11AGO2014
intervista

Il dibattito sull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori - Intervista a Renato Brunetta

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo Radio - 10:49. Durata: 16 min 5 sec

Player
"Il dibattito sull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori - Intervista a Renato Brunetta" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Renato Brunetta (deputato, capogruppo alla Camera dei deputati, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente).

L'intervista è stata registrata lunedì 11 agosto 2014 alle ore 10:49.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Alfano, Banca Centrale Europea, Camera, Cassa Integrazione, Cgil, Damiano, Disoccupazione, Draghi, Economia, Flessibilita', Fornero, Forza Italia, Giovani, Governo, Interni, Lavoro, Licenziamento, Mercato,
Ministeri, Pensioni, Pil, Recessione, Renzi, Riforme, Senato, Sindacato, Statuto.

La registrazione audio ha una durata di 16 minuti.

leggi tutto

riduci

10:49

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo in collegamento con il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta per parlare del dibattito sull'articolo diciotto dello Statuto dei lavoratori e avvia do da un intervento e del Ministro dell'interno Angelino Alfano Renato Brunetta tornando attualmente bisogno di presentazioni in qualità di economista ha lavorato per tanti anni
Alla fondazione Brodolini che poi è entrata tra l'altro lo Stato il padre dello Statuto dei lavoratori e recentemente ha scritto un libro molto interessante dal titolo la mia utopia la piena occupazione
Possibile un saggio molto interessante un
Un manuale sul socialismo
Liberale su come si debba intendere il rapporto tra merito e occupazione allora professor senatore deve onorevole Brunetta lei come in tratterebbe questo tema che è stato sollevato
Da Angelino Alfano la discussione su estiva o su o o c'è un fondamento che può essere portata avanti
Ma intanto bisogna partire da venti
Fin dal suo gioco sax grandi promesse grandi speranze trattato tutta la sua campagna elettorale per le primarie
E poi l'IRI
La montagna ha partorito un topolino palestinese il decreto Poletti che ha avuto bisogno di tre riduce
Potrà quindi finisce per essere approvato
Dal Parlamento e una delega che giace un po'stanca al Senato
Serviva di più molto di più sul mercato del lavoro ridere
Nasce per citata all'occupazione il mondo prelievo di bassa crescita o addirittura di decrescita
Il recessione e
Purtroppo il Governo talenti non è stato in grado di farlo per una semplice ragione
Che la maggioranza alla Camera ma probabilmente anche al Senato
Debbono ai gruppi parlamentari del Partito Democratico sono o a impronta CGIL vale a dire l'impronta conservatrice
Per cui non si muove foglia che la CGIL non voglia in tema in tema di lavoro pensiamo Damiano
Presidente nella Commissione lavoro alla Camera ma al suo i suoi omologhi e al al Senato per questa ragione non è stato in grado di produrre alcunché di significativo
Sul tema lavoro e ha ragione il presidente della BCE Mario Draghi quando richiamare l'Italia sa a una riforma sul lavoro che vuol dire che all'entità riforma sul lavoro non l'ha fatta
L'ultima purtroppo riforma sul lavoro Latartara fornendo ai tempi stesura se il Governo Monti
Io personalmente vota in dissenso dal mio partito allora dal mio gruppo parlamentare votai contro
Era una controriforma che tra l'altro irrigidiva la flessibilità in entrata cioè rendeva
Le cose più difficili per chi voleva assumere assumere soprattutto giovani
Editato manipolava malamente in maniera contorta in maniera ricarica ipocrita
La flessibilità in uscita complicando ancora di più le procedure legate e a dal famoso o famigerato articolo diciotto dello Statuto dei lavoratori che ricordiamolo riguarda
La reintegra nel posto di lavoro in caso di licenziamenti senza giusta causa e giustificato motivo il risultato è che
Il mercato del lavoro è andato sempre più degradando
Siamo ai livelli massimi storici di disoccupazione soprattutto ringiovanire
Si è complice la bassa crescita o meglio la ricchissima come
Si stanno accumulando sempre di più sacche di disoccupati disoccupati giovanile di cassintegrati
Assistiti di fatto nel senso che sono destinati al pensionamento per questa ragione
Serve serviva una sterzata una sferzata alle regole del mercato del lavoro e ridiscutere di flessibilità in entrata di flessibilità in uscita e anche dell'articolo diciotto penso sia giusto bene affatto
Fanno muro Sacconi
Ma
Come dire noi l'avevamo già fatto nel nostro programma PTR
Richiedere questo
La primissima cosa da fare dovrebbe essere l'abrogazione della riforma controriforma Formello sul mercato del lavoro noi abbiamo addirittura chiesto
La cancellazione della riforma Accornero sulle pensioni perché quelle due controriforme pensioni oneroso interfaccia della stessa medaglia della stessa medaglia conservatrice
E non credo che venti abbia dentro suo partito una maggioranza in grado di fare questo per questo credo e che si dovrà aprire un grande dibattito in Parlamento
Perché questo è un tema non estivo ma sarà un tema
Autunnale dirimente
Per la nostra economia ecco come interpretato la nella risposta delle ministro della funzione pubblica Madia che ha chiuso subito ogni ipotesi di modifica sull'articolo diciotto ritiene che abbia fatto questo perché vuole portare
A casa una riforma
Come quella della pubblica amministrazione occupa perché semplicemente difende quella che una volta lei ha definito la parte peggiore del Paese
Ma
Media non ha competente
Sull'articolo diciotto che riguarda in gran parte
Il settore privato
Non vorrei essere inutilmente cattivo potrei dire che ma di una competenza
In più in generale
Quello che si potrebbe dire e che il dibattito avvenga al dirà del ministro però materia
La riforma della pubblica amministrazione è una non riforma quindi da questo punto di vista anche per trattare ci nulla ministro politiche pure se ne intende
Aveva provato con il suo decreto però o finita male
Che la delega in discussione al Senato però con la delega come sappiamo ha tempi
Varianti se si vuol far festa si fa prestissimo ma se si vuole perdere tempo
Si perde tutto il tempo che si vuole perché dopo la delega alla fragola decreti legislativi poi nel passaggio parlamentare per i pareri e decreti legislativi
Che poi il Governo una volta ho avuto il parere parlamentare deve attuare per cui si potrebbe fare tutto nel mese di settembre volendo
A trovare la delega al Senato alla Camera e scrivere contro chiaramente i decreti legislativi oppure mai
E questa è la sfida
Che Renzini ha davanti
La Spagna ha fatto diversamente
Quando c'è bassa crescita occorre flessibilizzare al massimo
Le regole di entrata e uscita dal mercato del lavoro rendere cioè quello che i gli economisti chiamano la più alta possibile la reattività
Dell'occupazione Alpi la
I e questo lo si può fare modificando appunto le regole nessuno vuol toccare quelle i diritti fondamentali
Dei lavoratori però io credo perché il primo diritto fondamentale e di un giovane di una persona è quello di avere un lavoro
Penso che con un Grandini impiantistica garantistici interrotta disoccupati
Come dire si otterrebbe il paradosso di una
Garanzia totale
Ma
Su un bel gesto di Tiso Gran Plast io preferisco un mercato del lavoro flessibile
Come recato del lavoro con tanta occupazione
Pensiamo e mini Giobbe tedeschi tutti stanno a votare la Germania e le riforme e che sono state fatte negli anni negli anni duemila
è però dobbiamo anche ricordare
E che molte molta dell'occupazione tedesca era attardarmi mi gioca che
In Italia avrebbero scatenato i benpensanti e della finestra dicendo magari c'erano
Lavori precari sfruttamento ed altro
In Germania e si può fare in italiano interventi sono stati anche all'origine verrà miracolo tedesco
Ed è il riformismo tedesco per questa ragione io direi che bisogna affrontare con grande laicità il tema
Alla luce della crisi che sta colpendo il nostro Paese alla Nuccetelli dei milioni di disoccupati che si sono andati accumulando
In ragione dei livelli di disoccupazione giovanile inaccettabili in Italia e soprattutto al sud
In ragione del fatto che con queste regole la disoccupazione potrà scendere al più presto nel due mila diciassette
Con queste regole io credo che questa riflessione debba
Riguardare tutti riguardare il centrodestra come il centrosinistra riguardare soprattutto
Il Governo non è tanto e solo l'articolo diciotto conto ma l'articolo diciotto
Un tema fortemente simbolico capace di catalizzare
Un nuovo inizio per il nostro mercato del lavoro in un momento di crisi profonda trincerarci dietro astratti garantismo che e ripeto producono poi disoccupazione
E casse integrazioni in deroga prepensionamenti
Io penso ipocrita un'ultima domanda se l'onorevole Brunetta il caso Alitalia Ittihad lei lo considera un caso di ottima contrattazione per diciamo rilanciate una una grande impresa nazionale che si trovava in gran dei critici poteva essere concluso prima lei considera questo un caso di scuola positivo o negativo per
Il rilancio del nostro Paese
Ma deve le le partnership sono buone
Se portano capitali
E in questo caso mi pare che abbiano portato capitali insufficienti farlo e quindi capitali nel tempo non una tantum e
Mi pare che la liquidità diretti ad sia certa
E portano management e cioè manager capaci di guardare lontano
Anche in questo caso per le poche battute che ho visto mi pare che questo sia cioè un management come dire caratura internazionale
Che guarda lontano e
Non è legato al piede di carta
E che portano tecnologie no reti
E alleanze e anche in questo caso mi pare che e chi ad ci si è caratterizzata in questi anni come una società aerea capaci di far networking di fare rete di fare alleanze
Di
Distribuirlo i dello spazio globale
Ebbene
Che una partnership porta contemporaneamente capitali abbondante
Mentre
Rechi tecnologia no a
B e ben venga abbiamo parlato fino alla nausea di globalizzazione
Questa è la globalizzazione io penso che vada anche superato il ragionamento un po'protezionistico della delle compagnie di bandiera o di sul trasporto aereo
Non è che entrano più le compagnie rivali e dato che non ci sono soprattutto le bandiere
Perché i lettori ormai sento nuova
Rivelarsi tra di loro allearci tra di loro in una rete competitiva globale
Chi rimane fuori da questo processo di networking indirette competitiva globale muore è destinato ad essere mangiato da altri
Quindi da questo punto di vista io credo che l'operazione sia positiva ma credo che ci è stata positiva anche l'operazione a suo tempo fatta dal Governo Berlusconi cioè quella di non far mancare all'Italia da Air France
Perché lì c'era una ragione di competitività come dire europea che poteva produrre negatività nei confronti
Del nostro di scambi commerciali del nostro turismo e così via a favore appunto della Francia
Ma con un vettore mondiale globale come è chiaro d'io credo e e all'Italia o meglio il nostro vettore nazionale trovi la suo migliore collocazione globale adesso mi auguro che i sindacati se ne facciano una ragione
Mi auguro che chi possa essere nel giusto mobilità del personale come ho letto
Anche a livello globale e il nostro personale Alitalia e di grande qualità forse eccessivo dal
Punto di vista della competitività della compagnia ma di grande qualità e grande professionalità pertanto io penso che questo matrimonio
Chiamiamolo così Alitalia con echi ad possa far bene certamente Alitalia certamente
Alla al nostro Paese non si interscambi commerciali del nostro turismo
In un quadro globale e poi
Chi vivrà vedrà rispetto agli esiti finali di questa Alleanza che ripeto ormai è la prassi
Globale per tutti i vettori aerei ed io ringrazio capogruppo di Forza Italia la Camera l'onorevole Renato Brunetta che lo ricordiamo è anche autore della mia utopia la piena occupazione è possibile un saggio
Che ci fa riflettere molto sul sui quali volli però per noi per poter
Per l'ombrellone per l'ombrellone ma soprattutto per il Brennero per riflettere sui temi che vengono sollevati quest'estate
La ringrazio conto program working per radio radicale e Uri a Marco Pannella