16 NOV 1998

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul controllo dei bilanci dell'UE

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 1 min 54 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul controllo dei bilanci dell'UE", registrato a Parlamento Europeo lunedì 16 novembre 1998 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Tra gli argomenti discussi: Bilancio, Controlli, Corte Dei Conti, Parlamento Europeo, Ue.

La registrazione video ha una durata di 1 minuto.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    Dell'Alba (ARE). - (FR) Signor Presidente, il mese scorso la commissione per il controllo dei bilanci ha presentato una relazione dell`onorevole Bösch ai sensi dell`articolo l38 B del Regolamento. La Presidenza ha dovuto fargli cambiare la base giuridica. Questo mese, la suddetta commissione ripresenta una relazione, il cui relatore è l'onorevole Fabra Valles sulla base dell'articolo 206 e la Presidenza fa sapere che bisogna utilizzare un'altra base giuridica. Mi pare sia sorta una certa confusione sulla quale voglio attirare l'attenzione poiché per una volta possiamo soprassedere ma in futuro dovremo essere più accorti prima di presentare relazioni in seduta plenaria. Da quattro o cinque anni a questa parte. la Corte dei conti ha elaborato una quarantina di relazioni speciali. Il nostro Parlamento ha reagito presentandone dieci in seduta plenaria. Sul caso MED ne sono già state elaborate due e alla Commissione vengono imposte scadenze molto ravvicinate chiedendole per esempio di presentare determinati documenti entro dieci giorni, sostenendo che potrebbe esserci una terza relazione su MED. Così facendo, oltre a Dinasry o Dallas potremo divertirci anche con lo sceneggiato MED con tutto ciò che significa in termini di pubblicità. Per quanto mi concerne penso che il Parlamento disponga di importanti mezzi di controllo e debba gestirli adeguatamente. Non deve abbandonarsi a quello che lo definirei accanimento terapeutico poiché, a mio avviso, non favorisce l'equilibrio istituzionale né soprattutto il nostro ruolo. Manteniamo i mezzi che abbiamo a disposizione ma, di grazia, cerchiamo di porre fine a questa saga
    0:00 Durata: 1 min 54 sec