21AGO2014
rubriche

Intervista a Silvia Colombo sull'avanzata del ISIS (Islamic State of Iraq and al-Sham) in Iraq. Chi sono i finanziatori del movimento jihadista e quali obiettivi perseguono. Gli equilibri e le tensioni tra i grandi attori dello scenario mediorientale: il ruolo di Qatar, Arabia Saudita, Turchia e Iran.

RUBRICA | di Ada Pagliarulo RADIO - 10:37. Durata: 24 min 16 sec

Player
Puntata di "Intervista a Silvia Colombo sull'avanzata del ISIS (Islamic State of Iraq and al-Sham) in Iraq. Chi sono i finanziatori del movimento jihadista e quali obiettivi perseguono. Gli equilibri e le tensioni tra i grandi attori dello scenario mediorientale: il ruolo di Qatar, Arabia Saudita, Turchia e Iran." di giovedì 21 agosto 2014 condotta da Ada Pagliarulo con gli interventi di Silvia Colombo (ricercatrice IAI).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Al Maliki, Arabi, Arabia Saudita, Armi, Bonino, Curdi, Erdogan, Esteri, Finanziamenti, Guerra, Integralismo, Iran, Iraq, Isis,
Islam, Medio Oriente, Ministeri, Mogherini, Politica, Qatar, Siria, Terrorismo Internazionale, Turchia.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 24 minuti.

leggi tutto

riduci

10:37

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ora ci colleghiamo invece in diretta con Silvia Colombo con cui
Dovremmo essere in collegamento telefonico grazie Piero sì allora no buongiorno a Silvia Colombo allora esperta di relazioni euromediterranea una ricercatrice presso l'Istituto Affari internazionali a est rientra in particolare ed esperta di questioni mediorientali e naturalmente l'abbiamo chiamata per parlare di rate ma soprattutto del ruolo che possono avere come finanziatori gli attori della
Regione come finanziatori delle organizzazioni GE viste come
Alnus tra o come Lisi disse che atti voi in questi giorni e che in qualche modo si sta rendendo protagonista di questa
Avanzata in Iraq che abbiamo visto
A peraltro portato anche a quelle decapitazione di questo giornalista questa dei capi decapitazione plateale diffusa su internet di James folli allora buongiorno dottoressa Colombo
Buongiorno le vorrei chiedere qualcosa ha proposto l'impossibilità in settori gli interessi delle potenze regionali sulla situazione in Iraq perché per esempio oggi viene chiamato in causa da più parti il ruolo in particolare del Qatar ecco come si muovono questi attori e perché con quali interessi
Ma sicuramente per comprendere appieno la l'intricata situazione irachena che come sappiamo è comunque strettamente collegata a quello che è avvenuto in Siria negli ultimi tre anni hanno diciamo una
Una diramazione in una del del conflitto siriano che appunto propagato ormai l'intera Regione l'ha carattere Carifac che non possiamo non tener conto dello scacchiere regionale
Oggi il migliore Medio Oriente perché il protagonismo sempre più forte di alcuni attori regionali ed extraregionali tra cui
La Turchia
I paesi del Golfo tra cui ragazza dite a cantare in particolare e ed Iran quindi le dinamiche diciamo tra questi attori sono fondamentali per comprendere
A che punto stiamo oggi e quali possono essere anche lì ieri
Le criticità redditi sviluppo di questa di questa crisi sicuramente il fatto che attori quali delle monarchie del Golfo abbiano
Giocato negli ultimi anni soprattutto a partire dalle primavere arabe scoppiate nel due mila e undici un ruolo crescente nella regione a livello di sicuramente di politica estera di proiezione
Anche con una forte dose di conflittualità l'una con le altre
è in è un elemento centrale di questa di questa situazione e la conflittualità per esempio che che scatenata e che e latente tuttora targhe saudite captare pervenuto premette regionale
è chi è toccata molto anche qui nel contesto siriano prima e poi oggi in in Iraq per cui già da qualche anno trovati fronte alla crisi italiana
Piano positivo una divisione diciamo di di compiti tra virgolette tra Arabia Saudita e Qatar riguardo alla sponsorizzazione di fazioni più o meno estremiste del Qatar veniva additato come il principale
Sostenitore del fronte almeno tra mentre dall'altra parte almeno in una fase iniziale ricavo di chi erano più come dire in quel più favorevoli a sostenere fazioni anche estremiste quali la cartello cuccare portano portato qua in seguito alla creazione
Degli addetti dello Stato islamico
Del delle della dell'Iraq del levante
Questa situazione leggiamo è sicuramente pretende e la questione dei finanziamenti centrale sappiamo che la disponibilità oggi delle quintetto califfato
E notevole e ci si chiede dunque da dove provengano perché i fondi cito non canali privati
Che prevede che derivano proprio dalle fondazioni da anche enti all'interno di questa nel Golfo che però sappiamo oggi è il confine comunque tra privato e pubblico in qualche modo a chi è molto labile per cui è possibile anche parlare di una coinvolgimento abbastanza forte da parte degli stessi Governi del sette il corso della spesa del Sahara
Un atteggiamento ambiguo se non altro nei confronti del del limite della califfato possono diciamo secondo lei c'è un controllo perché è molto difficile parlare di un controllo su questi
Sono cittadini i cittadini checché individualmente decidono di foraggiare questa o quella fazione però lei dice allo stesso modo i Governi centrali e ne sono a conoscenza oppure all'interno delle
Delle élite dominanti diciamo ci sono quindi anche logiche interne ad ognuna di queste lite dominanti me sono in in Qatar così come in Arabia Saudita sicuramente fazioni insomma governativo delle élite delle famiglie regnanti come dire a
Una sua posta in gioco aderì dei propri interessi e quindi ha perseguito
Un certo tipo di politica nei confronti di queste fazioni chiaramente in casi in chiave ANCISS assaggiare inizialmente infieriva
Situazione che poi è sfuggita di mano e sappiamo oggi che a che punto contrastiamo ma l'idea di canali privati si parla in particolare appunto di anche gruppi religiosi di comunità di imprenditori o comunque attori economici locali che ha di fronte a una certa disponibilità finanziaria
E di fronte anche a una quelli una chiamata a sostenere la lotta contro la vantato acidità nella regione hanno come dire risposto in maniera molto molto generosa
E qui diciamo il controllo è difficile parlare di una netta distinzione tra canali privati canali pubblici fatturato
La caratteristica un poco di
Peculiare di questi sistemi politici ed economici però appunto sicuramente da parte dell'autorità
Locali direbbe fallire Qatar neanche parliamo di quei che degli emigrati che hanno comunque magari in maniera più sottile più nascosta continuato a foraggiare alcuni gruppi che appunto in Siria
Ho anche in altre parti della Regione tentiamo di quel alla Libia
Dal certo punto di vista
Tutto questo è un elemento che ebbe a scrivere il ragioniere in in considerazione oggi e poi il l'Arabia Saudita chiaramente undici marca da queste accuse non abbiamo ancora una risposta più tale diciamo dal Qatar di fronte ad accuse del del ministro tedesco però capiamo anche diciamo unitario di ambiguità molto molto forte e quindi sicuramente di fronte a questa realtà molto in più intricata
è necessario e qui è il punto centrale per sperimentare a quello che può essere lo scenario futuro coinvolgere assolutamente questi
Attori di cui comunque l'Occidente la finiti in terza C sono serviti in questi urlarmi terra come dire
Tenere sotto controllo non tanto attento la critica più in piedi a terra creare un quadro regionale che faciliti una sorta di diede a pacificamente e qui e cioè
Dibattito appunto su invio delle armi o eventualmente attacco militare o
Invece una una grande qualità è un tavolo l'apertura di un tavolo negoziale che comunque sicuramente deve credere UTIN considerazioni che portare come dire anche proprio le istanze di questi attori
Ho quindi c'è una doppia dinamica per certi versi diciamo una relativa ad un fronte di tentativo di arginare diciamo la
Il dominio dell'Iran è che può avere sull'Iraq e arginare lo stesso tempo tutto il fronte che va dalla Siria al Libano di Hezbollah alla Iran e da una parte quindi da parte di Paesi sunniti allo stesso tempo una competizione tra Paesi sunniti come l'Arabia Saudita e il Qatar diciamo come se il Qatar volesse in qualche modo dire come controparte l'Arabia Saudita dalla quale ha tenuto per anni una specie di fagocitarsi on è diciamo è costruita tutta la sua poi ittica anche rilanciando per esempio famoso al già dirà diventando un centro un polo a parte di per non identificarsi per l'appunto per non per sfuggire all'egemonia dell'Arabia Saudita sui Paesi del Golfo e così sono la doppia dinamica
Appuntamento di oggi la la fissazione appunto intricata
Nel Medioriente che porta apportando anche impatto allorché isolamento di degli equilibri regionali attuali in alcuni casi
Vede questo doppio piano sicuramente la faglia principale tra ritira i siti equity gioca tutto nel contratto tra le monarchie del Golfo le monarchie arabe del Golfo e che l'Iran
E dall'altra parte come al solito ricordava e questo è un po'il portato diciamo la conseguenza
Della della complessità che si è scatenata da quel primavere arabe una conflittualità interna alle mondo mondo solidità
Con la fratellanza musulmana altri gruppi estremisti e diciamo anche delle componenti cosiddette laiche che comunque filippina civili sono inserite in una grafica
Religiosa sappiamo appunto quello che è il comunque il la portata e il e la la profondità del del del del sentimento della pratica religiosa nel mondo
Arabo islamico e quindi questi queste ma questo appagamento questa frammentazione del mondo mica sta diciamo contribuendo allo allegramente ferito e questo in maniera molto chiara
Appunto nella competizione regionale tra Arabia Saudita e caparra proprio
Perché giocata tutta sul terreno pretendete l'avanzata della crescita
Dei movimenti dei movimenti islamisti chiude più o meno moderati in particolare la fratellanza musulmana in Egitto
Che è stata appunto sostenuta dal dal che appare invece fortemente osteggiata dall'Arabia Saudita ma
Il in utile l'elemento del contendere
è stato proprio la la volontà i coltivatori cercare di importi sullo scacchiere regionale quale punto di riferimento e quindi sfruttare le situazioni politiche complesse appunto in Egitto
Vai quindi si in IP anche ma anche in Siria con le varie fazioni che lottavano controllata per
Terra fare emergere le proprie le proprie istanze proprio qui diciamo nel portare in questa complessità
Gioca oggi la grande la grande sfida per il mondo arabo arabo-islamica sicuramente è una novità
Una novità assoluta novità che l'Occidente fatica anche a comprendere perché sono comunque dinamiche interni o tutt'al più regionali
Che però hanno un forte impatto anche come vediamo in questi in questi giorni intermedi minacce anche sulla stabilità dell'ordine nell'ordine globale o comunque di una certa
Finzione del Medioriente che avevamo fino a qualche anno fa
Proprio dal Kuwait arriva una notizia cioè alzai al argini una cittadino kuwaitiano considerato tra i principali finanziatori del gruppo jihadista del fronte allo stato è stato arrestato dalle autorità dell'emirato al suo ritorno dal Qatar
Qui si sommano tutte e due le cose perché un cittadino col kuwaitiano che però stava in in Qatar alla Jimi e fra i sei presunti estremisti i cui nomi sono stati aggiunti venerdì scorso dal Consiglio di sicurezza ONU all'elenco delle persone sottoposte sanzioni economiche per legami con la Meglio azioni terroristiche come Al Qaeda il fronte all'usura che lo Stato islamico quante puramente oltre che a finanziare il gruppo c'è dista che opera in Siria questo ventiseienne perché è un ventiseienne si sarebbe anche occupato delle culture lamento di cittadini quei Chiani quindi aggiungiamo anche il Kuwait in questo questo scacchiere però lei evocava anche il ruolo di Iran e Turchia ora
E l'Iran paradossalmente a
Mollato in qualche modo il presidente il premier iracheno uscita
Al Maliki probabilmente per l'appunto perché la situazione era decisamente ingovernabile perché sicuramente il Governo di al Maliki è stato tutt'altro che inclusivo in questa fase provocando anche la rabbia sunnita li Margit dopo l'emarginazione di questa
Di questa comunità
Sicuramente comportamento dell'Iran
Trenta penso
Appunto talenti come
Il tentativo di
Andare comunque a una
Berto una riappacificazione anche nei confronti dell'Occidente le tensioni che negli ultimi anni hanno caratterizzato questa relazione sappiamo appunto che c'è in corso il negoziato sul nucleare iraniano anche con la mente
è la da da e per quanto riguarda all'Iraq che l'Iraq al Maliki ormai era diventata quanti una come dire un elemento di debolezza proprio per la
Posizione delle dell'Iran nello scacchiere internazionale l'Iran è più interessato per esempio a mantenere un collegamento con quello che sta avvenendo in Stiria perché anche attraverso polla
Era questione di al Maliki invece era diventata appunto più un elemento di di impieghi di criticità proprio anche in via
Sta di poter concludere questo questo questo accordo Congo questo Progetto di rilievo pacificazione
Dire inclusione all'interno del del della e comunità internazionale sulla base del negoziato nucleare e qui riapre appunto una grossa opportunità che peraltro è stata menzionata
Anche dal nostro Ministro degli esteri che Lucherini
Tale durante l'intervento alle alle alle Camere il fatto di Tom per in qualche modo necessariamente guardare all'Iran eccome un attore non soltanto centrale ma anche un potenziale facilitatore a un certo punto di vista di una
Soluzione che in questi politica inclusiva sapere irachena e questa è una scusa una una strada che ha aperto come primo ministro degli esteri hanno buoni no perché a è stato il primo ministro occidentale dopo dieci anni a recarsi in Iran insomma dopo le elezioni come vittima cosa che venga ripreso questo tema che è stato
Niente è un tema centrale diciamo anche per la politica estera e italiano anche comunque è molto esposta interessata coltivato grazie appunto al percettore l'attuale mitragliette buonissime relazioni con le il nuovo Governo soprattutto
A Teheran
E soprattutto appunto è uno degli elementi su cui l'Italia può pendenti anche
Maggiormente ai in chiave in chiave interna tale diritto perché o comunque chi questi rapporti e questo questa conoscenza abbastanza abbastanza stretta
Il tema appunto dell'Iran chiesta tre anni lasciato alle fruire con considerato come uno Stato
Cui Recchia intrico alla alla Regione oggi invece recita che centrale per gli equilibri e sicuramente lei capirà che non c'è questa possibilità linee dare vita a un progetto in cui vivo politico
Soltanto che si terrà conto anche di quella che esso comunque la la la interpreterei Libretti restante della componente città chiaramente oggi Decchino ancora il potere però sicuramente ecco di nuovo perché in tre il Consiglio alla patrimonio più pronta per esempio a negoziare anche una reinserimento definiti che per anni dopo la caduta di Teramo il termine erano stati marginalità chiaramente in queste ore in questi giorni dell'emergenza l'urgenza è quella della quindi e umanitaria che non va comunque
Dimenticata sullo sfondo del conflitto che è utile che in Iraq ci sono migliaia
E migliaia di profughi ci sono
Famiglie ci sono gettano persone che stanno abbandonando e il proprio Paese o comunque dicono tutto porte alleggerire o per non parlare della dell'offerta delle minoranze ma bisogna guardare anche come dire in prospettiva nel medio e lungo termine
Ha un al progetto politico che sarà sicuramente molto lungo e complesso per la ricostruzione dello Stato dello Stato iracheno
E qui riapre il capitolo delle del Kurdistan del risultato autonomo curdo che chiaramente in questi giorni appunto a avemmo l'attenzione si comporta come un attore attuale qualche out indipendente autonomo ed qua perché di fatto lo è ma diciamo saranno ancora non
Non non negli USA e quindi chi può chiedere anche un domani momenti in cui dovette
Essere arginata rende vertenza o entrare la le nel tentativo di it come Ridolfi configurano i nuovi equilibri tra lo Stato centrale tra la
Il Kurdistan iracheno e poi
Per non parlare del delle varie regioni né occupate o comunque orbita per alcune in altri Paesi tra cui chiaramente irridente dei curdi in Turchia
Le dinamiche interne questo Paese
Anche molto molto complessa me parliamo proprio del ruolo della Turchia per l'appunto su questa crisi in Iraq che e in insidia che ruolo ha avuto che ruolo intende giocare adesso la contra posizione con Israele diciamo forse c'era un clima di campagna elettorale in questi mesi è stata
Molto forte allo stesso tempo da più no Ministro Air dogana è iniziato un nel dialogo con la parte curda della
Popolazione in Turchia
Sicuramente appunto per la Turchia ci troviamo di fronte forte all'apertura di un confluire un nuovo capitolo comunque Capitanio Schirri ricalibrare
Quello che è il ruolo del esterno della Turchia nella regione giusto per fare un brevissimamente un quadro la Turchia è stata invertita incartata le primavere arabe etiche
Attivata su più fronti dopo che era rimasta in un certo peso dell'unità dalla fallimento
Se la propria politica di terrà problemi così definito quello che stava succedendo eliminare in Siria in particolare in tutti i Paesi che limitrofi in quanto ha portato comunque anche a un autenticamente diciamo del del Paese
Tutte attento alle dinamiche interne le questioni politiche parli aperte con lo scontro diciamo tra una componente più i tempi islamica
è una una parte della popolazione invece più più laica cornacchie di Park e quindi dei criteri di corruzione e infine siamo arrivati a fondo qualche settimana fa all'accorpamento e tanto del programma politico i verbali e quindi la sua nomina
A alla precedente sicuramente quanto avvenuto
Anche proprio crack alcuni cambiamenti interni quindi questo ripiegamento favorito
Una una una un avvicinamento una
Una ripensamento anche della del ruolo della comunità curda
All'interno del dello Stato e e quindi questo ha favorito in un certo senso il il progetto di di scorso ed hanno o del potere di Erdogan che comunque detto accolto dal da gestire molto dipenderà futura come e quali persone verranno messe per esempio a capo
Del del del partito e quali i quali tipo di politiche di segnali Ardone manderà in questa sua nuova perse quello che è venuta a mancare era vuole la Turchia all'esterno perché appunto
Dopo la prima di iniziare parte di reazione immediata le primavere arabe soprattutto nei confronti dell'artiglieria dove la Turchia ha investito molto anche qui in veste
L'aspetto molto ambigua per cui contenendo la lei dei componenti e di lotta contro Arafat anche qui si sostiene che comunque anche loro abbiano giocato
Anche la Turchia e del soprasuolo del finanziare o nel foraggiare di armi alcuni cori combatte impiegare vitina in infiniti e quindi non certo tentò abbia creato contribuito a creare questo mostro che poi è dilagato
Nell'intera regione la Turchia un certo punto attiene il tratteggio ritirata dalla dalla dalla dalla scena anche proprio a livello di pretenda
Come alleato pretende dell'Occidente e o opifici entrambi perché è anche qui si è inserita un elemento di complessità e di l'ottava di competizione con gli stessi Paesi del Golfo quindi abbiamo qui oggi attori alcunché finivo puntarle relativamente e che invece rispetto
Al al Medio Oriente alle Medioriente arabo che comunque tono quelli che come dire
Muovono ed alle spalle di chi la della della
Per i gruppi della Regione una competizione tra la Turchia ed alcuni attori del consiglio della cooperazione del Golfo sicuramente anche qui chi in particolare età pagano l'IRAP è il caso principale proprio come era testo come cioè più come ancora
Rimane latente la competizione tra le perdite caparra la Turchia che era aperta e in maniera molto aperta
E favorevole nei confronti della fratellanza musulmana al Cairo quindi quando Moratti è stata presidente nel due mila dodici poi anche qui un'inversione di tendenza con l'arrivo dei militari e quindi un'unità di schiena diciamo anche qui della Turchia
Nei confronti del del queste dinamiche dinamiche regionali e quindi oggi diciamo parlare dalla Turchia quale attore centrale delle delle dello scacchiere mediorientale è ancora estremamente importante
Però non vediamo diciamo a proprio un ruolo questi attivo come per esempio lo vedevamo nel due mila undici due mila dodici il tutto
Giocherà
Nelle prossime nelle prossime settimane prossimi inerti per capire appunto quale è la nuova linea che Air One
Toccherà anche della politica estera del Paese Sasso altalenante che laterali della chiara per un certo senso tra comunque un arco di un collegamento molto stretto con i Paesi occidentali la questione della direzione oggi il negoziato con il mio ora al tema che continua a essere
Chiaramente in bilico manchino negative completamente autoritarie e giochi dalle e dalle aspirazioni con quella del Paese tra classe dirigente del Paese però una un chiaramente un quadro poi regionale quindi completo che
Rende anche molto difficile per il Paese
Eppure
E la questione dei curdi potenzialmente potrebbe essere e Hillary come dire la miccia che fa arrivi riferire
Inserire la Turchia ha pienamente in questo in questo gioco regionale perché già oggi si parla comunque appunto di
Così ripartibile un possibile dilagare
Del dell'attivismo curdo del dall'Iraq alle altre Regioni per la finire la Turchia e quindi una
Credetemi non li mette Vimercati creda piedi dinamiche
Che potrà però profondamente alterare gli equilibri la conformazione fattuale della della Regione chiaramente contenti molto lunghi però
Delle basi stanno ponendo proprio in queste inquadramenti immane
Bene staremo a vedere intanto ringrazio Silvia Colombo ricercatrice presso l'Istituto Affari internazionali del programma Mediterraneo e Medio Oriente sta sta di politica mediorientale lavora proprio sulle relazioni euromediterranee rapporti transatlantici nella regione le dinamiche domestiche regionali del mondo arabo grazie risentirci grazie a voi