23LUG2014
intervista

Processo Tamoil: incontro tra il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti e una delegazione di Radicali Italiani

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri CREMONA - 00:00. Durata: 4 min 52 sec

Player
Intervista a Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona e Alessio Romanelli, avvocato penalista, difensore di parte per Gino Ruggeri, costituitosi in nome proprio e per conto del Comune di Cremona attraverso l’azione popolare.

Registrazione audio di "Processo Tamoil: incontro tra il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti e una delegazione di Radicali Italiani", registrato a Cremona mercoledì 23 luglio 2014 alle 00:00.

Sono intervenuti: Emiliano Silvestri (giornalista Radio Radicale), Giancluca Galimberti (sindaco di Cremona), Alessio Romanelli (avvocato difesa p.c. Gino Ruggeri (azione
popolare)).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Civile, Comuni, Cremona, Galimberti, Giustizia, Industria, Inquinamento, Malattia, Penale, Procedura, Ruggeri, Salute, Tamoil.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Parliamo ancora dell'incontro avvenuto oggi a pochi giorni dalla sentenza Tamoil nel municipio di Cremona tra Sindaco e i radicali protagonisti del processo attraverso l'azione popolare
Nel notiziario delle quattordici avete potuto ascoltare le voci di Gino Ruggieri segretario dell'associazione radicale Piero Welby e di Sergio Radaelli ascolteremo ora il sindaco di Cremona e l'avvocato difensore di Ruggeri Alessio Romanelli
Al Sindaco Gianluca Galimberti chiediamo perché ha voluto convocare Gino Ruggieri il suo avvocato perché era doveroso da parte della
E l'amministrazione della cittadinanza ringraziarla perché sicuramente da parte sua è stato un atto coraggioso
è sicuramente ha rappresentato tutta la città cittadinanza rispetto alla questione così delicata così complessa
Allora abbiamo discusso anche del percorso futuro e perché bisognava capire bene quali passi fai nei prossimi mesi ecco ci sono due gli aspetti uno la causa civile e l'altro l'appello del processo penale
Ecco valuteremo evidentemente il quello che abbiamo detto
Chi innanzitutto valuteremo le motivazioni quindi
La due sono le cose che che ci aspetta nei prossimi mesi la prima è il chiesta da parte delle dell'Amministrazione e degli atti processuali alla alle parti in cui la parte in causa ecco che e la seconda cosa attenderemo le motivazioni alla luce delle motivazioni e poi faremo le nostre valutazioni e prenderemo le nostre decisioni
Grazie allora arrivederci volevo dirti avvocato Alessio Romanelli difensore di parte civile di Gino Ruggieri Segretario dall'Associazione radicale Piero Welby
Chiediamo un'impressione sul incontro che Louis aggiorna belli e Gino leggeri hanno avuto con il Sindaco di Cremona Galimberti
L'impressione è stata sicuramente molto positiva il Sindaco ringraziato Gino per il coraggio che per il risultato ottenuto
Anche gli Assessori presenti erano molto interessati alla futuro di questa nostra battaglia e quindi a capire come potere aiutare nella nelle nelle prossime iniziative
Ma quali erano gli Assessori presenti
C'era la lesse Manfredini Assessore all'ambiente alla salute e poi c'era l'assessore al bilancio
Ora abbiamo sentito Sindaco ci ha detto che innanzitutto è necessario aspettare le motivazioni della sentenza per poter decidere poi
Come intervenire come agire qual è il futuro della procedimento sia in sede civile che in sede penale
Sì le strade sono due anzi a dire la verità tre perché abbiamo la l'aspetto penale della vicenda novanta giorni Sepege giudice predeposito demotivazione depositate le motivazioni cominciano a decorrere il termine per l'impugnazione
E sicuramente gli imputati faranno tutti
Appello
E quindi ci sarà l'aspetto del giudizio di appello da affrontare sarà a Brescia che sarà a Brescia si
Poi c'è l'aspetto invece civile perché sappiamo che la sentenza porta una condanna generica risarcimento dei danni è una provvisionale al pagamento di un milione di euro
Quindi già dopo il deposito la motivazione sicuramente dovrà essere pagata questa previsione di un milione di euro e potrà anche se è cominciata una una causa civile per il la quantificazione esatta dei danni patiti dal Comune
Però come dicevo prima due forse tre perché il giudice con la sentenza che disposto la trasmissione degli atti in Procura
Affinché la Procura valuti la possibilità di aprire un procedimento a carico dell'ente e quindi a carico non delle persone fisiche amministratore della Tamoil
Ma proprio a carico della Tamoil per le responsabilità dell'ente e questo è un altro filone molto molto interessante
Alcuni mesi e poi sapremo come proseguire
Sì non aspettiamo il deposito la motivazione poi come abbiamo anche detto nell'incontro di oggi sia io che Gino
Al Sindaco siamo pronti per andare avanti o per se il Comune
Deciderà di finalmente di intervenire per aiutare il Comune in questa in questa battaglia
Grazie ad Alessio Romanelli avvocato di Parte Civile difensore bigino generiche attivato l'azione popolare e si è presentato al processo indifesa del comune il nome proprio Gino Ruggieri ed il segretario dell'associazione radicale Piero Welby di Cremona un saluto agli ascoltatori di radio radicale da Emiliano Silvestri