09AGO2014
rubriche

Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione

RUBRICA | di Andrea Billau Radio - 17:29. Durata: 33 min 56 sec

Player
Trasmissione a cura di Shukri Said e Andrea Billau.

Puntata di "Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione" di sabato 9 agosto 2014 , condotta da Andrea Billau con gli interventi di Shukri Said (segretaria dell'Associazione Migrare).

Tra gli argomenti discussi: Africa, Bangladesh, Governo, Guardia Costiera, Immigrazione, Integrazione, Italia, Lampedusa, Libia, Mare, Mass Media, Politica, Razzismo, Sicilia, Societa', Stragi, Tunisia.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 33 minuti.
17:29

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori di Radio Radicale benvenuti alla nuova puntata di radio migrante in collegamento telefonico come e di consueto Shukri Said
Netturbino anche lei abbia ogni giorno
Allora parliamo naturalmente di sbarchi ne vogliamo parlare però attraverso due articoli
Del fatto e di di Repubblica che secondo noi
Riescono a descrivere ampiamente sia la problematica che in questo momento si sta vivendo a partire dalla crisi libica e sia poi la questione di Mare Nostrum e allora iniziamo
Da un articolo di innanzi Porzia che e apparso sulla fatto delle cinque agosto migranti allo sbaraglio sui gommoni mentre la Libia Brun cioè nelle fiamme di una nuova guerra civile decine di migliaia di migranti continuano ad entrare attraversarla nel tentativo di imbarcarsi per l'Europa molti sono nel Paese africano già da lungo tempo
Io alcuni avevano pensato forse anche a una prospettiva a lungo termine del Paese produttore di petrolio tuttavia ora scappano tutti
Quando la domanda sul mercato è alta si sa la qualità dell'offerta cala e sempre più spesso si registrano naufragi a poche miglia dalle coste libiche la notte tra sabato e domenica un barcone naufragato cinquanta miglia dalla costa Ovest della Libia numero de e vittime resta sconosciuto di certo una donna siriana con suo figlio sono da annoverare nelle necrologio della rotta dei migranti nel Mar Mediterraneo
I loro corpi sono stati nella recuperati nell'ambito dell'operazione italiana Mare Nostrum insieme con bene trecentosessantotto superstiti
Un trafficante della città di Zuara principale punto di riferimento del traffico degli esseri umani verso l'Europa racconta io traffico migranti dal due mila otto e la prima volta ho difficoltà a lavorare con i migranti per via della loro fretta oramai non chiedono più qual è il tipo di imbarcazione su cui saliranno vogliono solo scappare
L'uomo sulla trentina collanina d'Oro sulla sua maglietta bianco latte laureato e con un'ossessione dei motori aspira per l'ennesima volta la sua Carmen
Finisce e continua sempre più spesso barconi con motori già logori vengono messi in mare troppo carichi di gente aggiunge oggi si lavora
Se si lavora poli con i gommoni
Per quanto è alta la richiesta poi laconico dice io personalmente ci tengo la sicurezza ma la maggior parte di trafficanti no ecco perché tanta gente morì in mare mentre la maggior parte delle missioni diplomatiche e vacua noi propri
Non nazionali con voli speciali dall'aeroporto militare di Tripoli o via terra attraverso la Tunisia immigranti saltano sulla prima imbarcazione messa a disposizione dalle decine di trafficanti di esseri umani attivi lungo tutta la costa libica
Lo scorso martedì la Guardia costiera della città di Alcontres centoventi chilometri resti Tripoli ha tratto in salvo oltre venti persone a soli quattro chilometri dalla costa
I sopravvissuti provenienti dall'Africa subsahariana tra cui donne bambini hanno detto che a bordo c'erano circa centocinquanta persone diciannove luglio un gommone e no fra Gatta dieci miglia dalla costa occidentale libica solo undici migranti su quarantotto sono sopravvissuti al naufragio della piccola imbarcazione immigranti provenivano dalla Nigeria dalla Somalia e anche dal Bangladesh un altro barcone era fondato solo due giorni prima trenta miglia dalla costa anche in quell'occasione nonostante l'imbarcazione fosse in acque libiche
La Guardia costiera italiana coordinate l'attività di soccorso dirottando mercantile presente nel Canale di Sicilia solo sessantadue persone sono sopravvissute mentre circa una settantina sono morti in mare i numeri dei cadaveri riportati dalle correnti marine sulle spiagge libiche o dei Co
Orpini recuperati direttamente dei fondali del mare dalla guardia costiera del Paese nordafricano raccontano di una seconda guerra civile quella che si consuma in mare esattamente speculare a quanto succede nel Paese da oltre due settimane non solo Bengasi cita est del Paese e
Rocca forte dei gruppi salafiti ha sofferto momento del bilancio dei morti negli scontri tra miliziani filo che disse le forze speciali armate governative ma anche la capitali Tripoli piombata nel caos qui oltre duecento persone sono morte negli scontri tra l'inizio pensati
Gli scontri sono proseguiti nella giornata di ieri mentre nuovo Parlamento chiamato a rimpiazzare precedente congresso nazionale perché troppo vicino alla fratellanza musulmana dava inizio alla cerimonia insediamento nella città di top Luca circa mille trecento chilometri dalla capitale
Ecco il suo è un articolo che spiega bene
Perché stava arrivando tantissimi migranti e come purtroppo stanno arrivando ma poi
Voglio leggere subliminali darti la parola
Questa testimonianza
Molto molto Bella né deve andare dal punto di vista giornalistico che ha raccolto Alessandra Zini ETI inviata della Repubblica e pubblicata sul giornale il sette agosto
Pozzallo quando scende dalla passerella bianca della nave Dattilo della Guardia costiera e si asciuga pudicamente con una mano le lacrime che ricevono Giunta scivolano giù dagli occhi ASL ma non fa neanche caso il funzionario che metta attorno al polso un braccialetto dica alta con un numero il duecentocinquantacinque e un numero che ne fa un simbolo di questa drammatica migrazione epocale che ad ciò ha portato in Italia a cento mila novecentosettantanove uomini donne e bambini in fuga da guerre e povertà violenza disperazione
Ah sì ma emigrante numero cento mila salvato dagli uomini della Marina militare italiana dall'ottobre scorso quando dopo i due tragici naufragi di Lampedusa con centinaia di vittime ha preso il via l'operazione Mare Nostrum a ventitré anni e ce l'ha fatta con il bimbo che porta in grembo con un suo merito Yamane con la piccola tale a tre anni in mezzo che scende prima di lei tenuta per mano da un marinaio della Dattilo tutta volta nel suo cappottino rosso già alle otto e mezzo del mattino fa un caldo feroce sul molo di Pozzallo la cittadina nel ragusano che oggi fa fronte con una commovente gara di solidarietà al più grosso sbarco che si sia mai registrato novecentocinquantotto persone tra cui centoquarantacinque donne e duecentoquattro minori moltissimi dei quali
Non H impegnati il capo della mobile di Ragusa Ninotchka vola guarda con occhio attento tutti i bambini tenuti in braccio da uomini perché spesso gli scafisti provano a farla franca cercando di spacciarsi per papà in fuga con i figli
Chi arriva porta addosso tutto quello che ha
Nonostante la temperatura anche asma scende stretta nel suo lungo soprabito nero che non riesce a nascondere la gravidanza
La giovane siriana quasi un anno dopo la partenza raggiunge il primo traguardo del suo viaggio emette la parola fine a un incubo fatto di terrore stenti violenze paura non sa cosa le riserverà il futuro ma nel suo discreto inglese sussurra tra lega e che tra le lacrime
Tenga sta insistenza Italian Pipolo
A chiunque tenda la mano a lei o la sua bambina asma e una delle venti donne incinta sbarcate e subito insieme ai sei non atti viene presa in consegna da le volontarie della Croce Rossa coordinate da Mirella grida Cucco Ganci e fatta salire sul bus che la porta l'Ospedale Maggiore di Modica qui dopo tutti i controlli che la tranquillizzano sullo stato di salute racconta la sua storia o ventitré anni vengo derby in periferia di Damasco siamo fuggiti il ventisette agosto dell'anno scorso dopo l'attacco con le armi chimiche
Mio marito all'inizio non voleva lui combatteva con i ribelli contro Assad ma non potevamo mettere a rischio la vita di nostra figlia abbiamo visto morire troppi bambini in quei giorni i nostri genitori i nostri nonni hanno raccolto tutto quello che potevo non ho venduto quello che sono riusciti a vendere c'hanno messo i soldi ma ne c'è ho detto andate scappate almeno voi che siete giovani piange asma mentre l'infermiere del reparto di ginecologia la le tengono lavano e ne fanno una chiarezza nel pacco di regali portato dei volontari per i piccoli ricoverati e per le giovani mamme inattesa c'è qualcosa anche per lei barba gli do per il bimbo la bimba che dovrebbe nascere Introna fine dell'anno non so quando non so neanche se è maschio o femmina non ho potuto fare nessun controllo ho saputo di essere rimasta incinta quando eravamo già in Libia d'attesa di poterci imbarcare non ha fatto altro che pregare prega è di riuscire a fare nascere questo bambino e di portare in salvo Talat è stata bravissima io e mio marito l'abbiamo portata in braccio per giorni nel deserto prima di poter salire sulla macchina che ci ha condotti in Libano Hammarberg tenne permetterà parti dollari necessari a pagare il resto del viaggio a ma lavorato in un caffè malfamato per dieci ore al giorno in città a centocinquanta dollari al mese nel frattempo io avanti cercava il contatto giusto per ripartire quando siamo arrivati in Libia ci hanno portato in una specie di fattoria dove ci saranno state almeno trecento persone in condizioni bestiali
Per quindici giorni siamo rimasti chiusi dentro ogni tanto entravano uomini armati di pistole mitra e picchiavano sangue qualcuno a caso le donne sole
Le portavano fuori ed è di un tavolo alcune le ho viste rientrare sanguinanti poi è venuta la sera della partenza noi hanno dato una bottiglia d'acqua è un cartone di latte per la bambina avevamo pagato mille euro a testa ci avevano assicurato che saremmo stati
Non più di settanta ma su quel balcone ci hanno fatto salire trecentocinquanta siamo rimasti in acqua tre giorni poi ci hanno salvato
Gli occhi verdi di asma luccicano sotto il foulard nero con motivi turchese che l'avvolge il capo tutto quello che ha e nella borsa nera che tiene stretta cantasse
I documenti due bracciali d'Oro un po'di dollari importa fotografie con le immagini dei suoi cari il mio sogno era fare l'avvocato dice ritrovando per un attimo un sorriso mi ero iscritta a legge studiava anche mentre era incinta e quando è nata Talat agli amanti era fotografo di cerimonia avevamo la nostra senta vivevamo dignitosamente poi lui ha cominciato a dare una mano i ribelli e definito della lista nera della polizia di Assad un giorno è stato colpito da un proiettile una gamba ma se non fossimo se dico stretti non avremmo lasciato la Sicilia noi amiamo il nostro Paese io spero ancora un giorno di poter ritornare e farci crescere i miei figli adesso però il nostro futuro in Europa non abbiamo nessuno qui
Vorrei andare a Roma si può
Ecco ho voluto leggere questi due articoli che sono
Come dire le due facce no di quello che sta avvenendo Shukri
Yelena drammatico quelli ordinari eletto colloca il nesso commovente ai Armani
Ha tenuto a mente tutto quello che
Potevamo prevedere è accaduto
Approvano anche c'è anche questo è un collettive di guerra
Altro che non era difficile per il contenitore in cui navi cammini Piccin perché inizia c'è una guerra civile perché vogliono
Che è una guerra e civili notte ha trovato uno effettuazione nei politicamente fattibile dopo cadute canta
Non vogliamo assolutamente dei mancati un per la caduta di un tema però
Questi ultimi anni praticamente o contente non con la popolazione di contenute aerea veri una opposizione infinito contro perché
E Bonaccorsi tacchini linee di crescere e arriveremo locuzione Fioroni
Alla
Durante della loro attribuite e quindi praticamente in Puglia mestieri e perché non c'è venturo ringraziandovi
Ventidue lineare un benché minimo organi con tutti gli altri emigrati che
Lì io come sappiamo tutti erano anche in Italia europee innanzi al TAR
Quindi un Paese che ricco di riportare
Naturali arriva anche un'aggravante tali
Crediti indicarci se uniche quesito io addotto
Il regime poiché c'è questo flusso dei Paesi su Bari gli animi e anche ricche
Prema no per poi accedere e anche
Siriani a chiedere tendere l'Europa perché è una frontiera mar Mediterraneo quinta attori e hanno fatto questo
Drammatico ecco entriamo definito che comunità internazionale è uguale al TAR ecco indifferenza perché contro quanto agli sforzi che l'Italia attiva costituto collimare no comunque e un però pompa
Primo ranking dei paesi che
Ed ero lei spendere questi persone finché
Che e
è tantissimo e lì in orario ventuno ordine né per il termine per gli altri quanto aveva era un ordine di tortura oggi in uniti è una situazione drammatica
Mantiene l'impegno a trovare un nuovo ordine compagni e un altro modo lì tipiche ignare dopo le guerre civili dai dalla guerra fredda mondiale del però con l'APEM mi ha detto implica un altro Pipino
No tipica e per la comunità umana perché altrimenti veramente l'attuazione età un'applicazione Paesi di origine per quel che sia il Paese grazie
E al Paese arrivo perché neanche noi in Italia saturazione nostra nuovamente
Colpi brillante perché viviamo anche in crisi economiche disoccupazione Katia quindi se è un dono europei hanno
Armati ponte in poi questo punto
Veramente fare appello a
Al Governo italiano ammette ormai il Presidente del Consiglio perché l'unica la unità tenuto rompe
Gruppi intera perché questa unità pensava più interessante prima che arrivasse nate perché è arrivato veramente
L'arredo corpi effimera tutte le situazioni quindici fare pure appello è difficile però
Sì o comunque in ogni caso dobbiamo appellarci all'istituzione in cui crediamo
Se quindi facciamo appello tutta la comunità internazionale e anche all'ONU coerenti ha fortemente effettuazione drammatica l'ultima vicenda riassuma
è un'attuazione traumatica anche
E siriani dall'altra nel tanto che poi
Dopotutto che la comunità internazionale approvato di aiutare i vitelli amaranto e distruggendo il Paese facendo emigrante a questo rapina parlare tra ma anche perché te ne accorga
Che quegli impegni non era un impegno
E
Fra virgolette punti Fontanini tifosi tecniche ma il titolo infiltrazioni di Al Qaeda come impropria avvenimenti né o quindi contenta come ha detto ottengano attacca
Paese distrutto con tutto quel che milioni di persone allertano ci troviamo che pure attaccate contenta Natale che intenda altrove e poi richieste che abbiamo avuto contattammo utente o quella che è stato un chiarimento
Meglio che inizieranno
Il e vanno a rovesciare il loro popolazioni anziché evitare manovali per Rocco perché noi
Stiamo è salita al più grande il contrario
Quello che
Di paletti attorno anche io
Per quello che con un coltello
A lettera Tourette l'America e certamente afferma
Il nome non aiuta e nome della ma è la prima è un'accurata Cogliandro che e picchiano la maledizione e quindi il nome e una maledizione e quindi va integrato che chiama la ditta
E tutto quello che tu hai scritto di lei
Noi
Qua e nutre altro che una
Ma nella dizione voluttà non più tardi per quale motivo abitare questo nomadi attorno
O apriamo preventivamente augurare che arrivando in Italia la tua un male tutti Lorenzin bene
E certo certo d'una una hanno tizia diciamo un po'meno
C'è un po'più confortante almeno
Post mortem diciamo così è quella che cita l'Agenzia TM News del trentuno luglio il Comitato tre ottobre ha espresso apprezzamento per la definizione di una procedura che consentirà ai familiari di riconoscere
Le salme delle vittime dei naufragi del tre e undici ottobre scorso largo di Lampedusa in cui persero la vita complessivamente oltre cinquecento persone
A quasi un anno dalle stragi una nota emessa oggi dal Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse informa i familiari delle vittime sulla procedura verrà posta in essere nei prossimi mesi per permettere l'identificazione delle trecentottantasette salme recuperati in mare il Comitato trottole
Aveva in più occasioni evidenziato il calvario dei familiari delle vittime che in assenza di comunicazioni ufficiali da parte dell'autorità italiane si erano diversa di prima su Lampedusa e poi sua dirigente o il tentativo di poter identificare i loro cari
Conosce del luogo di sepoltura in occasione di incontri recenti avuti con il Dipartimento per le libertà civili del Ministero dell'interno e con il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse il Comitato aveva nuovamente l'ha presentato la richiesta urgente
Da parte di familiari di avere delle risposte la procedura
Prevede la raccolta di materiale documentale ed eventualmente DNA dei familiari per poter effettuare un'identificazione certa anche attraverso colloqui detta in dati che avverranno a partire dalla prima settimana di settembre il Comitato tre ottobre auspica che la procedura possa concludersi nel più breve tempo possibile
Per permettere alle famiglie colpite da queste tragedie mi diceva che finalmente una risposta al comitato chiede inoltre che questa procedura venga estesa a tutte le vittime dei naufragi in mare affinché non esistano più bare senza nome e venga restituito alle vittime il diritto alla
Dignità è insomma quindi diciamo
Una mezza notizia buona certo stiamo parlando sempre di vittime e quindi
E questo è un problema mai ho appena posso dire il vero nemico piace noi chiedere
Le vittime donne vittime io le personale li vorrei tutelare quindi ma anche diventato illegittimi una volta di una decisione e deceduta
Tutte queste altre formalità sono formalità che spostano e per il utili e coloro i quali che
Paolo invitai quindi decoro e cosa fare
La fine tette
Finita uno che è morto così e non ce l'ha più almeno che
Neri vecchietti è il Padreterno lo ritiriamo senti adesso possiamo momento alla i CIE sempre la questione di Roma
Di Ponte Galeria Yale ci dice un'ansa del cinque agosto il sistema CE dimostra ancora una volta tutta la sua irragionevolezza dell'opacità nell'applicazione delle norme che lo sorreggono
Lo racconta in una nota la deputata di Ileana che azioni di libertà e diritti socialisti europei risulta
Essere esemplare in tal senso la vicenda di seme un giovane tunisino che per protestare
Condoni contro le condizioni inumane di detenzione nei cieli Ponte Galeria si era cucito la bocca con un filo di rame avevo fatto personalmente visita al ragazzo il primo agosto prosegue la parlamentare appurando con i miei occhi la precarietà
Nelle sue condizioni di salute e quanto la protesta ma adesso ulteriormente debilitato
In queste ultime ore le circostanze della vicenda hanno però assunto una connotazione ancor più fosca per il giovane è stato infatti prima tentato un rimpatrio assolutamente incurante delle sue condizioni
Di salute successivamente disposto il suo trasferimento da Ponte Galeria in Sicilia sebbene nessuno sappia dove di preciso i legali che si stanno comando della sua richiesta d'asilo temo che questo sarà svolto sia solo l'anticamera del rimpatrio tentato ma non eseguito lontano dai riflettori del CO romano
Trovo singolare continua a piazza doni
Inoltre che la sua identificazione che tardava da mesi per la quale era in programma apposita udienza nelle prossime settimane abbia trovato una così ci avere soluzione dopo la mia visita a Ponte Galeria questa vicenda getta per l'ennesima volta molte ombre sulla gestione dell'intero sistema CE
Lo Stato italiano non può permettersi di aggirare i diritti essenziali dei migranti prevedendo spostamenti rimpatri forzati senza tener conto della salute e delle condizioni psichiche degli stessi
Per questo conclude ho voluto interrogare il Ministro dell'interno sul caso insieme al collega Khalid Chaouki del PD per gettare luce sull'intera vicenda e per accertare che le procedure di trasferimento del giovane seme siano avvenute nel pieno rispetto delle norme di legge e dei diritti
Fondamentali e quindi
Abbiamo continuato a seguire insomma questa vicenda anche attraverso questa
Nota di della deputata uscita da SEL INVIM ti fa parte del nuovo gruppo di fonici Russel su
Questa vicenda del CIE di Ponte Galeria
Sulla quale mi sembra anche te Sucri noi tutti abbiamo detto più volte ripetiamo sempre le stesse cose e però come dire ancora non
Non si decide per una per una fuoriuscita da questo sistema barbaro insomma
Il Nanni quanto che noi ripetiamo tendere ad Alessandra è un'arte per quanta non è che noi
Forse non perfettamente
Ripeterò temperata dalla avremmo voluto per limitare i cantieri in qualche purtroppo
Sistema paese che non cambierà quello ancora più aberrante
E questo momento non c'è nemmeno un'altra Europa da fare appello perché è un Paese più un iter per l'Unione europea sia con noi
E quindi per noi uno possiamo fare nulla
Anche per i diritti anche per i ricchi e che
Una competenza
Del parlamento no quello che ha emanato tre collegi influisce difficile USA e ora appellarci in qualunque altro che poco fa sembrare crediti
Ecco ci avviamo alla conclusione dei notiziari di vogliamo proporre una parte di una conferenza stampa che si è tenuta a Roma il sette agosto realizzata da H riccioluti deputato del
PD
In cui si sono presentate ventisei mila firme sul caso Tavecchio ieri il
Candidato no alla presidenza della Federazione italiana gioco calcio
Con le famose frasi razziste sui giocatori stranieri che mangiavano le banane e quindi di pro poniamo questa
Parte di questa conferenza stampa nella quale sono state presentate
Queste ventisei mila firme che che verranno inviate a Michel Platini Presidente della Uefa Sepp Blatter presidente della FIFA e Giovanni Malagò presidente del covoni in particolari vogliamo fare sentire
La testimonianza dell'ex calciatore Giosetta dagli occhi
Ho sciato Ganna che fu il primo giocatore affluita diano ad indossare la maglia della nazionale under ventuno buon ascolto buongiorno a tutti fare io come dicevo prima vi ringrazio innanzitutto dell'invito
Come si parlava un po'di qualche minuto fa
Il viaggio comunque è partito insomma no noi ieri ma parecchi anni
Orsono io ho sempre cercato di ribadire il fatto
Ebbe molta risonanza da la mia prima
Convocazione in nazionale
Proprio per per il colore della pelle
Anche se in realtà io poi
Di fondo vivevo quello che hanno vissuto tutti i ragazzi che hanno avuto
L'onore e il piacere di uscire con la maglia quindi l'ho vissuta a livello personale in maniera molto serena vero è che era l'inizio di un cambiamento che adesso dopo
Quasi vent'anni insomma all'occhi di tutti faggi Mauro
Mi avete dato oggi per parlare appunto del del libro
Che dove insomma vengono spiegato un po'tutte le problematiche che hanno i ragazzi delle seconde generazioni ragazzi che
Alla fine son cresciuti da italiani ma anche non sono riconosciuti come tali
A partire poco al di là al di là dello sport e culturalmente sono crescono in Italia o fanno scuole in Italia pare un italiano hanno il modi pensare culturale nostro quindi
E hanno questi paletti su nello sport equestri difficoltà di
Inserimento sportive
Io sostato intervistato da Radio due ha parla menta per insomma per quanto
Ha detto il signor Tavecchio o spesso la mia quindi non è maniera molto serena
Il senso mi divido potrà all'estero in Italia purtroppo dispiace vedere il nostro Paese da fuori
Che che purtroppo di tanto in tanto
Rappresenta quello che
Ispecie negativa nostra c'è la cosa brutta dispiacere quello e abbiamo vicini altri Paesi che hanno fatto
Un un percorso
Anche lungo ma alla fine saranno sono rappresentati c'è ora la Germania vincitrice dell'ultimo mondiale l'esempio lampante di questa situazione quindi hanno
Proprio loro hanno avuto
Fare un percorso serio prendere in mano il problema
E uscirne poi da vincitori come come è stato
è impensabile in altri Paesi che persone che ricorre ricoprono perché vero che è un candidato ma è vero anche che è in carica le istituzioni quindi
Un numero due attualmente del calcio italiano della federazione
Quindi c'è non è un candidato così una persona che rappresenta
Una carica in un ruolo molto importante e quando certe affermazioni vengono fatte
Sarebbero scomode fatta in un bar ma addirittura in assemblea pubblica a sostenere una candidatura c'è è una cosa
è una cosa impensabile c'è e il fatto che avvengono purtroppo
Dimostra come
Diceva Mauro prima mila e da quello che diceva un
Un filo il pensiero molto retrogrado nella nostra cultura ce ne sarebbero state frasi
Molto più di
Di insomma dei contestualizzarle di in un periodo storico diverso da quello che che l'Italia oggi quindi il dispiacere quello
Dispiacere che nonostante tutto
Si propri ha comunque cercare di cambiare le cose lo scivolone sempre dietro l'angolo
Adesso siamo comunque i una fase
Internazionale europea dove
Questo tipo di problema è stato preso in considerazione molto seriamente
Dove welfare FIFA si sono espresse molto chiaramente
La tolleranza su casi del genere pari allo zero e questo vogliono mantenere giustamente per cambiare le cose
E diventa scomodo pensare che chi rappresenti o comunque una federazione importante come l'Italia
Siamo storicamente a livello calcistico alla seconda e terza nazione del mondo quindi non siamo
Siamo quelli che devono essere spesi per esempio da dagli altri
è impensabile che ci si presenti con una situazione del genere penso che sia stata una cosa di di scomodare poco a livello di relazioni a livello internazionale
Ovvio che nessuno da fuori può entrare
Ha ha comunque metter bocca in in questa fase
Di elezioni però è anche vero che bisogna rendersi conto che siamo sotto la lente di ingrandimento e se le cose
Andranno in una certa direzione potremmo avere anche magari ripercussioni a livello
Maggiore quindi io spero che
Insomma persone capace validi come ci sono in Italia
Riescono a interpretare nel migliore dei modi la situazione e facciano quello che
Che è opportuno fare in questo momento
Quindi cercare di dare una rappresentazione che di cui l'Italia ha bisogno di venire in Italia come Paese evitare come Federazione Calcio quindi
Niente e poi con tutto quello che
C'è quel che è stato detto è noto a tutti quindi vediamo siamo un attimino il fatto che ora ci sono state ci sarà più dizione lanciata e la risposta
Comunque estati evidente vuol dire che al di là di quello che si vuol far passare come gaffe ci son persone che son sensibile dei alla cosa quindi
Quando che si andrebbe a come dire a a non vedere quello che comunque sia
La gente
Un
Vuole dimostrare
Ecco abbiamo sentito dunque questa testimonianza di Giuseppe Dario ho sciato Ganna non so se tu voi su questa vicenda da vecchio dire fare un piccolo commenta abbiamo poco tempo però mi sembra importante
Ma è importante impeto e azione di Tavecchio importante effettuazione del calcio perché come tutti sappiamo calcio una pressione pacifica quasi tutte letto importi che tutte
Al mondo giovanile
Che naturalmente tutta la popolazione che chi vive il momento della Edouard con attenzione gli enti esterni e quindi deve essere una cortina di gioia enti inefficiente Jonio che non
Tenuti anni su un
Perché un quinto però Calasso e anche una industria come in tutti i media importante
Per gli nel mondo e soprattutto il nostro Paese perché uno dei leader
Del e industria Cascini
Quindi Casciolo e anche un fattore di impegno fiero che Po
Ho influenzare e interpretare una larga fetta
Della società civile e comunità mondiali quindi e non per i dignitoso ore che si possa sottovalutare detto quinto e presidente del caso italiano OCCAR euro UPI dirigente Nattoli male EP tutto petto
E
Aveva considerato
E
U.L.S.S. backgammon ad un circoscritta nettamente i riti quali che prima io voglio fare
E una premette che banana mancano tutti identici a dimettersi il romanzo banana anche formalità anche riproduceva impopolari e che sono cura dei produttori mondiali che hanno più
Titoli tipologie PD moderno di importazione del banale uno frutto anche però secondo me è una pronta che anche animali vegetali mangiano
Che il tono people Siliquini eccetera
Per chi vuole e ha tenuto a mente che il mutare un fattore dei
Supreme via fa filiale noi vediamo il mittente perché dal vecchio
Ebbene guardare nel vecchio perché non pienamente hanno imparato improntare le persone più brutte riuniti o le più Cotta dall'Italia e Malta hanno cominciato a insultare da partire dei meriti Italtel detto
Ad esempio non attività umana e intellettuale persone per rappresentare
Calcio italiano che è un Paese ottimo Polito e molte impegni perché tutti noi ci riconosciamo e quindi educazione che non identica
Un presidente un individuati questo elevatura quindi noi dimentichiamo tutte le note le istituzioni e Governo e parliamo Presidente dalla Repubblica al Presidente del Consiglio
Tutti italiani degnamente nell'altro quel tetto mentalità
E effervescente che un monumenti appare eloquente è un po'è però una pattuglia se il vecchio ha prontamente vengo Castelnuovo pensione e per è un vecchio otto di con e Province tale devi tante Inarcassa ma un po'altamente etere un simbolo dai portare allerto dal nostro Paese
Allora abbiamo concluso il nostro tempo ringrazio ciò che Said ricordo come entrare in contatto con Radio migrante attraverso il sito di Radio Radicale punto e it cliccando nella sezione rubriche sulla di migrante attraverso il sito della sua azione migrare i cui Choukri segretaria
Un punto nel creare un ponte un grazie all'inizio