01AGO2014
intervista

Intervista a Luigi Compagna sulla riforma del Senato e la nomina di Pannella senatore a vita

INTERVISTA | di Giovanna Reanda Roma - 00:00. Durata: 7 min 20 sec

Player
"Intervista a Luigi Compagna sulla riforma del Senato e la nomina di Pannella senatore a vita" realizzata da Giovanna Reanda con Luigi Compagna (senatore, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata venerdì 1 agosto 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bordin, Calderoli, Finocchiaro, Grasso, Parlamento, Partiti, Partito Radicale, Polemiche, Politica, Radicali Italiani, Riforme, Senato, Violenza.

La registrazione audio ha una durata di 7 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il senatore Compagna Mazza cercando in Aula il Presidente grazio nonna non dà più la parola alle posizioni che sono riuscite ad Alghero che hanno finito il loro tempo tra forze data la delicatezza del tema
E anche
Rispetto a quanto è accaduto ieri sera non rischiate arrivare a un muro contro muro beh direi molto peggio il muro contro muro fa parte
Delle grandi tensioni
Della democrazia qui invece
Tutto
E precipitato
Direi che forse a voler ricercare il termine a quo
Vi è stata quella infelice dichiarazione del Presidente Grasso
A proposito di ricorrere alla polizia in Aula
Per sdrammatizzare alla nello spirito che piacerebbe all'amico Bordin
Mi è capitato di dire ecco malamente poiché ho Giovanardi che vuole decidere Albini
Al di là di questo
E molto cara
Dopo quello che è accaduto
Io non voglio dare giudizi sulle persone
Ma mi sarei aspettato
Se è possibile tra mezzanotte domani mattina
Che il Presidente Grasso
Con un gesto di orgoglio non diventa
Facesse ad altri
Presidente presiedere l'Aula
Dei nostri lavori perché è evidente che non era nella sua portata
Nella sua
Capacità attitudine sensibilità
Recuperare la situazione stamattina
Però magari con gli amici di Radio Radicale con l'impressione che questa vicenda vada ricostruita non necessariamente da stanotte da stamattina è una vicenda che è partita malissimo in Commissione e i relatori l'hanno detto una cosa è l'indirizzo di governo una cosa nella Costituzione
L'accanimento con il quale il Governo ha preteso
E ottenuto dal Presidente del Senato fin da quattro mesi fa in Commissione
Che il testo base fosse il testo del Governo
è attraverso questo sono stati espulsi
Due senatori in Commissione mi pare e Mineo Mauro poi sostituito son passati tre mesi la Giunta del Regolamento azzardata
Ma questo punto è chiaro che il parlamentarismo alle sue risorse alle sue furbizie
Si è accettato questo ma si è votato contestualmente l'ordine del giorno Calderoli
Che era del tutto incompatibile incompatibile
I relatori la Finocchiaro e Calderoli sono venuti in Aula
Ci hanno detto che il lavoro in Commissione
Ha molto molto molto migliorato
Il testo iniziale del Governo
Ha detto che avevano convinto molti colleghi a non presentare in Commissione ma di presentare in Aula
Degli emendamenti che corrispondevano a dei nodi effettivi
E quando il Presidente Galasso si è accorto ricchezza alla posizione del Governo e la posizione dei relatori
Non c'era nessuna
Coincidenza il Presidente non so
Accumulato in se stesso responsabilità e prerogative più grosse del normale io so
In questi giorni molti giornali lo evocano la tradizione radicale e anche una tradizione
Di ostruzionismo di filibustering
Ma qui siamo in materia di costituzione
Il Presidente Grasso deve prendersi le sue responsabilità e legittimo che ci fossero C due mila sei mila emendamenti soprattutto da parte dei colleghi disse
Ma
Cui
Non i funzionari articolo per articolo
Doveva decidere
Quali fossero ammissibili e quali no
Non con il canguro
Uso questa espressione perché so che i radicali
Hanno avuto in Italia e hanno tuttora
Una grande cultura del Parlamento
Anzi direi
Che in queste aule mancando i radicali si è perduta del tutto la cultura del Parlamento
Siamo alle furbizie del parlamentarismo
E questa è un'altra cosa
Una cultura del Parlamento in Italia
Almeno nella mia generazione era quella di Silvano Tosi
Il grande commentatore della nazione e della scuola di Firenze allievo e
Maniglio vitale del col voto radicale l'ideale andò al CSM poi noi per infarto proprio durante l'estate
Oggi che i radicali non sono più il Parlamento questa cultura del Parlamento
Diventata pressoché inesistente anche nei commenti
Giornalistici
Proprio per questo senza
Nessuna forzatura di riferimenti a vicende personali e politiche ammette abitato di auspicare e non come una battuta che è avvenuto veramente il momento per avere Pannella collegata
La nomina di Pannella senatore a vita
Avrebbe creato
Forse qualche scompenso forse qualche causa
Ma sarebbe stata nella cultura del Parlamento
E al di là dei commenti su questi due giorni che non mi sento non ho voglia di fare neanche con gli amici i radicali
Io sono sicuro
Che il pannello avrebbe riportato
In Aula e in Italia una cultura del Parlamento una cultura della Costituzione questo fa molto
Al di là
Del merito per quanto riguarda la quotidianità
è evidente
Che ci saranno sei difficoltà così
Ad apprezzare fosse anche a promulgare
Il prodotto che verrà elaborato da queste giornata ammesso e non concesso che nella professor Murgia
Sia il migliore possibile alla cultura del Parlamento o anche in questo citato
Silvano Tosi al Marco Pannella non è possessore alloggi
Non è
Furbizia
L'emendamento
Appunto Tosi anche grande cultura storica grandi precedenti mentre invece mi è sembrato
Con tutto il rispetto per la persona
Che la cultura la sensibilità di gas sia inevitabilmente
Quella del PM quella della grande tradizione letteraria dei miserabili già vero c'è
E quindi portato questo continuo
Lezzi con troppo da questo punto anche stamattina aveva le migliori imprecisi intenzioni se ne è uscito con il quando e va beh lasciamo perdere grazie senatore Fontana