debito pubblico ulteriormente e dunque non è facile conciliare queste due esigenze proprio perché da un lato bisogna investire per rimettere in moto l'economia e per tamponare la disoccupazione la disoccupazione crescente e dall'altro però abbiamo questa esigenza impellente di non fare ulteriormente lievitare il debito pubblico
Ecco che si pone la domanda come
Come si possono coinvolgere le banche in questo processo in modo che aiutino a non
Accentuare ulteriormente la crisi qua farla ripartire ma in modo che aiutino a superarla
Nella misura in cui non agiscono come speculatori ma adempiono al loro compito di sostenere l'economia reale
Allora
Ci si può porre alcuni quesiti o perlomeno possono sorgere alcune ipotesi
Può essere un'idea per esempio quella di prevedere una divisione tra banche di investimento finanziario e banche di risparmio capaci di erogare credito a chi investe nell'economia reale
E poi forse il caso di smetterla di sostenere istituti
Di credito diciamo così ma comunque banche
Che si avventuri negli investimenti speculativi favorendo invece al contrario maggiormente investimenti reali di istituti di credito che appunto che investano in progetti innovativi legati e la ricerca la formazione allo sviluppo alle infrastrutture
E poi è sufficiente l'azione dell'ente di controllo europeo il cui inizio dei lavori è previsto per l'autunno di quest'anno
Ma soprattutto il quesito principale rimane
Come uscire dalla crisi
E soprattutto una volta usciti dalla crisi
Come strutturiamo tutta l'economia economico-finanziaria in Europa in modo tale da non ricadere nuovamente in situazioni di crisi quale quella che stiamo vivendo dal due mila otto
E più in generale come possiamo contribuire come singoli Paesi a fare sì che si pervenga ad un'unione economica che garantisca sempre di più
Stabilità crescita e benessere
Allora siamo tutti molto interessati a sentire da un lato il breve saluto introduttivo del Presidente Francesco Boccia che poi
Giustamente dovrà allontanarsi dei nostri lavori per proseguire i lavori in Commissione
E siamo altrettanto interessati a sentire il contributo di toste c'è fa bombe il quale accanto a quelle che sono le linee guida della esperti ci porrà invece anche più chiaramente quello che
La IP quella che è la realtà poi di fatto all'interno della grande coalizione
File che misura fino a che punto la grande coalizione si spinge a portare avanti quelle che sono state le proposte o quelle che sono gli intenti della esperti lo faccio allora Francesco Presidente a te la parola
Sul mio Stato
Saluto breve ma non di circostanza
Grazie
Laura per per l'invito
Grazie all'intergruppo per
Per avere organizzato questo confronto
Che penso possa
Di diritto
Ascriversi ai momenti di di riflessione di confronto che
A vari livelli qui alla Camera abbiamo organizzato in quest'ultimo anno
O a valle di indagini conoscitive complesse che
Stiamo continuando a portare avanti
O attraverso l'attività di dell'interruppi in questo con il contributo di Laura Garavini e certamente tra i più
Pragmatici su questi temi allora non voglio
Rubare
Tempo voglio porre alcuni quesiti che mi auguro possa essere affrontati in questo
Confronto che sono quesiti che pongo a me stesso alla vigilia di un l'autunno intenso che abbiamo di fronte di una legge di stabilità alla prossima che sarà una legge di stabilità di snodo
Trapassato il futuro
Di un futuro complesso che ne abbiamo il dovere di costruire e che non può
Essere
Uguale al tempo da cui proveniamo e mi riferisco soprattutto nel rapporto tra
Finanza ed economia reale
è il ruolo delle banche quando penso all'opportuno finanza idonea reale
Non può non tornare ad essere quello di ancella dell'impresa intanto perché la banca è un'impresa
Perché
Se per fare profitti ci si concentra esclusivamente
Sulla produzione di carta evidente che le dinamiche
Con cui si fanno le valutazioni
Su
Quali fattori produttivi necessario accompagnare in una certa fase storica sono dinamiche che
Alla fine finiscono
In una graduatoria ideale di priorità sempre in fondo e allora io voglio dire con grande franchezza siamo
In ogni
Un passaggio molto delicato anche nel rapporto con con la Germania
Per quanto mi riguarda un rapporto fondamentale
L'Italia a differenza della Germania non ha ricapitalizzato gruppi bancari
Parte
L'infelice storia aziendale del Monte dei Paschi di Siena
La Germania molto opportunamente ha ricapitalizzato undici gruppi ed su undici gruppi bancari nei ricapitalizzati sette con interventi statali
Con sessantaquattro miliardi di ricapitalizzazioni e ottanta miliardi di crediti deteriorati fanno circa centoquarantaquattro miliardi oltre il cinque per cento del PIL tedesco
Noi con un meccanismo che più italiane meno tedesco certamente non svizzero parafrasando la mia amica Laura Garavini
Abbiamo detto che andava tutto bene
E forse andava tutto Benigno non bene
Siamo intervenuti sull'unica azienda che era tecnicamente decotta e abbiamo fatto bene intervenire
E poi su tutto il resto
Con un meccanismo che molto italiano
C'è stato un confronto parlamentare tra chi gira la testa dall'altra parte e
Tra chi metteva la polvere sotto il tappeto
Quando lo metti le mani dentro i bilanci delle aziende
E le aziende stesse senza meno nasconderlo nelle audizioni pubbliche Camera e Senato mi riferisco a quelle bancarie ti dicono che dal due mila otto ad oggi ci son centotrenta miliardi di crediti
Deteriorati tradotto significa di crediti non più esigibili
Simile centoquarantaquattro la Germania
So che la Germania ha ricapitalizzato
Ed è intervenuta
Noi abbiamo spostato il problema anno dopo anno
E oggi ci ritroviamo di fronte a un bivio la mia proposta su questi centotrenta miliardi che sono già deteriorati
E di farli entrare la possibile deducibilità fiscale quindi questo
Personale contributo
Che il legislatore al dovere di dare alla al sistema bancario
La deducibilità fiscale di questi centotrenta miliardi onore lo affrontiamo e lo affrontiamo nel senso che se non mettiamo sulle spalle e facciamo un'operazione seria su quei bilanci
Oppure noi ci ritroveremo qui l'anno prossimo fra due anni fra tre anni e continueremo a discutere della difficoltà dell'erogazione del credito oltre che della condizione
Patrimoniale delle nostre banche e guardati indipendentemente dalle long term i financing operation perché quelle fatte sono servite
Ad acquistare titoli di Stato le prossime che dovrebbero servire per all'economia reale io temo che se non affrontiamo il tema principale la condizione dell'azienda bancaria media italiana
Le i mille miliardi annunciati a Draghi temo possano finire per
Tenere in vita alcuni asset ma faccio fatica a immaginare
Quali vincoli stringenti possano obbligare poi le banche a dare soldi a famiglie e imprese questo è un tema e un tema posto
Da chi
Ha introdotto
Nell'ultima legge di stabilità la norma prendendomi l'ira di tutte le banche italiane
Controllato cinismo
Cosa che è tornata nell'ultimo provvedimento al Senato in qualche modo con una manina che non abbiamo ancora individuato
Al Senato i nostri colleghi hanno ricche ANCE lato una norma che era stata cancellata registrabilità quella Camera dicembre dopo decenni
E consapevoli del fatto che anche sulla capitalizzazione degli degli interessi in Europa dobbiamo trovare un
Ad un certo punto un linguaggio comune perché ci ritroviamo meccanismi di capitalizzazione degli interessi che sono diversi per ogni Paese
Certamente sono diversi tuttora tra Italia e Germania come lo sono tra Italia
Che Francia e tre e tra Italia e Spagna
Ora
Alla vigilia di
Di
Di questo autunno a cui facevo riferimento
Noi come come legislatori abbiamo il dovere di dirci che cosa siamo in grado di fare
Il rapporto in Italia tra
Raccolta e prestigio un rapporto sbilanciato a favore di prestiti anche qui
Sono tra quelli più più più rigorosi e rigidi nel rapporto con
Le banche che si sono trasformate una parte per fortuna in Italia si imitata in produttori di carta
Anziché finanziatori dell'economia reale però rapporto complessivo in Italia è sbilanciata a favore presso i presidi
A maggio due mila quattordici l'ultimo dato utili che abbiamo e di mille ottocentotrentasette miliardi la raccolta di mille settecentoventiquattro
Questa è la condizione effettiva nella quale ne siamo
E siccome questa è la condizione nella quale siamo evidente
Che l'unica speranza oggettiva che ci ritroviamo è quella di
Accelerare il processo di integrazione in Europa
E quello di far sì
Che
Le targhette di contenuti Franzin cooperation annunciate da Draghi abbiamo vincoli stringenti
Ma se tutto questo vogliamo che entri nelle vene del nostro sistema economico dobbiamo arrivarci preparati di qui
Mia proposta è quella di
Affrontare senza ipocrisia il tema dei crediti deteriorati che quello che condiziona
Il sistema bancario italiano a qualsiasi tipo di ragionamento di prospettiva perché ognuno in quella condizione pensa salvare le proprie penne
E quindi il confronto si crede sui crediti all'impresa e sulla capacità delle banche di trasformarsi cancelli alle imprese e sempre condizionato da questa ipocrisia di fondo che spesso viene nascosta
Alla confronto di oggi godono
Un'importanza
Molto molto serio nel senso che consentirà a noi tutti
Di capire quello che che è accaduto in
In Germania in Europa in questi anni complessi difficili
Io personalmente diciamo da tifoso da sostenitore del rapporto tra Italia e Germania tra Italia e Germania e il
Rafforzamento del
Del
Del progetto comunitario
Dico agli amici tedeschi che probabilmente
L'uscita graduale
Delle banche italiane
Negli ultimi cinque anni proprio nel periodo due mila otto due mila tredici
Già sostegno al debito italiano
Forse è stata una strategia
A rischio zero per alcune banche tedesche non aiutato
Quelli che come noi cercano di rafforzare quel rapporto nel senso che che piacciono se dimezzata la posizione di rischio e le banche tedesche nei confronti
Della Repubblica italiana vivi diciamo i numeri sono incontrovertibili
Anche questa riflessione ne abbiamo il dovere di di farla con
La correttezza e la coerenza che ci è propria e che caratterizza anche i nostri rapporti grazie e buon lavoro
Grazie tante Presidente
Non posso che fare mia
Lele da un lato le tue considera
Toni e dall'altro e l'auspicio che anche da oggi anche dal confronto di oggi possano nascere ulteriori impulsi per promuovere quel processo di integrazione europeo a cui appunto andiamo
Allora tosse c'è fate un bel già
Io avevo posto alcuni quesiti già il Presidente Buttiglione aveva esteso in particolare anche in relazione all'opportunità
Di di prevedere anche Investimenti a livello europeo che consentissero
Di promuovere la crescita e che al tempo stesso però
Appunto cercassero di
Dare risposte a quel bisogno di liquidità
Tale per cui si possano in qualche modo promuovere anche occupazione e lavoro allora ti passo subito la parola
Siamo molto
Curiosi molto interessati a conoscere quella che l'esperienza tedesca
Partendo da quelle che sono diciamo un po'alle linee che si propone in particolare lei spende ma più in generale invece per capire anche su questa delicata materia
Qual è il riscontro che le schede sta ottenendo all'interno della grande coalizione
Grazie
Signore e signori care colleghe cari colleghi
Onorevole caro onorevole Garavini nei innanzitutto vi ringrazio veramente di cuore per questo invito
Per questo
Il
Compito impegnativo di parlare di fronte al gruppo di amici se tra un tedesco tutela si affrontano i temi
Più
Importante
E il proprio all'inizio voglio trasmettervi saluti
Cordiale di Sigma Gabriella
Presidente del partito e il Ministro dell'economia gli oratori che mi hanno preceduto hanno sollevato una serie
Di interrogativi
Che vanno al di là del mio intervento preparato che
Tenterò comunque alla fine del mio intervento di rispondere alle diverse
Domande
Però sulla base appunto di una di alcune considerazioni preliminari
L'Italia
E la Germania sono amano moltissimo il calcio una metafora calcistica
E che i clienti abbiamo di fronte a noi dei temi molto differenziati regolazione dei mercati regolazione delle banche e politica economica e finanziaria poi le questioni del bene comune della responsabilità
Individuare un solo tema un solo strumento enucleare allo non porta al successo e l'alta è l'Ascom dopo
Squadra deve essere un gioco di squadra deve essere una formazione complessiva e per cui una parte del dibattito europeo ma anche tedesco mi sembra
Non all'altezza perché in realtà dobbiamo avere il mix giusto
Dei temi per trovare poi il punto di equilibrio dal punto di vista delle politiche la regolazione
Le banche in Europa devono essere contrastanti con le banche dopo dobbiamo coinvolgere banche nelle strategie per superare la crisi questo è il tema che mi è stato posto
E secondo me Enichem dargli una mia risposta breve e che hanno bisogno di entrambe le cose non possiamo fare una cosa non l'altra
Quindi
Una serie di considerazioni iniziale preliminare
Condivido coloro che sostengono l'opinione di quello che dicono che il crisi non è ancora stata risolta la crisi dell'economia e della finanza non è stata ancora superata
E lui non sappiamo ancora bene che
Quel dove siamo collocati nell'evoluzione di questa crisi poi per quanto riguarda il ruolo delle banche sin dall'inizio
Voglio affermare che il sistema bancario del sistema
Finanziario sono due cose diverse
Quindi la funzione di servizio per l'economia reale e importante importantissima e vengono misurarsi con questa funzione in maniera più intensa rispetto al passato recente poi
Se pensiamo anche quella che diciamo la tradizione in Italia in Germania voglio dire che
La
La maggioranza del dei dipendenti edile dei dirigenti della banca delle banche elevata rispondono alla
Alla all'immagine diciamo del banchiere onesto diciamo
Non
Non abbiamo non non possiamo generalizzare l'immagine di speculatori senza scrupoli di casinò realtà appunto parliamo di aziende oneste e dirigenti onesti che hanno
Molto sofferto
Per le decisioni prese da chi non la pensava come loro
Poi
E in questo caso per quanto riguarda diciamo la la il mercato finanziario tedesco non possiamo parlare di una stretta creditizia
Per la Germania
Però idee le transazioni e interbancarie sono caratterizzate oggi da ostacoli da sfiducia
E quindi degli strumenti messi in campo dal dice ancora non hanno portato pienamente frutto
So bene che la situazione è diversa in altri Paesi dell'Unione europea
Ma
Questo ha anche
A che fare con i coefficienti di Basilea due Basilea tre che sono dei lender diventati più diciamo rigorosi
Per garantire appunto la solidità del dei crediti e poi ci sono quindi banche o s'oggetti
Nel al mercato finanziario che cercano appunto di siccome in Italia i loro i loro utili anche
Attraverso diciamo finanziamenti delle banche centrali semplice abbiamo bisogno di più risorse per gli investimenti ma da questo punto guardare con estrema attenzione dove vogliamo investire perché non
Non tutti gli investimenti sono opportuni e quindi in ultima analisi forse
Sarà
Necessario un coordinamento delle politiche appunto di investimento di infastidire politiche infrastrutturali a livello europeo
Per quanto riguarda adesso il tema della necessitanti di regolazione in Europa e anche l'indirizzo della delle spese che
E diciamo i tentativi che fa all'interno una grande coalizione voglio dire sin dall'inizio
Il ministro Gabriel Ministro dell'economia alcuni mesi fa
Anzi alcune settimane fa dopo un colloquio a Parigi a
Diciamo ha avviato un dibattito per quanto riguarda la piena diciamo l'assoluzione piena delle possibilità offerte dalla fiscale compact in Europa aggiungo una mia osservazione che spesso indi né in Germania il dibattito è ridotto alla parte sterzato d'instabilità e si dimentica che anche un patto di crescita il dibattito tedesco è dominato dalla questione dei risparmi del consolidamento dei bilanci mentre in altri paesi molti altri Paesi europei il dibattito ha una connotazione diversa quindi sulla base di questo contrasto
Voglio dire che per la estende in Germania si
Si è parlato troppo secondo l'esperienza troppo di risparmio mentre in molti Paesi e altri Paesi europei si è parlato troppo poco di riforme ma sono due lati della seconda parte della stessa medaglia
Questa potrebbe essere uno degli indirizzi fondamentali uno dei temi fondamentali da approfondire in secondo luogo volevo dire che il G venti nel due mila nove dopo l'esplosione della crisi
Diceva che ogni soggetto deve essere ogni prodotto ogni piazza finanziaria deve essere regolata dovesse regolata
Oggi
Siamo ancora lontanissimi su
La questo obiettivo anche perché l'impulso politico dopo la crisi del Lehman brado sa
Tutte le conseguenze che ci sono state e l'acquisto pubblico e l'impulso politico non ha trovato una traduzione concreta ci sono ancora differenze
Interessi diversi tra diverse piazze finanziarie europee o o piazze finanziarie globale
Alcuni paesi che avevano intrapreso questo percorso hanno fatto detto realizzare progressi per quanto riguarda la regolamentazione delle banche delle piazze finanziarie ma ancora
Ci sono grosse grosse lacune
Poi la politica la Banca centrale degli ultimi anni secondo a mio modo di vedere
A
Contribuito a la care le tensioni sul mercato e finanziaria
Oggi ci sono molte critiche che vengono mosse contraddice però l'ha fatto questo va detto
In qualche maniera con la funzione di supplenza rispetto alla politica europea sono mancate le decisioni politiche sia in Europa ma anche in Germania
La politica non è stata in grado o non ha voluto prendere queste decisioni quindi ritengo che la gran parte dei critiche mosse verso la BCE non siano giustificate
Ciò nonostante
Per quanto riguarda l'urla il futuro dell'evoluzione europea non abbiamo bisogno di
Più politica europea affida nel campo della
Delle politiche finanziarie aveva bisogno di una maggiore demmo creati tensione delle politiche finanziarie e politiche strutturali e questo lo dico anche per quanto quanto riguarda il meccanismo europeo di
Stabilità che non dovrebbe essere tanto gestito dalla proprietà ma piuttosto da gli organi che hanno una legittimità una legittimazione democratica anche qui c'è bisogno di riforme
Per quanto riguarda poi la politica degli interessi portata avanti da portata avanti dalla DC
Che è oggetto sempre di dibattito secondo me i rischi nella politica dei tassi bassi attualmente
Politica dei tassi bassi sono attualmente
Rischi diciamo che possono essere affrontati
Perché ovviamente ci sono ci sono dei problemi che vengono sottolineati sempre regolarmente anche del vicine
Però questi rischi per quanto gestibili non possono essere ignorati consente monitorare lo sviluppo gli sviluppi sui mercati finanziari quindi la politica dei bassi tasse
E poi quindi l'arrivo di individuazione di nuovi nuova liquidità ha fatto sì che la propensione al rischio di alcuni soggetti sulle piazze finanziarie è aumentata questa propensione al rischio e quindi
Quello che insuccesso ad esempio nelle Darpa anch'essa pesante a tutti i i titoli tossici adesso vengono strade sembra che vengono riproposti al mercato
Prego così il punto sul mercato e a livello politico secondo me dobbiamo essere preoccupati di questo perché i problemi
Collegati acquisti di prodotti finanziari non sono ancora stati
Risolti l'Unione bancaria bancaria la cosa giusta è una cosa necessaria e
Complessivamente trovo che sia stato imboccato intrapreso il percorso giusto però anche l'Unione bancaria solleva una serie di interrogativi che
Ci debbono interpellare anche per quanto riguarda l'evoluzione futura il settore bancario e settore finanziario a una strutturazione molto diverso nei diversi Paesi
Saprete forse che il sistema bancario tedesco si fonda su tre pilastri banche privati banche cooperative banche casse di risparmio in particolare
Queste due ultime categorie questi due colonne del sistema bancario bancario sono cargo contraddistinte da una grande eterogeneità per quanto riguarda le dimensioni del
Degli istituti otterremo casse di risparmio
E in una piccolo diciamo circoscrizione con duecentocinquanta mila
Grazie abitanti quindi terreni
Casse di risparmio due piccole una media ma
IRI diciamo le condizioni della regolazione sulla base dell'Unione bancaria e realtà
Per una conferma case risparmio piccola con una
Pill'ottocento milioni di Euro
Di bilancio all'anno i requisiti sono gli stessi per la Banca Agricola e per la banca molto grande quindi si crea una pressione ingiusti ingiustificata
Su questi piccoli istituti spingendoli alla fusione perché il piccolo istituto non è più in grado di
Adempiere ai requisiti diciamo della vigilanza bancaria e quindi anche la concessione di credito nei LEA in ambito rurale in ambito locale
Non è più diciamo viene aiutata da questo tipo di politica e su questo io vorrei
Che cambiasse la prospettiva
La situazione dei grandi istituti bancari totalmente diversa negli ultimi anni noi
Spesso
Ci siamo può confrontati con la lo slogan tu vede il trofeo troppo grande per
Fallire quindi
Con
Il problema appunto del rischio sistemico e quindi delle garanzie date appunto alle banche che avrebbero che comportavano on rischio sistemico
Secondo me non dobbiamo estendere il precipuo del tubetto Feo ma dobbiamo cambiarlo far diventare tubetto dovresti fare troppo grande per essere salvata
Ad esempio abbiamo dei delle banche con dei bilanci talmente enormi che non siamo più in grado di salvarli ad esempio la dolce banche in Germania all'UBS o il Credit Suisse n Svizzera
Che hanno dei bilanci
Che sono molto privo del
PIL dice di un Paese e quindi salvare queste istituzioni Confort i pubblici sarebbe inconcepibile per questo la regolamentazione bancaria deve tener conto anche di questo
Tipo diffide
Garanzia dei depositi i fondi di risoluzione tutti i temi che sono avviati verso una
Positiva
Soluzione preesistono invece altre tematiche che invece non attualmente non sono oggetto dei progetti di regolamentazione che il G venti non ha risolto questo vale per il settore bancario ombra sistema bancario collaterale
Che
Riguarda almeno le banche ma riguarda altri soggetti finanziari ma che in parte riguarda anche il sistema bancario questo vale pensando al sistema tedesco ecco le le le banche con il modello cosiddetto universale
Ma che hanno quindi una forte priorità sull'investment banche in banche d'affari
E che
Dice debbono
In realtà seguitano eludono la regolamentazione contraffazioni che vengono condotte un po'nell'ombra e questa
A un tema fondamentale per quanto riguarda il punto che interpella tutte le autorità di vigilanza all'Autorità
Che debbano sempre nel cercare di che inseguono un po'i modelli di investimento delle banche d'affari non lo sanno li conoscono prima
E quindi c'era un po'in Africa un po'in affanno quindi per quanto riguarda questo mercato grigio
Questo mercato grigio deve entrare in Borsa perché la Borsa del mercato del borsistico garantisce una trasparenza delle regole tre vuole per cui chiunque attivi una transazione di qualsiasi tipo lo deve fare il in uno spazio trasparente
E venne regolato sappiamo conosciamo quali sono gli interessi che sono a monte
Di questa la situazione
Perché
Sempre per citare un istituto tedesco laddove c'è banche ovviamente non interesse a far sì
Che questi ambiti commerciale operativi vengano
Portati in M. Borsa anche perché in realtà
La nel vago hanno paura di una maggiore trasparenza
Nel nostro dibattito quindi la separazione del Mar delle banche un tema fondamentale
Quindi una separazione rigorosa delle banche d'affari batte l'investimento da un lato e delle banche commerciali dall'altro
Vorrei dire sempre pensando al dibattito tedesco c'è ancora un altro aspetto perché separare le banche di per sé non basta
Il sistema bancario americano in realtà si fonda su questa separazione e no non ha questo salvato il sistema finanziario il sistema finanziario il sistema bancario americano dalla
Dalla crisi quindi è molto importante che né all'interno delle banche universali perché
Noi vogliamo la separazione nei bilanci non la separazione diciamo organizzativa però le regole per le per la concessione di grandi crediti che valgono nella settore interbancario
Valgano anche tra i due settori all'interno della banca universale appelli evitare che
Si arrivi non tanto a affari poco a transazioni poco trasparenti ma proprio per
Evidenziare chiaramente i rischi connessi a questa operazione c'è un altro tema
Che dobbiamo approfondire sempre nell'ambito a regolamentazioni della borsa dei mercati finanziari esiste nei cosiddetti
La contrattazione ad alta frequenza high frequency trading un settore che
è esploso negli ultimi anni e che in realtà
Sì si basa su una forte in un punto tecnologico teoricamente sarebbe facile regolamentare questa questo tipo di transazioni ma necessario organizzazione a livello internazionale
Non servirebbe a niente imporre regole su una piazza finanziaria perché questo farebbe spostare soltanto le transazione
Non dobbiamo però sottovalutare punti
I rischi appunto
Che questo settore
Portare diciamo la diffusione dei rischi e diffusione di incendi per così dire perché il
High frequency trading ha veramente le conseguenze che sfuggono a quante volte LEA controllo
Per quanto riguarda l'imposta sulle transazioni finanziarie la dopo per scontata spero che arriveremo ad averla
Chiaramente questa imposta sulle transazioni finanziarie
è un tema controverso anche a livello europeo ma per noi l'imposta sulle transazioni finanziarie è un aspetto importante perché ri ricollocati la responsabilità in capo ai
Agli operatori finanziari e che quindi parteciperebbero anche le conseguenze dei costi quindi sarebbe
Uno avrebbe un effetto molto benefico il fatto che i gli attori finanziari dessero il loro contributo sia per un fondo di una
Imposta sul valore aggiunto sui prodotti finanziari perché il parere IVA sul caffè o sul pane che viene pagato ogni collegio pagata ogni giorno
Mentre sulle assicurazioni i prodotti derivati di altre attività finanziarie non ci deve essere l'IVA questo veramente non riesco a spiegarmelo
C'è un altro aspetto su cui vorrei soffermarmi perché ritengo che sia di grande importanza ed è rimasto un po'nell'ombra cioè una questione di di un'agenzia di rating europea
Anche da noi è molto acceso il dibattito sull'opportunità la necessità di
Avere una propria agenzia di rating
Anche per aumentare il diciamo il livello di conti concorrenza all'interno del settore del reti oppure se avete piuttosto senso abolire le agenzie di rating attualmente
Secondo noi abbiamo discusso e potremo discutere molto a lungo sulla necessità sul ruolo delle agenzie di rating e potremmo discutere anche molto sulla
Validità e leggiamo i titoli le cui Vilardi quali le qualifiche di coloro che fanno renitente però sulla base di bandi Basilea due il Basilea tre
Che hanno dato una un ruolo importante la valutazione del rischio di credito anche le agenzie di rating hanno un loro ruolo in questo quadro diciamo di regolazione secondo me
è importante che anche nel settore delle agenzie di rating siamo mente in grado di trasparenza rispetto alla situazione attuale
Le agenzie di rating debbono assumersi la responsabilità anche dal punto di vista fiscale
Per i rating pubblicati anche per evitare
Che avvengano cose e ingiustificabili e dove nessuno si assume le proprie irresponsabilità per questo motivo guardiamo una certa simpatia all'istituzione di un'agenzia di rating europea autonoma
Viene
Ci sono state diverse iniziative negli ultimi due anni la cosa purtroppo non ha decollato non decolla secondo me questo è un problema che deve essere risolto e affrontato dalla nuova Commissione europea
Arrivo alla conclusione per poter meglio comunque un certo spazio per il dialogo all'inizio ho detto che la crisi finanziaria la crisi economica non è ancora
Arrivata alla sua conclusione e quindi lo Statuto è una delle banche deve anzi su una politica comune politica economica finanziaria comune e permette questo solleva una serie di temi tematiche
G Germania nessuno mette in dubbio il pareggio di bilancio perché condivide il debito debiti non vale solo con il problema il che non vuol dire
Che non vogliamo diciamo smantellare il settore diciamo un punto di gomma vogliamo
Aumentare la responsabilità
Distesa portare i libri per responsabilità di specie la responsabilità diciamo delle entrate nel settore pubblico nel settore privato
Su questo ci siamo impegnati molto in battaglia elettorale un essa deve essere onesti non abbiamo avuto un enorme successo con questi temi rimango però convinto che questo equilibrio la responsabilità di entrate di spesa è fondamentale
E quindi debbono essere affrontati in Europa alcune tematiche
Asta per far sì che chi è più in grado di dare un contributo lo faccia
Ad esempio
Le illusione fiscale l'evasione fiscale sono temi che causano irritazione problema a tutti e che veramente compromettono diciamo la funzionalità del settore pubblico
Secondo una valutazione del gruppo parlamentare tredici
Abbiamo
Una detta
I mille miliardi di euro a livello europeo attraverso appunto l'elusione fiscale l'evasione fiscale il lavoro nero quindi mille miliardi di minori entrate
Per quanto riguarda il bilancio tedesco le minori entrate sulle trenta miliardi di euro soltanto per le
Elusione
Cosiddetti modelli di risparmio fiscale e questo e non non è accettabile una questione di di giustizia che un bar a conduzione familiare nella mia città natale
Ma anche in proporzione molte più tasse e di una grande
Impresa multinazionale che si occupa di caffè che anziché ha sede negli Stati Uniti che
Attraverso
Un sistema dei diciamo Commissioni fa sì che il mio caffè costi tre euro e cinquanta mentre attraverso la sua condanna holding in Olanda ove in altre sedi
In realtà
Alla fine non paga tasse in Germania anche se il fatturato e gli utili questa impresa sono immensi oppure che ha una spedizione né un corriere internazionale
Che e operativo in Germania quindi io ordino libero consumi internet ma il conto né da fatture mi arriva dall'uso in Ugo il Lussemburgo questo è un servizio e i servizi non Navarra sono soggetti a imposta ma l'operazione avviene nei Germania qua con una Rocco diciamo un artificio di bilancio artificio dico di compensazione
In realtà non si pagano imposte Lussemburgo anche se c'è un'operazione
In Germania e questo non dà ovviamente un contributo alla alle risorse pubbliche anche se vengono utilizzate le infrastrutture tedesche le strade le infrastrutture di telecomunicazione
Quindi sono tutte questioni che a livello nazionale non possono essere arriverà il singolo Paese non possono essere risolti risolte
Si tratta di compete che il come se l'opera deve porre all'ordine del giorno per l'ordine del giorno affinché
Si decida sulla politica punto finanziarie del mercato politica economica comune che in qualche maniera contribuisca
A rilanciare garantire la capacità di agire dell'Europa e dei singoli Paesi e arrivo alla conclusione
Noi assenti nel all'interno della esistente ma in Germania in generale seguiamo con grande interesse la politica di riforma dei delle riforme
Italiana l'Italia si trova veramente a un
Grandissimo hanno snodo e ha iniziato movimento
Importantissimo che noi seguiamo con grande simpatia se il con l'animo pieno di aspettative
Un movimento che
Necessario di fronte alle enormi sfide civili
Dell'Italia eccessivo livello di disoccupazione di povertà e il quaranta per cento dei giovani non hanno né lavoro né formazione che tratta veramente di un tema che interpella e deve interpellare tutti noi
E quindi adesso ritorno a quanto diceva stigma Gabrielli in Germania negli ultimi tempi certi parlato troppo è solamente di risparmio e
Mentre gli altri Paesi dove si è parlato troppo poco devi formale le conseguenze di questa politica europea se non cambiassimo
Direzione e che i comunisti di destra e di sinistra crescerebbero se ne vanno avvantaggerebbero quindi
I frutti di questa strategia andrebbero a coloro
Che non vogliono l'Europa di quelle che alimentano il risentimento che alimentano l'esclusione
Il ventenne e gli altri Ida sta
Approfitterei di questa strategia fatale il nostro interesse diverso deve aumentare la capacità di agire dello Stato in Europa e in Germania in tutta l'Europa della mano pubblica e quindi abbiamo bisogno
Senza alcun dubbio di più Europa nondimeno Europa io spero che il Governo italiano il Governo tedesco avranno la forza di diventare la locomotiva di questo sviluppo grazie
Però
Tutta una serie di ulteriori quesiti dunque mi affretto a passare subito la parola a ti mangi lagna un che condurrà la moderazione anche perché abbiamo il piacere di avere con o ancora Francesco almeno per un po'che
Ma di tempo dunque mi affretto lasciando il posto
Sì buongiorno anche da parte mia mi sento
Molto
Onorato a farle intervistatore in questo ambiente
Grazie onorevole Garavini grazie a tutti per l'invito
Chiedo scusa che noi tutti e due
Poi parliamo molte riesco la comunicazione diventa più facile quando tu i tedeschi parlano tedesco questo è ovvio
Soprattutto su una materia come questa
Esce Fabio mesi amiamo
Assegnata alla sessione di settembre lei ha
Certezza nonché alcuni professori tedesche
Si sono rivolti alla Corte costituzionale rispetto a quell'argomento impegniamoci riunione bancari della vigilanza biancheria
Perché questi professori non sono d'accordo che la Banca centrale europea dovrebbe anche se i responsabili per la vigilanza bancaria e poi questi professori penso che per un'istituzione
Dio Natale autorità di vigilanza bancaria si devono cambiare anche i trattati europei
Io penso che quindi lei non è d'accordo non prestazione è portata avanti e questo è il professor perché significa che dobbiamo portare avanti ha detto trattativa ulteriori trattative
E in che quindi non possiamo realizzare questo Unione lanciare questa vigilanza bancaria
Non la penso così il tribunale costituzionale federale si è occupato più volte della regolamentazione dei mercati dell'Unione economica e finanziaria area
Già approvato diverse senza già emanato diverse sentenze questo mi sembra un tentativo di basso profilo
Di poche persone di
Certo ci sono sempre dei dettagli che possono apparire controverse ma secondo me noi dobbiamo portare avanti il nostro percorso verso una più robusta
Regolamentazione dei mercati mentre finanziari mentre il questo ricorso mira a ottenere il contrario e quindi secondo me la Corte respingerà
Questo tentativo cacciarsi Presidente del partito Gabrielli e il Ministro però federale economica
Ha veramente criticato FAS molto fortemente le banche mi dice che le banche praticamente
Qui
Trattando molto male chi volete direttive quindi è una domanda senior con cioè praticamente qui noi paghiamo il conto per quello che gli altri hanno commesso quindi errori e di cui non siamo responsabili
Lei pensa che in questura insieme alla
La nuova situazione che si manifesta quattro novembre a Francoforte porterà dei cambiamenti
Quando si è qui dentro purtroppo bisogna avere
La stessa cosa accade in Germania immagino per i miei colleghi
Bisogna avere la forza anche se non sia la volontà
Di dire che le cose che è un fatto di tutto predecessori in qualche modo sono anche tua responsabilità
Sono stati i Parlamenti nazionali
Acconsentire
Alle banche d'affari prima e a molte banche al dettaglio poi trasformate sì in banche d'affari
Nel
Utilizzare strumenti derivati per le amministrazioni pubbliche
Glielo dico perché è stata una battaglia del mio partito
Nel due mila otto per me sono entrato in Parlamento per
Un anno e mezzo
Conversari che alle allora era responsabile economico del Partito Democratico appena nato ne ho fatto non so quante battaglie
Contro l'allora Ministro l'economia Tremonti sulla necessità di vietare
L'utilizzo di derivati applicate le amministrazioni pubbliche e l'allora Ministro dell'economia passava da un'irrisione
Ad una
Definizione di noi che eravamo contrari di
Vecchi superati dal tempo non capivamo la novità
Poi è successo quello che è successo e devo dire prima di me io sono entrato in Parlamento due mila otto ma prima di me nel due mila quattro due mila cinque dove ha sede due mila sette i Parlamenti hanno dibattuto
Sulla funzione della finanza di carta rispetto all'economia reale e ma le maggioranze che hanno guidato i Parlamenti nazionali hanno portato
Alle scelte che poi dopo abbiamo pagato in Germania hanno portato sessantaquattro miliardi di ricapitalizzazioni pubblica
In Italia come dicevo prima meno ricapitalizzazione ma gli stessi crediti deteriorati perché di questo stiamo parlando oggi noi abbiamo
Dobbiamo sapere da dove veniamo dobbiamo assumerci la responsabilità anche di chi non la pensava come noi ma era maggioranza e ha cambiato in peggio
L'Europa e anche la finanza europea in maniera non drammatica perché quello che è accaduto negli Stati Uniti
Continuo a pensare che sia stata della genesi di quella bolla speculativa e però oggi ci ritroviamo di fronte
Un mondo che non ci dà nemmeno il tempo
Di risposte graduali io penso che l'unificazione l'Unione bancaria la vigilanza unica le stesse regole
Io vorrei le stesse regole dalla capitalizzazione degli interessi e alle modalità di erogazione del credito
Penso che l'Unione bancario esenzione fiscale faccia fatica a dare delle risposte definitive
Nella nella relazione
Ha toccato un punto straordinario me sta particolarmente a cuore quello del
Fisco al tempo dell'economia digitale
Il Servizio studi della Camera dei deputati ha pubblicato un rapporto
Che
Computa per quanto ci riguarda
Di
Un'emorragia finanziaria connessa a
Commercio elettronico pubblicità on line i buchi in quindi turismo elettronico
I giochi on line e attività finanziarie che ormai sfuggono al controllo un mercato genitale ancora molto basso di venticinque miliardi che porta al fisco italiano zero
Questi sono temi che se non affrontiamo insieme
E non affrontiamo insieme non fra due o tre semestri ma in questo semestre
Noi faremo fatica
Ad uscire di qui a dire ma non ci sia anche Pitino i tedeschi e quindi abbiamo spostato di mezza legislatura decisione perché intanto saremmo travolti da problemi che che che spesso non sono
Governabili né da un decreto legge né da una disegno di legge
Ecco perché io penso che il tempo che ha finito
Famiglie
E imprese non hanno più pazienza ed è anche comprensibile la credibilità
Del progetto comunitario passa attraverso la capacità che avremo nei prossimi mesi e io penso
Soprattutto una sola si tagliano i dare alcune risposte se non le daremo pagheremo un prezzo altissimo
Del quale forse noi che saremo chiamati a pagare quel prezzo non abbiamo responsabilità ma non possiamo dire
Di non essere quelli che devono prendere decisioni perché la responsabilità che avremo è quella delle decisioni di oggi che
Io mi auguro vengano prese ma che rischiamo di non saper prendere perché non ci capiamo e non per ragioni di lingue
Percepibile di
Ok
La BCE spazi
Grazie sottopone centoventi banche europee al cosiddetto stress testa non non capiamo bene quello che verrà pubblicato a ottobre ci sono dei timori e c'è chi teme il loro
L'innescarsi dei turbative del mercato opulenza sui mercati e anche di crisi di alcune di queste banche
Quindi il senso di questa vigilanza unica sembrerebbe poi poter creare più più anziani rispetto a quanto
Diciamo tranquillizzare i mercati
Risposta esaltare gli stress-test servono a verificare se le banche sono in grado di gestire determinati i rischi e quel punto valutare anche il
La parola diciamo i sistemi di valutazione dei rischi interni alle banche mi ricollego a quanto detto prima la vigilanza dei mercati finanziari e vigilanza bancaria negli ultimi anni ultimi decenni generali molto spesso
è dovuto a correre ha dovuto rincorrere gli sviluppi l'evoluzione del sistema finanziario in alcuni casi la vigilanza bancaria la vigilanza finanziaria e in realtà
Non riusciva appunto a verificare appunto quello che avveniva quindi il dente liste le stesse saranno da verificare queste dinamiche
Io però non sono un esperto del settore bancario per dare una una risposta completa cioè tutti i criteri che vengono applicati
Nei listini negli stress-test sono tutti sensati sono tutti ragionevole abbiamo dei feedback negativi da parte
Del settore cioè nel modo in cui vengono
Applicati questi
Questi gli stress test
Cioè
Che
Non appaiono del tutto validi però secondo me complessivamente
Sono valide questi stress-test perché possono portare appunto separi evidenzieranno che esistono dei problemi e questo è
è il senso di questa iniziativa
Che poi ci siano delle retail senza se e
E naturale
La domanda
Quindi l'ultima ratio e che segna una banca non è in grado di adempiere al criterio di finanza bancaria potrebbe vedersi ritirare la licenza bancaria
Mi chiedo se effettivamente siamo veramente in grado di togliere la licenza a una banca tedesca UniCredit nel caso in cui questa banca
Non si non soddisfacesse tutti i criteri risposta
Nella democrazia parlamentare
Nello Stato di diritto e lealtà la responsabilità ultima spetta alla
Politica
Perché il primato della politica più perché in quanto
Detentore della legittimità democratica deve valere nello Stato di diritto democratico per questo motivo
Uno stato di diritto democratico
Deve essere in grado se qualcuno non rispetta le regole o se qualcuno tenta di ottenere vantaggi a sud a
Diciamo per con pregiudizio per della collettività
Deve essere in grado di dire il tuo modello operativo non funziona e quindi non è più questi diritti perché tu violi le regole che non ci siamo dati insieme quindi non puoi portare avanti questo modello commerciale
Che danneggia gli altri per quanto riguarda invece degli istituti di dimensioni più più piccoli che abbiamo visto anche
In altri Paesi arrivare alla
Sottrazione diciamo a ritirare la licenza da un punto di vista formale il giusto abbiamo parlato anche di illusione di evasione fiscale quindi le banche
Casey rendono colpevole vanno consigliate clienti di evadere o eludere le tasse in realtà
Queste banche
Debbono
Aver paura degli venga ritirata la licenza
Certo obiettivamente se pensate che siamo a delle banche molto grandi ci sono delle leggi saranno delle difficoltà sarebbero delle difficoltà quindi ripeto
Io voglio ribaltare il principio troppo grande per fallire farlo diventare troppo grande per salda Samperi per essere salvata
Tutto no subito Feo ma tubetto restio
Per cui questi istituti debbono assoggettarsi a questi meccanismi di regolazione
Ovviamente quelli arriva l'ispezione finanziaria cioè la vigili rappresentanze vigilanza mai vengono con con tre e funzionari che si trova di fronte invece schierati
E i migliori giuristi migliori avvocati quindi
Ad esempio negli Stati Uniti serie o un imprenditore vuole utilizzare nuovi modelli per di per risparmiare sulle tasse deve e in qualche maniera renderlo pubblico cioè notificarle prima
Quindi queste diciamo questo deve essere diciamo reso più trasparente domanda lei ha una certa responsabilità per quanto riguarda la piazza finanziaria di Francoforte
C'è forse un piccolo conflitto d'interessi visto che lei proviene diciamo da una zona ho che da vicina Francoforte ci potrebbe essere un piccolo conflitto di interesse
Nel senso di Commissione od omissione questo esempio ed in Gran Bretagna gli interessi vengono dichiarati conflitti d'interesse
Risposta
E io voglio pensare che appunto la maggior parte dei leader degli operatori bancari siano onesti io non amo gli slogan i cliché non non voglio demonizzare
Tutte le banche in in generale
Però
Su alcune questioni di fondo del o delle posizioni molto chiare ad esempio per quanto guarda la regolamentazione del settore bancario ombra
In giro io il logo o
Un conflitto tra la la banca tedesca e la barca e la borsa io o la mia posizione perché io l'
Voglio che determinati ambiti operativi
Vengano diciamo portati in Borsa per garantire la la trasparenza non esiste una politica finanziaria generale di Francoforte Francoforte l'asse della BCE sarà la sede anche del nella vigilanza bancaria unificata Francoforte la sede della
Delle associazioni delle delle casse di risparmio delle candele banche cooperative
Quindi anche lui
In alcune norme differenziazione non esiste una piazza finanziaria
Omogeneizzare Londra non lo capiscono tutto tutti domande quando ha delle banche cooperative le casse di risparmio lei nella sua introduzione ha detto che questo tipo di banche
Sì a volte si trovano a soffrire di questo nuovo modello di vigilanza perché sono piccoli risolve istituti dei piccoli questo è molto importante per la Germania
Perché appunto soddisfano le esigenze dei del piccolo cliente nella erogazione quotidiana di piccoli crediti
Però questi piccole banche vengono sono o diciamo veramente sottoposte ad una vigilanza particolarmente puntigliosa da parte dell'autorità europea
Sulla base dell'esperienza degli ultimi anni che dove abbiamo visto appunto soggetti che hanno realizzato un grosse speculazioni con una base di credo troppo bassa non dovremmo forse invece valorizzare il ruolo di queste piccole banche che sono realtà
Molto solide
Allora in primo luogo
A livello europeo
Secondo me dobbiamo sostenere il modello
Tedesco sei nel modello bancario tedesco con le sue specificità non c'è però una polemica tra la Germania rally
Londra Francoforte Londra fra l'Italia la Germania la
In un primo mese si tratta di una contrapposizione tra il settore delle banche private in Germania e il settore delle banche
Cooperative e delle casse di risparmio in Germania quindi ho parlato ci sono
Diciamo tentativi discreto di gettare discredito sul sistema del tedesco delle diciamo con tre pilastri
Sulla base degli input delle banche private ma questa è un tentativo di gettare discredito vengo dalla Commissione europea non vengono da Londra o da Parigi quindi
E
Era stato da situazione appunto nel settore bancario non è ancora del tutto chiara dobbiamo dire anche con grande chiarezza che anche il settore delle casse di risparmio non è del tutto scevro di di problemi ci sono stati sono definiti che possono essere mosse per quanto riguarda
La gestione della crisi
Finanziaria la testa lp
Io faccio parte della banca regionale Dellas faccio parte del Consiglio d'amministrazione che è veramente un modello operativo estremamente prudente semente conservatore
Che ha quindi saputo affrontare con un certo successo la crisi però non possiamo separare il mondo in in buoni e cattivi ci sono in realtà del dei problemi trasversale in tutto il settore
Silvestri identico sanarli perché in questo doppio Papalia aveva una parte pulite vuole il sopravvento rispetto alle banche ma d'altra parte le banche sono necessari come si può vedere in Italia per mantenere
Economico per rilanciare l'economia e lo vediamo anche adesso che c'è una strettoia creditizia in Italia e le banche hanno talmente paura di concedere crediti che non ne concedono più
E quindi è chiaro che un imprenditore condannato a fallire se uno non li dà neanche dieci nell'atto di credito
Per rilanciare Grasso impresa o per farla nascere quindi questo è la situazione reale nessuno di da soldi e quindi questo non si può migliorare semplicemente e si fa qualcosa a livello europeo con banche d'affari e cioè
Ma
Si deve coinvolgere anche le banche a livello nazionale come si può
Ricreare e il coraggio da parte delle banche in come si deve fare per non fa Storari pari questo coraggio da parte delle banche ampi
Non possiamo costringere questi soggette esitate direi decisione imprenditoriali di banche private banche private comunque devono poter operare quindi dice
Non possono
Però mantenersi ambita soltanto sul
Sul differenziale dei tassi di interesse tra i loro tasse e quelli della Banca centrale anche perché prima o poi la politica dei bassi tassi
Potrebbe finire io già
Evidenziato quelli che potrebbero essere i rischi di questa politica quindi non non è del tutto
Scevra da da interrogativi comunque deve essere un dialogo tra politica economia reale e settore bancario per ripristinare una base di fiducia
Che chiarisca quale deve essere il punto di equilibrio politico che riporti ad una situazione di fiducia in Italia forse no
Mi pare che
Ci sia un problema di
Fiducia ad esempio a che alla fine del percorso di riforma che
Veramente partito negli ultimi mesi
Non c'è libertà totale fiducia che questo processo riforma PAC produca
Effettivamente i risultati che l'economia reale si attende
Lei associazione degli imprenditori la più questo ci sorprende realtà sostengono un Partito progressista il primo che il primo ministro Renzi questa appunto ripeto una cosa abbastanza
Sorprendente ma non si può imporre ai soggetti agli operatori di avere fiducia la fiducia deve essere coltivata la fiducia deve crescere e cresce soltanto sulla base di decisioni reali di cambiamenti reali
E quindi auguriamo al Presidente Renzi di avere il grande forza e grande energia per esportare in condurre in porto la nave delle riforme parleremo tra breve domanda del Presidente Renzi un'altra domanda sul ruolo della BCE
Esiste abbastanza liquidità da dare a ed da erogare alle impresa attraverso la politica del bassi Tanzi dei bassi tassi di Draghi
Mette a disposizione liquidità che però non viene richiesta e in maniera sufficiente in Germania viene criticata la politica di Draghi
E lei prima ha detto che lei condivide questa politica del bassi tassi se appunto questa politica porta
Punto però con non porta a delle a prodotti che esso lei vanno vecchi problemi risposta non condivido le critiche
Perché in realtà le critiche vorrebbero che la BCE non svolgesse un ruolo attivo ma soltanto un ruolo meramente difensivo quindi non condivido le critiche vengono mosse alla BCE perché
La BCE ha svolto un ruolo di supplenza rispetto ad una politica che mancava sia di
Forza che di volontà e quindi dal TAR dobbiamo
Riconoscere ad anche da decine di aver tenuto insieme le euro e e l'Unione appunto monetaria ripeto esplicitamente espressamente non condivido queste critiche al tempo stesso
La politica dei bassi tassi attualmente è corretta però presenta dei problemi problemi che vanno
Affrontati e per cui abbiamo molte banche private che ottengono finanziamenti
A condizioni favorevolissime ma non li eleggono condizioni favorevoli
E quindi questi
Risorse debbano essere mobilitate anche per gli investimenti in Germania sono posso parlare per l'Italia non la conosco
La situazione quindi non so se in in Italia c'è veramente un attimo una stretta creditizia e quelli nei quali siano le cause di questa aggredita ma in Germania posso dire che
E il denaro non viene erogato condizioni favorevoli perché le banche realtà
Cercano di sfruttare di guadagnare sulla politica dei bassi tassi e questo non va bene ma oggi non abbiamo gli strumenti abbiamo i meccanismi per contrastare questo questi comportamenti un altro aspetto che questa politica dei bassi tassi
E quindi con questa diciamo ondata inondazione di liquidità sui mercati possono generarsi nuove bolle speculative dobbiamo essere molto molto attenti perché c'è una parte
Dei
Dei delle banche che stanno iniziando a scioglierà liquidare lombarda anche se quindi prodotti che erano rinchiusi in queste date danza vengono riconsultare avvengono riconfermo dire sui mercati qui i rischi non sono scomparsi sono stati acconto una accantonati per un periodo adesso rientrano nel mondo delle transazioni
Quindi questo è un pericolo che va monitorato con grande attenzione questo vale sicuramente per la
Situazione tedesca
La politica dei bassi tassi in questo senso per la Germania non è più indispensabile dobbiamo guardare però reca un'ottica complessiva per quanto riguarda l'Europa e quindi noi siamo favorevoli
A questa politica perché l'Europa deve essere un mercato che funziona bene
E evitare che crolli l'idea europea ripeto il tema della disoccupazione giovanile per la mente il tema
Se noi non riusciamo
A arginare l'incendio anti europeo e ri far rivivere la fiamma della degli ideali europei un'Europa che
Delle significare non solo in
Dato ma anche il progresso sociale se non riusciamo a riaccendere questa fiamma avremo dei problemi a lungo termine tra perché lì
Insieme ai colleghi che sono qui presenti a partire dai componenti del gruppo interparlamentare
Onorevole Bombassei onorevole Piepoli onorevole altra idea il collega compiti le arti se n'è andato il collega sugli anni fa davvero molto piacere che siano presenti e tanti di loro se ne sono andati accanto al pari del collega Cassano
Insomma davvero diversi numerosi partecipanti e mi piace sottolineare il fatto che abbiamo anche esponenti del mondo bancario e dunque se c'è Desideri se c'è interesse anche di prendere la parola segnalate nell'o mista piacere salutare il dottor statuti UniCredit il dottor Gatti che ci raggiunge addirittura alla Camera di Commercio italotedesca di Francoforte che ringrazio abbiamo la collega Tatiana ai file che saluto e ringrazio davvero per la partecipazione ma l'onorevole Piepoli ha già chiesto la parola prego
Io vorrei
Fare un paio di domande che questo
Certo l'atteggiamento di precauzione rispetto all'incendio dei mercati finanziari e quindi anche delle crisi bancarie
Che dalla Germania ci viene mi pare un dato indubbio soprattutto appartiene anche all'esperienza tedesca basista in ai gruppi in An banche checché antico giunto un Heiner banche diceva già Bertold Brecht nel mille novecentotrentuno
E quindi
E giusto solo però che oggi mi permetto di dire forse
Bisognerebbe collocare questo in uscita in uno scenario di crisi dell'Europa
Un paio di anni fa a dicembre credo del due mila dodici
In occasione del
Mi pare di un
Premio del libero europeo è inutilmente insieme come già accade allora proseliti se quando vedi dirigenti europei oggi mi domando chi di loro RFI deve
Del
Di Monnet
Potì Schuman
Mi chiedo
Se per caso all'interno di un sistema che mantiene un suo equilibrio dialettico rispetto all'Europa e penso in particolare a questo ruolo anche di cerniera ma anche di oltre ad Air France falso perché se il punto è Stefansson schieri kit continua ancora esercitare in Germania per così dire come
Tutela della sovranità nazionale e per il potere di centrali
Del sistema democratico teso forse anche non va il mondo tedesco dal svolgete un filo di autocritica anche rispetto alla condizione attuale dell'Europa
Se cioè il tetti città politico che noi abbiamo in Europa probabilmente meriterebbe un contributo ulteriore
Da parte esattamente delle classi dirigenti tedesche cento risulta un po'bizzarro che lo debbano chiedere come dire agli italiani tutto questo
Per la massa di problemi che noi abbiamo di fronte per il nostro per la nostra crisi di sistema politico istituzionale
Però è anche vero
Che solo delle élite generose sono in grado oggi di saltare l'Europa per questo mi farebbe piacere a sapere cosa pensa un
Esponente dalle rispettive su questo grazie mille onorevole Piepoli io proporrei di raccogliere le domande che abbiamo ancora il dottor scaduto dell'UniCredit dei vertici dell'unica e se ci sono ancora altri quesiti vi prego di segnalarmelo in modo tale che facciamo la raccolta e di un paio di domande e poi giungiamo le
Lentamente alla conclusione ringrazio il
Una domanda e una osservazione abbiamo parlato
Molto di quello che il tema
Del credit crunch in realtà vede
Do la dal
Dal mondo bancario noi siamo come
Sapete un operatore sia in Italia che in Germania
Il problema oggi nella qualità del credito che viene richiesto come
Richiamava anche il presidente Buttiglione cioè di credito per investimento di richiesta di credito per investimento ce ne
Molto molto poco vi assicuro che
Su questo quando ci sono delle aziende che chiedono credito sano c'è una gara con il
Coltello tra i denti tra le varie banche per poter dare soldi a quelle imprese il problema è
In Italia che la maggior parte del credito e credito per situazioni già in difficoltà quindi in credito per
Ristrutturazione eccetera in Germania la situazione un po'diversa ma anche in Germania come sapete ne siamo con la i poveracci banche la seconda banca
Nel mondo Corporet ma abbiamo visto da anni che c'è un una curva piatta se non un calo della domanda per investimento quindi forse c'è un tema più generale
Di aspettative l'imprenditore nel momento in cui
Non ha delle aspettative
Ovviamente non investe allora mi chiedo non dobbiamo
Ragionare o capire come fare in Europa perché non è un tema questo punto solo italiano per rilanciare questo aspettative per ricreare
Un clima di sviluppo di crescita che poi può trainare tutto il resto grazie
Grazie a lei ancora domande prego
Tatiana alcalina mai essi esce nell'azione Annales fai Napoli
Secondo ad avviso della banca
Finlandese Roma io sarei a favore di un'agenzia di ruralità invierà ovvero indipendente io non trovo molto sensata abolire le agenzie violento incombe a
Anarchistes perché
è facile stabilire offerti ai nostri uno aprite ingredienti pensi invece lustri quindi uno dovrebbe interrompere il monopolio delle agenzie di rating americane ma con l abolire
Assolutamente ridicola perché si deve attribuire un valore ogni Paese ogni titolo grazie
Bene allora concluderei qui fissando la da parte di chi l'aveva non quella che viene no lascerei allora le conclusioni atto astice fatte prego Thomas
No no sbanca di fare il CIPE grazie queste
Domande
Rispondo all'ultima domanda sono d'accordo con lei
Quello che è successo in questo consorzio
Se
Secondo me
Anche la soluzione di creare una fondazione
Quindi il discorso della istituzione di un'agenzia europea indipendente mi sembra tutto un discorso molto valido né discusso molto allo scorso quando questo tentativo
Fallito quando perché una parte degli investitori nel consorzio se tirato indietro ovviamente sono accordo con lei non vedo che non riusciremo ad non aboliremo mai le agenzie di rating
Ma sarebbe veramente opportuno
Fa farsi che le agenzie che oggi en dominano il mercato si confrontino con la maggiore concorrenza una maggiore trasparenza
Domanda sono domanda sulla qualità dei crediti e sull'evoluzione delle le ulteriori
Prospettive quali può essere la chiave di lettura
Questa chiave duplice in primo luogo
E lei come rappresentante di una banca queste cose le sa meglio di me
Il transazione interbancarie è un problema alla valutazione dei rischi in questa transazione si fonda su Basilea due su Basilea tre
Anche gli insegnamenti che abbiamo tratto dalla crisi finanziaria vanno nel senso che lei ha descritto l'impresa e che non hanno bisogno di crediti perché hanno fondi propri
Sufficienti di realtà si trovano ottenere crediti a a condizioni molto favorevole me altri inglese
Che si trovano esposte a un rischio elevato non riescono a a farsi strada nonostante la
Le grandi
Risorse finanziarie messe a disposizione dalla di scie
Non è noi in Europa non esiste una cultura vera delle start-up APPA non esiste un fondo di capitale di rischio per le nuove stampato e questo è un tema abbastanza attuale anzi molto attuale anche in Germania
E in una
Fase in cui il GIP del annuncia
Di far confluire cento milioni di euro in un proprio fondo europeo
Ulteriormente stata tra per ovviamente per poi ovviamente poteva acquistare le start-up più valide e questa è la è l'obiettivo di GIP del quindi dobbiamo anche qui insieme cercare una soluzione condivisa
Per lei come banca
Questo vuol dire che le banche dovesse più coraggiose nelle
Nelle decisioni che che riguardano i rischi non ci può essere una erogazione di crediti senza rischi questo è il loro è il vostro il vostro campo
Le attività io come politico non posso come dire togliervi questa responsabilità le banche le olive tali più coraggiose
Questo è il vostro compito investire nell'economia reale solidamente il risanamento di aziende delle aziende
Estremamente complesso perché lì ci sono altri rischi però l'atteggiamento di base di fondo delle banche devi cambiare le banche devono aumentare la propria propensione al rischio il che non vuol dire
Che
Che appunto Sicil cioè non bisogna andare a speculare marito determinati prodotti alimentari di saper investire vera mente nell'economia reale in maniera sostenibile
Inoltre
Abbiamo bisogno
Delle cose che sono detti Hall Hondt Renzi Gabriella alcune settimane fa a Parigi cioè abbiamo bisogno di un'iniziativa comune per la crescita in Europa
E l'alta abbiamo già avremo qualche cosa da fare di importante per le infrastrutture
Se avessimo nuovi finanziamenti e se avessimo una
Una statualità un settore che ci consentisse di operare rapidamente
Evitando ritardi e puntuali di venti anni per realizzare una nuova strada se avessimo queste cose qualcosa riusciremo a fare il pagamento questo innesca nuovi impulsi per quanto riguarda poi le decisioni di investimento se un'impresa edile essa che verrà realizzata uno nuovo nuovo collocamento collegamento stradale
E la impresa ha bisogno di nuovo macchinario anche la banca valuterà diversamente i rischi quindi più coraggio e impulsi e stimoli per la crescita tutto questo quindi
Sotto diciamo nella l'ombrello il cappello delle riforme
Poi un terzo punto all'autocritica in
In Germania
Grazie storici in realtà interviste ma politico tedesco e
E di c'è chi dice che è veramente caratterizzato da moltissima auto critica
C'è chi lo dice una certa ironia ma l'ironia è molto pericolosa in politica a me piace invece l'ironia per questo utilizzo spesso diciamo toni ironici però è il vero
Anche il dibattito interno in Germania
Ins in diversi sotto diversi aspetti detenuti deve superare la propria proprio provincialismo l'Europa non diventa più forte
Se alcune rappresentante rappresentanti Paul politici o o accade emerge come avvenuto nel caso di questo Sfarra nel bizzarro ricorso costituzionale ovvero esponenti
Dell'economia si comportano come se non è il punto rimane a fosse l'isola felice e ponderato che consuma se potesse andare avanti da sola questo anno funziona
Nell'ultima campagna elettorale il livello locale a livello di Lante io ho sottolineato come nel un'impresa
L'attività della mia del mio Lante forse è un'impresa nota in Italia che produce
Delle cucine
Utilizzate nel serve molto
Diciamo in voga nel mercato dell'Europa meridionale e affatto fallimento perché
Le persone che perdono un terzo il proprio reddito che hanno un lavoro precario
In realtà non si incontrano una nuova una nuova
Cucina quindi per questo ritorno alla questione della creazione di fiducia la questione delle aspettative per questo motivo
La la situazione della gente qui è strettamente collegata collegata alla benessere in Germania
I centottanta lavoratori che hanno perso al loro posto di lavoro in un paesino che non non è noto a molti cinquecentottanta dipendenti e loro famiglie
E le aziende dell'indotto che avevano un buon reddito e quindi potevano consumare consumare macelleria ristorante eccetera
Che la loro situazione è collegata alla situazione esistenziale
Del delle persone che vivono ad Atene a Roma o in Spagna questo è stato compreso
Nella durante la campagna elettorale a livello regionale deve modificarsi il dibattito nove il visto il benessere tedesco collegata collegato maniera esistenziale
Con
Il benessere di tutte le parti tutte le componenti dell'Europa stessa e questo deve trovare un maggiore riscontro nelle politiche nazionali che poi si si rispecchiano nella politica europea con la nuova Commissione da una vera
Opportunità se non so se il suo seguiamo i tecnocrati i burocrati
Con delle persone che vogliono Europa più sociale un'Europa più equa si tratterà di una svolta politica non si tratta soltanto di chi
A maggiore potere nella Commissione
Ma di chi effettivamente fa cambiare le cose secondo me quello che dice io un piglio temi diversi chiunque le hanno delle sfumature qua quasi sociale all'democratiche forse ha capito
Ne ha parlato anche per quanto guarda il Lussemburgo rispetto alla questione di amazzone modello
Operativo di Lussemburgo non va bene per l'Europa abbia bisogno di maggiore comunanza abbiamo maggiore dire aiutare di più
Chi ha bisogno dobbiamo percorrere con coerenza in Italia in Germania questa strada perché il tempo il tempo stringe grazie
Tutto la politica incontra la realtà B credo che anche da oggi anche grazie al contributo anche di autori agli esponenti anche del mondo appunto bancario oggetto dell'iniziativa di oggi credo che anche oggi abbiamo dato un piccolo contributo in questa direzione
E sempre più convinti che soluzioni sia difficile trovarli ma senz'altro le soluzioni alla crisi che ancora regna vadano sempre nella direzione di più Europa e non di meno Europa come diceva giustamente tosta cioè fare un bel nel suo intervento
Allora grazie infinite grazie trovaste
Un piccolo omaggio da parte del gruppo interparlamentare italotedesco un grazie a tutti coloro che hanno preso parte i nostri lavori e ci rivediamo il ventinove di settembre grazie ancora