19AGO2014
intervista

Il Tribunale di Bologna smentisce il Governo: l'eterologa si può fare subito. Intervista a Filomena Gallo

INTERVISTA | di Enrico Salvatori RADIO - 15:47. Durata: 15 min 11 sec

Player
"Il Tribunale di Bologna smentisce il Governo: l'eterologa si può fare subito. Intervista a Filomena Gallo" realizzata da Enrico Salvatori con Filomena Gallo (avvocato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica).

L'intervista è stata registrata martedì 19 agosto 2014 alle 15:47.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Associazioni, Bioetica, Bologna, Corte Costituzionale, Coscioni, Diritti Civili, Emilia Romagna, Fecondazione Assistita, Giustizia, Governo, Legge, Lorenzin, Ministeri, Parlamento, Procreazione, Regioni, Salute,
Sanita', Ue.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.

leggi tutto

riduci

15:47

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Non ci sono vuoti normativi si può procedere alla fecondazione eterologa un diritto che attiene alla libertà fondamentale di formare una famiglia con dei figli
E queste sono le parole con cui la prima sezione del Tribunale civile di Bologna con due ordinanze ordinanze gemelle firmare il quattordici agosto rompe le attese le attese del Governo e si inserisce un po'in quello che fu il solco diciamo tracciato dalla Corte costituzionale che aveva già demolito la legge quaranta dichiarando poi di fatto che l'eterologa si può fare si può fare subito questa notizia importa Antonella vogliamo commentare con Filomena Gallo che è segretario dell'Associazione Luca Coscioni i nostri ascoltatori ben conoscono e legale della coppia che già quattro anni fa chiedeva di praticare l'eterologa nel centro
Sì sguardi pur calde questa coppia nel due mila dieci si è rivolto all'Associazione Luca Coscioni per procedere con procedimento di procreazione medicalmente assistita di BolognaFiere emersa
E io insieme al collega Valentini abbiamo assistito coppie questione
E però presso lo stesso centro dello stesso tribunale è stato incardinato anche un altro procedimento da un'altra coppia contro un'altra struttura privata
Che vietava l'eterologa perché all'epoca l'eterologa era praticata nessuno dei divieti della legge quaranta i nello stesso periodo noi abbiamo depositato anche mi
L'immensa dinanzi al Tribunale di Firenze su cui invece fu sollevato il dubbio di legittimità costituzionale Chiappori aperto la strada anche agli altri tu sì sì Siniscalco situazionale e sollevati dai tribunali di Milano e di Catania e che lo scorso anno beh aprile ha visto la sentenza della Corte Costituzionale che ha cancellato il divieto chiederò locali stabilendo tra l'altro che non c'è un vuoto normativo e che quindi SISS le coppie possono ricorrere immediatamente a questa tecnica che deve essere applicata dei centri dalle sul
Quindi un vuoto normativo non esiste di fatto Martucci ricordi alto comunicato Ferretti diramato questa mattina bastano lady quelle che sono le direttive europee non già recepite dall'Italia
Qui in effetti noi abbiamo recepito dal due mila sette al due mila dodici delle direttive comunitarie che riguardano proprio la tracciabilità e la sicurezza di cellule e gameti i centri di fecondazione medicalmente assistite però sono diventati istituti dei tessuti e quindi devono osservare delle normative che sono comunitarie per quello che riguarda la sicurezza per evitare
Sessi quell'epoca limpidi controindicazioni che invece purtroppo sono avvenute incassi come al Pertini o al San Filippo Neri e ricordiamo dove è intervenuto però l'errore umano
Non sono state attuate tutte le norme di garanzia per evitare scambi di Emilio embrioni o distruzione di embrioni e quelli sono i vent'che avverto i che in base alle normative comunitarie tra l'altro devono essere comunicate al Centro Nazionale Trapianti e al Registro nazionale sulla fecondazione assistita
Io vorrei spiegare a chi ci ascolta perché le normative che riguardano appunto tracciabilità e sicurezza sono in vigore sono pienamente applicate in tutti i centri di fecondazione assistita perché interessa è sia della coppia che dello stesso centro di fecondazione assistita che non avvengano incidenti del genere
E
E parlano di questo perché a Lorenzo in diciamo faceva appello
Per contrastare la vostra tesi a queste cose cioè al numero massimo di donazioni Sami genetici e ai clan infettivi sui donatori no
Certo
E queste normative prevedono tra l'altro che ritorna storico passano degli infami delle indagini diagnostiche semplici tesa alla che un'epatite e tanti altri ancora
E prevedono che vi sia un registro con il rispetto dell'anno di mandato un registro dei donatori
In ogni centro di fecondazione medicalmente assistita e dal momento in cui vengono utilizzate le cellule di quei donatori
E i dati sono conservati per spese Sanussis quindi sintetico dovessero insorgere problemi di natura di salute di qualsiasi
Carte di qualsiasi genere le coppie manchi nati possono riferire i dati sanitari ma solo quelli con il rispetto dell'anonimato poi la legge quaranta stabilisce che i figli nati con l'eterologa sono figli legittimi dell'accordo
Piano
E che non c'è nessun ma rapporto giuridico con i donatori tra l'altro nel nostro ordinamento abbiamo anche delle norme
Che permettano l'importazione l'esportazione di gameti ed embrioni osservando determinate regole noi
Anche nei giorni scorsi sogni insieme anche offerto Corbellini il più occorre Marco Cappato abbiamo ricordato il ministro che in questo momento intanto rispettiamo le leggi che ci sono nel nostro Paese quindi tracciabilità essi corretta garantiti
Le che ancora parchi assicura i diritti di tutti i soggetti coinvolti e poi il ministro vuole invitare il Parlamento a legiferare sulla fecondazione medicalmente assistita
E qui vediamo che dopo dieci anni sono stati solo i tribunali ad affermare i diritti delle coppie
E a a modificare questa legge nonostante vi sia stata una relazione al Parlamento annuale sullo stato di applicazione che invece evidenziava che i danni alla salute aumentavano calavano le nascite le gravidanze e addirittura quei rischi che nel resto d'Europa sono stati aboliti le gravidanze plurime che non sono un successo ma non solo un rischio perché possono
Determinava un aborto spontaneo o nati con una problemi e che non erano stati ipotizzati all'inizio quindi quei rischi che nel resto d'Europa non c'erano in Italia invece venivano corsi
Per il fatto che vi era un divieto me
Toh di produzioni di più di tre embrioni ed obbligo di contemporaneo impianto di tutti gli embrioni prodotti quindi una Corte costituzionale duemilanove intervenuta eliminato questi rischi
Apre non avere opera crioconservazione oggi un'altra volta cancella il divieto di eterologa ricordiamo che
Chi può accedere alla fecondazione assistita le coppie infertili ed epoche Stellin c'è
Le coppie sterili vedevano un una legge Buggìa morì accedere a queste tecniche però Tiglieto l'unica tecnica che potrebbe darci la possibilità di avere un bambino
E allora rimangono ancora altri divieti impieghi il divieto di utilizzo degli embrioni per la ricerca scientifica e il divieto di accesso per le coppie infertili
Quindi che non hanno il requisito dell'infertilità o della sterilità
Quindi coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche e la Corte costituzionale a brevissimo dovrà fissare l'udienza perché ritardi sono dei processi menti sul dubbio di legittimità così
Alle di questi divieti quindi se il ministro proprio ritiene che il Parlamento debba intervenire sulla legge sulla fecondazione medicalmente assistita lo faccia però questo Parlamento rimuovendo di divieti che sono rimasti
Noi intervenendo era una materia dove la Corte costituzionale che è l'organo supremo nel nostro Paese
Chiaramente cari
No a due non c'è vuoto sette secondo me il Parlamento potrebbe seguire quella che la strada diciamo già aperta alla Corte costituzionale il ministro Lorenzina secondo te
Potrebbe ancora magari essere sconfitto dal Parlamento oltre che dei tribunali
Ma il ministro Lorenzin di fatto è andato al Consiglio dei Ministri e c'è stata all'unanimità la decisione di rinviare questi temi al Parlamento
E quindi hanno preferito non intervenire per non assumersi alcun tipo di responsabilità sesto politica soprattutto il Parlamento in questo momento è un Parlamento che non non legifera
è un Parlamento che sta attuando delle riforme
E forte dovrebbe avere imparato una lezione che proviene dai tribunali italiani e dalla Corte costituzionale che in materia di diritti
I
Diritti fondamentali della persona bisogna ampliare la sfera di applicazione di tali diritti a non restringerlo perché altrimenti intervengono le Corti superiori
E riformano quelle leggi che ledono i diritti del per le persone e atipico che cori avvenne nel duemilanove dove c'era il Ministro Sacconi e il sottosegretario Roccella
Il giorno dopo della sentenza della Corte costituzionale che cancellava ben due rigetti
Organizzato una conferenza stampa dove fu dichiarato che nulla era cambiato invece tanto era cambiato e i centri di fecondazione assistita
Abbiamo potuto riprendere a lavorare portando dei risultati che sono le gravidanze essa
Dalla tra l'altro e l'obiettivo per cui nascere la legge quaranta risolvere i problemi di infertilità sterilità
Oggi a distanza di bella sei anni il ministro Trentin prende tempo addirittura
Giorni scorsi abbiamo letto sui giornali diceva intanto però non si può partire con l'eterologa non è cambiato nulla di sogni aspettare una nuova legge quando invece giudici della Corte e così
Ne sono stati chiamati e tra l'altro questo divieto non può essere tre introdotto da nessuna legge pori la discussione su anonimato non anonimato dei donatori
Da dovrebbe avvenire in base a un'etichetta della comunità quindi una legge che parte dal Parlamento e che garantisce il doppio binario corna la possibilità di tornare collar nominato
E la possibilità di tornare sempre anonima otto poi sarà la coppia decidere nomi anche con i parlamentari radicali nella scorsa legislatura
Avevamo previsto un disegno di legge che che fu depositato nei due rami del Parlamento che prevedeva il doppio binario affinché fosse la coppia decidere i regimi a cui accedere ma quindi nel pieno rispetto dei diritti di scelta e dei diritti individuali nonna
In un'unica soluzione decidiamo che viene abolito l'anonimato per quale motivo
Certo col un'ultima cosa Filomena queste ordinanze di cui stiamo parlando firmate il quattordici agosto significano anche che trecento famiglie che sono in lista di attesa e di cui parlano i direttori delle strutture da settembre potranno tirare un sospiro di sollievo pure
Ma significa che
Queste queste cosche più vorrebbero avere un sulla possibilità di trovare ad avere una gravidanza perché non ci sono certezze con queste tecniche
Questo è il primo messaggio che i centri di fecondazione assistita no alla coppia che fa il primo colloquio
Bene per queste coppie dal nove aprile
Ma diciamo meglio dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della sentenza della Corte costituzionale non esiste più il divieto quindi centri devono applicare le tecniche di fecondazione assistita eterologa
Io ho avuto notizia di tre coppie che hanno avuto la possibilità di accedere alla fecondazione eterologa qui nel Lazio quindi
Tre gravidanze in corso che come tutte le coppie quando aspettano un bambino vogliono attendere i sia trascorso il terzo mese di gravidanza per poi parlarcene pubblicamente ho ricevuto questo messaggio
In associazione da diffondere alle altre coppie perviene ce l'abbiamo fatta voi ce l'abbiamo fatta che voi cioè l'atto
Per fare i centri devono solo partire poi e i problemi che nascono tra pubblico e privato sono problemi che riguardano la fecondazione assistita in generale perché nell'omologa
Neppure l'eterologa rientrano
Nei LEA perché l'infertilità e la sterilità non ha il carattere di patologia e i LEA ricordiamo soffermi altri mille uno quindi il ministro nel momento in cui
Abitato l'annuncio che avrebbe inserito l'eterologa dei livelli essenziali lei comunque ha dichiarato che saranno aggiornati entro il trentuno dicembre
Mai lei ha dato aggiornati su tutte le patologie e le malattie rare e anche altre malattie invece un grosso lavoro che stanno facendo di certa in questo momento le strutture
Devono partire perché rifiutare l'erogazione di questo trattamento significa ledere il diritto alla salute delle coppie e devono partire sia le strutture pubbliche che le strutture private
E le strutture pubbliche potranno rifarsi a quelle normative che comunque vediamo
Le Regioni hanno comunque predisposto la prima intanto è stata
La Toscana prevedendo appunto per l'eterologa una normativa
Ca per le strutture pubbliche però tutte le Regioni da dieci anni consentono l'applicazione anche nel pubblico quindi
Mettono a disposizione delle risorse sette quindi per per far sì che venga applicata la fecondazione omologa poi troviamo disparità tra Regione e Regione
Ad esempio in Lombardia o in Emilia Romagna no o in Toscana Fibre ottiche perché parte dal trentasei euro in Puglia ti pago un ticket di mille ottocento euro quindi c'è un federalismo sanitario anche nella fecondazione medicalmente assistita
A maggior ragione sarà rimarcato anche con l'eterologa perché capiscano sanitario sappiamo in che condizioni città e te che i LEA son fermi al due mila uno ma questo non significa che
C'è un ostacolo all'applicazione della tecnica
è tutto molto odierna e naturalmente continueremo a seguire con con attenzione intanto complimenti per questa
Quindi si dà come dire vittoria non vittoria vittoria radicalmente ringraziamo grazie a Filomena Gallo
Grazie a voi il segretario dell'Associazione Luca Coscioni grazie ancora buon lavoro