24 AGO 2014
intervista

Intervista al Coordinatore Nazionale di Altragricoltura Gianni Fabbris sulla sua vicenda giudiziaria

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - Policoro - 00:00 Durata: 28 min 49 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
Giovedì 21 agosto, il Procuratore capo di Matera, dott.ssa Celestina Gravina, ha chiesto l'arresto dell’esponente dell’Associazione Altragricoltura Gianni Fabbris.

Pesantissime le accuse formulate nei confronti del sindacalista lucano; tra queste quelle di rapina ed estorsione.

Il Gip Angelo Onorati, nel respingere la richiesta d’arresto, dopo aver riqualificato il reato nell’accusa di "violenza aggravata", ha disposto per Fabbris l’obbligo di dimora.

Secondo l’accusa Fabbris avrebbe impedito al nuovo proprietario di un’azienda, finita all’asta e ubicata in agro di Tursi (MT),
di entrare in possesso.

Altragricoltura nel definire la vicenda un attacco alla libertà sindacale, ha ricordato in un comunicato stampa di aver a più riprese chiesto che la Procura di Matera indagasse per verificare la provenienza dei capitali utilizzati per l’acquisizione delle aziende che finiscono all’asta e le procedure seguite nelle stesse.

Libera ha lapidariamente commentato la vicenda parlando di "interessi enormi attorno ai quali si muovono poteri oscuri".

leggi tutto

riduci