03AGO2014
intervista

Crisi Israele - Palestina: collegamenti con Michele Piras e Marisa Nicchi da Hebron e con Erasmo Palazzotto da Tel Aviv

INTERVISTA | di Emilio Targia RADIO - 11:21. Durata: 35 min 26 sec

Player
"Crisi Israele - Palestina: collegamenti con Michele Piras e Marisa Nicchi da Hebron e con Erasmo Palazzotto da Tel Aviv" realizzata da Emilio Targia con Michele Piras (deputato, Sinistra Ecologia Libertà), Marisa Nicchi (deputato, Sinistra Ecologia Libertà), Erasmo Palazzotto (deputato, Sinistra Ecologia Libertà).

L'intervista è stata registrata domenica 3 agosto 2014 alle ore 11:21.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Abu Mazen, Aiuti Umanitari, Diritti Umani, Gaza, Guerra, Hamas, Israele, Medio Oriente, Onu, Palestina, Partito Radicale Nonviolento, Sinistra
Ecologia Liberta', Ue.

La registrazione audio ha una durata di 35 minuti.

leggi tutto

riduci

11:21

Scheda a cura di

Guido Mesiti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Noi fra poco aveva il collegamento invece indiretta alcune dei parlamentari di questa delegazione per avere un po'il polso della situazione di queste ore anch'capire se vi è stato qualche incontro sempre in queste ore ovvi oggi ovviamente tutti i giornali aprono in prima pagina con gli ultimi
Dati con il bilancio delle vittime con quello che sembra essere un inizio di ritiro almeno
Da terra da Gaza prima distruggere tu nelle l'imperativo che risuona ancora nelle parole di di Netanyahu oggi ci sono anche c'è anche attenzione alla visita dinanzi al Cairo il vostro piano e fondamentale
La guerra invincibile il racconto di Adriano Sofri da Gerusalemme in questi giorni a spesso scritto di quello che sta accadendo e della situazione in Israele a Gaza poi dice
Il manifesto riti della generazione Gaza con rinviato a Gaza Michele Giorgio che invece contesta il questioni del ritiro dicendo ieri altre cento vittime civili siamo tutti responsabili firma invece il suo editoriale anche Giuliana Sgrena siamo tutti responsabili
E anche sul sul fatto quotidiano il contrordine Damiano sul ritiro di Israele operazione va avanti finché non non vi suggeriamo tutti tunnel quindi qui il fatto invece presente il ritiro con una
Condizione de molto duro il fatto Quotidiano sulla sul silenzio
Tecce secondo alla è stata diretta da Padellaro sulla questione israelo palestinese nel mondo giova ricordare in questo contesto anche prima di
Avere il primo collegamento la posizione di Marco Pannella di radicalità
Ormai più di vent'anni venticinque anni che c'è la proposta in qualche modo alternativo alle politiche finora perseguite
Per l'ingresso di Israele nell'Unione
Europea chi volesse approfondire la questione può anche trovare sulla
Sul nostro sito attraverso le inchieste di fai notizia le posizioni nel detta Agli radicale c'è un richiamo anche alla guerra del Libano due mila sei la guerra dei trentatré giorni quando Pannella tratti praticata stasera lanciano convertono manifesto appello però grande Satyagraha mondiale per la pace per l'ingresso
Di Israele e Palestina nell'Unione europea si leggeva un naturale ricongiungimento premesso che l'auspicabile ricongiungimento europeo Mediterraneo con
La Palestina con il Libano con la Turchia con la Giordania fino al Maghreb e al Marocco l'ingresso di Israele come sapete da
Più di vent'anni al dentro di una campagna portata avanti dal Partito radicale non violento transnazionale e
Tra spartito era sicuramente una fra gli elementi su cui
Su cui riflettere
Credo che ci segnalano giacché però abbiamo il primo collegamento con
Il parlamentare diesel Michele Piras vediamo se ci ascolta
Con loro possono
Alla buongiorno chiedo Piras che voi siate in questo momento ha dentro ma quindi parliamo di Cisgiordania giusto
Sì siamo arrivati siamo arrivati adesso non salvaguardate Groenink Giordania dove là dove
Questa vicenda quest'ultima partita con la
Sequestro con la rapimento mentre
Ragazzi italiani
Voi siete a trenta e lode quindi da da Gerusalemme avete già avuto qualche incontro in queste poche ore fa la cui siete rimane quasi derivati per poche ore opere Nucleo promotore ciò
Una
Sensata anche per capire questa dimensione
Della Palestina per
Gerusalemme la Spianata delle
Moschee
è la situazione che si deve dire cui ci siamo spostati avrebbero questo pomeriggio invece avremo un incontro con la mera eccetera
Il partito della sinistra
Aveva sionista israeliana
Con ogni probabilità una visita alla
Alla Knesset ha quindi oggi è un'agenda particolarmente importante quindi sarebbe anche utile voli sentirsi se ci riusciamo anche dopo magari questi questi incontri intanto notiamo che ieri il rilievo che ieri è stata più delicata l'ascolto
Sì al confronto con le sovrapposizione palestinese oggi
Sullo stato dell'organo ecco intanto che idea vi siete fatti anche slegati tra poche ore maggiori abbiate maturato insomma una un convincimento rispetto a quello che stacca
Do rispetto alla conflitti arresero palestinese rispetto anche a questi venticinque giorni che insomma come dire espongono voi un bilancio piuttosto pesante anche in termini civili
Pronto sì mi sente
Dicevo che li avete fatti rispetto rispetto ai primi incontri che lei vi siete fatti anche rispetto alle considerazioni che immagino abbiate abbiate già in testa sulla sul conflitto e sulla su questi venticinque giorni di azione militare israeliana su Gaza
Ma intanto Point tutore del del tutto evidente che qualcuno pronta un appalto proprio perché
La condizione del Garda è quella della
Chiusura della dell'assedio
Là dentro vivono
è un milione settecento mila persone
Che subiscono ormai quotidianamente dei bombardamenti e la condizione all'interno dell'avviso di Gardella condizione ormai oltre i limiti diciamo nell'arco del del dramma umanitario
Per cui uno una prima considerazione sarebbe davvero opportuno che in questo momento ci fosse usate il cuoco che consentisse
Prolungato c'è proprio non è possibile diciamo
Schermare in questo momento il conflitto che consentisse alle organizzazioni non governative ad associazioni
Il volontariato di entrare di trattare soccorso alla popolazione che in questo momento è in ginocchio trenta qua presenta corrente elettrica
Anche in una condizione diciamo igienico sanitaria piuttosto preoccupante perché si comincia a temere che ci siano di inclusione di
E alcune
Un'epidemia
Decorrere sulla posizione di di Israele perché proprio in questi minuti
Ci è giunta la notizia
Non è
Quella del bombardamento della
Sono ancora suo lavoro Siffredi tenga conto che
Le scuole uno in questo momento
Sono lo sono
Il rifugio di di tantissime persone che fuggono dalla dalle loro case
L'apposizione di tabelle che dice andremo avanti fino a l'eliminazione completa dei tunnel era una posizione che coincide per come la situazione per come l'abbiamo capita
Coincide con la
Con produzione totale
Di Garda perché ci dicono questa fase infine perché questa alleanza ormai attraversata da alcune per un'esigenza
Diciamo da una parte di
Bypassare il blocco imposto ora da Israele quindi fare entrare
Generi alimentari oltre che diciamo materiali per l'edilizia
E poi anche un'esigenza diciamo così difensiva militare
Al professori Gandalf però in questo momento cada in una gruviera di nel per cui
Sul
Santa viola pena sarà la interrompo un attimo entra importante questione tutela anche perché se Sotudeh che solida un sacco di tempo quindi anche su questo bisognerebbe capire un po'meglio tutta la vicenda di nelle mie risolta in maniera un po'semplicistica però siccome la sua collega Marisa Nichi mi i segnala che alla batteria quasi scarica
Voglio dare subito la parola sua collega Mariani che sia in collegamento come parlamentare di Sella che con lei in missione parlamentare buongiorno proprio
Ah ecco perfetto fasce
Non buongiorno mi chiamo
Ecco allora siccome la la batteria non la sorregge volevo solo chiedere anche le sue valutazioni dei suoi impegni le impressioni che so che l'hanno già
Al suo collega Pica schema ci ha già esplicitato le chiederei a lei invece che che ruolo può avere se può avere ancora ruolo Abu Mazen nel caso non si capisce bene come quando si possa rimboccare un percorso di di trattative di dialogo
A Roma gliene terzi scrivo di livello in questo momento perché
Largo radicalizzazione la militarizzazione la guerra
Che veneta aggressione di unitarietà facendo al Garda indennità
Sul
Certamente motivata per colpire un attimo in verità
Rendere esce è un obiettivo difficile
L'attenzione di un'area di Parigi vede moderato appieno quella che competenti indispensabile
Spero portare ad una mediazione di pace perché lì non si può più aspettare caldaia in una condizione drammatica
Che quindi bisogna assolutamente che ci sia il cessate il fuoco
Partecipare accaldarci perno di un parere
Immediatamente netto centodue mai e bisogna costruire un corridoio pensiamo il Barellai perciò andare i bambini le donne che sono tutto una stadio inaccettabile il mondo non può non e non può continuare ad essere indifferente
Grazie Necchi risentirei risentirei Piras per concludere poi vi lascio magari ci possiamo consentire con batterie cariche dopo gli incontri che avrete nel pomeriggio
Sacco Arbore
Grazie a Marisa Nichi SEL Michele Piras ancora con noi pecore economato anche a lei visto che stiamo ragionando sui tunnel essudato Mani Dario forse al di là poi ovviamente dell'aspetto
Dall'aspetto tecnico-politico dell'aspetto del conflitto israelo palestinese di quello che è successo in questi anni flussi sicuramente bisogna ragionare anche sul dato delle vittime civili perché
Le confermo che le agenzie rilanciano
Il dato di chi dice dieci chi diciassette vittime dei questo lavora ed israeliana contro la scuola gestirà Nazioni Unite a a Rafah nel sud della Striscia di di Gaza quindi probabilmente bisogna ragionare anche un po'in questi termini visto che il dato
Piuttosto sconcertante le vittime civili sconcertante perché sappiamo bene che Israele dispone di un esercito fra i più tecnologici del pianeta e e quindi insomma è quanto meno anomalo il dato di la percentuale di di vittime civili che secondo fonti autorevoli come le Nazioni Unite e fonti mediche internazionali e si aggirerebbe intorno all'ottanta per cento
Bene non è ancora in grado di io credo perché un'attenzione diciamo significa ricca Vittorio cioè
Una striscia di Gaza e ha una lunghezza di quarantatré chilometri è una profondità di tredici
E all'interno di questo spicchio di terra è come se diciamo come la Mitterrand nell'hinterland di Cagliari grosso modo abitassero milione settecento mila persone cioè c'è una densità di popolazione tale per cui
Diciamo la
La precisione balistica viene meno nel momento in cui diciamo così si va a bombardare un territorio di questo
Di questo tipo questore
A mio avviso un primo elemento un secondo elemento questo diciamo
Sulla valutazione forse più
Di carattere di carattere militare ma
A differenza della dell'esercito israeliano le truppe chiamiamolo così di tipica mass
O della CIA hanno un inquadramento M.O.F. secolare
Per cui diciamo andarmi a cercare con
Strane la precisione balistica di un missile una cosa impossibile perché scelta come dicono
Caserme luoghi
Diciamo istituzionali della presenza armata ridicoli prova buoni di queste formazioni palestinesi bene chi sono confusi nella popolazione
Per cui
Diciamo questo elemento qua crea le precondizioni per una tragedia umanitaria di questo tipo noi da questo punto di vista le conferme ce l'abbiamo tutti almeno di Cuper quelle informazioni che siamo riuscite ad ottenere anche a incrociare diciamo fra la componente palestinese diciamo le interlocuzioni
E abbiamo avuto con
I movimenti pacifisti israeliani tax da questo punto di vista avete un incontro nelle prossime l'avete già avuto
No il CONI pacifico negli anni abbiamo avuto incontri ieri mattina alle otto e trenta con Michelle lasciarsi noto Mikado è uno dei pezzi di storia del movimento pacifista
Israeliano poi nel
La pena alle alle nove abbiamo incontrato un altro gruppo diciamo di volontari per la pace israeliani
Che è diciamo ci hanno descritto più sul piano culturale che su quello militare quello che sta
Succedendo diciamo in queste ore che spesso diciamo ritorna in una in questo ciclo
E non si conclude mai in questo circuito perverso questa spirale fra violenta prende
Guerra senta la la la la lascio ma magari ci risentiamo chiedendo anche la sua valutazione rispetto alla antica ormai proposta di Marco Pannella di un ingresso di Israele di Palestina nell'Unione europea
Ma io penso che
Sul piano diciamo dei legami
Culturali storici e anche dal punto di vista del Burlo per lo scambio economico che in questo momento c'è fra quelle fra il continente europeo e i Paesi europei in e Israele
Probabilmente ci sarebbe una buona cosa devo dire però
Comunque so che
Prima
Dividendi diciamo di accettare un ingresso di querele nella Comunità europea bisognerebbe assicurati del dell'effettivo rispetto del diritto umano
Dei diritti umani
In questo territorio e un rispetto che noi vediamo che voi conta abbiamo qui in queste ore mi né nei paradossi
Dei
Un dei doppi e tripli regimi di di cittadinanza e di previdenza nel nei muri che sono stati eletti nel
Ho
Nella presentati colonie
Diciamo inutile sia quelle
Legali dal punto di vista di creare
Israele che quelle illegali perché dal punto di vista ritrae le ho lette e contraddizioni nelle città
Insomma della pratica
Circondata dal Pirossina politiche i gruppi di coloni del rapporto che sembra
Particolarmente la l'arredo una componente ortodossa del
Per la società della società israeliana ed palestinesi ciò che viene insegnato nelle scuole la geografia negata insomma d'Europa
Per avere io credo che papello sicuramente più di quanto non ce l'abbia in questi di quanto non abbia dimostrato in questi
In questo momento edili di battaglia ieri carneficina
E deve avere un ruolo attivo
Per
Per la pace è giusto che coinvolga questo pezzo di mondo che contribuisca anche in questa maniera la pace
Alla pace nel mondo a dirimere una situazione ormai dura
Da da si potrebbe dire da sempre almeno dalla a quel pezzo di storia meriterebbe ben conosciamo e vediamo ma bisognerebbe che è utile Europa dovrebbe garantire di
Il rispetto dei diritti umani mi pare
Pari trattamento fra i cittadini per gli anni
E i palestinesi il Lerna pari distribuzione la e quei tutto distribuzione delle risorse
Naturali a partire dall'acqua è un problema
è un problema per i palestinesi ed evidentemente italiani no a partire dalla parità di condizioni
Cioè sono dei
Insomma
Come di presupposti
Dell'ingresso in una
In una comunità come quella europea e ora ovvero il contingente la mia opinione per limitarci tricolore europei come in quello che
L'Europa fa o soprattutto non fa in questo momento però nell'atto fondativo dell'Europa sette la corruzione la centralità della questione diritti acqua i tiri sono negati si son nega in un quadro
Aldilà veramente dal fatto che uno si possa schierare
Più verso il
Passante sul versante palestinese piuttosto che su quello israeliano al tema è che noi verifichiamo qui nelle piccole cose la negazione e i diritti di cittadinanza di diritti umani per un pezzo
Importante della
Della popolazione di questo
E questo territorio quindi prima i diritti si dovrebbe fare
Io ma la comunità internazionale lungo e poi diciamo violentemente
Io metterei in regime di conflitto di provocazione se vogliamo anche Regioni in programma continua per la ricerca del pretesto dello scontro io ricevo tardi alla Spianata delle moschee faccio un piccolo esempio avrebbe voluto una
Diciamo non ha portato conseguente ulteriori però
Colto davanti ai nostri occhi la provocazione di un gruppo di studenti ortodossi ebrei
E pentagono di entrare laddove un tempo se del Tempio di Salomone oggi c'è una moschea
Tra le più belle più caratteristiche della l'assioma per delle modelle delle mosse
La provocazione dell'ingresso in un luogo sacro di altri però
Se vogliamo storicamente o conteso
Che viene diciamo osteggiato dalle donne
Dalle donne palestinesi dalle donne islamiche al grido di
Parlavo a Cuba è con la politica che li dovrebbe diciamo interporti per impedire
Che israeliani gli ebrei scontrino entrino in quel luogo sacro all'Islam invece la politica si interpone per proteggere criticamente per proteggere insomma anche in questa gestore dell'ordine pubblico
Abbiamo ho modo di vedere momenti significativi del controllo dei documenti ed antiche Prodi accesso entrare dove i pali Sineri potrebbero pure passare
Da parte della politica da parte della polizia israeliana perché teniamo conto che questi territori sono controllati dalla politica
Italiana pur essendo
Diciamo
Pur essendo diciamo in parte in parte diciamo sotto l'autorità sopra autorità preparazione
Questo è
Il clima che c'è qui non ha fatto bene a dirlo ha fatto bene a dieci ordina sta adesso abbiamo il suo collega palazzotto che invece in collegamento alla della libertà io sarei d'accordo però la congederei salvo poi magari risentirci per capire come sono andati anche dei vostri letto gli incontri nati dal prossimo a vostra disposizione grazie anche per ora di lavoro
Buon lavoro grazie amiche nevica sa anche per la messa in qualche modo
Giornalistica da reporter per cui l'abbiamo e ho utilizzato allora abbiamo erano palazzotto che ringraziamo ci scusiamo per qualche minuto di attesa ma eravamo appunto in collegamento con con Hebron buongiorno palazzotto
Buongiorno a voi è un'altra missione in essere questa palazzotto coordinatore regionale di Sinistra ecologia Libertà parlamentare molto giovane lei è l'icona delegazione Commissione esteri se qui trovate in questo mento vattela Lille credo che sia del
Si dà qualche i incontro piuttosto importante e noi abbiamo iniziato stamattina da vinti dalla delegazione della Commissione per i
Casualmente e organiche ma qua
La dei
Parlamentari per la pace ma che teniamo la
Da questo punto di di ma anche una tangibili tale nostro Parlamento rispetto
A quello che sta accadendo qualche penso vada colto comunque né a me molto positivo
Diciamo questo vendere parlamentare per trattazione ma io oggi abbiamo
Incontrata del primo incontro che abbiamo fatto bene il contratto l'équipe il dente Shimon Peres nel nel Centro per la pace Perez nella sua nuova appunto funzione non
Non più ictus cerebrale
E poi dopo adesso abbiamo appena finito l'incontro con congratulazioni pacifista italiane lo specifico compito Naro secondo il parere circonda nell'incontro di stamattina
Pensione ammette tutte anche le contraddizioni di una
Opinione pubblica israeliana che essa
Lentamente se
Circolando verso
Una
Come dire normalizzazione di del conflitto ecco io
Noto come
Terra una società israeliana negli lui che abbiamo avuto già in corso poche ore eccome cioè
Il completo possa qualcosa che tra l'altro riguarda
La vita quotidiana perché ormai ci si è abituati a questa idea la scena la Palestina e palestinesi non sono più considerati dei Pedicini mattutina mente se un problema che quindi
Ogni misura poste anche insufficiente rispetto
Alla difetta del principio di sicurezza di Israele
Sì no continua
No
Nello specifico ecco devo dire che pur riconoscendo lo spettatore della figura di pellet
Confronto lo Stato molto deludente
Anche lui ha utilizzato la metafora picchettano al suo balcone con un bambino in braccio destro
Il dirimpettaio comincia a sparare per giustificare l'idea che a quel punto che cosa ci sta quindi qualunque intervento anche questo massacro in corso a Gaza viene giustificata dalla necessità
Di
Una difetta ignorando completamente quelle che sono le conseguenze nello specifico riconosce in Enzo e la valorizzazione della figura
Di Abu Mazen quindi interlocuzione con la leadership moderata palestinese
Privilegiata contro quella di Amato che solo già un'organizzazione terroristica però non comprende come invece
Azioni di questo tipo unite per esempio allora continuo politica di espansione del Pinter le menti delle colonie in territori e gli organi a invece indebolita quella leadership che ricerca disperatamente la pace per rafforzi
Le forze più radicali etniche come ama io penso che alla fine di questo
Conflitto la virale ora bollato poi a mobilitare la metafora accusata da Grossman di odio di violenza dentro cui sono intrappolati tranne palestinesi c'era molto più forte e probabilmente anche molto più Grande fascista espandendo ben oltre i confini di Israele quale quindi una
Ecco noi abbiamo trovato devo dire ed approvato uno Guterres invece molto dedichino alle posizioni di metà mi auguro
Che addirittura come ci dicevano poc'anzi
Le associazioni pacifiste paradossalmente ne teniamo sembra diventato dentro il suo Governo l'ala più di Fini RAI perché invece
L'opinione pubblica italiana e anche
Le forze politiche più radicali hanno
Una forza
Ma nonché i sondaggi ci dicono che il novanta accento tutta la popolazione italiana convinta che sia giusto l'intervento e che addirittura
Ci sia un settanta per cento che lo ritiene proporzionate un trenta per cento come ritiene insufficiente stesse come risposta rispetto allo pensionati amate
A noi ci troviamo in in questa condizione se posso permettermi una osservazione io ho fatto notare al
Al Presidente verso questa contraddizione cioè come
Interventi che Israele sta mettendo in campo in questo momento in realtà il rapportino il contenzioso che Hamas
Il popolo vuole esprimersi resto queste palazzotto sembra confermato da da da dai primi dati cracker che su questo fronte emergono in effetti
Sì no in questo momento c'è un
Un consenso totale devo dire la verità scippare c'è qualche la tentazione di un ardito umanizzazione del conflitto
Come dicevo prima
Non
Non c'è più la capacità di guardare alla tragedia che si sta consumando a poche centinaia di chilometri da qui io come appena vincolato sicuramente a qualche centinaio di chilometri a avrà un boom di un paio d'ore in macchina c'è il macabro di Gaza pure qui la vita corre come una fosse
Turbata quasi con fastidio da qualche allarme da qualche Firema ma veramente c'è una rimozione
Di quello che poi invece
La sofferenza che è un compito di quel blocco Giarritta provocando come
Un popolo palestinese se io da questo punto di vista penso
Poi la nostra delegazione
Ripeta e appena iniziata ancora avremmo da incontrare soprattutto tutta la parte delle Autorità sta definendo che ancora c'è la parte anche
Delle ha ritenuto non m ma
Io penso che il tema vero sia
La necessità
Di ogni intervento della comunità internazionale davanti a questo tipo Fiore perché
La DIC dopo un utilizzando la metafora che è stata
Più volte richiamata del chi chiede sul balcone coltura io in braccio è coperto se qualcuno comincia apparati di solito chiami la polizia
Ecco qui la polizia non c'è allora forse è il caso di riportare
Questa discussione dentro un piano di legalità internazionale e di giustizia allora bisogna accettare quell'mettono di crimini di guerra e la violazione dei diritti umani in questo momento lettera c del tra le hanno perpetrando nei confronti
Del popolo palestinese e a Gaza ma c'è anche la necessità che è un dialogo che riprenda a partire dal rito per la verità internazionale sentivo poco fa che parlavate quindi collega Piras se della proposta di mettere Israele o le tira dentro la Comunità europea
Perché penso che il presupposto impennata la Comunità europea e il rispetto dell'la legalità internazionale prima di tutto e il brand e continua a muoversi invece nel solco di una illegalità internazionale non rispettando quello che ci sono le risoluzioni dell'ONU a partire dalla rientra dentro i confini stabiliti
Mercoledì che mette in campo vanno commentando in questo momento logico ovviamente non è una giustificazione nei confronti di Hamas ma è un dato di fatto
Che decolli
Di che mette in campo le tabelle in questi anni sport
Negli ultimi cinquant'anni hanno semplicemente
A cui do il conflitto sesto noi siamo davanti alla necessità oggi
Lì porre fine dipinti bucare quella
Quella bolla d'odio e riportare la parte davanti a un confronto che proponga attivamente l'idea di due poco
I privati va però noi ci fermiamo ringraziamo era suo palazzotto in collegamento con noi da Tel Aviv dopo i primi incontri con Peres con
Altri incontri che seguiranno da quello che vedo nei prossimi giorni magari torneremo a risollevare le i collegi e i suoi fino per quelli minimamente nelle sue bella i suoi colleghi della delegazione la Commissione esteri grazie intanto grazie a voi buon lavoro prego grazie buon lavoro per l'incontro nelle prossime ore in
Agende avrebbe avuto anche una finestra su questo incontro che c'è stato con per sta parte della relazione la Commissione esteri italiana uno sguardo ma anche a qualche a qualche articolo certi
La corrispondenza da razza di Maurizio Molinari impartite avete ci ascolta che sicuramente nel corso della rassegna stampa di questa mattina Erez la porta sulla guerra firma
O in aree sulla stampa racconta la quella legata significa attraversare Erez il posto di frontiera più blindato è bombardata da Medioriente attraverso il quale passa chiunque viva a cavallo fra Israele Gaza
E ancora scrive Molinari da qui passano operatori internazionali reporter volontario Angie e civili in fuga era il senso e di guerra
E chiunque vuole superarlo Marandola Israele Fanti Camera all'incrocio di iato Mordechai al nome del vicino kibbutz intitolato a Mordechai
Aniene riceverò della rivolta traghetto diversa levate nazisti che fu teatro di avere più cruente battaglie della guerra indipendenza del quarantotto un modello di metallo perché sono da reti e lamiere perché un che oltre mezzo si cammina esposti
Hai due lati della frontiera
Questo è il reportage viaggio di Maurizio Molinari verso Gaza city aeree sfratto anche missili così si attraverso il confine più bombardato nel mondo poi
Una per di nessuno dal posto di blocco dell'Anp parte un autobus palestinese in viaggio costa
Ventuno euro
Sulla sta qui sulla stampa poiché
è di particolare interesse l'articolo di Adriano Sofri
Che spesso in questi giorni queste corrispondenza Gerusalemme ha cercato di tracciare un pollice magari del presente provando a prefigurare
Quello che potrebbe accadere in futuro oggi USA il titolo è insomma già di per sé piuttosto potente una guerra in vinci e che porta solo lutti e odio Israele vuole dimostrare di non avere le mani legate ma continua illudere la questione dello Stato palestinese scrive Sofri
Tra l'altro niente più gente che interrompere smettere un massacro insensato che del resto ha già ottenuto di battere il record di morti ammazzati delle biennali guerre di Gaza e la spirale di reciproco odio
I morti ammazzati riferiti prosegue so file tre questo tentato emettono una pausa all'odio che ogni volta si esacerbare occorre
Un tempo lentissimo ammesso che il tempo lo Leni Sky non lo fissi
Netanyahu farà forse una sola cosa che possa ridurre i danni nel vicolo cieco in cui si è voluto e si è fatto cacciare
Quella di Gaza non è una guerra in cui si possa vincere ogni giorno che passa si perde la faccia agli occhi del mondo si logora oltre ogni precedente rapporto
L'alleato americano si regala fiato arriva l'interni che giocano un rincaro provocatorio si moltiplica il rischio tremendo per Israele di vedere qualcuno
Dei propri militari
Ho dei propri cittadini sequestrati da masso dalle bande concorrenti l'unico terreno sul quale si vince di gran lunga il totale delle vittime palestinesi la più ingannevole delle vittoria oltre che la più vergognosa
E non la si può rivendicare al contrario bisogna presentarla come risultato non voluto le trappole nemiche o errori proprio incidenti del mestiere benché a volte si è difficile negare nella consapevolezza se non c'è l'intenzione come nell'attacco all'ospedale all'acqua fa con la scuola della
Wenner RV alla scuola del loro denunciato con una veemenza dal direttore dell'agenzia dell'ONU che disse avevamo comunicato diciassette volte le coordinate della nostra posizione
Se avesse accettato negoziato in Egitto altrove prosegue soffre Netanya avrebbe in questo momento ha messo quello che è sotto gli occhi di tutti di aver perduto politicamente una partita che non può avere una vittoria militare e che li sta scavando il terreno sotto i piedi così
E poi prosegue ovviamente so prima questo racconto reportage che anche un'analisi però di quello che sta succedendo
Oltre a sopite uno sguardo ancora le agenzie negli articoli corrisponde assolvimento tantissime ci sembrava
Di particolare interesse il l'analisi di di Adriano Sofri su Repubblica di di quest'oggi
Intanto per quanto riguarda per quanto riguarda le ultimissime le ultimissime notizie è confermato appunto questo questo altro questo atto bombardamento in un alla scuola
In una scuola dell'ONU che era stata adibita a una sorta di luogo per
Feriti e sfollati il bilancio appunto dovrebbe essere di dieci morti e di alcuni feriti questo per quanto riguarda
Le ultime notizia ambiente anche dalle dalle agenzie noi ovviamente poi torneremo anche su questo e cercheremo di ascoltare
Anche le altre voci che ci arriveranno dalla
Dagli altri componenti della delle missioni
Che sono in una corso oltre a quella che della reazione Commissione esteri quell'appunto dei parlamentari di sinistra che se nel di del PD che vedremo anche se usciranno a raggiungere o meno
Gaza così come poi noi ovviamente continueremo qui da Radio Radicale occuparci della questione medio oriente
E Palestina e Israele ci fermiamo questo spazio che abbiamo iniziato con la lunga corrispondenza registrata da che sarà pugliese con la Fiamma Nirenstein e poiché abbiamo sentito lì voci di alcuni parlamentari
I primi due Michele pigliasse Marisa Nichi in collegamento dalla SIT dalla Cisgiordania da Hebron e poi ho sentito componente della delegazione alla Commissione esteri Erasmo palazzotto invece era in collegamento con noi da Tel Aviv reduce da un incontro con
Per essere altri incontri ci saranno e cercheremo di darvene contro intanto
Per ora ci fermiamo vi lasciamo solo a qualche momento di musica poi torniamo in diretta qui su Radio radicale quando sono le undici e cinquantotto minuti