31LUG2014
intervista

Decreto carceri. Intervista al presidente della Commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma

INTERVISTA | di Federico Punzi RADIO - 19:21. Durata: 4 min 5 sec

Player
Il presidente della Commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma (FI-Pdl) spiega cosa prevede il suo emendamento al decreto carceri approvato oggi in Commissione nonostante il parere negativo del governo.

Il decreto approderà in aula il 6 agosto e se verrà confermato il nuovo testo, come modificato dall'emendamento Palma, dovrà tornare all'esame della Camera per un terzo passaggio.

"Decreto carceri. Intervista al presidente della Commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma" realizzata da Federico Punzi con Nitto Francesco Palma (senatore, Forza Italia).

L'intervista è
stata registrata giovedì 31 luglio 2014 alle ore 19:21.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Camera, Carcere, Giustizia, Magistratura, Politica, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.

leggi tutto

riduci

19:21

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Siamo Presidente della Commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma
Presidente oggi pomeriggio in Commissione è passato un suo emendamento decreto al carcere stante il parere contrario del Governo si è confermato dall'Aula richiederebbe un ulteriore passaggio del testo alla Camera può spiegarci il perché di questo emendamento cosa prevede
Ma nel testo che proveniva dalla Camera da si prevedeva che i magistrati i di prima nomina potessero sia pure con riferimento a un solo concorso
Ho accedere alle funzioni di magistrato di sorveglianza
Riteniamo che
Non è contro i magistrati di sorveglianza che presiedevano alla esecuzione della pena siano particolarmente delicati riteniamo che debbano essere affidati
A magistrati e di esperienza
Onde per cui abbiamo come dire soppresso questo articolo che in qualche modo può essere può costituire un intralcio proprio una logica generale del decreto dal mentre io lungamente no possono provvedere se ci sono delle scoperture
Attraverso l'applicazione di altri magistrati io credo che i detenuti abbiano diritto ad avere dei provvedimenti e equilibrati ENI in relazione alle loro o richieste siano essi i semi libertà una libertà vigilante permessi premio e quant'altro
E non invece dei provvedimenti posti in essere dei magistrati che inevitabilmente da un anno
Con la dovuta esperienza e conseguentemente possono essere più
E nozionali che militanti ma ci sono anzi aspetti zittito cambia nel loro ce ne sono altri ma è stato toccato questo solo questo che
E l'aspetto più importante e poi c'è un'altra norma
E a nostro avviso nelle consentire ai limiti magistrati ma non emissione delle dell'ordinanza cautelare ogni qual volta
Alla pena che si prevede in concreto non sia superiore ai tre anni secondo me secondo noi è una norma che pone dei problemi sia in ordine e i parametri di esercizio della discrezionalità del giudice sia anche con
Riferimento alle esigenze di sicurezza dei cittadini considerando che una prima di tre anni in concreto si rapporta come dire a un reato di una certa gravità
E che quel reato può essere posto in essere tali civili recidivi reiterati specifici infraquinquennale i
E conseguentemente da persone che
Utilizzano il crimine non una fonte di vita com'è una fonte si divida di reddito conseguentemente ci sembra ci sembrava una norma
Come dire azzardata ma in ogni caso l'emendamento il protocollo
L'emendamento presentato adesso dopo ciò su sette a che punto è l'esame del decreto in cui ormai si è inaugurata avverrà in Aula credo che il sei i laureati richiederà c'è il rischio che però il Governo Prodi per diciamo
L'applicazione di cose emendamento
Di vuoti d'un sentire presentare un emendamento e mettere la fiducia devo dire la verità
Sarebbe come dire la prima volta che non si tiene conto
Ho per la votazione in Commissione ormai viviamo tempi stabilisce che il Governo intende era
Fare questo locale che la maggioranza lo voterò facendo avanti così perché il suo emendamento e per passare Stato evidentemente votato anche da parte della maggioranza
Ci sono stati
Alcuni dalla maggioranza che lo hanno votati molti si sono astenuti evidentemente manifestando tutto il loro malessere
In ordine a questo
In ordine alla decisione assunta dalla Camera l'altro devo dire che questo
O questa disposizione non era presente
Delle decreto originario del Governo ma è stato frutto di un emendamento
O
Presentato alla Camera la qualche deputato essi bene ringraziamo il presidente Nitto Palma no no appresso arrivederci