05AGO2014
rubriche

Rassegna di Geopolitica - La "finanziarizzazione delle materie prime" (Seconda parte)

RUBRICA | di Lorenzo Rendi Radio - 23:35. Durata: 16 min 43 sec

Player
"Nazioni in fuga: alla ricerca dei prossimi miracoli economici" di Ruchir Sharma Codice Edizioni, 2014.

Puntata di "Rassegna di Geopolitica - La "finanziarizzazione delle materie prime" (Seconda parte)" di martedì 5 agosto 2014 condotta da Lorenzo Rendi .

Tra gli argomenti discussi: Commercio, Crisi, Economia, Energia, Esteri, Finanza, Finanza Pubblica, Geopolitica, Globalizzazione, Libro, Mercato, Produzione, Rassegna Stampa, Ricerca.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 16 minuti.
23:35

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori di Radio Radicale mercoledì sei agosto due mila quattordici agevolata sia di geopolitica completiamo con questa seconda parte la recensione la presentazione di questo libro appena pubblicato intitolato nazioni in fuga alla ricerca dei prossimi miracoli economici autore
Conosceva charmant il quale è un economista e analista finanziario per Morgan Stanley e anche il Dorelli è stato alcune tra le principali testate economiche finanziarie
Le più note che cosa sono queste nazioni in fuga che fanno il titolo
Del libro lo spiega così l'autore si trattava in sostanza di una definizione per quelle che una volta veniva definiti
Il gruppo dei Paesi emergenti intorno alla metà dell'ultimo decennio scrive l'autore
Sembrava che chiunque fosse in grado di raccogliere capitali per i mercati emergenti perfino incapace mentre la fine del decennio sembrava che sono incapaci sarebbe mai venuto in mente di farlo ma sono infatti ci insegna che lo sviluppo economico funziona con una partita scale e serpenti
Non c'è un percorso rettilineo verso la vetta e ci sono più serpenti che scale vale a dire che è più facile cadere che salire una nazione possa dire scale per uno due o tre decenni ma poi finire su un serpente e tornare al punto di partenza
Dove magari tutto ricomincia all'infinito mentre intanto le avversarie la superano
è insomma più frequente tornare indietro che arrivare in vetta i competitor non mancano che solo poche nazioni riescono a smentire le previsioni si tratta delle rare nazioni in fuga
Che si aggiudicano la partita perché crescono più rapidamente degli avversari che appartengono allo stessa categoria di reddito e questa in sintesi nelle parole dello Torre stesso la definizione di nazioni in fuga il libro poi e articolato su una disamina di quelle che erano nazione più promettenti
Alcune hanno mantenuto queste promesse e altre invece le hanno mancate clamorosamente comunque si parla profondamente vicina
India Brasile Messico Russia Europa Turchia
Indonesia ex ETI asiatiche la medaglia d'oro questa la definisce ecco che all'eccellenza la Corea del Sud le terra luna di miele il Sudafrica poiché il quarto mondo
E allora noi andiamo invece in chiusura in questa seconda parte ad occuparci di un bene che comunque condiziona alla luce dalla globalizzazione
Anche i flussi finanziari internazionali è quello che riguarda le questioni relative alle commodities e cioè alle materie prime c'è un'idea che ancora il potere di catturare l'immaginazione dei mercati che la scissione sarà abbia della Cina di altre grandi economie in via di sviluppo continuano a stimolare una super ciclo delle commodity
Un rialzo prolungato dei prezzi delle materie prime dal rame all'argento detersione granoturco fino alla soglia
Questa convenzione è il motivo principale del prospettive ottimistiche sui tanti Paesi che vivono grazie all'esportazione delle materie prime come ad esempio Brasile Argentina Australia e Canada
Io chiamo questa illusione Commodity punto comma cioè come utile dot Com perché per certi versi assomiglia straordinariamente alla mania della mio economiche con questo il mondo alla fine degli anni Novanta
All'apice dall'era delle DOP complicazioni hi-tech rappresentavano il trenta per cento di tutto il denaro investito nei mercati globali
Quando alla fine la bolla scosse le azioni delle materie prime energie materiale sostituire le azioni di high tech quale investimento privilegiato
E all'inizio del due mila undici rappresentavano il trenta per cento dei mercati azionari globali non esista una bolla buone tutte si lasciano dietro certa dose di infelicità Malena delle commodity punto com ha avuto un scelto impatto
Più profondo e negativo sull'economia globale rispetto album del dotto comma che l'aveva preceduta le Ofelia eccessiva ha creato nuove indusse che trasforma le commodity le materie prime in prodotti finanziari scambiabili come azione
Un tempo petrolio frumento platino ve ne ho venduti soprattutto come materie prime mentre oggi sono vendute in larga parte come investimenti speculativi
Erano e si accumulano i magazzini non perché sono proprietarie vogliono trasformarlo in casi ma perché gli speculatori ci siamo seduti sopra come se fosse o no convinti di poterlo rivende prima o poi a caro prezzo
Ogni giorno le transazioni delle azioni petrolifere superano di gran lunga il consumo quotidiano di oro nero facendone schizzare i prezzi
Se di solito il rialzo dei prezzi delle azioni comprese quelle tecnologiche da una spinta all'economia il rincaro dei prezzi di prodotti fondamentali come il petrolio impone un costo inevitabile su aziende e consumatori e agisce come un freno sull'economia
è così che normali cittadini sperimentano la Commodity punto com come un ancora che appesantisce ogni loro movimento e non come le chiacchiere e citate sull'ultima novità le o fuori ha detto comma uscì dal mondo finanziario catturava fax zia popolare
Scatenando un circo mediatico in tutto il mondo che istigano gli impiegati nei loro cubicoli a trasformarsi in operatori di Borsa
Aleggiano un sogno di grandi ricchezze certo macro ottimismo Raffi delimitata nel progresso umano e la sensazione che novazione della Silicon Valley presto avrebbero cambiato il mondo in meglio
In quel periodo era impossibile fare interessare investitore qualunque cosa non coinvolge sulla tecnologia e gli Stati Uniti perciò alcuni di noi cominciarono a parlare dei mercati emergenti come dei mercati e trattino mal di denti
Mentre gli analisti passa un mucchio di tempo circa le nove Silicon Valley che diligentemente anche se spesso in verosimilmente trovavano nascoste in un loft posti in ogni parte del mondo da Praga a Kuala Lumpur
Un decennio più tardi si parlava solo dei grandi mercati emergente del petrolio ma l'atmosfera era più cupa la Commodity punto comma era alimentata dalla paura nei confronti di una schiera crescente di nazioni emergenti con una domanda insaziabile Cina in testa
Corredata da spaventose previsioni
Secondo cui il mondo avrebbe presso il solito il petrolio le terre coltivabili e da una totale mancanza di fiducia nel progresso e alla capacità umana di escogitare soluzioni e di trovare alternative al petrolio o nuovi modi per rendere più produttivi terreni agricoli
è una visione Malthus SIAN della lotta di della scarsità parmensi impennata i per carenza di offerta e sarà in picchiata per concorrenza straniera
Lei citazione per il rialzo dei prezzi delle materie prime prosegue l'autore riguarda solo gli investitori finanziari gli speculatori che da quel momento possono guadagnare
La comodità il punto comma ha indotto molti imprenditori indiani cinesi a setacciare raffica cerca di miniere di carbone ma non ha sortito manifestazioni positive nella mentalità popolare
All'apice della bolla tecnologica milioni di ricevere americane speravano ad un master in business administration a Stanford per andare dritti dritti dalla Silicon Valley
Oggi invece il numero crescente di programmi di gestione delle fonti energetiche rappresenta solo una piccola nicchia nel mondo del inviterei
Le uniche manifestazioni popolari della commodity punto com sono le lamentele per l'aumento del prezzo della benzina e i disordini per l'incremento dei prezzi dei generi alimentari nei mercati emergenti è un malcontento più che giustificato anzi l'impatto negativo dei prezzi astronomici delle materie prime sul complesso dell'economia è sottovalutato
Dieci delle undici recessioni vissute dagli Stati Uniti dopo la guerra sono stati preceduti da un rincaro del prezzo del petrolio compreso un picco di quasi il sessanta per cento nei dodici mesi prima della grande recessione del due mila otto
E più del sessanta per cento prima che l'economia per me desse il suo lancio a metà del due mila undici
Quando il prezzo del petrolio fa lo sgambetto agli Stati Uniti con un solo anno anche i mercati emergenti
Nel due mila otto e nel due mila nove il tasso medio di crescita economica è calato di otto punti percentuali sia nel mondo sviluppato tempo non via di sviluppo passando dal valore massimo a quello minimo
Il nesso più forte tra Verardo comma e la Commodity punto comma e la Moldova comune a tutte le maniere l'invenzione di nuovi paradigmi per giustificare prezzi irragionevolmente alti
All'apice del boom delle dot come abbiamo sentito ogni sorta di giustificazione fantasiosa da parte degli analisti entusiasti che spiegasse il motivo per cui una società senza profitti munita di un vago business spumante di un bel nome dovesse vendere le sue azioni a prezzi astronomici
Stava tutto nel futuro nel capire perché in un'economia digitalmente interconnesse prezzi volessero essere liberi Peter problema della monetizzazione far soldi su internet avrebbe dovuto risolversi del tutto
Finché è durata la mania delle DOP comma è stata abbastanza potente da rendere Bill Clinton prego Presidente americano sposare aprirono l'economia
L'emblema vivente dall'impresa americana proprio mentre il boom dei prezzi delle materie prime contribuito a trasformare
Vladimir Putin nel simbolo della rinascita Russia che Ignazio Lula da Silva nel volto di quella brasiliana
Una volta passata l'ebbrezza però le nazioni e le imprese che hanno vissuto come fascia grazie le materie prime condivideranno la stessa sensazione d'angoscia che seguirà il boom delle dopo con più a lungo le illusioni della Commodity punto com avranno Presa su Wall Street più guai provocheranno
Destinando grandi fortune personale nazionali agli obiettivi sbagliati e immani sempre meno meritevoli
Almeno nel due mila nuovi miliardari erano persone davvero creative molte di loro sono sopravvissute al crack e portano tuttora avanti l'evoluzione tecnologica sfornando nuove generazioni smartphone i cui leader e alta innovazione
Purtroppo che non miliardario odierni si sono arricchiti soprattutto grazie al petrolio e altre materie prime
I titoli azionari legati all'energia e materiali si sono rivalutati del trecento per cento negli ultimi dieci anni
E i grandi investitori sa ancora facendo soldi essendo minerarie petrolio dal sottosuolo
Nel due mila uno il mondo aveva ventinove miliardari nel settore energetico e settantacinque nell'hi-tech nel due mila undici la situazione si è capovolta con trentasei nell'hi-tech in novantuno nell'energia soprattutto nel petrolio
Questi nuovi magnati dare un contributo duraturo solo nella misura in cui stimolando i propri concorrenti a trovare fonti alternative al petrolio che aiutino a spezzare il ciclo
L'ottimismo verso i prezzi delle commodity ha generato un intervento userà che offre strumenti finanziari come gli e chi F
Che sta per ex ICI cioè del falso che in pratica permettono ai comuni cittadini di comprare e vendere materie prime sotto forma di azioni
La crescita di questo trend che va sotto il nome di finanziarizzazione delle materie prime esatta aperti Ginosa
L'ammontare totale del denaro investito in questi ETF e più che raddoppiato negli ultimi cinque anni
E nel due mila undici superava i quattrocento miliardi di dollari nel due mila undici il volume totale degli scambi in futures energetici è stato pari a quasi due miliardi di barili al giorno ventidue volte superiore la domanda globale totale giornaliera di energia
Mentre solo un decennio fa era tre volte superiore
Gli speculatori governano i mercati delle commodity e i prezzi di beni come argento mais cotone sono saliti bene al di sopra del costo di produzione persino nelle fattorie nelle miniere meno efficienti che in un mercato normale sarebbero in perdita
I prezzi delle materie prime salgono sempre dopo la flessione ma questo boma è diverso
Nelle ventitre riprese economiche avvenute dal mille novecento in poi i prezzi delle commodities sono saliti più in fretta rispetto alla crescita economica solo in un'occasione dopo recessione del mille novecentoquattordici
Ed allora mai più
Dalla fine del due mila otto e fino a metà del due mila undici i prezzi delle materie prime petrolio l'intensa sono più che raddoppiati questo lo rende il massimo Bond dei prezzi delle commodities mai registrato in un periodo di crescita lenta i prezzi gonfiati di materie prime come il petrolio contengono in sé i semi della propria distruzione perché più in alto salgono più è probabile che mandino in stallo l'economia
In un certo senso i prezzi del petrolio sono diventate il nuovo tasso d'interesse dal momento che limitano la crescita quando le banche centrali insistono e non dare il sistema di liquidità
è quanto è successo a metà del due mila undici con un prezzo del petrolio supera i cento dollari al barile
La spesa globale per il petrolio ha raggiunto l'otto per cento del PIL il punto a cui di solito il prezzo comincia a distruggere la domanda dirottare tutto questo o denaro sulle materie prime e disastroso non solo perché fa deragliare la crescita ma anche perché aumenta enormemente l'ineguaglianza e le tensioni politiche che l'accompagnano
Alzare i prezzi delle azioni in modo sproporzionato giova al venti per cento più ricco della popolazione che negli Stati Uniti possiede il settantacinque per cento di tutte le azioni
Ma danneggia il venti per cento più povero che in proporzione spende per la benzina una percentuale del proprio reddito quattro volte superiore a quella del Po un ricco venti per cento l'aumento dei prezzi delle commodities anche amplificato i problemi legati alla cosiddetta maledizione delle risorse
La scoperta del petrolio nel nazioni povere tende ad avere risvolti tragici perché quei profitti inattesi generano corruzione dei Governi attraggono troppi prestiti stranieri
Finisca una violenta concorrenza per quei profitti scoraggiando le iniziative imprenditoriale ad essi slegate ne deriva un'economia totalmente dipendente dal petrolio che impantanata nel debito straniero
Le Nazioni che sono riuscite a risparmiare investire i profitti ricavati dalle materie prime come la Norvegia erano germaniche quindi per loro la scoperta del petrolio del rame non è stata come detto lotteria vincente messo in mano non ho bisogno sempre pagato
Nell'era delle commodity punto come invece i profitti sono stati così alti che perfino nazioni prima sui binari giusti sono denari alte
Come abbiamo visto probabilmente l'esempio più impressionante costituito dalla Russia che ha sprecato buona parte del fondo d'emergenza accantonato grazie profitti petroliferi
E non è riuscita a creare un solo marchio globale indipendente dalle materie prime siamo giunti alla termine però vale la pena di ricordare che quando si parla di comodo i testi materie prime non sono solo energetiche ma anzi ci sono anche i generi alimentari
E la vediamo a riguardo Colli pagina dedica l'autore il cibo racconta una storia un po'diversa il finale però dello stesso è possibile che prezzi degli alimenti continuano ad aumentare nel breve periodo tormentati da una combinazione di investimenti insufficienti andamenti climatici imprevedibile altri fattori
Ma anche in questo caso i pronostici di un nuovo tetro paradigma sanno di pessimismo Malthus siano e di mancata comprensione del talento umano per la trasformazione
Il picco dei prezzi alimentari negli anni settanta aveva portato a un massiccio investimento pubblico nella rivoluzione verde
Che permise di aumentare la produzione al punto che gli agricoltori nel mondo sviluppato venivano pagati per non coltivare oggi i Governi hanno tutti i motivi per mobilitarsi consegnate le proteste per i prezzi esosi del cibo scoppiato in vari Paesi dalla Tunisia all'Egitto
E sembrerebbe che sia già in atto un nuovo ciclo di investimenti nella tecnologia alimentare
Chi prevede una crisi alimentare nel lungo periodo che punta il dito contro la popolazione mondiale in aumento probabilmente non si è accorto che il tasso
Crescita demografica è in costante calo da un secolo inoltre l'ottanta per cento dell'aumento demografico tra oggi e l'anno due mila cento dovrebbe riguardare i gruppi anagrafici da cinquant'anni in su
E dato che l'assunzione di caro Duvia cava nettamente con l'aumentare dell'età dovrebbe ridursi non poco la pressione sull'offerta alimentare
Per quanto riguarda Stati Uniti ed Europa c'è una certa verità nella tesi secondo cui quasi tutta la terra più fertile sia già stata coltivata
Ma lo stesso non può dirsi per le nazioni in via di sviluppo l'Africa possiede il sessanta per cento della terra arabile del mondo e ne coltivato solo un terzo
In altre regioni sussiste un ampio margine di miglioramento della rendita dei raccolti negli ultimi cinque anni la Russia incrementato la sua produzione di frumento del venti per cento portandola a due virgola tre milioni di tonnellate ettaro
Un risultato che però impallidisce si si prende a confronto un Paese come la Francia che ricava otto milioni di tonnellate a ettaro in mera s'sì le basse nel bel migliorare le strade per abbassare il costo del cibo perché costa di più trasportare la soglia dalle piantagioni del Mato Grosso fino alla costa
Che non spedirla da lì in Cina questo il ragionamento che l'autore sviluppo in questo capitolo dedicato ai pericoli legati alle è speculazione sulle commodities e cioè sulle materie prime a livello globale
L'autore riuscire lasciar ma che alla pena di ricordarlo è un economista si ma anche all'Istat finanziario per Morgan sale che il libro intitolato nazioni in fuga
Alla ricerca dei prossimi miracoli economici Codice edizioni e con questa segnalazione si chiede anche la puntata di oggi della rassegna di geopolitica una saluto e ringraziamento da Lorenzo rendi ci sentiamo domani mattina alle ore sette