01AGO2014
intervista

Intervista ad Alfonso Celotto sul dibattito in Senato sulle riforme costituzionali

INTERVISTA | di Alessio Falconio RADIO - 12:37. Durata: 10 min 58 sec

Player
Alfonso Celotto parla anche dell'esigenza di una riforma della Legge Elettorale, delle caratteristiche di quella attuale, alla luce della sentenza della Corte Costituzionale, e dell'eventualità di ricorso alle elezioni anticipate.

"Intervista ad Alfonso Celotto sul dibattito in Senato sulle riforme costituzionali" realizzata da Alessio Falconio con Alfonso Celotto (professore).

L'intervista è stata registrata venerdì 1 agosto 2014 alle 12:37.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Berlusconi, Boschi, Calderoli, Camera, Corte Costituzionale, Costituzione, Crisi,
Diritto, Economia, Elezioni, Forza Italia, Gava, Giornali, Governo, Grasso, Istituzioni, Italia, Lega Nord, Legge, Legge Di Stabilita', Legge Elettorale, Mattarella, Mineo, Minzolini, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Polemiche, Politica, Preferenza, Prodi, Proporzionale, Regolamento, Renzi, Riforme, Salvi, Scelta Civica, Senato, Sinistra Ecologia Liberta', Storia, Uninominale, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 10 minuti.

leggi tutto

riduci

12:37

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con Alfonso Celotto Professore ordinario di diritto costituzionale presso l'Università Roma Tre anche quest'ultima la vogliamo fare il punto sulla
Sul sulle riforme costituzionali sulla Costituzione
Professor Celotto la
Diciamo il titolo la parola di più se i
Ciò si accompagna nelle prime pagine dei giornali di queste per giornate particolarmente calde
Al
Termine Senato è caos perché quello che sta accadendo nell'Aula di Palazzo Madama ricorda anche i cronisti più esperti
Diciamo situazioni che
Con questa
Frequenza e con ordine del giorno così importante forse a qualcuno richiama
La se delle sedute sulla legge truffa che Nuoro ironizzare però serve
Esatto ma qui si parla di di riforma della Costituzione che in teoria va fatta in modo condiviso almeno questo è l'intento di
Di del PD ha sempre detto
Però quindi condiviso per adesso appunto c'è soltanto il caos che succede Russo diciamo che la Costituzione dovrebbe essere di tutti i
L'abbiamo sempre idratata ho sempre sentito e quindi deve essere approvato a maggioranza più ampia possibile
E lo scontro si sta alzando su un punto sicuramente importante che la scelta di tipo dice anche se le idee non sono chiari
Fino a circa un po'attaccando su questa questione del testo elettivo del o del centro di finissaggio che si collegano anche diverse proprio forme di Stato e di organizzazione
Tonico sia per una battaglia così importante un più calare nella battaglia il Presidente del Senato che in questi giorni fa recente con difficoltà Laura
Dimostrano che probabilmente la battaglia è così forte e ma forse non per il Senato spesso cioè non per la riforma costituzionale c'è una battaglia per interposto provvedimento
Interporto provvedimento per morire
Cioè e come si combatte proteggere quell'altra perché d'altra parte il ministro non so B sta uscendo fuori la legge elettorale la legge elettorale quelle quella riforma necessaria perché la Corte Costituzionale con sentenza di gennaio ce l'ha imposta
E c'è aria di voto in giro lo si può dire lo stesso range film da alcuni dico che voglia andare a votare anche per avere una legittimazione popolare che forse
Non ha avuto
Care di fare manovre diciamo che forse lo renderebbero meno popolare
Non ha minimamente sicuramente sono manovra economica complicata Ossimo vivendi continui c'era un tornare fra uscendo fuori momenti difficile
Certo è che una Finanziaria da decine di miliardi leggibilità come si chiama e quindi probabilmente c'era di voto ma conferma con che sistema si va a votare la guerra ancora aperti caverete si scontra
Il sistema che esce dalla sentenza la Corte costituzionale con proporzionale secco a maggioranza preferenza unica
è un sistema con il Parlamento al quattro per cento ce ne siamo pure con questa legge pensi per avere almeno i parlamentari che ha alla Camera dovrebbe prendere il cinquanta per cento dei rifiuti
Niente di un più del cinquanta per cento è venuto a sapere cinquanta oltre il cinquantacinque per cento ma dipende da restituire dei collegi
Ma e quindi è un risultato impensabile ovviamente
E però è un quindi un sistema che non fa vincere nessuno
è un sistema che non fa contare le segreterie di partito perché ormai siamo stati abituati
Sia con il Mattarellum che col porcellum quindi sono mai vent'anni venticinque anni Canapini cambiati li scelgo le segreterie dei partiti che scelgono il nome del candidato nel maggioritario del collegio oppure che quando il listino bloccato il porcellum torneremo invece le preferenze nell'ultima volta vota per le politiche con le preferenze farlo nel mille novecentottantasette
All'epoca in cui Gava prendeva duecento mila preferenze
è un altro mondo
E lui fine desidero rendere diciamo poi deve mettere sul tavolo la pistola delle elezioni anticipate occorre caricarla con una nuova legge altrimenti noi nazionale hai troppa
Già dal sistema che esce dalla dalla legge alla Corte costituzionale uno sbarramento al quattro per cento che oggi lascerebbe fuori dal Parlamento molto probabilmente lega UDC scelta scindiamo apparentamento
Salvo apparentamenti e quindi la battaglia la battaglia per l'Italie comunque è un sistema che
Non accontenta forse quasi nessuno salvo le segreterie dei grandi partiti probabilmente e quindi la lotta aperta molto probabilmente
Questo causa è un caos per interposto provvedimento questo almeno e la situazione d'altra parte la riforma costituzionale c'è una riforma del Senato
è una riforma sicuramente importante su più di vent'anni che ne parliamo però non è da giustificare i toni della legge truffa del divorzio almeno questo mi sembra no
C'è anche un po'la
Possiamo dire inesperienza del Presidente del Senato forse che
Paga e anche non solo la sua anche dei capigruppo perché tutto sommato
Insomma è il si pensi al PD aveva ben altri capigruppo si Venezia al piglio di Cesare Salvi piuttosto che trovare anche un'esperienza di funzionari di alto funzionario parlamentare va a Palazzo Madama
Consoni ruoli apicali delle dei Dl diversi dei diversi organismi al Parlamento che poi
Se non c'è troppa
Assolutamente no il Presidente Grasso non è certo colpa sua effettuati una situazione molto più grande di lui tempo devo anche ricordare che il diritto parlamentare è una cosa che noi diciamo sempre perché se l'università non è un diritto nel senso che il tutto fatto di Prà
I consultori e anche le regole scritte dei regolamenti isola common law della stessa natura sarebbe l'obolo nemiche contraddicendo usati per la parte tecnica ci post
Sempre cambiare comunque regole tutti sono d'accordo quindi per me non diritto per cui non si può di reato a concedere un concederle il voto segreto basta mettersi d'accordo si può fare tutto il diritto parlamentare ovviamente ogni
Esatto conta ancor più però per fare il nodo l'apporto del Presidente un Presidente spetta un precedente autorevole ti chiede Laura
E e invece questo non sta accadendo e qui ci sia altro le polemiche il Presidente si abbassa nella polemica d'altra parte il segnale dell'emendamento lega approvata il voto segreto è chiarissimo quelle ratifica minacce di e noi siamo pronti a far cadere ti mandiamo sotto alla prima occasione no
E quindi questa capitoli mi sembra che anche il Governo sia un po'vacillando
Del resto con tutto il rispetto degli attuali Ministri anche non sono visti espertissimi ritenersi situazioni degli altri tassi quello che diceva che gongola dice Calderoli tutto questo che e il più esperta nonché il relatore
Occhio e croce mettere la la maestra boschi benemerita e ai preparata però giovanissima con esperienza parlamentare molto limitata contro
Del delle volpi di Parlamento come Calderoli ma si pensi anche Minzolini che da cronista è stato sta lì da se entra in Parlamento poco più di vent'anni o poco meno la partita si è vista come sede ieri
è incerto e c'era e quindi non chiedi l'Aula quindi scarta il caos in questo momento penso che in pochi vorrebbero essere nei panni di Renzi cemento e tutti quanti vogliamo efferenti fino alla settimana farci stiamo cominciando ad accorgere difficile capire quale disegno teneri in questo momento cioè cosa fare
E cosa fare a questo punto la siamo la linea ufficiale dopo
L'estate ha detto proprio Presidente del Commissione affari costituzionali ma Finocchiaro si passerà all'italico ma a Palazzo Madama ammesso che c'è dovrebbe aver licenziato la prima lettura dell'Accademia costituzionale dopo di che
E con questo clima si passa alla legge elettorale quindi a Aldebaeva approva approvata peraltro la Camera e in prima lettura nei premi era già realtà dicendo che in realtà è la mia vita all'allora sia al Senato ovviamente
E lì probabilmente Ficara citava un bell'intrecci istituzionale perché daremo la legge di stabilità
Che sicuramente i conti non tornano sono la legge una legge salata avremo la legge elettorale da approvare e
E quindi
Rispetto alle cause noto un'ora si aspetta pure che essi una volta che dovesse essere approvata la legge attorale
Da un momento all'altro
Le urne sono dietro l'angolo o il tentativo di arrivarci da parte del Governo
Ma probabilmente i figli probabilmente il tipo di cominciamo col solito poi gioco di pronostici a chi conviene a chi non conviene però sicuramente per come abbiamo disegnato i
Il tema della forma di governo degli ultimi anni
Normalmente non ormai da circa vent'anni abbiamo un Presidente del Consiglio che viene non dico designato ma indicato dalle urne invece per le contingenze politiche negli ultimi mesi e per le votazioni di ritardare l'anno scorso siamo al terzo Governo
Che un Governo di fondo di una colite
Io ne raccolta raccolta in un certo disegnata per cui forse anche dal punto di vista costituzionale le urne possono essere una soluzione quello che certo che al momento non sembra che il Governo abbia la forza per governare a il Governo quattro anni e anni e mezzo l'antico un tempo enorme no
E invece non vediamo segnali
Anche di grandi disegni di legge grandi progetti che ci proiettano due-tre anni si pensi soltanto al tentativo che è stato fatto dalle opposizioni sul degli
Competitività al Senato far mancare il numero legale tentativo fallito ma per un solo voto questo un po'dalla cifra degli equilibri di Palazzo Madama quindi
D'altra parte la clava glielo cedevole la maggioranza debba Palazzo Madama lo sappiamo e del resto e Peter ho qui la mancanza di guida e noi ne siamo accorti quello dei carri decise novanta novantuno marciavano paralleli fiducia alla Camera più al Senato ci sospettare può servirsi in prima lettura
Invece il competitività dica Corte ce ne sono degli errori di governo riapre
Alla Camera e quindi ora ritornano Senato questo mostra anche proprio una
Così un po'di confusione disegna e dovuta probabilmente all'inesperienza i tanti personaggi che si trovano invece nei ruoli chiave che sono i diritti che sono i capi di gabinetto e dei Presidenti di Assemblea che sono i capigruppo
E quindi facilmente fanno mettere nel tacco da dal singolo parlamentare di opposizione che volpone conosce le regole
E riesce quindi con il gruppetto apprendisti scacco e politicamente Renzi è sempre più attaccata Berlusconi
Per il Senato perché gli altri senza forse i voti di Forza Italia
Motivasse più niente
Sì lei certa d'altra parte sono rievocati centouno di Prodi
Ma anche i quindi ci vuole però diciotto di Mineo cioè d'altra parte veramente il PD ha frenato è appesa una quindicina di voti altrimenti non si parli più niente ed ambiguità opprimente allora situazione Prodi no quando del due mila sei due mila otto e non si
Votava più proprio perché la paura di andare sotto cerca certo ricordiamo tenesse il cerotto noi la ringraziamo molto anche per questa settimana e torneremo a sentirci grazie davvero a Professore Alfonso Celotto docente di diritto costituzionale presso l'Università Roma Tre