28LUG2014
intervista

Le scritte antisemite sui negozi della capitale: intervista al portavoce della Comunità ebraica di Roma Fabio Perugia

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo Radio - 11:53. Durata: 11 min 11 sec

Player
"Le scritte antisemite sui negozi della capitale: intervista al portavoce della Comunità ebraica di Roma Fabio Perugia" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Fabio Perugia (portavoce della Comunità Ebraica Romana).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 luglio 2014 alle 11:53.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Antisemitismo, Comuni, Destra, Discriminazione, Ebraismo, Ebrei, Esercizi Commerciali, Europa, Francia, Gaza, Guerra, Israele, Italia, Marino, Medio Oriente, Olocausto, Ordine Pubblico, Pacifici, Polizia, Razzismo, Religione, Roma, Sicurezza, Ue.

La
registrazione audio ha una durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci

11:53

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo in collegamento con Fabio Perugia portavoce della Comunità ebraica di di Roma per a parlare degli episodi che si sono verificati in queste ore a Roma dove sono apparse numerose scritte
Antisemita così come accaduto in altre capitali e europee in altre piccole città europee dove soprattutto in Francia ci sono stati degli degli episodi in cui
Ci sono state iniziative
Dal chiaro carattere anti seguita
Lei autorità pubbliche francesi hanno mantenuto un atteggiamento pilatesco che in qualche modo a diciamo
Inasprito la situazione ma ambientato manifestazioni li entrambe le parti dopo
Lo scoppio del Confin coccolava di Gaza e Israele oggi il porta che il
Diciamo il il responsabile tra Comunità ebraica di Roma pacifici si rivolge alla sindaco di Roma Ignazio Marino Fabio Perugia
Ci spieghi che cosa chiedete al primo cittadino tra capitale
Allora alla primo cittadino della Capitale al Prefetto di Roma ovviamente
Chiediamo che ci sia una massima attenzione in questo
In questo periodo su ciò che avviene
Sull'autostrada è chiaro che sappiamo che c'è già un grande è una grande attività di di prevenzione siamo però in un momento
Straordinario dove riaffiorano episodi che ci riportano alla mente al Papardo come per esempio al mille novecentonovantatré quando furono accade
Cioè le gocce di proprietà dei persone di religione ebraica deve spendere
Viale con riferimenti chiari quindi
Alla Shoah c'è bisogno di avere attenzione
Vattimo perché Roma non può diventare come
Come Parigi non può diventare come altre città dove purtroppo andare in giro con la kippah intese copricapo ebraico è un un atto che vi è un atto pericoloso quindi
Sappiamo già che c'è la massima sensibilità perché diamo una maggiore attenzione perché non vogliamo che incolumità degli ebrei in Italia sia dizioni nel rispetto della nostra Costituzione
Vogliamo manifestare farla lì per fare in modo libero senza dover
Aver timore di poterlo fare
Mò visto che pacifici affatto nel comunicato ha fatto un paragone con degli episodi che si erano verificati nel mille novecentonovantatré a cosa alludeva
Quando all'epoca nel novantatré in corso manca una situazione molto particolare in Israele verso Roma fieri versavano
Degli ordini confronti che ebrei romani furono attaccate delle gialle
Sopra nei corsi Carbutti ebreo redditi o dei proprietari i cui proprietari sono di religione Brigham vuote non possiamo accettarle oggi
E sappiamo che a Roma il biglietto è inevitabile diversa rispetto al passato ma questo non vuol dire che non dobbiamo temere anche dei è quello che è successo oggi
Veramente giovare all'alba più brutta che Roma abbia visto negli ultimi tempi
Centinaia di scritte sui muri della capitale ondate baltiche con
Scritte di odio nei confronti degli ebrei rispetto anche a quello che dicevi prima vorrei fare un appunto la Francia qualche
Giorno fa dichiarato che durante le manifestazioni del reato
Gridare particolari a morte gli ebrei
Lo stesso sindacato di polizia tedesco la scorsa settimana anche perché tenga istituita una legge per
Poter
Avere dati minacce di morte riprendi
Ecco l'Italia quello che può fare
Se da una parte prevenire dall'altra parte a rendere più alte delle misure di condanne con sua ricchi scende in piazza
Per fare delle campagne di odio
Volevo sapere se diciamo
In questa campagna d'odio che si è scatenata in queste ore è stata presa in considerazione un'iniziativa come per esempio
Lo sciopero del mille novecentottantadue quando ricordato un sabato diciamo molti negozianti di Roma decisero di di chiudere i propri esercizi
Visto che il clima particolarmente teso volevo sapere se è stata presa in considerazione un'iniziativa che come ricordo venne presa all'indomani di un gravissimo attentato al davanti alla sinagoga di Roma
Ancora
Speriamo che non di non dover mai giungere
A iniziative di questo tipo perché i fatti che è successo nel mille novecentottantadue che ho ricordati
Avevo appuntato ovviamente sono di una gravità senza precedenti maccheroni tra l'altro a poche settimane dall'del del dalla visita di di era fatta a Roma che venne accolto con tutti gli onori in Parlamento
Tra l'altro io vorrei ricordare
Successero una serie di fatti prima di quella di quell'episodio abbastanza eclatanti uno per tutti durante una manifestazione
Dei metalmeccanici approvo ma in cui indicava anche alla Palestina e contro il rende conto quindi anche
Gli ebrei fu depositata una bimba di fronte
Al al Tempio Maggiore di Roma qualche giorno dopo purtroppo sappiamo che quella Baracco riempivano al corpicino al piccolo
Stefano Gaeta c'è che fu
Rimarco che rimasi coinvolto neanche quel barbaro attentato ecco non
Ad oggi non abbia non quello previsto nelle manifestazioni
Ugolini di diciamo di
Di protesta nei confronti di questi gesti però la protesta che arriva è una grande indignazione e la richiesta alle istituzioni
è un altro impazzita dieci corretto che politiche oneroso e non noi di essere vicini
La tanto è quello che questo clima detenzione vada a Praga che e non ho ad aumentare certo è che qualora l'asticella dell'attenzione faretti consigliava uomini che ancora non saremo pronti a scendere in piazza
Volevo sapere
Se è possibile insomma una valutazione su quello che sta accadendo in Medio Oriente voi cosa
E la comunità cosa
Auspicato in un momento così difficile e confuso dove si alternano diciamo notizie di di di tregua con notiziati di guerra ecco con questo sanguinoso
E al Bilancio che ha colpito entrambe entrambe le parti volevo sapere con
Una una riflessione o comunque una portare una parola che popò San qualche modo
Calmare gli animi ecco
Io vorrei siamo dalla parte di tutti i civili che sono coinvolti in questo Consiglio
E civili italiani che da anni ricevono e di i missili ormai sofisticati
Da parte mia marcia che dalla striscia di Gaza né mancia ha decine ora qualche giorno fa in passato anche
Certo saltuariamente
Ma siamo anche da parte dei civili palestinesi che in questo momento soffrono sono sotto scacco di uno un'organizzazione
Terroristica riconosciuta tale dalle più importanti istituzioni internazionali
Spero e io credo che l'opinione pubblica abbia iniziano a comprendere che
Hamas non lo fa il bene del popolo palestinese
Ecco per poter portare pace
Inondare in un momento del genere c'è bisogno che
Tutta la comunità internazionale
Prenda con cieco consapevolezza di voler il vero grande tumore di questa guerra cioè un gruppo di turisti che non fa il bene della popolazione civile né da una parte né dall'altra nel fronte
Capito un'ultima domanda volevo sapere se
Diciamo intorno al comune qualche ebraico di di Roma è aumentata la sorveglianza in qualche modo le misure di intimiditi sicurezza oppure se non si è arrivati a diciamo a chiedere questo ancora
Per capire il posto e c'è stata l'attenzione da parte delle forze dell'ordine comunque
Se se visto quello che sta accadendo in altri capitali europee si ritiene che sia necessario un po'aumentarla vigilanza ecco
In Italia è un caso molto particolare rispetto alle altre nazioni i rapporti che ci sono con le istituzioni che si occupò
Il nostro Paese e di sicurezza sono sono molto molto solide siamo un po'moderno per le altre comunità ebraiche in giro per il mondo
Possiamo dire di essere degli ebrei che vivono
Insicurezza è questo il dado anche drammi scure che probabilmente durante tutto l'anno anche impedirvi tra virgolette di pace sono abbastanza
Concrete a un livello
Un
Insomma non
Non vengono trascurate che non me lo trascorre misure di sicurezza nostri confronti dall'inizio dello schema lo scoppio deve di questa guerra non possiamo dire che sono aumentate solare abbiamo le stesse misure di sicurezza che ci sono che c'erano
Una centrale
Chiaro è che in questi giorni è una maggiore attenzione nei confronti di quei gruppi estremisti che a Roma che riterrà di sinistra
Ne scendono in piazza per manifestare locale dentro dando la bandiera della pace mascherando però quella dell'odio
Va bene io ringrazio anch'io ringrazio Fabio Perugia portavoce della comunità ebraica di Roma con il quale abbiamo parlato della situazione che si è venuta a creare in questi giorni nella nella capitale nella richiesta di un giunge un intervento del del del sindaco di Roma su quello che abbiamo visto gli epici dirà agli episodi di antisemitismo che abbiamo visto in questi giorni nella
Purtroppo nella capitale grazie
Grazie al Franco Ambra c'erano tutti