12AGO2014
dibattiti

Panorama di mezzo agosto: incontro con Mimmo Candito "Giornalismo di guerra, le guerre del giornalismo"

DIBATTITO | Courmayeur - 18:00. Durata: 58 min 44 sec

Player
Nell'ambito della manifestazione promossa dalla Fondazione Courmayeur "Panorama di mezzo agosto 2014".

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Panorama di mezzo agosto: incontro con Mimmo Candito "Giornalismo di guerra, le guerre del giornalismo"", registrato a Courmayeur martedì 12 agosto 2014 alle 18:00.

Dibattito organizzato da Fondazione Courmayeur Mont Blanc Centro Internazionale su Diritto Società e Economia.

Sono intervenuti: Mimmo Candito (giornalista).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Candito, Esteri, Giornalismo, Giornalisti, Guerra, Informazione, Stampa.

La
registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 58 minuti.

leggi tutto

riduci

18:00

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Innovazione e tradizione quindi sono confermate le presenze vitalità Deaglio
Che sono un po'colonne portanti del nostro programma a cui si aggiungono due grandissimi professionisti
Detti dal punto di vista giornalistico il quale ci danno un po'di approfondimento su quello che angosciare nostre serate televisive queste immagini tremende che vediamo tutti i giorni
Che vengono da Paesi che o sono un po'più vicino sembra un po'più lontane ma comunque ci riguardano molto da vicino ricordo che in un tuo pezzo di qualche tempo fa sulla stampa scrivere queste parole sera Libia si incendia
Anche noi rischiamo di ustionanti di brutto ed era ed è una una grande verità più precisamente il programma prego volta questa sera prevede il quattordici agosto Giuseppe De Rita
Il diciassette agosto Mario Deaglio che questa volta di avrà un incontro un colloquio con un'altra come io l'ESA di grande livello
Che il Pro-Rettore dell'Università di Torino Laura Montanaro che una grande esperta di innovazione di materiali innovativi quindi
Il rapporto tra economia finanza
Matto e innovazione per il possibile anni sarà forse una delle forze che tirerà fuori il nostro Paese per i problemi
Odierni e concluderemo con Domenico Quirico anche lui lo farà dovunque un grande esperto di di porre dei problemi
Dico di guerra
Grazie
Cappella che non abbia
Normale
Venendo
A oggi direi Mimmo non ha bisogno di essere presentato perché è una persona che è conosciuta da tutti noi certamente è un grande giornalista è uno scrittore è un docente insegna la nostra una delle nostre segretario della Fondazione compaiono è stata sua allieva e quindi ha ritrovato suo maestro autore di due cose libri ha vinto premi giornalistici e soprattutto quello che è straordinario è la sua presenza sui teatri di guerra degli ultimi vent'anni
è stato in Medio Oriente in Africa
In Asia del Sudamerica seguito l'invasione sovietica dell'Afghanistan l'operazione Enduring Freedom del due mila due i bombardamenti e del Kosovo la Guerra Iraq Iran Iraq le due guerre del Golfo la guerra dell'ASP parli la somma Elio commettiamo i nostri amici inglesi refolo grazie somma non ti sei fatto mancare
Non ti sei fatto mancare nulla ecco e venendo all'incontro di oggi certamente io toni pensavo un attimo al fatto che ho avuto la fortuna di essere allievo di Norberto Bobbio e Norberto Bobbio aveva la consuetudine
A fianco del corso istituzionale di Filosofia del diritto e aggiungere un corso monografico e l'anno in cui io suo allievo il corso monografico può appunto sulla guerra giusta
E Bobbio tentava coraggiosamente una strada intermedia tra coloro che ritengono la guerra l'unica strada per risolvere i conflitti e coloro che invece fanno i pacifisti
La sua posizione non fu esente datato grosse critiche e se ricordo bene lui poi scrisse un libro la guerra giusta proprio delle via Della Pace oggi certamente cambiato completamente il panorama
E per quello che la tua presenza importante perché oggi l'al l'ordine mondiale privo di leadership o almeno di leadership come si sono state
I legami tra politica e religione dell'Islam sono di resa crescenti in modo esponenziale oggi si parla normalmente leggiamo tutti Stato islamico
Tutti spiegavate bene cosa vuol dire oggi
Uno Stato islamico così vicino a noi
L'Europa è priva di strategie in questo senso revoca devo patata euro permuta
Il crimini ripetuti contro l'umanità sono all'ordine del Polo come dicevo delle nostre serate televisive non parliamo poi di aspetti che di cui non si parla mai presento la finanza islamica che questo un aspetto giorno non parlare oggi
E dall'altra parte esistenti la difficoltà di raccontare la realtà di essere giornalisti oggi
Le tecnologie sono in crescita anche queste esponenziali oggi qualunque evento il primo giornalista son delle persone che sono in quel momento che ci mandano delle immagini
Quindi non c'è più il filtro che una volta ed ha fatto da chi professionalmente faceva questo mestiere
Non parliamo poi questo che è un tema che a te caro e di cui sei
Se somma va alla base anche dei tuoi studi la difficoltà oggi di fare il giornalista in mezzo a limitazioni in mezzo a questi Sironi alla gestione delle notizie fatte da chi le le deve tagliate quindi praticamente da chi è in guerra è lui che dare notizie giornalistiche
Quindi ha difficoltà da giornalista di capire
Ciò scenari sempre più complesse oggi che cos'è il giornalismo di testimonianza è una domanda che veramente credo valga la spesa di porsi e non dimentichiamoci la lezione di montagna
La parola in senso ampio quindi anche la parola scritta e metà di proprietà di chi va e mette ma l'altra metà è di chi ascolta grazie
Anzitutto grazie per essere qui vista la giornata
Che consiglierebbe di starsene o in albergo a casa a leggere un buon libro o magari oggi sempre ben un giornale sono grato davvero
Perché quando
Ricevo l'invito
A
Tenere una conferenza dire piuttosto ad avere un incontro
Con delle persone che sono interessati a conoscere un problema o a riflettere su un problema
Beh questo mi fa considerare molto fortunato
Perché la possibilità di confrontarsi di discutere di argomentare
Credo che sia una
Delle chance più straordinarie più affascinanti
Che ci sono consegnate
Perché di fronte alle difficoltà del capite
La tentazione del abbandonarsi
Alle spiegazioni di superficie
A ciò che appare tanto facilmente comprensibile nella sua distinzione fra bianco e nero alto e basso buone cattivo è una tentazione molto forte credo abbiamo tutti quanti ammetterlo cioè farla fatica
Di capire
Beh non sempre può accompagnare le nostre giornate ed essere qui oggi con questo tempo e davvero
Vorrei far fatica per capire
Allora
Io quindi vi sono grato davvero per questo perché insieme io credo che dovremmo fare uno sforzo per cerca di capire ciò che
Dottor Dante lo diceva in questo momento c'è un mondo che è cambiato
Che cita immagini così violente crudi e forti ogni giorno ogni sera sulla televisione o sullo schermo del computer
E però ci SVAD esterno
Nei nostri convincimenti di sapere chi siamo e che cosa ci si prepara di fronte
E allora
Da una parte c'è evidentemente il rischio della retorica
Perché discutere di guerra di coloro che in guerra ci vanno o far parlare coloro che in guerra ci vanno
Beh e sicuramente
Un percorso che accompagnato da forti emozioni
O comunque dalla richiesta dal desiderio di forti emozioni
Io per carattere perché in guerra ci vado davvero
Cerco di per quanto mi riesca naturalmente di sfuggire alla retorica
Quindi tentare invece di fare un percorso diverso che disegni un progetto di
Schema di riferimento
Nel quale ciascuno poi possa inserire le proprie valutazioni e quinti dalla possibilità tutti noi di confrontarci sui temi che affrontiamo e qual è il tema di fondo sostanzialmente
Lo diceva nella presentazione
Ci troviamo di fronte a un mondo che oggi non ha più le leadership consolidate una leadership consolidata e che ci consentiva tranquillamente
Dei inserire ciò che accadeva all'interno di uno schema che aveva una sua razionalità una solo Cipriano
Da quando il Presidente Obama sostanzialmente
Ah sotto la responsabilità di dire apertamente ciò che già era in qualche misura nei fatti
Cioè che gli Stati Uniti rinunciavano ad un loro ruolo che gli era stato assegnato
Per la potenza economica finanziaria che lo Stato la società
Il potere il statuite aveva rinunciamo a questo ruolo di gendarme del mondo e preciso proprio oggi di fronte ad una realtà
Dove c'è difficile capire chi abbia dei chiari di intendimento di quanto sta accadendo e allora come possiamo analizzare i fatti come possiamo rappresentarli in modo che ci convincano
E ci dirà spiegazioni domande che noi abbiamo
E non è facile perché proprio per la naturale credo che sia di tutti tendenza che noi abbiamo a star bene ludiche molto molto banale
Nel ribadire la pace perpetua di Kant a star bene
Beh noi privilegiamo la stabilità
Tutto ciò che introduce un elemento di destabilizzazione e penso che ci dà fastidio perché ci costringe a ripensare diversamente ciò che fino a quel momento abbiamo pensato cioè a far fatica
Oggi ci troviamo in una fase nella quale
Le stabilita sulle quali noi abbiamo costruito la nostra idea del mondo in tutti i nostri anni giovani o meno giovani
Beh siamo in un tempo nel quale questo e cambiate mutato profondamente
Quella stabilità oggi è in crisi
Ci sono processi di destabilizzazione che poiché lo creare nuove stabilita
Un soggetto fra tutti per esempio l'Iran medico dell'Iran perché siamo all'interno di quel conflitto che ormai dal Caucaso fino fino al mancherebbe coinvolge larga parte di quel nostro mappamondo
L'Iran hanno i da fastidio perché ci sembra che il suo progetto rivoluzionario per sia privo di
Comprensione delle nostre ragioni
Sono dei rom tribale perché voglio difendere i loro interessi rivoluzionari e peraltro sempre all'interno delle cose che stanno accadendo e cercano anzi cercano attivamente di modificarle
Per ma
Diranno che sta attivando questi processi di destabilizzazione li sta attivando perché cerca una nuova stabilita
C'è una stabilità che non sia
Come quella che oggi
Essi vivono le grandi idee e comunque tutta la regione vive perché loro ritengono che è penalizzante per i loro interessi
Tutti noi ci poniamo in base tutti i Paesi di Stati le società Simone in base ai principi di interessi
Che sono più o meno comprensibili e comunque praticate attuati
Tendenzialmente in modo razionale chiudere poi quali siano le logiche di fondo allora l'Iran dice io sono
Potenzialmente una grande potenza
Questo non mi ha riconosciuto
Io allora vi faccio vedere che sono capaci di essere una grande potenza e quindi voglio questa legittimazione come ottengo questa legittimazione soffiando sul fuoco
Perché il fuoco sta bruciando il vecchio la vecchia stabilita il vecchio ordine posso creare un nuovo ordine se è solo uno degli agenti che soffia sul fuoco e crea una nuova stabilito
E questo sta alla base dei conflitti processi di destabilizzazione che mirano attuare nuove stabilita
Come si fanno a raccontare questi come si fa raccontare questi processi
E beh la figura del giornalista di quella costretti per una figura molto mitigati che vada Hemingway lo abbiamo Montanelli Lauria la Fallaci abbiamo delle figure che sono ormai storiche del nostro costume prima ancora che della storia del giornalismo
Adesso mi chiedeva il collega della RAI dice cosa mette del DAP valigia
Un corrispondente di guerra io dicevo le cose più banali cosa può mettere può mettere quelle cose che sa che gli serviranno in situazioni nelle quali
Non vi sono sicuramente il conforto
Della vita alla quale non si è abituati quello Standard
Abbastanza tranquillo nel quale sappiamo che tutte le mattine possiamo farla doccia che abbiamo i nostri servizi igienici che abbiamo la possibilità di mangiare e tutto quello che volete ecco sei già in partenza
Che
Novanta su cento se fai da per il giornalista a queste cose deve rinunciare
E quindi deve trovare alcune cose da mettere in valigia che ti aiuterò poi già sopravvivere in circostanze estreme ma questo è il racconto che si fa del corrispondente di guerra nonno io con il rischio di tutta la retorica dicevo al mio mio collega della RAI
Ciò che il corrispondente di guerra mette nelle valigie il desiderio di capire la voglia di capire perché se no è inutile andarla giù
E la voglia di capite oggi e più difficile che mai
Perché i soggetti Simoni un territorio nel quale tutte fruito territorio virtuale della conoscenza
E quale tutte fruito le identità mutano costantemente io così una genesi nuova in ogni atto in ogni momento va umani che è una di grandi sociologi del tempo di oggi diceva vediamo in una società liquida
Noi abbiamo tutti più o meno le nostre stesse Tacconi tranne alcuni ragazzi qui presenti siamo vissuti in un tempo nel quale
Ce lo ricordiamo bene piano ancoraggi pensò di di no ciò che ci trasmettiamo i nostri genitori o i nostri maestri
Beh valeva ancora loro l'avevano ha preso in un tempo passato ma il valore dell'esperienza era ancora consolidato e utile soprattutto utile
Oggi diamo nel tempo in cui questo non c'è più
Vediamo le difficoltà dei nostri ragazzi
Quello che noi chiamiamo i principi valori possiamo dare tutte le definizioni che vogliamo oggi sommessi costantemente in crisi e ci impediscono quindi di dire che
C'è qualcosa al quale si possa fare riferimento per dare consistenza e solidità al nostro progetto di capire tutte fluido e con la società liquida di cui parla Bowman che dice anche un'altra cosa molto interessante
Viviamo in una società puntelli Istica e anche di questo che dobbiamo essere tutti consapevoli consortile io voglio cecità fatta dei punti
Non c'è la storia non c'è il percorso non c'è la costruzione della conoscenza ma tutto un presente continuo c'è oggi e poi c'è l'oggi e domani e poi oggi dopo domani e per un ragazzo di oggi
Credo che siamo tutti consapevoli non vi è alcuna differenza fra Giulio Cesare e Napoleone Bonaparte
Son passati benzo mille settecento mille ottocento anni o per quel ragazzo sono esattamente la stessa cosa spente invece sono la storia sono ciò che consenta a noi di capire ciò che sta avvenendo e perché ha tenuto ciò che è avvenuto
Perché possiamo prepararci a capire o tentare di capire che cosa possa accaderci del futuro
Tante e tante monadi chiusi se vogliamo usare un
Un discorso filosofico
Cioè processi che non hanno possibilità di sviluppo allora come si fa capire queste immagini di violenza che guardiamo che vediamo in televisione cosa che abbiamo cosa vuol dire si parlava dello Stato islamico
Cosa vuol dire perché se dovessi chiedere presso i fare un'indagine fra tutti noi
Io credo che non
Mi sbaglio adesso a dire che
Il novanta per cento di noi
Avrebbe dell'Islam
Una percezione una identificazione estremamente drammatica direi tragica dove la violenza dell'identità
Siamo Nesti veramente su questo credo che
Non possa essere così
Che non possa che essere così
L'esame fatto da un miliardo e trecento milioni di persone
Un miliardo e trecento milioni di persone
I soggetti coinvolti in termini fortemente traumatici tragici con un esercizio spinto della violenza militare
Sono una
Quota una percentuale molto limitata rispetto a questo larga parte a parte il caso che adesso stiamo vedendo della persecuzione dei cristiani e degli asili
Il larga parte sono azioni condotte contro gli altri islamici contro gli altri musulmani
Perché per portarli ad una polarizzazione
Per convincerli che soltanto
Nell'estrema inserzione delle proprie posizioni
Si possa contrastare ciò che hanno di fronte per cui tutti noi occidentali siamo dei cristiani posso dire usare l'espressione che violenta figli di puttana e tutti i loro sono invece tutti loro debbono essere
Il bene c'è qualche giornalista che preso da furori
Dove evidentemente le psicologie individuali prevalgono sulla capacità di razionalizzazione
Che identifica questo processo come il male una identificazione metafisica molto rischioso loro sono il male perché non siamo il bene
Oppure loro dicono gli esseri bene perché noi siamo il mare lo sappiamo che l'identità del Veneto male e un percorso molto complesse
Da fare Duffy dare davvero alle ricerche agli sviluppi dei teorici o dei filosofi noi viviamo col bene col male con la p minuscola LM minuscolo
Il male quotidiano il pene quotidiana non possiamo arrogarci l'idea di immaginare che noi siamo il bene con la più grande
Perché sappiamo quanto a complessità ci sia nella nostra identità però il problema è proprio questo di sfuggire alla semplificazione estrema dei processi e cori dove dice interviene il giornalismo perché parlo di quella ma parlo del lavoro straordinario
Che fino a oggi fino a oggi diceva
La presentazione
Fino a oggi il giornalismo potuto compiere cioè quello di essere mediatore Sallah realtà e la rappresentazione della realtà
Questo è il compito voi tutti si ancora leggete un giornale o comunque quando vi mettete davanti ad un televisore ho ascoltato una radio o comunque navigato e su internet sostanzialmente concedete una cambiale in bianco noi giornalisti
Quali CER regionale perché credete che quel giornale
Abbia una
Tendenziale credibilità nel racconto della realtà del mondo al tritolo completezza
Prendete la Sampò il Corriere o la Repubblica o il giornale Euribor dipende al vostro voto di vedere le rimproveri della sua delle nostre società
E però non prendete Novella due mila nove le cinque mila o che altro suo accidenti so io perché perché lei li conservi considerate meno credibile nella costruzione della conoscenza della realtà ecco noi abbiamo una cambiale in bianco
Da rispettare
Oggi diventa sempre più difficile voglia parlare alla guerra sempre più il giornalista oggi si trova in difficoltà
Perché la rappresentazione della guerra e sempre più fatta ne parlavamo prima
Da quelle immagini che voi vedete sullo schermo e s'immagini di
Straordinaria violenze di estrema
Di tragica violenza
Per le quali è molto difficile fare un discorso di comprensione
Il giornalismo di guerra
La dottoressa decisa lo sa bene
Perché lo dicevamo all'università
Il racconto di guerra comincia un secolo e mezzo fa e comincio con l'identità tanto precise che merita raccontarlo perché ci riporta immediatamente all'occhio
E nel mille ottocentocinquantaquattro
E c'è la guerra di Crimea che è una guerra combattuta fra gli interi l'impero zarista oriente
E l'impero gli imperi coloniali diciamo all'Occidente l'Inghilterra e la Francia con la presenza che
Dell'Impero ottomano che era coinvolto in quell'area
Il progetto era di contenere l'espansione verso occidente che da sempre le Russie hanno avuto
Per noi molto importante la guerra di Crimea perché nelle opere Crimea ricordati i vostri le vostre pagine dei libri di storia né per i primi a combatterlo anche i soldati italiani soldati italiani soldati piemontesi
Del Regno di Sardegna di Piemonte che furono mandati da giù da Cavour in risposta alle richieste che facevano interi imperi coloniali il terreno Francia il Tesoro agli
Ai piemontesi
Ma essa poggia
Di affittare dei soldati come allora si voleva Cavour disse no
Io non li affitto mando i miei soldati
Perché mettere l'intelligenza politica perché quando la guerra Fini e di Full al
Dall'alla pace e di del Trattato di Parigi Cavour poté batte battere il pugno sul tavolo e dire ai francesi agli inglesi
Non tutti favorevoli io chiedo per riconoscimento del sacrificio che ho fatto mandando i miei soldati chiedo che venga riconosciuto il diritto del
Dell'Italia ad essere uno Stato nazionale quindi sacrifico
La vita di alcuni soldati italiani piemontesi o sardi per ottenere un risultato politico e la politica si fa così no la depurazione usa anche la guerra per raggiungere risultati politici Beha ma a parte questo in quella guerra
L'Inghilterra che nel motore decreta guerra
Insomma non gliene fregava arcaiche di questa guerra nel senso alla società l'avere lontano si capiva perché e qui non ho seguito allora un giorno la faccio breve il direttore del Times i maggiori giornali inglesi chiama
Il scusate il Primo ministro britannico chiamo questo mister direttore del Times vicedirettore la corona la corone preoccupata perché ci sono vite che si perde non ci sono sciolti denaro economia e finanze
Del nostro interruzione o perdendo e però sembra che la società britannica non sia interessata a questa guerra perché non mandata giù un giornalista
A raccontare quanto accade e quanto straordinario sia l'eroismo dei nostri soldati
In modo che la società partecipi più intensamente a questo sforzo che la corona sta sparendo sta facendo
Perché non manda dei dei giornalisti a raccontare quanto accade
Mille ottocentocinquantaquattro
Perché deve dare questi giornalisti non per raccontare la realtà
Perché nella pezzi per Termini il mi sta avvenendo ma la realtà le sarà contata per essere funzionale
Agli interessi del potere della corona perché la società partecipi di più a questo sforzo che la corona sta compiendo
Pino Progetto funzionali stico quindi
La stampa i pezzi di comunicazione di massa a quel tempo soltanto soprattutto la stampa usata funzionalmente agli interessi del potere politico
E la mille ottocentocinquantaquattro
Potrebbe sono discorso che si fa oggi
Cioè che i grandi poteri grandi o piccoli che siano chi se ne frega che i poteri immagino che il giornalismo debba essere funzionale agli interessi che si vogliono difendere che è legittimo per carità ci mancherebbe
E che è legittimo che loro pretendano questo ma è altrettanto legittimo che i giornalisti edicola non signori miei
E non voglio essere il veicolo soltanto di una storia fatta in funzione di che
Io voglio raccontare la realtà poi quale che sia agli interessi che sono coinvolti per questo a me interessa relativamente interessa anche perché faccio parte della società nella quale vivo
Ma mentre adesso soprattutto essere testimoni autentico di una realtà poi ciascuno la giudicherà come crede
Il conflitto il contrasto la tensione e quindi fra
Un progetto dei poteri quali che essi siano
Politici economici finanziari culturali etnici religiosi tribali non me ne frega
L'interesse dei poteri è sempre quello di fare in modo di rappresentare se stessi e i propri interessi nel modo più convincente possibile neanche legittimano ci mancherebbe
Come dicevo è altrettanto legittimo il compito di giornalisti di Reno
Io ho un altro compito un'altra funzione
E quindi
Se questo accadeva mila ottocentocinquantaquattro e ve la faccio molto breve perché preferisco invece che chiacchieriamo fra di noi piuttosto che parlare io il fatto è che viene mandato un giornalista racconta quello che c'è e questo racconto che accade per la prima volta
Cioè non è più la narrazione mitologica o la narrazione delle memorie della guerra che facevano i comandanti che tornavano dai campi di battaglia bella contro il giornalista e la cronaca
è tanto forte questa finestra che si apre sulla realtà che il Governo inglese cade
Al primo racconto che viene portato pubblicato sul Times e tanto tanta l'emozione la reazione della società inglese che il Governo si deve dimettere perché sta semplicemente raccontando una cosa
Cos'è la guerra
Non funzionale agli interessi di questo di quello lui quindi all'ARSAN il giornalista che mandato giù a farli più corrispettive la racconta quello che ha visto e la guerra
E l'aver letto tanto che qualcosa di funzionale agli interessi nella sua evidenza nella sua evidenza
Tant'è che si dice poi la Corona inglese di
Costretta ovviamente ha motivo per cambiare il Governo
Principale per te dice io spero che questo scriba chino lo ammazzino subito Luigi una lista viene espulso dal fronte e mandato in retrovia perché ha violato il codice d'onore qual è il codice d'onore quello di essere ubbidiente alle Regioni della corona
E tutto questo
Porta quelli stato dall'instaurazione della censura
Perché la censura significa il controllo dei flussi informativi
Soltanto che la censura a quel tempo in una società fortemente verticale
Due la colonna vertebrale della città il potere militare
Allora era possibile la capacità della Società di reagire a processi alla censura era fortemente limitata ma oggi parlare di censura nelle società nostra
Dove il formalismo democratico molto spesso per fortuna corrisponde anche ad una sostanza contenuti di democrazia autentica per vi sono
Capacità di indignazione non solo da parte dei giornalisti va sperabilmente anche da parte delle società
E processi di censura
E allora si è modificato il percorso se prima al tempo della guerra di Crimea il Comandante in Capo dell'operazione Gorky Cile
Dice emana un editto appena cade quello che accade e di cui fu appena parlato e dice non si possono dare notizie che possono essere utili al nemico benissimo ci mancherebbe è una perla nemico un gioco di di signorine
Ma chi decide che possono essere utili al nemico e con l'elemento decisivo lo decide il comando supremo il comando supremo e dice questa notizia può essere data questa notizia non deve essere tale e la censura
Ciò non è affidata al giornalista la responsabilità della produzione dell'informazione
Con l'assunzione direttamente di tutti i giorni di tempo da questa responsabilità dallo si passa quella che la Seconda Guerra del Golfo quelle novanta novantuno quella di Schwarzkopf la ricordatelo
Quando si forma quell'armata i settecento mila uomini in Arabia Saudita per respingere Saddam Hussein che ha invaso il Kuwait e non vuole andarsene
Le Nazioni Unite a voi gli intimano di abbandonarli non se ne va garanzia unite organizzano il Presidente era Bush padre il novanta
Organizzano il sei il sei agosto
Con il Consiglio di sicurezza e chiariti organizza questa spedizione militante perché ha violato uno dei punti fondamentali della Carta delle Nazioni Unite tutte le nazioni sono sovrane la violazione di questo sovranità
BA punita colpita va restituito vedi la sovranità del restituita dalle Nazioni Unite
Perché tutti i membri se unite difendono la sovranità di ciascuno dei Paesi membri
Saddam Hussein non ci sta e loro arriva al
Il diritto all'ordine di costituire questa armata che deve respingere Saddam Hussein dal Copai fino alle sue terra riportarlo le sue tesi
Ci farsesco il generale comandante prima di partire mi pare fosse il venti agosto per l'Arabia Saudita dove
Sta col quello organizzando questa struttura militare che la più potente struttura militare dalla fine della seconda guerra mondiale si presentata al Presidente
Luci perché nelle società democratiche il Capo dello Stato il capo delle Forze armate perché le Forze armate ubbidiscono alle Regioni delle istituzioni politiche
Eccoci padre salutandovi tanto gli amanti facendo gli auguri gli dice e ora mi raccomando Carocci farsa
Non combattiamo più con un braccio legato dietro la schiena della metafora
Che non ha bisogno spiegazione per il ci farsesco cos'è il braccio legato dietro la schiena
Siete voi siamo noi nella società
Che decide se la guerra in Vietnam o continuarono
E la società americana che decide per mille ragioni che non può più fare guerra in Vietnam e costringe il più potente impero il più potente potere militare ad accettare la sconfitta militare ed abbandonare statico
Siete voi che avete legato i bracci dietro la schiena perché lo avete negato per tante ragioni certamente
Ma fra tutte forse la più importante perché vi è stato raccontato per la prima volta dal mille ottocentocinquantaquattro come la guerre come una guerra perché l'avete visto in televisione
Perché a te visto Fini del bene il figlio dei nostri vicini ma poi da lì è morto
Si vedono i morti e feriti americani
Al mattino sullo schermo
L'attrice a diventa il fatto Quotidiano la vita non più un racconto lontano
E quindi la società reagisce prende consapevolezza e decide autonomamente se stare ancora in guerra uscite e decide di uscire
Perché la società viene a sapere grazie a loro i giornalisti per un errore di valutazione generale questo board
Che aspirava a diventare il nuovo Presidente degli Stati Uniti ed era convinto che avrebbe vinto
La guerra in poco tempo dà spazio libero i giornalisti finalmente dal mille ottocentocinquantaquattro e i giornalisti fanno il loro voto raccontato ciò che vedo ciascuno con la propria testa i propri occhi ma raccontano ciò che pensa
E questo porta che la società prenda consapevolezza
Fra tante altre ragioni naturalmente
Pensiamo alla Resistenza è Regione americani alla alla leva obbligatoria e quindi a loro posizione
Perché difendevano ovviamente se stessi e le loro speranze di vita tante ragioni ma la ragione di fondo è questa che gli americani e società americana lega il braccio dietro la schiena
Al potere politico militare e la società che decide
All'inizio del secolo scorso Joseph polizza che uno dei grandi nomi della storia nella società americana lui Longanesi comunque scrive
L'opinione pubblica bene informata la Corte Suprema di ogni società
L'opinione pubblica bene informata e la corte solo decide decide per ogni società ciò che è giusto e ciò che è sbagliato perché noi siamo l'opinione pubblica tutti noi io da questa parte nove in sé ma poi mi si è durissima poi
Tutti noi siamo pignoli e pubblica che decide decidiamo ciò che il per il nostro Paese ciò che è giusto e ciò che non è giusto
E lo ha quando parlo di questo con i miei studenti tutti dicono sì è vero sì è vero e non pongono molta attenzione a quell'inciso tra due virgole
Che c'è in quella frase l'opinione pubblica virgola bene informata virgola e la Corte Suprema di ogni società tutti credo di essere opinione pubblica durante il fascismo durante il comunismo nei Paesi del comunismo
Tutte le società pensavano più o meno di essere opinione pubblica e lo rende in qualche modo nella misura in cui esprime volo un interesso un pensiero collettivo ma non nel modo in cui pensiamo noi che sia l'identità dell'opinione pubblica c'è una struttura
Che abbia consapevolezza nell'analisi
Dell'apprendimento
Dei fatti della realtà dalla conoscenza da realtà modo di pensare che sia basato su strumenti cognitivi che hanno fornito elementi autentici di costruzione della conoscenza
Da una parte quindi a quello che dice perché non manda il suo inviato in guerra a raccontare ciò che accade nel giù in Crimea in modo che la corona sia un po'sollevata da questi sacrifici che sta chiedendo
E dall'altra invece il compito dei giornalisti che quando sono giornalisti non sono in guerra quando sono giornalisti
Quando si trovano a misurarsi a scontrarsi col potere perché in qualche colonna
Di un palazzo di Palermo dentro la colonna cioè cementificato un signore che si chiama Tullio De Mauro e faceva il giornalista
E si sia in Sicilia è stata Mazzato un altro signore che si chiamava Peppino Imposimato che stava raccontando quali sono le violenze nel
Della della mafia e a Napoli c'è un altro richiamo Giancarlo Siani
Che raccontava la camorra e lo hanno Mazza e quanti giornalisti ci sono oggi che debbono vivere sotto scorta se fanno il giornalismo
Cioè se fanno attività investigativa
Che non è facile evidentemente
Non è facile perché di fronte si hanno dei poteri che hanno piena consapevolezza di sé stessi e soprattutto hanno piena consapevolezza di un principio che oggi è fondante per la società di oggi
La centralità dell'informazione
La centralità dell'informazione
Oggi molti miei studenti
Si erano conti quanto sia difficile diventa giornalisti perché la crisi attuale sta stravolgendo le strutture produttive dell'informazione
E allora dal
Ciclo o dal percorso comunicazione di massa e giornalismo compiacere maschi passo dal ciclo comunicazione d'impresa
Cioè cosa vuol dire vanno a fare gli uffici stampa apprendo ora come fa perché
Perché oggi ogni struttura presente la società ha bisogno di proporre la propria identità e molto più facile diventare
Sul il giornalista o comunque produttori di formazione di un ufficio stampa che non giornalista zero di una testata
E qui debbo rinunciare magari o loro progetto completo diversamente non la testata ma voglio fare lavoro giornalistico all'interno di una struttura produttiva che vuole presentarsi all'opinione pubblica vuole dare l'immagine di sé all'opinione pubblica
Perché
è fondamentale nella
Società di oggi l'informazione cioè la produzione della conoscenza
Ci si riesce
Parlavamo di quella guerra del Golfo del braccio legato dietro la schiena
Beh accade in quella guerra del Golfo lo ricorderete forse in qualche misura
Fra il novanta e novantuno false costo novanta dei primi i primi giorni del marzo novantuno
Che
Il generale Schwarzkopf sollecitato da quella frase il Presidente Bush
Mi raccomando caro Schwartz non combattiamo più con il braccio legato dietro la schiena
Quando a parte per l'Arabia Saudita affitta
I servizi delle due più importanti agenzie pubblicitarie americani
In America si fa pubblicamente quanto quando si spende denaro allo Stato diceva deve apparire non vi sono
Percorsi Traverso
E appare che
Il Pentagono affittato i servizi delle tue più importante agenzie pubblicitarie perché
Dite perché la guerra e da vendere all'opinione pubblica è un prodotto da vendere l'opinione pubblica per trarne consenso
Il discorso che faceva il Primo Ministro inglese nel mille ottocentocinquantaquattro guadagnarsi consenso l'appoggio
E quindi si vende la guerra esattamente come si vendono i pannolini il cibo per i gatti le lavatrici o il deodorante si pente la guerra con prodotto pubblicitari
Come dicevo fino al Vietnam tutto era stato bloccato
Non si possono dare notizie che sono utili al nemico cioè il dovere della bandiera io sono il giornalista italiano se vado in guerra debbo difendere gli interessi del all'OLAF debbo difendere gli interessi del mio paese
Debbo rappresentare gli interessi del mio paese
Questo fino al piatto una
Dagli atti l'anno in poi io giornalista
Debbo rappresentare soltanto un obiettivo quello di raccontare la realtà che vedo con il mio
Il dovere della bandiera viene messo da parte nonché che non si è partiti otto io amo il mio Paese ci mancherebbe
Però considero che sia importante per il mio Paese che il mio Paese sappia
Che cosa sta accadendo
Non devo dipende le Regioni di qualcun altro io debbo difendere ciò che la società con il ruolo
Che ho io e la responsabilità che assumo
Quindi credo di essere patriota
In questo mio desiderio di racconto della realtà esattamente come colui che fa il nazionalista e dice dei miei problemi dei problemi del mio paese io parlo soltanto in casa mia e non voglio che nessun altro dei parchi un problema di cui possiamo discutere
Anche questo
Comunque resta il fatto che
Vigeva cibarsi appicca queste due agenzie pubblicitarie e condizioni di lavoro dei giornalisti perché sto oggi appare così difficili racconto realtà
Perché li convince con una tecnica esattamente
Propria dei pubblicitari
Informazione ogni minuto costruzioni di di di
Di qualsiasi
Progetto informativo e conferenze stampa incontri fotografie tutto ciò che danno i giornalisti l'impressione
Che abbiamo tutto il materiale che sappiamo tutto quello che sta accadendo e non ci accorgiamo in questo o con lotti questo sovraffollamento
Che però siamo all'interno di una geografia limitate
La geografia disegnata non da noi perché diamo di muoverci liberamente infatti c'è una geografia limitata
E sono cose che ha detto questo erano note chimica all'ora nel novantuno che ormai fa parte della pratica costante delle relazioni fra
Chi intende produrre immagini se stesso quale che sia l'identità di potere che esso rappresenta
E
Lei mesi comunicazione di massa
Se il Sindaco di Corvaglia esattamente come il Sindaco o il Presidente della Regione Valle d'Aosta
Esattamente come il Sindaco di New York o il Presidente il Governatore dello Stato in New Jersey al meglio o dei capi di Canicattì o a dire di di qualsiasi posto del mondo
Assume la decisione consapevole del valore del consenso
Contrari come convoco una Conferenza Stampa e offre ai giornalisti che vengono invitati
Perché sempre più il giornalismo oggi va su invito e sempre meno si muove autonomamente
Gli offre sulla sedia metterli sulle sedi tante carte il suo ufficio stampa provvede la metto il sole se tante cartelline per illustrare ovviamente quali sono le sue decisioni
La nuova costruzione di un nuovo Pia dicono una Perinatal qualsiasi
Un acquedotto nuovo
I giornalisti arrivano
Lei conosce le venti trenta cartelline che sono messe sulla sedia
Scambiano due domande
Con il Presidente alla Regione il sindaco di Rivalta di Aosta io sindaco di New York o di Canicattì scambiano due informazioni e poi vanno subiti in relazione e dicono adesso scriviamo il pezzo di il direttore o il Caporetto gli chiede e importante pessime fa una cosa seria perché investa la vita quotidiana cita quattro colonne partono penso quattro con l'apertura allora mi raccomando perché il tempo è breve si dice però dovrei fare un po'
Delle investigazioni no no no I materiale OCP il Sindaco il Presidente il Governatore ci ha dato tanto di quel materiale va bene scritture
Scrivi pure
Scrittore maschili che cosa
Scrive ciò che è stato prodotto dall'ufficio stampa del Presidente del Sindaco del Governatore e così via che sicuramente
E una parte della verità e ci mancherebbe
Ma sicuramente
Diciamo mette al margine altri aspetti perché coppiette ciascun potere quale che esso sia legittimo o illegittimo tende ad Arese una rappresentazione positivo anch'io di me
Voglio dal presentazione positivamente un minimo di potere mi sono interessata dalle mie una interpretazione una un profilo ampiamente positivo credo che sia legittimo siete voi
Che dovete scoprire se mi metto ditte dal naso semplificato la testa saputo per terra o che so io dovete scoprire voglio per questo il vostro compito
Quando avete a fare il giudizio su qualcuno e quindi dovete fare i giornalisti ecco quindi che la misura si lega
Nelle identità fra i processi che sono propri del racconto della guerra chiudo della contro la guerra e i processi che fanno parte invece della vita quotidiana c'è un confronto costante
Però una cosa importante
In questo l'abbiamo detto e spero che venga fuori da ciò che si dirà
Che il giornalismo
Per quanto possa essere consapevole e forte in questo momento non è consapevole e non è forte
Da solo questa battaglia diciamo di costruzione a utenti non dico di verità per cortesia la verità partirà i filosofi e teologi non i giornalisti gesti racconto la realtà e finisce lì
In questo progetto di racconto denti con le realtà i giornalisti non ce la fanno da soli
Ci desse l'apporto della società se la società è consapevole del ruolo del giornalismo
Nel
Progetto di questa costruzione di una conoscenza autentica e allora questo rischio viene superato e giornalismo e la società fanno un passo avanti
Altrimenti
Torniamo a ciò che diceva pulizie cambiamo l'inciso e dire l'opinione pubblica e la Corte Suprema di ogni società che si è ben informato male informato chi se ne freghi
Durante il fascismo c'era c'è alle veline oggi le veline sono ironicamente le signorine scrosciante che raccontano Striscia la notizia fanno i balletti scure tanti su Striscia la notizia
E la realtà di oggi
Io credo che
Ricci
In quell'uso delle
Delle veline intendesse fare dell'ironia molto forte sul degrado del progetto della conoscenza ricordando e così è stato il fascismo cioè un regime che controlla completamente i processi cognitivi
Vogliamo uscirne stanno lì
Prego
Grazie buongiorno comanda qui
Vediamo ricco pensare al dibattito se c'è qualche domanda dal pubblico malgrado del clima ormai volava
Ecco pronti
Sì allora io posso portare testimonianza di questo lavaggio del cervello che viene fatto diciamo certi livelli
Quando c'è stata prima Guerra del Golfo euro in Costa d'Avorio
Sono rientrato a Torino
E tutti mi parlavano a una guerra magnifica soltanto ventiquattro morti parlavano poi del capitano Cocciolone non mi ricordo bene che eroi quasi eccetera
A un certo punto i ventiquattro morti erano quelli degli occidentali ma non erano quelli del del dall'altra parte però il lavaggio c'era stato per cui solo quei morti di erano quelli che contavano
Che certo ha ragione d'altra parte vi circa un milione di morti
Che vengono
Le gli americani compivano quasi mille mille missioni quotidiane di comportamento
Oggi il Presidente Obama manda colpire i guerriglieri
I terroristi dici ICI artistico dello Stato islamico manda due caccia ogni giorno
Questi tre cacciano sicuramente una forte efficace militare
Ma soltanto dal punto di vista tattico molto limitato ciò possono colpire queste postazioni artiglieria ma non mutano affatto nelle a dinamiche dei processi nell'articolazione dell'avanzata del
Del dell'ISI dei giudici a disservizi
Quindi vuol dire che l'immagine che noi abbiamo oggi con l'intervento americano e di una capacità reale degli Stati Uniti d'America di intervenire nella gestione di questo processo di crisi la realtà la realtà
Mettendo in conto cosa significa la presenza di soltanto due le tenga conto che accanto leggo facevo una portaerei corrotta anta caccia vengono spente soltanto due ogni giorno
Quindi allora noi abbiamo la rappresentazione degli Stati Uniti che stanno intervenendo a frenare o tentare di frenare la la l'assalto tragico pazzesco sanguinario dell'ISI e abbiamo una realtà invece
Dove questo tentativo fortemente fortemente limitato e produttivo di ben pochi risultati dal punto di vista strategico generale certo
Grazie
La ringrazio prima di tutto di una
Conferenza molto molto interessante soprattutto apre la testa delle riflessioni che possono seguire dopo io mi riferisco invece all'inizio del suo intervento
Quando si è rivolto pochi giovani che questa sera sono qui tra di voi
Dicendo una frase che non ho colto periplo vorrei capire bene il significato anche preclusi giovani che mi sembra potrebbero essere tutti i miei nipoti
Praticamente sentito dire che non riescono non possono capire quelli che sono i mille settecento mille ottocento anni che passano da Giulio Cesare a Napoleone me lo spiega un po'meglio per piacere sì certo
Diciamo che
La evoluzione della società oggi e talmente lei pensi a
Suo nonno mio nonno abbiamo la stessa età all'incirca
Comunque
Ai nostri nonni
Che cosa ha significato per loro all'improvviso avere la luce elettrica
Di fronte alle candele che c'erano fino alla loro infanzia all'improvviso il signore di soglie dalla possibilità
Di accendere la luce
Questa scoperta del luce
La novità
Regge ancora per cinquant'anni per sessanta anni ancora ci sono Cerano all'ora io vengo giù dalla Clarkson di Reggio Calabria
C'era ancora piccoli paesi nei quali non c'era ancora la luce elettrica quindi era ancora una straordinaria novità tecnologica questa luce che cambiava
Cambiava l'identità della vita quotidiana stesso
Oggi
L'evoluzione delle tecnologie ettari e tale che i processi di imputazione di cambiamento ai quali noi siamo sottoposti
Sono quasi e quasi quel tempo la velocità e quasi quotidiana
E quindi non c'è il tempo dell'assimilazione del sedimentazione di quanto sta accadendo per attivare dei processi di razionalizzazione su questo
Tutto ci viene addosso ci precipita addosso e non abbiamo il tempo tutti quanti noi a meno che non abbiamo strumenti culturali adeguati
Le teche meteo contro la società italiana
Alla metà
Dei laureati della media europea il dodici virgola qualcosa per cento rispetto dal ventuno al ventiquattro per cento le tenga conto che i tre quarti della società italiana i due terzi in realtà hanno come titolo di studio
Più alto quello della scuola dell'obbligo mi sa cosa significhi questo significa un potenziale poverissimo rispetto allo sviluppo degli altri Paesi
Ma non è che la scuola
Faccia intelligenti si può e sente vigenti anche senza andare a scuola soltanto che la scuola ti fornisce strumenti di conoscenza con i quali tu puoi articolare la tua esperienza i processi
Della
Con dell'attivazione l'attivazione dei progetti acquisizione insomma della conoscenza
Ecco questo purtroppo nella società e molto porta ma non è un problema soltanto italiano io mi riferivo o problema generale la mutazione dei processi e tanto dei processi cognitivi e tanto rapida per l'evoluzione delle tecnologie
Che non è più lo sparire dei mestieri come accadeva prima il
Lo spinge i Toret dei fu dei scusate lampione a gas e sostanzialmente all'inizio alla fine del secolo scorso
E per tutto un secolo c'era stata ancora le carrozze a cavallo hanno perdurata ancora fino agli anni trenta quaranta
Oggi
Il Messia del giornalista sta sparendo nel giro di cinque anni ci sono dei mestieri
Che la tecnologia brucia e cancella nel giro di tre o quattro anni
Se questa mutazione dei comportamenti individuali e delle relazioni della società e talmente rapido è molto difficile per ragazzi
Che non hanno la struttura consolidata
Dal due dall'apprendimento che ne abbia avuto dalle scuole dall'Università che abbiano frequentato
E quindi si trovano in maggiore difficoltà in Italia più che negli altri Paesi ma in generale in tutti i Paesi c'è un processo civile per quest'anno questa società come dice Bauman liquida
Nella quale cioè vengono messi in discussione come legittimo che sia
Tutte le vecchie conoscenze una volta si aveva la barba bianca perché i Paesi contadini i Paesi arabi ancora che la loro struttura culturale sono paesi rurali rispetto non tanto la barba bianca e poi perché la banda larga anche l'indice di saggezza
Cioè chi aveva la barba bianca aveva vissuto tanti i tempi tanti anni e quindi aveva accumulato esperienza per esperienza è una valida perché mutamenti a Roma lentissimi nel tempo
Oggi la barba non significa più nulla se non la voglia di non farlo o di essere esteticamente apprezzabile perché perché l'esperienza viene bruciato
Io rispetto ma gli stessi giovani che sono qui presenti rispetto alle generazioni che viene diciamo cinque dieci anni dopo Cencia fuori giro
Tutto è molto più rapido rispetto a prima liceo qualcosa di molto interessante
Che
L'evoluzione delle tecnologie elettroniche di oggi il fatto che i ragazzini oggi posti vuoti vostri figli ciò che non tanto con i i giochi elettronici
Attiva processi quello che ha una mortalità eskimo cioè la capacità di rispondere a più sollecitazioni contemporaneamente
Non sono capace di muovere
Quattro erette Conte poi se ne può più di una la secondo difficoltà a farlo quando gioca flipper non sempre mi viene bene fatta giocare affitti loro hanno una capacità straordinaria che cosa dicono gli studiosi chi neuroscienziato
Dicono
Che
Queste capacità di risposta sollecitazioni tante
Va però a scapito della capacità di concentrazione
Cioè si resta sempre sulla superficie
Delle cose e non si fa dentro si approfondisce addirittura uno studio americano che legge ultimamente
Dice che si cominciano già a vedere delle votazioni
Posso dire fisiologiche forse sbagliato biologico comunque diciamo tacere
Che non sono però genetiche per fortuna nello bifronte ari dei bimbi che soltanto applicati ai giochi elettronici rispetto agli altri loro compagni
Cioè che modifiche sui processi modificano perfino i lobi frontali per fortuna ancora non in termini generici cioè trasmissibili
Ancora però in tempi molto rapidi
Allora per rispondere con tanta confusione di cose che dico ma partire quanta complessità c'è in ciò che intendiamo dire quando loro non riescono a prezzare la differenza fra Giulio Cesare
Vorrei però magari apprezzare non hanno strumenti perché sono all'interno delle società dove tutto si brucia rapidissimamente come dicevamo Società punti li Istica punto dopo punto non c'è la storia non ce la continuazione quella sulla quale tutti quanti noi primo costruito la nostra conoscenza
Perché sappiamo perché è importante Giulio Cesare e perché è importante collocato il suo tempo abbiano importa molto che Dante sia nato Senato non mi ricordo bene nel mille duecentoquindici
Ma mi importa sapere chi è nato nel mille duecento forse quindici perché lo colloca in un processo storico
Nel quale
Evoluzione della lingua italiana il pensiero
Le relazioni fra le società erano di un certo tipo e questo mi consente di capire Co.Ge il processo storico che ha portato alla società italiana Aloi ragazzi intendevo dire quella frase un po'avventata forse intendevo dire che per i ragazzi ma diciamo per quelli che sono le generazioni di questo tempo
Che producono sicuramente delle intelligenze straordinari ci mancherebbe abbiamo degli esempi infiniti capacità di rispondere alle sue scelte sollecitazione tecnologiche il voto geniale
Ecco accanto a questi producono una larga
Quel già pronto un Bertonico che il deficit interviste da tanto tempo fa mi disse una cosa molto interessante
Noi siamo abituati a società a considerare
La società II classi che in qualche modo riprendo lo schema marxista
Allora diceva il tempo avvenire
Con l'evoluzione straordinaria che stanno dando le nuove tecnologie
Sarà fatto così
Che ci sarà un proletariato
Che sarà costituito tutti coloro
E siamo alcune Ginori credo che uso del computer la rete internet la usano poco più che come una macchina per scrivere cioè ricavano siete le informazioni ma non sono molto capaci di andare a quantità
Ci sono ancora larghe quantità
Di persone in tutto il mondo che nemmeno sia vicino a internet comunque in un tempo che ancora
Andrà per qualche periodo avanti
Diciamo ci sarà questo proletariato poi ci sarà quella che
Nel
Nel vecchio discorso di Barks R. in qualche misura la borghesia la classe di mezzo che sarà costituito da coloro
Che hanno un uso puramente strumentale
Della rete di internet e dice pensiamo poi diceva lui all'impiegato di un call center della libeccio allorché il
Del
Centralista dell'Alitalia che lavori in India perché lavora venite per risparmiare cioè gli indiani facciano i centralinisti
Specie Mabel Signorelli sicuramente se togli dice ma io vorrei dare
Da bombe da me allora era Bond oggi e mobile vuole andare da bombe a
Non sogni orche e poi a Matrix
Lo ricevette o al computer protocollata lei può partire alle quattordici cambia le diciotto
Sapeva dire tutto delle mutamento delle agenzie ma non molto di più
E poi c'è invece l'arresto Croazia la nuova resto Grazia
Di coloro che sanno usare tutte le potenzialità straordinarie che stanno all'interno della rete questo nel mondo che abbiamo di fronte
Qualche tempo fa più profonde un dibattito con
Il vice Rettore della Colombia Université lo mi diceva lui che un esperto di queste dice una cosa banale che però alla come l'avevo mai pensato che però mi impressiona
La potenzialità della Rete è tale che ho io noi oggi lei ci ha cambiato il mondo ne stiamo usando meno del cinque per cento
Meno del CIPE cioè dire che c'è se pensiamo all'evoluzione esponenziale altro che polare altro che polare vuole Remo non voleva solo gli asili vorremmo anche noi
Quindi allora quando dico questa società liquida diverse città imputazione straordinaria dove se non si hanno
Strumenti cognitivi pontili efficaci autentici e fra questi sicuramente la rappresentazione della realtà che essa faro può fare un giornalismo che i giornalisti ed è la realtà sarà che saremo tanti proletari
E ci saranno pochi aristocratici che decideranno per noi perché credo che
Il desiderio di tutti noi di essere aristocratici o meno capisce capace di decidere sul nostro futuro
E ci sono passaggi obbligati quello nella costruzione della conoscenza è un passaggio che non si può evitare
Caro Mimmo credo che tu devi tornare a Torino
Minimo deve tornare a Torino quindi vi ringrazio molto per la vostra partecipazione appuntamento giovedì quattordici agosto con Giuseppe De Rita ancora grazie per la tua presenza prematura parole da aziende