23LUG2014
dibattiti

Cannabis: tra repressione e uso terapeutico

DIBATTITO | Borgo San Lorenzo - 22:03. Durata: 1 ora 12 min

Player
XXIV edizione della Festa di Liberazione di Borgo San Lorenzo (16 / 27 Luglio).

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Cannabis: tra repressione e uso terapeutico", registrato a Borgo San Lorenzo mercoledì 23 luglio 2014 alle ore 22:03.

Dibattito organizzato da Partito della Rifondazione Comunista.

Sono intervenuti: Danielle Vangieri (compnente della segreteria Regionale Prc Toscana, Partito della Rifondazione Comunista), Maurizio Acerbo (componente della Segreteria nazionale, Partito della Rifondazione Comunista), Monica Sgherri (capogruppo Federazione della Sinistra Regione Toscana,
Partito della Rifondazione Comunista), Paolo Scarsella (membro del coordinamento del Centro Multidisciplinare Terapia del Dolore ASL FI), Massimo Lensi (componente della Direzione di Radicali Italiani), Nunzio Santalucia (Medico del Sert di Pisa), Osvaldo Giovannini.

Tra gli argomenti discussi: Antiproibizionisti, Cannabis, Droga, Farmacia, Festa Di Liberazione, Malattia, Medici, Medicina, Prc, Proibizionismo, Radicali Italiani, Salute, Sinistra.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 12 minuti.

leggi tutto

riduci

22:03

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Dieci io sarò molto veloce
Ora lo dirò anche i relatori che verranno dopo e pregherei anche diciamo che sta dietro a questo tavolo di
No di non fumare o
Come dire di autoregolamentarsi sui tempi diciamo dei loro interventi perché vorremmo lasciare un po'di spazi o diciamo anche al dibattito normalmente quando iniziamo così tardi poi non ci riusciamo
Poi devo fare una comunicazione di servizio per perché non ci sarà Gian Paolo Grassi
Dell'associazione cannabis per età terapeutica perché per motivi personali non è potuto venire si scusa chiaramente con i presenti e soprattutto con gli organizzatori
Allora io direi che di fare così di rispettare pedissequamente l'ordine del volantino che mi è stato consegnato per cui
Passerei penso e spero sia preparato
La parola per il primo intervento a Maurizio Acerbo della segreteria nazionale di Rifondazione Comunista
E qui naturalmente nella veste diciamo di esponente politica del nostro partito è esponente politico nazionale ma soprattutto per la sua esperienza di consigliere regionale dell'Abruzzo
è per la famosa legge regionale Acerbo che appunto sull'uso te la paghi per ottico
Delhi farmaci cannabinoidi che ad oggi non è stata la prima la criminale genitore si è avuta la Toscana però è considerato un po'
La legge regionale ha diciamo una delle legge regionale più avanzata perché c'ha degli elementi che poi vi dirò insomma anche noi in Toscana stiamo cercando di introdurre
Quindi Maurizio
Io cerco di essere molto sintetico come ci hai prescritto proposi di prescrizioni innanzitutto vi ringrazio per l'invito per aver
Scelto di parlare di questo tema
Che e io credo sia
Un tema fondamentale su cui va fatta una battaglia di civiltà
Nel nostro Paese perché
Ci troviamo
Su questa vicenda davvero una situazione paradossale
Noi ovviamente abbiamo un'opinione antiproibizionista che riguarda anche il cosiddetto uso l'uso dico della cannabis eccetera e su questo su bandi scudi a voi cioè capiti diamo
Da molti anni l'altro giorno mi hanno regalato una prima pagina di Repubblica del mille novecentottantasette dove fluidi in prima pagina perché manifestava mo'allora contro la legge Craxi Jervolino
E io ero andato alla manifestazione avevo costruito con dei compagni di una gabbia
Di canne di bambù ero prigioniero dei ma con lo ricordavo devo dire Urbe
Un collezionista e queste cose che ha portato una fotocopia facevo il prigioniero
Però
Rispetto a questa vicenda insomma della battaglia antiproibizionista come il consigliere regionale mi capita dopo di occuparmi invece la vicenda cannabis terapeutica più da vicino
E di dover riscontrare una situazione di autentica ipocrisia e schizofrenia
Del ceto politico italiano delle nostre istituzioni
E fino a poco tempo fa anche del mondo dell'informazione
E ritengo che c'è bisogno di una battaglia specifica sul tema
Perché il civico oscurantismo che c'è in materia
Per quanto riguarda il proibizionismo poi colpisce in maniera più dura
Migliaia di pazienti di malati di cittadini e cittadine che potrebbero usufruire di farmacia Baselica da Bino indi che subiscono l'assurda situazione italiana
Che io voglio dire è resa molto esplicita per esempio dalle prese di posizione del della nostra ministra tua le della sanità Lorenzin
Quando è stata
Approvata in Abruzzo la mia legge e poi non impugnata dal Governo
La legge conteneva alcuni avanzamenti rispetto a quelle già approvate poi eravamo partiti insieme paradossalmente il ritardo con cui non siamo arrivati all'approvazione mi ha consentito nel dibattito col Consigliere di andare più avanti diciamo
è per cui c'è da un lato il fatto che nella legge non sono stabiliti paletti rispetto
Alle patologie alle malattie per cui si può fare la prescrizione perché si lascia la libertà i medici di decidere di scegliere o la possibilità
E adesso altre Regioni già hanno seguito il nostro testo perché sia la Puglia che
L'Emilia-Romagna hanno rivisto loro leggi in
Inserendo quel pezzo è stato inserito il fatto che le Regioni procedo uno a promuovere la
L'approvvigionamento diretto attraverso
Anche convenzioni per la produco ultimazione la produzione eccetera per abbassare i costi ma la cosa emblematica è stata che il ministro Lorenzin
Nel commentare
Questa notizia avuto l'ardire di dichiarare ma
Che problema c'è in Italia e assolutamente legale normale
Scusare i farmaci a base di Garda bidone Dio ci sono problemi una cosa che già si fa ora la cosa drammatica che invece i dati ci dicono che nel due mila e tredici in tutta Italia
Dalle quaranta secondari estive alle sessanta persone in tutti Italia hanno potuto usufruire attraverso le ASL
Quindi rispetto e potente al numero potenziale di persone che potrebbero alleviare
La propria situazione di sofferenza rispetta a un numero molto vasto di patologie che siano solo quaranta sessanta dall'idea
Della ipocrisia del ministro Lorenzi né che subito si è lanciata poi in una serie di dichiarazioni contro
La droga la card bis uso ludico eccetera
Ora il ministro Lorenzin non si rende conto che la politica della situazione italiana
E che noi abbiamo da un lato dal due mila e sette poi rinforzato dal due mila tredici una norma che su una legge la Repubblica italiana che riconosce il fatto che queste sostanze possono essere utilizzate
Come farmaci qui in maniera terapeutica per un figlio terapeutico e quindi questo lo dice la legge
E al tempo stesso continuiamo ad avere una normativa che per esempio vieta la coltivazione
E dentro la previsione rispetto alla coltivazione non prevede la continuazione per Peter apre UDC e abbiamo poi chi parlerà dopo di me lo può spiegare ancor meglio
Di me ma abbiamo una situazione assurda per cui il servizio sanitario nazionale
Che potrebbe aver a disposizione farmaci che costerebbero pochissimo se prodotti d'Italia laddove li deve reperire lei deve riferire su barca dall'estero
Una cosa fuori dalla grazia di Dio allora
La battaglia che va che bisogna con insistenza combattere è che noi insieme eredi cali stiamo portando avanti oramai da anni e bisogna insistere io credo che sia una battaglia di civiltà perché c'è un limite al
Al ciclismo delle classi dirigenti non siamo governati
Da anziani parrucconi che non sanno di che cosa stanno parlando quando
Parliamo di cani ministro Lorenzin
è giovanissima noi siamo governati però da una classe dirigente civica che al posto di mettere
Al primo posto i diritti dei cittadini all'articolo trentadue della Costituzione mette al primo posto dei calcoli di posizionamento politico
Io voglio soltanto dire una cosa del far passare questa legge
Ovviamente io sono andato più lento di Boni che agli altri nelle altre Regioni perché una Regione di centrodestra
Quando mi si chiedeva prima tavola ma quali medici vi hanno supportato il testo non l'avevamo preparato con l'Associazione Luca Coscioni eccetera io per convincere una Commissione sanità che era a maggioranza
Composta da esponenti di centrodestra alcuni anche ex An insomma non proprio al massimo dell'illuminismo
Ho proposto al loro di
Di individuare loro
I medici gli scienziati che gli pareva da convocare in Commissione e da udire
E verbalizzare per fare la parte conoscitiva e verificare se effettivamente aveva senso
Che
Il servizio sanitario for disse questi farmaci che se ne facesse carico rispetto ai pazienti e tutte le cose previste dalla legge
La cosa che è accaduta e che nel giro di alcuni mesi di audizioni medici non indicati da Doni
Non particolarmente comunisti del radicali eccetera ma semplicemente sulla base della loro esperienza e conoscenza scientifica sono inutili hanno detto ma questi
Farmaci vanno benissimo alcuni hanno detto ma guardate un po'strano che nel nostro Paese per non è facilissimo
Erogare farà il servizio sanitario
Dai malati farmaci a base di oppiacei e poi non non può dare dei farmaci è soprattutto un elenco di benefici sono stati spiegati rispetto a una gamma molto vasta di patologie anche andando oltre quelle
Su cui la letteratura scientifica più consolidata e siamo arrivati alla fine con una vittoria del buonsenso
Al fatto che all'unanimità il testo è passato in Commissione e poi arrivato al Consiglio all'approvazione
Io credo che c'è una battaglia ulteriore da fare da su cui insistere perché per esempio il fatto che
Noi ci ritroviamo nella situazione paradossale che nonostante oramai siano nove Regioni italiane ad aver provato leggi
Che riconoscono
Il fatto che sia il servizio sanitario
A disposizione del paziente questo capo nonostante c'è una legge nazionale noi ci troviamo ancora nella situazione che in Italia
Non c'è una normativa quadro nazionale non c'è neanche un'azienda farmaceutica che abbia chiesto per dicono tutti e vogliono essere competitivi non si capisce perché nessuno
Si vuole mettere in questo spicchio di mercato che poi sarebbe anche molto vasto credo sarebbe immenso
E per cui dobbiamo importare dall'estero e tra le questioni che abbiamo posto e che è vitale oltretutto una serie
Di
Di cose che vanno fatte promuovere una sensibilizzazione l'informazione tra i medici
Perché come ci hanno detto in molti quello che accade nel nostro Paese su questo chiudo è che l'informazione anche rispetto a Medicina fanno le case farmaceutiche
E che noi molto spesso questi farmaci che costano già poco e potrebbero costare infinitamente di meno andrebbero a sostituire a farmaci molto molto più costosi che oggi paga il servizio
Sanitario nazionale e che inoltre e incidono sulla qualità
Della condizione del paziente in maniera molto negativa molto pesante
Allora rispetto io credo che sia una battaglia che dobbiamo portare avanti e tra l'altro proprio da queste parti abbiamo uno dei luoghi simbolo di questa battaglia perché ovviamente stante la situazione in cui
Ci troviamo dal punto di vista della produzione
Perché badate bene in Italia non è possibile l'auto coltivazione ogni paziente diventai c'è costretto a diventare un criminale praticamente guerre c'è una cosa assurda
Non ci sono norme in tal senso
E non abbiamo l'industria farmaceutica che probabilmente non vuole avere dei farmaci concorrenti allora abbiamo indicato una possibile soluzione e ce lo Stabilimento farmaceutico mi militare
è di cui
Molti in giro per l'Italia non sono neanche dell'esistenza per cui che potrebbe garantire unità venti a centri di ricerca che sono oggi autorizzati
Dal Ministero della sanità e dal bis interni alla coltivazione finire a ricerca produrre l'Italia potrebbe produrre farmaci a bassissimo costo e rendere la vita molto più decente migliore a migliaia e migliaia di malati dicono tutti che sono difformi in stile
Dicono tutti che sono per badare alla completa alla concretezza dei problemi posti di o logici etc non si capisce perché questi signori e questo Governo di questo giovanotto di Firenze non assumono il coraggio
Di assumere una vera iniziativa riformatrice in questo Paese mettendo al centro non appunto gli interessi elettoralistici
Della demagogia sulle droghe ma l'interesse il spirito dei cittadini a essere assistiti è io credo che questa è una materia su cui davvero merita di costruirci sopra ancor più di quanto sia stato in questi
Ultimi anni una campagna di massa e popolare di sensibilizzazione perché e davvero uno scandalo alla luce del sole basterebbero in Parlamento sono depositate numerosi progetti di legge
Dentro le Regioni si verifica che ogni volta che si va a una discussione di merito non ci sono argomenti
Per contrastare un avanzamento deciso su questa materia però noi continuiamo a ritrovarci in una situazione di stallo per questo importantissimo moltiplicare momenti
Di discussione e di formazione come questo
E cercare di costruire una battaglia vincente
Né pro
Sì mi mesi su questa
Questione ripeto
Perché è già una vergogna il quadro normativo che abbiamo rispetto alle droghe nel nostro Paese che è stato solo corretto fortunatamente grazie giudici non grazie al legislatore nei suoi effetti repressivi in più
Deve in sia Ali e incoscienti perché questo lo dobbiamo mai dimenticare ed è un paradosso perché il Parlamento dovrebbe in qualche maniera
Portare più avanti il diritto e non essere spinto dalla giurisprudenza delle sentenze a essere più illuminato
E credo che
Però questa specifica vicenda della cannabis terapeutica gridi davvero
Vendetta perché è una vicenda di cinico oscurantismo rispetto alla quale davvero non ci sono giustificazioni se non interessi elettorali e interessi delle grandi case farmaceutiche
Grazie Maurizio io continuerei con l'esperienza regionale dicevo prima della Toscana che è stata la prima sostanzialmente Regione a dotarsi di una legge regionale sulla questione
Passerei la parola armonica scherzi che Presidente del Gruppo consiliare regionale toscana di Rifondazione Comunista una cosa mi raccomando
Son costretti ad essere un po'antipatica però sui tempi dava sia importante magari se mi può aiutare ad un certo punto batto un po'metodo classico di
Allora com'è la Regione Toscana abbiamo avuto il merito di esserne l'apripista in Toscana
E ora stiamo in Italia si e ora stiamo invece è rimasto indietro siamo rimasti indietro su due versanti uno o più grave dell'altro il primo
Perché
Leggi come l'Abruzzo sono andati avanti più di noi come dice vite il fatto di ambedue approvata dopo vi ha permesso anche di migliorare quello che erano i difetti fin dall'inizio
Ma c'è un secondo problema ed è quello per noi il più grosso è che la legge viene disattesa per la l'assenza o o soprattutto le l'approvazione di un Regolamento da parte della Giunta che contraddice la legge mentre la legge
C'è già fa ad aprirsi Abdullah problematica vera su alcuni punti di cui richiamati anche te
Il Regolamento è l'interpretazione di più oscurantista che sia possibile questa è gravissimo perché viene di fatto annullato quello che si era chiaramente legiferato
E e siamo tornati indietro su un'interpretazione del tutto oscurantista della legge nazionale
Cioè si ebbe cercato di negare quello che la legge approvata già la prima fase è stata difficilissima siamo stati la prima Regione che l'approvato in Italia ma questo suo essere prima della classe
Non nasce perché siamo
Più ponti o più maturi rispetto alle altre Regioni ad una battaglia di civiltà
No no
è perché eravamo colpiti il Consiglio ha colpito da un grave lutto era sparita da pochissimi giorni uno
Sì la consigliera regionale Alessia e lei individualmente nell'ultimo anno di vita aveva fatto da sola una battaglia per le cure palliative per le cure di fine vita
Lei chiedeva un'approvazione della legge le don chiedeva l'approvazione dell'uso della cannabis solo per le cure di fine vita chiedevo l'approvazione della legge
Il PD ha cercato di appropriarsi di questo dolore
Può ponendo un testo di legge che era esclusivamente finalizzato alla terapia del dolore noi abbiamo elaborato scritto insieme alle associazioni di cui
Sono anche con me
Abbiamo scritto una legge è molto più avanzata molto riformista perché stava esattamente
Lei è il quadro e nei limiti della normativa nazionale ma in questi spazi dava la voce ai malati
Non è poca cosa perché siamo e abbiamo avuto una
All'inizio negazione totale alla nostra legge se vi ricordate è stata respinta in blocco si voleva una leggendo ma non ricordo di Alessia Ballini solo per le cure
Di fine vita per il dolore abbiamo organizzato due seminari molto importanti della Regione alla quale avete partecipato fortunatamente c'erano consigliere anche del PD più attente come la consigliera di Grosseto la luce a Matteucci
E ce l'abbiamo fatta lentamente a ricucire un unico testo ovviamente noi scendendo tanto
Noi abbiamo ceduto molto dell'impalcatura per ottenere che non fosse una legge di fine vita
Ma invece
Venisse allargata la possibilità
Anche per tutta una serie di terapie laddove lo richiedesse il medico quindi eravamo riusciti sull'aspetto secondo noi fondamentale
La legge passa malvolentieri
E poi non lo so trova dei cattivi consiglieri nell'ambito del Regolamento noi abbiamo fatto molti incontri anche con l'assessore siamo andati da soli in gruppo in delegazioni ufficiali o ufficiose
Tanto ognuno di noi lo può dire per cercare di modificare il Regolamento
Alla fine questa è una strada che ancora oggi vi dovessi dire che siamo vicini alla modifica del Regolamento la mia risposta sarebbe non lo so non lo credo a questo punto e non lo so
Per cui visto anche la legge dell'Abruzzo questi passaggi migliorativi di cui uno può parlare di nuovo al cuore dei toscani abbiamo depositato
Degli emendamenti alla legge approvata il primo riguarda una facilitazione perché Alessia Ballini cosa rimproverava che ha fatto una battaglia di un anno
Due settimane prima di morire riuscito a ottenere
Il permesso di usare la cannabis Centa quando un paziente
Dichiara di voler seguire quella terapia a quando accesso la terapia delle volte può essere troppo tardi quando arriva quel permesso
Due è troppo complicato rinnovare il permesso per cui chiedevamo che fosse una volta stabilito
Il percorso fosse il medico curante via via rinnovare questo e a una modifica di buonsenso ed è stata mi sembra colta la seconda riguarda invece la produzione
Diciamo in Italia e noi abbiamo uno dei fiori all'occhiello italiani che l'Istituto farmaceutico militare
L'Istituto farmaceutico militare si è dichiarato
Disponibilissimo finalmente avrebbe lo spazio anche
Diciamo per colture ai livelli di
Che Luisa può dunque con tutte lega l'ansia e di scientificità e di rigore che ci sono
Su questi due presupposti e anche sulla disponibilità
Del l'Istituto farmaceutico militare abbiamo presentato questi due emendamenti alla legge
In Commissione ammesse qualche siano stati accolti bene
Il Presidente ha detto che calendarizzare le audizioni entro il mese di settembre
Io credo che tramite
Diciamo e va quindi ricostruita l'attenzione politica non si può discutere solo in Consiglio regionale ma dovremmo rifare quello che avevamo fatto o si fa o si fa avvertire
Il del palazzo che c'è molta attenzione su quest'argomento sennò noi rischiamo
Diciamo che vada persa in nome di qualche stanno argomento
Ecco io credo che sia anche la Beard è la discussione di questi emendamenti per ritrovare la forzatura fa cambiare il Regolamento se non siamo davanti a questo fatto grave abbiamo una legge che di fatto annullata
Da un Regolamento tra virgolette oscurantista che quello che la legge dice il Regolamento nega per cui a un impasto difficile
Il contesto è cambiato a livello nazionale siamo alla grande alleanza Renzi Berlusconi in Toscana il patto è stato sancito
Formalmente oggi con una legge elettorale che cannibalizza tutti gli alleati e risolve
La crisi di Forza Italia
In questo contesto dove sono luogo due gli interlocutori imprimere esatte anche a settembre non sarà facile ma insomma bisogna riportare in quel palazzo l'attenzione e le tematiche
E le persone come eravamo riusciti a fare per cercare di sfondare
Nuovamente su quest'argomento grazie
Grazie Monica io passerei ora la parola a Paolo Scarpis Sella che coordinamento del centro multidisciplinare terapia del dolore
Dell'ASL dieci di Firenze per capire poi concretamente che cosa succede
Una cosa brevissima la Monica lo può confermare durante la discussione della della legge Toscana una delle cose è una delle aspettative nostre appunto sarebbe semplificato il processo
Il Regolamento è stato detto non c'è
Che cosa è successo veramente ora al di là del Regolamento poi diciamo dentro le strutture qual è la verità anche nei confronti di quello che si riesce a dare al paziente
Bene vi ringrazio anch'io naturalmente
Data questa opportunità di
Far conoscere questa realtà fiorentina
Anche perché a livello toscano
La terapia del dolore è ben rappresentata sulla cannabis i primi a partiti che sono state a Pisa base subito la terapia del dolore dottor poli assoluta ma subito dopo
Abbiamo incominciato anche noi all'azienda sanitaria di Firenze
Grazie anche al fatto
Che esisteva un laboratorio farmaceutico dica lei mica
Che che è assente l'avvocato
Storicamente all'inizio con la Dermatologia che aveva universitaria aveva bisogno di parecchie preparazioni magistrali ma poi anche nel nome della terapia del dolore e quindi diciamo in un ben un gioco
In un gioco di incastri meglio in un gioco di incastri alla fine è anche andato tutto a posto
Vi volevo raccontare però anche qualche cosa che va un po'oltre alla all'argomento specifico di stasera perché
Ormai ho i capelli grigi e ore
E ho visto delle cose che che non tutti gli altri hanno visto perché bene o male mi sono trovato in una posizione privilegiata
Era la fine degli anni ottanta quando si cominciava a utilizzare i farmaci oppioidi euro piace cioè i derivati della morfina per il dolore cronico non da cancro ci sono state lotte
Non politiche perché a livello internazionale
O perlomeno io non me ne sono accorto soltanto visto
Che la letteratura scientifica che all'inizio era molto stile all'utilizzo del di questi farmaci dei pazienti e non fosse così terminali Occo affetti da patologie neoplastiche
Piano piano poi di la situazione è cambiata
E abbiamo assistito a uno o più fobie avvinti dei medici dei pazienti e poi la conoscenza l'utilizzo la pratica clinica quotidiana serena
A volte un po'spinta dalla casa farmaceutiche però quando i medici si comportano in maniera serena
E corretta e che tengono allora al primo posto
La la salute e il benessere dei propri pazienti poi io ho assistito effettivamente a una mutamento culturale e ha voluto un utilizzo più appropriato di questi farmaci alla fine degli anni Ottanta c'è esisteva soltanto la morfina
L'ho ritirato iniettabile la morfina solfato
Per bocca le preparazioni gallerie che dico dei NAS
Il legislatore legislatore esce aiutata tanto perché a quei tempi bisognava andare all'ordine dei medici appende un ricettario
Il famoso ricettario giallo e dove vi è un salvare per cinque anni le matrici scrivere in triplice copia a mano perché era assente un traffico indici deve per scrivere anche una sola fiala di morfina la somministrare
E a quei tempi soltanto se c'era la patologia neoplastica oggi se Dio vuole la situazione del tutto modificata migliorata rivedibile perché a volte si eccede anche un pochino troppo l'utilizzo di questi farmaci
Son passati trentacinque anni e io mi ritrovo
Trentacinque anni più vecchio S.p.A. comincia con altre sostanze che potrebbero essere facilmente utilizzabili e guardate l'oppio un costante cost annullata
E anche a quei tempi hanno fatto confusione hanno fatto un putiferio più forte mettere mille zeppe mille ostacoli
Oggi in cui invece i derivati degli otto sintetizzati invece ne abbiamo mai capito rilascia lento rilascia dodici ore a ventiquattro ore a settantadue ore cioè di tutte le salse
Abbiamo invece a volte si sono che sono lievitati molto e quindi sono diventati più diffusi a pensar male si fa peccato ma a volte ci si azzecca e questo è un grande rammarico
Però a questo Bentivoglio lasciato un messaggio di speranza nel senso
Tutti insieme
Dobbiamo cioè l'unione fa la forza del legislatore da parte sua ci deve aiutare perché effettivamente ci permette finalmente prescrivere questi farmaci e noi dobbiamo collocare dare delle indicazioni una cosa della legge a me ma ha fatto un pochino
Così arricciare il naso volevo dire un'altra parola insomma non mi sembrava molto fine
E questo la somministrazione dei farmaci endo calma cannabinoidi per finalità terapeutiche in ambito ospedaliero effettuata nei limiti del Budget aziendale
O che si dà agli antitumorali degli indici del Budget aziendale o si fanno le operazioni allo stomaco nel limite del Budget aziendale che pregiudizio
E che limiterà arbitri arrestato messo proprio per queste sostanze punto interrogativo e non vi racconto altre vi ringrazio
Grazie
Io
Andare ora la parola a Massimo Nancy nella direzione
Dei Radicali Italiani e Linena Maurizio prima parlava di battaglia di civiltà io penso che storicamente questo partito anche un po'insieme al nostro
Hanno fatto grosse battaglie sui diritti indubbiamente questo è uno dei diritti importanti perché anche il diritto alla cura per cui chiederà è un po'di dividere l'esperienza diciamo se vuoi su un quadro nazionale
Certamente
Intanto
Volevo ringraziare
La l'organizzazione della festa di liberalizzazione per avermi invitato qui a a bordo a Borgo
Per parlare di di cannabis
Il titolo di questo di questa serata è un titolo particolare perché è cannabis trarre pressione e uso terapeutico
Fino adesso abbiamo sentito varie voci e che sono esperienze sia legislative sia
Sul fronte sanitario della cannabis per uso europeo
è mio compito questa sera invece però e parlare dell'altra parolina di questo
Titolo di questo dibattito questa sera cioè la repressione
Perché la storia della cannabis in Italia la storia delle devianze in generale l'Italia ha una storia veramente repressive oscurantista e non è finita
Avrete sicuramente sentito qualche settimana fa la Corte costituzionale ha abolito la legge Fini-Giovanardi
Otto anni di legge che aveva cambiato modificato
Radicalmente l'utilizzo delle sostanze stupefacenti nel nostro Paese ora non sto qui a fare di tutto le leggo equiparando
Droghe leggere e droghe pesanti stabilendo nuovi criteri per la definizione della quantità minima utilizzabile eccetera eccetera tantissime cose che hanno
Ma riempito i carceri digitale
La legge Fini-Giovanardi sostanzialmente la possiamo definire una legge cancerogena
Scusatemi il termine ma è così pochi dati pochi parlerò anche di
Volevo crossare sulla legge regionale che lodo
Le iniziative su questo fronte ma
I dati sono terribili
Il quaranta per cento dei detenuti in Italia
All'incirca dati che sono stati monitorizzati negli ultimi otto anni sono relativi all'utilizzo di sostanze stupefacenti l'articolo settantatré del D.P.R. del nove novecentonovanta sostanzialmente
E questo quaranta per cento in carcere circa cinquanta per cento e per la cannabis
E
Guardate che
I numeri sono per dirvi la Toscana due mila tredici su quattro mila circa detenuti nelle carceri toscane mille ottantasette mille ottantasette sono per
Legge Fini-Giovanardi
Mille ottantasette un siamo all'incirca Conte è un quarto un terzo più o meno
E anche l'applicazione delle misure alternative laddove è previsto dalla legge non consentono
Una
Agibilità realmente tale come previsto dalla legge Gozzini perché oggi nel nostro ordinamento e le misure alternative la custodia cautelare in carcere
Non sono alternative sono complementari alla detenzione sono strumento di controllo
Io potrei
Mandare avanti e dirvi raccontare lui
Esponendo numeri di questa
Guerra alla droga italiana che non è solo italiana eh
Generalizzata in tutta Europa negli Stati Uniti nei paesi occidentali con delle punte notevoli esponenziali di aumento della carcerazione per l'utilizzo di sostanze stupefacenti ma semplicemente per descrivervi
E credo che l'abbiate ben compreso come
La trasformazione nel nostro ordinamento dello Stato sia avvenuta in un processo lento ma inesorabile da uno stato di natura sociale è uno stato di natura penale dove le devianze e
Diciamo
Tutto ciò che resistenza forme di anche lotta iniziativa non violenta e non solo vengono considerati come pericolosi e quindi strumento bisogna adottare strumenti di controllo sociale pervasivi venute ride
E guardate che gli spazi di democrazia si stanno riducendo in maniera
Forte nel nostro Paese ora
Qui è stato citato il mio ex consigliere Enia ex Presidente della Provincia
Caro consigliere provinciale di quegli anni ho avuto la fortuna di conoscere Matteo Renzi e quindi
Come tale ecco
E apprezzarlo in tutta la sua
Meravigliosa capacità di produrre simpatia sto usando l'ironia ovviamente di produrre simpatica fiducia negli italiani laddove invece
Faceva altro e fa tuttora altro ma il Senato e di secondo livello la sparizione della delle filiera della Provincia grazie alla legge del rio la diminuzione dei consiglieri comunali che
Questo di un altro provvedimento legislativo di Galli fa una finanziaria
Tanti altri testimoni ci stanno dimostrando che c'è uno spazio le democrazie
E non è solamente relativo a questo ma attenzione
Quello che a mio avviso
Nel nostro Paese competente assente una capacità di reazione noi l'anno scorso nella d'Italia lo scorso abbiamo presentato dieci referente ho tentato di presentare dieci referendum uno di questi
Era sulla cannabis c'era anche Rifondazione fra il comitato promotore di quel referendum
Ma non siamo riusciti a consegnare le cinquecento mila firme necessarie oggi ce ne occorreranno probabilmente ottocento mila con provvedimento altro spazio di democrazia
Negato illimitato però nella vitali queste battaglie la battaglia del novantatré altre battaglie l'abbiamo come ha detto anche chi mi ha introdotto fanno parte della nostra storia nostro Ina perché crediamo
Seriamente che attraverso delle forme di controllo sociale come lo strumento la legge Fini-Giovanardi ma anche prima la Jervolino Vassalli
Il DPR del novanta sono processi che vanno a limitare i diritti politici e civili dei cittadini attraverso strumenti e forme di
Controllo che trasformano uno Stato che deve avere una natura sociale la nostra Costituzione lo Stato penale
Questa è la realtà le carceri oggi in Italia scoppiano
Le leggi cancerogene producono un terzo dei detenuti per uso di sostanze stupefacenti e guardate che le carceri italiane lo sapete pre nostre battaglie le nostre iniziative in questo momento segretario del partito la segretaria il Partito Radicale Rita Bernardini è in sciopero della fame per il diritto alla salute dei detenuti in carcere
Un tossicodipendente quando finisce in carcere e me ne valutato tra verso un
Protocollo sanitario deserte interni o esterni al carcere classificato come dipendente
E io l'ho visto il SerT e far virgolette in carcere a Sollicciano è un carrello pieno di psicofarmaci
La Sezione otto Lalla dei perché la sezione del tossico dipendenza nel carcere Sollicciano o è un braccio dogana certo ora dalla mattina ma certo ora del pomeriggio passa
La Guardia penitenziaria informazione anziana con il carrello pieno di psicofarmaci perché quello e la metodologia applicata per poter arrivare a una cura della tossicodipendenza in carcere i percorsi terapeutici son queste
Ora
Non vi tiro fuori le regole dell'antiproibizionismo classico DOC
Credo di parlare di fronte a persone e mente procuratori credo che sono sensibile all'argomento ma l'occasione persa del referendum l'anno scorso che trattava sulle
Andava abolire all'allora legge Fini-Giovanardi che ora è stata abolita ma non è risolto il problema tutt'altro che risolto il problema guardate che un caos normativo e giuridico pazzesco
Andava ad abolire tutte quei comportamenti chiamati borderline nella dalla coltivazione domestica
Fino ad altri tipi di conti i comportamenti che sono lì tra
Lo spaccio e l'uso personale
Per potere fare il primo passo di lotta e di iniziativa non violenta con lo strumento del referendum ce lo strumento a vostra disposizione con il voto sì o no
Guardate che
Exxon
Son poche le le le le iniziative democratiche che rimangono in mano un cittadino in questo momento ha
E ora toglieranno anche referendum e quindi si riparte daccapo con trovare altre forme di resistenza dal mio punto di visto non violenta
A uno Stato che diventa sempre più aggressivo invasivo nei confronti del cittadino
La legge regionale approvata in Toscana ricordato Monica Sgherri sismica e arrivo alla conclusione
è importante è importante vedo il Regolamento manca manca notiamo fa parte insieme una manifestazione
Militava era dicembre in piazza Duomo ero anche numerosa ben partecipata io credo che sia il caso di iniziare a ripercorrere questo tipo di forme di iniziative
Perché solamente attraverso la pressione che si può convincere anche se siamo
So che fra poco discutete la nuova legge elettorale quindi tutta una serie di
Problematiche che sono aggiuntive che quindi ricadono anche sulla legge sul Regolamento applicativo della legge regionale
Però se non ci muoviamo se non ci guardiamo un po'dentro diciamo B questo è un mio diritto
Io devo combattere per un elemento il fatto che ci sia l'Istituto farmaceutico militare e che si debba lottare per modificare una legislazione nazionale che vieta la produzione
Di cannabis invada perché il problema etnica perché anche se regionale poi ci fa parte il ricorso
Se anche l'istituto dell'istituto accettasse la produzione come ha detto di accettare partirebbero ricorsi vendita modifica la legge il percorso
Siamo tornati lumbard zone degli anni settanta ottanta perché è stato
Ha partecipato alle lotte di quegli anni sa che si trova di fronte all'inizio di un periodo come cui
In cui dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare a trovare forme di aggregazione nove su precisi punti ma che siano anche un progetto politico complessivo
Di
Riconquista dei diritti politici e civili dell'invivibili cittadini nel nostro Paese che quello che stanno dando ha rovinato e Renzi Susanetti foto e scuole iniziale già un sistema che
In cui i mezzi viene proiettato
Governo Renzi è semplicemente la figura ultima leggeranno seggio davanti due anni cinque anni non ha importanza è abilitata
Il vale a dire il ex presidente Province elette sindaco di Firenze abile sa fare sa fare le sue cose ma dobbiamo essere più bravi e capaci chiudo veramente
Perché ci tengo perché è stata anche mia amica ricordare Alessia Ballini che è stato sindaco qui nel Mugello di San Piero a Sieve è stata l'ispiratrice di tanti momenti importanti anche di lotta su questo fronte grazie
Grazie
Massimo passerei la parola Nunzia Santa Lucia che guarda caso è anche medico
Del sette nel volantino però voglio dire è anche un amico è un medico che allo stato una vita invece per il diritto alla cura e anche contro la repressione la depenalizzazione la liberalizzazione delle droghe l generale
Grazie io mi chiamo Nunzio Santa Lucia come faccio il medico del SerT per trent'anni anche in carcere quindi ho vissuto delle realtà anche
Le sezioni che menzionati menzionati prima all'ottava prima
Quando lavoravo Sollicciano l'ottava e da tutto si riposi tipi
Si fece anche allora una grande battaglia perché i sieropositivi no scusa l'ottava e la erano gli infami la terza e ve ne siete positivi
E quando si partecipa a valle dei nove sulla questione della una sezione per risiede positivi perché
Se le partite ancora più contagioso all'influenza ma ne parliamo quindi era una si sente
Quindi era
Sono lo i soliti i soliti atteggiamenti razzisti grazie BO definiamole come tale in ogni caso
Io
Dico pochissime cose anche un po'se mi riesce provocatorie
E poi facciamo un po'di di dibattito che emergono più Lella come di solito come come dire i bisogni di informazione o anche di confronto dialettico su questo argomento lo spinello eh un farmaco una droga
Stiamo dedicando siamo di fuori o ci siamo fatti una canna lo spinello è un atto che basta non se ne parla più
E l'occhio umano è una droga no no no l'oppio no non è più una tolgano allora perché dico questo perché ci sono
Farmaci considerati i farmaci che sono un mille volte più pericolose di queste sostanze che ho appena menzionato
è
Deroghe considerate doghe pericolosissime
Che sono
Meglio di tutti i farmaci esistenti perché non c'è atto se letale parliamo del detti HC della cannabis questa pericolosa droga non ha una dose letale non si può morire se non lo con una balla di di di di di che cadrà terzo piano in testa
Con la cannabis cioè non c'è nella letteratura un solo caso di morte è dovuta alla cannabis sono stato a sua volta anche delle persone
Con che avevano fumato ma non dal solo perché avevano teorizzato la cannabis è stato fatto sperimentalmente tanti e tanti anni decenni e decenni da anni fa lotto A dodici dalla mazzate nessuno di male con la cannabis
Sono decidano ammazzare una scimmia con una puntura intracranica
Di una dose efficace di trenta mila volte c'è fumare trentamila Spinelli cioè non so chi era se non più di fuori chi l'ha sperimentato o la propria di scimmie che
Sono stato sottoposte a questi a questi
Queste strutture lo ricordiamo non dimentichiamo il reato di tortura Monica
Una una battaglia fondamentale il reato di tortura poiché prima nesso dico dato che questo lo dico
La democrazia
Dico due cose di di di quello che è stato detto prima domanda legge tu sull'Abruzzo ci ha superato decisamente come democraticità come capacità di intervento
Ma vista l'esperienza Toscana vista l'esperienza fatta sempre con i nostri politici
Senza fare nomi lo faremo solo i cognomi dopo semmai
Aspettiamo il Regolamento l'applicazione della legge perché sono preoccupato io anche per la Regione quelle ma Cottini certi finché non vede il Regolamento
Comando fatte in tasca o bella bella bella legge all'avanguardia telegiornale regionale poi Regolamento l'applicazione della legge
A è andata peggio della legge nazionale
Cioè ma ma possibile che la Regione Toscana faccia la migliore legge in Italia possibile in Italia su un argomento così importante dibattuto è poi il Regolamento
Peggio di la legge nazionale che noi avevamo un migliorato con la nostra legge
Non lo so che cosa perché succedono forse perché
Qualcuno si deve fare una canna prima di fare le leggi probabilmente
è mi viene il sospetto che questi devono soltanto alcolici quando quando che la le le tardo tanto per dire no l'alcol un ottimo alimento un ottimo andava come dire
Io dico sciacquato ore della bocca tra un pasto e l'altro tra l'altro è un chip dall'alto dovrebbe essere così sciacquarsi la bocca
Per gustare il cibo successivo e allora siamo dei buongustai no e basterebbe un bicchiere un bicchiere mezzo per tutto per tutto il il pasto no l'alcol
è la prima
D'opera usata dai giovani italiani forse questo non ve lo dice mai nessuno neanche quell'imbecille che vanno in televisione
La prima deroga Italia usata
Prima di accedere all'eroina non è la cannabis ma questi non lo capiscono
Preti contro preti conto non lo capiscono la prima proroga usate in Italia e l'alcol perché lo dico con questa estrema sicurezza
Forse perché sono incazzato alla mia età non mi mandano neanche in pensione
Allora
Ho vissuto quarant'anni sulla strada cioè del setto conosco i prezzi della cocaina di stamattina l'effetto che fa la cocaina m dell'Ina di ieri che anfetamine ci sono perché tutti i giorni vedo oggi ma va visto che ne so
Trenta ragazzi
Che mi hanno raccontato inno e in in sei ore in otto ore queste cose no
Ecco
Perché l'alcol
E non è considerato una toga allora quando quando noi chiediamo i ragazzi qual è stata la prima proroga usato la spinello ma
Grazia giovincelli saggezza vorrebbe dire anche chi ha fumato una sigaretta prima no
E invece se tu chiedi dalla persona che usa
Che ha finito nell'eroina qual è stata la prima volta che sa dal di fuori qual è stata la prima volta che è sballato che se lo scorda più il novanta per cento delle domande
Che io ho posto nella nomi se ne tossicodipendenti e stamattina un'altra ragazzina di diciassette anni ha fatto la stessa domanda mi ha risposto nella stessa maniera
E chi se lo scorda più ho vomitato l'anima al compleanno di terza media quando per la prima volta ho bevuto la benda e sicuramente qualcuno fa di voi segua la maggior parte ha fatto le stesse esperienza perché
Per legge culturale noi siamo obbligati a drogarsi con l'alcol
In seconda istanza lo spinello
Prima che dallo spinello ora stanno incrementando gli psicofarmaci
Bambini decreti agitati c'è qualcosa che non va
Ora è venuto fuori e il il venuto fuori dalla da un po'di mesi il DSM il delle il manuale diagnostico terapeutico psichiatrico fatta dagli psichiatrici americani
Dagli psichiatri americani
è il
Il
Il Valdagno aspettava i faccio un solo esempio prima
Quando uno abbia voluto c'è voluto un famiglia il manuale e manuale dice
Agli psichiatri osservata bene la persona quadrate fate queste domande se da queste risposte questa risposta a questa risposta semi matto se da questa quest'altra e tre quarti salva questa e questa per tutto ma
E allora chiediamo i farmaci
O che adesso perdesse il tossicodipendente quanto tempo DURC dedica alla ricerca della sostanza che vi interessa
E allora
Qual è l'impegno economico che ci metti
Quando uno a un lutto
Va beh piange il lutto sarà depresso e allora prima diceva aspettiamo mi pare o un mese diceva gli psichiatri aspettato un mese
Se la depressione aumenta o non passa cominciamo ad Ali psicofarmaci Olano
Ora ma quale aspetta un mese al sud si può fare siederà uso dei psicofarmaci anzi diamo alle Regioni o prima che muoia così è già pronto l'affetto perché i psicofarmaci ci vuole quindici giorni no l'essere affratella
Quindici giorni prima debba delle delle l'efficacia di cercata allo e allora dice sta morendo subito persecutorie psico farlo già tutti parenti e siamo a posto con le case farmaceutiche
è questo ed nostra cui voleva rivale cioè non ce ne frega nulla
Nella farmacologia della religione della politica sono dell'economia e dei soldi basta così in Italia quando sentivo lo slogan di qualche decennio fa che abbiamo qua emendato noi
Basta con l'erba di casa nostra vogliamo l'erba di Cosa nostra il contrario basta con l'erba di Cosa nostra erba di casa nostra cioè una puro autoproduzione controllata
Socialmente economicamente democraticamente
Farebbe ridurre il numero delle persone che accedono allo spinello o alle droghe è successo poi il la cannabis in Olanda dove tuttora poi vita però è solo tollerata
O ti facciamo nulla va basta che il mondo delle scatole è così o sapete che non è non è legale in Olanda la carota è è tollerata
Il primo anno il secondo anno sono aumentati i consumatori Cannabona dei sì poi dopo sono scesi perché non c'è nessun problema e la proibizione quello festivo
Chiuso subito così vi lascio la parola
Abbiamo abbiamo abbiamo fatto con
Abbiamo spedito qualche giorno fa Monica le modifiche al al Regolamento
Abbiamo fatto al meglio possibile coefficienti Tundo innanzitutto la la la le pareti alla Commissione regionale sanità viene si prende atto ma non si allega più e speriamo che questo Fassino
è comunque se passasse questa modifica di Regolamento abbiamo sempre da continuare a lottare sperando punti poi negli emendamenti che sono fondamentali
Volevo dire un'ultima cosa sulla
Sulla legge su questa legge che è stata
Perché la al i giudici sono andate a scomodare i politici cambiando la legge non rimanda a rompere i coglioni tutti i giorni giudici e politici
E chissà quali politici
è agli altri di sistemarlo e
La scusate
Però sono molto stanco
Accolta lavoro da stamattina quindi sono venuto qui da Pisa proprio ridotto dalla puzza perché avevo dimenticato che fosse stasera ma
Mi ero preparato per sabato prossimo perché domenica non non lavoro
Cosicché
è stata abolito
è stato abolito del la Fini quello che è stato introdotto no per la firma per mi portava in ballo la Craxi Gadio Folino passa al mese
La cazzi regole lo Vassalli una legge repressiva una legge scientifica media parlando schifezza che abbiamo impostato dagli Stati Uniti cieca Craxi c'ha portato dagli Stati Uniti in regalo per il suo amico o il suo amico
Fichera Carlo Corolla Giubbe usciti era
Si avvale più lui Aldo
In America
è Togo Giappone
Allocativa sistemo io la legge sulla droga
Che sotto molti aspetti addirittura peggio dispetto rispetto a quelle che è stata abolita perché quella che è stata abolita assolo ridotte le pene
La la la la la la l'ingombro penale da da da da sei a vent'anni prende lo spaccio è stato di portato da uno a sei anni
S'è peggiorato per altri aspetti per i detenuti perché per uscire dal carcere prima ci voleva o sei anni
E invece è ritornato la Craxi ci vuole tre quattro anni quindi prima era conveniente nel che ne so il mafioso essere tossicodipendente
Ora non più perché è uscito prima uscire cinque anni prima conveniva essere considerato alcolizzato o cocainomane o o tossico ora aspettare restare se mi è sempre in carcere via almeno uno non ci vogliamo come tale
è l'ultimissima cosa che vi dico
E in Italia la canapa la produciamo tutti gli anni
Cioè produciamo la cava in italiano a pochissimo quella da fibra per certi versi no viene osteggiata però è legale
C'è anche la sovvenzione dell'Unione europea
Ma lo sanno poco per cui si coltiva poco la Francia prende tutte tutte le sovvenzioni perché l'ha sempre fatto così da decenni e invece hanno vivo manca Giampaolo classiche doveva venire stasera che l'istituto Vera de la per
L'Istituto per le colture industriali sperimentali partiva da decenni la canapa indiana quella perde el Peduzzi farmacologici e ogni anno la deve bruciare è questa l'Italia grazie
L'ultimo intervento di Osvaldo Giovannini cioè lui è stato graziato
Per gli usi terapeutici
No buonasera anzitutto ringrazio
Tutti delle soffermarvi e stasera ascoltare e chi è intervenuto prima di me
Volevo tira su questa cosa
Perché va beh innanzitutto vediamo
Un attimo delle
Delle cose ma hanno spinto a
Attila su questo dibattito fare informazione su questa cosa ritengo
Ho
Senza
Per me autolesionista
Perché non mangiavo più non dormiamo più la dolorino non vedevo più
Pensavo
Boh pensavo sentire un essere si parla o Dottorini e si era arrivati alla fine che tutti ne volevamo
Provi va a molti richiamo ufficiale approvavamo il finale purtroppo la mattina lo prova a quattordici anni
Quando sarà un piazza Firenze che si stava venissimo c'era
A quei tempi un po'di lotta politica a nord
E si sta un po'tutto perché piano piano da piazza San Marco serali tutti belli cosa uno ne operai a tutti si saltava tutti di là in piazza e tutti piano piano questa bestia delle novità
E quegli anni usarla poveri le fa finì desse
Tenuto a pensa più la gente
E comunque ci sono cassa o dentro ciò avuto a che fare con la Camera
O vuoi che fare comuni
Purtroppo la serie positiva le trenta trent'anni insomma sieropositivo
Che misure opera con l'HIV da dieci anni in dialisi peritoneale
Che fu tutte le sere a casa mia dieci ore note
E devo prendere un almeno a noi vicina dei farmaci
Al giorno
E non non mangiando più uno recitando più con i dolori dall'Europa via le parti alle gambe la notte non dormivo
Il giorno io
Sono anche un tipo di spirito religioso che al seggio avuto scusate la parolaccia
Ha avuto un po'a
Poiché si muovono a volte attacca la macchina magari
Ho memoria del minimo
Io piangevo
Perché perché mi vede andarvi
E questa cosa mi sta
Mai nessun piano
Ma blocca o il vomito mi fa mangiare
Mi fa vivere ma fatto fa questa
Questa cosa
Ma diverso no serve un pezzo
Ha paura di morire
Prima forse a volte
Non c'è un panino
Ora opporremmo
Perché voglio vedere perché
Diciamo la verità
Grazie davvero ad Osvaldo diciamo per quello che ci ha detto perché davvero significativa anche commovente allora questa era l'ultimo intervento per cui
Bene chiamo il dibattito
Io Bighi pregherei per chi vuole intervenire di avvicinarsi al tavolo perché abbiamo solo questo microfono che funziona penso non sia abbastanza lungo
Di direi di presentarvi chiaramente di fare interventi domante anche relatori
Chiarimenti
Siamo disponibili a tutte
Però io questo lo so insomma nessuno mi sono alzato proprio perché sono retrovisore proprio da ultimo
Perché io non so dire degli esiti del professor formando granuloma colpito questo ispirato al racconto quel costo a persona
Niente volevo sapere
Mi scuso con solo sulle posposto domanda
Cioè cosa serve questa questa cosa sto serietà
Non so
Lo diceva Osvaldo per informare per far conoscere questa questione si parla dell'uso terapeutico per la cura dei farmaci cannabinoidi che tanto ormai validazione scientifica
Diciamo i dottori diciamo così possono dire meglio di me ormai ha detto che efficacissima in tutta una serie di patologie al dolore va bene
Problemi oncologica allocco Omaha ma anche altre sono davvero svariate le patologie
I esce appunto ad essere utile ad essere efficace
Il problema che purtroppo diciamo nel nostro Paese terra una forma ideologica contro la cannabis perda quello quel questione che diceva prima anche

Era per spiegare
Va bene comunque spero di averti sinteticamente detto di che si tratta
Rabei compagno diciamo ha rotto il ghiaccio per cui
Il senso del dibattito è molto chiaro e ringrazio Osvaldo per queste io volevo portare un attimo testimonianza sul fatto della repressione
Io ho fumato vedere tanti anni ho dovuto smettere cinque anni fa di fumare perché hanno peccato il mio figliolo contenti euro di fumo
Per questi venti euro di fumo è iniziato un calvario psicologico o psichiatrico deserte
Mi sono trovato giudice la era ovviamente minorenne per questo era periodo di prova di messa alla prova un
Cioè io ho smesso di fumare il giorno dopo veda
Non dargli un cattivo esempio per cercare di di farebbe e mi son trovato addirittura anche personaggi del SerT per cui è stato per venti l suo
Chi continuava a dire no ma lei deve prendere qualche cosa per smette di fumare perché altrimenti non potrei telefono
Quando parlavo di psicofarmaci e di
Di droghe veniva i brividi perché ho dovuto lottare conto degli psichiatri che probabilmente man mano che il teste di cui parlava il dottore prima
Che li volevano imporre l'uso degli psicofarmaci testo sulla disattenzione in cui
Casualmente avevano fatto la fotocopia dell'ossessione sanare o sulla prima pagina sulla seconda varie illiquide lo faceva che gli elettori mi sono rifiutato
Di risponde a queste domande allucinanti ed ha anche detto una emotive perché è un testo sulla disattenzione mi presentate due vagli una dietro l'altro la terra non è possibile cioè di fuori completamente
Loro più di altre e niente ringrazio comunque
Osvaldo Rifondazione che ha promosso questo il batterio sono convinto
Che noi che abbia una certa età che abbiamo avuto queste esperienze di droga e non di dipendenza per quanto riguarda e che ho avuto una vita normalissima integrata fumando
Tranquillamente anche dei periodi di cui parlava sull'altro di piazza San Marco ecco penso che dobbiamo fare
Tutti insieme a un grosso salto culturale di impegno per
Far capire agli italiani che non c'è solo la Chiesa e non c'è solo il vino e non ci sono solo alcuni interessi dell'industria degli psichiatri ma anche gli interessi delle persone e di parte cioè io personalmente quando uscirà a mio figlio
Da qui in questa vicenda o un avrà un mio metro di impegno su queste rotte sarà quella di dire buttare dei semi
Sia di parole sia nei fatti in giro per tutto il Mugello
Grazie
Altri che vogliono intervenire qui la situazione molto tranquilla e si può tirare tranquillamente discutere cioè
Dire anche diciamo le proprie impressioni
Siccome lamponi non mi sono ripreso un attimino allo scopo
Casta se non riparto
Nulla vero se andavo delle cose
Che
Ma il malato incognite
Anche in un sacco di
Limitazioni grosse
Che sono quelle della patente
Perché qualcuno
Cioè chi entra in questo regime
Viene tolto l'uso della patente
Giusto indicarlo perché secondo me giusto indicare una data può essere riceve la testa stai attenta mettete alla guida come c'è immediati farmaci
Come gli oppiacei
Come dicevo farmaci però né che si levano la patente
Ti consigliano
Di non mettersi alla guida mentre
Un paziente ora che entra in camera minori Valente non c'ero
Non c'è
Pronto però fatale
Le leggi a
Questo è una limitazione
Poi
Volevo
Volevo dire ancora osare a me ma colpito il sacco
Voti per addetto io prendo un sacco di medicine danni
E in tutte dalla più landa
A ai protettori dello stomaco
A quelli per il virus Seveso quello può più potenti che ci hanno la peggio controindicazioni
Però
Tutti questi farmaci
Ci hanno un sacco di limitazione è un sacco di controindicazioni
Io in trent'anni uscendo dall'ospedale Loreo farmaco che girando Uncem nulla
E stavo esso
E questo è un accordino parecchie
Chiedo io qualche nell'ambito
Qualcosa questi metà Ungaro diamo
La prima Tiziano Lozano tutto direttive vanno fanno dottore lo può dire fanno con la trafila cassa forti d'ogni ben di Dio e averla
Costi esagerati perché
Anche di livello
Non si è parlato però insomma per accostare
Quaranta ore creando
E solo la sostanza perché possa da pagare preparatore i lavoratori i dottori nelle strutture pubbliche perché io lo fai quindi ogni quindici giorni dell'ospedale
Andare
Giù
Fino a qualche automatico saggio
E compagnia bella quaestio praticamente ha imposto un grammo quaranta euro batosta quattrocento è grave
E questi sono soldi pubblici
Che comunque
Potrebbero essere edificabili tanto di più che
E se vi puniscano un po'la bocca chiamandola preparazione che Alenia
è uno dice chissà anche mi daranno
Voglio aprire la busta
è il
La stessa Erba
Che è magari tu puoi trovare
Incombe lancio in Olanda
Solo prodotto puro testardo e compagnia bella cioè è Unipol io la vedo con una grossa ipocrisia un po'per ripulirla faccia e non dire che si colletta
Dettagli un senso di legalità Ilona preparazione galleria
E insomma fa parte della
Delle grosse Polesine c'è dietro
A tutta questa cosa è bloccato perché sicuramente nel caso dei farmaci
Essi
è in mano all'ASI farmaceutico o il male sperimentazioni su farmaci su quello e va avanti battuto avanti
Tramite case farmaceutiche
E se non l'hanno loro interessi a far sì che anzi loro hanno interesse avere debba e malati cronici che vi Rinaldi lungo e che gli mangino tutte le pasticche IRE
E varie davanti a
Anch'essa
Se io già da prima le avevo queste cose
E visto ciò la possibilità di di la continuo
Protetti
Fabio Gobbo
Dipende
Allora allora a me a me a questo punto non resta che ringraziare davvero tutti ringraziare voi che ci avete ascoltato che è stato da questa parte del tavolo intervenuto ma soprattutto sbalzo perché davvero ci ha messo come dire il cuore nell'animo per organizzare questa serata sociale