04 LUG 2000

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla contabilità del Parlamento europeo

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 4 min 26 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla contabilità del Parlamento europeo", registrato a Parlamento Europeo martedì 4 luglio 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amministrazione, Bilancio, Finanziamento Pubblico, Lista Bonino, Parlamento Europeo, Partiti.

La registrazione video ha una durata di 4 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    4 luglio 2000 Discarichi 1998 - (FR) Signor Presidente, onorevoli colleghi, desidero innanzi tutto ringraziare l'onorevole Kuhne e la onorevole Rühle per le loro relazioni, in particolare per la relazione dell'onorevole Kuhne, che ritengo equilibrata. Abbiamo preso molto sul serio la procedura di discarico e ringrazio altrettanto l'amministrazione e il Segretario generale per la collaborazione che ci hanno fornito nel corso di tale esercizio. Credo fosse giusto fare chiarezza, approfondire la materia e risolvere taluni problemi in sospeso con una relazione circostanziata che consentirà al Parlamento di concedere, in piena cognizione di causa, il discarico all'amministrazione e al Presidente del Parlamento europeo. Il discarico infatti è destinato al Presidente del Parlamento anche se è l'amministrazione ad essere chiamata in causa. Mi compiaccio della concessione del discarico al Parlamento. Penso che abbiamo svolto un buon lavoro. Anche le finanze dei gruppi saranno più trasparenti, più consone all'esercizio al quale ci apprestiamo, se vogliamo proseguire sulla strada dei finanziamenti ai partiti politici. Era utile farlo ed è stato fatto: onore e merito al collega Kuhne. Penso che la sua relazione potrà essere approvata a larga maggioranza dopodomani. Non posso dire la stessa cosa della relazione della onorevole Stauner. Ritengo che a voler strumentalizzare il ruolo di relatore a fini personali, si commetta un errore, si tradisca il Parlamento e se stessi. Tale esercizio è stato deplorevole: fino all'ultimo si è abusato della procedura. Tale relazione è stata emendata in sede di votazione per più del 60 percento. Signor Presidente, è raro che una relazione venga rivoluzionata a tal punto dopo un voto in sede di commissione. Ciò dimostra che un relatore deve essere coerente con le opinioni della sua commissione: se non si fa interprete delle opinioni espresse dalla sua commissione, verranno presentati emendamenti per opporsi alla sua relazione. Il ruolo di un relatore è farsi portavoce di una commissione parlamentare. Ritengo che se viene adottato il 60 percento degli emendamenti la situazione diventa aberrante ed è sintomo di un malessere. Non ci si può incaponire ricorrendo al trucco della motivazione. Non si può, come fa la onorevole Stauner, inserire nella motivazione tutto quanto non è stato avvallato dalla maggioranza in sede di commissione. Si tratta di una questione cruciale. Questo Parlamento non ha né maggioranza, né minoranza: contiamo sul fair-play parlamentare. Qualora si delinei una maggioranza, è normale che essa si affermi in tutti gli aspetti di una relazione e che non si possa giocare sulle parole o sulle procedure. Inoltre, certe immagini di personalità assai celebri trasmesse dalla televisione tedesca mi inducono a dire che prima di venire a fare la morale al Parlamento e all'Europa bisogna lavare i propri panni sporchi. Bisogna evitare di mescolare le questioni private con quelle pubbliche. Ecco perché concederemo il discarico. Sosterremo questa relazione che evidentemente alla relatrice non piace. Signor Presidente, potrà contare sul voto del gruppo TDI sul discarico, in ogni caso della componente radicale del gruppo che ho l'onore di rappresentare.
    0:00 Durata: 4 min 26 sec