14 GEN 1998

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulle politiche per i rifugiati dell'Unione Europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 1 sec
Scheda a cura di Andrea Maori

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulle politiche per i rifugiati dell'Unione Europea", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 14 gennaio 1998 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Tra gli argomenti discussi: Accordi Internazionali, Amsterdam, Europa, Parlamento Europeo, Rifugiati, Turchia, Ue.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    Signor Presidente, molti colleghi hanno messo in luce la cacofonia di cui l`Europa e alcuni Stati membri hanno dato prova di fronte alla questione dell'aflusso di rifugiati curdi in Italia. Io mi associo a queste critiche, dico che le autorità italiane hanno ben operato e hanno mostrato, da questo punto di vista, grande senso di responsabilità, ma contesto viceversa il fatto - mi sia consentito - che, se ci avessimo pensato in tempo che queste frontiere e queste misure di asilo ai rifugiati sono misure ormai da prendere a livello europeo, non si può che constatare che né dal Trattato di Amsterdam né dall'azione del Consiglio, che ha bloccato dal 1991 un progetto di convenzione sulle frontiere esteme, vengano segni incoraggianti. L'Europa c'è. ma quando se ne ha bisogno, però, manca e manca troppo spesso! E un compito che certamente la Presidenza britannica dovrà affrontare per mettere ordine in una materia che non può più essere lasciata ai govemi nazionali. Detto questo, sul testo che sarà votato mi permetto di dire, signor Presidente. che noi ci apprestiamo a votare in modo unilaterale, senza soffermarci un secondo sulla questione turca lasciata in sospeso a Lussemburgo, e votare un testo di questo genere rischia di essere un altro schiaffo dato a quella volontà di ripresa del dialogo per la partecipazione della Turchia alla Conferenza europea che tutti auspichiamo e sulla quale si sta lavorando, ma che, ahimè, dal Parlamento non ha nessuna risposta.