24 FEB 1999

Intervento di Gianfranco dell'Alba sulla questione curda

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 19 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco dell'Alba sulla questione curda", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 24 febbraio 1999 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lp).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Are, Consiglio Europeo, Curdi, Italia, Ocalan, Parlamento Europeo, Terrorismo Internazionale, Turchia, Unione Europea.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (LP)

    - (FR) Signora Presidente, il Parlamento dell'Unione europea molto spesso. a mio avviso anche troppo spesso, sale in cattedra mettendo a tacere la propria coscienza senza troppi sforzi. Domani voteremo per l'ennesima volta per denunciare la gravità dei rischi per la vita di Abdullah Ocalan e chiederemo giustamente una soluzione politica alla questione curda. Personalmente auspico che si possa cogliere questa occasione per fare un esame di coscienza sull'atteggiamento che l'Unione europea ha avuto, sebbene ciò non traspaia molto dal testo. Anche i sostenitori di Ocalan, che hanno difeso la causa del leader del PKK, ma che in realtà credo ne abbiano accelerato la caduta, dovrebbero fare la medesima analisi. Un paese che avrebbe dovuto chiedere l'estradizione non lo ha fatto, signor Presidente del Consiglio. ll mio paese ha esitato troppo a lungo, per usare un eufemismo, invece di scegliere l'unica via che avrebbe potuto evitare ciò che invece è successo in seguito. Ocalan è in Turchia, nel mentre tutti sostenevano che tale soluzione era da evitare nel modo più assoluto. L'Italia avrebbe forse dovuto assumersi le proprie responsabilità ricorrendo, ad esempio, alla procedura di Schengen e alla procedura di asilo, visto che né Germania né Unione europea hanno saputo trovare la soluzione politica c e si rendeva necessaria. A mio parere, l'Italia avrebbe dovuto applicare le norme della Convenzione sul terrorismo, giudicare Ocalan ed assumersi le proprie responsabilità. Niente di tutto ciò si è verificato ed io ritengo che il mea culpa europeo dovrebbe andare ad aggiungersi all'intero dossier, affinché ci serva da lezione per il futuro. in assenza di un'unione politica, ci troveremo ancora ad affrontare casi simili e l'Unione europea non uscirà certo rafforzata da questa vicenda.
    0:00 Durata: 2 min 19 sec