12AGO2014
stampa

Fermiamo il massacro nelle carceri

CONFERENZA STAMPA | Salerno - 10:35. Durata: 1 ora 5 min

Player
La sete di diritto di Marco Pannella e la fame di verità di Rita Bernardini, le ragioni del loro dare corpo al Satyagraha indetto per garantire il diritto all'assistenza sanitaria dei detenuti.

L'adesione al digiuno e il sostegno dei deputati Gennaro Mucciolo, Dario Barbitorri e Michele Ragosta, del Presidente della Camera Penale Silverio Sica, insieme a Donato Salzano e all'intero gruppo dirigente di Radicali Salerno "Maurizio Provenza", con la forza della nonviolenza e lo strumento di una lettera aperta al Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e al Direttore Generale della ASL
Salerno Antonio Squillante.

leggi tutto

riduci

10:35

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Benvenuti a questa conferenza stampa
Questa è la conferenza stampa indetta
In queste giornate calde di Ferragosto come tradizione radicale vuole tradizione socialista
Quindi già
Si capisce chi partecipa a questa conferenza stampa
Donne e uomini che lottano per i diritti di radicali e socialisti in questo Paese l'hanno fatto e continuano a fare
Chi vi parla e Donato Salzano che il segretario di radicali Salerno
Associazioni Maurizio Provenza noi ci teniamo sempre dire che siamo radicali Salerno associazioni Maurizio Provenza
Perché un compagno che prima di noi
E grazie a luglio oggi noi siamo qui molti di noi molti ragazzi
Che
Sono
Stati come dire
Raccattare i tavoli sul marciapiede come azioni militante radicale vuole tradizione radicale vuole Grazia Maurizio Maurizio che
Nei prossimi giorni
Allora
O perlomeno la nostra memoria per Maurizio avrà
Qualcosa di importante da dedicare come radicali come socialisti
E non a caso oggi qui cosa dice Gennaro Mucciolo l'onorevole Gennaro Mucciolo che consigliere regionale del Partito Socialista e di Commissario della
Commissione sanità al Consiglio regionale
E su quello su quella tematica già siamo in azione in azione militante per
La
Legalizzazione di farmaci cannabinoidi a uso terapeutico quindi era una volta del dottor Maurizio Provenza militante radicale
Scusatemi per questa breve introduzione ma l'argomento della conferenza stampa non riguarda questo ma riguarda il fermare il massacro nelle carceri
Ormai in queste ore di Ferragosto tutti dimenticano la comunità penitenziarie
Noi che ci occupiamo di diritti umani non lo facciamo mai e abbiamo inteso convocare questa conferenza stampa per un principale ordini di motivi
E quello del Satyagraha indetto da Marco Pannella in Rita Bernardini
La lotta non violenta con il dare corpo
Con La sette e con la fa
La sete di diritto di Marco Pannella e la fame di verità di Rita Bernardini
Marco Pannella
Continua lo sciopero della fame ha sospeso lo sciopero della sete
Nonostante la sua
Le sue vicissitudini di salute
Continua ad essere in lotta con i compagni e con Rita Bernardini che vige una dalla trenta di giugno perché cosa
Per l'assistenza sanitaria nelle carceri
Lei oggi
Siamo qui
Per questa tessera sanitaria
Voglio ricordare che questa tessera sanitaria sì gli amici della e televisioni possono inquadrarla
E questo documento che ci dà diritto all'assistenza sanitaria in questo Paese è garantita dall'articolo trentadue della Costituzione
Cosa succedeva prima del mille novecentonovantanove
Che chi
Veniva privato della libertà
Temporaneamente in custodia cautelare cautelare o definitivamente
Per scontare la pena
Apportava alcun sì
Il diritto all'assistenza sanitaria mai gli veniva garantito dalla cosiddetta sanità penitenziaria c'è una parte del Ministero della giustizia che garantiva nelle carceri
Il diritto alla salute quello dell'articolo trentadue della Costituzione nel novantanove interviene il cosiddetto decreto Bindi
E che
Eliminate questa discriminazione questa violazione dei diritti umani e dice che questa tessera sanitaria e uguale per me che sono a piede libero
Ed è uguale allo stesso modo per l'assistenza per chi è detenuto cioè vale a dire
I fondi delle ex sanità penitenziaria vengono trasferiti
Al Ministero della salute e attraverso gli assessorati regionali alla sanità che sono competenti alle ASL e quindi all'infermeria
E i centri clinici delle carceri
Bene generosa Dario Barbirotti consigliere regionale
Del Centro Democratico doveva essere con noi l'onorevole Michele Ragosta
Tutti i compagni
Che nel corso degli anni proprio in queste giornate in queste ore calde torride di Ferragosto sono stati commessa l'anno di nuovo con me anche quest'anno nelle carceri prima di tutto per verificare cosa qual è l'assistenza sanitaria
Perché tra gli elementi che condannano questo Paese
Per la tortura praticata nelle carceri c'è la violazione dell'articolo tre della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e quindi la famosa sentenza Torregiani
C'è la mancata assistenza sanitaria
Quindi è rigo
Sì ma anche all'assistenza sanitaria si pratica la tortura nelle carceri secondo la sentenza Torreggia
Quindi che cosa vogliamo dire
Con noi doveva esserci anche il Presidente della Camera Penale penso che ci raggiungerà a breve l'avvocato Silverio Sica
C'è con noi Pasqua l'avvocato Pasquale Mucciolo che lede l'Assemblea nazionale del Partito Socialista e c'è il consigliere comunale Marco perché il
Che
Ci ospita qui al Gruppo Socialista il Capogruppo del Partito Socialista il Comune
E e che noi
Occupiamo con la nostra azione politica spesso
La la sua stanza riempiendo la di bandiere di diritti quali quelle radicali quelle socialisti
Che cosa abbiamo pensato di concerto con i consiglieri regionali
Abbiamo
Approntato
Una lettera aperta a chi a chi in questo momento è il titolare della sanità in Campania
Cioè il commissario straordinario alla sosta nel sanitario che l'onorevole Stefano Caldoro Presidente della Regione Campania congiuntamente la lettera aperta
Al dottor Antonio Squillante
Che il direttore generale dell'ASL di Salerno che è responsabile dell'infermeria delle carceri difformi
Di Sala Consilina di Vallo della Lucania e di Eboli sono i quattro istituti che insistono sul territorio dell'ASL di Salerno
Quindi una lettera aperta in cui sì
Tiene conto
Dell'articolo trentadue della Costituzione della decreto Bindi
Del novantanove quanto è stato trasferito dal novantanove in avanti dal Ministero della Giustizia per quanto riguarda il conto capitale trasferimento in conto capitale
Delle tessere sanità penitenziaria al Ministero della salute e quanti di questi attraverso l'assessorato regionale alla sanità sono arrivata all'ASL di Salerno
E quanti effettivamente all'infermeria dei carceri tolto Gennaro Dario e s'era Michele qui Nenni davano conto
Tolto ingiusti emolumenti al personale sanitario e parasanitario
I farmaci non ci sono ma
Quindi non c'è
Nelle carceri visitate nel corso degli anni un approvvigionamento dei farmaci figurarsi dei farmaci salvavita c'è una sola pillola che vale per tutti i mali
Capita spesso
Che non ci sono i defibrillatori
Tra le malattie più diffuse nelle carceri in Campania per quanto ci costa
Vi sono le cardiopatie a fornirci sono due defibrillatori ma bastano per il sovraffollamento carcerario difformi che si aggira mediamente intorno al dubbio della capienza legale quindi voi defibrillatori sono tarati
Per
La metà
Dei ristretti a fuori a quanto mi costa una non notizia e delle altre carceri che vanno sotto la giurisdizione del territorio dell'ASL di Salerno per quanto riguarda i defibrillatori
Ma in modo più generale Gennaro e quindi riguarda ed investe direttamente dei come commissario del
Commissione sanità alle al Parlamento regionale campano
Qual è l'assistenza nel terribile carcere
Di Poggioreale
Al centro clinico il San Paolo che io e Dario abbiam prontamente visitato recentemente per i casi sia
Dico usciamo
Fortunatamente
L'elettrauto di polla è tornata a casa a scontare il domiciliare
E non più a quella che era poco meno o poco più di un'infermeria
Il San Paolo o di Poggioreale e poi pensiamo al caso disagio
Caso disarmo finalmente può essere assistito a casa anche lui grazie al nostro intervento in quelle ore in quei giorni in quei mesi caldi
Nello scorso autunno
Agli arresti domiciliari con il male
Che gli portò a chiedere al Presidente della Repubblica Grazia fammi morire a casa
Cioè e quindi
Secondo indiana
E quindi il carcere femminile di Pozzuoli
E quindi il terribile carcere di Carinola
Per chi non lo conosce Carinola
E ubicato piegamenti in una struttura del mille
Quattrocento
Ed è un carcere per
Ergastolani
Dove le Lila fine pena non c'è mai
E lui i suicidi
Rispetto alle statistiche
Crescono
Rispetto alle statistiche generali sui figli delle carceri ma anche rispetto
E in proporzione alle statistiche di sui fili di chi non è precluso
Per questo fermiamo il massacro nelle carceri
No penso se
A
La casa circondariale di Avellino
C'è assistenza sanitaria questa è la domanda che dovremmo fare anche Caldoro perché ad Avellino insisto è l'unico asilo nido
Dove a quanto mi costa dovrebbe esserci un bambino internato
Perché segue la pena della madre a questo bambino e
Garantito da
L'assistenza pediatrica perché nelle carceri non c'è l'assistenza di uno specialista eppure ce n'è bisogno c'è bisogno di un
Uno che si occupa delle cardiopatie
Un altro che si può occupare specialisti che si possono occupare
Del diabete
Questi non esistono figurarsi se può esistere un ginecologo che si occupa della madre
Ho un pediatra che si occupa del figlio internato
E poi questo è un discorso che affronteremo con l'avvocato Mirabile ma io adesso voglio andar via presentare tutti quelli che aderiscono al sa di Accra al digiuno noi utilizziamo la parola di Gandhi perché non intendiamo
La lotta non violenta
Come la faceva Gandhi
E come la coniugata dagli anni Sessanta Marco Pannella in Italia
Con i compagni radicali che sono stati Bo di volta in volta in lotta con lui
Allora dicevo
Gennaro Mucciolo
Aderisce al Satyagraha quindi DG unirà
Io
Che lo faccio da un po'di tempo e continuerò a farlo anche questa volta
L'onorevole Dario Barbirotti
Si verifica aderisce anche noi Pasquale Mucciolo il nostro esponente dell'Assemblea nazionale del Partito Socialista l'avvocato Fiorina mirabile
Che la segretaria del Circolo Franco fiore di Nessuno tocchi Caino
Franco Fiore e il circolo che a Salerno sotto l'egida dell'associazione
Chi si occupa della moratoria per la pena di morte ma anche da spesso si occupa nelle carceri di fermare la morte per pena
Colleghi c'è Loredana De Simone che la Presidente del Circolo Franco Fiore cesso FIAT campana
Che la Presidente della neonata cellula Coscioni di Salerno
C'eri Marco Navarra che non è qui presente ma se il copresidente della cellula Coscioni di Salerno cioè Carlo padovano che il tesoriere dei radicali Salerno Maurizio Provenza c'è Massimiliano Franco che né il Presidente
E ci tengo particolarmente
Ai familiari dei detenuti che digiuna condoni di giorno con Marco e corre alcun ritardo
Nella zona Rella
Che vive da anni
La
Deportazioni continua nelle carceri italiane
Di suo marito
Carmela Rossano
Che
E la figlia
Del nostro riusciamo incrociano di Polla l'elettrauto di polla che voglio ricordare ai colleghi della stampa
E il famoso un ladro di biciclette ma letteralmente ladro di biciclette che scontava un residuo di pena per due furti di due biciclette e dovrà scontare allo
Nel centro clinica del cosiddetto centro clinico Sanpaolo di Poggioreale in quelle condizioni disumane e in violazione sicuramente dell'articolo tre della Convenzione europea dei diritti del voto
E poi altri militanti
Michele Lombardia Emilia Loffredo che fanno parte della Giunta di radicali Salerno
Rita Giordano che non è qui con noi
Ma che il Presidente che ci fa onore
E il Presidente d'onore di radicali Salerno associazione Maurizio Provenza
E con noi in digiuno il dottor Franco con lascerete
Che
E un odontoiatra
Volontario penitenziario sapete che nelle sezioni dedicate i tossicodipendenti c'è fame di odontoiatri
Perché i tossicodipendenti spesso controllano i denti
E quindi nelle carceri può sembrare strano ma c'è bisogno di odontoiatri e Franco Colace svolge quello che è il suo giuramento di Ippocrate
Lo fa nelle carceri
Massimo Torre digiuna con noi
Nostro massimo Torre avvocato penalista che lotta borderline e Pili diritti degli ultimi nelle carceri e nei tribunali insieme a Dario Barbirotti che oltre a fare il consigliere regionale fa anche questa nobile professione
E poi Marco Bertillo felice Santoro ed Emiliano Torre che sono consiglieri comunali
Io adesso vorrei lasciare la parola
A Gennaro
Gennaro tu stai svolgendo un ruolo fondamentale per questa azione politica all'interno del Consiglio regionale nella Commissione sanità
L'ho continuerai a svolgerle come hai sempre fatto
So che stiamo studiando un calendario insieme
Per la visita in alcuni istituti penitenziari in queste ore calde a cavallo del Ferragosto
E ti chiederei sulla lettera aperta che sicuramente si trasformerà
A tua firma a firma di Dario di tutti i consiglieri che si uniranno insieme ai vigili datori
In un interrogazioni scritta alla Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro passo su queste o la parola corpo
Io innanzitutto voglio ringraziare
Gerardo Begni iniziativa
I radicali stanno combattendo oramai da sempre battaglie di civiltà nuovi
Scontiamo in questo Paese
Delle arretratezza di ordine culturale che
Effettivamente sconcerto
Noi sappiamo che chi è in carcere
E perché ha sbagliato
Si trova
Si può sbagliare anche
Perché c'è un momento particolare in cui magari si perde la testa si possono fare delle sciocchezze
Questo non significa
Che si può privare il carcerato dei diritti elementari essenziali
Praticamente nel capitolo a parte
E il diritto alla salute
è un diritto costituzionale allora se
Consideriamo perché così dobbiamo considerare tutti i cittadini italiani
Non ci possono essere i cittadini di serie B e cittadini di serie ma siamo tutti cittadini per cui tutti dobbiamo usufruire dei diritti che i cittadini
Nel loro complesso usufruisco
Io sono stato
Condonati
A visitare fornivo diamo fare un altro giro
Effettivamente per quanto riguarda il diritto alla salute un diritto sostanzialmente negato carcerato
Cioè se succede qualcosa di serio
Difficilmente diciamo si può intervenire nelle condizioni in cui
La sanità nel carcere male considerata
Per cui
Questa
Questa battaglie io la ritengo giusta e sacrosanta
E
Per quanto riguarda la possibilità
Di sensibilizzare oggi sia
Il potere della sanità nelle ma
Del governo della sanità nelle mani
Questa lettera può essere trasformata benissimo interrogazione che faccio faremo insieme a Dario
Per cui
Metteremo a fuoco diciamo questa situazione
Ma soprattutto
Per sensibilizzare l'opinione pubblica perché poi chi detiene questo potere possa
Intervenire migliora sostanzialmente le condizioni delle carceri
Non voglio aggiungere altro perché penso che tutti quanti interverranno
Dico solo che
Dobbiamo ancora una volta ringraziare i radicali
Che
Continuano a fare queste battaglie così importanti
E
La cultura radicale
Si ricordi che oramai appieno questa la storia della nostra storia si coglie appieno in modo particolare con per la cultura socialista e non in poche occasioni i socialisti radicali hanno avuto
Due tessere in tasca
Ricordo dei grandi battaglie che sono state fatte ieri oramai
Con una certa età e su queste battaglie sostanzialmente ci siamo trovati uniti
E abbiamo spinto perché certi problemi venissero
Particolarmente sensibilizzati all'opinione pubblica e venissero possibilmente risotto
Approvato
Formulare io mi unisco
Quello che ha detto il collega Gennaro Mucciolo ringraziamento era
Stato
Ecco
Giustamente avvertita
Un futuro unisco al ringraziamento nei confronti del Partito Radicale netti Salzano verrà per aver
Contribuito ad alzare l'attenzione verso
La situazione drammatica che alcuni nostri concittadini vivono nelle carceri italiane
Io credo che tutti i cittadini italiani quelli sensibile quelli meno sensibili Fagoni no auspichino uno stato civile uno Stato nel quale i diritti vengano garantiti a tutti ma così non è purtroppo nel nostro Paese tant'è vero che
L'Unione europea ci ha condannato non una volta ma più volte per il comportamento disumano che viene applicato nelle carceri italiane con detenuti
E questo è
Io esperienza delle carceri campane ma anche di qualche carceri del Lazio è la situazione più o meno simile prima della stessa
è vero quello che
Ha detto Donato prima in carcere al di là del fatto che vivono in una stanzetta come questa che in otto nove persone no al di là di questo fatto che è un fatto che si tocca con mano ed è un fatto incredibile perché non si può non essere umano non può vivere così neanche un pollo vive così
Gli esseri umani vivono stanzette come queste hanno sbagliato devono essere recuperati devono essere
Portati ad un grado di di di di civiltà superiore a quello che hanno vissuto benissimo ci siamo ma non lo fai facendoli vivere in una stanzetta come dei Puglia lo fai dandogli una villa che cura il ma una pillola che cura il mal di denti mal di testa il mal di sto perché così
Perché quando uno vuole andare
A sottoporsi avvisi dal sanitario del carcere deve firmare la scheda si mette in attesa e dopo forse sette otto giorni arrivati lo visita
Se hai un'impellente urgenza di farti visita mai voglia di stare lì probabilmente
Pure per essere ricoverato di aspettare il mattino dopo essere portato a nulla nell'ospedale nel
Nel reparto a ciò dedicato del
Del San Leonardo Di Salvo di credo che
Sollevare l'attenzione e ringrazio la stampa per la sensibilità che ha samba salernitana per la sensibilità che ha
Perché sollevare l'attenzione su questo problema in un
In un momento storico in cui
Ci stanno a sorta di regressione di riflusso dove la gente
Pone quasi una barriera e voglia di parlare dei diritti di tutti voglia di parlare di diritti degli ultimi quale agente pensa egoisticamente
Al proprio interesse al proprio interesse
Personale impellente però
Se si sa ma nelle carceri se quella gente che vive nelle carceri quando esce dal carcere cioè con la rabbia
Esce con l'idea di essere stato maltrattato esce con l'idea di essere stato offeso e umiliato me certo non avremo svolto quell'opera di recupero che invece dovrebbe svolgere nelle carceri
è tutt'altra cosa quello che si dovrebbe fare nelle carte e innanzitutto garantire
La salute che è un bene primario un bene che la nostra Costituzione pone all'apice dei diritti dei cittadini
è un piccolo gesto quello che faremo
Io Gennaro Donato Marco e tutti gli altri Michele Michele Ragosta e tutti gli altri che hanno aderito
A questo momento di di di protesta silenziosa e cioè quella di di del digiuno è un piccolo gesto ma è un gesto che credo sia importante un gesto che dimostra che tanti insieme a noi che tanti tra di noi
Credo che queste battaglie di civiltà queste battaglie di giustizia che devono in altri innalzare il livello anche di di di di di civiltà e di cultura della nostra nazione debbano essere fatte
Queste cose non dovrebbero avvenire non si dovrebbe digiunare per questo ma si realizza anche per questo
è una situazione drammatica dobbiamo spendere il massimo impegno perché finalmente queste battaglie di civiltà raggiungano l'effetto che tutti quanti auspichiamo vi ringrazio
Grazie Dario ma
Volevo ritornare un attimo sudditi
Sulla
La lettera aperta che diventerà interrogazione al Presidente Caldoro e quindi contestualmente lettera aperta ad Antonio Scurati
Noi siamo stati dopo diverso se
E propri fisse
Disposizioni dal punto di vista sanitario diversi continue ha fornito
Con alte un Gianfranco Valiante che da poco diventato Sindaco di peronisti valore era
Consigliere regionale
Ricordi le vicende anche personali di quella ragazza nigeriana
Ho
Di Giovanni che era sieropositivo nella sezione tossicodipendenti
E quindi noi in qualche modo siamo riusciti a intervenire e a garantire che cosa
O almeno
Voi avete svolto il ruolo per cui siete stati eletti
E quello di garantire l'assistenza sanitaria all'interno dell'ospedale San Leonardo acquisì soggetti che erano
In fase terminale
Ma
Avevano bisogno semplicemente di una visita specialistica e di una
Normale dei incidenza
Ospedaliera
Se non intervenivamo onori in quelle visite continue e precise da questo punto di vista probabilmente la ragazza nigeriana che non mi ricordo il nome tutors dello ricorderà
E di Giovanni
Come e successo
Per un'altra persona che oggi
La moglie la vedo vai in Satyagraha con lui
Non a caso lo dimenticata ma l'ho lasciata per ultimo
Anna San Martino
Nel San Martino nel
Il due mila tredici giusto due mila tredici otto due mila tredici nella sezione detentiva dell'ospedale San Leonardo ha perso suo marito
Che era detenuto
A a Forni e quindi ricoverato d'urgenza nella sezione detentiva
Quindi anche lei digiuna con noi ma cosa volevo dire dati noi in conseguenza
Di questi continui visite
Per vivificare constatare con mano qual è la possibilità di assistenza
Hai ritenuti di forni
E poi non abbiamo continuato per tanti motivi l'abbiamo continuato ad estenderle in quel modo anche sulle altre carceri della provincia di Salerno
Siamo riusciti ad ottenere all'uno o due anni fa giusto
Un incontro ripetuto ci siamo stati un paio di volte
Con
Il dottor Antonio Squillante direttore generale dell'ASL e di essere
C'eravamo io te Gianfranco Valiante c'era una rappresentanza
Di
Dei sindacati degli agenti di Polizia penitenziaria c'era una rappresentanza dei sindacati degli infermieri San Leonardo ricordo che c'era il dottor mai niente
E ricordo che c'era anche un altro dottore funzionario dell'ASI nelle sovviene hanno che cosa chiedemmo in soldoni
Degli interventi semplici mirati efficaci
Chiedendo
Per
Forni
La possibilità di
Acquistare una cosa semplicissima due defibrillatori che andassero a coprire il sovraffollamento
Quindi aveva a disposizione per le quattro Sezioni di forni un defibrillatore
I dissi
Dottor Squillante noi aiutiamo in questo senso perché non a caso ci sono
Gli agenti e gli infermieri per organizzare dei corsi per utilizzare il defibrillatore
Ed è una cosa facile che costa anche poco
E poi la cosa un po'meno facile
Dopo le cardiopatia forni ci sono i diabetici
La somministrazione dell'insulina di fatto senza il ticket
Il kit per i diabetici che arriva direttamente dall'ASL gratuitamente a casa tua per auto somministrati di insulina perché prima ti dice quali sono i due parametri in base a quei parametri
Sul display digitale di dice quanto insulina
Devi somministrati oggi
Che io sappia il protocollo ha fornito per i diabetici per la somministrazione dell'insulina a poco a che fare quella pratica medica
E quindi suggeriti cioè siccome che quando tu entri nel carcere non può portare Contini due nel convocato nei due familiari ti possono portare il kit dentro il carcere
Facciamoglielo giungere direttamente dall'ASL di Salerno sale residenti a Salerno un nuovo chi a disposizione per l'infermeria per l'utilizzo
Esse non è residente a Salerno facciamo di tutto affinché questo detenuto proprio ai sensi dell'articolo trentadue della Costituzione ai sensi della legge Bindi del novantanove
Possa aprire
Cosa il trasferimento
Di residenza Salerno e quindi l'assistenza sanitaria all'ASL di Salerno e ve ne sono passati due anni e noi non abbiamo notizia nitidi fibrillazioni vede il kit
Per i diabetici figurarsi io poi aggiunti almeno un defibrillatore per le altre tre carte
Su questo vorrei lasciarti una breve battuta e questo deve essere argomento di dialogo non violento sussidiato con
Al dopo ma a maggior ragione con Squillante su questo vorrei lasciarti un'altra battuta perché forse militare
Ma questo
Sa significare che ci sta scarsa attenzione
Certa la Campania ha avuto problemi per rientrare al deficit della sanità per ora basta basta bassa cioè non è possibile che uno strumento che non costa neanche tanto come il dépliant
SEC sono dedicati a questo noi dichiariamo messo e non ne abbiamo ancora traccia dimostrata con puntata né questo chiediamo
Ho
Ricordo quell'occasione fu
Preso l'impegno da Squillante
Probabilmente si è dimenticato probabilmente si è distratto ma non bisogna distrarsi su tematiche come queste non bisogna distrarsi sulla tematica che riguarda la vita dei cittadini quindi noi
Solleciteremo anche questo e nell'interrogazione che faremo insieme a Gennaro riporteremo anche questo passaggio cioè non ci si può assumere degli impegni a distanza di due anni impegni che poi riguardano i diritti alla vita rilevanti i cittadini non non ottemperare a quanto si è garantito
Signor Dario Barbirotti
Per
Quello che fai per gli impegni che prenditi insieme Gennaro porti a termine anche perché
Come sempre ogni volta nelle vostre tasche oltre le vere la
La tessera del proprio partito avete anche all'altezza della di radicali Salerno e mi auguro quella di radicali italiani del Partito Radicale
Io adesso vorrei lasciare la parola all'avvocato Pasquale Mucciolo
Lì è membro dell'Assemblea
Nazionale del Partito Socialista
Mi pare Pasquale sei da poco entrato nell'ultima tornata elettiva del Congresso giusto
I sei anche presidente della Federazione salernitana del Partito Socialista Italiano
Sì stato eletto recentemente dal congresso provinciale
E
A quanto nel suo
Tra l'altro io stranamente chi organizzava quel congresso non ha pensato di invitare
Almeno un compagno di gare
Però io so e mi è stato detto perché tuo
Intervento di ringraziamento
Di accudimento della candidatura ci hai rappresentato
C'era presentato parlando di diritti umani in carcere ma prima di tutto di giustizia
Perché come ama dire Marco Pannella
Il carcere e sono una conseguenza un'appendice
Di quello che lo stato di diritto mai introdotto nelle aule di Tribunale di questo Paese fai l'avvocato cioè l'avvocato penalista
Non non sette e
Però se vicino a questa storia alla storia di radicali dei socialisti di Marco Pannella
E oserei dire di quello che non nomino quasi gol nomina quasi più nessuno è che lo faccio spesso io lo fa anche Marco e molti radicali
Che Claudio Martelli
Non lo fanno neanche i socialisti
Tu appartieni a quella storia e probabilmente su quella storia che hai deciso di accettare prima di rappresentare i socialisti nell'Assemblea nazionale
E poi di rappresentare come Presidente il garante di tutti i socialisti della Federazione salernitana attenti
Allora preliminarmente ringrazio Donato e dall'iniziativa assunta sulla
Sulla scorta di quanto Marco Pannella a livello nazionale come sempre attivato
La questione sanitaria nel i diritti alla salute dei detenuti reca nel carcere
Si innesca
In un problema più ampio
Su quale voi radicali insieme a noi socialisti
Ci siamo più volte battute
Il sovraffollamento delle carceri sovraffollamento delle carceri è un dato che si inneschi si unisce al problema sanitario recarci perché
Un elemento da non sottovalutare io indirettamente sto vivendo da dentro le voci di dentro del carcere perché in una delle infermeria
A Eboli all'iter di Eboli che è un'oasi felice
Da un certo punto di vista mia moglie sta facendo seri come medico
Il semestre nel carcere di Eboli e ho avuto modo
Di frequentare carceri embolie solo frequentando quei posti ci si rende conto delle reali difficoltà che vivono questi soggetti che sono privati della libertà personale
Dalle cose più banali che per noi sembrarono praticamente assurdo
Perché non è soltanto il problema di tigli in carcere ci arriva ammalato e per esempio nel carcere di Eboli che
Per dalla il fine pena la carcerazione attenuata hanno un regime diciamo così di privazione della libertà personale
Che
Diciamo e orologi sospetto poi parliamo di di quattordici sedici ore diciamo di libertà in questa struttura in questo casello del mille quattrocento del mille quattro del mille cinquecento
Però lì per esempio ci sono dei problemi e io non oso immaginare che cosa accada nei Lager
A Poggioreale quant'altro Lauria abitativo là ci sono per esempio malati di AIDS ci sono i malati di epatite e mancano le cose fondamentali
Noi molte volte
Come ha detto Donato come ha detto Dario
Come una pillola si deve curare
Il problema reale che
Quanto meno quando si tratta di farmaci salvavita nelle mille difficoltà questi farmaci prescritti arrivano
Ma loro non hanno bisogno soltanto del farmaco salvavita
Per chi non è stato in carcere Pittino viventi direttamente non ha vissuto direttamente indirettamente la questione della privazione della libertà personale
In carcere non è chiesti Twice tra virgolette i soldi voi acquistarti un medicinale cioè il sistema spaccio
Cioè io devo fare una richiesta
Faccio questa richiesta richiesta mi deve essere approvata c'è un conto corrente dedicato io ho bisogno faccio un esempio banale per una dermatite che può essere fastidiosissima
Di una pomata mi arriva dopo sessanta giorni
Queste sono le realtà ci si fa male nel carcere non ci sono le bene
Si fanno interventi emergenziali non ci sui punti per strutturare le ferite
Problema delle visite specialistiche dorato accennato al problema dei cardiopatici
Dei malati di diabete
Senza di chi tra
Si finisce per fare di utilizzare il carcerato con una cavia si fanno le prove
Dice questo quanto peseranno cinquanta sessanta chili diamo Totti CCD di insulina no ma non ha non ha funzionato omettiamo abbassato
La
Facciamo la somministrazione lenta dell'insulina o la somministrazione dello questi sono i problemi che affrontano i carcerati quotidianamente allora non la voglio portare alla lunga
A poi
L'ultimo inciso
Non dà e che si arriva solo malati facilissima
Sovraffollamento determina dei problemi di sanità di malattie
Infetti che si trasmettono proprio perché non viene garantito l'NGN è minimo che è un
Un cittadino avrebbe il diritto diciamo
Di
Direi
Chi era in carcere ha commesso qualche errore
Ha commesso degli errori ma ciò non significa che i la detenzione si deve tramutare torto
Allora non la voglio portare alla lunga
Non potevamo fare altro che aderire
A questo sciopero della fame
Non potevamo fare altro perché noi socialisti con i radicali abbiamo avuto sembra diciamo così un rapporto stretto nelle battaglie
Forse a volte gli approcci diversi ma i minori nei momenti difficili ci siamo sempre uniti anche nel metodo nel merito sicuramente siamo stati il sembra è quasi sempre vicini
Nel metodo a volte noi siamo stati noi socialisti meno plateali in ma non per questo meno incisivi
Però la cartina di tornasole di una società
è
Proprio in quegli ambienti dove ci sono gli ultimi
Quando gli ultimi non hanno voce quando noi ci rendiamo conto con l'attività politica quotidiana che
La vostra difficoltà a dare voce agli ultimi e allora quando Donato mi ha chiamato e mi ha detto
Che nel Paese di questi detto Donato non posso che accettare perché sono convinto di una cosa
Che
Quando
Con diciamo l'iniziativa politica ortodossa tra virgolette ortodossa non si riescono a raggiungere dei risultati effettivi e concreti allora quando la voce flebile non resta che il gesto e immagino e penso
Che questo piccolo sforzo che faremo tutti quanti noi tutti quanti insieme
Possa finalmente dare uno spiraglio di giustizia e civiltà I detenuti alle carceri italiane e tramite
Questo intervento in favore dei detenuti delle carceri tutti come cittadini di questo Paese
Pasquale
Come non ricordare
In queste due parole
La famosa relazione di Claudio Martelli no
Quella
Dei bisogni
Ebbene
E
Ci ha raggiunto emiliano Torre consigliere comunale
Prego accordi
Anche Luigi una con noi insieme al papà Massimo Giordano
Faceva raggiunto anche Augusto De Pascali anche lei consigliere comunale
Vorrei giusto due parole solo due parole da parte tua per radio radicale nelle analisi dei primati
Allora chiusa e che oggi dovrà essere con noi per l'ultimo malinteso avvertito
L'onorevole Michele avulsa
Che non poteva raggiungersi
Però
Lui ha un impegno e tu sei a un impegno con lui
Per una visita ispettiva input
Via
Perché noi per questo calendario di iniziative per il Satyagraha per l'assistenza sanitaria nelle carceri
E ricordo anche per abolire l'ergastolo
O la tortura
Che viene praticata in questo momento è una persona che l'opinione pubblica
Potrebbe a morte
Provenzano De Rita Bernardini dedica la sua lotta anche per Provenza
Che ormai e dichiarato da tre Procure della Repubblica incapace di intendere di volere viene torturato al quarantuno bis solo perché Provenzano
Ne notiamo anche per il diritto sì
Di Provenzano comune notavamo per
L'ha scelto tra del boss Piromalli per iscriversi al partito radicale e difendere la sua scelta
E quindi Firenze Palermo Caltanissetta dicono che Provenzano incapace di intendere di volere rimane al quarantuno bis su c'è la lotta di Rita Bernardini e dei radicali
Che difendono i diritti umani
E anche i diritti umani che sono garantiti a Provenzano però
Michele ha preso un impegno sta Raddi giù un anno insieme a noi poi organizzeremo la modalità di Giugni
Tour di giudizio ma noi
Come al solito Massimo digiuni era insieme a noi trovate Massimo Torre l'avvocato Massimo Torre per gli ascoltatori di Radio Radicale
Abbiamo avuto delle segnalazioni da un carcere che non ti dico che tu conosci che in Puglia
Attraverso i familiari dei detenuti attraverso il lavoro che sta facendo l'avvocato feeling ammirabile
Con
Il suo ufficio
Nel suo studio o di assistenza legale che ha aperto il martedì il giovedì qui al gruppo socialista
E qui il lavoro che sta facendo il Circolo Franco fiore di Nessuno tocchi Caino dove tu sei iscritto come d'altra parte si è iscritto tutti i soggetti radicali a Salerno e mi auguro che tu posto insieme al massimo insieme a Michele
Prendere la tessera quest'anno del Partito Radicale e di radicali italiani
Ti lascio arte la parola su questo poco

Vorrei quell'articolo
Quindi tu sai qual è il carcere di Pianosa ironia andremo lì
Chiara avvaliamo nascerà
Parliamo di questo carcere dove ci arrivano segnalazioni anche da parte dei nostri clienti che sono dei detenuti
Ed effettivamente urge una visita questo carcere pugliese perché
Le condizioni non solo di vita ma anche strutturali dell'edificio carceraria sono veramente
Preoccupanti
Segnalazioni ci arrivano un po'ovunque perché ad esempio leggevo di qualche giorno fa il divieto a cui sono stati sottoposti alcuni detenuti di acquistare più di una copia di un libro ultimo libro di Carmelo Musumeci
Che se avete impegnato nella lotta per l'abolizione dell'ergastolo ostativo
Questi detenuti del carcere di varie marche non hanno potuto acquistare più di una copia di questo libro che volevano regalare anche ad altri detenuti e familiari
Ed era un libro molto forte dove c'era questa dialogo estremamente intensa opera Carmelo appunto un filosofo su matematica proprio delle Akassou quindi è un impegno che secondo me si impone lenta io sono contentissimo oggi di essere insieme all'onorevole Mucciolo onorevole Bertinotti qui
Per portare ancora una volta per l'ennesima state avanti questa battaglia di libertà e di diritti
Che una battaglia che ci appartiene e che ci fa sentire
Diciamo parte di questa grande famiglia radicale di cui
Io confermo l'adesione così come anche mio padre tutti diciamo i colleghi di studio che ci sostengono anche in questa battaglia
Per i delitti di tutti appunto di Provenzano di Carmelo ma anche
Dei degli ultimi detenuti dei tossicodipendenti degli immigrati che oggi si trovano
A dover scontare pene ingiuste o ancora peggio
Essere distretti in leggi me cautelare in strutture penitenziarie che violano quelle che sono le norme della dettate dalla comunità romena in tema di diritti umani quindi
Di impegno deve continuare io credo che ogni anno siamo
Creando sempre più un movimento di pensiero intorno a questa tematica e
è giunto ma il momento vedi lo sento in maniera più forte
è necessario ripartire da zero nell'ambito della giustizia e dire necessaria indispensabile ormai un'amnistia una
Anche riscrittura del Codice penale da un punto di vista delle pene ma anche dal punto di vista dei reati
Perché divenuto insostenibile anche la gestione diciamo dei LEA
Macchina giudiziaria da parte dei tribunali della magistratura tutta quindi
C'è bisogno di riscrivere un poco lei regolare e di riscrivere soprattutto in modo di funzionamento dei tribunali che ormai sono al collasso
Abbiamo ad esempio tribunali che ormai sono ingolfati
Da procedimenti perché Masini impressa opere da piccole vicende legate alla droga riprocessamento importanti non si riescono a fare sfiorano la prescrizione quindi
Ci sono c'è una sede anche di giustizia a cui bisogna rispondere
Non attraverso
Il proibizionismo diciamo il volere del emettere sanzioni prima ancora che vengano
Scritte le sentenze ma bisogna risponda attraverso una ristrutturazione del sistema
E comprendere questi sistema e contrastato e solamente attraverso l'amnistia e la riscrittura del Codice Penale sicuro ripartire quindi la ringrazio agli amici radicali
Pedagni sempre questa possibilità di partecipazione
Vale i compagni certi negoziali sono sempre a disposizione per via tutte le iniziative
Insomma esprimo veramente profonda solidarietà per tutti le detenute e detenuti che in questo momento
Portano avanti battaglie
Di dignità attraverso
Anche loro corpo attraverso lo sciopero della fame attraverso le loro manifestazioni di dissenso comunque sempre pacifica e che meritano la nostra solidarietà il nostro sostegno grazie
Anch'
Io adesso lascerei la parola all'avvocato Mirabile limitrofi all'inizio

Chi
Dicevo
Più renda
Confimea Loredana De Simone sono due avvocati penalisti
Si occupano dell'assistenza legale degli ultimi
Attraverso questo circolo Franco Fiore
Franco ed una che sia può fare
Compagnia radicale che si occupava dell'assistenza degli ultimi
Negli uffici
Gli ospedali psichiatrici giudiziari
Ed era a fianco a fianco con Maurizio lui più in seconda battuta ma Maurizio Provenza in prima linea quindi la scelta
Dell'associazione radicare notificata novizio in quella
Del Nessuno tocchi Caino
Dedicarla Franco Fiorito
Consigliere era un po'di uno psichiatra
Non psichiatra
Chi si occupava di gli ultimi in modo
Spesso al di là dell'umanità
E quindi
Io spero che le iniziative del franco fruitore possono avere lo stesso spirito
Che aveva nel suo lavoro Franco
Quindi come si dice spesso Marco Pannella
Le compresenze
Capitini chiaramente ad Aldo Capitini le compresenze studi
Anche in quel suo la nostra scelta al Maurizio Provenza
Franco Fiorito
Nel recentemente nel tuo lavoro nello studio che ai quindi al gruppo socialista
Quindi siamo ospiti ma spesso occupanti
Anche perché i socialisti dicono occupate nostri nuovi no
E
Le notizie che vengono da un carcere Puggese
Le
Lo stato dei ricorsi che noi curiamo
Alla Corte europea per i diritti dell'uomo per la violazione dell'articolo tre dell'articolo sei della Convenzione
Avellino
La casa circondariale
Dove c'è ancora un nido e dove non c'è ancora unica no
Sono gli istituti a custodia attenuata per le madri
Su questo lascerei pro
Buongiorno e vi ringrazio
Per le compresenze veramente che esso certamente no
Con i socialisti oggi è la dimostrazione vi ringrazio doppiamente anche perché siamo in piena estate voi siete qui anche i giornalisti lavorano Sempre veramente oggi ne è la dimostrazione
Mio studio qui presso Marco Pittini dello che ringrazio sempre
Infinitamente per questa accoglienza si studiano qui Canzi PD di corsi per inoltrare ricorsi alla Corte europea dei diritti dell'uomo abbiamo da poco anche
Aperto sul social una pagina proprio si sbocca intitolata proprio Corte europea di di giustizia dose arrivano segnalazioni le più disparate i problemi
Dei detenuti con i problemi dei figli dei detenuti con i problemi
Veramente
Anche con problemi di natura voglio dire staranno Anna alla allo status di detenzione quindi problemi di lavoro problemi di salute
E tutti quei diritti che dovrebbero essere assicurati non società civile che si convegno mi fa piacere apprendere di questa interrogazione parlamentare che sarà
Di qui a poco
Attuata anche perché
Io personalmente avevo così maturati nel desiderio
Di presentare anche una Scheda all'onorevole Mucciolo per quanto riguarda la realizzazione
Di unica Massud perché da Roma in giù purtroppo anche per l'assenza di del welfare penitenziario forse proprio questa la causa principale non esistevano i camion anche se il luogo poi reale sarebbe
La casa circondariale di Avellino lì esiste nido ma all'interno della struttura penitenziaria l'abbiamo già detto l'avevo già segnalato nei precedenti interventi
E purtroppo vi sono dei bambini non detenuti ma interna ti che vivono e condividono purtroppo le stesse condizioni detentive delle loro madri
In Italia sono quarantacinque ma esistono
Uno solo
Uno solo merita meritano la visita pediatrica merita l'assistenza come i quarantacinque sparsi in tutta Italia solo che da Roma in su in suo esistono queste realtà esistono indicando insistono
A Milano a Milano opera esistono anche a Roma Rebibbia da pochissimo e non vedo perché non debbano esistere da
Nel suo
A Venezia si rendesse forse anche a Palermo arrivata una segnalazione di una
Apertura Icam a Palermo
Ma testo
Così
Che cosa significa sono gli istituti a
Per una detenzione attenuata che lei madre che possono o vogliono tenere con sé i figli
Prima la legge lo consentiva fino a tre anni adesso grazie a ministro Cancellieri che si è attivata tantissimo anche per le prestazioni per le battaglie di Rita Bernardini bisogna sempre ricordarlo
Detta dei bambini è stata estesa fino a sei anni quindi l'età scolare
Questi bambini che non hanno una alternativa più finisce a ovviamente evidentemente non hanno accoglienza non hanno altri familiari fuori almeno possono
Vivere con le loro madri ma questo non dovrebbe avvenire all'interno di una struttura penitenziaria ma dovrebbe
Venire all'esterno
E quindi garantire unica Massud significa secondo me
Anche rappresentare un fiore all'occhiello per quelle che sono le amministrazioni locali
Io adesso addirittura intendo rivolgermi alla Regione per questo progetto spesi presto ci sarà anche un
Convegno cava con il dottore Carmine papà che
Saldato annunciato la sua disponibilità
E qui e anche per questo per questo diciamo combinazione di risorse di energia che esiste tra i medici e gli avvocati del Franco Fiorenza
Senza
Franco curare
Fini gli avvocati
Garantire l'assistenza legale

Ma
Sì provata occorre sempre a beneficio dei colleghi della stampa
Cosa occorre
Perché si è realizzato unica
Cioè c'è bisogno di una struttura esterna e chi deve garantirla ai sensi della legge
Cosa è previsto
Forse come hanno fatto a Venezia a Milano
Loro praticamente hanno centocinque al fare penitenziario quindi ci sono in automatico delle risorse credo anche finanziare
E e anche per individuare al fine di individuare proprio una struttura che possa un edificio praticamente che possa
Ospitare di calma quindi è un passaggio voglio dire quanto semplice identificare in una in una sul territorio una struttura
Che consenta almeno una vivibilità perquisì Bernini e per le loro mamme credo che veramente sia
Un impegno voglio dire non non enorme da da realizzare
E ovviamente garantire una vivibilità questi bambini significa assicurare loro la scolarizzazione significa assicura
Loro dei contatti esterni
Per al fine per la loro socializzazione anche perché è stato così statisticamente appurato che tutto questo corrisponde anche ad una prevenzione
Noi indirettamente facciamo anche prevenzione sul territorio
Perché si limitano le recidive e si consente comunque di di assicurare una vivibilità diversa anche i cittadini liberi alle persone che non hanno
Per fortuna questi problemi con l'avvocato Mucciolo ci ha diciamo quasi fatto vivere un percorso virtuale non all'interno del le carceri per quanto riguarda la sanità nelle carceri è piuttosto assente piuttosto carente non esistono non esiste nemmeno l'anestesia
Si sicura tutto con un solo farmaco non vengono monitorati i diabetici non man mano non vengono curati i cardiopatici sono tante le patologie che
Purtroppo per il sovraffollamento anche si verificano
E quindi questa conseguenza del sovraffollamento una battaglia proprio centrale una battaglia reddito radicale centrale per i trattamenti disumani e degradanti emigranti per cui la Corte europea Jacques tante volte
Condannati
Vi ringrazio veramente tantissimo e speriamo che tutti questi progetti possano veramente realizzarsi questa è l'auspicio
Graz
Però
Perché vai via allora
Ne approfitto per dire che conduce era anche in un'altalena dei
Del
Cronache nel salernitano
C'era la città con De Stefano
C'era con noi te le colorate e TV Oggi e naturalmente Radio Radicale quindi
Il ringraziamento particolare
A Alessio Falconio che ha previsto questa registrazione per questa conferenza stampa e prima che vada via Marta voglio di per sé non ci sono domande comunque voglio voglio ricordarti
Perché noi prevediamo
La modalità del digiuno
Tutti quelli che viste le in casi nel comunicato
Ci asterremo per queste due settimane fa cenno undici una staffetta ventiquattro ore al giorno
E
Contestualmente manderemo questa lettera aperta a caldo esclusivamente con gli argomenti cui ci siamo detti immagino nel pomeriggio delle ferrovie il Tess otto
E chiaramente diventerà perché avendolo interroga Regolamento di interrogazione da parte dei consiglieri regionali
Chiaramente ovvio durante queste due settimane i digiuno attori si organizzeranno indicazioni
Per visitare almeno quattro carceri una di queste in Puglia come ha detto emiliano e altre tre il Campania
Cosa aggiungere cosa aggiungere che io posso dire
Perché nella
Nostra
Tradizioni di non violenti radicali socialisti grandi anni
Preferiamo il dialogo la non violenza conti con quelli che sono i governatori come faceva grandi con il Governatore di sua Maestà la Regina in India
E chiedendo cosa chiedendo il rispetto del diritto
Chiedendo
Attraverso il nostro dare corpo alla lotta
Dare forza ai governatori
Di
Cosa
Di fare venire fuori
Indi del diritto che in questo momento e immediato spesso Pannella ripete continua a ripetere Marco a maggior ragione in queste ore quando noi pensiamo che bisogna fermare il massacro nelle carceri
Alla strage di diritto spesso seguirà strage di popoli
Quindi io se non avrò
Una risposta nostro tentativo di dialogo si parlasse eravamo una seconda fase di lotta non violenta
Quindi
Dopo queste due settimane se non ci sarà almeno una risposta da parte di Caldoro
E
E di Squillante io passerò al forma più dura
Che il quello dei leader digiuno ad oltranza
Quindi anche per dare serietà
Alla lotta non violenta
Per dare
Forza in questo momento anche a tutti gli altri compagni
Che sono i TG uno
Penso
In modo particolare
A Rita Bernardini ma
Il nostro abbraccio fortissimo abbraccio fortissimo dei compagni salernitani
Va a Marco Pannella
E su questo io vorrei chiudere se non ci sono domande ringrazio Gennaro Mucciolo Dario Barbirotti
L'avvocato Mirabile e Pasquino avvocato Pasquale Mucciolo
Grazie a voi