15 FEB 2015
intervista

Trentasei milioni di chili di reflui tossici sversati nel fiume Noce: intervista a Pino Perciante, corrispondente de La Gazzetta del Mezzogiorno nel lagonegrese Redattore Maurizio Bolognetti

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti - Lagonegro - 00:00 Durata: 9 min 46 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Presso il Tribunale di Paola (CS), si è aperto il dibattimento sulla vicenda dell'inquinamento del fiume Noce.

In sede di udienza preliminare - come riferito dal corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno Pino Perciante - è stata depositata una perizia commissionata dal Comitato per la tutela del fiume.

Nel documento, curato dall’ing.

Raffaele Magnanimi, si legge che "nel torrente Pizzino, affluente del Noce, sarebbero state sversate circa 36mila tonnellate di reflui tossici".

Reflui, che secondo l'ipotesi formulata dalla Procura di Paola, erano destinati al depuratore di San Sago, ubicato
in agro di Tortora (CS).

leggi tutto

riduci