01AGO2014
intervista

Intervista a Giovanni Maria Flick sulla mancata elezione, da parte del Parlamento di due giudici della Consulta e di otto membri laici del CSM

INTERVISTA | di Sonia Martina RADIO - 12:06. Durata: 10 min 33 sec

Player
"Intervista a Giovanni Maria Flick sulla mancata elezione, da parte del Parlamento di due giudici della Consulta e di otto membri laici del CSM" realizzata da Sonia Martina con Giovanni Maria Flick (presidente emerito della Corte Costituzionale).

L'intervista è stata registrata venerdì 1 agosto 2014 alle ore 12:06.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Corte Costituzionale, Costituzione, Csm, Diritto, Elezioni, Giustizia, Parlamento, Politica, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.
12:06

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale il Parlamento in seduta comune non riesce a eleggere due giudici della Consulta e otto membri laici del Consiglio Superiore della magistratura dal Quirinale arrivata anche una nota stizzita al Capo dello Stato ciò che è anche Presidente del CSM ha preso atto che il Consiglio scade nella sua attuale composizione poiché non è stata effettuata l'elezione dei laici ed è quindi prorogato di diritto e le vogliamo parlare con professor Giovanni Maria Flick che è stato Presidente della Corte costituzionale Presidente buongiorno proprio nulla allora noi e ci ritroviamo perché questo voglio dire e già accaduto altre volte ci ritroviamo
In saprei dire neanche dire in questa sorta di di ingorgo nel quale
Appunto il Parlamento come ha detto anche
La Presidente della Camera Boldrini dice frustrante poco edificante convocare votazioni che vanno a vuoto proprio perché vanno a vuoto Marlene allora tra l'altro un precedente si precedente Presidente del Repubblica
Prospetto la possibilità di sciogliere il Parlamento perché non era in grado di far fronte in quei compiti sesto boh una serie di votazione andate a vuoto per l'elezione dei
Membri della Corte costituzionale si trattava di Cossiga se non vado errato siti tempo passa pale guardate se voi non li ha degli effetti vuol dire che non siete in grado di eventuali poteri competitor col Parlamento
Ecco quindi non me la situazione purtroppo si rinnova continuamente ed è una questione sgradevoli sì ma credo abbia tutte le Regioni il Presidente della rete
E io adesso le voglio anche così ricordarlo ricordarlo per i nostri ascoltatori che anche nel
Due mila e due Marco Pannella fece un lunghissimo Satyagraha rischiando la vita perché voi si mise anche dice dipinti bere no aggiunse anche quello della sete proprio perché anche qui ci trovavamo nella situazione in cui non si riuscivano ad eleggere non si volevano eleggere insomma non so che termine usare i membri non togati della CES se me va be'insieme c'era anche la questione dei tredici seggi vacanti insomma parliamo del due mila e due quindi
Per il proposta molte volte anche per la Corte costituzionale esami ed è molto lunga per l'elezione dei giudici della Corte da parte del Parlamento
Ma io quello che vorrei sapere secondo lei perché insomma lei avrà sicuramente
Una una lunga esperienza in merito per saperne più Dino
O in meno perché si incetta perché poi di fatto vorremmo può dare una mia valutazione è una mia spiegazione seguire molto preoccupante o tutto sommato
Cioè il rispetto dei termini soprattutto dei termini previsti dalla Costituzione per la composizione dei di organismi importantissimi e devono funzionare e una delle prime forme di illegalità
Istituzionale e non è una legalità soltanto formale una legalità sostanziale
Perché la conseguenza del mancato rispetto dei termini diventa una proroga io lo ha detto lei prima l'Italia è una Repubblica di fondata sul lavoro motivo forse adesso fondata sulla proroga come preoccupa molto allora che una prima conseguenza
Di ordine vorrei dire politico istituzionale continuare a rifugiarsi nella prorogato figlioccio ENEL
Prolungarsi del del dell'attività da parte dell'organismo già eletto a suo tempo è scaduto ma forse qualcuno bisogna che contiene a procedere a fare queste cose colpirebbero riciclare l'emergenza
E dio solo sa se questo Paese a
Bisogno di continuare a cronici entrare l'emergenza in questo come in tanti altri campi
E questo è il primo problema
Il preoccupante che io vedo nel mancato rispetto dei termini poiché è un secondo problema che mi preoccupa
Dunque ad esempio per quanto riguarda
L'elezione dei membri del Consiglio Superiore della Corte costituzionale
All'accorpamento di due tipi di elezioni completamente diversi l'uno dall'altro perché è vero che è sempre il Parlamento in seduta comune amico perché per legge
Giudici costituzionali e membri del CSM ma si tratta di
Appartenenti a organismi completamente diversi con ruoli e funzioni diverse basterebbe pensare che la Corte costituzionale un organo istituzionale di garanzia il Consiglio Superiore della Magistratura è un organo
Amministrativo non costituzionale ma con funzioni di rilevanza costituzionale ex due realtà diverse allora non è che possiamo o otto più due uguale dieci pere no perché sono otto Mele e due pere forse non si è diverso senza dopodiché l'idea dell'accorpamento
Fa balenare subito in chi guarda con un po'di disattenzione politiche molto attento l'idea che sia una sorta di accordo politico cioè individuiamo più
Cinque Amérique cinque a te ecco quattro per una mela me quattro per un anno in atti o altri tipi ricalco di questo tipo e questo non mi piace
L'ultimo discorso oltre al tema di una prorogati che diventa cronicizzazione dell'emergenza oltre all'accorpamento di realtà completamente diverse
Le une dalle altre anche se in entrambi i casi elezione
Del da parte del Parlamento in seduta comune e che tutto questo sembra testimoniare in modo evidente la prevalenza degli equilibri politici degli affetti politiche sulla legalità istituzionale
E questo mi preoccupa per un terzo verso forse ancora di più degli altri due profili che le ho accennato prima
Bravo esatto scusi essere dico bravo perché poi ha detto una cosa che che che che che che io penso alle penso e pensano anche molti opinionisti no tant'è che l'altro giorno punto su un quotidiano leggevo un commento che diceva proprio questo no
Non è ora il momento perché poi gli equilibri politici si vede che ora non è il momento ovviamente uno fa supposizioni però poi vede infatti dice gli equilibri politici sono talmente delicata che ci manca solo perché l'elezione dei componenti non torna
Proprio questi momenti in cui proprio perché gli equilibri politici sono delicati bisognerebbe cercare di guardare con una prospettiva comune al di sopra al di là degli equilibri politici a quella che la dimensione istituzionale di base alla falda guardia degli organismi che devono
Far funzionare la legalità e che quindi devono aiutare la realizzazione degli equilibri politici
Lei scusi le faccio questa domanda si ricorda in passato un'elezione perché insomma io mi ricordo
Sempre velate poco velate nascosto e non
Non so insomma perché poi a me poco velate non sembrano insomma comunque non mi ricordo sempre una grande suddivisione partitocratica chi candidava questo ti faceva il nome di quello chi appartenente alla sua corrente politica eccetera eccetera non mi ricordo ecco diciamo delle le
Se ogni
Avulse al di fuori diciamo da questo meccanismo partitocratico rischiosi serie non ombrello ma ecco nelle
La lettura dei giornali tutte le mattine che porta a un discorso di questo tipo che non fa bene alla dimensione istituzionale
Di quel però lei converrà che così poi di fatto
No no ma uno spetta a me dire se i comuni dicono i giornali è vero non è vero chiedo solo che tutte le mattine vengono puntualmente riportate con le notizie anche dettano le riporto ma nemmeno più perché non fa più non è nemmeno sì chiosare tanto per l'elezione
Dei componenti gli organismi costituzionali ora non c'è dubbio che l'elezione a un forte significato politico ma non so fino a qual punto questo significa do politico debba diventare prevalente al punto tale appunto come le dicevo prima ad accorpare tra di loro elezione delle mele delle più alte delle fiere
Certo anche perché poi sano se non mi ricordo male mi sembra che la prossima convocazione forse dovrebbe essere l'undici di settembre quindi rosse come
Qui tira vestiva proprio e ci sono comunque casi che avesse
Una Pertini come lo scontro alla Procura di Milano o no il discorso del Presidente con la nomina del Procuratore di Palermo di una volta del
Presidente Cossiga quando niente non siete in grado di adempiere a un compito fondamentale guardate che se il Parlamento non può adempiere al compito fondamentale
Io mi assumo la responsabilità di scioglierlo io non penso si possa applicare fino a
Fichi si debba che prevedibile la possibilità di arrivare fino a questo punto ma c'è qualcosa che non funziona in tutto questo
E quindi professore prendendo appunto spunto dalle parole che lei ha ricordato di del Presidente Cossiga ma anche della nota della presidente Napolitano io volevo sapere secondo lei se c'è la necessità di una collaborazione che cosa succede secondo lei tra il Quirinale
La Camera il Senato e Palazzo Chigi tra
Io non sono in nessuno di questi quattro posti quindi non posso cambierei corra sul piede
Vedo soltanto che le indiscrezioni giornalistiche indiscrezioni
Notizie giornalistiche
Danno la sensazione notizia di tensioni ricordo a me stesso ma lo sappiamo tutti benissimo quello che la Corte Costituzionale ha continuato a ripetere in modo instancabile la necessità di una leale collaborazione
Per tutti gli organismi dello Stato nubi di organismi costituzionali in particolare e prima di tutto tra gli organi di vertice dello Stato
Credo quindi che l'invito del Presidente della Repubblica al Parlamento a fare il proprio dovere eleggendo subito immette UDC della Corte costituzionale e i membri del Consiglio Superiore della Magistratura perché
Quest'ultimo comma lei ricordava prima possa fare fronte a tutte le scadenze a tutti gli impegni che ha
Mi pare che un invito che dovrebbe essere accolto con immediate
Ecco proprio che l'urgenza in questo caso è in re ipsa ma anche alla luce del principio di leale collaborazione tra
Gli organi di vertice dello Stato
Certo ringraziamo e le professore Giovanni Maria Flick per essere stato qui con noi a Radio Radicale va bene la ringrazio grazie a lei buon lavoro rivederci