06 DIC 2014
rubriche

Speciale Commissioni

RUBRICA | di Federico Punzi - RADIO - 13:31 Durata: 0 sec
Scheda a cura di Federico Punzi
Player
Quest'oggi, anche per le polemiche sollevate dall'inchiesta "Mafia Capitale" che ha coinvolto il Comune di Roma, sul vero e proprio malaffare, sul business che sembra essersi generato intorno all'affidamento dei fondi per i servizi agli immigrati, torniamo ad occuparci di politiche dell'immigrazione e del sistema dell'accoglienza.

E lo facciamo tornando allo scorso 19 novembre, quindi prima dell'esplosione del "caso Roma", quando il ministro dell'interno Angelino Alfano è stato ascoltato per la seconda volta in un mese dal Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di
Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione, per il suo intervento di replica.

Intervento di replica alle questioni che deputati e senatori del Comitato avevano rivolto al ministro nella sua audizione precedente, del 22 ottobre.

Il ministro si è soffermato sui particolari delle operazioni Triton e Mare Nostrum, sulla questione della distribuzione dei richiedenti asilo tra i Paesi membri dell'Unione europea, che non è prevista dal trattato di Dublino, sui criteri della distribuzione "interna" al nostro Paese degli immigrati, e sul sistema dell'accoglienza, in corso di ridefinizione.

leggi tutto

riduci