25 SET 2002

Intervento di Benedetto Della Vedova sulle conclusioni del vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 37 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Benedetto Della Vedova sulle conclusioni del vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 25 settembre 2002 alle 00:00.

Sono intervenuti: Benedetto Della Vedova (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Aiuti Umanitari, Ambiente, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Disastri, Ecologia, Economia, Europa, Finanziamenti, Parlamento Europeo, Qualita', Sviluppo, Terzo Mondo, Ue.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione
audio.

leggi tutto

riduci

  • Benedetto Della Vedova

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, signor Presidente del Consiglio, signori Commissari, io credo che chiunque di noi sia un convinto sostenitore della necessità di migliorare la qualità dell'ambiente. Sono però convinto che si debba partire dalla considerazione che la qualità della vita, e anche, per moltissimi aspetti, la qualità dell'ambiente nel mondo non stanno peggiorando, come qualcuno vorrebbe invece far credere, e che quindi si debba rifuggire da qualsiasi tipo di catastrofismo, ricordando i moniti catastrofisti, poi disattesi, dell'ambientalismo degli anni '70, da Stoccolma al Club di Roma. Questo non significa tuttavia avere un minore impegno per affrontare i temi dell'ambiente, che sono anche i temi dell'agenda di Johannesburg. Al riguardo vorrei dire due cose: in primo luogo, com'è stato ricordato anche dai colleghi più volte, uno dei fattori determinanti - ne sono convinto - del miglioramento della qualità della vita di molte popolazioni e quindi dell'ambiente risiede nella necessità di aprire al commercio internazionale. Su questo credo che gli americani, tanto criticati qui, abbiano ragione e credo che l'Europa debba fare di più sulla politica agricola, sul protezionismo agricolo e altri protezionismi commerciali; ricordiamo che Everything But Arms , di cui la Commissione tanto - e in parte giustamente - si vanta, prevede per il 2009 la fine del protezionismo agricolo nei confronti dei paesi in assoluto più poveri, per prodotti come lo zucchero, il riso e le banane. Questo è l'impegno da parte di noi europei! In secondo luogo, i paesi che più proteggono l'ambiente sono i paesi democratici, dove si rispettano i diritti umani, i paesi ad economia aperta. Si è parlato dell'aumento dell'aiuto allo sviluppo: bene, vorrei ricordare innanzitutto ai Commissari europei e al Commissario Nielson che molti aiuti che l'Europa stanzia vanno a finanziare dittature, paesi non democratici, paesi senza un'economia aperta. In quei paesi, quei finanziamenti non portano un miglioramento né della qualità dell'ambiente né delle politiche ambientali.
    0:00 Durata: 2 min 37 sec