28LUG2014
intervista

Riforme: intervista a Corradino Mineo sulla lettera-appello ai senatori della maggioranza del Presidente del Consiglio Renzi

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 4 min 31 sec

Player
"Riforme: intervista a Corradino Mineo sulla lettera-appello ai senatori della maggioranza del Presidente del Consiglio Renzi" realizzata da Claudio Landi con Corradino Mineo (senatore, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 luglio 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Costituzione, Elezioni, Governo, Istituzioni, Ostruzionismo, Politica, Presidenza Della Repubblica, Referendum, Renzi, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con noi Corradino Mineo senatore del PD direttore oggi lettera del Presidente del Consiglio e senatori della maggioranza sembra di capire Presidente Consiglio pronto anche a una trattativa su cosiddetti tali
Innanzitutto io penso che Matteo Renzi abbia fatto bene a ringraziare
I senatori del PD
Lo dico con semplicità ma senza noi derelitti
Reddito operativo i dissidenti del PD questo calendario che prevede sedute fino a mezzanotte non sarebbe passato e non sarebbe stato neanche il decreto competitività probabilmente
Quindi fa bene a riversare un atto di
Realismo in secondo luogo vedo che Renzi promette molte delle riforme che ha annunciato la riforma che
Il Paese tenda bene capo ne attendiamo anche noi passiamo a quelle di merito
Però la terza cosa e che sulla prima di queste riforme quella costituzionale Renzi continuano ad entrare nel merito non rispondere nel merito bisogno questa Roma
La prima obiezione al Presidente del Consiglio segretario del PD dà molto fastidio che
Qualcuno venti di un suo autoritarismo questo gli fa onore
Cazzola però basta rispondere su quale deve essere l'equilibrio fra Camera e Senato se tutti voi una Senato come il Bundesrat non mi piace la proposta Finocchiaro vuole
I presidenti di regione i Sindaci delle Città metropolitane il Senato dei governi
Coma nel Bundesrat basta semplicemente detto dica che
La Camera il Bundestag si elegge con la proporzionale
Ho anche detto dica semplicemente che hai troppa i tumori all'emendamento Testini per cui il Presidente della Repubblica
Se non viene eletto le prime tre volte con la maggioranza dei due terzi quindi col concorso dell'opposizione bensì è legge a scrutinio di versare diretto all'arbitro che si regge studi universitari diretto ma insomma bisogna fugare la sensazione
Che dietro questa riforma ci sia l'idea
Prendo alla Camera
Grazie a una legge maggioritaria
E il premier nel momento stesso in cui diventa premier mette le mani anche sul finale ma lei è il punto in più dice bisogna che lo schema sia bilanciare in un modo nel
Sia bilanciato che si risponda su queste questioni
Il Presidente della Repubblica deve essere garante quindi non può essere letto dalla sola maggioranza e il Presidente del Consiglio non curano risulta ormai sono settimane
Questo per desidererei siano capisco cioè francamente non capisco perché questa bella lettera
Se avesse avuto un paio di risposte per esempio sul tema dell'autoritarismo
Che così tanto lo stende ripeto gli fa onore avrebbe
Dissolto come
Neve al sole l'ostruzionismo l'ostruzionismo Ecole al proprio sul trenta marzo
è un errore assoluto perché in questi due mesi e mezzo dalla posizione originaria
Del governo molto pasticciata
E che però passava nell'opinione pubblica sulla base del sedato che vogliono i senatori tutti a casa ANCE lontano pescato si è passati ad una
Parte importante ormai pubblica che capisce pasticcio
Che c'è dietro certe posizioni allora in qualche misura noi
Dissidenti abbiamo vinto l'ostruzionismo è un ostacolo per noi noi vorremmo passare alle questioni di merito perché non si deducono i deputati
Perché non si elegge
Il Senato o alternativamente non si trasforma il Senato in un mondo esatto cioè in una roba dei governi regionali con i contrappesi indispensabili
Perché
E indebolire est gli istituti di democrazia diretta come i referendum perché mantenere l'immunità che non si giustifica più
Perché non permettere che i diritti della persona se rimane in Senato siano leggi su cui il Senato può intervenire direttamente insomma mi pare di capire non ce l'autoritarismo c'è molta confusione questo sì molta confusione purtroppo dall'inizio perché
Il il disegno di legge Renzi boschi era fatto male
Aveva due corsie tra di loro contraddittorie da una parte vorrebbe supera il bicameralismo e sembrava che il Senato mantenuto dovesse essere un Senato delle garanzie dall'altro lato voleva un Senato tipo Bundesrat però senza
Di lanciare la Costituzione poi è stato cambiato con la logica di una mediocre trattativa sindacale cioè tirando la coperta da una parte e dall'altra non guardando
L'insieme devo dire che così come
Nella peggiore revisione costituzionale che abbia mai visto settant'anni finché siamo Corradino Mineo come semplice approdare radicale