14 DIC 1989

Intervento di Adelaide Aglietta su una risoluzione dei Verdi per la democrazia in Romania

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 37 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Adelaide Aglietta su una risoluzione dei Verdi per la democrazia in Romania", registrato a Parlamento Europeo giovedì 14 dicembre 1989 alle 00:00.

Sono intervenuti: Adelaide Aglietta (parlamentare europeo, Federazione dei Verdi).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Ceaucescu, Cee, Comecon, Democrazia, Diritti Umani, Est, Esteri, Europa, Nonviolenza, Parlamento Europeo, Romania, Verdi.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Adelaide Aglietta

    parlamentare europeo (Federazione dei Verdi)

    Presidente, io credo che non sia un caso che il nostro Parlamento ritorni in questa tomata su una risoluzione sulla Romania. Come già altri colleghi hanno detto, noi ascoltiamo ogni giorno e leggiamo sui nostri giornali noti?e prove- nienti dai paesi dell'Est e le accogliamo con emozione. Sappiamo anche che il vuoto di notizie dalla Romania non significa che esiste un popolo romeno che non vuole muoversi sulla strada della democrazia, ma che esiste la coercizione violenta e antidemocratica della volontà del popolo romeno, dei diritti umani, della liberta e dell'integrità fisica degli uomini e delle donne di quel paese. Nomi e casi sono citati nella nostra risoluzione, e sono nomi che noi conosciamo da anni, come il nome di Doina Cornea, per fare solo un esempio, che è una militante nonviolenta, da armi, della libertà e che è perla quarta volta in sciopero della fame, costretta agli arresti domiciliari e ghettizzata dietro il filo spinato. Ora, io credo che questi nomi comportino, per noi, una responsabilità: noi possiamo - e questo chiede la risoluzione - attraverso le vie diplomatiche e commerciali, sia mediante un intervento della Comunità sia mediante un invito ai singoli paesi che ancora non lo fanno - e ce ne sono! - esercitare pressioni affinché in quel paese le aspirazioni alla libertà e all'affermazione dei diritti civili e politici della gente siano rispettate. Sappiamo anche che il fatto che in Romania non s'awii questo processo è un'ipoteca sugli altri processi in corso, e quindi la nostra non è solo responsabilità umana e di civiltà, di rispetto dei principi e dei valori nei quali crediamo, ma e anche una precisa responsabilità politica. In questo senso, l'invito contenuto nella nostra risoluzione, e rivolto anche ai paesi dell'Est - all'URSS, al sistema del COMECON e ai paesi membri del COMECON - di intervenire su questa situazione ci pare particolarmente importante. lo mi auguro che questo Parlamento ritorni spesso a parlare del caso Romania e ad aver parte attiva perché si avvii un processo di democratizzazione in quel paese.
    0:00 Durata: 2 min 37 sec