01AGO2014

Dichiarazioni di Vannino Chiti sulla riforma del Senato

DICHIARAZIONI | di Giovanna Reanda Radio - 00:00. Durata: 5 min 10 sec

Player
Registrazione audio di "Dichiarazioni di Vannino Chiti sulla riforma del Senato", registrato venerdì 1 agosto 2014 alle 00:00.

Sono intervenuti: Vannino Chiti (senatore, Partito Democratico).

Tra gli argomenti discussi: Boschi, Costituzione, Governo, Legge Elettorale, Partiti, Politica, Referendum, Renzi, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Senatore Chiti ha oggi ministro basti
Sotto
Ma sa che cosa sta succedendo
Singapore margini di confronto
Del resto
Questo era già stato detto martedì quand'ero fatto la proposta
Attorno
A questi temi e in più anche al modello elettorale per le nuovo Senato
Di aprire un confronto purtroppo
Diciamo quella proposta era caduta nel vuoto ma
Il Governo aveva dichiarato la sua disponibilità
Si tratta ora di di far sì che questi temi vengano affrontati sono temi su cui si può realizzare un miglioramento della legge
Che ora in discussione al Senato a me dispiace che non si sia potuta affrontare come martedì sarebbe stato possibile anche modello elettorale perché forse avremmo avuto
Un listino con i candidati al Senato per i cittadini avrebbero conosciuto e votato con le elezioni regionali vedremo successivamente sequestro la Camera potrà riprenderlo
Tra le cose che sono importanti sono avvenute in questi giorni perché altrimenti si vede Solaro il muro contro muro che purtroppo a fare di più e c'è stata anche una dichiarazione del Governo su un punto che noi fino all'inizio dall'inizio abbiamo detto di referendum confermativo
Cioè avere il referendum confermativo come
Ultimo atto perché è una parola definitiva spetta ai cittadini
Senta ma è un atto reale criticati perché nella prima Renzi aveva parlato di rimettere in discussione il senso di uno sbarramento e le preferenze dell'Italia poi è arrivato
Lo stock di Forza Italia convitato di pietra resterà sempre
Scomode cammino delle riforme allora
Io quando ci sono aperture infido sempre perché deve essere verificato sul merito
Ripeto questa apertura c'era stata anche martedì è stato un errore per le opposizioni per ambiguità e per non esserci fidate non abbiano affrontato
In questi termini verificando fino in fondo la possibilità di intese comunque il confronto
Sempre sarebbe stato importante significativo
Sulla legge elettorale io sto alla lettera che il Presidente Renzi ha mandata senatori di maggioranza sto alle dichiarazioni che ieri ha fatto alla direzione e sono tre punti importanti un'unica soglia di sbarramento
Le preferenze e il premio di maggioranza che scatta se si supera il quaranta per cento al primo turno altrimenti ballottaggio questo termine vale su questi tre punti c'è
Ora parlo per me il mio consenso pieno
Gli altri
Vedremo ci confronteremo
Io non non conosco le lettere
Di Forza Italia nel mio a me interessava lettere del PD Presidente tanta vettore però bene
Verranno ritirati gli emendamenti ci sono più
Diciamo che martedì il ritiro degli emendamenti era un atto importante non c'è di mezzo guardi che io ho fatto la proposta
Per avere il confronto su quei temi ma le opposizioni se mantengono otto mila emendamenti non incidono
Se se gli emendamenti sono otto si fa un confronto a fondo uno per punto sui punti che erano stati detti quindi
Sì Empire significativo peccato non sia stato fatto prima ora mi pare che francamente il tema sia di climatiche di emendamenti via vere una disponibilità misurarsi nel merito perché gli emendamenti se sta finendo l'articolo due come lei vede il meccanismo che è stato adottato
Porta a dei risultati che era meglio anzi appunto che era meglio assume di come
Come decisione da parte delle opposizioni però sul metodo voglio dire una cosa a futura memoria
Vedete questa riforma si sta discutendo allora a mio avviso ha degli aspetti di contraddizione
Noi vogliamo far funzionare meglio la democrazia aggiornare
La nostra Costituzione per questo io penso che ci siano molti aspetti che complicheranno non so se funzionerà meglio ma direi che funzionerà modo più complicato ma certamente non è un atto eversivo un colpo di Stato una disgregazione democratica
A me preoccupa e spero che non faccia precedente che su una legge costituzionale invece
Si sia applicato come procedura questo non riguarda il merito il metodo il merito
Quindi non riguarda le proposte di governo di opposizione la procedura ecco a me preoccupa che come procedura si sia adottato in contemporanea il contingentamento dei tempi
E
Il cosiddetto canguro perché applicarle in contemporanea su una legge costituzionale se questo facesse precedente vuol dire che domani o domani l'altro chi vince le elezioni si fa la Costituzione come piace
E questo vorrebbe dire se non ci se ne rende conto sarà ben appunto dire è stato un incidente non è un precedente che la nostra Costituzione che i padri costituenti vollero rigida a differenza dello Statuto Albertino
Diventerebbe una Costituzione flessibile à la carte per le maggioranze di turno ecco io mi auguro che la Camera dei deputati non segua questa procedura e che le opposizioni facciano tremendamente invece che otto mila