05AGO2014
intervista

Intervista a Gian Antonio Stella sulla alluvione che ha colpito Refrontolo (Treviso)

INTERVISTA | di Enrico Salvatori RADIO - 17:19. Durata: 15 min 50 sec

Player
Sabato 2 Agosto, l'acqua del fiume Lierza, ha travolto furiosa la tradizionale "festa degli uomini", una festa popolare organizzata dalla ProLoco del paese del comune Trevigiano, provocando vittime e feriti.

Ne abbiamo parlato con Gian Antonio Stella che -in questi giorni- sta approfondendo la vicenda sul Corriere della Sera.

"Intervista a Gian Antonio Stella sulla alluvione che ha colpito Refrontolo (Treviso)" realizzata da Enrico Salvatori con Gian Antonio Stella (giornalista de "Il Corriere della Sera").

L'intervista è stata registrata martedì 5 agosto 2014 alle 17:19.

Nel corso
dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Agricoltura, Ambiente, Boschi, Campania, Clima, Condono, Decessi, Disastri, Geologia, Guardia Forestale, Lega Nord, Napoli, Prevenzione, Terremoto, Territorio, Treviso, Veneto, Vesuvio, Vino.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.

leggi tutto

riduci

17:19

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale torniamo a parlare dell'alluvione che ha colpito raffronto nella Provincia di Treviso e come ricorderete infatti sabato scorso l'acqua del fiume diversa travolto furiosa la tradizionale festa degli uomini una festa popolare organizzata
Dalla Pro Loco del paese del Comune appunto trevigiano provocando
Ancora una volta vittime che feriti
La procura di Treviso in tutto questo ha aperto un fascicolo per disporre degli accertamenti sulle cause del disastro in tutto questo è nato un dibattito una
Polemica diremo tra chi accusa da una parte gli agricoltori del Prosecco sostenendo che i terreni messi a vitigno siano fragile franosi e che quindi
Abbiano onda rubato terra al bosco che in questo modo non sarebbe in grado di assorbe nell'acqua piovana che quindi scende tutta balle causando le esondazioni dei torrenti dall'altra parte però gli agricoltori si difendono sostenendo che i terrazzamenti soprattutto quelli dell'Area trevigiana dicono loro sono fatti bene quindi
Tengono e drenano l'acqua bene di tutta questa vicenda in questi giorni se ne sta occupando attraverso degli importanti approfondimenti sul Corriere della Sera
Gian Antonio Stella che abbiamo in collegamento e che ringraziamo per aver accettato il nostro invito ben trovato Stella
Buongiorno a voi insomma il sospetto che ci sia ma questa volta una responsabilità dei terreni messi a vitigno su questa
Come dire ultima sciagura mi sembra abbastanza verosimile visto che
Da quello che apprendo sempre dal Corriere nell'ultimo anno la guardia forestale della marca depositato quattro denunce per trasformazione abusiva
Di terreno boscato in altra cultura quindi forse qualche vitigno e anche nato dove non sarebbe dovuto nascere o non è così
Ma
Mi limito a dire che insomma saranno non capisco perché la Comunità montana o comunque
Mentre il pubblico dei cittadini debba vendere o una per Renault a
Devo vedere un terreno a
Dei viticoltori che poi trova questo terreno vigne ora
è chiaro che le viene sono belle no cioè prego
Plenarie sono diventato il sito UNESCO grazie alla bellezza dei terrazzamenti ci mancherebbe altro non è che piantano
E non è che mettono tutti
Pulirli cemento armato brutti orrendi Chiesa mettono giubbini sono
Sono meglio insomma
Il fatto che servite possono essere anche
Perché i voli in Aula all'occhio o no sinonimo acido sulle così parto da pensare il contrario però i dati ci dicono che Venezia per esempio dello molto otto attenta nel nel distruggere i voti perché
Rinnovo correggere dei licenziati per capire che il volto tiene meglio del eventuali
Clienti di come quelli attuazione c'è l'altro giorno ritiene meglio che non un prato però è una cosa Assoutenti odierna che veloci
Delle balle di fieno così gravi ammesso che abbiamo avuto un peso nel realizzato così come si è detto voglio dire a dopo al secondo Aldo Carosi ternano no
Invece se non c'è riempimento scendono scendono giù fino
Pieno avallo ma infatti tutti gli spieghi come si sia stata
Diciamo una responsabilità precisa di alcuni Consiglieri regionali da lega Nord perché nel due mila tredici annunciarono dei ritocchi alle norme
Che permettevano di abbattere rimpiazzare dei boschi per fare spazio vigneti però ecco senza neppure la valutazione dei valori ancora
Do per riassumere valide seduta scrutatori non possono nel seguito tutto Geppi sia insufficiente tensione sociale
A dire parlare di una legge detto Ustad criteri i boschi ma quando mai una legge che nei tempi e costi può essere vetustà
Trenta euro
Ci alternative frutto di un bosco tanto più in caso come questo con una rete
E in cui fino a dieci ettari
Noi non devi presentare il piano dove nel presentare la valutazione di impatto ambientale c'è scavalchi la TIA sedici ettari sono dieci mila metri quadri rosso mica pochi
Votazione Bosco e dieci venerdì dieci mila metri quadri
Altri
Scusa è una prima violata però agrumeto agosto diecimila quindi dieci ettari sono cento mila metri quadri non è che uno porta
Immaginare
Che una scelta come quinta si potrà fare cento appare sapete che ci sia un possibile intervento da parte del
Anche qui dovrebbe creare su queste cose però scusa Stella forse in qualche modo lo possiamo dire senza
Troppa alla retorica che in qualche modo era prevedibile tant'è che qualche
Settimana dopo il provvedimento regionale del due mila tre mesi un giornale locale pubblicava un articolo intitolato Bosco trarre fronto Lothar zona ci sono raso al suolo per i vigneti cioè insomma sono le zone appena colpite dalla
Alluvione le zone Cosimo sono strutture che prevede
Poi magari non si dirà però non è quello che Darko richiedono un'altra parte non voglio in questo caso specifico
Ci siano delle responsabilità di quel particolare
Amburgo battuto di quel particolare vigneto piantato però quello che con la discussione perché
E il tema
Era stato posto ed non era stato posto da fanatici ambientalisti i talebani nemici della del progresso
Anche perché ripeto Lina
Bella dici che il Rettore a priori Corradi alla linea dipende al punto da come e dove no ebbe ci sarà una scienza della pianificazione immagina
Qual è quello il punto sempre decidiamo
Lei non è mancato il passato nel Veneto lo dico da Veneto e lo dico con dispiacere rimarcato in passato una programmazione seria pacato una programmazione seria sulle
Sulla sviluppo industriale no ed oggi si manca in questo caso anche lo sviluppo agricolo ambiti vitivinicolo
Ed è un peccato perché vuol dire che il Veneto troppo spesso
Complete lo chiede nota degli errori del passato non ci ritroviamo per dire
Parlando del dello sviluppo industriale ci troviamo Cuccu comuni come Crocetta del Montello che si ritrova con
Con ventotto anni industriali pur avendo circa
Mirabilmente dodici mila abitanti è chiaro che che qualcosa di profondamente sbagliato e tutto quello
E che che le elezioni non vengano Paesi ci sono delle elezioni generali che dovrebbero pare insomma essere parte
Capite
Popolo serio serio insomma dopo aver rivisto tante riunioni e tanti morti dovuti anche
Alla
Anche alla
Gli errori
Umani diverso ma dovete stare più attento ma infatti io
Vorrei per concludere citare due parole chiave
Da quello che è il vocabolario del dissesto idrogeologico che elabori proprio gite sul Corriere della Sera la prima è amnesia no nel senso che ci dimentichiamo della fragilità dell'territorio tranne il giorno dopo la tragedia ma questo è anche una cosa che si dice sempre forte ci siamo anche un po'stancati di vivere cioè la seconda è danni in dieci anni
Da quello che ci ricordi tu per tamponare appunto i danni dovuti
Ad alluvioni terremoti e frane lo stato dovuto scucire venti miliardi e novecento milioni di euro circa
Quando invece per rendere sicuro il nostro territorio basterebbero soltanto quarantaquattro miliardi una fronte degli spiccioli che i Governi
Che si sono susseguiti hanno stanziato fino ad oggi non è così
Purtroppo da segue l'emergenza
Abbia sembra aver perso la la loro capacità di
Di di progettuale
Il personale
Non dico dopodomani ma almeno al domani è invece orpelli penso solo all'oggi
Si regolava volta per volta assecondare anche magari i sondaggi quello che la gente pensa allora c'è una una catena di emergente aumento dei fondi per apprendere
Per il rischio idrogeologico il rischio sismico il giorno dopo che Tirreno che appena l'attenzione si allontana tolgono i soldi dall'altro il fare delle altre cose poi non è un'altra parte adesso sta parlando del rischio idrogeologico no
Però
Lire rischio ossia il vecchio
Essendo passato qualche mese ripeto solo qualche mese
L'ultimo dall'ultimo terremoto c'è quello perviene Nidia bene il rischio sismico pare che non ci sia più nessuno sinistra è un tema di cui
Rinnovo per non parlare del rischio vulcanico grazie al proprio
Quella lì è una cosa di cui che dovrebbe essere
Sotto gli occhi di tutti proprio in questi giorni la Regione Campania
Ha deciso di riaprire poi
Immagino che ancora una volta nell'atrio saranno bloccati da qualche intervento
La partita elettorale laddove disabile siete fatti però ancora una volta sta provando a riaprire i termini condono
Del mille novecento addirittura al mille novecentottantacinque risorse se ci rendiamo conto cioè riaprire i termini di un condono
Lì ventinove anni fa ripeto ventinove anni fa perché
Perché a suo tempo con la legge giustamente esistente delle cave che stanno sotto il vulcano
Non possono valere le regole che valgono
Per prenderne atto del carcere Italia ed è questa cosa che era appare voglio dire ovvia
Ho ascoltato
Quasi una banalità a a ogni persona che abbia un briciolo il cervello bene
Raccordare che comunque danneggia
Werder danneggia
Degli elettori di un certo tipo di politici che appena c'è occasione
Appena lette si distrae appena è passato un po'di tempo dall'ultimo terremoto
E questi qua subito simmetrico elemento nel tentativo di fare passare quegli aggiustamenti lire poiché poi serio terremoto statuti attuazione al silenzio e così via
L'ordine richiamo Cibali
Che
Il giorno e in cui successo e terremoto dell'Aquila la mattina detta pertanto un miracolo
Se quella volta dell'arte d'aiuto di Ermete Realacci sono riuscito a recuperare testo originale perché l'aveva già fatto sparire
A metà mattinata dal partito al testo originale a discuterne solo dopo il terremoto dell'Aquila fu
A fu cambiato il decreto piaghe avvenimenti del Governo Berlusconi
Che parlava di semplificazioni delle degli artisti norme antisismiche
Io Rollo voglio dimenticarmi queste cose perché
è assolutamente indispensabile ricordarle queste cose
Perché che la prevenzione sia una cosa che si può fare ogni tanto poi dimenticarsene degli esteri penso al Giappone
Ci sono delle esercitazioni quotidiane intorno per vedere se del
Presente vado che la gente non possa essere sorpreso terremoto noi che siamo Paese esposto
Forse quanto il Giappone
Letture
Futura
Completamente prima parlavo del condono e poi chiudiamo appunto previsto nella regione Campania ricordiamoci che la Napoli e la città anche più di tutte in Italia alla più alta densità
Edilizia abitativa del del del del del della penisola ed è compressa avrà due zone ad alto rischio vulcanico sette punto l'ultima cosa forse
Noi davo stamattina nel Veneto del fatto che di Sarno stanno aveva addirittura aveva addirittura la più alta percentuale
Ettore italiana degli insediamenti
Gli insediamenti umani ed era farlo
Se è utile con la città assolutamente delle schiave demenziale
Poi quando succedono voglio dire che la allora ecco tutti attrezzarsi deve però l'unico modo per riferire che ha dato utile pensarci quando
Del catasto pensarci prima appunto proprio da qualche decennio fa questa emittente ma soprattutto attraverso iniziative in Parlamento era dica
I
Hanno ripetendo che la necessità di organizzare per ogni quartiere la presenza di un geologo un geologo di quartiere secondo che ne avremmo bisogno ancora
Accuse ogni quartiere troppo perché ci sono delle aree che non solo però
Tutte lavori dell'Italia
E a rischio sismico non tutta l'Italia rischio e a rischio
Idrogeologico però certo
Senologico
Per sicuramente assolutamente necessaria organica maggiore dei quesiti del dei geologi ma soprattutto
Generale ascoltarli
Perché poi non serve a niente recedere degli uffici si avvertono
Degli allargamenti e poi
Per motivi squisitamente elettorali
I Comuni fanno finta di niente ci dimenticano nella cosa archivi a volte
A incoraggiare l'ho ripetuto le peggiori abitudini i loro elettori perché comunque perché guardi garantiscono al voto e poi il
Se succede succede
Grazie noi ti ringraziamo veramente per le ore sono Antonio Grazia Gian Antonio Stella grazie ancora buon lavoro