23 DIC 2014
intervista

Il direttore del Tg2 Marcello Masi si iscrive al Partito Radicale Transnazionale Transpartito

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo - RADIO - 14:42 Durata: 8 min 19 sec
A cura di Alessio Grazioli
Player
"Il direttore del Tg2 Marcello Masi si iscrive al Partito Radicale Transnazionale Transpartito" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Marcello Masi (direttore del TG2, Rai - Radiotelevisione Italiana).

L'intervista è stata registrata martedì 23 dicembre 2014 alle 14:42.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bernardini, Camera, Consiglio Di Stato, Democrazia, Diffamazione, Diritto, Giustizia, Informazione, Iscrizioni, Liberalismo, Onu, Pannella, Par Condicio, Parlamento, Partiti, Partito Radicale, Partito Radicale Nonviolento, Pena Di Morte, Politica, Radicali
Italiani, Radio Radicale, Rai, Sanzioni, Storia, Vigilanza.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Marcello Masi

    direttore del TG2 (Rai - Radiotelevisione Italiana)

    Il direttore del Tg2 Masi spiega di essersi iscritto per la prima volta al Prtt "perché ho ascoltato l'ultimo appello all'iscrizione al Prtt di Marco Pannella. La storia del Prtt non ha bisogno di essere raccontata dal sottoscritto. Io sono cresciuto con le battaglie radicali e con Marco Pannella. Non sono un radicale - ha aggiunto Masi -, ma è un dovere far sentire la voce dei radicali, che hanno sempre difeso i più deboli"
    14:42 Durata: 1 min 32 sec
  • Marcello Masi

    direttore del TG2 (Rai - Radiotelevisione Italiana)

    Masi spiega di non aver mai avuto altre tessere di partito o di far parte di un determinato schieramento politico. Il direttore del Tg2 specifica di avere origini liberali: "Da giovane sono stato un liberale convinto. iscrivermi al Prtt è stato come tornare alla 'casa del diritto'". Secondo Masi il Prtt è una "risorsa inestimabile"
    14:44 Durata: 1 min 51 sec
  • Marcello Masi

    direttore del TG2 (Rai - Radiotelevisione Italiana)

    Il Tg2 ha seguito le battaglie radicali informando i telespettatori sul dibattito in sede ONU sulla moratoria universale sulla pena di morte nel mondo: "La voce di Marco Pannella e di Rita Bernardini - ha detto Masi - è sempre presente nel nostro notiziario. Noi siamo attenti affinchè la voce dei radicali non finisca su percentuali intorno allo zero per cento"
    14:46 Durata: 1 min 7 sec
  • Marcello Masi

    direttore del TG2 (Rai - Radiotelevisione Italiana)

    In merito al pronunciamento del Consiglio di Stato, che ha affermato che il pluralismo di un editore (come la Rai) non si può giudicare da una sola trasmissione e secondi e i minuti concessi ai singoli esponenti politici o partiti, Masi ha ribadito a "Radio Radicale" il concetto espresso in sede di Vigilanza Rai: "La legge sulla Par condicio è da farmacisti. Come cittadino, penso tutto il male possibile di questa legge. L'informazione non si fa con il cronometro"
    14:47 Durata: 1 min 30 sec
  • Marcello Masi

    direttore del TG2 (Rai - Radiotelevisione Italiana)

    Il giornalista della Rai ha spiegato il suo giudizio negativo sulle proposte di legge sulla diffamazione all'esame della Commissione Giustizia della Camera: "Temo che non venga risolto il capitolo relativo alle querele temerarie; inoltre non è giusto che il tribunale competente sia quello del querelante e infine trovo sbagliata la logica del risarcimento economico che resta ancora alto. Questo significa limitare ogni tipo di informazione scomoda. L'abolizione della pena detentiva - ha concluso - non ha certo risolto ogni problema"
    14:48 Durata: 2 min 19 sec