22LUG2014
intervista

Intervista a Paola Taverna sulla riforma elettorale e sulle riforme costituzionali

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 4 min 51 sec

Player
"Intervista a Paola Taverna sulla riforma elettorale e sulle riforme costituzionali" realizzata da Claudio Landi con Paola Taverna (senatrice, Movimento 5 Stelle (gruppo parlamentare)).

L'intervista è stata registrata martedì 22 luglio 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Costituzione, Governo, Istituzioni, Legge Elettorale, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Politica, Preferenza, Renzi, Riforme, Senato, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui come i Pallata aveva già capogruppo dei senatori Cinquestelle senatrice Taverna riforma elettorale riforme istituzionali nel suo dalla riforma elettorale poi tra le altre cose proponete li trovi sono delle preferenze ma
In particolare la questione la preferenza negativa vi rendete conto che potrebbero essere molto pericolose anche per i vari gruppi di potere di tipo affaristiche mafioso nella maschera come quella italiana
Era sicuramente una buona idea considerando che
Fuori dalla strumentalizzazione si possa fare la precedenza negativa continuiamo ad avere nelle liste personaggi indegni e quindi volevamo dare l'occasione i cittadini di esprimere anche un dista
Enzo De di viene proposto abbiamo già fatto un passo indietro eventualmente il
Governo avesse voglia anzi il PD avete voglia di effettuare una riforma in assieme anche al secondo partito
Quindi ci teniamo alle decenza che crediamo comunque serie un punto fondante legittimo assolutamente dovuto i cittadini italiani mettere discutere fosse legittimo ritorni
Domandavo semplicemente se appunto di rendere conto che potrebbe essere appunto in una situazione quell'italiana
Avere effetti collaterali diciamo così da Nicola tali perché non tutori collegio per collegio è nominato alla fine della ma alla fine della terra erano veramente le scelte e alla fine della fiera continua a mantenere comunque degli impresentabili all'interno delle liste che vengono proposte cittadini bloccate per per essere coerente al problema nel senso che dovrebbero essere perpetrato un modo per non queste trattato Parlamento punito non avremmo avuto bisogno eventualmente di una precedenza negativa hanno condannato in Parlamento ma sembra che sia difficile Arkadin acquistare tale classe dirigente senatrice Taverna riforme istituzionali quell'iter contenesse molto faticosa di questa riforma costituzionale ormai a sud non arcadico cioè un iter di attenzione e di rispetto per una riforma così importante siamo stravolgendo un
Terzo della della nostra Costituzione in un periodo di di completa assenza da parte dei media di una corretta informazione ci peggiore di quello che sta accadendo quanto meno consentirci di non avere sulla coscienza un lavoro parziale approssimativo stiamo cercando di fare il meglio per il popolo italiano
Riteniamo che in realtà il pdd tenti un ulteriore accelerata azienda oggi chiedendo contingentamento dei tempi contingente avete
Bisogna mentre la prima volta se ho maturato sulla riforma costituzionale l'altro giorno l'ex ministro delle riforme Calderoli ci diceva che anche loro volte raffrontare sei mila emendamenti lontano
Era il Governo Berlusconi con misure di forma io sono una notizia non credo che si ha così strano perché è la prima volta un po'per tante cose in questa in questa legislatura dello sbaglio è la prima volta anche di una
Riforma costituzionale venga proposta direttamente dal potere esecutivo che decide di dire al potere legislativo come voglia di vengano presenta delle leggi in modo di Bigazzi per poterle approvarlo addirittura presentarle approvazioni da solo non non dimentichiamo che questa riforma non c'era pezzi di da di inserire disegni di legge che non hanno le caratteristiche del decreto legge ma globale l'artista tempistica per cui il Governo si ripropone se li applica se li vota e decide quello che deve essere questo il terzo corno diciamo così per come
Usare quello meno conosciuto dagli dai dai cittadini elettori tediosa dati perché c'è la riforma del Titolo quinto la riforma spezzare appunto la riforma del processo legislativo
C'è la riforma di tutto c'è la riforma di tutto e mi creda io ho avuto la fortuna di poter
All'interno delle istituzioni capire che cosa sta accadendo
La cosa che mi spaventa di più che mi va più dolore e che non si è voluta dare una corretta informazione
Al popolo italiano di come si vuole trasformare questo Paese noi continuiamo a caro una lotta che è totalmente a vantaggio della partecipazione popolare mi puntando sì su quello che è un Senato elettivo non imputando ci lottando per quello che è un Senato elettivo per quello
Che è la partecipazione attraverso la presentazione di legge di iniziativa popolare che vedono le firme aumentare visione del Cermis riprenderle giudizi
C'è tutto c'è tutto in questa riforma compreso il Titolo quinto e non non permettiamo che non ci si accorga di cosa significa
Estromettere completamente locato da quella che è la gestione della della salute ieri avete contestato il ministro il pomo Bose
E immenso territorio pastiglia ricercato di dei tossicodipendenti probabilmente visto avvicinarsi al cinema davo visto che sostiene che il suo siamo di allucinazioni prende le sedi normalmente non lo sono cioè non lo so che cosa prende i il Ministro deve a del mare che ci sono delle allucinazioni da parte dei parlamentari io so di essere prettamente lucida e di comprendere quello che è il Progetto di questo Governo non lo condivido e continuerò a lavorare affinché questa riforma possa
Essere quanto meno
Coppola ringraziamo per la taverna già capogruppo dei senatori cinque stelle per l'ascolto Dario