21AGO2014
intervista

Crisi irakena: l'Italia invia le armi ai curdi. Intervista al giudice Edoardo Mori

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 11:38. Durata: 11 min 51 sec

Player
"Crisi irakena: l'Italia invia le armi ai curdi. Intervista al giudice Edoardo Mori" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Edoardo Mori (magistrato).

L'intervista è stata registrata giovedì 21 agosto 2014 alle ore 11:38.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Armi, Cassazione, Costituzione, Curdi, Difesa, Esteri, Forze Armate, Giustizia, Governo, Industria, Integralismo, Iraq, Isis, Islam, Istituzioni, Italia, Magistratura, Medio Oriente, Parlamento, Politica, Renzi, Sequestro.

La registrazione audio ha una durata di 11 minuti.
11:38

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo del dell'invio delle delle armi ai curdi che è stato votato con una risoluzione chiesi dalle Commissioni congiunte estesi difesa di Camera il Senato una
Un voto che diciamo ha aperto un dibattito su come l'Italia
Abbia diritto ad aiutare o meno
I curdi e il contesto nel quale ha ben avviene questo questo invio di armi ne vogliamo parlare con il con un con un ex magistrato il magistrato in pensione Eduardo Mori che un giudice è stato un giudice del Tribunale di Bolzano e si occupa da oltre quarant'anni di armi di diritto delle delle delle armi quindi è uno dei più grossi conoscitori della del della materia in Italia
Ha pubblicato il tema dizionario dei termini giuridici e dei programmi di latini e comunque
Si è occupato del del di intende di armi con il suo Codice delle delle armi e degli degli esplosivi libro che ha raggiunto la settima edizione nelle
Nelle due mila e dieci allora giudice Mori ci vuole spiegare che il tipo di valutazioni si può fare su questo
Voto del del Parlamento non non dico una o non chiedono le chiedo una valutazione politica volevo sapere se lei si ricorda un precedente del genere
Attraverso voto di una di una risoluzione e e una
Sede diciamo che tipo di di di giudizio da di questa di questa vicenda
Ecco dal punto di vista parlamentare non so assolutamente che accada dirle perché abbiamo seguito caldo
Non mi risultano precedenti di voto chili
Sul patto di fornire armi altri truppe straniere quindi non posso dirle nulla posso esprimermi sul patto
Relativo
A quei piani che erano state confiscate sequestrate sulla loro utilizzabilità da parte del Governo italiano oralmente dopo il sequestro
Del processo succo e altri la Cassazione aveva
Comunque ripeto del tutto
Allora scusi ovvero l'avevo qui sì sì scusi ed ecco allora ricordiamo chi Adisu colf Zhukov era diciamo il petroliere che trafficava queste queste armi nel mille novecentonovantaquattro
Che furono sequestrate dal dal nostro dal nostro Paese che ora si discute di che si è votato di manovrare ieri ai curdi ecco così per
Che era stato questo era aperto se aspetto patron questa corretta mi pare ad assolvere a seguito un processo finito Corcioli ben il generale a Caltagirone aveva disposto non credo di la distruzione della disposto la confisca che è obbligatoria per legge
Chiaramente è disposto il sequestro fate per come sono erogati per
Nel Texas cura ritorno stravecchie disposto la distruzione avrebbe commesso un errore giuridico
Ho già affermato dalla stessa Cassazione perché la Cassazione deve solo complicare poi la declinazione è di competenza dell'autorità militare ovviamente del Ministero della difesa
Queste altri vengono consegnate i militari i quali il possono demolire ricavarne materiale oppure
Possono
Destinate ad altri combustibili della rete tutto italiano
Vendita sul mercato internazionale ogni uso consentito dalla normativa
Ecco allora quindi quello che ha scritto oggi il quotidiano Libero che la magistratura italiana aveva
Disposto la la la distruzione di queste armi non è un diciamo non è stato riportato correttamente
Un punto importante che la caccia per sbaglio magari confermando provvedimento del giudice senza pensarci abbia confermato anche la distruzione
Ma è un provvedimento illegittimo che non viene mai osservato anche nel Tribunale capitava spesso che i giudici dispone di troppo la distruzione
Per errore comuni
Io tranquillamente disponevo poi la vendita all'asta o la demolizione dei conti calde
Indipendentemente da questa affermazione del giudice che tardi perché era illegittimo
O all'so che su questa discenda sul trasporto di di queste armi dopo la sentenza della della Cassazione
Pare che il Governo o Monti abbia posto il segreto di Stato sempre secondo quello che ha scritto il quotidiano libero oggi è vero
Ma questo dottore Terranova Circuito questo caso verrebbero scoperto oggi dall'Egitto chiedere notizie per segreto di Stato chiaramente
Certo perché infatti è che lei non ha nessuna piace piacere che ci sta bene che cosa parlo delle armi da guerra questi traffici
Vengono fatti per quello in acque internazionali si limitano a rientrare nei porti però sono costruite dal delle trombe d'aria di entrare nel porto e gli altri Stati
Proprio per non rivelare la destinazione di queste armi quindi senz'altro concluderà il biglietto perché almeno ci sono sempre dei segreti c'era un occhio di altri Stati e che è doveroso osservare
Senta questo invio delle armi
Confligge con l'articolo undici della Costituzione secondo lei o è in perfetta linea con questo principio quo fondamentale della nostra Costituzione tale
Tanto
Molto attenuato poi dall'interpretazione dottrinale perché chiaramente si è visto che le guerre non sono mai finite l'ha detto anche il patto e quindi crittografia intranet tronchi
E
è sicuramente pure il gioco di parole vorrei distinguere la difesa dall'aggressione
Le città che nel decennio anche identiche ridotti credo che l'attacco
E quindi
Diciamo che è un principio quello dall'articolo undici della Costituzione che è rimasto molto più ricco
Ecco lei ritiene che questo tipo di armi e si tratta di trentamila mitragliatori
Russi AK quarantasette kalashnikov fra dieci mila ottocento razzi Katiuscia cinquanta rampe di lancio quattrocento missili anticarro fagotto undici mila missili
Anticarro RTI G sette R PG nove trentadue milioni di cartucce dal mille novecentonovantaquattro ad oggi inutilizzati possano essere efficienti e riutilizzabili
Le cartucce sono senz'altro uno efficiente i kalashnikov sono senz'altro secche centrista
L'altro materiale che ci si risolvono ugualmente non ha lasciato all'aperto è senz'altro più utilizzabile in buono stato
Ecco
Si può fare un uso efficace di questo tipo di
Di DDT armi che cosa cosa ne pensa lei rispetto all'articolo di guerra che si combatte in quella zona per i cavalli che corrono tirarmelo delle la migliore arma cucito appalto pertanto appalto per combattimento ravvicinato
è essenziale se la deve pagare l'uso tutti e va al di fuori dalla NATO nutrono tutti
Per è chiaramente poi sono essenziali in questo tipo di guerriglia tutte quei mezzi
Quindi critici prettamente per
Combattere dedicare normate per bloccare caro ma diciamo meglio e
Non so ecco sul piano della difesa antiaerea ci vorrà contro qualcosa perché il Governo si
Lei pensa che questo precedente possa diciamo alimentare le polemiche sull'utilizzo dell'industria bellica italiana
All'estero anche se in realtà industrie italiane i prodotti italiani bellici non vengono non vengono impiegati
Voglio dire che ma l'Italia dei quattro con l'ultima ruota del carro anche in questo settore
Pertanto abbiamo dalla produzione ad accanto sofisticata sul piano elettronico no poi
Franco Bari la costruzione di realmente non è più un problema al termine delle armi diciamo
Bacchettate ghiacciaio non è più un problema attraverso un'industria con l'auto ALD Automotive azione penale
Delle macchine che cercato chiunque se può comprare delle macchine utensili qualche costruzione armi e copiare quindi
Chi conduce le altre due non è che un grande problema salvo quello dei soldi
Che occorre per lui dunque proprio per gli investimenti estesa abbia uno che è accaduto a concorrenza perché ci sono tutti i parenti per lette che sono rimasti quel mercatini criticarmi e Confindustria ancora
In grado di produrre cascatori pari ad uno concreto che fa
Certa molti ritengono che
Sia un oltre a pensare che si tratti di un precedente molto pericoloso ritengono
Che le armi potrebbero finire nelle nelle mani sbagliate ci fu anche un dibattito nel due mila e undici
Quando durante un vertice ad ora il ministro degli esteri Frattini
Ti decise e poi si rimangia all'idea di di inviare armi ai ribelli ai ribelli libici i
Ecco mi dica Rocco solo su questo se c'è questo rischio
Capisco che vedete come dicevano i latini della del danaro che ne il danaro bombolette non puzza le armi lo stesso quando servono servono e quando mi è stato certe situazioni da difendere o da proteggere
E bisogna correre anche il rischio anche col del DDT futuri assolutamente imprevedibili
è comunque stato potrebbe in qualunque Stato anche amico
Può subire un colpo di Stato improvvisamente diventare ricco solo col decreto non si possono evitare importante credo siano confinanti con voi
Certo
Certa presentata un'ultima un'ultima valutazione forse politica ma comunque anche in qualche modo
Giuridica sarebbe stato meglio che impegnare l'Aula di
Delle della Camera e del Senato per un voto per un voto del genere che rappresenta un unicum nella
Nella nella storia del diciamo del del nostro anche del
Non solo politica ma anche del nostro diritto fa molto grave violentemente legata al mercato dei comunque utile se abboccare prima di entrare apertura
Più con la Russia con l'Ucraina in quanto mi pare che i torti siano e quindi al pari di entrambe le parti
E quindi son problemi però che ormai sono talmente ricche in ambito internazionale in problemi di un altro in problemi europei che il voto
Italiano lascia il tempo che trova concorde perché più o meno soltanto al meccanico appare però io la forma diventa a mio parere va fatta secondaria importante che ci sia un controllo politico il controllo c'è
Una volta dice al controllo
Si può sempre intervenire nel caso che ci sbagliata
Certo un'ultima domanda quante armi sequestrate di di questo di questo genere ci sono nel nostro
Paese su Youtube voglio dire a se questi analoga analoghi a quelli del mobile novecentonovanta praticamente nessuno del risultato
Che
Cinque o sei anni fa oltre che più a Gioia Tauro l'ottantatré per fra tra al fatto che quel tratto in migliaia di canali di Coop sul fondale
Perché questi che non erano destinati alla criminalità italiana che non ha bisogno di tanti classico nel baccano una cinquantina erano destinate
Erano destinate a ad altri Paesi
Certo bene io la la ringrazio molto ringrazio il giudice
Dal titolare dell'omonimo che che ci ha spiegato un po'la vicenda giuridica di queste di queste armi che saranno inviate ai curdi la ringrazio molto