23AGO2014
rubriche

Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione

RUBRICA | di Andrea Billau RADIO - 18:28. Durata: 33 min 46 sec

Player
Trasmissione a cura di Shukri Said e Andrea Billau.

Puntata di "Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione" di sabato 23 agosto 2014 , condotta da Andrea Billau che in questa puntata ha ospitato Shukri Said (segretaria dell'Associazione Migrare).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Alfano, Asilo Politico, Clandestinita', Diritti Umani, Germania, Governo, Immigrazione, Integrazione, Interni, Italia, Mass Media, Mediterraneo, Ministeri, Politica, Razzismo, Rifugiati, Societa', Ue.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 33
minuti.

leggi tutto

riduci

18:28

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori di Radio Radicale benvenuti alla nuova puntata di radio migrante in collegamento telefonico come di consueto Shukri Said
Naturalmente non possiamo che occuparci ancora di sbarchi anche perché c'è stata una polemica tra il Ministro dell'Interno italiano Alfano e l'Unione Europa
La prendiamo da Repubblica del venti agosto articolo e di Alberto Custodero il titolo è niente aiuti Alfano protesta con l'Unione europea
L'Europa lascia solo Alitalia gestire l'immigrazione proveniente via mare dalle coste del nord Africa a Ferragosto il Ministro dell'interno aveva lanciato un appello affinché pronta ex subentrasse l'operazione umanitaria italiana Mare Nostrum ma la risposta dell'Unione è arrivata ieri ed è stato la doccia fredda per Angelino Alfano
Frontex ha dichiarato un portavoce della Commissione europea
è una piccola agenzia senza mezzi tocca a tutti i Paesi dell'Unione fare di più per l'immigrazione stiamo facendo tutto quel che possiamo per l'Italia con i mezzi che abbiamo ad giunto il portavoce Bruxelles riconosce pienamente in magnifico lavoro che sta svolgendo l'Italia ma ricordati nostro Paese ha avuto aiuti senza precedenti
Ecco lì l'Italia ha beneficiato di circa cinquecento milioni di euro di aiuti del periodo due mila sette
Due mila e tredici e sarà il più grande beneficiari nel periodo due mila quattordici duemila e venti con trecentoquindici milioni di Euro cifra inferiore dovuta al generale taglio del bilancio dell'Unione chiesto dagli Stati membri
Frontex e così come oggi con un piccolo bilancio senza guardie di frontiera Menna di Nieri non può interviene che da sola ed è per questo che per per un'operazione di lungo periodo devono essere coinvolti contribuire tutti gli Stati membri
Come dire in sintesi Italia arrangiatevi
Più avanti l'articolo dice immediata la reazione e la replica via Facebook del titolare del Viminale ma allora domando algerino Alfano qual è il compito della Commissione europea
Deve chiedere con forza questo intervento se no giochiamo a un'inaccettabile scaricabarile a nostro danno
Chi non presidiato tutte le frontiere aggiunge al fanno non tutela se stesso l'Italia non può aspettare all'infinito l'intervento dell'Europa e dovrà prendere le proprie decisioni
Per quanto mi riguarda Mare Nostrum è un'operazione a tempo
Nata dopo la strage di Lampedusa che compirà un anno diciotto ottobre se Frontex e quindi l'Unione europea non subentrerà perché non sarà finanziata
Mare Nostrum non potrà compiere il secondo compleanno il tema della frontiera è europeo e noi non possiamo farcene carico da soli anche perché l'Italia per molti migranti è solo un paese
Di transito ecco questi sono il lo scambio no tra il nostro Paese l'Unione europea e su questo ci sono anche stati dei commenti io primo che vi vogliamo leggere
E che è stato dato in realtà
Subito dopo le dichiarazioni del quindici agosto di Alfano in cui chiedeva appunto
Questo intervento dell'Unione europea in cui aveva annunciato per la prima volta la chiusura anche dall'operazione Mare Nostrum e su questo era intervenuta la Caritas
La chiusura dell'operazione il mare nostrum con il rischio concreto che si torni a nuove tragedie nel Mediterraneo rappresenta una prospettiva
Inaccettabile per la Caritas italiana l'eventualità della chiusura di un progetto importante come Mare Nostrum senza la certezza di una prosecuzione sentiva desta preoccupazione perché non possiamo tornare la fase precedente in cui le persone non hanno nessun tipo di protezione umanitaria nel nostro mare
Nel mediterraneo questo spiegato Radin blu emittente radiofonica della CEI il vicedirettore di Caritas italiana Francesco Marsico
E se questa è una critica che viene dalla Caritas su l'annuncio di chiusura
Di mare nostrum in mancanza di un aiuto dall'Europa fatto da Alfano è nella giornata dire del ventidue agosto cioè nella giornata di ieri
è intervenuta o anche un ministro bavarese che ha detto
Giusto la barriera se la prende con l'Italia che lascia transita liberamente per la penisola migliaia di migranti che arrivano poi in Germania
è un fatto ha detto il Ministro degli Interni bavarese io a Kim Herman
Della CSU il partito mi sembrano carico bavarese che l'Italia di proposito in molti casi non prende i dati personali ed impronte digitali cosicché emigranti possono chiedere asilo in un altro Paese e non essere rinviati in Italia
Il governo dell'Alta Baviera ha reso noto ieri un numero record di richiedenti asilo trecentodiciannove in un solo giorno
E e una spiegazione per queste che una gran parte dei migranti che arrivano in Italia riesce a continuare il suo viaggio verso la Germania senza le dovute procedure punta il dito Herman che per Abba l'orario la sua tesi snocciola dati ufficiali in Germania nel due mila tredici sono state presentate centoventisei mila richieste di asili in Italia ventisette mila novecentotrenta mentre il secondo i dati
Nell'Alto Commissariato per i profughi dell'ONU
In Italia sono sbarcati lo scorso anno oltre sessanta mila persone poi Herman punta il dito direttamente sul Ministro Angelino Alfano estate stato da parte del Ministro degli Interni Alfano da una parte lamentare le pesanti ripercussioni ripercussioni sull'Italia dello sbarco di migranti attraverso il Mediterraneo
Dall'altra di disattendere le disposizioni europee sull'asilo
E queste prevedono che la procedura di richiesta di asilo avvenga nel Paese di prima accoglienza per questa ragione continua Hermann l'Italia riceve consistenti
Aiuti dall'unione europea e un indire un'indiretta risposta a questo ministro bavarese
Viene dal centro Astalli che lo ricordiamo è un centro che si occupa di rifugiati e il centro dei Gesuiti di Roma rivedere e superare il Trattato di Dublino lo afferma padre Giovanni Lamanna Presidente del Centro Astalli
In merito alle critiche del ministro dell'interno della Baviera gli occhi Hermann Alitalia
è ingiusto e inumano obbligare le persone a rimanere in un Paese dove non vogliono rimanere anche quando queste persone hanno dei familiari degli amici in altri Paesi e tentano di raggiungerli per aver opportunità favorevole una sistemazione una vita futura migliore le persone non sono stupide sanno che devono evitare il fermo della Polizia dove vengono prese le impronte e quindi lo evitano
Questo le espone ad ulteriori rischi scappano dai centri dove potrebbero ricevere le prime cure e rimangono nelle mani di trafficanti che operano sui nostri territori e che gli consentono di raggiungere in maniera clandestina
Paesi come la Germania l'Austria la Francia l'Inghilterra e i Paesi del nord Europa ecco su cui ho voluto dare un panorama un pochino
Completo no che vede appunto da una parte lo scambio Alfano Unione europea dall'altra parte il rincaro no del Ministro degli Interni bavarese che accusa vitali appunto di non applicare le procedure del Trattato di Dublino e dall'altra parte i la Centro Astalli che dice e fanno bene in realtà a non applicarle perché bisognerebbe cambiano questo trattato te la parola
No andato bene Andrea Di illustrare questo panorama anche perché che corra che far vedere
Che
Unione europea ci deve aiutare
Su
Per fronteggiare in queste problematiche su questo non ci sono tutti
Le prime trovare modalità e linguaggio per farsi parchi aiutare e questo è il lavoro dei politici
E
Mare Nostrum è stata fatta dall'Italia è una decisione interna tentare interprete del nostro Paese cultura in questo mare nostrum più belli del mondo
Lo dobbiamo fare e ingenui invecchiando delle quei bambini da non ci aiutano chiudiamo
Non è così voi piano governativo nel responsabile responsabilmente
Abbiamo deciso una volta antichi e non aspettare inverni le vite umane che vengano mancare davanti ai nostri occhi quindi è un dovere nostro
E e stiamo facendo detto questo continuare e chiudere se non vi è sempre agli altri esistenti da noi e per mai deve chiedere il nostro Parlamento il nostro Governo perdevano continuare oppure no
Questa è una banale contrattazione nel mondo convocazione di tutti questa problematica e quello di sempre e noi abbiamo sempre parlato no problemi strutturali perfettamente Italia
Che noi stiamo cari
Quindi
Noi facciamo parte del moneta unica della scena pianeta trattato europeo che accada come un Paese importanti membro tecnicamente Marche norma
Quelli colpiti degli puntare il trattamento del
Che vecchie riattivo politico ed Europa Italia tenta
Tutto fuori su questi drammi
Gareggia che c'era prima è stata istituita intoppi sì non ti puoi prendere perché è un Paese che ha anche non è come anche lei cioè noi il nel modo contano i numeri e i territori di politiche contano
E i numeri territori economie per l'Italia è un Paese comune dei Paesi più importanti dell'Unione europea e Alpi poi deve vivere per intoppi scelta
Perché è impossibile perché i parametri e con l'ottimo applicano quelle che che permettano del proprio Paese all'avanguardia
Però non abbiamo avuto
Per
No invece Bindi nonni paghiamo su solo sull'accoglienza ampia di accogliere e in maniera paritetica quindi
Quei trentadue tiene di più o meno dure era sconcerto a livello
Sardi corpi vincere I agli immigrati e richiedente attivo di rimane a verbale e per dove che
Vengono ricevuti per prima e anche prima alcuni tanta vanno ha detto per cui anche attivi nei confronti dai praticamente riportate allo shopping piena finendo richiederò Dubai
Perché rimane in Italia chiedevano aspettavano ma all'autista ancora e che devono ancora
Ottenuto quest'anno a detta del rimanente dov'era allora e Canetti accolte è una tantum i colleghi accoglienza antico però
Equo scarpine e quelle dei barconi
Perché
Quindi probabilmente tra
Ecco questo è un piano d'accordo anche autonomamente qual centri che entra tagli
Vitigni almeno perché tecnicamente il cavidotto almeno questa cosa perché il punto è che non fanno altro che
Peppe immetti villa quattro mettili qua e andare avanti intero ed aree all'impronta ad pietra manca affinché non beni a cautamente lasciati in bacini
A riprendere le impronte a quelli italiani ma questo non può andare avanti quinte come quelli che vengano del Paese via applica subsahariana e altri Paesi che attuano rifugiati
Bisognerà andare in un Paese civile in Europa vogliono andare in banca un parente né indiretto a chiede la parola come in Italia e che è libera
La circolazione del uscente quali noi dobbiamo contenute nel futuro rientrare dalle fonti accantoneranno intervistate tra come noi sappiamo o alcali Guana RPR
Età in Italia che dal mondo e stanno anche e l'ha ripetuta e ritengo anche un terremoto unità vuole andare all'unisono sottolineano appunto qualora vuole andare a un punto
Chi vuole rimanere in Italia in quanto attualmente Armani Venezia e in in Francia romana dove car parenti a Rieti dove per e qui si deve andare non di poco più di ereditare in Italia anche in futuro
Sì infatti questo poi
Di fatto anche se appunto non affermato ufficialmente e in realtà la politica che poi insomma le due cose che in realtà si sono fatte sono esattamente queste da una parte
La politica di salvataggio attraverso Mare Nostrum è di fatto il lasciare insomma fuggire questi migranti messi rifugiati
I insomma fargli attraversare liberamente però norme finanziarie poiché lei aveva
Questi devono correggere questa volta qui perché non c'è niente da culture
Però in Italia non è una Kappler ma non entriamo in un Paese democratico che liberamente specializzati correre telefoniche va in difficoltà queste persone prima alcune apprezzate
Tantissime volte sino però tornare ad avere bassissima questo no fuggire e nel senso tecnico perché in realtà
Appunto le autorità italiane come evidentemente indolore in onda lunga
Marius
Violando violando il Trattato di Dublino perché dovrebbero appunto essere accolti si prendono lei per chi vuole fare appunto
Domande di asilo si prendono le impronte digitali e così via invece non viene fatto cui esso appunto perché
C'è questo contenzioso con l'Europa che lasciata sola l'Italia in Italia
In come dire risponde all'italiana cioè il fatto derivati veramente a renderli devo arriverebbero voi a fare la nuova italiana di recente
è quel tavolo che avete anche voi elitaria pompa eloquente anzi ieri hanno Lare direttamente con loro e Oyemna io poi sostanze
Mentre sono anche d'accordo è come con questa visto che poi appunto
E alla fine diciamo è l'unico è l'unica cosa che che sono in grado di fare come anche abbiamo detto anche Mare Nostrum è una lodevole iniziativa ma purtroppo è solo una riduzione del danno non si decide mai appunto di affrontare alla radice
Il problema
Legalizzazione appunto dell'immigrazione in particolare e il soccorso reale dei rifugiati prima che debbano compiere quel calvario
Di viaggio che devono compiere quindi ecco diciamo che è una soluzione appunto all'italiana
E che però appunto crea questi problemi e l'unica preoccupazione secondo me
Reale quella è anche qui il discorso della Caritas
Ma non solo della carica se che poi appunto
Queste minacce del Ministro dell'interno a queste minacce venga dato corso e si fermi questa operazione di salvataggio il che appunto riporterebbe ancora
Indietro a I tempi bui e quindi a una situazione ancora più ingestibile ancora più tragica insomma
No ma mi metterò Ernie niente nordica una minoranza di una coalizione di governo si crea uno Sirchia la Matteo Renzi che ha ah bene direttori inaugurato non era puzzolenti era veramente riconnettersi che è il Partito democratico che ha definito di approntare quindi vengono trattenuti non nei termini però va bene identica quello che pensa
Ma è importante comunque sapere in che non è il ministro che potrà
Determinare lotto intuito o programmati Mare Nostrum il problema vero e quello di ricordare intergovernativo e il problema delle operazioni è aperta nel calcolo vengono effettuazione di guerra addirittura quelli che abbiamo visto che chiariti Carpi stazioni
Delle persone che giornalisti colleghi collega americano che in Iraq è stato applicato vale la pena colpe reca gli impianti e che il morirono all'aggressività e la violenta
Che hanno qui interroghi ettari
Somalia che stanno in Africa subsahariana Gaetano rimarcare impacchettando attuali innalzare il gas metano Ingegneria e elettivi col poiché basta Medioriente
Che Quetta realtà
Allora noi diciamo perché spendiamo perché è un reporter americano un adeguamento per poterlo fare modesta Totti capitato ma tutti i giorni vengono decapitati delle persone emergente allora attendiamo equità Signori non c'è una parte non portiamo qua mangiare la torta
E dall'altra parte il reggente i rendimenti capitata proprio per la libertà e per detta della loro sinistra quindi questa situazione dobbiamo affrontare come governare
Uso e sradicare combattere si sia verificato in tanti anni fanno opinione ETP alla comunità umana impianti campani
No a violenti
Sì e poi appunto fatta fa parte di questo evidentemente nell'accoglimento appunto l'accoglienza dei rifugiati ecco volevo proporre ai nostri ascoltatori
E proprio per ricordare poi di che cosa si sta parlando quando appunto si parla
Della traversata nel Mediterraneo
Un documento importante che è stato presentato a luglio un appello
Per la convocazione di un tribunale internazionale sui crimini perpretati sulla pelle dei migranti viaggiatori che è stato presentato a Roma io mi volevo vuole o proporre Rossi ascoltatori volevamo proporre rosso ascoltatori una parte della conferenza stampa con Mercedes Frias Presidente la sua relazione prendiamo la parola
Il ricco Calamai che e membro del Comitato giustizia per i nuovi desaparecidos lo ricordiamo e ricorderà mai perché
Fu quell'ambasciatore
Durante il lasciato italiani incide durante il golpe di Pino scende che fece dell'ambasciata Italia ANA un centro di rifugio per molti perseguitati politici allora ha continuato
Questo suo impegno da diplomatico e ha fondato questo Comitato di giustizia
Per i nuovi desaparecidos che appunto definisce desaparecidos coloro che sono morti nel mediterranea scontiamo questa parte della conferenza stampa
Quello che ci ha fatto che ci ha messo insieme perché fin qui è opinione diffusa
E quello di avviare la costruzione di un tribunale internazionale perché secondo noi ci sono delle responsabilità stiamo parlando desaparecido da persone scomparse stiamo parlando di più di venti mila persone che non si sa
Che sono in fondo al mare o che comunque sono morte cercando di attraversare le frontiere nel Sahara
Al confine con la Bulgaria la Turchia la Grecia
Seduta nell'Iraq tanto che per parlare anche del del dell'altra parte la sponda è questa risposta de spostamento di frontiera ci sembra che che sia proprio quello che
Il contrario di quello che dovrebbe fare l'Europa che assume questa responsabilità
Complessivamente e su questo un pensiamo anche che del Trattato di Dublino vada superato
Non si può pensare che solo i Paesi del sud Europa dove c'è e l'arrivo per ovvi motivi
Devono dare una risposta la risposta deve essere europea senza scaricabarile per cui noi abbiamo lanciato un appello che ora vi presentiamo
E qui ci sono alcune delle facce di chi ha lavorato a questo stato un'idea
Deve Enrico Calamai che
Diplomatico che su questi temi ha lavorato molto
Dal punto di vista sia professionale che dal punto di vista umano che intellettuale Enrico avuto l'idea ma perché siamo con le braccia incrociate vedendo quello che sta succedendo proviamo a fare qualcosa ecco diciamo che lui ha dato l'impulso che è stato raccolto da
Francesco Martone che ha animato e ha convocato un po'di gente e abbiamo cominciato la a lavorare insieme per cui qui Enrico parlerà porterà l'idea iniziale che che cosa ci ha motivato
Poi non vogliamo essere sempre e gli altri a a parlare
Pensiamo che chi ha il vissuto deve avere la possibilità di parlare anche in prima persona per questo vedete un tavolo molto colorato
Oltre me ovviamente che soprattutto è fatto da protagonisti da chi su questo ci lavora abbiamo e il padre Moissié Zerai che gialla tutti conoscete dell'Agenzia
Averci a che
Un punto di riferimento fondamentale per i richiedenti asilo per le persone in difficoltà e che da molti anni si occupa
Di di questa problematica abbiamo se diamo investe sfiora assai Priore storpiato il nome completamente lui mi perdonerà per questo
Lui è del
Un comitato eritreo solidarietà per revoca più cambiamento e anche lui è una persona in prima è in prima persona impegnato su questo terreno
Abbiamo anche
Con noi la ringraziamo lei in modo particolare per la sua presenza qua
A metri Ascianghi che madre di uno dei ragazzi scomparsi perché si porti la sua testimonianza dunque abbiamo
Voluto un tavolo così e infine non c'è non c'è posto quattro poi lo lo facciamo parlare
Arturo Salerno e che avvocato dell'associazione progetto diritti che
Uno insieme a Francesco Enrico dei primi che ha lavorato a questo per cui io passerei subito la parola c'è questo nel mio ruolo qual era
Un po'dirigere il traffico ho già detto più o meno dove dove dobbiamo andare
Sì prima di passare unico
Sì scusi Mercedes Frias
Sono messe Africa sta associazione prendiamo la parola
è un fatto che negli ultimi settant'anni la comunità degli Stati ha elaborato un corpus giuridico in materia di promozione e tutela dei diritti umani
Che è andato acquistando peso sempre maggiore nell'ambito del diritto internazionale
Ma è altresì un fatto che gli stessi Stati nel loro elefantiaco funzionamento contt quotidiano continuano a calpestarli
Ciò vale anche per le cosiddette democrazie avanzate del mondo occidentale e per la stessa Italia
E quanto accade da troppo mai nei confronti di richiedenti asilo emigranti
Che non dimentichiamolo hanno anche essi pieno titolo nel rispetto dei loro diritti fondamentali e in particolare del diritto alla vita
Furono gli albanesi i primi a subire increduli quel mix di astuzia pregiudizio e forza
Che sarebbe culminato nell'affondamento di un loro barcone con tutto il carico di umanità dolente ad opera di una nave della nostra Marina militare
Ma sarebbe però venuta dal sud del mondo attraverso l'altra sponda del Mediterraneo
Mentre Bush senior vagheggiava di un nuovo ordine mondiale la spinta che continuamente si rinnova e ancora spaventa l'Europa opulenta del nuovo millennio
Al punto di farle andavo annoverare l'immigrazione clandestina tra le principali minacce da cui difendersi nell'ambito della politica di sicurezza comune
Ed è difficile quando sono in alto mare o in mezzo al deserto distinguere gli immigrati dei richiedenti asilo
Intendiamoci gli Stati hanno il dovere di difendere le frontiere Costea acque territoriali specie in congiunture come quella attuale caratterizzata da venti di guerra in Medio Oriente
E ai confini dell'ex Unione Sovietica
Hanno il diritto di dotarsi di leggi finalizzate al controllo dell'immigrazione così come di stabilire accordi bilaterali con Paesi di dubbio democraticità
Da un punto di vista formale senza entrare in questa sede nel merito dei singoli contenuti ciascuna di queste attività normative o pattizie nelle città
Il problema sta nelle ricadute sui non cittadini che tali attività vengono ad avere nel loro insieme quanta svolgerle di concerto sono tutti i soggetti regionali
Stiamo parlando dell'operato anche omissivo degli Stati europei della stessa Unione europea e della stessa nato
Da una parte degli Stati africani di attraversamento dall'altra
E per contro della difficoltà per un'opinione pubblica tuttora delimitata da confini nazionali di arrivare a ricostruire il quadro complessivo
Stiamo parlando di un combinato disposto che ha fatto del Mediterraneo e dello stesso deserto che ormai
Possiamo considerare come gravitante intorno un immenso Vallo
Non dissimile nella sostanza alla terra di nessuno che divideva le opposte trincee del fronte durante la Prima guerra mondiale
Protetto da filo spinato minestra punto ogni di ferro per massimizzare il numero dei morti ad ogni tentativo di attraversamento
Ed è vi invalicabili tardi questo argine che frantuma le ondate di disperati alla ricerca di una qualunque via di fuga a costringerli a mettersi nelle mani degli scafisti anzi
E dobbiamo dirlo con forza e tutto questo che produce il lavoro sporco degli scafisti
Non possiamo non dirci che è estremamente improbabile che un barcone
Possa sfuggire ai controlli incrociati continuamente in atto da parte di aerei tronista Tell liti
Elicotteri sofisticate apparecchiature radar etc e che lo stesso accade per i gruppi che si avventurano nella traversata del deserto
Nella speranza di raggiungere il Mediterraneo
Non possiamo non dirci che esiste la possibilità almeno che vengano inquadrati seguiti fin dall'inizio e lasciati a percorrere fino in fondo il loro calvario
Nell'ambito di una strategia di deterrenza finalizzata decima Arne il numero nell'impossibilità di sradicare del tutto il fenomeno
La logica di quello che nei fatti un'aberrante dumping di vite umane sembra essere né colpisci uno nei gruppi cento o mille
Ma il fatto sorprendente che anche se ne colpisci cento continuano a tentare di arrivare perché privi di alternative in fuga come sono da dittature terrorismo
Catastrofi ecologiche e miseria estrema
E che Risi troppo spesso da noi stessi provocate
E allora ecco che il fronte viene respinto sempre più in là fino a renderli impercettibili nella tragedia del loro il respingimento
Dispersi nell'ambiente impensabili e inesistenti
Perché
Quod non est in actis non est in Mundo
Sono in una parola i nuovi desaparecidos e il riferimento non è retorico e nemmeno polemico
E tecnico e fattuale perché la densa apparizioni è una modalità di sterminio di massa
Gestita in maniera che l'opinione pubblica non riesca a prenderne coscienza o possa almeno dire di non sapere
Ci dicono adesso che Conf
Tex con Mare Nostrum vengono tutti salvati e ben venga
Ma non possiamo più illuderci non possiamo più accettare che torni ad affiorare lasino solide delle vittime con titoli come quelli apparsi in questi giorni
Naufraga gommone settanta dispersi oppure
Nella barca Pozzallo quarantacinque morti
C'è in tutto questo qualcosa che rientra nella categoria dell'intollerabilità del diritto ingiusto
Secondo la formula elaborata dal giurista tedesco ratto Russo al termine della seconda guerra mondiale
Lo ha detto di recente d'altronde il nostro Presidente del Consiglio
L'Europa non può salvare le banche e lasciar morire madri e bambini il che ammonta a riconoscere
L'esistenza di irresponsabilità saldo scaricarle sulle spalle altrui
Di fronte a ventimila morti a noi sembra sia il caso di parlare di crimini di lesa umanità
E come cittadini italiani ci aspettiamo altroché battute autoassolutorio all'inizio del semestre di Presidenza europea
Con questo documento chiediamo al nostro Governo di intraprendere i passi necessari a smantellare la situazione di fatto e di diritto che causa di tali crimini
E ci proponiamo di portare avanti un'attività di inchiesta affinché le eventuali eventuali responsabilità di quanto finora accaduto vadano chiarite e perseguite
Con quella che dovrebbe essere l'unica vera arma della civiltà il diritto
Chiediamo l'aiuto della stampa più qualificata per abbattere il muro di gomma dell'inconsapevolezza dell'opinione pubblica e avviare fin da subito un percorso di verità e giustizia
Dobbiamo interrompere questa catena infame porre al più presto fine a un meccanismo che costantemente rimescola vittime e benessere
Trasformando ci in collettività subalterna e silenziosa di una democrazia che non può essere altro che forma vuota ove non accompagnata da autentico rispetto dei diritti umani
Ecco abbiamo dunque sentito questa parte della conferenza stampa che richiede
La convocazione in Tribunale internazionale per i crimini perpetrati sulla pelle dei migranti viaggiatori non abbiamo più tempo quindi ci salutiamo qui Shukri e naturalmente ricordiamo che si può
Visionare le addio migrante si può contattare era di migrante attraverso il sito di Radio Radicale punto it nella sezione rubrica rubriche e cliccando su ora di migrante dove trovate anche le rubriche
Precedenti
Poi di ricordo anche il sito della sua relazione migrare di cui
Shukri è segretaria se ce lo dici subire poi diciamo anche un'altra cosa
Ho popolo procreare spontaneo ecco e quindi vi ricordiamo poi che l'appuntamento Corradi migrante è sempre il sabato
Alle tredici e trenta e in replica il mercoledì alle sei di mattina grazie ad Andrea villa e grazie da Shukri Said