12 GEN 1998

Intervento di Gianfranco Dell'Alba a favore del rapporto Fayot per lo sviluppo dei diritti umani

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 27 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba a favore del rapporto Fayot per lo sviluppo dei diritti umani", registrato a Parlamento Europeo lunedì 12 gennaio 1998 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Are, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Diritti Umani, Kinnock, Parlamento Europeo.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    Signora Presidente, signor Commissario, onorevoli colleghi, anche il gruppo di Alleanza radicale europea voterà questa relazione Fayot, ringraziando il relatore anche per la celerità con la quale la nostra commissione ha eseguito quanto sembrava essere conforme all`interesse generale. L"ho detto in commissione e lo ribadisco ora in Aula perché venga messo a verbale: io credo che, in questa procedura, di fronte evidentemente a una serie di contingenze generali e nell'interesse dell`Unione, noi siamo andati un pò oltre quel limite dell'autonomia, dell'indipendenz.a del diritto dei deputati e del Parlamento che è garantito dal nostro Regolamento. Abbiamo cercato, certo, di tener conto dell`esigenz.a che questa procedura sia celere e possa consentire all'Unione, senza che i mercati ne vengano turbati, di avere una decisione che contempli il parere del Parlamento, ma facendo ciò il collega Fabre-Aubrespy in fondo cerca di interpretarlo, benché, a mio giudizio. egli esageri quando dice che alcuni diritti sono violati - indubbiamente in due o tre punti abbiamo effettivamente minori garanzie di diritti. È per questo che, votando la relazione che il collega Fayot ci propone, io ritengo che, nel trilogo e nei dialoghi che abbiamo con le altre Istituzioni, il Presidente debba far valere questa nostra volontà di cooperazione leale, che però deve informare anche tutte le altre Istituzioni: per esempio, si deve dire chiaramente al Consiglio che il Parlamento è anche disposto a far questo a condizione che lo stesso Consiglio sia disposto ad altre forme di cooperazione, ad esempio la cooperazione con le commissioni d'inchiesta o con altri settori che meriterebbero una cooperazione leale, quella cooperazione che noi stiamo dimostrando di prestare e che vorremmo vedere anche da parte delle altre Istituzioni, del Consiglio e - il Commissario Kinnock mi consenta - anche della Commissione.
    0:00 Durata: 2 min 27 sec