28LUG2014
intervista

Intervista a Lucio Malan sulla riforma del Senato

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 4 min 50 sec

Player
"Intervista a Lucio Malan sulla riforma del Senato" realizzata da Claudio Landi con Lucio Malan (senatore, Forza Italia).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 luglio 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Costituzione, Forza Italia, Istituzioni, Partito Democratico, Politica, Referendum, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo ora qui con noi Lucio Malan di Forza Italia senatore Malan dunque mi pare di capire Forza Italia vincolata al patto del Nazareno col Presidente del Consiglio ma
è un ente da lì non si sposta I usiamo tenere i pasti e stiamo abbiamo fatto un grosso lavoro migliorando il testo
In Commissione addizionali il Senato non elettiva
Che non è certamente una condizione posta da noi è stata posta dal Partito Democratico
Il quale
Da solo non ha la maggioranza per fare per fare una riforma ma tanto meno ce l'abbiamo noi che abbiamo certamente molto meno per
A me stare dunque non possiamo avere tutte le condizioni che avevo ricovero Senato non elettivo Eataly con un compenso per premio di maggioranza e una moltitudine di sbarramenti
E indebolimento diciamo così degli istituti di democrazia diretta non è proprio tra il capolavoro
Indubbiamente la vanno
Va preso in esame il problema di contrappesi la questione referendum io per esempio ho presentato un emendamento per rendere più facile l'autentica oggi l'autenticazione possano essere fatte come è noto da Cancellieri da notai che però dei quali però
Molto difficile per la disponibilità anche perché fanno un altro lavoro
Possano TEN-T cari consiglieri comunali ma solo per il loro comune e i consiglieri provinciali che però non ci sono più i consiglieri comunali ce ne sono di meno i partiti non hanno più soldi
Non è più possibile fare spedizioni postali a tariffe agevolate per cui diventa molto più difficile per cui bisognerebbe può anche starci aumentare il numero se però questo numero reale cioè se ci sono non sono cinque milioni di potenziali firmatari di persone che firma avrebbero volentieri
Bisogna fare in modo che insomma almeno uno su cinque di questi riesca a firmare questo istituto di democrazia diretta il principale il referendum abrogativo però insomma è tutti trittico che è un po'poco simpatica
Questo
Dunque il adeguarne democrazia diretta è uno degli aspetti anche l'aumento delle firme per la
Lecito iniziativa popolare francamente
Lo trovi motivato in più che altro
Sia al di là del del numerosa di quanto è stato aumentato ma io non vedo l'opera necessita non è che siamo non siamo certamente intasati da problemi di legge d'iniziativa popolare che sono pochissime semmai bisognerebbe
Garantire un esame serio ma
Questo in realtà si si fa la vi ricordo la scorsa legislatura fui proprio io il relatore di uno di questi leggere settima Funo furono ricevuti di promotori per cui non lo vedo un problema né in un senso né nell'altro
I problemi di bilanciamento a livelli istituzionali invece ci sono
Il Presidente della Repubblica eletto che può essere eletto sempre da una maggioranza semplice
Sia pure al nono scrutini anziché al quarto non è che sia proprio un capolavoro neanche questo i giudici della Corte di giurisdizione
Esatto bisognerebbe
Si dovrebbe però verso introdurre magari dei quorum più alti e non soltanto un numero di votazioni maggiori
Oggi perché per evitare appunto che ci sia una una maggioranza pigliatutto mente questi tali punti continuato per piacere o può ridursi
Il problema
Del sistema del sistema parlamentare che abbiamo che poi
Per molti versi simile nelle sue impostazioni di massima ha quella delega parte degli altri Paesi europei se non tutti e di avere un Governo in Parlamento dello stesso colore e di conseguenza per necessità di un Parlamento che abbia la maggioranza certa
E dovendo avere una maggioranza certa scusi proporre questa più questo pericolo questo problema nella maggioranza certe nella Gran Bretagna padre mamma e padre del
Modello Westminster col Collegio il malefico all'ultima elezione non c'è stata una maggioranza certa non è che a Londra si siano implicate nuova
Il Governo di coalizione
Ed era
Come è vero che per esempio adesso in Danimarca c'è un Governo di minoranza che non ha la maggioranza in Parlamento per cui devo andarla a cercare dico tengo aperta ci vorrebbe una maggiore come dire una cultura della mediazione che diciamo negli ultimi
Vent'anni non è stato molto sviluppata anzi c'è stato un una gara a mettere in evidenza i punti di scontro tanto che anche i Governi di gradi larghe intese sia Monti sia letta
Sono falliti perché
A naturalmente io dando la colpa al centrosinistra forse dalla della diranno la stessa cosa di noi ma
Perché mi sembra che la sinistra mi ha voluto imporre la sua agenda in particolare delle cose che vi erano più fastidiose per noi che esattamente l'opposto di quello che c'era da fare un Governo di coalizione chiarissimo rileviamo come sempre Lucio Malan senatore diffusi dalle come sempre non soltanto da Radio Radicale