28 MAG 1997

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sui nuovi progetti di trattati costitutivi dell'Unione Europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 28 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sui nuovi progetti di trattati costitutivi dell'Unione Europea", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 28 maggio 1997 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Accordi Internazionali, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Cooperazione, Esteri, Maastricht, Parlamento Europeo, Pesc, Unione Europea.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    A me pare che le reazioni dell'Assemblea dimostrino quanta preoccupazione si awerta in questo Parlamento, preoccupazione peraltro espressa anche dalla Commissione. So che in questo fine settimana si dovrebbero ultimare i lavori; speriamo che questo progetto di trattato sia disponibile per poter dare una risposta puntuale e precisa sui singoli punti nella nostra prossima occasione utile, a giugno, prima del vostro Vertice di Amsterdam. Ma è politicamente che vorrei rivolgermi a lei, Presidente, come hanno già fatto vari colleghi, per dire: state attenti! Il 16 e 17 giugno rappresentano una tappa importante, certo: è la tappa alla quale voi avete pensato per la conclusione di questo negoziato. Mi pare però che ci stiate arrivando, per una serie obiettiva di situazioni, nel modo peggiore e avendo a disposizione un accordo minimo su contenuti minimi di revisione dei Trattati di Maastricht. Non entro nei dettagli, ma vorrei semplicemente chiedervi se voi pensate che il 16 e 17 giugno sia l'unica occasione. l'unica opportunità di chiudere questo testo, come se l'accordo di quindici capi di Stato e di governo fosse di per se suffciente e non fosse necessario - e lo abbiamo già visto con Maastricht -` avere anche 1'adesione, per quanto possibile, delle opinioni pubbliche dei nostri Stati membri, ai quali mi domando cosa andrete ad offrire se il contenuto della riforma dei trattati è quello che, a spizzichi e bocconi, stiamo constatando. Mai come in questi anni la politica estera e di cooperazione europea è stata tanto negativa, ha prodotto tanta impotenza politica, come da quando abbiamo codificato la PESC. Ebbene. voi rispondete a questo, se possibile, rafforzando il metodo intergovernativo e proponendo persino che a gestire il tutto sia un funzionario di rango intermedio. Su tutti gli altri argomenti la risposta che date non è una risposta politica: è una risposta tecnica, debole, una risposta che temiamo non abbia neanche 1'adesione dei cittadini. Pensateci e pensate soprattutto che, forse, se non c'è sostanza suffciente, il 17 giugno può anche non essere l'ultima occasione per chiudere il nuovo progetto di trattato.
    0:00 Durata: 2 min 28 sec