30LUG2014
stampa

I Deputati di LED (Libertà e Diritti - Socialisti Europei) illustrano le modifiche ottenute al Decreto legge di riforma della Pubblica Amministrazione

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:30. Durata: 22 min 3 sec

Player
Gli intervenuti parlano inoltre della funzione e del ruolo politico di Libertà e Diritti - Socialisti Europei, che si qualifica come "sinistra di governo", e del suo approccio politico con il Governo Renzi.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "I Deputati di LED (Libertà e Diritti - Socialisti Europei) illustrano le modifiche ottenute al Decreto legge di riforma della Pubblica Amministrazione" che si è tenuta a Roma mercoledì 30 luglio 2014 alle ore 11:30.

Con Gennaro Migliore (deputato, Misto - Libertà e Diritti-Socialisti europei (gruppo parlamentare)), Titti Di Salvo
(deputato, Misto - Libertà e Diritti-Socialisti europei (gruppo parlamentare)), Nazzareno Pilozzi (deputato, Misto - Libertà e Diritti-Socialisti europei (gruppo parlamentare)).

La conferenza stampa è stata organizzata da Libertà e Diritti.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Amministrazione, Appalti, Berlusconi, Camera, Camere Di Commercio, Carcere, Centro, Cerveteri, Corruzione, Costituzione, Crisi, Decreti, Democrazia, Docenti, Economia, Editoria, Esodati, Fava, Fiducia, Fornero, Giornali, Giustizia, Governo, Industria, Informazione, Iniziativa Popolare, Istituzioni, Italia, L'unita', Lavoro, Legge, Legge Elettorale, Liberta' E Diritti, Madia, Mafia, Mercato, Ostruzionismo, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Pensioni, Polizia, Presidenza Della Repubblica, Previdenza, Pubblico Impiego, Referendum, Renzi, Riforme, Scuola, Segreto, Senato, Servizi Segreti, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Societa', Stato, Storia, Stragi, Sviluppo, Vigili Del Fuoco.

La registrazione video della conferenza stampa dura 22 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

11:30

Organizzatori

Libertà e Diritti

Scheda a cura di

Enrica Izzo Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Grazie per aver per la vostra presenza
In primo luogo vorremmo aprire questa conferenza stampa di libertà e diritti socialisti europei
Inviando un messaggio di forte solidarietà e sostegno alla redazione dell'Unità
Siamo convinti che L'Unità sia certamente un giornale quindi una voce
Del pluralismo informativo democratico del nostro Paese ma siamo anche molto legati
All'unità per la sua storia per il prestigio per
Il contributo che ha dato alla libertà alla qualità del nostro Paese siamo assolutamente convinti
Che in primo luogo
Gli azionisti e anche ovviamente in primo luogo il Partito Democratico possano
Scongiurare questa chiusura siamo di fronte ad una situazione nella quale gli spazi di libertà informativa vengono sempre più ridotti non tanto da una mano autoritaria ma dal mercato
Siamo stati impegnati nel corso di questi mesi e di queste settimane anche
Nel
Denuncia di quelle che sono ulteriori difficoltà che sono venute
Addosso al mondo dell'informazione penso per esempio tutta la vicenda
Francamente
Incredibile dell'equo compenso rispetto al quale abbiamo manifestato tutta la nostra
Contrarietà per l'accordo che è stato raggiunto quindi questo momento lo vogliamo in in sé tutto dedicare
A quella redazione e a quel collettivo di uomini e di donne che nell'unità hanno sempre visto
Un
Un punto di riferimento e anche noi ovviamente allo stesso modo lo abbiamo non sempre individuato
Questo era per noi un un segnale dovuto e necessario
La conferenza di oggi l'abbiamo convocata in realtà non per questo motivo perché avevamo convocata anche prima del
Notizie non positive che vengono
Da quella relazione da quel da quel giornale perché volevamo annunciarvi
Che abbiamo fatto una valutazione collettiva
Rispetto al quale debba essere il nostro atteggiamento formale nei confronti del come
L'abbiamo fatta in una sede
Come quella del seminario che si è tenuto sabato scorso dove libertà e diritti socialisti europei si è riunita Cerveteri
Abbiamo approfonditamente discusso di quale debba essere
Anche la natura della nostra associazione che lo voglio ribadire non è un partito non si candida alle ulteriore frammentazione del quadro politico ma lavora esplicitamente per costruire un soggetto unico e pluralistico
Argomento che è stato condiviso anche dall'unico ospite che avevamo invitato che Lorenzo Guerini che il
Coordinatore del del PD
Abbiamo fatto una scelta insomma di una solo invito proprio per dare il senso della nostra volontà di
Dialogo con l'intero Partito Democratico
E sulla base di questa decisione di questo orientamento abbiamo anche valutato che alla prova della primo voto di fiducia dovessimo esplicitare questo orientamento
Noi abbiamo il voto di fiducia
Sul decreto novantadue mila quattordici quello cosiddetto della pubblica amministrazione e della riorganizzazione degli uffici giudiziari come un banco di prova per quanto ci riguarda molto importante prima di tutto perché
Si tratta di una riforma strutturale di quelle di cui il Paese ha bisogno e che nel
Nonostante non sia completa ovviamente avendo anche avuto la forma del decreto piuttosto
Che del disegno di legge contiene degli elementi profondamente innovativi
E contiene quegli elementi che possono essere di stimolo anche alla crescita lo sviluppo del nostro Paese
Noi abbiamo valutato che questo sia uno dei punti fondamentali abbiamo fatto la nostra scelta di fondarsi
Relazione a quello che era stato
Il decreto sugli ottanta euro perché anche in quel caso avvisavamo da parte del Governo una spinta positiva nei confronti del Paese i problemi nel Paese ci sono l'atteggiamento che noi vogliamo
Avere nei confronti di questo Governo è quello di
Inviare un messaggio di fiducia rispetto a quelle che sono le sue possibilità non votando la fiducia al Governo
Perché comunque proveniamo da una collocazione di opposizione ma aprendo una fase di interlocuzione nuova che certo non è quella
Del contrasto pregiudiziale a questo Governo
Abbiamo quindi deciso sulla voto di fiducia di astenerci
Perché ritenevamo di dover cambiare collocazione rispetto a quella
Che fin qui ci aveva personalmente caratterizzato essendo sempre stati nove
All'opposizione votando no ai voti di fiducia che fin qui sono stati presentate
In questo senso credo che debba essere valutata positivamente questa apertura di dialogo lo vogliamo fare anche nel riconoscimento
Che anche su questo singolo provvedimento c'è stata una disponibilità effettiva da parte del Governo ad una mediazione
E ad un
Accoglimento di alcuni punti qualificanti che poi vi diranno
E chi si sa Titti Di Salvo e Nazzareno Pirozzi nelle comunicazioni successive io la voglio fare breve noi siamo
Interessanti a costruire un rapporto positivo da sinistra di governo con questo esecutivo
Mantenendo le nostre idee le nostre opinioni e cercando di contribuire con un duro lavoro di mediazione a qualificare nel merito i provvedimenti
Si tratta in questo senso di abbandonare la strada dei delle strumentalità degli ostruzionismi senza
Nessuna finalizzazione dell'utilizzo della dialettica parlamentare solo a fini di visibilità e non ai fini del cambiamento concreto e qualificante dei provvedimenti
Abbiamo registrato nel corso di questi
Di queste settimane anche dei passi in avanti importante voglio dire che anche su un tema delicato come quello del segreto di Stato
Il Governo inizia a fare i conti con il proprio passato con il nostro passato e con la possibilità di
Costruire un rapporto nuovo e diverso con i cittadini
è evidente che questa è una giornata di calma piatta direi in questo ramo del Parlamento mentre dall'altro lato c'è infuria una battaglia
Ostruzionistica che noi non condividiamo ci sono delle
Dei punti sui quali ovviamente
Convergiamo e riteniamo che si possa trovare un'intesa
Penso alle firme sui referendum penso a gli strumenti di allargamento della partecipazione popolare anche al rafforzamento dei
Dei poteri di bilanciamento
Per le figure di garanzia costituzionale a partire
Dal Presidente della Repubblica non sul tema dell'elezione diretta perché ci sembra evidente che differenziando il bicameralismo le funzioni delle due Camere
Non
Sia
Giusto individuare nell'elezione diretta
L'alfa e l'omega di questa battaglia penso che noi da questo punto di vista dobbiamo essere
Però convinti che
Lo spazio per la discussione per la trattativa debba essere
Capace di dare una risposta in positivo all'esigenza delle riforme che vengono
Richiesta da tanta parte del Paese perché
Esaurito il tema delle riforme
Costituzionali e ovviamente della riforma elettorale
Anche su questo voglio dire che noi non abbiamo cambiato idea pensiamo che si debba abbassarlo sbarramento e renderlo uguali fuori e dentro la coalizione
E che si debba
Introdurre un meccanismo per rendere diretto il rapporto tra eletto elettore
E non quindi attraverso le liste bloccate queste le nostre delle conserviamo ma siccome
Il nostro un Paese che stenta nella crescita ha una difficoltà
Che risulta sempre più evidente perché la crisi si sta generalizzando in tutta Europa ne abbiamo bisogno di riforme strutturali che riguardino la vita concreta delle persone e credo che
Esaurire il capitolo dopo trent'anni che se ne parla
Di una riforma costituzionale sia un obiettivo di per sé molto importante sul quale è giusto dare un contributo
Ed è giusto cercare anche delle proposte risolutive sulle quali
Ovviamente quando
Si affaccerà da questo lato della Camera saremo anche più precisi questo volevo dire quindi
Astensione sulla fiducia voto positivo sul provvedimento del PdL novanta sulla pubblica amministrazione
Identità nostra come forza
Di sinistra di governo che essi inizia confrontare in maniera più ravvicinata e senza chiedere nulla in cambio lo voglia essere su questo voglio essere molto chiaro
In altre epoche storiche i cambiamenti
Erano di collocazione erano legati anche a trattative che non ci sono state non siamo convinti della scelta che abbiamo fatto e a maggior ragione dopo l'evoluzione diesel ne siamo convinti
Nel corso delle ultime settimane
E quindi in questo senso siamo consapevoli che quello che stiamo facendo è un passaggio di fase
Complessivo rispetto al quale
Abbiamo intenzione di continuare a lavorare
Naturalmente brevemente perché Gennaro Migliore a detto in con assoluta chiarezza le ragioni
Del voto che esprimeremo oggi e domani sulla fiducia e poi sul decreto sull'Appia allora intervengo soltanto su un punto
Che ci sembra essere quello decisivo
E cioè c'è una domanda di cambiamento fortissimo che dal Paese arriva alla politica e le elezioni europee hanno dimostrato come questa domanda i numeri la forza il bisogno che quei numeri esprimano
Ora il punto e il ruolo che ne vogliamo giocare e quello di qualificare la risposta a questa domanda di cambiamento
Perché è evidente che una domanda che si misura con la necessità di cambiare da parte del Paese la politica industriale la politica economica e le condizioni sociali le condizioni materiali delle persone è una domanda a cui possono arrivare risposte differenti né vogliamo qualificare quella risposta
Per essere diciamo precisa
E facendo degli esempi concreti
Oggi arriva da molte persone l'insofferenza per esempio per l'ingiustizia in cui versano persone che la riforma fornirò condannato essere senza pensione senza lavoro penso che su dati
Non è il Governo Renzi che ha creato questa condizione al Governo Renzi spetta il compito di rispondere sanando ciò che è avvertita perché
Come profonde ingiustizie
Analogamente non è questo Governo che ha non ha creato le condizioni per la politica industriale sono scelte mancate per anni ma è questo Governo che ha necessità di rispondere con scelte precise
Nel decreto Pubblica amministrazione c'è l'esigenza di interpretare
La risposta alla domanda di cambiare qualificare la pubblica amministrazione
Non è questo Governo che ha inventato i risultati della scuola ma questo Governo in questo caso che ha necessità di rispondere nel decreto della pubblica amministrazione c'è una risposta
Perché
Agli ESU dagli insegnanti su dati della scuola nel decreto novanta viene data la risposta potranno andare in pensione così come nello stesso decreto
Cioè l'eliminazione
Delle penalizzazioni per chi andava in pensione previste dalla Ford meno senta legge Fornero sempre
E che era un traguardo che inseguiva da più di trenta mesi un esempio concreto per dare il senso della nostra funzione politica noi capiamo che oggi il Paese ha un grandissimo bisogno di cambiare chiede di cambiare da una delega per cambiare
Il punto che quel cambiamento va qualificato quando noi diciamo che vogliamo
Siamo giocare il ruolo di una sinistra di governo che sinti interloquisce positivamente per
Connotare positivamente le risposte a quel cambiamento se per esempio il lavoro fosse il valore del lavoro fosse il punto fondamentale di è la politica di crescita se per esempio la i laghi sconfitto forte finora OPA Alitalia sta combattendo perché
Campi la direzione di l'austerity ecco questi sono in gioco i traguardi che oggi le risposte che il Paese se spetta qui in Europa né vogliamo essere quelli che sostengono la
In cerca delle risposte giuste che tengano conto delle condizioni materiali del paese
Adesso do la parola Nazzarena credo
Sì grazie a tutti
Io
Solo per dire che questo provvedimento la pubblica amministrazione che era uscito dal consiglio dei ministri come un provvedimento un buon provvedimento che aveva dentro alcuni aspetti positivi è stato
Migliorato Titini diceva anche Gennaro alcuni esempi mi è stato migliorato in maniera importante nel suo passaggio in prima Commissione alla Camera dei deputati
E io credo che il lavoro fatto la libertà e diritti è stato un lavoro importante un lavoro fondamentale
Perché il nostro approccio è stato appunto quello di intervenire nel merito del provvedimento e di guardare gli interessi dei cittadini e da migliorare la pubblica amministrazione
E non semplicemente quello di trovare i difetti nel Governo questa per noi è stata è stato posto sibili perché dall'altra parte sia il ministro ma di Asia il sottosegretario Luchetti e tutto il Governo hanno consentito
Che il testo uscito dalla Consiglio dei Ministri potesse essere appunto discusso migliorato e in un certo senso
Profondamente cambiato dal dal Parlamento ovviamente noi riteniamo che questo sia un primo pezzo un primo penso che poi dovrà trovare compimento con la legge delega che è già stata presentata e con la quale noi
Riteniamo che debbano essere fatti altri passi in avanti ci si riferiva di importanti fattasi fatti per quanto riguarda il sistema previdenziale
Ci sono importanti
Diciamo così avanzamenti per quanto
Riguarda il cambio generazionale ci sono questioni a nostro avviso molto molto importanti Chieri danno l'anti corruzione che riguardano la possibilità
Di dare a questo Paese delle regole dei controlli che mancano da troppi anni
Noi su questo abbiamo presentato anche emendamenti che potessero migliorare questo aspetto crediamo che nella legge delega
Dobbiamo discutere ancora più approfonditamente perché ci sono alcuni aspetti messi in campo soprattutto dei Governi Berlusconi per quanto riguarda
Le procedure negoziate per esempio degli appalti pubblici che a nostro avviso fanno radicalmente cambiati perché
Crediamo che avere un sistema trasparente ed un sistema che possa consentire a tutti gli attori sia alle aziende sia agli amministratori pubblici
Di avere regole semplici e certe non possa fare altro che migliorare il sistema amministrativo complessivo del nostro Paese
è chiaro che ci sono altre cose ancora da da migliorare da mettere in campo però non dimentichiamo che in questo provvedimento
Ci sono anche mille assunzioni dei vigili del fuoco che sappiamo quanto questo sia importante per il nostro paese e ci sono anche altre assunzioni per le forze di di polizia è chiaro che tutto questo potrà avvenire se
Continuerà
Questo rapporto fruttuoso tra Governo e Parlamento di cui nuovi con il nostro impegno in una settimana di grandi lavori in Commissione siamo stati di
A nostro avviso importanti attori protagonisti perché abbiamo fatto in modo che il Governo potesse ascoltare quelle che erano le richiede del Parlamento e quelle che erano in un certo senso le richieste che ci venivano hanno gli stessi sollecitate da molti operatori della pubblica amministrazione non dimentichiamo
Che nella legge delega ci sarà anche la necessità di riorganizzare tutto il sistema camerale delle Camere di commercio e del del nostro Paese sul quale noi abbiamo fatto anche in questo caso una battaglia perché riteniamo che il testo uscito
Il testo inizia il decreto potesse essere punitivo per i lavoratori e noi riteniamo che non si può a migliorare il Paese non si possono fare riforme se queste non tengano conto della valorizzazione di chi lavora nella pubblica amministrazione questo è stato il punto fondamentale sul quale noi ci siamo battuti e dobbiamo dire
Che questi aspetti di principio sono stati sono oggi presenti nel provvedimento e speriamo che nella legge delega possiamo portare avanti questa battaglia grazie
Prima di passare alle eventuali domande che ci sono vorrei sono specificate perché lo solo accennato
Che il tema del rimozione del segreto di Stato riguarda il cosiddetto protocollo farfalla
Cioè quella procedura che quel protocollo che era stato
Di fatto introdotto perché consentiva una accesso ai detenuti al quarantuno bis
Da parte di agenti dei servizi segreti l'averlo rimosso
Grazie anche ad una battaglia fatta la Commissione antimafia qui cioè Claudio Fava che per vicepresidente della Commissione antimafia è un segnale
Rispetto a quello che il nostro governa il nostro Stato deve
Innanzitutto alle vittime a coloro i quali ricercano la verità sulle stragi di mafia perché è una collaborazione senza il controllo della magistratura tra agenti dei servizi boss mafiosi ovviamente
Poteva Inter con potrebbe incorrere in in atti illegali ed illeciti e la rimozione di questo
Di questo fardello del segreto di Stato è un gesto molto importante ed è la prima volta che accade in una vicenda tanto delicata
Se