31LUG2014
intervista

Il Parlamento, la sua funzionalità, l'ostruzionismo, i diritti dell'opposizione, la Costituzione, le leggi dell'emergenza, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 12:29. Durata: 2 ore 12 min

Player
(Aglietta, Mellini, M.S.Giannini 21 gen 1980 Camera Pannella 2 feb 1980 Camera).

Puntata di "Il Parlamento, la sua funzionalità, l'ostruzionismo, i diritti dell'opposizione, la Costituzione, le leggi dell'emergenza, i radicali" di giovedì 31 luglio 2014 , condotta da Aurelio Aversa .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Costituzione, Istituzioni, Ostruzionismo, Parlamento, Partito Democratico, Riforme, Storia, Voto.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 12 minuti.
12:29

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ancora un ulteriore momento di informazione di riflessione realizzato con documenti d'archivio ed è sempre attuale dibattito sul Parlamento e suo funzionalità su diritti e ruolo dell'opposizione sull'uso dell'ostruzionismo ci spinge
E questa volta far di riascoltare la registrazione del gennaio ottanta
Due momenti di vita parlamentare relativi alla presenza dei radicali nell'istituzione e alle polemiche dell'epoca sull'opposizione messe Nanto fin dal loro ingresso in Parlamento nella settantasei contro quei provvedimenti
Ritenuti dannosi per tutti e che la maggioranza dell'epoca invece cercavano di far passare senza allo svolgimento di un adeguato
Dibattito sul loro contenuto
E la loro eventuale efficacia
Con il primo documento del ventuno gennaio ottanta riferiamo rivivere la sintesi di un dibattito svoltosi alla Camera sull'onda delle polemiche suscitate da alcune affermazioni
Dall'allora al Ministro della Funzione pubblica Massimo Severo Giannini ed era Presidente della Camera la comunista Nilde Iotti il primo aveva ha detto che quando la causa di certe crisi veniva individuata nei partiti nei sindacati non c'erano via d'uscita perché non riforma Bindi la Iotti invece aveva dichiarato al quotidiano la Repubblica che l'ostruzionismo parlamentare
Messo in atto dei radicali contribuiva ad uccidere da parlamentari ascolterete dunque quanto dissero quel giorno a Montecitorio
L'ex deputato e segretario radicale Adelaide Aglietta un altro parlamentare radicale di quegli anni Mauro Mellini e quanto disse il ministro Giannini al termine riesco trenta invece
Non c'è la sintesi del lungo intervento che Marco Pannella pronuncia alla Camera qualche giorno dopo tra una nota del prima all'inizio del due febbraio mia novecentottanta concussione dal duro ostruzionismo condotto
De parlamentari radicali contro un ulteriore inasprimento del contenuto dei cosiddetti decreti Cossiga sull'ordine pubblico
Varati anni prima in nome della lotta alla terrorismo
Ed oggetto di una delle tante iniziative referendaria radicale a difesa della costruzione della democrazia e dei diritti di tutte le ascolterete Marco Pannella ribadire tra l'altro l'assenza degli oltre sette mila emendamenti radicali
Contro quei provvedimenti denunciare le politiche avevano prodotto quelle leggi e rivendicare
La positività dell'ostruzionismo radicale che aveva è saltato la centralità del dal Parlamento
è fatto anche un minimo di informazione in più su quanto
Si stava approvando Montecitorio ventuno gennaio mille novecentottanta alla prima voce che ascolterete quella di Adelaide Aglietta rappresentante
Ministro
Io credo che le osservazioni
Che sono state fatte le critiche che sono state fatte dal Ministro Gelmini
Proprio perché
Condivise
Da larghi strati ritengo dell'opinione pubblica erano riservo osservazioni critiche che già erano state fatte ed erano state portate in varie sedi
Credo semmai che sono state anche duramente criticate per la sede in cui sono state fatte che non era una sede propria ma la sede dell'intervista
Ma credo che
La cosa su cui
Mi interessa intervenire in questo momento
E proprio
Il verificare
Che le stesse osservazioni che il Ministro Gelmini gettando un grido d'allarme
Che io ritengo giusto che io ritengo vada portato avanti rispetto al quale ritengo poiché si debbano per
Ed è stato condiviso dal Presidente della Camera che ha recentemente quindi credo dando ragione al Ministro
Parlato di ingovernabilità del Parlamento con una differenza
Per cui
Il Presidente della Camera non ha avuto critica il ministro ne ha avute
Che le dichiarazioni del ministro coinvolgevano
Tutti i partiti coinvolgevano in particolare i partiti della maggioranza crea dichiarazioni del Presidente della Camera hanno coinvolto in particolare il Gruppo radicale
E credo
E credo
A questo punto proprio approfittando di un dibattito che
Diciamo temporanea
Temporalmente puntuale
Di voler riportare
Con molta chiarezza occupato in questi giorni le pagine dei giornali ai interessato giuristi ha interessato tutti i quotidiani agli organi di stampa
E credo quindi di
Contribuire
E invito sempre tutti a farlo e lo li invitiamo sempre in tutti le sedie sede a riaffermare la centralità del Parlamento come sede
Naturale di questo dibattito
Credo che oggi ciò che rischia di uccidere il Parlamento sia proprio la pratica dei partiti
Teorizzato ufficialmente di espropriare queste assente i singoli rappresentanti della Nazione delle per prerogative dei poteri decisionali che anni
Io quando ho letto l'intervista e Presidente della Camera ha rilasciato mi è venuto in mente che c'è un articolo del regolata arte
O una maggioranza della Camera
E che se questo è vero ne consegue l'impossibilità da parte del Presidente
Di dividere le parti politiche fra buoni e cattivi di dare le pagelle di affermare che in quest'Aula e se questo è vero qualcuno sta uccidendo il Parlamento questo è il titolo dell'intervista di Repubblica
Dell'articolo che riportava l'intervista il Presidente della Camera su Repubblica
Usando tra l'altro un linguaggio militarizzato e violento che tende poi ad accomunare i responsabili che essenzialmente vengono visti né i radicali nell'ostruzionismo radicale
A violenze di altro tipo che oggi vediamo quotidianamente nel Paese
L'interpellanza e Giannini credo che sia pertinente Presidente stiamo parlando di problemi di funzionalità del Parlamento
Onde garantirà venga rilasciata dal Ministro Gelmini
Atteneva non proprio alla funzionalità
Al modo di muoversi del Parlamento credo che le dichiarazioni che ha rilasciato il Presidente della Camera sulla funzionalità del Parlamento non siano
Perfettamente persi ma non sono quelle in discussione lei può dire il suo parere ovviamente
Presidente la carità ma per carità pare che non parliate mai in quest'Aula
Caro Presidente contiene con questo mio richiamo di Copenaghen rendere interpreti bene della Camera affatto dicendo che l'ostruzionismo rischia di soffocare il Parlamento che condannerà vorrebbe che i radicali cominciassero a pensare che non sono i depositari della verità
Che bisogna confrontarsi con gli altri che non si può pensare che la proprio opinione sia verità assoluta
Che
Cito ancora decine di discorsi di radicali uno uguale all'altro nel senso che ripetono tutti gli stessi argomenti renderebbero oltre che molto costoso poco interessante trasmettere i dibattiti dalla Camera per televisione
E con il Duomo e con il dovuto Presidente da me sentito e il Presidente della Camera lo sa rispetto che io ho alla persone alla funzione del Presidente
Voglio dire con altrettanta fermezza che tutto ciò lede gravemente rischia di annullare il rapporto fiduciario che deve entrare
Intercorrere fra il presidente di questa sentenza proprio di quello che dicevo prima il ministro l'ha fatto in sedi che non erano proprie
Che le critiche che il Presidente ha avanzato sulla pratica ordinaria delle decretazione d'urgenza critiche che ha avanzato sui giornali
Non si siano espresse e non si esprimano con altrettanta attenzione nelle aule parlamentari
Così come si evidenzia no le critiche dell'unico gruppo che con rigore e porta le dovute conseguenze la denuncia del comportamento anticostituzionale del Governo
E mi riferisco alle richieste più volte fatte perché il Presidente della Camera ufficialmente in Aula solennemente in Aula denunciasse questa pratica anticostituzionali risposta che è stata sempre sempre negativa
O forse il Presidente della Camera ha ritenuto
Che il comportamento censorio che la stampa a rispetto ai lavori parlamentari
Sia
Avrebbe rischiato di nascondere di occultare questa sua dichiarazione quindi ha scelto un'altra sede per dare più rilievo a questa dichiarazione
Io ricordo che il Presidente Ingrao nel dicembre del settantotto
Proprio relativamente agli interventi censori della stampa i problemi di come
I resocontisti parlamentari portano all'esterno quanto nella Camera viene
Avesse espresso il bisogno profondo di sottolineare quanto sia necessario che sui lavori della canna un solo in modo imparziale
Ma anche completo di ciò che qui avviene di quale sia la complessità
La delicatezza e di quali siano le difficoltà e di problemi del nostro lavoro
E quando il ministro per la funzione pubblica afferma
Che in quest'Aula i comportamenti sono contraddittori in realtà il Parlamento non funziona
Quando parla di demagogia nelle posizioni dei partiti
Credo che esprima l'opinione che lavora legislativo del Parlamento e finalizzata di intenti che non si conciliano affatto con le funzioni delle istituzioni ma che perseguono finalità diverse devianti
In questa ottica credo che si inserisca il discorso il problema della proliferazione dei decreti legge dato anche dal Presidente della Camera
Non ritiene il Presidente della Camera come affermato anche in in quest'Aula il collega spagnoli
E questa pratica
Quella dei decreti legge impedisce una seria programmazione dei lavori e questo impone al Parlamento scadenza esterne scadenze non suo e che in definitiva ostruisce però ostruzionistica dei lavori del Parlamento
E come è possibile allora e il Presidente affermi con disprezzo che il Gruppo radicale ha sollevato questione di costituzionalità su un decreto legge che regolava si immagini un po'parlava con un ascoltatore della RAI TV
La cultura dei cosiddetti la Meli branchie cioè delle corse giudichi lei diceva il presidente se questo poteva essere anche i costi dei colleghi
E la questione è nata con l'epidemia di colera che ha colpito quella legge a cui ci si riferiva è nata con l'epidemia di colera che ha colpito l'Italia e quindi non è questione da poco
Ma poi non solo i radicali in quella sede il gruppo comunista denuncio l'incostituzionalità di questo decreto
Senza peraltro far seguire altro comportamento adeguato
La critica che forse poteva esserci fatta dal Presidente della Camera
Era che avendo presentato una questione di costituzionalità su questo decreto non ci siamo poi opposti portando alle estreme conseguenze con l'ostruzionismo alla conversione del decreto in legge
E quando infatti su questo noi avremmo fatto ostruzionismo
Ma io credo che
Quello radicale in questa legislatura concretamente facendo seguire alle parole i fatti
Operato controlla decretazione d'urgenza facendo cadere decine di decreti legge anticostituzionali
No no ricorrendo all'ostruzionismo perché mai ostruzionismo c'è stato ma semplicemente minacciando
Io vorrei
Ricordare
Quando il Presidente della Camera ci dice che non otteniamo molto l'opposizione cadenzata i decreti legge di proroga della legge Merli sull'inquinamento
Opposizione che con un riconoscimento che è venuto unanime da tutti i Gruppi acconsentita questa Camera con il nostro contributo l'approvazione invece che di un decreto di un testo sanato
E voglio ricordare ancora sul problema dello sterminio per fame sui problemi della pace problemi di non poco conto oggi
Chi ha permesso che ha promosso la convocazione della Camera chi ha impedito che il dibattito si concludesse
A dicembre votando né il rinvio sono stati radicali o sono stati altri gruppi
E perché si fa cadere sul gruppo radicale la responsabilità dell'assenteismo altro nodo di questo Parlamento
Ne condividiamo quanto dice il vice Presidente Scalfaro la previsione del voto in tutte le sue forme deve far parte di ogni decisione di convocazione dell'auto
E come si fa a denunciare l'assenteismo quando si convocano contemporaneo diritto dovere che non è solo quello di votare ma quello di partecipare ai momenti deliberativi e di formazione della volontà di questo Parlamento
Ed allora io credo che con molta franchezza per assicurare il buon andamento dei lavori della Camera
Oggi bisognerebbe proprio avendo presente i mali che il Presidente della Camera e che per altro verso il ministro Giannini ha denunciato
Avere il rispetto verso quei gruppi che a partire dal numero ridotto e quindi dalle ridotte possibilità di far valere il proprio peso
Devono ricorrere a tutti gli strumenti regolamentari
Però opporsi all'ostruzionismo della maggioranza
Di quella stessa che non solo fa i decreti ma che da trent'anni
Come mi sembra anche il presidente denunciasse e alla Camera
Non è perché i radicali fanno ostruzionismo che ancora non hanno fatto vorrei chiarire ma è perché il Governo ancora non ha depositato il disegno di legge Scotti alla Camera
Se i tribunali militari dopo trent'anni non sono ancora stati attuati
Non è perché i radicali lo impediscono i radicali hanno fatto hanno depositato un progetto su questo e perché non c'è la volontà politica se la riforma dei codici non va avanti l'abbiamo votato l'altra settimana il ring
Io ancora di altri quattro mesi perché c'è una maggioranza che fa ostruzionismo su queste cose
E quindi io credo che in definitiva ed è questo che voglio denunciare perché e vero che quando il ministro Giannini
Aveva fatto queste sue dichiarazioni che avevano suscitato polemica dibattito rientrano anche questi problemi perché oggi sono all'ordine del giorno sono stati tirati fuori si è voluto che venissero all'ordine del giorno
E quindi mi sembra che questo
Inesistente ostruzionismo
Così come le leggi liberticida del Governo sulle quali questa volta sì
Abbiamo annunciato e faremo ostruzionismo come mi sembra doveroso da parte di una forza che voglia difendere non solo a parole le garanzie costituzionali
Dicevo che questo inesistente ostruzionismo oggi sia l'alibi oltre che la causa del non funzionamento di questo Parlamento
Sia l'alibi il terreno prescelto da alcuni per ricostituire una nuova ammucchiata
Che aumenterà che promuoverà allo sfascio attualmente esistenti questa falsificazione abbia trovato la copertura del Presidente della Camera
Ed allora per
Per terminare
Io voglio dire che questo atteggiamento che il Presidente della Camera ha avuto apertamente ostile al nostro gruppo
Intollerante verso verso le nostre forme di lotta politica
Che la porta ad affermare che noi saremmo gli assassini del Parlamento
Ricordo che la sua intervista è uscita su Repubblica colpito lo stanno uccidendo il Parlamento
In complicità con le forze reazionarie con quelle dei decreti legge antiterrorismo deteriora ancor più gravemente l'istituzione parlamentare
E le regole scritte e non scritte che sovrintendono al rapporto alla Camera a pochi giorni da un dibattito che potrebbe vedere sulla base di queste premesse
E di un duro confronto di posizioni che avverrà nei prossimi giorni
E non potrebbe vedere gravi attentati
Ai diritti dei parlamentari e delle minoranze delle violazioni ancor più smaccata e del Regolamento a sostegno di una maggioranza incapace di governare
Credo
Di voler invitare il Presidente
Con il rispetto al Presidente che è dovuto al Presidente ma con fermezza non distruggere
Il rimedio abilmente quelle regole che proprio nei momenti più difficili devono essere salvaguardati e con apprensione che noi diciamo queste con preoccupazione è proprio a partire e credo in tutti in tutte le parti politiche
Se avverrà questo forse si sarà data ossigeno ad una maggioranza traballante
Forse
In questo Parlamento si sarà data vita ad una più grossa quanto più impotente maggioranza
Ma si sarà inferto un altro duro colpo all'assetto costituzionale
E quindi io credo che
Le doglianze che il Ministro Gelmini aveva fatto proprio alla luce di quanto è avvenuto proprio alla luce dei rapporti fra precedenti e gruppi
Proprio alla luce della vita interna delle regole scritte non scritte che regolano la vita di questo Parlamento e che devono essere rispettate e che rischiano se non rispettate
Di aumentare lo sparo semplicemente una disillusione
Di chi vede oramai
Impraticabile una ordinata e corretta funzionamento delle istituzioni qual è stato il MOSE a nostro avviso il motivo di scandalo quale è stata la reazione che si è avuta nel Paese
Motivo di scandalo per noi è stato soltanto questo che a fronte di una valutazione
Che per larga parte noi dobbiamo condividere della vita parlamentare della vita politica dell'atteggiamento dei partiti della dinamica delle forze politiche maggioritaria nel nostro Paese
Sì sì Governo e dove siano oggetto addirittura come
Riferito nell'intervista di discussioni che credo che non fossero o così del tutto amichevoli come
Non dire pettegolezzi perché la sede anche se qualche autorevole intervento di questi giorni ci ha dato l'impressione che questa espressione abbia anche il
Si riteneva ritrovare anche per quello che riguarda gli interventi politici ma in sostanza crediamo che sia stato una up meditata valutazione di carattere politico perché il Governo non ha vi ho trovato una sede parlamentare il luogo per intervenire su questi problemi per prospettare la gravità di questa situazione al Paese per trarne delle conseguenze nella sede parlamentare
Certo quando si dice che il ruolo del Parlamento è scaduto si dice qualche cosa che abbiamo e dicono in altre sedi non le dicono apertamente non lo dico pubblicamente
Se una responsabilità c'è personale del Ministro Giannini questa rappresenta l'ha fatto di essersi mantenuto a metà strada in questa
Situazione di doppia verità e dall'altra le reazioni la reazione indubbiamente quale è stata
è stata il fatto che questo episodio appunto essendo rimasto a mezza strada sulla strada riguardare il Gruppo radicale e dire che in sostanza il Parlamento piano sempre funzionato benissimo per carità non vi ho dati di crisi
Se non
Negli interventi radicali e il fatto che un ministro sì di salti da queste posizioni
Perché dica che in sostanza il problema è quello che l'ostruzionismo della maggioranza quello di forze politiche attengono atteggiamenti contraddittori di fare se politiche che evidentemente in questo in contrasto con la Presidente della Camera che diceva di che avevano avuto lo stesso discorso e non è vero perché i radicali fanno discorsi diversi
E talvolta contrapposti lo dicono perché tengono a sottolineare che su alcune questioni non hanno avuto mai bisogno di confrontarsi tra di loro e che non ha non solo problemi affrontati dal partito come tale o ogni deputato e a questo punto la Presidente alla Camera dice invece che sono tutti discorsi uguali il ministro Giannini ci scandalizza che siano tutti gli altri partiti a fare discorsi diversi
Se anche se sembra che su questo punto ne faccia più una questione di coordinamento ma certo ha ragione quando le forze politiche dicendo di prendere delle posizioni come tali e nel monolitico Imob l'idea torio dei partiti poi non riescono a essere monolitica ma sono di un buon ultimo che si sbraccia qua e là nelle varie più opportunità e con i vari opportunismi
E quello che ci ha certamente scandalizzato e quello
Ma forse diciamo male a dire che ci ha scandalizzato è quello che segna profondamente
Ministro Giannini la nostra posizione dalla sua è quello
Che di fronte a queste questioni e noi stiamo qui in quest'Aula di fronte a questi dati e questi patti li denunciamo con una presenza che altri dovranno considerare sgradita ma che proprio perché altri la considero che Ilardo perché i responsabili di questa situazione la considero sgradita proprio perché noi riteniamo che rispetto a questa situazione di crisi che Dante RIA determinate in non da noi da altre forze politiche dalla storia dalla natura di altre volte pulita le prassi imposte da altri punti forze politiche determinata questo stato di crisi noi siamo qui
Non andiamo all'estero ministro Giannini vogliamo stare qui vogliamo combattere la nostra battaglia pensiamo che di fronte a questi dati occorre reagire si debba reagire questa quello che ci dividono battuto da lei certo certe analisi
E forse qui ha prevalso lo studioso che non lo su quello forse quando non comprende le chiavi ecco
Tentato di dedicarsi ad altri oggetti ad altri studi più congeniali per noi
Questa situazione determina responsabilità maggiori maggiore impegno volontà di combattere anche perché riconosciamo che certe intemperanze
Assurde stravaganti se vogliamo secondo le nostre concezioni che le anche nell'ambito delle istituzioni da parte delle voci più autorevoli
Si scatena nei nostri confronti sia nel segno che questa nostro senso del dovere in realtà Ebel riporta questa nostra attenzione per questi problemi
Che per queste cose si può fare e si deve fare qualche cosa che la battaglia portata che in fondo
E anche qui in questa occasione distacco e di fuga e di volontà di uscire dalla gente da questi problemi
Se
La il suo intervento ha avuto un merito è stato quello in qualche modo deve strappato certe coperture certe complicità che su certe situazioni si determinano di avere strappato
Per forza di averla tra Padova poco questo coltre che la doppia verità getta sulla realtà del nostro Paese ma anche quel poco è benvenuto se se ne sappiano trarre come lo intendiamo trarne le conseguenze per cercare di medici
Onorevole Ministro
A lei la parola anche in risposta alle altre interrogazioni che sono tutte sullo stesso argomento grazie
Signor Presidente onorevoli deputati
Io rispondo e vero per delega del Presidente del Consiglio dei Ministri peraltro devo avvertire che io stesso ho sollecitato di poter rispondere
E questo perché per un atto di deferenza verso il Parlamento
Perché
Altrimenti il Parlamento medesimo non avrebbe avuto il modo di sentirmi
Ed è invece è mia opinione che comunque
Qualsiasi cosa accada la centralità del parlamento vada rispettata e anzi
Rafforzata
Era questo del resto la strada seguita nel rapporto sui principali problemi dell'amministrazione del nostro Paese che io avevo presentato a nome del Governo
Ed in cui per la prima volta il Parlamento è stato investito di
Il caso che si è aperto sulla mia persona va riportato alle sue dimensioni che non sembra siano tali da coinvolgere il complicati era dei rischi che sono stati delineati
Ciò
Non per volontà di sottodimensionare ma perché ed è la terza ragione up
Esci intere dalle ingiurie che fanno parte del rischio professionale non solo dei ministeri ma di ogni persona pensante
Con poche eccezioni la stampa che ha interloquito anziché raccogliere il segnale d'allarme che riceveva ha preso la via più semplice
Montando un passo dare innanzitutto la vicenda
Il diciannove dicembre attenzione alla data mille novecentosettantanove
Ho ricevuto un giornalista di oggi che chiedeva delle previsioni per il mille novecentottanta
Alla mia risposta che non si poteva predire predire alcunché
Ma si poteva assolutamente richiamare fortemente l'attenzione della stampa sul degrado istituzionale
Per i partiti e di conseguenza il Parlamento per i sindacati e per l'amministrazione pubblica
Non vi fu dunque un'intervista anziché estrarre dal materiale fornito il pezzo che si dove Eva il settimanale ha riprodotto dei paramilitari della conversazione presentando lì come in un'intervista
In più
La preannuncio col pubblicare un estratto conto i passi impressionisti ICI il due gennaio in coincidenza col messaggio del Presidente Pertini
Nel preannuncio reso pubblico mi sia attribuivano l'idea di lasciare all'Italia e una si mitiche areazione di essere qualunquista
Il testo poi pubblicato della cosiddetta intervista doveva mostrare come fosse diverso il sud non poi pervenute
Tuttavia
Il preannuncio di intervista non poteva non sollevare delle censure come infatti sono state sollevate
Tralascio quella per me più dolorosa del Presidente della Repubblica perché suppongo che le cose si siano successivamente chiarite
Adesso
I problemi che vengono qui sollevati sono diversi
Innanzitutto
Ci si è chiesti se il Presidente del Consiglio dei Ministri
Abbiamo valutato
E le dichiarazioni della cosiddetta intervista ma certamente e chiaro che non è ESP o prima rapide la libertà di giudizio di un ministero perciò che attiene a valutazioni personali di situazioni
C'è
Il limite per la libertà del ministro
Ebbene
L'idem sentire in ordine alla linea politica del Consiglio dei Ministri
Quindi
Se il Presidente del Consiglio dei Ministri ritiene che le dichiarazioni ISEE da un Ministro siano in rotta di collisione con l'indirizzo del Governo
Pongo in
Chiederne le dimissioni
Evidentemente
Il Presidente del Consiglio dei Ministri non ha ritenuto
Che
I rimproveri ricevuti le tempeste di stampa
Il contenuto delle dichiarazioni
Fossero tali da integrare in rotta di collisione
Il problema si sposta allora sul merito
Ove però necessitano molte rettifica azioni
Mi è stato contestato di aver detto di politica abbandonare l'Italia
Ciò è iniziato
E Piero tante offerte da università straniere vanno dal mille
Novecentosessantacinque al mille novecentosettantacinque
Ma nessuno e blindato contro le Facoltà di rimpianto
Ed il senatore Branca ha reso pubblico come me
E come egli e altri Mickey suonassero dal partire
Ed io credevo ingenuamente che questo fosse un titolo di merito perché non solo non ho accettato di lasciare all'Italia io ho sempre lavorato per il Paese
Anche prima che fossi Ministro
E quindi con un certo stupore se è una persona si giudicata i fatti i miei fatti sono la
Sono noti a tutti ogni battaglia civile mi ha visto allineato da chiunque sia stata intrapresa
C'era da tutti
Lei poi replica dopo non mi soffermo
Sul fatto che il qualunquismo perché
E evidente un
La il travisamento
Mi si rimprovera a cui
Che avrei dovuto esporre le mie critiche in Parlamento
Ma che può fare il Parlamento
Si può fare forse una legge per oppure una legge per obbligare i sindacati a studiare le conseguenze delle loro prassi delle loro attivo riesce
Donne o il dibattito che possa a vivere per essi te il Parlamento
Lasciamo
Dunque questi aspetti che hanno colpito showroom perché malamente riferiti
E vediamo allora che cosa c'è
Che cosa si voleva dichiarare
Io vorrei
Innanzitutto qui ribaltare la situazione e porre una domanda
Anche se il ministro cosiddetto tecnico non possa e gettare derivi da allarme su problemi di rilievo generale
Forse che la carica di ministro significa assegnazione coatta ad un sepolcro imbiancato
Le dichiarazioni che ho rilasciato coinvolgono i fatti di potere reale
E sono un richiamo alle responsabilità politiche per stimolare e momenti di autocritica se possibile di riflessione comunque
E se non contengono elementi e perfino nei festival dei partiti
Non solo ma sono tutte scritte
Vorrei ricordare
Solo perché emergenti fra tutti questi scritti il discorso di Moro
Al convegno della Democrazia Cristiana del mille novecentosettantasei
Il recente libero di la Malfa
Il recente convegno del possibile sulla funzionalità del Parlamento
Purtroppo
I fatti dei primi venti giorni dell'anno ottanta convalidano quanto avevo gettato come Grillo tagliarla
La critica dunque e da ribaltare che vorrei brevemente spiegarlo
Io sono stato incaricato come ministro
Di restaurare uno dei terreni Pollina del potere reale dei portieri reali la pubblica amministrazione
Ma nel rapporto
Era stato già
Chiaramente avvertito che quest'opera e impossibile
Se manca un concorso attivo e non
Puramente per banale degli altri due polli di potere reale i partiti politici e i sindacati Tom
Questi altri due polli sono in fase di recessione
Come e perché
Non occorre che ve lo spieghi lo sapete meglio di me
Ma
Si tenga presente
Primo che ogni osservazione che io ho fatto e documentabile
Secondo
Che già
Nel rapporto erano state segnalate
Troppe cose potrei aggiungere se intera prendessimo una distesa e pacata discussione
Ma forse lo farò io c'era sì quei unico dovere dare un grido d'allarme se volete di angoscia
Poiché
Sia ben chiaro ogni Inter appresa di restauro dell'Amministrazione e poi
Ricca diviene oggettivamente impossibile se non vi è un concorso attivo
Non del Parlamento che doppi acquisito
Ma dei partiti politici e dei sindacati
Quanto alle pretese reazioni negative vorrei solo dire che non sono di isolato e che sono a decine le adesioni che quotidianamente mia request e adesioni
Io mi affido al senso di responsabilità di chi comunque partecipa alle istituzioni
Affinché
Come prima dicevo quanto meno rifletta
Ne leggi negli strumenti giuridici servono per modificare le realtà
Ma di fronte alle minacce ed altre provenienti se incombenti mi sia lecito formulare l'augurio che si ritrovi in ciascuno quella tensione morale che in poco papà il Presidente nel suo messaggio che apre un anno che si annuncia tanto tempestoso risponde lei onorevole Michelini per
Solo per quella lì
A zero
Zero duecentosessantadue vero duecentotrentuno ottantaquattro intervenuti all'ottantatré
Ecco il mio grazie Presidente
Signor ministro
Dalla
Risposta del Ministro Gelmini Tata di questo
Vicenda salvo due ponti l'uno
Una considerazione che emerge da alcune ricostruzione di questa vicenda
E da un giudizio dato dal Ministro Gelmini
Io ricordo che qui il Presidente del Consiglio nel dibattito sulla replica al Governo
Ci tenne una sorta di lezione di diritto costituzionale sull'articolo novantacinque della Costituzione e sui poteri del Presidente del Consiglio
Mi pare che indipendentemente dal l'apprendimento di questa lezione noi sappiamo che il presidente del Consiglio il responsabile della unità
Del Governo sappiamo oggi
Dal
Menis però Giannini e perché garantire l'unità
Del Ministero ma di quello di garantire
Che non si
Addivenga a Rho
Te di collisione noi credevamo che fosse dovesse essere garantito anche che i Ministri andassero quanto meno in convoglio oggi veniamo a sentire
Che l'importante che non si scontrino io capisco che trent'anni di governo democristiano abbiamo portato a questa innovazione di carattere costituzionale oltre a tante altre ma mi sembra che questa considerazione va fatta
E l'ha fatta anche un'altra considerazione se sia stata qui una rotta di collisione evidentemente è stata fra la atteggiamento e la presa di posizione del Presidente della Repubblica
Il quale ha ritenuto che invece altra fosse una funzione
Del Presidente del Consiglio e di fronte a questa predisposizione Presidenza del Consiglio ha ritenuto non so quanto esattamente perché io la questione comincia a preoccuparci rispetto alla quale
Il presidente del Consiglio ha ritenuto invece che mancando la rotta di collisione
Non ci fosse da fare alcun intervento e a questo punto la rotta di collisione intervenuta fra l'intervento del Presidente della rete
Riga e la presa di posizione che oggi sia stata qui esposta parte del Presidente del consiglio dei ministri
Un altro punto
Forse mi è sembrato di poter rilevare forse sarà eccessivo da parte mia la data ci ha detto da tener presente la data diciannove di dicembre
Io ho pensato perché la data io ho pensato subito signor ministro Giannini quattro giorni dopo
Il decreto legge cosiddetto sull'antiterrorismo quattro giorni dopo la presentazione del disegno di legge
Sulle cosiddette misure contro la crisi che avete chiamato come tecnico in questo Governo ma possibile che su certe questioni di costituzionalità
Su certe questioni che riguardano la Costituzione ecco qui è stato ricordato il Presidente il Ministro Gelmini
I la sua opera svolta per la costituzione e io capisco a questo punto per la sua opera svolta la costi per la preparazione dei lavori della Costituzione Gabinetto del
Ministro Nenni
I ricchi presto ricordo come ieri sia stato certamente motivo di quello sconforto che e trapelato chiaramente nella sua interviste
Ma io credo che altri aspetti sono rimasti proprio nei termini in cui sono stati posti dall'intervento della collega lieta e dai nostri interventi quello cioè signor ministro di aver riscontrato che certamente non sono valutazioni su una situazione istituzionale
Sono questioni
Rispetto alla quale il Ministro il problema non è di quello di vedere si è sequestrato il suo diritto civile di esprimersi
è
Da vedere se questo giudizio
Che certamente a grossa rilevanza politica che riguarda una valutazione rispetto alla quale poi le forze politiche dalla sua maggioranza
Del suo Governo cercano di ribaltare le etnica cosa
E pesto era contrasto
Collega Di Giulio che dice si è andati fuori tema da parte della collega Aglietta qui il problema di avere esse questo Parlamento è in crisi
Se queste maggioranze in crisi e questo meccanismo costituzionale è in crisi perché qualcuno a un certo punto per far rispettare la Costituzione a torto o a ragione ricorre a certi strumenti per sottolineare cioè ministro Giannini
Della sua intervista e certamente non soltanto il punto in entrata ma è un punto particolarmente motivato il pollo motivazioni esplicite e anche con quelle implicite che derivano da certi
Due constatazioni di uomo di diritto oltre che da uomo politico quale in sé e certamente non da oggi torno affermarlo non da oggi certamente ecco
Forse prima e sono stati errato corretto e di recente stazioni come attività politica forma anche se mi sembra eccessivo di rete tutte le battaglie civili questo Paese l'avevo vista partecipare perché certamente questo sarebbe porterebbe probabilmente ha qualche anche a qualche dato di contraddizione
Ma il signore Ministro il problema è questo
A questo punto questa situazione del parlamento questa situazione della vita pubblica Italia tutti io portano
Semplicemente a delle considerazioni che possono essere di carattere personale o non rappresentano un giudizio che porta necessariamente a forme diverse
Si può rimanere di fronte a situazioni di questo genere dicendo ma io faccio queste valutazioni poi il problema e di vedere se c'erano tali collisione o meno a mio avviso questa è una valutazione è un'analisi rispetta la quale o si scappa all'estero signor Ministro Gelmini
Capisco lei si è chiarito
Il problema non è uno di scappare ma
Problema è questo
Che rispetto a queste constatazioni i è investitore sulla cosa delle sue responsabilità non solo si dimette ma scappa veramente al
E spero o altrimenti deve prendere posizioni politiche sono incompatibili con la sua posizione ministro la sanzione non è una sanzione quella
Delle dimissioni di qualcuno ha parlato di fronte a questa situazione non è un certe posizioni di fronte a una maggioranza
Che oggi trova la sua unità anche cosa nel taglia radicale nella vita dell'ostruzionismo radicale come la che causa della crisi del Parlamento nel ritrovare la sua unità su che cosa su quelle leggi
E sicuramente signor ministro io gli ho chiesto che ne faccia un piano interpreti hanno contribuito
Come tante altre come giurista ora hanno scandalizzato quelle che vengono
Leggi chiaramente incostituzionali ma di fronte a questi dati il problema è quello
Di levare la mormora azione o il grido di dolore o il problema è quello di prendere una posizione politica diversa che quella lo porta su quei banchi e lo fa essere solidale con quel Governo volente o no
Il problema torno a dire non è solo quello che la lotta di collisione dalla mancanza di rotta di collisione questa è la situazione signor ministro ad uno sfogo ingenuo o imprudente
Te
Di persona poco o al corrente di certi meccanismi giornalistico o politici ma si trattava di un l'espressione di una posizione politica
Rispetto alla quale è un problema di coerenza e non una sanzione le avrebbe imposto di andarsene dal Ministero
Di passare all'opposizione ma io direi di bastare a delle battaglie civili che come giurista impegnato
Ma anche come uomo politico in difesa di questa Costituzione per la ristabilimento di una Costituzione che oggi non è soltanto gli ho dato signor ministro perché credo che di questo della più che di ogni altro ne abbia la possibile addio costatazione ma oggi è stravolta è cambiata non è il problema quando si torna a dire qui il problema il ricorso a certi strumenti dei decreti legge il problema è altro è che IRAP rispetto al Parlamento lottizzazioni di strumenti di governo il decreto le è già usato in maniera est prorogativa in realtà per creare rapporti diversi fra la maggioranza e Governo la maggioranza che chiede in realtà di essere violentata attraverso i decreti legge
Per non assumere la responsabilità che il leader e verrebbero da un sistema ordinario di legislazione tutti questi sono dei dati in una crisi istituzionale
Rispetto alla quale si prendono delle posizioni diverse che non sono quelle della mormora azione o altrimenti veramente si rinunciataria della politica
Prendo le posizioni diverse cerca di combattere
Il problema certamente non è quello altrove intolleranza il problema è che di fronte a questi fatti
Veramente la reazione non può essere soltanto quella delle dichiarazioni non può essere soltanto quei salvarsi l'anima molte delle dichiarazioni delle prese di posizione degli strumenti abbiamo parlato dei decreti legge certo di fronte a questi
Questi problemi quale è l'atteggiamento di una maggioranza una forza politica che deve reagire quella di non farli passare quella di bocciarli
C'è chi ritiene di astenersi andandosene all'estero signor ministro
E torno a dirlo che questo non sarebbe poi così stravagante di fronte a certe constatazioni di impossibilità di condurre la lotta politica al limite io capisco che i
La rinuncia a uno fuggire qualche volta ma non si riesce a fare altro Fini il commodus discessus pure una delle cose preso in considerazione anche dal diritto vero
Ma
Io milito altrimenti è quello di operare concretamente perché c'è
Pesta è la situazione qui pugile stavo dicendo
Andando verso chi si astiene il fa le astensioni ti fa la maggioranza e opposizione delle astensioni pendenti
O altrimenti altre sono le conseguenze le conseguenze sono veramente quel e non di dirle come diceva Santagati esistita questo o quel partito ma quello di essere coerente una posizione non condivide responsabilità di un Governo che probabilmente nelle conversazioni private apprendiamo con piacere che il Consiglio Consiglio dei Ministri diventa un luogo di conversazioni private e di sfoghi i caratteriali
Ma e a questo punto io credo invece che gli altri ministri che non hanno preso certe posizioni o le prendono di opposte o riprendono e si attengono più rigidamente alla teoria e alla prassi da doppia verità
E rispetto a questo Governo e la nonna la possibilità di esprimere solidarietà e quindi è suo diritto non solo mi regolo di dimettersi
Era il ventuno gennaio mille novecentottanta e così l'ex deputato radicale Mauro Mellini interveniva alla Camera durante un momento di dibattito su alcune affermazioni del ministro Giannini e della Presidente della Camera Iotti
Sul ruolo e funzionalità del parlamento avete ascoltato in precedenza anche quanto disse in quella sede l'ex
Segretaria parlamentare radicale Adelaide Aglietta
La prossima registrazione invece di qualche giorno dopo quando tra la nota del primo due febbraio ottanta Marco Pannella intervenne alla Camera a conclusione del lungo ostruzionismo condotto dei radicali
Contro
Inasprimento dei cosiddetti decreti Cossiga sull'ordine pubblico imbarazzi nome nella lotta al terrorismo i motivi per i quali
Noi ci auguriamo che la Camera
Lei
La rinuncia
I motivi per i quali ci auguriamo
Che
Inoltre gli emendamenti
Vengano
Presi in considerazione
Non per il momento ancora dall'opinione pubblica che non può
Ma dal maggior numero di colleghi
Dovuto a una serie di motivi
Ci sono alcuni motivi che riguardano tutti e sette mila e cinquecento quanti sono questi emendamenti signor Presidente
Il primo
Fra i tanti motivi che riguardano
Uno dopo l'altro e tutti insieme
Questi emendamenti
è che
Questi emendamenti e rappresentano colleghe e colleghi contrariamente a quello che è stato scritto nell'assieme
Una risposta adeguata e puntuale
Contro un Governo
E contro
Una politica
Che sono alla base la causa la concausa
Del dilagare sempre più pericoloso nel nostro Paese e della violenza
E per gli anziani Sini io ogni tipo e del dilagare signor Presidente nel nostro Paese di una situazione di sfascio
Per l istituzione delle quali io credo che dovremo parlare puntualmente in questo caso
Ma dopo che abbiamo questa prima voti
Gli atti legislativi ai quali inchiodato il Parlamento italiano da trent'anni alcuno di voi
E da cinque anni e altri
Gli atti legislativi che invece avete negato al Parlamento repubblicano di attuazione della Costituzione delle effettive dei Calamandrei
Questi atti legislature legislativi conflitti o negati hanno dimostrato sempre più nettamente
Il loro carattere negativo e il loro carattere inutile anche rispetto a quanto a coloro che fra di voi per superficialità possono ancora essere in buona fede
Non hanno avuto la possibilità
Fino adesso di riscontrare ma adesso non riesco
Non è la prima volta signor Presidente
Io ricorderò in questi sei anni dalla legge reale in poi
Quante volte abbiamo detto lo stesso discorso
Le leggi che abbiamo non bastano
C'è la violenza che dilaga
C'è il terrorismo ci sono gli assassini che aumenta
Io non ho preso nocivi per strada sempre di più gente di destra di sinistra non si sapeva bene ma assassini noi dicevamo sempre noi assassini
Sempre più assassini rischiano di poter imporre impunemente nel nostro Paese e la loro legge
E ogni volta ci si chiedeva un di più
Un di più di leggi nella direzione
Signor Presidente signor rappresentante del Governo
Nella direzione del codice Rocco
Nella direzione di una civiltà giuridica che è opposta a quella iscritta nella Costituzione
Opposta a quella di Beccaria alla quale si richiamava non a caso il Presidente Moro quando inerme vittima inerme prigioniero degli assassini torturatori
Cercava di mandare messaggi che non fossero circoscritti probabilmente
Al valore di un momento
Aldo Moro
Che non lo aveva nominato molto spesso in quest'Aula
Nel suo terz'ultimo messaggio ricorda al Parlamento italiano ricordasse spesso nei suoi torturatori la civiltà giuridica di Cesare Beccaria
La civiltà giuridica repubblicana
La civiltà giuridica delegata
Già nella Consulta Nazionale signor Presidente
Alcuni giovani consultore
Nel momento in cui e prima ancora esposte delineata la Costituzione repubblicana
Chiedeva noi prevedevano
Che non appena votata alla Costituzione repubblicana
Ci sarebbe dovuto immediatamente entro sei membri realizzare quella operazione di Cassazione dei codici precedente edili promulgazione dei nuovi codici io Repubblica
Quanto tempo è passato da allora
Avete sempre ritenuta da tutti comunisti e democristiani ciascuno con un gioco diverso
Lo avete ritenuto per trentacinque anni
Che l'ordine non si garantisce senza i codici fasciste in un Paese in questi anni
Contraddittoria e definiti
In questi anni ormai chiari
Perché è chiaro che se l'opposizione avesse davvero pensato e calici fascisti carichi di ispirazione giuridica opposta a quella di perché arriva al Papa e quella repubblicana
Fossero
Fatti inutili
Per andare avanti inutili per amministrare il Paese la opposizione noi diciamo permanenti ve lo dimostriamo la posizione dei tre o dei quattrocento avrebbe aiutato dai in trent'anni è riuscito
Ad ottenere dalla Democrazia Cristiana il rispetto della sua anima e la sua tradizione cristiana e democratica
Due settimane magari anche De Gasperi Anna passate le grandi paure i grandi terrori
Le quarantacinque quarantasei quarantasette quarantotto e quarantanove prima
Che la legge dichiarata non si imponesse con tutto il bene il male che comportava nei Paesi di democrazia occidentale in quelle di non democrazia orientale
Ebbene
Avete avuto la prova dell'illusione autoritaria
I codici sprecati ad un grande momento del diritto italiano quello di Alfredo Rocco tragicamente opposto al nostro ma tecnicamente di altissima dignità
Che si respirava quel tragico avversario che ci ha battuto per decenni nella storia
Che la concezione etica del potere dello Stato e che trovata poi nella traduzione giuridica dei Racco lei gentile le battaglie degli altri un momento insuperato per colpa nostra
Di perfezione giuridica totalitaria contrarie alla nostra ma di alta e profonda perfezione giuridica
Tant'è vero che ogni volta che avete cercato di emendare per renderle più aggiornate avete compiuto scempi giuridici bisogna sempre dire con rispetto parlando io del diritto la legge reale
Io credo
Che se un reale di quel genere
Si fosse trovati in una delle Commissioni che lavoravano per collaborare
Della Camera dei Fasci delle corporazioni o al di fuori alla stesura del codice Rocco e avessero proposto l'enormità giuridiche le stupidaggini lo stupida Ario giuridico
Che era cinque anni avete votato continuamente i punti più liberisti alita quagliare
Contraddittoria ci avete chiesto di votare per un nuovo tipo di processo penale di procedura penale
Avete detto che dovevamo rompere la connessione l'unità del giudice del luogo avevate voluto imporre la logica della guerra non ricerchiamo gli aspiranti gli ispiratori e mandanti
Rompiamo le connessioni rompiamo la pretesa la speranza rifare grandi processi che a va a fondo il rabbino la realtà delle cose
Colpiamo così sicari uno per uno con celerità
Togliamo appunto la possibilità di queste grandi processi vi dicemmo che era un'illusione da guerra civile perdente la vorreste votare già allora con la fiducia e adesso siete qui invece a cercare il processone
Di regime i processioni contro mille due mila quattro mila sette mila persone ma la manovra andrete dinanzi quando in base alle leggi giuridiche
Vergogna per Rocco Matisse seguito e di irrobustimento nelle vostre intenzioni della forza fascista del codice Rocco quando in questa vostra convinzione potreste oggi di giardinieri condannato
Una serie centinaia magari migliaia di persone
Per due o tre o quattro anni dodici mesi o cinque anni per una serie di fatti specifici approvati o probabili con i quali appunto avevate cercato di realizzare ma la verità quale
Vi mancano le leggi in materia l'Aprilia ma quando mai un regime
è stato così libere di imporre la sua logica di Palazzo di classe di potere
Con la testa di oggi nemmeno il fascismo
Dal mirante a Berlinguer
Passando per tre norme a Craxi
Siete sempre di più sulle cose fondamentali dello Stato costituiti in fascio
Ecco quindi costituite lo sfascio delle vostre delle nostre istituzioni repubblicane
Lo siete sempre di più lo siete stati sul concordato la filosofia della revisione non dell'abrogazione
Lo siete stati per non attuare terze parti della Costituzione tutti uniti
E adesso e adesso volete magari a livello dell'attuazione perché riguarda le regolamentazioni sindacali siete riusciti a fare tentate di fare dei sindacati i cani da guardia
Del regime del sistema mente non avete avuto il coraggio di attuare quello che la Costituzione prescriveva e che si è fatto negli anni Sessanta degli anni di forza
Del movimento democratico in Italia avrebbe consentito una regolamentazione avanzata avreste potuto
Avreste potuto realizzare
In altri anni e potrete realizzare ancora adesso
E le norme giuridiche
Delle situazioni che sono quelle che i criteri sperare avreste potuto
Ma non siete riusciti e la vostra violenza la violenza delle vostre leggi
è la tipica violenza degli impotenti che ogni volta voglion sempre più potere ogni però
Non ti va Lo Bello
è la tipica violenza vi chiedo politicamente impotente
E che quindi politicamente e cerca di far scadere a violenze il
Vito
Solo chi ha dei problemi personali può non capire che quando dico impotente in questa sala voglio dire politicamente impotente se qualcuno si difende come persona ma come forza politica
Appare solo vada dal suo psicanalista e si taccia cura
Siamo qui consapevoli appunto
Dell'attore vera e della necessità di parlare sempre in chiave politica e con rigore fuori
Dicevo chi ha mai nella storia d'Italia
Ha avuto la vostra proposta
Siete stati
Una maggioranza del novantasei per cento
Negli anni scorsi
Maggioranza del novantasei per cento
Con
Già approvate avendo
Avendo dietro di voi e con voi codice Rocco
Avete oltre questo avevate tutte le leggi leggi reale le altre le altre leggi straordinarie che di volta in volta riuscivate a far votare ad una Camera che sembrava appunto divenuto alla Camera
Della catena di montaggio di leggi sbagliate chiamate semplicemente ve lo ricordate prima legislatura del settantasei a ratificare gli accordi erano otto presi in altre sedi in quelli di partito e non in quelle parlamentari
Avevate dunque il novantasei per cento dei consensi e dalla forza allevate le leggi
Avevate delle leggi che peggio eravate sempre di più
Non avevate realizzato la Costituzione a livello della politica
Non avevate garantito i diritti civili e militari il triplo le leggi penali militari erano quelle programmate da sua Maestà Vittorio Emanuele terzo e da Benito Mussolini brucerà il fascismo Vittorio Emanuele terzo
Imperatore di Italia dei pioppi arredo Albania c'è scritto questo nelle leggi penali militari che ancora voi riprendete
Avevate tutto avevate il consenso dei sindacati la pipa di lama il sorriso sgargiante del nostro caro compagno Giorgio Bernini benvenuto
Avevate anche la saggezza tipica
Dei Carniti dopo i Macario di costoro che a primavera arrugginiscono sempre per poi divenire quelli che insegnano a tutto il movimento come si ribella
Essendosi conquistati nel passato qualche in qualche misura
La fama forse o l'aspettativa di un leone ancorché stentato la sua posizione politica
Avevate tutto
Che cosa non aveva
Non avevate il consenso dei quattro parlamentari radicali
E non ha negato il consenso di tumore dei parlamentari di Democrazia proletaria divenuti poi non a caso spento qui
Oggi di nuovo come allora o compagno che fa queste battaglie era l'unica cosa che mi mancava
Vi mancava il consenso di questi cinque vi mancava perfino l'imbarazzo della Costituzione attuata vi mancava colleghi che cosa non vi mancava nemmeno la collaborazione di questi assassini
Che escono dal buio e che hanno sempre detto
Che loro sparano assassinano
Perché valgono demolire l'immagine liberale e democratica e tollerante dello Stato ve l'hanno sempre detto hanno sempre detto che il loro scopo è quello di dimostrare la menzogna fragile
E superficiale che in ogni gara inserirlo la menzogna dello stato di diritto e ogni volta in cui c'era il rischio
è una sinistra diverse rinnovata riuscisse ad imporre il rispetto dell'attività giuridica liberale e nemmeno di quella
Appunto che potevamo vedere attribuita i Dossetti o al Calamandrei ogni volta che questa via si è ritirata
Costoro in sintonia IVA con il generale dei servizi segreti
Con me IMI Chiarelli da una parte con i manganelli dall'altra in sintonia con questi servizi segreti
Assassinarono
Perché appunto volevo Cicchetti anticipano da ascari d'avanguardia l'Almirante che dice a pena di morte la mirate che dice il generale Dalla Chiesa dal Milan perché dice è stato di guerra
Gli anticipato il primo dell'anno
Il primo dell'anno dal Colle fatale di Roma il Quirinale
Abbiamo sentito riconoscere a questi assassini che escono dall'ombra il titolo di combattenti quando si è detto che la nostra Repubblica era in stato di guerra
Ma allora potevate salvare Aldo Moro se volevate riconoscere a costoro che escono dall'ombra non ci Sarmati di che cosa è il confine e qui arriva nelle mani con quali disegni internazionali quali a trovarci
Condizionamenti qui nel nostro Paese potevate saldare Aldo Moro che cosa chiedevano se non altro e di essere riconosciuti come interlocutori militari
Noi che diciamo sempre non si collabora mai con la violenza Mazzi dialoga Sempre non si collabora non si aiuta ma si deve incalzare con le verità del dialogo della tolleranza della non violenza
Io gli ho lenti valori allora come i primi a dire che non c'era nessun riconoscimento che potessero essere dato attivi appunto premierà il grilletto
Sulla fronte riuniti innocente uno aveva il giorno prima assassinato
Dei lavoratori di polizia e nessun riconoscimento Valenti militariste ritenevamo sarebbe stata un'offesa anche delle ingenuità che pure esistono e delle buone ferie superficiali militariste
Quelle che riconoscere a costoro la dignità di combattente seppure nei vecchi giochi eretti scenari delle guerre dei combattimenti
Avevate tutto perché non siete riusciti
Vi mancavano le leggi
Colleghi e amici democristiani
Chiedete però un istante
Nel piano Olcese pallore democristiani non parlo dei democristiani di complemento promette parlare parlare Olcese Olcese occupati
Olcese io ho parlato con i democristiani i democristiani di complemento e non mi riguarda
Anche perché
Inservibili componente onorevoli chilometri democristiani domani notando i comunisti mangiavano i radicali ma non trova interlocutori politici
Oltre di
Bene
Spero che
Spero
Spero che il tema che abbiamo registrato uno stato di intelligenza di presenza politica l'onorevole chiedo piuttosto esperto invece negli ambienti finanziari di quelli parlamentari
è possibile collocare
La Democrazia Cristiana senza l'ingombro di questi tre note che ci sono fra noi e loro
Devo
Tale io so che l'onorevole Barbirotti ma quella che gli emendamenti che ho cercato di spiegare
Solo i colleghi a celebrare onorevole Pannella
La ringrazio signor presidente onorevole Palmieri la ringrazio
Ma scusate
Ma
Oliviero sedici minuti con l'amico devono conosco a Roma amico democristiana io capisco di pazienza ma se per un istante riflettiamo con
Quante notti e quanti giorni per noi perdete tra virgolette cinque sette nove
No ecco pensate
E qui per riforme sono da sette anni perché basta uno cinese promosso qualsiasi e dire di no che non vengono nemmeno dibattute al Senato o cose di questo genere dateci atto
Lobello cosa deve fischiare
Parla
Rischiano il che è certo ma io sono sono convinto che nella Democrazia Cristiana e Piero
Dirigente come comunque di buona volontà e di buona fede il rischio di criteri il tagliando sì il rischio di non credermi per cinismo come forse in questo modo un rischio che noi corriamo allevamento io però vi sarei grato
Se vi accorgeste per caso
Che
Siamo una banda di maggio Christer imbecilli che devono parlare così così chiedevo scusami
Non
Appunto ma io non mi dà modo ma se tu credi davvero
Che sia l'ora di fare lo spirito può anche darsi che non ci aiuti a quel tempo ma nel Presidente né noi né voi in fondo volete questo stiamo cercando di fare con gli stessi uno sforzo di approfondimento ci rendiamo conto
Che se non ci ha portate c'è anche un altro inadeguatezza in questa direzione ma cosa cercavo di dirvi
Colleghi il problema è che probabilmente noi sbagliamo mettiamola così è probabile che i radicali sbagliano facendogli perdere otto giorni ma se noi sbagliamo non è grave
Scusatemi per un istante proprio voi che eravate in pazienti fatti onore alla vostra forza
All'altro significato e se per caso vi sbagliate voi
Stiamo chiedendo di codesto perché se voi sì sbagliato e vi sbagliate non a caso con i comunisti con i socialisti con i socialdemocratici con i repubblicani con i liberali cori missini
Se voi sbagliate allora
Un disastro per voi e per gli uomini e questo appunto è questo non vale
Riportare come abbiamo riportato collega
E credo che il Presidente perché le imprese potranno dare atto
Ma da quanto dal mille novecentocinquantatré il Parlamento non i radicali
Il Parlamento non era ogni giorno sulle prime pagine dei giornali il Parlamento non più Parlamento squillo il Parlamento centrale
Centinaia di un dibattito in cui deve tradire perversi deleghe tolti stanno rischiando di far perdere tempo agli altri e gli altri si riferendo li accusano li portano via gli dicono di essere
Complici dei terroristi delle Brigate Rosse ma siete convinti di questo ma vi dicevo
Siete convinti che un di più ministro Moreno lei è convinto che un di più nella direzione dei codici Rocco nella direzione appunto della repressione
Passando dà la possibilità con mezzi arbitri ben sfondare la porta di un appartamento a oggi a quella di potere
I poteri almeno in teoria rastrellare un intero quartiere di notte come se fossimo a Roma nel mille novecentoquarantatré quarantadue
Signor ministro Merlino il giorno in cui questa ipotesi si verificasse
Stia pur tranquillo che arriverebbero come in via Fani mezz'ora prima
Arriverebbero con le sirene spiegate dei buoni cittadini si chiederebbero cosa accade i due terroristiche in ipotesi possono essere potrebbero essere in quel quartiere che sarebbe tutto rastrellato con le porte sventrate
Quelli sarebbero di già lontani com'erano lontani dagli affanni perché erano arrivate con le sirene spiegate ed erano stati avvisati di non ritornare a via Gradoli chiedo scusa non agli affari agli aggrada
Dunque ricevo cercavo di spiegare a me stesso di ricordare perché probabilmente a monte
Il proprio credetemi che non sia pazzi ci viene a noi ma ci viene ma è possibile che solo
Marisa
Adelaide Mauro Sandro Franco io abbiamo ragione e voi tutti torto ma chi siamo ma veramente fra
Cosa ora dell'etere
Ma come possiamo credete davvero finanziero nota agli altri ai compagni comunisti e socialisti che dico che se cade ma dinanzi a quelli fra di voi che a mio avviso con gravi contraddizioni a volte con colpevole rassegnazione
Ecco si pongono dei problemi di diritto
Credete pure
Che non ci viene il dubbio di avere qualcosa di grave ormai di essere andati come si diceva un tempo in paranoia il vaganti oppure cerchiamo di riflettere come
Non cerchiamo di entrare anche noi a fare uno un partitino di Olcese lì di sinistra per ricattarmi poi all'interno per cui si dice ecco no perché la riforma universitaria non so che cosa i precari approvati a dicembre
No nella Parlamento dalla Camera si dovrebbe dopo dieci giorni ad arrivare al Senato ma siccome c'è l'Olcese Lino
Che sta dentro al palazzo non si discuteva niente né per uno che perdura né per tenere per quattro mesi magari nemmeno per cinque quello all'ostruzionismo
Che rende cassa il potere di poi il potere anche di arrabbiarmi e di interromperci
Perché almeno questo non lo facciamo esaltiamo la capacità
Della gente di giudicarci magari per farsi voi di convincervi dal da pericolosità le nostre posizioni ma invece imponiamo aderirvi
Siamo sulla via
Della raddoppio ogni volta di misure quantitative nella stessa linea qual è il signor ministro della giustizia ma quale Paganini quale amici di qualsiasi
Do ora di qui qual è la sconfitta al terrorismo il terrorismo peccato
Grazie alla legge Reale
E grazie tutte le leggi sette
Successive che chiede fattore queste che rappresentano appunto la conseguenza mostruosa di questo gioco quantitativo nell'errore
Non uno
Non uno ma se c'è qualcosa che ci mette nel brutto dubbio del ritenere forse abbiamo ragione noi e ci abbiamo ragione noi da soli a che serve acché non servirà mai siamo diciotto venti sono Mele
A volte l'intelligenza diventa dolore disperazione si vorrebbe sentirsi avere la prova dalla storia che assisto vedi ebbene
Su questa linea
Signor ministro vorrei dovete constatare dallo stillicidio delle notizie dei giornali
Questo decreto è in vigore signor ministro vorrei no certe agli italiani questi non hanno il diritto di saperlo e di riflettere che non è che i radicali impediscono che le leggi del decreto così ragionano non sono state approvate
I radicali si limitano a dire che queste leggi non servono come non serviva avevano ragione
Quelle del giugno settantasette le leggi reali quelli dal novembre settantotto tutte quelle che vi hanno fatto a votare ogni volta dicendo che se abbiamo questo avremo la forza ma ve la vedete voi
Questa struttura di Stato
Questo personale che ha la forza
Di fare qualsiasi cosa quando non gli è bastato il
Codice Rocco il novantasette per cento della Camera dei deputati l'aiuto del sindacato la durezza a volte fanatica del Partito Comunista di Pecchioli nel sostenere che questa è la via da percorrere
Allora
Io vorrei che proprio il collega che prima mi interrompeva
Per un istante riflettesse poi ne parleremo domani in Transatlantico se vorrà se non li faccio schifo se siamo ancora persone con le quali si può dialogare
E chiede veramente come legislatore come democristiana come quello che volete
Davvero davvero riteniamo che queste sono le leggi necessarie
Che questo cambierà qualcosa
Mentre invece per caso
Credete davvero che l'angelo giustiziere lei scatta comuni Spello di sacrestia organo
Fioroni il professorino Fioroni credete che parli perché annunciata una norma per le quali potrebbe uscire invece che dopo venticinque anni dopo quattordici
Lo fate troppo scemo nonne capite
Ho capito il livello la pericolosità delle crisi intellettuali e delle striature intellettuale che abbiamo dinanzi anche se la loro tremenda fragilità e a volte perversione morale ed intellettuale
Cos'è che le ha fatte di mollare il generale della Chiesa ma
La procedura al miranti anarchico avete seguito generale della Chiesa sapete benissimo c'è qui un carissimo amico non la nomino forse non li farei un servizio per quel che mi riguarda
Che sa benissimo che cosa nell'Arma ha provocato l'operazione della Chiesa
Che cosa ha provocato al livello del corpo nell'assieme dei generali che cosa provoca ancora adesso e sa benissimo questo amico perché gliel'ho detto in passato
Io che mi onorario dell'amicizia di meno
E che ricambiava profondamente questa amicizia io non sono stato mai convinto che quella morte sia stata limpida quella tragica morte venti giorni prima
Che questo Comandante repubblicano e democratico dell'Arma dei Carabinieri firmasse un organigramma
Che avrebbe sicuramente visto che la situazione è totalmente diversa della nostra ma anche rispetto
Anche rispetto poteva forse sbagliare ma era questa la posizione e tutti sanno era questa la realtà
E allora chiediamo
Signor Presidente
Chiediamo sulla base di questi emendamenti
Forse che la via non è un altro
Se la crisi politica autrice
C'è grazie Fioroni se oggi si sa non è perché siete andati di notte avventura alle porte di quartieri interi alla ricerca del terrorista
Non è perché siete andati in giro armati di queste leggi o di quella reale ad inquisire non è perché manca il fermo di polizia perché l'avevate con Pinelli ed altre cose
Non è questo nel fermo di polizia può accadere il piccolo delinquente può cadere l'innocente
Non il terrorista importante lo sapete quello che riguarda
E vi dice Cossa
Io sono prigioniero politico e non parlo né per quarantotto ore nel contempo diciotto né con tematiche strato andatevene a quel paese io rivendico e taccio
Ecco che paura per il terrorista il fermo di polizia certo può avere paura forse pensavo ci fossero torturano bene
Va bene lo devono torturare e ancora poi ma non avete ancora iscritto come voleva generale maschile
Come voleva dovesse non avete ancora iscritto il diritto-dovere alla tortura per salvare le vite degli innocenti allora andate fino in fondo ha ragione Almirante
Ma se l'entità della pena
Che è il deterrente
Contro il delitto
Ma allora ci vuole la pena di morte arature Almirante infatti voi così ormai lontani da chi Degasperi da Dossetti dalle tradizioni anche cristiana e democratiche non parliamo di Quirra quest'altra parte
Così vicine televisioni giocabili giacobini assassine in certi momenti e quindi la nostra parte
Come voi ad altro ebbene che cosa e accaduto che cosa abbiamo dinanzi
Abbiamo dinanzi semplicemente questa realtà Fioroni
Fioroni non perché può essere scarcerato la perché ve lo ha detto Di Resta della sua nascita
Cattolica
E la sua nasce di ragazzo cattolico il ragazzo anche forse di sacrestia e poi del suo passaggio da sacrestano ed Angelo giustiziere nelle nostre file
In realtà che cosa il ricordo di una nozione che la vita era sacra e dieci è scrivere premette nella sua dichiarazione magistrati
Poiché
Signor Presidente vede la pertinenza con gli emendamenti
Con quelli che appunto vogliono apparire come positivi eccetera non è per avere quattordici anni invece diventa otto quattordici anni un'esistenza
Semmai puntano fra tre anni alla mistica come fa vogliono fare i democristiani e socialdemocratici tedeschi Piperno Fioroni gli altri tutti semmai a questo che possono pensare
In una società che si richiami al Beccaria e si ritiene civiltà politica cioè il giorno in cui la loro pericolosità sociale fosse
Provata che non esiste più quel giorno non solo di noi tutti avremmo il dovere in base alle costituzione
I dati reali fuori perché sarebbe per cessata la detenzione per pericolosità sociale resterebbe solo quella della pena della punizione che non è il momento centrale della restrizione di libertà nella nostra concezione giuridica nemmeno quella di Beccaria ma anche quella
Più semplicemente repubblicana
Ebbene che cosa dice appunto Fioroni
Recupero recupero o recuperatori credo di nuovo che non bisogna mai uccidere insomma Fioroni dice ecco io mi ricordo nord uccidere ma
E certo non uccidere mai pensata ed io sono d'accordo
Consigliere mai ma
Male siamo estremisti oltre che del diritto anche del Vangelo mai mai
E Fioroni lo riscopre forse senza misura forte dei suoi tormenti tecniche lista o da Dostoevskij hanno marginale da ragazzo che sta lì
Oggi probabilmente vedendo che cosa ha costruito quella corruzione intellettuale della corruzione dell'intelletto non morale perché moralmente erano degli angeli giustizieri e rigorosi
Peggio l'interruzione dei
La corruzione dell'Infernetto che cosa ha creato per sé e per gli altri
Ma poi prosegue
E perché dinanzi a quello che abbiamo creato
A quello che c'è dinanzi nello Stato fra coloro che sono stati i miei compagni ho acquisito la convinzione che solo la non violenza
Può garantire giustizia e pace
E la premessa di fiori
Ha mandati eliche non link che alziamo compagni e colleghi
E in che alziamo il terrorismo con la nostra non violenza
Con i nostri ridicoli dieci minuti
Col nostro ridicole marce col nostro ridicolo obiezioni di coscienza Conero Berto Cicciomessere
Del carcere di Peschiera
Le carceri militari ovunque noi avanzi di galera di questo tipo sempre non violenti Casini sempre non violenti sempre appunto impegnati comunque
A far sì che diminuisca il quoziente di violenza nelle leggi dello Stato ma anche avere coscienza degli oppositori dello Stato
E lì e li abbiamo incalzato
Per via dei Volsci ovunque Ilana abbiamo oggi la domanda che noi abbiamo posto a coloro
Che credevano di avere ci sono atti numerosi
Non vorrei perché non ritenevano e Adelaide Aglietta non è l'appello diramata quello ordinario Pecchioli
Non è l'ordine è giunta rossa non solo agli appelli dell'unità avere i costi il consentito a Torino il costituirsi della giuria dopo due-tre mesi e quando la Mecca e non violente e sputa chiamata Adelaide Aglietta chiede
Accetta segretario del partito potendo esimersi
Di far parte di quella teoria
Che vi è la prima condanna in un processo repubblicano repubblicani repubblicano c'è il processo
è la condanna di Curcio armati di non violenza scrivevamo nelle nostre marce nella nostra rivendicazione contro appunto l'impazzimento
Do continui a Larino onorevoli colleghi contro l'impazzimento delle premesse
Libertario e cristiani non violente illiberali necessariamente
E la primavera che veniva dagli Stati Uniti della primavera del sessantotto e che in Italia invece
In Francia invece che il cosa diventa diventa null'altro lo scriveva Pasolini lo dicevamo noi isolati allora nel sessantotto e sessantanove
Sono beni figli dei loro genitori
Quelle che riteneva lecito ammazzare per Mussolini o ammazzare perito era o ammazzare per la rivoluzione o ammazzare Trotsky fermando gli accordi con Heather o ammazzare per la Chiesa o ammazzare per la libertà
Cioè a non avere i figlioletti nel sessantotto di costo euro i quali poi ciascuno in nome di qualcosa
Ritenevo che appunto era sulla punta delle baionette o delle cose
O delle P trentotto che fosse l'avvenire delle loro idee l'avvenire delle nostre speranze e magari della rivoluzione socialiste e della giustizia cristiana perché non a caso la componente
Era di un certo tipo allora siamo sentiti soli allora eravamo già effettuati
Amico democristiano
Forse e pertinente con alcuni emendamenti che dovrà eletto
Allora Cicciomessere non violenta
Che andava in carcere come obiettore di coscienza rischiava nelle carceri militari l'isolamento ritenuto utile dai violenti tra virgolette duri e puri duri e puri sbeffeggiato il perché
Credo che sarebbe assenti Brick ammesso Nicola a me mesi dentro il figlio di molte cose da qui in continuo ormai
E quindi riprendo
Allora
Con quelle movenze bricoleur sarebbe stato ripulito molto noto al Senato senza effetto giuridico
Vi ringrazio
Signor presidente consentiamo pure al collega bricolage intervenire qualche volta
Riprende alle ore quattro sei l'onorevole Pannella preparati azione legislativa la ricreazione Bricolo Diana signor Presidente
Un po'presto per giudicare se le creazioni presenti
Signor Presidente poniamo
La propria come richiamo per piccola grazie
Allora dicevo signor Presidente credo che l'argomento fosse importante
Noi dobbiamo nel momento in cui andiamo a votare delle leggi
Per difendere dal terrorismo dalla sconfitta della pace della non violenza del nostro Stato dobbiamo chiederci da buoni legislatori se in termini diritto positivo quello che stiamo facendo sulla linea del già fatto e quello che ci ha portato a successi o insuccessi
E allora io credo che tutti potranno riconoscere potranno riconoscere che se c'è qualcosa che sta isolando il fanatismo ideologico degli armati di P trentotto baracche ma anche quelli degli armati di siringa
E proprio la testimonianza che noi diamo che si può magari perdere tutte le battaglie in questo palazzo
Ma senza perdere la speranza di vincere la guerra della riforma democratica liberale libertaria e socialista del diritto dello Stato
E questa speranza che nemica del brigatista rossonero
E la speranza la prima cosa che noi cerchiamo di osservare la speranza e fiducia nella possibilità del funzionamento delle nostre istituzioni dei nostri emendamenti dei nostri regolamenti
Dove alligna la disperazione
I messaggi delle Brigate Rosse le rabbie le disperazioni assassine suicide dovunque colleghi li possono allignare e crescere
Ma dove c'è la speranza di potere nelle regole della non violenza e della pace del diritto vincere lui c'è l'isolamento e la vittoria
Lì le coscienze dei Fioroni sono messe in crisi quelle conoscenze invece
Di centinaia di migliaia di persone
Che dinanzi appunto
Signor ministro a Forlì
Chi è
Che aveva scritto Cesare Beccaria
Come testamento qualche giorno prima di morire
Signor ministro Morleo il rastrellamento non lo fareste mai fra l'altro
Quell'arma li servirebbero solo a degli ipotetici golpisti che prende atto del nostro Paese contro di voi tutti tanti quanti siete
Perché voi potete porre iscrivere nel mille novecento ottanta nelle leggi diritto arrestato rastrellamento di un intero quartiere di notte non lo farete mai
E se fosse fatto sareste travolti voi stessi dalle gravità di quegli avvenimenti
Mentre invece scrivendo nelle leggi domani state preparando l'armamentario per ridare speranza
Ai taxi che vent'anni fa potevano pensare I colpe ma che oggi venendo l'armamentario disposizione di questo Stato così cambiato potrebbero di nuovo loro riprendere speranza
Che questo stato occupato da un golpista può essere tenuto grazie le leggi repubblicane dei Craxi dei Berlinguer deroghe stati li spaventa
Oltre che i vostri
Dettati
Diciamo filosoficamente
Povera filosofia dal mirante
Ma che io sia principale artefice di qualcosa dimostrerebbe solo la tua il tuo livello intellettuale e politico di tutti coloro i quali
Tu partecipe la condizione di maggioranza spero che non sia vero lo spavento
Benissimo non credo perché sottosegretario Vernetti sarebbe una offesa alla intelligenza spaventa è pronto e prontissimo a fare il ministro e il ministro di questo tipo di governi e di maggioranza e non di altro
Dunque
Dunque dicevo signor Presidente
Queste misure sono proprio misure che hanno dimostrato in questi anni il loro fallimento
Oggi nubi siamo qui a dire rispondendo rispondendo a uno scrittore cattolico estremamente serio Geno Pampaloni che ci tratta e quindi durezza ma con rispetto stamane con verità
C'è
Cosa volete oggi appunto mi pare che io ero di tale devo riconoscere se voglio andare fra chi scrive stampa azzeccare qualche verità certo non la troverò nella stampa cosiddetta radicale Ovidio socialista altro Repubblica per intenderci qua e là si trova fra gli avversari e oggi appunto sia Presidente Geno Pampaloni
Nel criticarci ricevo rischiate di venire così giullari del palazzo e non potete farlo perché dice noi comprendiamo questa vostra ardore
Nella difesa del diritto delle vostre idee eccetera
Ma voi non potete dimenticare ci dice Geno Pampaloni che a commentare a scandire le vostre parole fuori sono il ritmo dei mentre il ritmo degli assassini di tanta gente giorno dopo giorno è questo il problema
Di che cosa staremmo mai qui a discutere e perché dovremmo discutere tanto se non ci fosse appunto fuori costantemente a scandire il tempo di morte dell'assassinio
Contro le vostre leggi malgrado voglio dire le molte leggi grazie alle vostre leggi
Grazie al nostro Stato
Grazie la vostra organizzazione antiterroristica che rende costoro vincitori militari mentre grazie alla nostra azione costoro sono sempre più in crisi
E sono sempre più moralmente intellettualmente e politicamente in crisi l'esito della loro vicenda può divenire come accade nella storia delle coscienze
Proprio un esito non violento forse solo chi fino in fondo ha capito il vissuto l'orrore della violenza
Forse può fino in fondo comprendere
Quanto quoziente di felicità quali consente anche possibile di vittoria cioè nella speranza che il rigore del non uccidere e della non violenza e più facile signor
Ministro Molino signor Presidente l'ho detto altre volte e vero quando voi dite che non siamo vicini e contigui I terroristi
Io
Avevamo previsto in comune
Amici reputa
Che noi e loro
Davamo e diamo un giudizio di questo nostro tempo che tragico
Che ed Enzo dispone
Tanto che noi e loro assieme abbiamo sentito che occorre dare corpo letteralmente
Dare corpo alle nostre idee le nostre spalle
La differenza inizia lì dove noi non violente riteniamo che si deve dare il nostro corpo
E loro preferisco comprensibilmente per le culture con le quali li avete allevati Chemello dare il capo del nemici il corpo dell'avversario illudendosi
Di edificare alcunché sulla morte sia pure dell'altro sia la morte dell'altro significa la propria morte e la morte della società dunque eravamo vicini e l'abbiamo detto quando queste pistole erano anche puntate lo sono contro di noi
Guardate fratelli assassini compagni assassini che avete scelto l'assassinio
State attenti voi non solo edificate quelle cose che in realtà volevate edificare forse potete edificare con connivenze di altra natura uno Stato non vi era in testa
Ma con queste voi non costruire tener fede attiva rivoluzionaria ma costruite semplicemente l'infelicità alla morte l'assassinio che di là che era anche nelle vostre file otto esistenze chiedevamo conto a Curcio all'altro
Di quali no Himalaya destro preparato per loro nelle carceri per i loro amici i loro figli le loro mogli i quali notti di quei giorni di quale vita
Mai e si arma serio l'esistenza di giovane che pure avevano in un tempo avuto prima della disperazione la speranza della riforma la speranza di una vita diversa
Dobbiamo incalzare li alzando grandi le nostre ben dire con colleghi
E se le nostre comunità in genere sono quelle della libertà e del diritto eguali per tutti quelli della pace perché credo che oggettivamente soggettivamente la viviamo tutti così
E in nome di questo che ci qualifichiamo enorme di questo che noi ci muoviamo ma allora è proprio nei momenti crea evidente
Che queste bandiere ministro Berlino le dobbiamo tenere ben alte non entità della pena ma la certezza della pena
Non hanno i rastrellamenti non la repressione ma la giustizia forte
E mi pare giusto e mi pare giusto di negare a voi stessi alla fine leggendo i giornali di regime dell'editoria che vi vogliono imporre li vota
Vi pare giusto dimenticare e far dimenticare quante volte avete sentito nuovi Grilli parlare
Noi antipatici che fosse triplicato il bilancio della giustizia in Italia
Dicevamo il problema è la certezza della pena dicevamo ma come la maggioranza del novantasei novantasette per cento con il pc è arrivato allo zero novantaquattro per cento
Il bilancio della giustizia in cui dicevamo realizziamo
Vero sessantotto mi corregge vari Caputo quest'anno zero sessantotto ma come volete che la giustizia il minestrone organico ma lei è il ministro guardasigilli
E guarda i sigilli dalla SOGEI del della giustizia ma certi riguardarlo con spirito meno disperato e meno poliziesco guardi all'importanza di sigilli che siano veramente messi guardi pervenire ad una giustizia armata
A una giustizia armata di forza anche quella costituzionale ma la Costituzione appunto
C'è quella materiale pensate che fesseria la Costituzione prevedeva noi qui ci siam tornati negli emendamenti amico che ti arrabbiare
Prevedeva che cosa
La polizia giudiziaria e nelle mani della magistratura autonoma
Vent'anni in realtà abbiamo continuato a chiedere l'anno e sono lì così come chiedevamo anche noi che gli articoli della Costituzione quando le vostre CISL e CGIL UIL eccetera e non voleva
Individualmente Lurate anche voi anche a livello della regolamentazione dei diritti sindacali avevamo il coraggio di dire se sia per la costituzione o la si cambia lo si è realizzato a voi dell'estrema sinistra non gli estremisti di sinistra
L'amore della vecchia rispetto della legge
E se non ci crede che la legge buona rispettarla fino in fondo socratico avente intitolarla pubblicamente
Per essere processati sì che la gente riverifichino nuovo se quella legge buona o cattiva
E qui la pena semmai diventi la pena contro una legge che non vale più che non è buona riaffidare quindi al consenso affidare quindi alla coscienza dei cittadini onorare la legge che attiva
Pagando pubblicamente evocando la necessità
Di pagare se si viola una legge cattiva perché altra buona vengo è questa
Il nostro incedere dicevamo
Il tre per cento il due per cento adesso lo diciamo anche per la fame nel mondo non siamo per la vostra giustizia insieme il codice di procedura penale ogni volta al sette volte
Ma l'edizione alle cifre baby che sette volte sette ci avete chiesto di
Non votare la riforma del Codice di procedura penale siamo stufi pingui ingoiare illustri anticostituzionale
Siamo gente di lotte non gente di lamento o di complicità attraverso il
Abbiamo sentito Pietro Ingrao operarmi
Dire che era un attentato alla democrazia e la Costituzione
Quei decreti che venivano controfirmati allora dal Presidente leone e dicevamo che si capiva
Adesso
I decreti sono più numerosi e più gravi di quelli che si controfirmare no col Presidente leone
Sono più gravi
Come più gravi nella qualità sono più gravi nella quantità
Io vorrei chiedervi da non violento
Vorrei chiedervi da politico
La democrazia
Dunque
Il Presidente Repubblica che ha fatto sapere molte volte
In via ufficiosa che ne aveva abbastanza di controfirmare decreto
Il Presidente della Camera aveva denunciato certe lo conosce nell'accordo voglio dire
Ecco
Rete a calare denunciato questa come attentato ma quando l'attentato è continuo diventa una strage no
L'ANAS non facciamoci illusioni tant'è che le leggi e le costituzioni signor Presidente possano essere per anni e decenni
Soggetto di attentatori strage continuo non è che sono inesauribili
A questo punto Pietro Ingrao Presidente della Camera a noi
Invece insiste ripete allora e non si può più non è tollerabile poi chi
Calcoli sono il Presidente del Senato numero due compie atti ufficiali e Presidente del Senato di Lecce
Che non si può più andare avanti per decreto per decretazione senza arrivare
Alla prima responsabilità o la seconda di Vittorio Emanuele terza che consente
Legalmente un golpe legale
Quando di fatto consente la decretazione costante
La parte rimozione prima ancora che questa che ci sia il nuovo assetto
Qui dicevo signor Presidente
Che forse non c'è più il lavora il lavoro Chaplin esco la catena di montaggio alla fiato forse
Ecco i ritmi Aracoeli c'è
Forse
Ma almeno un lavoratore
Nella nostra Repubblica e ridotto e dei ritmi
Ci Pineschi
La catena di montaggio Sandro Pertini presidente la Repubblica non c'è giorno
In cui non debba non sia costretto a porsi il tormento del controfirmare no contratti
Il decreto
Se l'unità nazionale sembra prima in pericolo vedete quando uno si preoccupa di unità nazionale invece che dell'unità costituzionale
Per esimio che sia
E allora signor Presidente diciamo i compagni comunisti
Vorremmo dirlo agli amici democristiani ricordarmi socialdemocratici tanto perché
Non ritengo che ci sia un interlocutore a priori privilegiato quando parlo di costituzione
Ed ecco ma se questa è che cosa ecco Biedermeier però
Abbiamo proposto signor Presidente nella campagna elettorale alla DC e tutto il Parlamento un patto costituzionale un rito non è quello di Ciriaco limite siccome non fallisce siccome non è un pateracchio nessuno ne ha parlato qui che
Va detto il primo problema è quello di inverare quell'articolo del Regolamento della Camera chiedo scusa compra l'amico e collega De Cataldo suddetto inverare mi sfugge
Copertura ma devo dire con applicare quei regolamenti dalla Camera che prevedono
Il diritto troverei del Parlamento di votare di bocciare
OP accogliere una legge
La prima legge anti ricostruzione Istica la violate Gori
Quando c'è scritto nell'articolo ottantuno quante volte mi pare che sia l'ottantuno quante volte lo abbiamo richiamato
Vai in Commissione per tot giorni
La Commissione all'obbligo di riferire
Se dopo otto otto giorni non viene fatto per iniziativa può essere iscritta direttamente all'Aula signor Presidente vere ce l'abbiamo applichiamole lavoretto allora è questo che noi dobbiamo le maggioranze
Le maggioranze devono avere minoranze il ticket il mio diritto
Signor Presidente di minoranza il vedere bocciate le mie proposte
Il diritto di difendere un Parlamento dicendo che non si fa attendere il sette anni il diritto di famiglia
Per gli ostruzionismi di questa o quella corrente revoche stiano di questo o quel loro settoriale a destra ma se
Sette anni
Di ostruzione
Sette anni e la riforma di polizia cinque anni signor Presidente è illegale illegittimo ostruzionistico
L'articolo ventuno va in Commissione poi richiamata poi basta
Ma se voi non riconoscerete alle minoranze
Il diritto di essere batterie pene le loro proposte
Voi non realizzate mai mai mai la democrazia parlamentare
Il presupposto della democrazia parlamentare
E quella che ciascuno risponde all'opinione pubblica per le elezioni successive della bontà delle proposte che ha fatto e degli atti legislativi che ha compiuto nel Parlamento
Non è il vostro sabotaggio quanti di voi buona lumi quanti
Tu lo sai lo sono anch'io quanti sono gli amici colleghi democristiani che ritengono quella legge Biondi gli amici liberali la legge sull'editoria pericolosa
Quanti sono venuti qui a dirlo
Quanti sono i tuoi amici
Per fortuna
Egli ha mutato i democristiani e quanto anche i deputati comunisti
Che ricorda questo ricatto di questo tipo di editore
Un Parlamento repubblicano può continuare ad accettare
E che lenti cellulosa e le altre
Devono essere trattate in un modo diverso
E invece poi non se ne parla l'ostruzionismo è questo
Che cosa abbiamo chiesto noi
Avevamo proposto signor Presidente abbiamo ripreso in questi emendamenti anche questo non se ne sono accorti
Non vado errato cosa abbiamo ripreso signor Presidente siamo stati l'unico ma guarda caso e il sottosegretario che siede
In questo momento era pedate al Governo ne è buon testimone
Perché assiste alla prima materiale presentazione
Abbiamo già note che gli unici e ci siamo fatti carico di presentare una riforma organica delle polizie in Italia
E non dell'APS
Vero collega matto
Noi ci siamo fatti carico di questi allora vedete Bilancio della giustizia
Negli emendamenti tra
Bilancio della giustizia di un certo livello
Non è lo zero sessantotto non lo zero novantacinque
Attuazione della Costituzione noi siamo finché non ha cambiato e anche polizia giudiziaria non siamo tutti d'accordo ma siccome gli emendamenti questo si può riportare io sì che son d'accordo
Allora anche qui
Certezza del diritto
Riforma del Codice di procedura penale
Possibilità di arrivare alla certezza della pena presto
Piuttosto che appunto questo zigzag per cui fate fuori i processi per connessione e via dicendo ridurre e poi invece fate l'opposto
E adesso ancora anche la nostra preoccupazione di dovere rifà lire nel l'insolubile problema del coordinamento delle pulizie
è sempre più separate nell'idea che voi avete di una polizia non spendita Rizzato meno quella quella roba lì appunto contro il quale l'ostruzionismo dilaga
Allora veri
Buona rumeni dovremmo trovare un modo diverso Mazzola dovremo trovare tutti un modo diverso di andare avanti
Perché non è mica molto felice per noi
Non è molto felice per lavori
Dover dire come dicemmo
Al momento del referendum in quanto c'era più carattere ferendo
Dover dire va bene
Forse sulla legge Reale in qualche misura ce la fanno
Forse sulla legge Reale quando il collega il compagno spagnoli
Dice come dite oggi sui nostri emendamenti
Dice alla televisione ripeto
Che se la legge Reale fosse abrogata Curcio Concutelli e Vallanzasca sarebbero scarcerato
E lo ripete e lo scrivo su tutti i muri d'Italia collega viola scrittore per tutto fatto incontrare poveri compagni da FGC che ci credeva
E in questo modo
Abbiamo il ventiquattro venticinque persone però per cento le persone che vota con noi ma quella menzogne non c'è sarete non si
Il Partito comunista sia perso dei voti li ha persi anche per quella menzogna l'anno dopo
E allora le menzogne che state raccontando su questo nostro ostruzionismo
Lamentiamo né che riuscite a far passare ma cosa credete su che cosa faremo c'è sempre la scelta di fare le nostre prossime campagne elettorali se non su questi emendamenti per dire ve li ricordate quelli di Curcio Concutelli
Se Vallanzasca quelli che hanno ingannato i compagni comunisti che devono prendere la parola innanzitutto per mentire comuniste
Per venti chi si doveva mentire dicendogli infamia che la legge Reale abrogata avrebbe liberato il cucciolo Vallanzasca e Concutelli se non agli elettori comunisti e socialisti attivi
Va da quelli democristiani
Presumibilmente allora state attenti che chi mente una volta chi mente due e hanno mentito avete mentito anche adesso
Come è andata a cosa abbiamo detto bene noi siamo contro l'approvazione di questi decreti noi diciamo che non possiamo divenire una sinistra di lamento
Ma a questo punto visto Stefano Rodotà
Visto il professor Magrì
Visto i compagni comunisti e socialisti bene dei comunichiamo
Che la forza contrattuale che abbiamo guadagnato
Con
Questo nostro
Lotta e di opposizione la mettiamo a disposizione
Dei saggi emendamenti Violanti Violante scrive il Partito comunista
Mi pare che questo che
Potete andare a dire
A Cossiga
Vorrei inno a Mazzola
Apre i corali qualcuno pure di ascolteranno
Andate a dire
Sono
Pubblico a favore qualcheduno che vi ascolto ed avere
Andare a dire che cosa guardate che
Su questi se questi emendamenti rinnovi forza Pecchioli Diana
Non è che poi stati attenti nella storia quando dobbiamo tenere l'ordine e poi lo sapete lo sappiamo tenere meglio di voi vedete come lo teniamo nel nostro partito no fateci fiducia ci pensiamo noi state tranquilli
Ventiquattro ore di fermo di polizia possono bastare quarantotto poi si trova
E poi un quartiere ente ero
Chi pensiamo no
Blocco di edifici ma no va beh poi
Poi
Magari un po'di portiere c'è la proposta Pecchioli a Torino
Io da bambino facevo parte signor Presidente definire era un po'
Sono arrivato finali poi dall'indiano
Poi ricordo c'era un po'la protezione aerea e poi ciò che portineria erano praticamente tutti spioni ma era ufficiale vogliano Europa realtà allo stato anche il portiere
Capo fabbricato il portiere note del capo ridato il portiere a Torino credevo di processare Curzio col capo fabbricato portiere di ricerca e voglio dire
I compagni comunisti ammiccano poche velico La sette ed è brutto ma insomma non è stata già date vi assicuriamo dove vivere assicuriamo noi efficace intendiamo equiparato attore basta fare poi un blocco interi edifici no
Ecco no
E quindi accettate
Così passa
E non dobbiamo dare
Grande tono e compagni non resterà a questo punto corretto sentite allora facciamo così
Perché le operazioni contrattazione o sono serie ufficiali e paletti
Voi avete questi emendamenti
Questi emendamenti sono
Non dico garantisti è una parolaccia io credo che
Sarebbero espulse compagni comunisti perfino Sterpa Rota sarebbe in rete pericolo
Sì appunto si dovesse dire che sono davvero garantisti formerà parolacce bestemmie ve lo garantisco i loro emendamenti ma diciamo sono più tolleranti sono meno intolleranti sono non so che cosa
Vero
Allora c'è stata fino all'aumento ma scusate in ogni accordo politico è così allora noi smettiamo l'ostruzionismo contro il pacchetto base prossimo non lo sappiamo non si può continua poi dobbiamo pure difendere presidente perché
Vi rendete conto vedete Pertini e rigoroso intellettualmente rigoroso
Fisicamente
Eccome se avesse quarantuno anni e mezzo
Tutti lo conosciamo e lo sappiamo è rigorosissimo dovrebbe essere Maciste
Nell'età a vent'anni Arcole nel momento delle statistiche
Povero Presidente Pertini a resistere a questi decreti tutti i giorni tutti i giorni di una della sua unità nazionale forse no calerà oppure un po'difenderlo qualcheduno
Va ecco che viene qui a dire quello che diceva Pietro Ingrao
No e qui voi vi sia Fanfani copia dice ancora qualche deputato che lo dica anche per buona l'umidità voglio dirlo ma poi c'è l'opportunità politica
Per fra chi ha che poi sta rapinano povero pratiche non può dire queste cose è evidente la palla di Lanfranco Pace e non sa cosa dice che sono proprio i titoli ecco di forza dei radicali
I titoli di forza posso più dall'episodio Lanfranco Pace e ne abbiamo tratto forse l'ispirazione per alcune
Norme anche nove signori la potremo anche per la riunione alla quale si parla meno per esempio un radicale Frezza se ne parla più mitomane
Purtuttavia matura stranissima io
Vi gli oneri piccole BO
Questa opinione l'abbiamo dato a noi
Mi sono preoccupato e questo Frezza venisse pizzicato prima di andare a Montecarlo dove Viglione le piccoli Moro quella storia lì nelle perpetuato abbiamo
Quindi fra chi ha
Si capisce caffè un pochettino innervosito
A questo punto quello che dobbiamo
Appunto continuare a chiederci e se
Sarà possibile continuare a raccontare la balla
Che i radicali sono stati contro le Pen Galetto Bonalumi
I radicali andrebbe semente detto ai comunisti e socialisti va bene ingoiano
I cambiamenti saremo noi uno schiaffo a destra come al solito io dico sempre non violento porge l'altra guancia dopodiché aggiungo però nei grandi energie lucri storico le cose bisogna fare dopo
Aver posto le due lettere guance se bisogna continuare no
A questo punto
Invece i compagni comunisti contenevano e continuano
A dire che bisogna ingoiare ancora un altro decreto che cosa abbiamo detto bene se la Democrazia Cristiana dice no a Violante
Dice no a Berlinguer perfino su queste proposte allora tutti assieme e votiamo contro il Governo
Repubblica Giorgio russi Mario Bianchi
Il no in Eugenio Scalfari eguagliare
Tanto che ormai per divenire Presidente senatori a vita
Avete capito
Forse
Tra i dieci anni altre poste si libereranno e forse le frustrazioni di un grande giornalista direttore di giornale saranno finalmente superate
Basta raccontare alcune cose
Sui giornali oggi si diventa senatori a vita in nome di quello che si era trentacinque anni fa di quello soprattutto che sia oggi
Basta parlare male dei radicali te non violenti utile che i veri terroristi sono questi non quelle che stanno fuori il vero pericolo e l'ostruzionismo
Signor
Presidente se davvero l'ostruzionismo fosse così grave
Che razza di Norimberga contro i segretari dei partiti di maggioranza bisognerebbe Purtuc insediare in Italia
Con tutte le sterili pormi non fatte queste leggi non fatte proprio per l'ostruzionismo contro il Parlamento
Il nostro è un lavoro volto a far sapere che cosa avere la prova almeno per domani scritta
Che non è vero che i radicali come L'Unità che i giornali ha detto
A mente idea i comunisti è il giornale ha detto a catturare
E a rendere ciechi e sordi gli elettori operaie comunisti in Italia sui problemi appunto di diritto di giustizia eccetera ha detto a questo non l'ho mica il popolo
Non l'amico il Secolo d'Italia qual è il giornale ha detto a impedire a far passare le menzogne di regime
Presso i compagni comunisti e magari anche presso i deputati che poi leggo il giornale più che stare in questa
E L'Unità
Dove appunto si scriveva di Curcio col Vallanzasca Concutelli e dove l'addetto stampa della pre chiedo scusa allora stavo dicendo
No
Resti romani mi ha
Fra scapolare ma non quello che addetto stampa del Presidente la Camera quello che scrive tutti i giorni invece prima pagina dell'Unità quelle Presidente sono stanco questo ora le omonimie
Si fanno per finito rischiare di far ritenere perché attribuisca delle mancanze di stile gravissimo nessun sospetto sfioratore una norma sulla neve di nessuno riapriamo punto imperterrito e allora dicevo
Perché almeno venendo qui e scrivendo qui si saprà pericolo
Non sul popolo chi lo legge e poi comunque non leggono i comunisti possono leggi manco tu ma di anche su formato tabloid ma appunto ci saprà che
Quello che Rodotà
Quello che
Macrì quello che Milani quello che Scalfari quello che Valiani hanno affermato cioè che i radicali
Hanno rifiutato il compromesso è positivo
è menzogna di chi evidentemente ha bisogno sa qual è la verità e devi mentire deve mentire perché sia la verità venisse fuori
Appunto sarebbe battuto come sulla legge Reale
Quella ben bisogna nel corso
Vallanzasca Concutelli la verità è questa ma è contro la logica e violento
E a proposito anche i radicali hanno detto aggiudicata nel nord
Va bene dove rimette non facciamo l'ostruzionismo concludiamo sugli emendamenti con modesti
Se il Governo non accetta gli emendamenti comunisti assieme comune resti socialisti e radicali Repubblica pardon purtroppo i neri dipendenti di sinistra e via dicendo no assieme votano
Contro questo decreto
Invece
I radicali non voglio hanno sabotato
A questo punto signor Presidente i sette mila cinquecento emendamenti diventano
Non quelli nel quale il collega rotanti nel mente può leggere tutto la riforma la proposta di riforma del Codice di procedura penale
Con un documento da Casanova poteva legge
Stava nei cassetti dal ministro ingiustizie
Qui invece se la folla ragione perché gli emendamenti radicali sono questo han preso per la RAI ha badato ritagliate l'hanno fatta di venire ad emendamento per l'oggi
Testo per l'oggi
Allora non si deve sapere che tutte le
Posizioni per le quali con il nostro senso del diritto
Allora noi per primi preposto e da soli la riforma della polizia in Italia la riforma di tutta la polizia
Guardia di finanza Carabinieri PS quindi risolvendo i problemi del coordinamento in modo che la riforma potrete
Per aria di essere efficace nella capitale che abbiamo messo in questi sette mila cinquecento tutto lo sforzo che ho fatto
Perché venissero inserite
Per gli emendamenti che costringessero a questo punto il Governo ad arricchire duplicando lo almeno il bilancio della giustizia
Tutto mentre invece diventano operate nel ciclo radicale probabilmente aventi ostruzionistica
Avremmo bisogno che le cose vadano male non ci siamo contro la sinistre non abbiamo senso di responsabilità nella sinistra non vogliamo ma
Credo che sia pacifico signor Presidente io invece sostengo che questi sette mila e cinquecento emendamenti così brutti la virgola promozione eccetera
Sì allora senza la prefigurazione
Di una unità possibile
La sinistra possibile
Sono queste
Cioè io credo
Signor Presidente che l'unico problema
Che noi abbiamo
Di chiederci
Se siamo riusciti a far comprendere al Paese
Che
Nel Parlamento repubblicano si può ancora sperare
Che siamo riusciti in questo modo a far comprendere
Che
Esistente la possibilità nel nostro Paese di difendere in diciotto sette in
Il cinquecento emendamenti anche se in questo modo
Facendo per la democrazia quello che altri non fa
Voglio far rilevare l'onorevole Pannella che questo delitto legale al titolo dal dal Regolamento dalla Camera che tutti insieme abbiamo approvato quindi non è un merito vostro
Se potete fare se potete far presente la voce della minoranza
è il Regolamento della Camera che vi consente questo tipo di esposizione
Presidente io la ringrazio gli onorevoli giustamente trae non aveva il ragionevole entrare adesso visto che lei presiede avrei un po'timore
Ecco non vorrei entrare adesso pare articolo centosedici o di altri articoli mi limito a dire signor Presidente che allora può darsi vero senz'altro
Perfino un regolamento così interpretato mi consente queste cose e allora signor Presidente
E tanto più importante dire alla gente che si era abituato a ritenere che il quattrocento per molestie socialiste
Non potevo far nulla per far attuare alla Costituzione cotonati ICI a gente che e spera perché ritengo che il Parlamento in realtà comanda solo una decina Cappiano invece
Che la realtà non è questa e che questi trecento che sui quattrocento in realtà sono d'accordo con la decisione con la parte della DC contro un'altra
A governare secondo lo spirito del codice Rocco secondo criteri di ora autoritarie non secondo criteri libertarie democratici la gente deve sapere questo lei ha ragione signor Presidente ancora la ringrazio possibile
Possibile secondo i regolamenti che una minoranza sia forte per sei giorni e sette qui dentro ma qui in quattrocento sia data la dimostrazione al Paese che non era vero tant'è vero che poi si dice ma il Patto atlantico
Senza rendersi conto che io mi trovavo a dieci anni signor Presidente è un po'risibile
Dieci anni quindi mila centotrentanove da figlio la Lupa ormai è scattato Balilla natura un po'risibile tutto l'ex combattenti ISMU e reduci del fascismo però e mi sembrava
Passi ma quelle ricordava delle cose
I secoli addietro ENEL trentanove non passati vent'anni
No dalla pace adesso signor Presidente quando ci devono spiegare che qualche volta hanno fatto opposizione la loro storia
Dicono appunto il cinquantatré e cinquantatré siamo datata ventisette anni fa però il fatto che cosa niente perché in realtà
Con la storia di Ruini poi fu una bella sceneggiata quella sì
Poi non parla più del decretone delle altre cose quindi signor Presidente
Siamo qui
Io credo
Che i motivi per i quali sono venuto le stavo dicendo sono stati semplicemente queste
Sapevamo ormai che fino a domani mattina non ci sarebbe votata era probabilmente superflua quindi in termini ostruzionistici tra virgolette quantitativi questo intervento
Ma dinanzi appunto alla valanga
Alla valanga di falsità
Che è stata portata nei nostri confronti ho voluto nella misura del possibile venire a dare
E i compagni del gruppo parlamentare radicale ma soprattutto a tutti voi signor Presidente questa testimonianza di colleganza e di fiducia nel nostro Parlamento e nella capacità del nostro Parlamento probabilmente di avviare
Finalmente una situazione di realizzazione della prima Repubblica nel nostro Paese attraverso una vita da prima Repubblica e da Repubblica del nostro Parlamento delle nostre Camere
Per il resto signor Presidente
Vedremo a scrutinio segreto cosa accadrà
Perché il conto sarebbe interessante
è anche vero
Che forse chi voleva seguire questo dibattito soprattutto a sinistra non è stato molto sollecitato seguirlo tanto tutto quello che doveva sentire nel lo ha letto perché l'onere del collega Violante come tutti rilevanti oratori
E quello di aver parlato mi pare molto poco e il poco che ho detto credo di averlo letto io tutto sull'Unità
Quindi io capisco che chi ritiene che la vita del Parlamento non sia di dialogo di dibattito Maceri mero confronto di posizioni e di numeri amministrati dai propri leader dei propri capi io capisco appunto che non sentano
Il piacere ho la possibilità
Di onorare piuttosto gli scranni del Parlamento che i titani del Transatlantico devo riscontrare invece che
Nemici democristiani colleghi democristiani e socialdemocratici
Magari messi
Forse in questo a mano h certo e poi Biondi alloggia nomina
Proprio ecco vede altri invece anche sentito di più forse in fondo che queste non sono ore
Dini mi Cinzia non sono ore negative ma sono ore credo di riflessione comune se qualcuno signor Presidente a scrutinio segreto dovesse votare secondo coscienza
Se uno solo di questi magari invece
Votasse contro di noi
Ma meglio sapendo contro che cosa vota
Credo che il Gruppo radicale avrebbe compiuto
Vi è già una opera meritevole per tutti quanti noi
Delle leggi di questo genere non possono passare in questo modo
Questo Governo deve sapere
Che i regolamenti possono essere quelli che vogliono
Le interpretazioni dei regolamenti possono essere quelli che vogliono
Ma che da questi banchi
Per l'editoria
Per tutte le cose che si tenteranno di imporre contro
L'autonomia e i diritti del Parlamento
Innanzitutto contro i diritti e le opinioni dei deputati democristiani e comunisti e socialisti
Noi
Difendiamo poco i nostri diritti perché ce li prendiamo vi esercitiamo Como
A questo modo di fare politica
Così pieno di disprezzo così come durante sto terminando signor Presidente come durante i cinquanta giorni
Della
Vento assassinio di Aldo Moro
Questa Camera non doveva parlarne il Consiglio della democrazia cristiana non deve parlarne la direzione della DC non doveva parlarne non se ne doveva parlare non era fare plebea non era fare ripetiamo onesto nell'affare di istituzioni
Era fare solo di potenti e fatte le cose sono andate in questo modo così ormai sempre di più per decreto per decreto per decreto
Con poi tanto la voce del padrone che nel Paese racconta solo quello che il padrone vuole con queste
Bande
Ecco istigazione a delinquere attentato lo con queste bande televisive ormai autonome queste sia autonome tra virgolette via dei Volsci da ridere rispetto ai disastri che appunto i teppisti del video
Gli assassini di verità del video posso fare il nostro Paese se il Presidente in questa situazione io penso
Che noi dovremo sempre di più tener presente che i cambiamenti del Regolamento che si stanno annunciando e che lo stesso collega Bianco un po'avventatamente probabilmente richiede
Servirà contro i colleghi democristiane contro i colleghi comunisti mai contro di noi
Mano a mano che i poteri dei gruppi vengono esaltati nell'una la regola l'unanimità viene fatta fuori certo avrete qualche notte in meno durante l'anno forse a dover passare e tunisini canale
Ma in realtà poi per tutti i santi giorni dell'anno la tentazione dell'assenteismo sarà sacrosanta perché qui di nuovo non ci sarà più nessuna centralità di nuovo si verrà qui per credere obbedire lavorare
Se se ne ha voglia o altrimenti per starsene a casa signor Presidente questo Parlamento mi pare questa volta non è stato a casa
Credo che questa volta grazie al gruppo parlamentare radicale
Grazie a coloro i quali
Hanno sentito anche negli altri gruppi
Che questo in questo nel coprivamo non un atto di attacco alla democrazia al Parlamento con altro di sostegno della dinamica revocati una topaia nel nostro Parlamento ecco in questa situazione io penso che noi abbiamo bene operato
E ancora una volta mi consenta di notarlo
I non violenti si sono trovati senza volerlo anche i più lontani fra di noi della non violenza
A dovere
Rispettare una regola d'oro del non violento che poi è molto bello precede risvolti favolosi
Quella che ho testé che prima ricordavo
Bisogna dar corpo
Bisogna dar voce bisogna dar parola bisogna dar verbo il tutto
Alle proprie idee
Cioè dal corpo incarnare per come si può
E lo stare dieci ore dodici ore in piedi
Lo stare lotto dice le otto ore e le angosce e chiedo scusa
I mal di stomaco Lenzi Sonia
Anche la paura delle reazioni troppo cattive di questo di quel collega e iscriversi come si fa a parlare dieci ore
E leggere l'indomani che si peggio dei terroristi
E chiedersi che cosa può pensare l'amico nel Paese al quale si crede o magari la madre o il figlio all'inizio di queste cose
Continuare a pagare tutto questo è stata una splendida tragica in cui appunto non attraverso un di più ma attraverso il la parola di parola
Attraverso questo nostro Maris abbiamo dato corpo un po'alla nostra speranza di essere argine contro la violenza e se contro la vostra violenza dittatura la violenza di una politica assassina signor sottosegretario
L'ho detto diverse volte
Della vostra politica assassine di strage delle costituzioni delle leggi degli uomini
Abbiamo
Dimostrato forse di sperare anche negli altri e in voi perché ci ascoltaste facendo questo certo
Signora presentate al Governo signor Presidente colleghe e colleghi certo abbiamo creato le premesse
Perché i fratelli assassini compagni assassini che militarmente ristagna ci stanno battendo abbattendo se stessi sempre più forti dei nostri errori dei costi delle chiese
Forse la momento all'altro possa divenire di muoversi
I fratelli e compagni che ripudia non la loro morte quella degli altri
Per riposare di nuovo sulla speranza nel diritto
Sulla speranza nella pace
Sulla speranza in qualcosa che valga la pena di essere vissute assieme la propria felicità personale corporale non quella delle carceri
La crescita del parlare la felicità della materia
La felicità del fuori del dentro Biondi
Queste felicità delle quali voi scherzate
Quali forse non sapete
Che sono in genere affondamento poi
In molte delle cose che non riuscite a spiegarmi signor Presidente grazie ma se mi consente proprio perché
E a lei Presidente della Camera che io devo
Questo ringraziamento per una volta mi consenta
Di fare qualcosa che rischia di essere madre compreso ma spero di no
Se voglio onorare la Camera e al suo Presidente dico grazie ne compagni radicali per quello che hanno fatto e per quello che mi hanno consentito di fare anch'io
Grazie onorevole Pannella non essendoci altri iscritti a parlare
Era la notte tra il primo e il due febbraio mille novecentottanta con questo intervento pronunciato a Marco Pannella alla Camera conclusione lungo e duro ostruzionismo condotto radicali per
Cercare
E contrastare ulteriore inasprimento dei cosiddetti decreti Cossiga sull'ordine pubblico varati a suo tempo e non aveva adottato dal terrorismo
Concludiamo che questo spazio di informazione di riflessione realizzato con documenti d'archivio