20 OTT 1998

Intevento di Gianfranco Dell'Alba sul processo di integrazione dell'Unione europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 22 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intevento di Gianfranco Dell'Alba sul processo di integrazione dell'Unione europea", registrato a Parlamento Europeo martedì 20 ottobre 1998 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Commissione Ue, Consiglio Europeo, De Giovanni, Difesa, Esteri, Europa, Parlamento Europeo, Sicurezza, Spaak, Unione Europea.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    (FR) Signor Presidente, onorevoli colleghi, vorrei ringraziare la nostra relatrice, onorevole Spaak, per la sua relazione e per il modo in cui l'ha elaborata. In questo spirito vorrei porre l'accento sulla delusione della commissione per gli affari istituzionali, considerato tutto ciò che avrebbe potuto essere fatto e che non è stato fatto, nonché tutte le idee che domani avremo occasione di riprendere nel documento De Giovanni e che a nostro awiso restano all'ordine del giorno, data l'evoluzione della situazione dell'Unione nel 1997, e in vista del 1998 e oltre. Penso quindi che le critiche mosse alla relazione potranno indurre la Commissione a ri?ettere, poiché il Commissario Oreja e il Parlamento auspicano di collaborare per giungere a un progetto comune, in qualsiasi forma e spero vivamente che il Consiglio accetterà questo modo di procedere. Taluni paragra? di questa relazione si rivolgono alle tre istituzioni. Personalmente condivido tutto il testo. Attiro l'attenzione dei colleghi e del Commissario su un paragrafo in particolare che mi pare importante nell'ambito di una politica estera e di sicurezza comune che è uno degli anelli più deboli della nostra Unione. Ne è testimonianza il fatto che sia nel Maryland che a Belgrado i due grandi temi di politica estera - come al solito d'altronde - sfuggono totalmente all'Unione europea e a tutti i suoi membri. Attiro pertanto la vostra attenzione su un paragrafo di questa risoluzione che evoca due misure che potrebbero essere prese e contribuire a nostro awiso opportunamente a rafforzare il peso dell°Unione nel mondo. La prima è la creazione di un corpo militare e civile d'intervento, anzi direi militare, dell`Unione europea in quanto tale; l'altra, l`idea di dotare l'Unione di una diplomazia comune resa possibile dalla creazione di ambasciate comuni nei paesi terzi in cui la rappresentanza diplomatica sia inferiore a quattro Stati membri.
    0:00 Durata: 2 min 22 sec