31LUG2014
dibattiti

Direzione Nazionale del Partito Democratico

ASSEMBLEA | Roma - 15:30. Durata: 2 ore 11 min

Player
Registrazione audio dell'assemblea "Direzione Nazionale del Partito Democratico", svoltasi a Roma giovedì 31 luglio 2014 alle 15:30.

L'evento è stato organizzato da Partito Democratico.

Sono intervenuti: Matteo Orfini (deputato e presidente del Pd, Partito Democratico), Matteo Renzi (presidente del Consiglio dei ministri e segretario nazionale, Partito Democratico), Rita Castellani (docente di Economia all'Università di Perugia, Partito Democratico), Stefano Fassina (deputato, Partito Democratico), Roberto Giachetti (vice presidente della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Barbara
Pollastrini (deputato, Partito Democratico), Andrea Baldini (coordiantore dei Giovani Democratici, Partito Democratico), Patrizia Prestipino (già presidente del XII municipio, già assessore allo Sport turismo e giovani della Provincia, Partito Democratico), Sandra Zampa (deputato, Partito Democratico), Barbara Paron (sindaco di Vigarano Mainarda, Partito Democratico), Dario Parrini (deputato, Partito Democratico), Emanuele Fiano (deputato, Partito Democratico).

La registrazione audio dell'assemblea ha una durata di 2 ore e 11 minuti.

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Autofinanziamento, Berlusconi, Chiti, Costituzione, Crisi, Democrazia, Diritti Umani, Economia, Editoria, Egitto, Esteri, Federalismo, Finanziamento Pubblico, Forza Italia, Giornalisti, Giustizia, Governo, Gozi, Italia, Juncker, L'unita', Lavoro, Legge Elettorale, Libia, Nigeria, Occupazione, Orlando, Partiti, Partito Democratico, Pittella, Politica, Referendum, Regioni, Riforme, Sassoli, Senato, Stampa, Stato, Ue, Violenza.

leggi tutto

riduci

15:30

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Abbiamo tempi
Ristretti per la direzione perché alle diciotto cioè il Consiglio dei Ministri e quindi
Segretario del partito nonché Presidente del Consiglio evidentemente doveva partecipare al prete al Consiglio i ministri che ha convocato
Quindi
E noi svolto si
Aveva
Noi svolgiamo questa direzione senza la presenza dei senatori che sono come è noto impegnati in una discussione difficile al se nato in una battaglia molto molto dura io credo che insomma noi svolgeremo questa direzione senza di loro ma è chiaro che gli mandiamo d'acqua un messaggio di affetto di sostegno e di vicinanza alla battaglia
Forzando
Prima di dare la parola Matteo fatemi dire solo spendere solo poche parole su una questione che credo sia a cuore a tutti noi domani non troveremo nelle edicole L'Unità per il primo giorno in cui le pubblicazioni verranno sospese
Io credo che noi da qui dobbiamo mandare un messaggio di non solo di solidarietà e di affetto ma anche di speranza ai lavoratori ai giornalisti dell'Unità perché
Crediamo che
La mancanza dalle edicole domani debba essere non la fine dell'esperienza dell'unità ma evidentemente solo una pausa noi stiamo lavorando bandito democratico sta lavorando perché questa sospensione le pubblica si unì duri il meno possibile e perché si possa costruire non solo come dire mettere una toppa una situazione difficile ma si possa costruire un progetto di rilancio editoriale è vero che
Tenga conto non solo della storia importante l'unità ma che di all'unità un futuro importante serio utile al nostro Paese utile alla libertà di informazione in questo Paese utile alla democrazia italiana quindi
Noi siamo impegnati in questo ieri abbiamo avuto un incontro credo oppositivo almeno così è stato anche considerato dal CDR L'Unità
Andremo avanti nelle prossime ore e speriamo di poter riportare l'unità in edicola il prima possibile
La parola Matteo Renzi
Condivido totalmente e faccio mie le parole di del presidente Dini Papeo sulle
Sia sulla braccio ai senatori
Che sulla proprio sull'Unità io credo che anziché stare adesso a discutere sulla responsabilità del passato noi dobbiamo fare una grande scommessa sul brand
Sui il giornale
Sulle feste su tutto ciò che porta ad avere una community dell'unità la priorità naturalmente partire
Dalle lavoratrici dai lavoratori e dal giornale quindi nelle prossime
Ore nelle prossime settimane andremo nella direzione che ho finito illustrato e che sta seguendo assieme a Bonifazi Agrimi anche c'era il giusto eravate tutti e tre insieme
Anch'io porto l'abbraccio forte dei senatori naturalmente oggi
Tutta l'attenzione dei media è sul
Sensi mi ha già mandato un messaggino mi raccomando ci sono due questioni del giorno Fogu segreto e Cottarelli quindi parleremo naturalmente anche delle questioni del giorno
Ma prima di tutto fatemi dire che
I senatori che in questo momento
Stanno votando quella riforma costituzionale lì in questo clima che si è aperto sono doppiamente meritevoli di un abbraccio da un lato perché
Non è cosa di tutti i giorni fare una riforma costituzionale in quel modo
Stiamo
Mettendo fine a anni di bicameralismo perfetto che persino nella discussione dei lavoratori dei lavori preparatori della Costituzione e la conseguente fu vista come un problema è un limite
Stiamo
Recuperando le ragioni del federalismo in una dimensione diversa del Titolo quinto
Noi non vogliamo il mare e delle Regioni noi vogliamo il massimo del bene delle Regioni
Non a caso dopo un nostro fuoriclasse come Vasco Errani oggi presidente le Regioni hanno letto un altro fuori classe che si chiama Sergio Chiamparino a cui fare ai
Migliora augurio di buon lavoro
Per per l'incarico di Presidente delle Regioni
Ma stiamo cercando di far sì che
Ci sia un federalismo degno di questo nome noi sappiamo
Che esiste il problema della decretazione d'urgenza e anche di una diversa gestione ne parlavamo qualche giorno fa con Graziano
E con un po'di Ministeri della passaggio parlamentare prima con Roberto anche i deputati credo che abbiano un po'costano sono stanno arrivando alla spicciolata perché credo sia votato
Anche si stia votando o se si appena votato ha finito adesso quindi privato at Paolo immensa ma rimando di revoca di stamattina parlavo con Roberto speranza con Luigi Zanda ci sentiamo di tutti i giorni
Probabilmente varrebbe la pena di creare una task force del partito quando si fa un decreto come i tanti decreti che abbiamo fatto
Vale a dire probabilmente per seguire il procedimento corre che ci sia con maggiore decisione e determinazione da parte nostra il responsabile del PD uno alla Camera uno al Senato uno del partito
E uno del Governo per far sì che ci sia un coordinamento cosa che un po'il mancato avere responsabilità che
Presidente del Consiglio condivide con il segretario del partito e quindici se avrò modo di rappresentare ed entrambi la la la gravità della situazione
Che mancano ad esempio su un paio di decreti tant'è vero che avremo bisogno di di un passaggio parlamentare in più e quindi da questo punto di vista è fondamentale che ci sia un'attenzione
Maggiore ma è fondamentale anche sottolineare come questa riforma
Eliminata il ricorso eccessivo i decreti perché
Perché consente
Tempi certi è una modalità di presentazione dei provvedimenti diciamo del procedimento legislativo decisamente diverso rispetto al passato
Abolizione del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro consente finalmente di
Fare quelle cose che le Regioni devono fare perbene e contemporaneamente evitare di ingolfare la Corte costituzionale di ricorsi e controricorsi è una riforma straordinariamente importante storici
Farla sentendosi dire tutti i giorni che noi siamo quelli della deriva autoritaria
Peraltro
Ignorando un paletto molto chiaro che non abbiamo detto siamo talmente convinti di questa cosa che alla fine facciamo referendum cioè che alla fine del percorso quand'anche ci fossero come io credo ci saranno i due terzi noi faremo mancare
Nell'ultimo voto utile
Quelli volti sufficienti per poter dire comunque i cittadini scegliete voi perché sulla Costituzione e l'ultima parola per noi ce l'avete voi non ce la teniamo per noi
Bene questo lavoro che è in corso di realizzazione al Senato
Richiede unanime attitudine è un plauso vero allettante senatrici e tanti senatori
E la maggioranza che condivide questo provvedimento ma lasciatemelo dire in questa sede soprattutto del Partito Democratico e io vorrei ringraziarmi uno per tutti c'è naturalmente ringrazio tutti coloro i quali stanno lavorando da sia a livello di governo che di Parlamento però permettetemi di ringraziarvi uno ieri l'ho chiamato
Perché hanno detto queste la riforma che i giornalisti non vogliono
Tutto e ci buttano Minzolini addosso Agenzia chi ama Minzolini e c'è chi pensa che quando
Al più di novant'anni si sta in Aula a testa alta e con grande
Lucidità come sta facendo in queste ore Sergio Zavoli ma io ho chiamato Sergio
E a nome di tutti noi lo voglio ringraziare perché
La dimostrazione di serietà e di impegno e lasciatemelo dire di lungimiranza e di visione che sta dando ci aiuta ICI incoraggia tutti naturalmente
Questo non significa
Non vedere come un fatto negativo
Il fatto che in uno dei voti nel primo Consiglio dei stamani ce n'erano state c'è un altro altri due Lili giorni scorsi il sul articolo che riguarda
I principi etici
Siamo andati sotto per la presenza vivente di franchi tiratori credo anche che dobbiamo
Utilizzare tra di noi un linguaggio sereno tranquillo nel senso che non non è il remake dei centouno naturalmente nel metodo
Lascia l'amaro in bocca che ci sia chi non ha il coraggio di dirlo perché tra di noi come sappiamo ci sono anche i dissidenti
E nessuno di noi espelle nessun altro per cui chi non ha avuto modo di
Essere d'accordo con noi è stato coinvolto è stato valorizzato
Mi sia consentito di discutere dentro le assemblee si è fatto assemblee ad hoc dei parlamentari si è fatto assemblee dei senatori è corretto che sia così noi ci chiamiamo Partito Democratico perché tra di voi possono esserci anche ovviamente
Partito Democratico non partitocratico delle idee diverse
Riconosciamo a chi dissente il diritto di farlo in totale libertà e franchezza a maggior ragione ci sembra che sia stata scritta una pagina non positiva quando al voto segreto si dà un giudizio
Che non sia il coraggio di affermare con il voto palese però è anche vero se devo dirla tutta che non credo che sia una vicenda tutta interna al PD anzi se oggi dovessi scommettere direi che sono stati più altri che non i nostri cambia niente rispetta la sostanza questo non è un punto
Fondamentale andremo alla Camera e ragioneremo alla Camera se quell'articolo ha un senso nella fisionomia complessiva della riforma costituzionale o no
Io personalmente non credo stanno i deputati che discuteranno ragioneranno rifletteranno
Però
C'è chi guarda il dito chi guarda la Luna
Perché fino a qualche ora fa si diceva che la riforma non sarebbe mai passava che saremmo stati impantanati fino a Natale nel
Discussione del Senato che noi non avevamo i numeri per farla passare e invece sta andando
Procedendo in modo
Assolutamente deciso
E no ricchezza il canguro
Che il nuovo soggetto costituzionale rilevante il canguro canguro che cos'è il canguro è che se tu fai dieci emendamenti chiaramente i
Sovrapponibili e finalizzati semplicemente a perdere tempo una volta che ne AIAPP approvandone uno si saltano gli altri noi siamo una cosa così drammaticamente devastante a meno che non ci sia da di voi chi pensa che si debba davvero votare sul nome della Camera deputati qualcuno dice
Voulez
Qualcuno dice Ecclesia mi sembra un po'focolai correre una parte del nostro partito qualcuno dice che e trovo che sia fantastico richiamarla Gilda cioè noi stiamo a discutere che
Siamo autoritari perché chiediamo di non chiamare la Camera dei deputati Gilda dei deputati c'è questo e il livello della discussione pensiamo invece dei punti sei su questi punti seri credo che sia importante continuare
Ad avere lo spirito della serenità e della discussione lo abbiamo fatto e lo voglio dire qui perché
Termine anche nelle mento personale importante voi sapete che su questa vicenda ci sono stati i toni anche molto accesi dentro il Pd
Forse la persona che più come dire avuto toni molto o no ma persone avuto toni molto più molto duri non è lui
Però diciamo per me per la mia esperienza personale per anche i miei rapporti personali molto dispiaciuto lo scontro che c'è stato ad esempio con uno come Vannino Chiti
Ebbene quando cammino si alzava in Aula per dire propongo un compromesso un punto di sintesi e chiedo a tutti di fare un passo avanti in quella direzione il PD non condividendo la posizione di Vanni nate maggioranza ha detto che ai
Purché si possa avere un clima più disteso sono stati altri a dire a respingere al mittente la proposta di Mannino ma rimane agli atti che noi abbiamo avuto abbiamo e avremo uno stile sulle riforme costituzionali
Che non è quello dell'evitare il canguro è quello di evitare la lumaca
Voi non possiamo pensare che le riforme costituzionali diventi nuovi l'ennesima discussione su cui si sta anni anni anni si ragiona si riflette si decide
E poi si trova insieme ad andare dai cittadini e dire queste la riforma costituzionale
Queste è la cosa più grande che noi abbiamo è la Costituzione saremmo autorizzati a cambiarla da soli ma noi abbiamo voglia di cambiarla insieme i cittadini
E se i cittadini ci daranno forza la riforma costituzionale diventerà realtà se i cittadini ci diranno di no ne trarremo le conseguenze
Capire però che questo è uno stile
Profondamente diverso da chi parla di deriva autoritaria
Sia nel metodo che nel merito
Nel merito cercherò tra poco di intervenire e di chiedere anche un mandato sostanzialmente alla direzione
Non credo se lei chiede lo perché era già inserito nell'ordine del giorno dell'ultima direzione del che ha parlato di questo convegno l'ultima cronologica nella direzione che parla di riforme a suo tempo
Ma credo che vada ripetuto cioè la possibilità di
Apportare alla legge elettorale alcune modifiche all'accordo sulla legge otto alcune modifiche ne parlo tra un attimo perché l'accusa è che la deriva autoritaria
Sarebbe collegata ai poteri della Carta costituzionale nel combinato disposto con la legge elettorale ci arrivo tra un attimo ma prima mi fermo al metodo io non ho mai visto degli autoritari proporre i referendum alla fine
Cioè volete voi diventare autoritario no non mi pare che sia una soluzione intelligente no ma io sto
Le polemiche
Come quelle a cui abbiamo assistito in queste ore
Perché trovo davvero incredibile che se si fa un incontro si vada in screening e se si fa i costituzionalisti si fanno a voto segreto altrimenti non funziona cioè io l'idea che la riforma costituzionale si faccia tutti incappucciati
Di nascosto coperti dal voto segreto perché non si ha il coraggio di dire le cose la ritengo questa un simbolo di un qualcosa che non funziona
Ma c'è stante noi andiamo
Nel rispetto delle decisioni del Presidente del Senato e della Ufficio di Presidenza a confrontarci con tutti coloro i quali vorranno confrontarsi
Alle domande ma perché questa insistenza su
Riforme
E allora io
Con il vostro consenso cercando di non essere troppo lungo vorrei davvero pur dare per qualche minuto
A inserire la discussione sulle riforme dentro la fase politica che stiamo vedendo
Non voglio adesso partire dalla descrizione della politica internazionale
Ma stiamo vivendo un momento che tecnicamente potrebbe essere quello che la tempesta perfetta
Con ciò che conosciamo a livello internazionale noi abbiamo oggi in campo Federica sta facendo un grande lavoro e alleva il mio e il nostro grazie per l'impegno che sta mettendo
Abbiamo
Le seguenti aree di crisi
Uno l'unione europea eh in una fase di sanzioni fase tre con il suo principale vicino di casa
Che non è un vicino qualsiasi è la Russia
E non sappiamo perché
Questo è accaduto possiamo avere delle opinioni diverse su come sia nato questo complicato gioco gli equilibri di squilibri ma c'è un fatto impressionanti che mentre qualche giornale ha scritto che il problema era la fornitura di gas di energia
Noi stiamo cercando di dire che c'è bisogno di creare un
Clima tra l'Europa e la Russia che sia rispettoso dei valori di libertà e contemporaneamente che non ci faccia torna trent'anni fa
Noi non stiamo cercando di difendere le ragioni delle aziende non siamo stati quelli che hanno detto sì alle sanzioni fase uno Fase due fase tre anzi Fase due rafforzate fase tre
E non pensiamo che gli altri Paesi quando hanno avuto dei dubbi lo abbiano fatto perché avevano interessi aggiungo maggiori di quelli nostri
Per cui l'accusa di filobus sia diffido allora di accondiscendenza verso la politica deve essere arrivato da qualche giorno internazionale eh da respingere al mittente noi stiamo semplicemente cercando di dire
Che da un lato ci sono dei valori che come tali non sono negoziabili
E dall'altro c'è la necessità di tenere aperto un canale di dialogo perché queste la cifra dell'Italia
Lo è nella discussione con
Il principale vicino accetto lo è in ciò che sta accadendo in questo momento
Tra Israele e Palestina in Medioriente
E c'è un'unica carta che oggi va giocata a mio giudizio al di là delle prese di posizione di principio
è la proposta egiziana
Su cui dobbiamo insistere e investire
Federica già sarà al Cairo sabato ci sarò anch'io
Forse il primo capo di governo a recarmi al Cairo con
Il la sotto la Presidenza della Repubblica di al SiSi
Ma credo che sia un fatto importante che si collega per l'Italia l'intervento alla prima viaggio fatto in Tunisia
All'investimento su alcuni Paesi e al tentativo di creare delle occasioni di dialogo difficili complicate
Così come complicata e drammatica non ne parla nessuno o se non per i profitti e non per la questione energetica la vicenda libica
Cento venti milizie l'un contro l'altro armate le elezioni del venticinque giugno che si sono svolte in un quadro di
Sostanziale positività rispetto a quello che era il quadro del Paese ma che poi
Devono essere incoraggiate
Perché si possa finalmente arrivare alla all'insediamento del Parlamento e del nuovo Governo
Ma in questo Ente drammatico siamo rimasti noi come ambasciata degli inglesi credo
Altri due o tre i Bastard ma insomma i primi arrivino ce ne sono andati anche gli americani e restare in Libia significa tentare di avere un ruolo su alcune delle principali questioni geopolitiche non dei prossimi giorni nei prossimi anni
A partire dalle questioni legate sicuramente all'immigrazione che sono quelle che favorisce ma di tutti perché sono drammaticamente dentro la vicenda della vita quotidiana delle città
Ma che riguarda anche alla sicurezza e alla pace perché se c'è un luogo che non è controllato politicamente
E che in qualche misura è una sorta di
Luogo di totale libertà da ogni vincolo e regole
Poiché è difficile pensare di controllare ciò che sta avvenendo ad esempio nella formazione di milizie
Integraliste terroriste
Di matrice religiosa in molti casi e che mi portano a dire che io non dimentico dopo una ubriacatura di qualche giorno su Twitter le ragazze di Bo quarant'in Nigeria
O in Camerun
Che io non dimentico il fatto che ci siano donne non soltanto donne persone anche uomini che per la propria Fedi o per la propria
Idea
Di società sono costretti in Siria o in Iraq
A vivere in condizioni che definire atroci è riduttivo
E che io non dimentico il fatto che se c'ha un valore in Europa lo abbiamo detto per il due luglio appiglio Strasburgo nel discorso introduttivo il Parlamento ma lo ripetiamo ogni giorno e nel tentare di dire che la libertà di una ragazza per motivi religiosi
O di reali è un valore costitutivo più importante dei nostri interessi economici e sono felice
Che mi richiama sia tornata a casa oggi in America grazie al lavoro svolto dal Governo italiano amministrano derivi dal viceministro Pistelli
Ecco che lo scenario che noi stiamo vivendo che potrebbe proseguire perché noi abbiamo per la prima volta l'ipotesi di un califfato e abbiamo in Repubblica Centrafricana la situazione che conosciamo
Io sono andato o la settimana scorsa in Congo Brazzaville
Il giorno dopo iniziava lì il vertice per tentare di mettere pace in quell'area che può sembrare lontana ma è soltanto teoricamente
Poi noi sull'Africa c'è un grande progetto un grande ragionamento da fare e che riguarda tanti aspetti diversi e che riguarda per esempio l'aspetto energetico certo perché in Mozambico in Congo Brazzaville in Angola in altri Paesi dell'Africa
Ci sono le risorse energetiche per i prossimi cinquant'anni dell'Italia già concordate chiuse siglate
E questo anche una dimostrazione di come il nostro ragionamento sulla Russia non sia finalizzato l'interesse economico ma un fatto politico culturale
Valeria bisogni tenere aperto il canale di discussione con la Russia nel rispetto
Delle sanzioni che noi per primi abbiamo dato
Perché non è tornando i toni della guerra fredda che si esce dalla crisi ma contemporaneamente riaffermare l'idea di un ruolo di libertà e di democrazia dell'Europa lo so che queste cose sono José per molti
Ma questo è il modo con il quale noi siamo entrati nel semestre europeo questo è il modo per il quale diciamo all'Europa che il Partito socialista europeo
Non ha il diritto di esprimere l'Alto rappresentante ai doveri di esprimere altri rappresentanti in un quadro nel quale la Presidenza è andata Juncker e lo facciamo perché pensiamo che il nostro obiettivo
Non sia quello di andare a trattare sull'Europa
Per un interesse nostro io vado in Europa perché in Europa il luogo nel quale mi devono dire che anziché il due virgola sette prendo due virgola sei
Magari già ridotto
è questa l'Europa questa riduzione dell'Europa
All'uopo dei vincoli e dei ragionamenti di Bilancio stabili sfuggendo all'idea dell'Europa politica come l'avevano assegnata i padri costituenti dell'Europa e i padri fondatori delle nostre diverse tradizioni politiche
A in questo scenario e l'ho fatta fin troppo lunga la politica estera è per come io la vedo il punto oggi nel quale
Molte questioni dovrebbero essere affrontate e discusse ma non è per questo che si fa la riforma del bicameralismo o si cerca di introdurre le preferenze nella legge elettorale
Si fa questo ragionamento introduttivo per dire come oggi
Il continente nel quale viviamo abbia bisogno di un di più di politica
Ho di più di politica l'Europa può avere
Certo si apre una discussione economica io credo che
Il nostro problema di questi primi mesi di Governo ossia che tutte le volte che si parla di Europa e di economia parte imprese un principio ecco nelle loro vogliono cambiare le le regole per
Per l'Italia o dei confacente a un abbraccio a tutti i parlamentari europei presenti a Sandro Gozi per il suo ruolo di
All'interno del Governo al mitico Gianni Pittella che il nuovo capogruppo del Partito Socialista europeo
A dargli Sassoli che il vicepresidente del Parlamento abbiamo con Gualtieri con
La costa le presi due presidenze di Commissione un'altra è per un esponente di An Cd quindi comunque di un
Movimento politico che che che che che si rifà al Governo però il punto centrale che noi abbiamo oggi in Europa è che l'Europa deve ragionare di crescita economica non perché serve all'Italia
O alla Francia ma perché l'Europa è una zona è l'unica America del mondo che continua a bere risultati di crescita per forma di crescita che sono incredibilmente negativi
Rispetto a tutto quello che gira intorno
E allora questo tema dovrebbe farci riflettere
Perché non è un problema dello zero virgola in più o in meno in cui cresce l'Italia open Colvin diciamo con il quale fece un altro Paese perché poi c'è il Paese cresce con lo zero virgola in più ma c'è una deflazione più alto ma vicenda che sarebbe interessante anche andare approfondire
Ma affermare un modello nuovo di politica economica
Serve all'Europa non all'Italia
E io saluto con grande attenzione ciò che ha detto di un cane
Io che l'ha detto delle cose molto interessanti sui trecento miliardi di euro da investire
Noi lo aspettiamo alla prova dei fatti perché riteniamo
Come parlamentari
Italiani eletti in Europa europei eletti in Italia più correttamente
Ma come Governo come Partito Democratico che sia stato il risultato del PSE
Portare i un credo dire le cose che ha detto anche perché l'abbiamo condizionato su questo preclusa non era
Tra
Non non è non che avesse molte alternative però bisogna vedere adesso se lo fa in che forma in che modalità
E come questo tipo di investimento
Diventa un ulteriore aiuto per far sì che l'Europa sia il luogo politico per la discussione è noto il tanto un luogo nel quale si va
A controllare lo zero virgola o le percentuali e nemmeno quell'Europa che ci costringe a fare le riforme costituzionali
Certo che
La possibilità che noi stiamo dando
è quella di dire
La flessibilità utilizzabile si utilizza per il quei Paesi che fanno riforme strutturali
E la prima riforma strutturale da fare è quella del sistema politico e noi la stiamo facendo
Introducendo ecco il punto sulla legge elettorale a mio giudizio dei correttivi nella discussione che il Senato potrà dare
Al
Partire dal primo di settembre presidente Finocchiaro ha calendarizzato dal primo di settembre
Il voto sulla legge elettorale cercando di alzare un po'la soglia con la quale ottenere il premio di maggioranza
Cercando di introdurre un sistema
Che è sempre noi l'interesse non è un problema perché abbiamo detto che avremmo comunque fatto ricorso alle primarie
Impegno che confermiamo ma ove ci fosse la possibilità di introdurre le preferenze credo
Che il PD dovrebbe tornare indietro e io lo farei volentieri rispetto alla nostra tradizionale posizione
Di partito dico molti di noi hanno avuto idee diverse però io credo che sia alla fine
Ci fosse questo penso che siamo tutti d'accordo adesso
Cioè non credo mica mi pare che tu nei miei discorsi che abbiamo fatto in occasione dell'approvazione della
Del pacchetto dell'Italia e come in questa sede in direzione tutti abbiamo detto ricordo per primo intervento degli anni teso ma se ci fosse stata la possibilità di assicurare maggiore libertà di scelta tutti noi saremo stati molto d'accordo
E quindi l'idea quasi se naturalmente qualcuno l'ha cambiato idea ma non credo lo potrà dire che andrà in questa direzione nel lavoro che deve fare il Senato
E cercare di trovare un modo coerente
Sul sistema delle soglie di sbarramento che io ritengo essere giuste e doverose perché presenti in tutti nei paesi
Europei e anche nere sistema del Mattarellum del porcellum
Delle consulte nello non c'è della legge per le europee non c'è un legge senza il sistema di
Bisogna però io credo che questo si possa fare lavorando insieme I contraenti il patto
Ai quali va aggiunto
L'abbiamo detto nella riunione dei parlamentari la mattina dell'approvazione dell'Italia il comma
Un impegno maggiore sui temi del genere della rappresentanza di genere che da parte nostra sono stati ampiamente
Rispettati nel passaggio del due mila e tredici con la Segreteria Bersani quando si è trattato di scegliere
I parlamentari
Non a caso credo che siamo la forza politica di gran lunga
Con una maggiore presenza femminile è stato rispettato dalla mia segreteria e dal Governo nel passaggio successivo portandola cinquanta per cento vediamo quello che riusciamo a tenere e oggi la discussione ma affermiamo anche questo come principio
Se ci sono queste cose qua
E c'è una riforma costituzionale che va nella direzione che abbiamo detto ma abbiamo un quadro
Nel quale possiamo inserire le priorità di cui già il Parlamento si sta occupando
Tutte le volte che la grigia narice un giorno che ne stiamo facendo troppe un giorno che ne stiamo facendo poco
Il tema del lavoro
Decreto legge approvato disegno di legge delega in discussione e abbiamo detto in approvazione se ce la facciamo entro l'anno sarebbe un fatto positivo
Tema della giustizia Orlando a posto hip
Gli argomenti
è in corso la discussione il processo civile telematico è partito Andrea qualche giorno fa ha fatto l'elenco dei primi risultati
è comunque un evento molto importante
Il tema della pubblica amministrazione in queste ore si sta discutendo tra Camera e Senato il del primo decreto Maria
Primo
L'unico per il momento poi ci sarà il disegno di legge da affidare e c'è tutto il tema della digitalizzazione come strumento al servizio di questo ragionamento qua
E potrei proseguire
Sulle questioni fiscali
Potrei proseguire sulla operazione campo libero di Maurizio potrei proseguire su
Lei questioni di cui oggi andiamo cupa cinque o sito dei ministri quarantatré miliardi dialoga sbucare sulle infrastrutture ed ha fatto una riunione anche ieri con Debora e con Ermete diciamo per i rispettivi
Ruoli ma è un grandissimo tema un grandissimo argomento questo
Se a settembre nel momento in cui la situazione di crisi
Continua a a picchiare a far male
I dati sono altalenanti io dico sempre scherzando che i dati dell'economia ogni giorno c'è un dato buone uno negativo un po'come queste sta bene un po'pazza nella
Oggi c'è un dato di cinquanta mila occupati in più
Ma il dato della crescita e decisamente più basso rispetto a quello che ci aspettavamo
Il Pilar neri che hanno anche come sempre un punto di riferimento per tutti ha fatto prima un segno negativo
Poi un segno sorprendentemente positivo probabilmente un effetto rimbalzo lo spread
Che era a duecento più di duecento all'inizio dell'anno
è oggi più vicino ai centocinquanta che non
Con un risparmio di di di di di denaro da parte diciamo della della pubblica amministrazione vivente ma questo non è sufficiente
A risolvere i problemi del rapporto debito piloti in particolar modo in una cornice in cui la crescita
Continua a essere bassa e quindi
Non siamo nelle condizioni di avere quel percorso virtuoso che immaginavamo di avere
Io però su questo un punto lo devo dire
Noi ci siamo impegnati come PD passo dopo passo giorno dopo giorno con calma ma con decisione a farle
E su questo non molliamo
Non vogliamo di mezzo centimetro
Non stiamo tutti i giorni con l'ansia di dover giustificare ciò che stiamo facendo di seguire l'ultima qui
Abbiamo da migliorare per primo il Governo il mio l'attività di coordinamento vi parlavo stamani con con Francesco Boccia rispetta alcune questioni
Riferimento era il fatto che sia stato inserito quota novantasei e altri interventi che ha portato delle reazioni diversificate tra MEF Ragioneria generale dello Stato e quindi una situazione di potenziale pensione
Che sono oggettivi sul quale sulle quali dovremmo
Lavorare di più e meglio nelle prossime ore ma il punto fondamentale
è che nell'operazione mille giorni che parte il primo settembre finisce il ventotto maggio il diciassette noi le mettiamo tutte infila e che faccia o non piaccia canguri e lumache
No veramente altro che però
Un libro vecchio che non è il caso di digitale polemiche non polemiche discussioni non discussioni voti segreti e voti palesi noi arriviamo laddove dobbiamo arrivare
Questo è il messaggio che dà un senso al quaranta virgola otto per cento
Il quaranta virgola otto per cento non è la coccarda da mettersi al petto è l'impegno concreto e quotidiano da mandare avanti
In questa cornice e è ricco di raccontarvi o di fare anche discussioni polemiche io
Quando leggo
Cosa c'è scritto nel patto del Nazareno cosa cioè sotto sotto
è un atto parlamentare
Non è un patto è un atto parlamentare
Può piacere può non piacere si può cambiare non si può cambiare mandato parlamentare quando vedo anche alcuni nostri dirigenti che dicono cosa c'è sotto fate chiarezza su
La cosa non mi preoccupano e abbiamo declassificato gli atti sul segreto di Stato immaginabile queste il Governo che ha declassificato gli atti sul segreto di Stato quindi non ha particolari problemi sul impatto che è un atto parlamentare
Ma mi preoccupa l'atteggiamento mentale la forma mentis quella di dire noi stiamo dicendo la verità
Ho
Perché sotto sotto di alta mi stanno prendendo in giro questa idea che i politici mascherino sempre le cose sotterranee e credo che sia un errore che noi facciamo su noi stessi
Quindi
E richiamo di giocare
Alla minaccia diamo di mettersi a lavoro tutti voi con le realtà le responsabilità che abbiamo penso all'arte bonus che è stato approvato credo dal sostanzialmente con il consenso di tutti
E che è già diventato leggi proposto da Dario penso alle iniziative sul terzo settore penso anche lasciatemelo dire
Perché l'Africa non è soltanto il luogo nel quale noi andiamo a prendere
Sinergia dei prossimi cinquant'anni
Penso al ruolo straordinari della legge che domani va alla Camera sulla cooperazione internazionale dopo anni e anni di ritardi
è un passaggio importante perché la cooperazione internazionale è senza dubbio tentativo ed è una risposta concreta a voi va in Mozambico vedi l'ospedale della Comunità di Sant'osare
Il poliambulatorio della Comunità di Sant'Egidio ti senti orgoglioso di essere italiano come quando trovi un'azienda che funziona anzi talvolta di più di quando trovi un'azienda che funziona
Tra la cooperazione internazionale è anche strumento di pressione politica perché se in Mozambico anche in queste ore si fa l'accordo sulla campagna elettorale che non era scontato qualche settimana fa
E anche per il ruolo che noi abbiamo avuto e la cooperazione internazionale diventa richiamo di occasioni di business e quando il Paese riinizia cresce
In quanti in Angola mi hanno detto noi ricordiamo
Che l'Italia è stato
Il primo Paese riconoscerci io come dire
Posso attendermi in merito anche talvolta dico per me questa faccio un po'fatica sinceramente avendo un anno però ho scoperto che Guelfo guelfi poi il prode valoroso compagni quel fuel più già curatore di una campagna pubblicitaria a Firenze
è stato condito praticamente dieci mesi chiuso nella foresta in Angola l'ho saputo dopo secoli avrei rivenduta anche quella mai Toscani sanno a cosa mi riferisco il punto però non è questo
Il punto anche quanta soddisfazione concerne sentirsi dire noi grazie a voi ci siete stati quando non c'era più nessuno ci siete oggi ci sarebbe domani
Ecco il senso della cooperazione internazionale che diventa politica che diventa occasione di valorizzazione economica e di valorizzazione internazionale bene in questa cornice così complicata il PD
E chiudo
A una sfida meravigliosa davanti
Che è quella di continuare imperterrito
Con calma con serenità con il passo del maratoneta a dire che possono esserci gli scossoni che ci possano essere noi questo Paese lo portiamo fuori dalle sabbie mobili
E non perché noi siamo bravi
Ma perché il Paese forte
Perché possono esserci tutti gli editoriali di questo mondo ma il Paese più forte delle paure degli imperialisti
Perché il Paese più grande delle debolezze che talvolta la classe politica ha mostrato e il Paese è in condizione se è finalmente liberato
Di tornare a creare ricchezza in Europa nel mondo Cuesta è la nostra assoluta convinzione
Talvolta medico Matteo fatto uno stralcio sbagliando
Vedi i giornali la classe dirigente su tutti gli occupati
Sottotiro Rizzardi la che tu sei come il matto che va in autostrada contromano dice guarda questi che sotto il no io sono convinto certo e sicuro convinto certo e sicuro
Convinto certo e sicuro
Che l'Italia eh nelle condizioni
Di riuscire finalmente a guidare ripresa dell'Europa però questo il punto fondamentale o lo fa il PD o non lo fa nessun altro e il PD attraverso una fase molto interessante
Ma anche molto difficile
Abbiamo scelto di non avere il finanziamento pubblico
E quindi c'è un tema economico
Le feste aiutano i livelli territoriali laddove si fanno chiedo ai parlamentari alle parlamentari ai Ministri alle ministre di girare come dei matti nella feste
Perché è giusto che ci sia una presenza forte durante le feste dell'Unità
Però c'è un problema economico anche nella sede nazionale
E allora noi dopo la festa di Bologna
Dobbiamo metterci in testa di trovare un modello per il quale
Si lavora tutti insieme nella giusta direzione
Io credo ad esempio che si accettiamo l'idea che non ci sia più il finanziamento pubblico e ormai l'abbiamo accettata
Si debba ricorrere anche a strumenti di finanziamento privato trasparenti io credo che per esempio un po'di cene di finanziamento
Bisogna che le forze Presidente Consiglio bisogna che le facciano i dirigenti i parlamentari e bisogna che nel fare
L'applauso alle scene
Mi fa
Vorrei dire al compagno amico statista Giacomo Leonelli che l'ironia sulla mia Pansa rispetto alle cene è da respingere al mittente
Però
Questo è un tema vero reale che c'è
E che riguarda lasciatemelo dire anche il modello con il quale noi faremo la formazione politica nei prossimi mesi che sarà la priorità e che riguarda il modo con il quale faremo la campagna più grande
Da settembre che è quella di ascolto sulla scuola
Che diventa prioritaria
Perché il Paese lo porti fuori dalla crisi coinvolgendo gli insegnanti e le insegnanti coinvolgendo le famiglie offrendo un patto educativo e discutano di tre cose che divisa scolastica sì certo
Di questo molto importante contenuti della scuola
Una volta si dicevano i programmi il punto è nella scuola che cosa si va a fare stando qualcosa come tredici anni dalla scuola elementare sino alla scuola superiore
Questi tredici anni sono la più grande occasione di formazione di classe dirigente e noi dobbiamo smettere di dire che la nostra scuola fa qua tutte le parti
Perché se i nostri ragazzi una volta che fanno risultati buoni poi vengono presi all'estero vuol dire che noi stiamo formando classe dirigente per l'estero
Non è vero che la nostra scuola che pure ha dei limiti
è una scuola fatta nel racconto costante quotidiano di persone riprese e la carta dell'ultimo tuffo e dall'altro terzo punto
Proporre un patto al corpo docente
Ma il patto al corpo docente non può essere sulla base di una
Trattativa sindacale io ti do questo Toumi dai quest'altro
Se sceglie il modello dell'autonomia
Della responsabilizzazione dei presidi che poi si chiamano dirigenti perché se si chiamano praticamente va bene
Nella libertà di formazione del corpo docente cosa vuol dire che la formazione permanente e quindi un insegnante che entrano a scuola trent'anni deve avere a quaranta cinquanta sessanta l'occasione
Di formarsi e nel formarsi nell'aiutare o dei ragazzi se scegliamo 'sta roba qui
Bisogna togliersi un po'di roba un po'di preoccupazioni e anche un po'di pregiudizi nostri
Questa è la sfida dei prossimi mesi
Ecco perché io non le tiro fuori tutte insieme
Abbiamo messo in campo la pubblica amministrazione e l'agricoltura l'ambiente la semplificazione amministrativa il fisco e giustamente il Parlamento ci Cerea ci avete in casa
Dobbiamo trovare un modo perché questi atti siano condivisi sempre di più e sempre meglio
Dicevo Roberto quando non c'è il tema dell'asporto di cui ne ho parlato stamani mattina
Vasco se non si dice del Quartetto un po'di sembra Quartetto Cetra ma siamo di
Governo partito e i due rami delle anche per evitare che poi si faccia davvero il doppione tutte le volte tra Camera e Senato
Ed è la volta buona che non non se ne esce più ma diventa e ho finito anche l'occasione
Nella quale provare a chiudere
Questa discussione questa introduzione ed aprire la discussione
Cosa che tiene insieme tutto questo lungo ragionamento
La
Privo di vita della politica rispetto al resto
La vicenda russa vari soldi con la politica
Se la dizione
Il rapporto energetico dei prossimi trent'anni lo risolve con la politica ce lo risolve
La questione economica dell'Italia non dipende da come si fa la spending da come si fa la spendi mettiamocelo in testa la ridisegno non so che cosa farà Cottarelli
Lo rispetto lo stimo farà quello che crede male non è Cottarelli
Il punto fondamentale della spesa la revisione la spesa la facciamo anche se con tali va via cioè non è che se c'è contra li si fa una revisione della spesa e se non c'è comprare non si parla di una spesa
Attenzione dicendo con chiarezza che i numeri son quelli
Perché se noi facciamo l'operazione da sedici miliardi del due mila e quindici di taglio
Delle spesi
Partendo da voci che non sono previste nelle leggo che la Regione la spesa più visto per esempio
Nello sbocco in RAI ci sarà un grande investimento sull'efficientamento energetico delle pubbliche amministrazioni quanto vale neanche cinque miliardi di euro la bolletta energetica italiana diciamolo così che si capisce bene
Gli italiani paga un assegno da quarantacinque miliardi per le proprie dichiarazioni
E fa bene
E da cinque miliardi
Noi pubblico per gli immobili pubblici
Cinque miliardi di euro di costo energetico un investimento sull'efficientamento energetico con magari la possibilità di alcune agevolazioni fiscali come quelle che hanno funzionato che sono se
è l'unica roba anticiclica in edilizia può aiutare
Specie se coordinandosi di fondi europei
Che hanno una voce ad hoc su questo tema
Possono aiutare ad andare nella giusta direzione quanto da questo di risparmio
Nei prossimi non i prossimi due mesi ma sui tre anni senza l'ansia di dover andare a prendere i soldi per coprire una misura bisogna coperte
O pensate vedi neonata sulla revisione della spesa
Che mi sono studiato tutto il librone mi sono divertito come un matto alla fine un po'arrabbiato
I centri elaborazione dati chi ha fatto il Sindaco che ha fatto il sindaco e Presidente del giudice Chiamparino sole knock-out certa per fare quei sindaci quando fa non erano presenti risate vedeva la
Pensate che sul tema del centro elaborazione dati siamo nell'ordine dei miliardi di euro della pubblica amministrazione
Ciascuno con il suo sistema
Perché perché c'è una filosofia in cui IMI vedo Renato che come dire non ha fatto il Sindaco ha fatto tre peggiore e su questo settore qualcosina diciamo
Conosce pensa Renato a che cosa significa
Tutto un sistema in cui i singoli ministeri che si chiamano per nome
Cioè i Ministeri in Italia hanno le sigle gli acronimi l'avevamo detto l'altra volta
Non sono realtà che dialoga ammonisce voi siamo il mise voi siete il minore noi siamo ormai queste del MIBAC tutti siamo al MEF cioè il mitra è imbarazzante sta cosa io continuo a pensarla con una cosa drammatica pensate succede quindi
La revisione della spesa c'è comunque sia che ci sia un commissario sia che ce ne sia un altro il punto e essere capaci
Di far passare il messaggio che la revisione della spesa che noi faremo
Non soltanto lo dico guardando scherzando Stefano Fassina se non fosse una cosa seria ma i sedici miliardi che stanno nel programma di revisione della spesa diciamo presentato potrebbe dal prossimo anno
Fassino a spararmi perché siamo a due virgola tre con di sedici miliardi secondo i calcoli che vengono fatte non al tre per cento al due virgola tre
E quindi uno può discutere se sia giusto o meno arrivare a quel livello se questo aiuti sul tendenziale tra tutte le cose che conosciamo e che non voglio aprire adesso ma per dire che i numeri non sono un problema oggi
Io sostengo e con questo chiudo perché l'ho fatta fin troppo lunga che la vera questione che noi abbiamo di fronte non è incaponirsi su una virgola
A livello di discussione tecnica e teorica qui c'è una grande questione di priorità politica o la politica recupera spazio riprenda a fare il suo mestiere
E vale dalla politica estera europea al modo con il quale noi interveniamo sulla gestione dei centri di costo sull'efficientamento energetico oppure nessuno di noi ha un ruolo
Io personalmente tante altre forze che siamo in grado
Di aprire questa discussione politica
Oggi
Non le vedo in euro
Il PD a questa responsabilità qua se riusciamo a essere coerenti con questo mandato e con questo impegno il quarantuno per cento è un investimento per il futuro se noi ci mettiamo adesso a ridiscutere rivendicare
E perdere l'occasione delegando ai tecnici il compito di governare stando noi a discutere di una poltrona o due non soltanto abbiamo perso un'occasione ma io credo abbiam perso anche una parte dell'elettorato e tutti ne siamo convinti che questo non può avvenire
Rita Castellani
Quando ho parlato ottantadue
Baracconi
Ritardi
Cinque minuti l'uno perché abbiamo
Poco tempo
Assessore
Io sarò anche più rapida nel senso che in realtà io sono
Qui per un motivo specifico devo dire che però naturalmente il discorso del Segretario mi ha molto stimolato
Vorrei permettermi di proprio riferimento al motivo specifico per cui sono qui
Di sottolineare l'importanza anche di
Rendere visibile al più presto anche una strategia industriale per questo Paese
Perché altrimenti rischiamo di
Correre sempre dietro alle emergenze e che in con larga parte della nostra apparato produttivo attualmente gestito da imprese multinazionali queste emergenze rischiano ciascuna di fare
Epoca in qualche modo per cui insomma
Rischiamo doppioni di vicende per esempio elettro Lux anche laddove le condizioni di difficoltà dell'electro Lux non ci sia usate vi chiederei di fare silenzio
Fra l'altro diciamo ovviamente la Presidenza europea dell'Italia è una grande occasione
E tra l'altro ci consegna anche la gestione della per esempio per quello che riguarda l'acciaio
Del piano strategico per l'acciaio e credo che questo dovrebbe essere assunto con grande autorevolezza da questo Paese in questo momento
Io sono qui e vi presenterà e anche un ordine del giorno che
Spero possa essere votato rigo per per relativamente alla crisi delle Acciai Speciali Terni di proprietà della ThyssenKrupp
Che ha presentato un piano che è stato rigettato oltre che da tutte le istituzioni locali e dai sindacati e le rappresentanze sindacali anche dal Ministero dello sviluppo economico perché è un piano che in realtà è una provocazione
E che nonostante questo sta in questi già in queste ore avviando l'attuazione di quel piano che significa sostanzialmente fermata totale degli impianti per un mese
Chiusura delle controllate addirittura sono state bloccate le produzioni di ordini già acquisiti con pagamento di Penati penali di dieci milioni di euro la Renault
Manifestando quindi una volontà di chiusura nei confronti della fabbrica io al
Sono anche preoccupata perché ovviamente anche la situazione sociale
Quel la preoccupazione è nazionale perché questo è uno stabilimento strategico per l'Italia non è una fabbrica decotta uno stabilimento che è un gioiello tecnologico
Noi importiamo già i due terzi del fabbisogno inox e quindi è è ovviamente aumenterebbe del trenta per cento la nostra dipendenza dalle importazioni la chiusura di questo stabilimento
Ma vi dico anche che in questo momento nidi mi dicono che è scoppiato uno sciopero spontaneo all'interno della fabbrica
Con quindi nessun Governo neanche da parte dei sindacati e occupazione della palazzina della dirigenza
Abbi chiedo quindi di approvare no non lo leggo per non farla lunga se lo potete distribuire
Vi chiedo di approvare questo ordine del giorno in cui naturalmente si sollecita il Governo ad agire in prima persona su questa vicenda grazie
Grazie a Stefano Fassina
Grazie
Ma innanzitutto voglio sottolineare che oggi è l'ultimo giorno del l'Unità in edicola
Credo sia una notizia IPSIA
Molto negativa ovviamente innanzitutto per i lavoratori e lavoratrici di
Del giornale che comunque da tre mesi non prendono lo stipendio ma che non c'è anche una notizia negativa per il Partito Democratico perché
L'Unità
è statale deve continuare a essere un pezzo importante per l'autonomia culturale e politica del nostro partito
Presentiamo con alti sul amici e compagni un ordine del giorno quindi su questo non non elaboro
Vengo però appunto volevo sottolineare per non dare come dire per ordinario quello che sta avvenendo
All'unità perché purtroppo non lo è
Mi concentro invece sul punto della situazione economica e sociale cercando di dare un contributo perché io sono molto convinto di quello che ha detto adesso
Matteo Renzi convinto certe sicuro che l'Italia ce la farà
Il punto è capire
Se contribuivamo a definire le condizioni giuste per farcela e tra queste purtroppo queste purtroppo non si esauriscono nelle riforme che
Sottolineo dobbiamo fare in ogni caso perché sono comunque utili quindi dopo questo capitolo per scontato il punto è che esso sono condizione necessaria ma non sufficiente
Il punto è
Che la rottame di politica economica dell'Unione europea porta a l'insostenibilità dei debiti pubblici di tanti Paesi tra cui il nostro
Porta l'insostenibilità della moneta unica sono affermazioni gravi pesanti mi rendo che rendo conto
Ma sono dati di realtà e qua il problema non è la flessibilità
Io credo che non sia stato utile
Sottoscrivere documenti
Del Consiglio dei Capi di Stato e di Governo
In e quali si dice che la ripresa in corso e la ricetta sta funzionando
E che c'è qualcuno il ritardo noi
Che
Ora impegnato accatta con tutta la sua forza fare
Le riforme e ci serve un po'di flessibilità non è così la rotta è insostenibile le regole non vanno bene
Non credo che dobbiamo prendere atto di questo altrimenti
Non facciamo quello che serve il problema non è l'Italia il problema è la rotta di politica economica dell'euro zona ne dobbiamo porre problemi sistemici non problemi che riguardano
Che riguarda la guardano noi guardate
In questi giorni bollettino della Banca centrale europea scrive che la ripresa deludere attesi l'Istat scrive
Che il PRIT mille del primo trimestre non è secondo le aspettative
Oggi Piercarlo Padoan le dice che la situazione economica meno favorevole di quello che speravamo
Se noi continuiamo applicare ricette sbagliate risulta dissesti cella spetta di il quelle aspettative
Sono definite sulla base
Di un paradigma che non funziona
Due più due non farà mai cinque ne possiamo pure continuare a sperare che due più due primo poi faccio cinque ma due più due non farà cinque
Non so se è di dire che due più due fa quattro è da Curzi o no ma due più due purtroppo fa quattro è ormai oltre
A valanghe di Teoria ci sono sette anni otto e otto anni di dati chiari di dati di realtà chiari
Chiudo rapidamente il punto è che se non si inverte la rotta se non si sostiene la domanda noi non usciamo allora confesso di avere grande preoccupazione per settembre
Non vorrei che arrivasse una nota di aggiornamento al Documento di economia finanza
Che conferma gli obiettivi della destra di aprile
Non vorrei che a quelli succedesse una legge di stabilità che conferma quegli obiettivi perché guardate sedici miliardi di tagli alla spesa come gli fa gli fai
In quel pure tutti spendere utilizzare per finanziare sedici miliardi di riduzione di tasse
Hanno un effetto negativo a livello macroeconomico è un dato ne abbiamo
Abbiamo parziali nel tempo e di aprile abbiamo no no ma guardate possiamo continuare a credere agli editoriali di Giavazzi e Alesina che dicono che invece hanno effetti positivi poi aprile quando arriverà il dato definitivo sul sul PIL
Vedremo porne quel possiamo continuare
A credere alla ricetta liberista e poi a dirci che
Si deludono le aspettative
Noi siamo partiti aprile nel DEF abbiamo scritto zero otto di biglietti perché c'era decreto Poletti e gli ottanta euro
Adesso siamo intorno allo zero zero virgola qualcosa decreto Coletti l'abbiamo fatto gli ottanta euro l'abbiamo dati
Il punto qual è che se sconti muoviamo a precarizzato il lavoro ne risentono i consumi delle famiglie perché non si creano più posti di lavoro con la precarizzazione se noi tagliamo tante euro ma finanziamo quei tagli finisco dispersa abitasse con altrettanti dagli dispensa che va riqualificata per carità che varia allocata le affetto purtroppo in negativo
Allora ecco il mio appello davvero perché sono convinto sono sicuro se non certo che l'Italia ce la può fare e mi appello che noi correggiamo una rotta in Europa
Ponendo i problemi fondamentali l'insostenibilità dei debiti tra cui il nostro e l'insostenibilità della moneta unica se cambia la rotta se noi continuiamo a sottoscrivere documenti che dicono che va bene e che siamo sulla rotta giusta andiamo tutti a sbattere non solo
L'Italia e attenzione quindi alla nota di aggiornamento e alla legge di stabilità perché noi aggraviamo i problemi nonostante le riforme che dobbiamo fare che vanno fatte bene e presto
Grazie Stefano Giachetti poi Pollastrini
Sì allora io la parte che ho compreso della relazione del segretario la la condivido ce n'è una parte che non ho compreso e quindi vorrei capire
Perché mi pare no la la la la la la condivido per gran parte anche perché ci aiuta a ciascuno di noi che faccia dei chiodi fissi di regalarci una realtà che è più bassa per quanto mi riguarda
Di quella semplicemente delle riforme in particolare dalla riforma elettorale credo che il quadro d'assieme che è stato fatto anche con le sue criticità
Sia molto utile anche affinché le nostre energie siano sicuramente spesa sulle cose ci stanno a cuore ma anche sulle tante cose che
Stanno a cuore al Paese però
Io ho compreso dalle parole del Segretario che la direzione esclusi che la direzione si accingerebbe a dare una sorta di mandato al Segretario nella trattativa che dovremo affrontare con gli altri partiti che riguarda
In particolare tre punti
La possibilità di alzare la soglia per il premio di maggioranza
La possibilità di trovare un punto di caduta possibile sulle soglie invece per l'accesso sugli sbarramenti
E poi se non ho capito male
Una delega a
Trattare sul tema della possibilità di scelta da parte del lettore che però Matteo io ho capito in qualche modo
Per quanto ci riguarda è un'equazione col tema preferenze
Allora io devo dire questo nel senso che
Io ho sempre pensato che il l'Italie come fosse un punto di mediazione ovviamente in quanto tale ciascuno di noi sulla legge elettorale ha avuto delle OP ogni ha fatto anche delle iniziative e certamente per quanto mi riguarda l'Italie comma era un punto di caduta perché io appartengo a coloro che ritengono e comunque sia necessario
Dare al Paese una risposta facendo una nuova legge elettorale non è certo la migliore che io avrei immaginato però
Diciamo
Qualcuno pensa che checché io l'abbia fatto per assecondare semplicemente il Segretario l'ho fatto perché invece sono convinto che abbiamo il dovere di dare una legge tra dal Paese
Però vorrei dire questo Matteo e te lo dico con molta con molta chiarezza
Io non penso che possa essere un punto di caduta che noi diamo e al Segretario acché la trattativa si arrivi
Con una posizione del Partito Democratico che all'improvviso si capovolge e esalta la preferenza perché questa non è la storia del Partito Democratico
Non è no che non è la storia mia non è la storia del Partito Democratico perché forse sarebbe
Stato utile o forse sarà utile che il Partito Democratico rispetto a qual è il modo attraverso il quale superare l'obiezione che ci viene fatta cioè quella
Di poter scegliere gli elettori perché su questo pure sarebbe molto interessante parlare perché un conto è quando ne avevamo delle liste bloccate con quaranta nomi nascosti nei corridoi di una scuola e non sapevamo che andava a votare ben diverso se parliamo di scelta per l'elettore avere tre o quattro nomi sulla scheda che io vedo e sono liberissimo se non mi piacciono di scegliere un altro partito di non votarlo
Però assumiamo anche che questo non sia un modo di scegliere delle da parte degli elettori
Però io vorrei
Che il mandato al Segretario fosse a discutere con gli altri partiti il superamento dei
Dei dei collegi pluri nominali
Poi qual è il modo di superare i collegi uninominali io vorrei avere il diritto almeno all'interno del mio partito di fare la mia battaglia per i collegi uninominali
Dopodiché io sono disponibile e in questo manifesto la mia lealtà al partito dopo che l'ho fatta la battaglia però ad accettare che se il compromesso per fare la legge elettorale sono le preferenze
Noi ci vediamo alle alle preferenze ma che dopo anni panni noi ci troviamo a alzare la bandiera delle preferenze come punto nostro di ingresso in una trattativa la ritengo una cosa assolutamente astrusa
Grazie Pollastrini poi Andrea Baldini
Solo su tre punti ha fatto bene secondo me il premier ad alzare lo sguardo nella sua relazione di oggi Siria Libia
Gazza schiaccia la politica mondiale sull'errore drammatico di questi enti di questi anni di avere rimosso troppo quel conflitto tra israeliani e palestinesi proprio quando nel Mediterraneo
Guerre scontri definiscono nuove geografie
E i nuovi rapporti di forza sulla base di fondamentalismi
E religioni che evocano un arretramento disse Colli
Sembrano passati anni luce vorrei che ci riflettessimo insieme dal discorso di Obama al Cairo dalla primavera araba
Mentre e tutto ciò quello scontro irriducibile nel mondo avviene nella coda di una crisi economica dell'Europa che si nutre di capri espiatori
Quanto avviene in Francia con i rigurgiti antisemiti a me sembra impressionante o contro come sta avvenendo sotto traccia nel nostro Paese io lo voglio dire contro i migranti
Anche per questo il silenzio dell'Europa è stato colpevole
Parliamo di un continente lo diceva Matteo che in ragione della sua storia dovrebbe essere per l'anno del dialogo e della costruzione della pace
Io non so non sono un'esperta ho ascoltato la ministra la Camera ha ascoltato Amendola ma con sincerità ecco con sincerità voglio dire che in questo quadro
Io avrei voluto una maggiore mobilitazione del nostro partito una maggiore mobilitazione nel Paese
Tanto più che le parole
Per mobilitare le abbiamo una tregua permanente due popoli due Stati
E io penso che si debba discutere sulla forza di interposizione indicata da molti studiosi molti esperti molti diplomatici come una necessità non rinviabile
Bene dunque ha fatto il premier a difendere a Bruxelles la posizione dell'Italia tuttavia questo voglio ribadire senza una coscienza popolare
Il messaggio che dice che lui ha voluto dare prima i contenuti e dopo le persone e rischia di appannarsi
Con il paradosso di essere descritti anche sui giornali internazionali più per i nomi in ballo che per i contenuti che invece abbiamo e che vogliamo difendere
Il secondo punto che voglio toccare proprio solo accennare quello del partito
Avremo un autunno complicato l'UDC complicato per le scelte del Governo sul piano economico e sociale ne parlava pocanzi Stefano Fassina
In un'Italia ormai divisa in due sud davvero in ginocchio e la cosa riguarda tutti tutti noi
E abbiamo quelle ambizioni dichiarate riforma della giustizia lavoro scuola ecco il punto che io voglio porre è che nessun Governo nessun leader può farcela da solo
Quindi
Io credo
Che il nodo di come rimettere in campo una forza collettiva di come rimettere in campo un partito a partire dai sui gruppi gruppi dirigenti non sia più rinviabile
Come costruire cioè
Una vicinanza sociali a chi sta peggio come riaprirà presentare la società
Che ci ha rivolto che ci ha dato un credito in termini di speranze lo dico anche perché
Qua il quarantuno per cento magico a cui faceva riferimento Matteo è da consolidare e senza un partito da rigenerare lo inventare con creatività sarebbe davvero tutto questo è impossibile
Infine è una battuta sulle riforme io ho apprezzato il passaggio di Renzi sulla disponibilità a ridiscutere
Parti della legge elettorale in particolare lo dico anche a giacché sul nodo del rapporto
Fra
Eletti e i cittadini per quanto mi riguarda ci sono varie forme da riprendere in esame collegi uninominali
Doppia preferenza di genere primario obbligatorie ma certo con questo dobbiamo fare i conti così come
Sul punto sottolineato da Renzi delle soglie
Io voglio aggiungere mi permetto unito punto se il Senato
Personalmente non ho alcun problema su un Senato non elettivo
Ma ecco certo allora se è così serve coerenza nel disegno
Il voto di stamane che lascia il Senato le competenze su famiglia diritti civili temi eticamente sensibili non si concilia con una Camera non elettiva
Ma soprattutto chiedo la vostra attenzione ripropone quella distinzione tra diritti umani e sociali da un lato
Civili
E una
E dall'altro che un'intera cultura del diritto e dei diritti soprattutto un'intera cultura ho finito democratica progressista
Atteso a superare detto ciò critico l'ostruzionismo di questi giorni e credo che la lettera di Renzi avrebbe due meritato alto ascolto
Se
Dal mio punto di vista ha fatto dei passi falsi ma tocca a noi ancora una volta che siamo la forza più autorevole non rinunciare fino all'ultimo a riaprire un canale
E questo non passa dall'idea che si annuncia una rottura delle alleanze
A cominciare da quelle locali sarà perché vivo a Milano dove il Sindaco si chiama Pisapia e perché nella mia realtà noi amministriamo bene spesso insieme arselle
E a liste civiche costruite con tanti amici del solidarismo e della sinistra ma appunto non è questa la pressione che io ho gradito infine lasciati aggiungere anche la mia voce per quello che conta l'appello che è stato rivolto
Per
Cantare una mano e rilanciare L'Unità guardate l'unità non è solo un brand è una STU Oria ed è una grande chance per lo spirito critico l'informazione e la costruzione del futuro
Grazie Andrea Baldini a cui facciamo i complimenti per la sua recente elezione coordinatore dei giovani democratici
Dopo di lui Patrizia Prestipino
Guardate io vado velocissimo sia parlato del quaranta virgola otto per cento di cosa sia mai partiamo da un presupposto cioè che quel quaranta virgola otto per cento
Sia l'apertura di credito che i cittadini ci hanno dato rispetto a un Governo
Che ha messo in moto dei processi di cambiamento del Paese e guardate è una cosa di cui si è parlato poco il voto giovanile e vado anche qui molto veloce però il dato significativo perché per la prima volta
Dall'anno scorso non è la fascia tra i diciotto e i ventiquattro anni siamo sopra siamo sopra degli Ac punto si dieci punti il PD al trentacinque per cento i cinque stelle al venticinque
Se ampliamo però la fascia tra i diciotto e ventinove noi andiamo addirittura sotto di tre punti
Noi siamo al trentadue per cento e cinque stelle al trentacinque
Il che vuol dire che tra i diffidenza i ventiquattro e ventinove c'è una fascia generazionale che magari ha conferito di studiare comincia approcciarsi al mercato del lavoro che ancora nelle risposte per un Paese diverso
Fatica a vederle questo ci deve responsabilizzare perché è lì che si annida
Diciamo l'origine nel dirigismo cioè all'origine che non ci sia una risposta dalla politica e che quindi bisogna distruggere tutto quanto
E non ci siamo e ci siamo per dare un contributo anche al Governo nell'opera di cambiamento del Paese che sta facendo e ci siamo con quattro punti pragmatici prima cosa i giovani democratici vogliono mettere in campo da settembre
Da settembre lanceremo a Bologna dalla festa nazionale cinque di agosto di cambiamento per le giovani generazioni
Su cui raccogliamo le firme da ottobre fino alle regionali questo per mettere in campo un processo partecipativo per avere l'ambizione noi di dire come vogliamo cambiare la vita della nostra generazione
Secondo l'Europa
Le giovani generazioni europea anche lei hanno bisogno di esprimere di farsi sentire di far sentire la loro voce rispetto a come vogliono cambiare l'Europa che era la nostra meta
E il luogo in cui tutti quanti noi svolgiamo sempre di più l'attività politica presente anche lì dedicheremo i termini mesi di novembre di dicembre
Alla sensibilizzazione a un'opera anche di cultura politica più profonda su cosa vuol dire l'Europa per una nuova generazione terza cosa i giovani amministratori
Il rinnovamento che noi abbiamo nel PD non è soltanto il rinnovamento di facciata scopriamo che in ogni Consiglio comunale in ogni dice in ogni territorio di questo Paese ne abbiamo dei giovani Consiglieri
Abbiamo dei giovani consiglieri che hanno fatto militanza generazionale che vivono nella carne viva dei processi reali di tutti i giorni del Paese ne vogliamo mettere quella rete
Al servizio anche di un'opera del Partito Democratico e quarto punto la riforma della nostra organizzazione giovanile
Che anche essa viene diciamo da due anni in cui abbiamo svolto un congresso e dove la svolge né uno il prossimo anno questi quattro punti sono i punti tramite cui noi abbiamo e vogliamo sviluppare nei prossimi mesi
E sostanzialmente abbiamo anche noi l'ambizione diciamo di fare un percorso accanto al PD per dire la nostra su come vogliamo che cambi questo Paese per dire la nostra su quale sia il futuro delle giovani generazioni un in bocca al lupo a tutti noi per questa opera grazie mi
Grazie Andrea Patrizia Prestipino mai San Lazzaro
Noi daremo daremo la parola per la replica Matteo Renzi alle sei meno un quarto
Matteo sarebbe da iniziare una battuta l'importanza di essere franco tiratore come diceva Oscar Wilde
Ma visto che
Dibattute strada fare poiché non ragioniamo di loro ma guarda e passa lei segnali stimolate lo sai perché sono una docente di lungo corso Aimi
Dopo quindici anni precariato può alla fine con due concorsi pubblicisti riesce anche ad avere una carta
La fissa in questo Paese
Tu so che essa è fissato con la scuola media e detto da subito hai una persona in famiglia che la scuola la dire la conoscete importantissimo per chi decidere cose importanti sul presente sul futuro della scuola e soprattutto ne vuole migliorare il passato che poi
è il punto nodale
Di un Governo che voglia cambiare davvero il Paese le cose la scuola è davvero il caposaldo della della nostra Società Società morale e culturale civica civile
Ecco perché quando si parla di scuola bisogna saperlo fare ma non perché si vive dentro la scuola perché la si tocca perché l'ASI
O d'ora la si annusa ci si mette le mani nella carne viva della scuola perché Matteo e tu lo sai la tua ultima e me lo diceva molto bene tu quando parli Squarise sono fissato sebbene a essere fissato della scuola perché la scuola
Dalla scuola oggi partendo un po'solo la nostra formazione formazione civica dei nostri ragazzi
Ma a parte quell'educazione culturale e morale che la nuova classe dirigente politica non può non avere
Ora lamentare lamentarsi e piangersi addosso nella scuola non porta niente
Però
Matteo il Ministero la burocrazia quando parla della scuola non considera i cambiamenti che dovrebbero migliorare la qualità del lavoro la dignità sociale di chi vive la scuola ogni giorno
Dal docente al presi dal direttore al personale ATA perché vi assicuro che
Quelli e quelli che non porta chiamavamo i bidelli custodi gli amministrativi la vivono Comuna comitati comunità intensa e se c'è da fare qualcosa da supplire in una classe vanno loro
Quando manca il professore ora la scuola non può andare avanti solo sul volontariato soggettivo è specifico di chi la scuola relative non ce la fa più da sola non riesce
Avviene quella progressione che invece
Meriterebbe allora quando tu parli di scuola
Quando si parla di scuola bisogna pensare che il resto del mondo affidando insegnanti non solo competente didattica
Ma competenze psicologica CIDA e legare questi ragazzi nell'età evolutiva fino allettati dal muro essenziale con tutto il loro carico di bagagli
Difficile altro giorno del mio territorio sia uno degli alunni si è suicidato sia buttato nel laghetto dell'EUR un ragazzino di quattordici anni
E
Si era lì in quel momento nei pressi della insegnanti a fare la comunità intorno alla tragedia individuale di un ragazzo ma voi capite che
Queste responsabilità morali oltre che culturali non hanno prezzo Matteo non hanno prezzo
Anche se non di un professore fosse pagato cinque mila euro al mese o come un deputato quando viene pagato io l'ho avuto sta paga mille trecentosettantuno allo al mese ho usufruito del tubo non sa e questa è una cosa
Molto bella molti insegnanti mi hanno anche chiesto di
Vi ringraziamo atti
E allora vado per canto inutile parlare sulla scuola in maniera
In cinque noti non ce la si fa però una cosa a cui tengo molto su cui sono sicuro che avrò la l'ascolto tuo detto al ministro e due i due sottosegretari la valorizzazione sociale la dignità di quello che il professore oggi ha sulle spalle
Il lavoro sommerso
Quello che va oltre le diciotto ore frontali quello che non ci fa stare sola tu per tu con l'allievo ma ci fa prepara le elezioni ci dà la coscienza di poter insegnare qualcosa che vada oltre il latino la storia la geografia la matematica
L'idea di prepararsi quotidianamente di preparare i testa di preparare i disegni per i professori di educazione artistica
Il colloquio costante conico nelle famiglie che è importante e esaustivo tutto questo va valorizzato il professore guadagna poco ovvero mano uguale
Una maggiorazione solo dello stipendio e anche disposto a pagare di più purché
Questo lavoro che agli atti del mondo ci fa apparire anche come una categoria di privilegiati perché abbiamo le vacanze più lunghi o perché magari il martedì pomeriggio usciamo alle undici questo lavoro che è quotidiano che è costante
Che è importante andrebbe valorizzato
Erasmo da Rotterdam diceva che il rapporto tra allievo insegnante è il più alto gradino verso la conoscenza
Matteo se tu quei gradini riuscirete per porle lì con coraggio e costanza non solo te senti ne sarà grata la scuola materie sarà grato il Paese tutto grazie
Zampa
Grazie
Grava il parolina Barbara Parodi
Le cose da dire sarebbero molte
Molte per che l'intervento di del premier Renzi ha messo molta carne al fuoco molte perché davvero stiamo attraversando e vivendo
Un magnifico un mondo attraversato da un dramma enorme questa mattina almeno per me è stato drammatico vedere il portavoce dell'ONU mettersi a piangere
Mentre dava notizia di ciò che stava venendo a Gaza e della
Incapacità
Delle istituzioni internazionali di fare qualcosa e quindi io credo davvero che
Quando
Il premier Renzi ci ha detto il continente ha bisogno di più politica
Sento davvero forse anche perché
Vivi l'assoluta insufficienza attua del sistema delle istituzioni di dare risposte a un mondo che ci sta
Guardando con speranze e al tempo stesso attraversato dalla disperazione profondissima penso anche agli sbarchi alle notizie che ogni giorno ci arrivano e oggi le notizie drammatici stime che arrivano dalla Libia
Siamo quindi circondati da
Da un lato attraversati dall'impotenza e dall'altro dalla necessità di dare risposte urgentissime urgentissime dove la politica deve fare tutto quello che può
Per cercare di rispondere e anche nel nostro Paese
L'elenco delle cose che Renzi degli degli impegni delle risposte che questo Governo deve dare al Paese
Chi mi ha preceduto ha
Ahimè ricordato un suicidio di un giovane
Siamo tutti consapevoli di questo e da questo punto di vista vivo con altrettanta sofferenza questa vicenda del Senato
L'altro giorno presiedevo una con l'una Commissione dove si discute di infanzia la bicamerale infanzia e abbiamo mentre a udivamo
Il Presidente della
Fondazione Zancan parlarci di povertà minorile
Ero esterrefatta nel prendere atto che chi si è candidato
A parlare a nome dei cittadini era del tutto assente da quella Commissione perché stava combattendo la sua battaglia ostruzionistica e portava il Parlamento in piazza mentre non ha capito che questo Parlamento dovrebbe cercare di dare delle risposte
Alla piazza e questo fa molto soffrire guardate non non rende felici vedere che
Anche i nostri competitori politici sono così incapaci di comprendere la sofferenza di questo Paese
E
Incapaci di capire quanto la gente sperata anche il loro
E quindi davvero non sono mai sufficienti gli appelli a ripensare anche a quello che loro stanno facendo al loro comportamento e al ruolo che si sono presi
Vado però al punto che mi interessa più di tutti e quindi chiedo scusa
Se salto da un argomento all'altro a differenza
Di Roberto Giachetti io non sono stata per niente soddisfatta del tali compiti e però come Lugli
Ho accettato il fatto che dovevamo arrivare a una mediazione dovevamo dare al Paese una risposta su questo tema
Quindi mi fa molto piacere sentire confermare oggi che noi lavoreremo correttivi sull'Eataly comune
Ecco io credo che
Ovviamente la prima cosa che dobbiamo prendere in considerazione e cancellare la lista bloccata e credo anch'io esattamente però come Roberto Giachetti confermo non credo che noi possiamo
Dire sì o dare per scontato che il Partito Democratico va nella direzione delle preferenze perché va bene così non va bene così
Se ci verrà spiegato è dimostrato che non esiste un'altra strada ci ragioneremo ma io credo davvero che noi un'altra strada la dobbiamo trovare e a proposito di
Di correttivi per l'Italie cum aggiungo anche
Ovviamente lavoriamo anche anche cui sulle soglie di accesso
Io mi rendo conto come Barbara Pollastrini ha detto poco fa della
Anche quelli dell'assurdità della situazione nella quale ci troviamo
Dove sei oggi è riuscita a festeggiare tutta contenta che un emendamento mettesse sotto il Governo ed è l'emendamento quello con che Barbara qui evocato che praticamente
Rende ancora più complicato il percorso di acquisizione finalmente di una cultura dei diritti civili
Io credo che quando si arriva a questo livello a qualcosa non funziona davvero dentro la politica penso però che prima di buttare a mare
Ogni relazione con la sinistra sia bene che noi ci interroghiamo e cominciamo a farlo dalle soglie di accesso l'ultimo appello che faccio e quello sui referendum elettorali nel momento in cui noi
Aboliamo il Senato lo trasformiamo in un'altra cosa io credo e
Andiamo nella direzione di più governabilità e quindi più potere che si trasferisce
Su un altro piano io credo davvero che invece i referendum debbano diventare un istituto
Di garanzia
E che debbano restare a disposizione dei cittadini in particolare i referendum elettorali che ricordo sono quelli che ci avevano permesso per esempio
Di fare sul contro il porcellum ma l'operazione
Di raccogliere più di un milione e mezzo di firme praticamente in venti giorni quindi davvero anche su questo chiedo un'attenzione speciale
Grazie Barbara Paro poi per fini
Grazie salga tutti io proprio in pochissimi minuti vorrei fare semplicemente una riflessione rispetto al decreto sessantasei che è stato trasformato nella legge ventitré giugno numero ottantanove che riguarda la trasparenza
Della spesa per beni e servizi
In questa disposizione importantissima si prevede che le amministrazioni pubblichi noi bilanci di previsione quelli consuntivi di ciascun anno anche in forma sintetica aggregate semplificata
Anche con il ricorso per esempio delle rappresentazioni grafiche al fine di assicurare la piena accessibilità e la comprensibilità
Ecco quello che io pongo come tema e il fatto che i bilanci di previsione per moltissime amministrazioni praticamente non esistono
Quando io parlo con piccoli commercianti imprenditori artigiani si parla appunto della programmazione dei bilanci dei Comuni e si ricorda che
Per esempio l'anno scorso il termine per la per il bilancio di previsione per l'approvazione del bilancio di previsione era il trenta novembre mentre quest'anno il trenta settembre
Sembra tutto apparentemente normale fino a quando io non dico no ma non dell'anno precedente dell'anno in corso quindi l'anno scorso cosa potevamo fare potevamo al massimo prevedere un mese quest'anno c'era la possibile la possibilità di prevedere tre mesi
Non certo per il mio comune che il bilancio di previsione l'ha approvato il dodici dicembre del due mila e tredici sul due mila e quattordici quindi quello che io
Chiedo né tra le tante cose da fare tra i tanti obiettivi che questo Governo e ovviamente il Parlamento si sta dando è proprio quello di mettere un pochino di ordine in questo pasticcio della presentazione dei bilanci
Riusciamo a darci anche l'obiettivo
Di promulgare una legge di stabilità finanziaria del lungimirante come lavoriamo chiamare che dia i Comuni gli strumenti per poterne di
C'è da approvare entro diciamo il venti di dicembre di quest'anno un bilancio di previsione per il due mila e quindici che rispetti i criteri di veridicità correttezza
Trasparenza in modo da poter anche dare alla programmazione delle basi solide per poter lavorare in serenità senza continuamente utilizzare lo strumento delle variazioni di bilancio
E quella quella finanza creativa che solo noi sindaci riusciamo a mettere in campo
Di questo per noi è un tassello importantissimo vedo che c'è qui c'è anche il Presidente dell'ANCI che prego penso come concorderà dell'importanza di questo di questo di questo tassello
Io ho punto non sono sono anche convinta che se mettiamo un po'di ordine nella nella capacità ecco di riuscire ad a promulgare i bilanci entro un termine ragionevole che quello del dicembre dell'anno precedente
Riusciremo anche a risolvere il problema dei residui attivi di cui si sta molto parlando in questi giorni che sta saltando fuori con grande gravità soprattutto in vista del cambiamento della tenuta della contabilità negli enti locali
Quindi io sono molto fiduciosa non sono per niente rassegnata e auspico davvero che questa richiesta venga fortemente assunta dal nostro Governo e arrivi arrivi insomma
Accogliere importanza dall'obiettivo sono fiducioso somma di vederne gli effetti quanto prima grazie
Grazie
Parrini poi Fiano e poi la replica
Sì volevo fare una brevissima considerazione sul riforma elettorale spero
Condivisa anche dal Segretario in questo senso noi
Doppio lavoro dare mandato al
A chi farà la trattativa sulla modifica del dell'italico un modo che tutti speriamo possa avere dei correttivi cercando di
Dare un mandato che abbia maglie larghe perché serve la flessibilità della buona politica non la rigidità delle discussione accademiche in questa materia
E penso che
Dobbiamo intenderci su qual è veramente il punto non negoziabile io penso che il punto non negoziabile sia la dimensione dei collegi su cui il sistema elettorale sarà
Basato con collegi di piccolissima dimensione come quelli che l'Italie come ha messo in campo
Anche uno come me che ha iniziato a far politica battendosi per il collegio uninominale che è sempre stato per il collegio uninominale che ha fatto un anno e qualche mese fa la battaglia per il Mattarellum sacche la preferenza è un
Sistema accettabile buono di indicazione della rappresentanza dei parlamentari sebbene non l'unico quindi quello che volevo dire io è che
Mostriamo ci flessibili su tutto ma senza scendere di un millimetro sulla dimensione del Collegio perché è veramente la ristretta dimensione ciò che consente e arrivare ad un buon sistema sia esso ha preferenze sia esso sull'un collegio uninominale sia esso misto perché non escluderei nemmeno soluzioni ministri
Fiano
Vivente
Ho chiesto di parlare pochissimi minuti
Sapendo che non sarò completamente obiettivo nelle cose che dico ma
Ho pensato di dovere alla mia comunità politica culturale una riflessione personale sono molto contento che Matteo la possa ascoltare
Che sicuramente soggettiva
Ma che cerca di essere vera su quello che sta succedendo in Medioriente tra Israele e Gaza
Sono molto contento che oltre cento senatori del Partito Democratico
E poi insieme
Fa molti deputati a iniziative come quelli Gianni Cuperlo abbiano proposto una forza di interposizione internazionale
Tra Israele e Gaza per interrompere quello che l'istanza
Succedendo le morti degli innocenti i missili su Israele e pur tuttavia sento il dovere di dover lanciare un appello a questo partito
Perché si impari a dire sempre la verità su tutto quello che vediamo
Perché quella verità terribile che stiamo osservando in particolare dei bambini dei civili innocenti morti a Gaza
Ma non solo anche delle migliaia di missili caduti si Israele abbia da parte nostra lo sguardo della verità
Perché si riaffermi quello che per molti anni
è stato affermato nei partiti del centrosinistra e cioè che in quel luogo non si scontrano un diritto d'un torto ma due diritti
Perché non si abbia dubbio della mia comunità politica del mio partito che si debba affermare con chiarezza che noi dobbiamo essere capaci di difendere contemporaneamente senza avere dubbi
Il diritto del popolo palestinese ad avere uno Stato libero e democratico il diritto di Israele ad essere uno Stato libero è sicuro e la sicurezza che sia per tutte e due
Non vi nascondo non ti nascondo Matteo che ci sono momenti di solitudine
Per chi come me ebreo assente
Un legame non solo culturale ma anche affettivo per lo Stato di Israele per chi come me ha lì in questo momento parenti anche al fronte
Per chi viene da una famiglia che ha
Vissuto la vicenda della Shoah direttamente
Ringrazio Barbara Pollastrini aver citato prima quello che sta succedendo in Europa
Ve lo dice un osservatore attento non è una cosa normale quello che sta succedendo nei Paesi europei sull'antisemitismo non è
Normale
Così come
Vorrei dire con chiarezza
Non è normale l'assordante silenzio della sinistra italiana su quello che sta succedendo con l'espansione dell'idea di califfato dell'ISI se nel mondo
O non è sufficiente secondo me ovviamente non parlo del nostro Governo ho ascoltato con attenzione la preoccupazione l'analisi Federica Mogherini ovviamente il Presidente del Consiglio ma in generale parlo che la famiglia politica che noi rappresentiamo
Non è sufficiente secondo me è l'attenzione che dedichiamo a quello che di nuovo è successo nel Nordafrica in Libia sulla possibile espansione di un sentimento di integralismo islamico
Certamente ho ricevuto in questi giorni delle critiche che dicono ma adesso ne parli adesso viene a parlarci dell'integralismo islamico quando il mondo vede la violenza drammatica degli affetti dei bombardamenti israeliani io sono per dire fermate
Non vi è dubbio che lì bisogna dire fermate di lo ha detto con parole molto più alate importante profonde di me l'ex Presidente dello Stato d'Israele Shimon Peres che ha detto fermiamoci raffrontiamo rafforziamo Abu Mazen
Una verità e certa che nessuna soluzione militare da nessuna parte porterà mai alla soluzione di questo conflitto tra due diritti e però vi prego e ho finito
Continuiamo a dire sempre la verità
Se in Israele qualcuno ha in mente un'opzione militare assoluta sbagliate
Chi in Israele in questi anni ha pensato che fosse da perseguire la continuazione dell'insediamenti nelle colonie a sbagliato e ha rallentato il processo di pace io non ho dubbi
Ma con altrettanta forza dobbiamo dire che chi nel mondo palestinese come Hamas che prese il potere con la forza nella Striscia di Gaza
Nasconde le rampe di missili tra le scuole gli ospedali
Nei venne luoghi residenziali del popolo palestinese è anch'esso in grave terribile orrore
Impariamo a riconoscere i crimini da tutte e due le parti
Solo chi avrà detto la verità fino in fondo un antico detto della Sinistra per Israele diceva solo la pace a rivoluzionare il Medioriente solo se avremo detto sempre i diritti e i torti che stando a tutte e due le parti
Avremo maggior forza quando chiederemo
Come ha sempre fatto negli anni della sua militanza nel partito dalla nel mio partito di origine Piero Fassino avremo più forza per dire e l'ora del dialogo e l'ora della pace
La pace verrà quando avremmo detto la verità fino in fondo che possano le armi tacere per sempre venire la pace per tutti
Grazie mentre
Segretario va al podio noi abbiamo due ordini del giorno uno sulle Acciaierie speciali Terni che di fatto è stato illustrato
Nel primo intervento il secondo quello di cui parlava Stefano Fassina sull'Unità in che impegna il Partito Democratico
A lavorare per la riapertura dell'unità ovviamente valutando anche il sostegno ipotesi azionariato popolare
Che mostrano affiancare un progetto imprenditoriale io proporrei di considerarli accolti evidentemente a nome di tutti dalla Presidenza la parola
La parola Matteo Renzi
Per colpa mia nostra mia non abbiamo fatto una discussione lunga proprio il marito posto è stata una discussione bella bene
Ma bella perché abbiamo affrontato alcuni punti che sono punti centrali avrebbero bisogno a tutti di approfondimenti
Chilometrici ma sono temi veri dalla vita quotidiana di vita a Terni
E voglio un attimo parlare delle crisi aziendali aperte fino all'intervento di Lele cui va una gratitudine anche personale perché credo che
Ciò che sta avvenendo in questo momento
In quella terra così chiara a tutti noi per i motivi più vari
Richiede quel linguaggio della verità io non conoscevo metto dove personale dove il messaggio del solo la pace rivoluzionaria della
Sinistra storica ma credo che sia un elemento straordinariamente veritiero io vorrei tornare anche un attimo su questo
Naturalmente la difficoltà è che facendo noi le cose in streaming e non a voto palese non abuso scrivo la lettura è immediatamente quella dei giornali
E quindi mi scrive onorevole giornaliste mi dice Matteo guarda
La tua frase
Che io non ricordavo nemmeno di aver detto essendomi a lungo preparato con un testo scritto di ottantadue pagine che però poi ho messo da parte per assoluto caso
Non siamo nelle condizioni di un percorso virtuoso come immaginavamo sta sussista suscitando un casino nelle redazioni
E io vorrei tornare e partire di lì la situazione economica nella quale siamo
Non è la situazione economica che noi
Avremmo voluto vere
Però su questo risponda Stefano occhio a dire che noi abbiamo fatto lo zero otto di crescita perché avevamo il decreto politica ottanta euro diciamo essendo un esperto della materia certo la semplificazione
Però il Governo precedente del quale tu facevi parte del quale noi
Sostenevamo l'opera dava all'uno virgola uno senza decreto lavoro essenza gli ottanta euro perché si immaginava che vi fosse una ripresa
A livello europeo che non sta arrivando
O perlomeno che sta arrivando in modo meno forte di quello che ci aspettavamo
Cogliere la sostanza politica il tema che sia l'Europa il luogo dove andare a fare la battaglia per cambiare verso all'Europa non per chiedere tempo all'Italia
è per me è un punto centrale e se ci sono stati degli elementi di successo
Politico in questa fase è aver ottenuto quel documento del Consiglio europeo che ha consentito agli utenti dire butta trecento miliardi degli investimenti
Hai qualcuno tra di noi creda che sia difficile che lo faccia è un altro film e si può avere una discussione ulteriore ma non è questa la sede il punto è tutto lì
Noi abbiamo una discussione in Europa che decade profondamente cambiare di qualità e di
Approccio il patto un patto di crescita e di stabilità non è un patto soltanto di stabilità
Ma per la prima volta è stato detto in un documento di un Consiglio europeo non era mai stato detto
E ti garantisco ma credo
Tica garantisco a Stefano ma garantisco a tutti noi credo peraltro che nell'urine né altri abbiano dubbi non è stato neanche semplice arrivare a quella formulazione lì
Con una discussione accesa perché perché noi scontiamo un prego giudizio
E me ne sono accorto che dei parlamentari europei e ci sono qua Davide che chi era capo delegazione Patrizia che lo è diventato adesso ma tutti i parlamentari europei che ci sono io mi sono sono rimasto colpito quando
Il deputato verde a parte quando ha parlato il deputato della
Silviu
Anzi bavaresi femminile il capo del PPI la comincia subito su questo chi fa una lezione sulla Germania immediata ma il capo del capogruppo del PPE vendere
Ma poi ha parlato poi ci sono un paio di interventi con la blue card di alcuni deputati chiama sostanzialmente dipinto l'Italia come un Paese
Retrogrado persino su questioni assolutamente discutibile l'ambiente
Perché voi sia del gruppo dei Paesi che vogliono fermare io c'ero alla prima discussione in Consiglio ho visto quali erano i Paesi all'avanguardia sui temi ambientali e quelli che invece anche comprensibilmente per motivi storici chiedono di avere tempi un pochino più
Lunghi sul sul innovazione ambientale
Perché questo perché c'è un pre giudizio
Per cui all'Italia la prima cosa che si chiede rispetta e continua avete serve stare a discutere e dirlo fuori anche gli amici giornalisti male che
La discussione molto più seria di quella che voi immaginate l'Italia sta molto meglio di quello che voi credete
Ma contemporaneamente questo non vuol dire che non si possa non si debba non siamo nelle condizioni di poter cambiare noi stessi per poterli permetterci mostro si parla del debito pubblico quanti erano oggi il Sole ha fatto un trafiletto
Marco Fortis ha fatto articolo su il Messaggero qualche giorno fa sul debito pubblico ora voi non voglio tediarvi su queste
C'è Morando ci sono altri molto più esperte di me
Dieci anni fa erano tre i Paesi che stavano sopra il cento per cento rispetto al PIL
Sulle dita
C'era l'Italia
La Grecia
E guardo il riso perché non mi ricordo il terzo
No il Belgio era già uscito dieci anni fa reggenza cioè successi sole di oggi mi sembra che non fu sentenze ma se il Belgio a me pare che il badge avesse già iniziato la parabola discendente
Qualche anno fa però
Assunti obiettivamente sull'inflazione non è così fondamentale contabile qual era il il terzo Paese oggi se voi guardate è la nega che l'euro zona che sta sopra il cento per cento
E la crescita proporzionale del debito da parte nostra decisamente e la composizione del debito decisamente diversa
Però noi non possiamo negare il fatto che non abbiamo fatto tutto quello che sta nelle nostre condizioni per rimettersi a correre
Perché se noi avessimo fatto tutto quello che dovevamo fare la nostra autorevolezza nei tavoli europei sarebbe decisamente più forte
è un doppio fronte da un lato spiegare in Italia che le cose vanno vado perché sono giuste non perché ce lo chiede l'Europa e dall'altra dall'Europa a dire che le cose vanno cambiate non perché abbiamo bisogno di tempo perché sennò salta l'euro zona
Questa è la sfida bella affascinante smettiamo di dire abbiamo un problema è una grandissima opportunità
Lo vendono i parlamentari Caliolo paella eletti in Italia di cittadinanza italiana con quanta speranza sono visti dai colleghi degli altri Paesi
Perché rappresentiamo uno
Una delle frontiere possibile di cambiamento avrà queste la discussione dopodiché naturalmente tutti i giorni tutti i giorni i dati che arrivano sono dati
Visibili in qualsiasi modo ma quelli che stanno attenti allo zero virgola
Io poi come dire la sempre il
Vedo alcuni troppo ma non si rendono conto dei dati di oggi credo di avere il coraggio di dire che
Si è vero c'è un problema grande a Terni ma è anche vero che oggi si è chiusa l'accordo su Gela
Sì è vero che c'è un problema di attrazione degli investimenti però è anche vero che oggi una realtà
Cinese ha portato due virgola
Due miliardi e cento milioni in un investimento italiano e continuerà io credo
Nelle prossime settimane a investire in Italia perché abbiamo firmato
Il dieci di giugno a Pechino l'accordo di
I partenariati ammalato dall'accordo triennale di cooperazione e collaborazione economica con quel grande Paese sì è vero che ci sono realtà che cambiano
Nazionali o meglio la cui proprietà è di nazionalità diversa ma non si può contemporaneamente lamentarsi perché non ci sono investimenti stranieri in Italia è fatta in arrivo ripresento per Alitalia deve aiuta ce lo straniero
Perché sarebbe molto interessante andare a guardare sui numeri
Come le aziende di proprietà straniera riescono a lavorare sul nostro territorio alla quello che io vi propongo è di sconfiggere la banalità del pensiero
Unico persino nei dettagli quando si parla di economia dove tutto al tema eh soltanto
Ma la crescita non arriva ma la fece una prima ma la crescita arriva
Allora se la crescita non arriva vuol dire che dobbiamo lavorare di più è meglio possiamo discutere
Se il tema stia sia come dice Stefano persino arrivare a mettere in discussione non ho capito se la moneta unica o no ma certo non facciamo la superficialità azioni di dire ebbe
Abbiamo detto zero otto perché si pensava che la misura degli ottanta euro facesse portare la crescita ripeto noi abbiamo
Corretto al ribasso estive
Il DEF ha portato da uno e uno a zero otto questa è la verità dei fatti
E ricordo a tutti per primo a me che gli ottanta euro a dieci milioni di famiglie
Non sono il tentativo
Di direi prendiamo la bacchetta magica e rimettiamo in moto la competitività del Paese
Sono innanzitutto un fatto di giustizia sociale in un Paese in cui per anni
Si sono aumentati gli stipendi mega milionari I manager e si sono lasciate le famiglie il ceto medio a impoverire e io rivendico impeto allo stipendio dei manager e l'operazione degli ottanta euro insieme
E noi dobbiamo mentre siamo sicuri che abbiamo la copertura anche per il quindici virgola alla faccia dei gufi virgola
Perché almeno uno sbaglio a dir la
Dico anche che verificheremo ciò che è stato realizzato il punto della situazione dal quinto dal punto di vista economico ma sono assolutamente certo convinto e determinato sul fatto che noi
Se facciamo quello che dobbiamo fare nel breve periodo dobbiamo intervenire sulle cose che sappiamo
Fisco Pubblica amministrazione
Giustizia civile
Lavoro
Ma nel medio periodo l'unica scommesse la scommessa educative la scuola un Paese torna a crescere sembrate sulla scuola dopodiché a me settembre non fa paura
è chiaro io non vivo nella paura del domani e non perché sono scriteriato ma perché vedo i dati
Vedo la possibilità concreta vedo due mesi dove crescono gli occupati
Certo sono occupati che in parte crescono con il decreto Bonetti
Perché si è allargato qualcuno dice ha però non sono i lavori a tempo indeterminato se non c'era il decreto Poletti non c'erano nemmeno quelli e dopodiché ciascuno di noi giocherà la propria carta le proprie parti della comunicazione
Ma il sentimento di speranza forte che noi abbiamo
Non deriva da un generico atteggiamento di training autogeno a ce la facciamo già facciamo già facciamo
Veniva dalla realtà deriva da un giudizio sull'economia globale per la quale con ottocento milioni di nuovi consumatori se l'Italia fa quello che deve fare atti spazio nel mondo non meno spazio
Eh non cede al coro rassegnato e cantilenante e noioso di chi continua a fare le graduatorie sul crollo del turismo
Quando noi sappiamo
Che se il nostro turismo è davvero il sei per cento del PIL a differenza di una media che tra il nove e dieci abbiamo dei margini di miglioramento pazzeschi
Ma questo margine di miglioramento non passa necessariamente dall'andare a fare la promozione turistica in modo più ragionato come comunque faremo con l'approvazione del Titolo quinto e torniamo alle solite
Eccetto diamo al fatto che le riforme sono condizione della crescita
Ma deriva anche molto banalmente dal fatto che quando si arriva a Roma se si dopo una linea di metropolitana in più magari pulita
Magari funzionante magari efficace dico Roma perché c'è il Sindaco che oggi si aspetta giustamente che il CIPE dia il via libera alla
Alla Metro C ma vale per Milano vale per il Napoli
Vale per Napoli dove è iniziato un lavoro sulla metropolitana che cosa vale per tutte le città o meno
Vale per le città perché il sistema di attraversamento delle città oggi è una priorità degli investimenti sui fondi strutturali e però che cosa sta succedendo sta succedendo che stiamo coordinando in modo diverso i fondi europei perché in passato
Mi piacerebbe discuterne con chi ha fatto il Presidente di Regione perché penso che non ci sarebbe ragione i fondi europei sono stati spesi senza un criterio è una logica degna di questo nome
Non dappertutto
Ecco che decidere che i fondi europei rimetti sull'attraversamento delle città è un pezzo a Roma o a Firenze o a Napoli o altrove di investimento anche turistico ed economico
Certo se gli dai alle sagre
Hai un consenso che cresce
Hai un'occasione che si perde
Certo sette rendicontare l'ITC vuole diciotto lauree in burocrazia spinta
è normale che poi la Polonia al novantotto virgola sette per cento di di fondi spesi noi no perché quando arrivano autorevoli commissari di autorevoli Paesi amici
E ci fanno la morale io ve lo confesso un certo punto fatto un po'discutibile in una delle ultime riunioni europee
Posso dire Filippo lo si può dire formare oggetto no ma l'ho detto perché a un certo punto audendo c'è anche l'orgoglio della se la patente Alitalia
Noi facciamo parte delle realtà europee dal mille novecentocinquantasette anche ancora prima diciamo riferiamo al Trattato di Roma
E noi abbiamo sempre collaborato e condiviso e siamo sempre disponibili ad ascoltare tutti ma dobbiamo uscire da questa logica che si va in Europa siamo sorvegliati speciali
Perché non è così per la qualità del nostro personale che lavora in Europa e non è così semplicemente per i denari che costantemente noi diamo all'Europa
E neanche per il numero perché una volta mi è capitato di dire scusa ma
Se il Partito Democratico con i suoi undici milioni duecento mila voti
Fosse una nazione
Sarebbe tra le prime nazioni del Consiglio europeo e allora l'idea che arrivi qualcuno che
Dall'alto delle riflessioni sul voto democratico pensi di dare all'Italia lezioni e pagelle
Bene sapere
Io non credo che sia mai accaduto in passato ma ove fosse accaduto in passato io voglio dire che porto tutta la forza di quegli undici milioni di voti tutta la forza del PD a cercare di dire che la questione europea ossa politica o non sa
Questo è il punto centrale
Non attraverso i veti e i ricatti ma attraverso la scommessa della politica allora sarebbe molto interessante entrare nel merito e non lo faccio a Giachetti ricoveri
Da allora io mi aspettavo questa attenzione sulla legge elettorale
Proprio
Bobo batte un aspetta era
Fecero i tifosi della Fiorentina un'altra circostanza anzi oggi mi sono lo dica Giachetti affacciando da Palazzo Chigi ho visto un sacco di gente in coda
Ho detto che i rischi che succede eran tutti a comparti biglietto per la Roma in Champions League quindi
Ha già che c'era già fatto vedere il potere della Cassibile vedo felici vi segnalo a questo proposito che mi ha fatto molto ridere chi è intervenuto supplente dicendo Renzi lo è ancora detto una parola sui Tavecchio
Ecco
Se io dicessi una parola sul Peretti nella mia veste di Presidente del Consiglio l'Italia potrebbe essere squalificata ma le competizioni già questo è l'unico modo per non mandare la Juve la Roma e il Napoli in Champions league forse
Capisco che il milanista Orsini
Intime
Ragazzi
Abbiamo fatto una roba tranquilla poi si siamo tranquilli su tutto si va a fare i cazzotti sulle frasi da vecchia anche no però questo per dire che c'è un Regolamento della FIFA
E prima ancora del CIO che impedisce la politica giustamente secondo me di mettere bocca
Tocca al CONI e eventualmente quando le cose del CONI non vanno quello è l'unico caso in cui il Governo autorevolezza il titolo per parlare dicevo però sulla legge elettorale al di là delle battute della di reazione calcistica fatta
Roberto Giachetti anche se trovo francamente indecente che ci so che andare al Consiglio europeo del trenta agosto fissato alle diciassette a Bruxelles quando alle venti e quarantacinque
All'olimpico c'è una partita di calcio francamente mi fa un po'male rifiuto allo Stato leggero trentina Juventus in Coppa Uefa quindi diciamo
No o si cambia sede del Consiglio europeo oppure ho l'impressione che porti un po'ostrica però dicevo
Io son d'accordo
Nel merito
A me non interessa questo lo dico anche per fare chiarezza rispetto ad altri
Tra presentazioni io non ho una mia legge elettorale la mia riforma
Io la mia riforma costituzionale avrebbe avuto è molto più sindaci che non consiglieri regionali si è scelto sulla base di un dibattito ampio approfondito di una discussione con i cittadini con i professori con i partiti con i parlamentari con la Commissione in Aula
Di arrivare a mettere più consiglieri regionali che senatori sul tema della deve che sindaci sul tema della legge elettorale io non ho una posizione per la quale
Questo è la nostra legge tale si fa punto e basta purtroppo o per fortuna abbiamo fatto una scelta di metodo che qui
In questa sede dove sono stato accusato anche comprensibilmente giustamente ho criticato l'accusato diciamo le parole chiariamo le parole come meritano
Con il nome giusto io rivendico cioè l'accordo con Forza Italia
Perché dopo anni in cui le riforme si sono fatte a colpi di maggioranza
Per me è giusto andare a parlare e abbiamo fatto bene ad andare a vedere le carte anche di Cinquestelle palco Cinquestelle c'è un problema che bisogna scegliere il giorno pari giorno dispari un giorno pari va bene giorno di sparisce la scomunica sul blog
Il giorno valide solo a parlare i giorni dispari non voglio
Ci queste son fatti così vanno capiti
Però il punto centrale è che accetto e credo accettiamo tutti la cui anche per quello che ha detto Barbera subito dopo l'Umberto la considerazione di Roberto sul modello
Io credo oggi che ci siano due modelli diversi da un lato l'Italia che uno può inserire il tema delle preferenze capolista più o meno bloccarlo si può discutere
Dall'altro quello dei collegi che tu dici ed è coerente con la sua impostazione è molto più legato a un sistema modello Mattarellum quello che diceva anche Sandra rispettabile noi oggi
Siamo accusati
Dai costituzionalisti col passamontagna quelli che dicono che siamo solidali e poi sono costretti a chiedere il voto segreto
Che non vogliamo che noi siamo autoritari quando abbiamo proposto la legge elettorale che ci dà meno seggi rifiuti
L'Italie consiglia il cinquantadue per cento con il Mattarellum secondo le proiezioni
Noi saremo a quattrocentocinquanta cinquecento seggi con il risultato messo naturalmente di recuperare il risultato dell'altra volta perché poi questa è la condizione la conditio sine qua non
Ecco che interessante intrigante sottolineare come non stiamo facendo la legge del PD stiamo facendo a vegetale che dia certezza a chi vince di sapere chi ha vinto lui
E non si apra un dibattito filosofico per sapere chi ha vinto modello processo del lunedì
Che non ha fini cioè ad Aldo Biscardi e alla sua filosofia ma alla realtà dei numeri la certezza di sapere chi ha vinto è una maggioranza degna di questo nome
Se vogliamo tenere aperta anche l'opzione dei collegi uninominali con tutto ciò che si porta dietro
Io non soltanto non ho alcun problema ma lo rimetto alla discussione dei contraenti patto dicendo
Che per me il fatto che si sia tutti insieme è un valore ed è lo stesso motivo per il quale per esempio sulla riforma del Senato abbiamo aperto anche alla lega
Poi la lega una partito che
E di lotta e di Governo senza la a diciamo la storia di chi si definiva di lotta e di Governo nel senso che
E ci sono su questa strada la riforma così serio avrebbe molto tranquilla sulla riforma costituzionale perché
Credo che dobbiamo anche avere il senso delle proporzioni non stiamo cambiando la Carta costituzionale
è normale che ci possa essere pensione che ci possa se discussione sarebbe molto interessante che ci fosse anche dibattito ma questo come dire di vendita del da da chi vuol fare ostruzionismo
Però per dirla tutta io ho visto senatori leghisti stracciare la Carta costituzionale dicendo che questa riforma stava distruggendo i valori democratici intanto sono contento perché questa tetto della lega per la Costituzione
Mi pare fantastico pagherò guardato so gli stessi senatori leghisti che avevano votato a favore in Commissione della riforma
La riforma è stato approvato dagli stessi
Che adesso la giudicano un
Attentato alla Costituzione e questo dà il senso della mia
L'idea di questa operazione
Però noi possiamo dire quanto si vuole c'è un problema se la politica è in grado di riformare se stessa
Allora saremo in grado di andare dai tecnici dai burocrati e dire è merito è compito della politica fare le cose e non si può accedere al ricatto della tecnocrazia della burocrazia
Se noi diamo la dimostrazione che siamo in grado di riformare gli stessi di riformare il Senato
Capite quanto autorevolezza prendiamo
Ecco perché i nostri senatori
Meritano l'affetto e la stima
Perché non è che stanno perdendo il week-end non è questo stava perdendo anche week-end ma stanno dimostrando che loro sono in grado di riformare il Senato quante battute abbiamo fatto sui da chi vi si anticipa il Natale
Stefano Esposito arrivava una riunione del dei gruppi nostro
Senatore piemontese torinese arrivato con i in un spilla con l'immagine del tacchino Alice riso sopra quante battute da ho fatto su quello
Ma la grandezza di ciò che sta accadendo è che la politica fa il suo mestiere rispetto agli altri questioni vado molto più rapido
Condividendo quindi l'amarezza per esempio di di di Sandra Zampa quando parla dell'ostruzionismo
Ogni settimana di ostruzionismo
Un punto percentuale in più per noi
Questo è un dato di fatto oggettivo e
Però noi abbiamo un compito non di avere il consenso dei sondaggi
Noi abbiamo il compito di portare a casa il risultato perché diventa un elemento di credibilità di autorevolezza per tutti anche per loro il stiamo difendendo a loro insaputa perché stiamo difendendo la dignità della politica
Però ti dico questo l'elemento importante e significativo è che la riforma va avanti
Possono stare a inventarsi tutte le scappatoie di questo mondo
Ma loro hanno già finito il tempo a loro disposizione noi l'abbiamo finito la pazienza a nostra disposizione
E il mio appello il mio invito a tutti noi è la calma la serenità la tranquillità una alla volta le infiliamo tutte
Noi non molliamo rispetto alle provocazioni una alla volta mettiamo in fila gli obiettivi e arriviamo a raggiungere i risultati
O direi di non interrogo fobia enfatica augurare buon lavoro naturalmente a Baldini di dire che condivido totalmente l'intervento di Patrizia sulla scuola di Barbera sui Comuni di Dario sui collegi un'ultima considerazione rispetto alle questioni
Di Barbara Pollastrini in questo caso non riguarda la parolina e di Lele Fiano sulla politica estera non prima
Dal fatturato lamento su SEL
Che l'onorevole Pollastrini ha posto alla nostra attenzione
Io credo che se tra di noi c'è qualcuno che si alza e dice che dobbiamo mettere mandare al voto un comune perché c'è la maggioranza con sei e il
Perché loro hanno detto prima che le cose
Quello è matto
Caro
Cioè
Il
Vuoto che abbiamo chiesto ai cittadini
è un voto sul Comune e sulla Regione che non è messo in discussione
A meno che non ci siano questioni locali o nazione ma diciamo specifiche e puntuali regionali per cui si rompe l'accordo e allora in quel caso però è normale non c'è un elemento
Diverso il ragionamento sul futuro
Perché io lo dico per me Barbara
Io ho un accordo politico di governo
Cioè una maggioranza politica
Con uno che viene accusato di aver stuprato la Costituzione
Di essere l'emblema della deriva autoritaria
Chi di essere quello che vuole far tacere gli altri e che vuole in qualche modo una
Modello con riferimento ad altri Paesi
Al limite del precoci ritmo
Ecco io un'alleanza con questi non ce la farei se pensano di là di queste
Vadano per i fatti loro
Non si tratta di
Andare a mettere in discussione le maggioranze che si sono
Ma se pensa continua di questo se facciamo così paura per carità siano al loro posto ma non abbiamo problemi vinceremo le elezioni regionali anche senza di loro perché noi non abbiamo bisogno di essere ricattati
Dal sulla base dei voti quando ci risulta perché offende la questura secca
Io difendo il diritto e la dignità del PD adesso è un partito nel quale si può dissentire
Nel quale si può dissentire non si butta fuori la gente voi del PD quelli che votano in dissenso del gruppo vengono fatti parlare rispettati si discute poiché
Sarebbe più bello fare
Una discussione interna e poi tutti adeguarci quante volte qui dentro tutti è capitato di stare in maggioranza all'opposizione
è capitato a tutti gli atti
No voglio dire non so chi ci segue a quasi tutti viale
Ammette abbiamo risanato all'opposizione notoriamente è e e riconoscere che quando l'opposizione casino mi facevo e
Cioè non è chiaro però non ci sarà una volta
Sulle questioni di governo
Diverso il ragionamento sulle scelte personali fatto alla luce del sole
Ma sulle questioni di governo non c'è stata una volta in cui il PD non abbia discusso e poi deciso sia
Dicevo sulla politica estera ho finito
Per me la linea è quella che dice Fiano la Pollastrini ricordava quanta distanza vi sia
Tra il discorso del Cairo di Obama e oggi
E anche quanto noi potremmo ragionare oggi del modello americano anche questo sarebbe un tema
Quattro giorni socchiusa a Palazzo Chigi ha parlato un'ora prima d'ora dopo vi chiedo scusa
Ma
Obama ha suscitato grandissime speranze dopo la politica di Bush sulla politica internazionale
E in tanti contestavano il suo modello economico dicevano un back darà una grandissima ripartenza l'America
Sotto il profilo internazionale chissà se ce la farà sulla politica economica interna
Ora
Può piacere o meno
I risultati di Obama sulla politica interna
Configurano un modello economico
Io quando parlavo di questo con lui
L'ultima telefonata l'ultima sarà la conference call di qualche settimana fa era prima del Consiglio europeo e gli raccontavo anche le posizioni politiche Filippo assisteva la telefonata in campo né il nostro continente
Sottolineavo come l'investimento sulla crescita
Su uno sguardo di innovazione
E anche di
Sostegno in termini di politica industriale diversa
Fosse al momento minoritario in Europa
Questa cosa qua
Per me di Obama ha funzionato molto di più di quello che si immaginava
Oggi la politica estera invece degli Stati Uniti al molto più critica
Io non so se sia giusto o no
Soft power ARPA over grandi discussioni sul modello multilaterale interventi non interventi è un tema però che oggi ha profondamente delicato
Io non ignoro
Lo diceva per Obama nell'ultima conference call che in Israele l'ottantasei per cento della popolazione oggi
Fa evidenziare il bisogno di difesa che quel popolo ha
E contemporaneamente come le immagini che vediamo dalle scuole talvolta dagli asili nido Casini delle nostre strutture
è
Reclamino un di più di intervento della comunità internazionale a mio giudizio in questa vicenda si scontrano due diritti ma si scontrano anche due doveri ormai reale
Il dovere di serie di sistemi non il diritto di esistere il dovere di esistere questo detto io durante l'Assemblea al Parlamento europeo e contemporaneamente il dovere di porre per il popolo palestinese finalmente il diritto alla patria
Libera e sicure
Non son più due diritti somme doveri ormai
A mio giudizio chi fa il commentatore può analizzare chi fa il sociologo può pensare chi fa il politico deve indicare una soluzione io trovo che l'unica soluzione possibile oggi
Sia quella di partire dalla mediazione egiziana
Non ci siano altre alternative oggi credibile è un sentiero molto stretto e per chi di noi ama quel pezzo di Salvo
Tre Bree o cristiano che sia
Che dice che dice domandare base per Gerusalemme
Credo che sia un dolore pazzesco vedere ciò che stiamo
Le immagini alle quali stiamo assistendo
Qualcuna di voi qualcuno di voi ci scriviamo ogni tanto
Persone magari anche di estrazione culturale diversa il dolore fisico di certe immagini è incomprensibile tra i son d'accordo con lei quando dice perché non ci scandalizziamo di fronte al califfato
Di fronte alle crocifissione
Di fronte al
Devastante
Alla devastante violenza nei confronti delle donne
Perché non ci rendiamo conto che quando vediamo le immagini delle teste conficcate recapitate conficcate su
Su su dei cancelli non abbiamo la stessa rabbia dentro il corpo ecco perché è fondamentale
Che l'Italia dia un contributo sulla politica estera
Ed ecco perché ho finito nel mese di agosto noi continueremo a lavorare su tanti settori anche andando nei luoghi della crisi
Io credo che la politica industriale oggi abbia dell'attrazione degli investimenti molto interessanti
Io ad esempio sono molto ottimista sul fatto che
Da Taranto a Termini
Da Piombino Avellino
Domani speriamo di fare un passo in avanti se ce la facciamo sul Sulcis fino
All'Aquila è all'Abruzzo della ricostruzione
Noi siamo nelle condizioni di dover fare operazioni di ecco scommessa di politica industriale però quello che mi sembra il punto centrale oggi è quello di raccontare insieme questa grande sfida che abbiamo davanti
Non è una sfida soltanto di una
Il nostro problema non è semplicemente aumentare di uno zero virgola
La crescita o diminuire lo zero virgola disoccupazione
Oggi c'era qualcuno di noi che voleva fare comunicati stampa perché la disoccupazione è diminuita dello zero tre che ci fai con lo zero tre in meno
Certo ci sono cinquanta mila famiglie in più che hanno un posto di lavoro bene questo importanti ma che cosa stiamo a fare anche noi schiavi delle virgole e dei numeri a discutere di
Proiezioni statistiche senza anima
Amici del Partito Democratico recuperiamo l'anima
La nostra sfida e politica il nostro tempo e politico e anche se non c'è tanta politica in Italia a noi il compito di provare a dare risposte che siano insieme ideali e concrete buone vacanze a tutti