03 OTT 2001

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul contenzioso giudiziario riguardo l'esistenza del gruppo parlamentare TDI

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 2 min 30 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul contenzioso giudiziario riguardo l'esistenza del gruppo parlamentare TDI", registrato a Parlamento Europeo mercoledì 3 ottobre 2001 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Democrazia, Diritto, Giustizia, Lista Bonino, Parlamento Europeo, Regolamento.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Comunicazione del Presidente (FR) Signora Presidente, onorevoli colleghi, i diciotto deputati del gruppo TDI prendono atto della sentenza del Tribunale di primo grado del 2 ottobre. Essi sottolineano che tale sentenza è in un certo senso il riflesso speculare dell'ordinanza del Presidente del Tribunale stesso che aveva dato loro ragione il 25 novembre 1999 ordinando al Parlamento di riconoscere la legittima esistenza del gruppo TDI. Va da sé quindi che i deputati interessati interporranno appello contro la sentenza pronunciata ieri chiedendone, ovviamente, la sospensione degli effetti. A tale riguardo, signora Presidente, al fine di evitare malintesi, la prego, prima di adottare altre disposizioni, di consultare il servizio giuridico per determinare gli effetti della sospensiva che chiederemo al Tribunale avvalendoci del diritto di cui disponiamo. Ciò detto, vorrei richiamare l'attenzione dei colleghi su due importanti elementi della sentenza di ieri. Il primo è la piena ricevibilità dei nostri ricorsi, e, di conseguenza, la piena legittimità per i deputati di adire le vie legali per atti del Parlamento di tal genere. La tesi del Parlamento chiedeva invece di dichiarare i ricorsi irricevibili. Il secondo punto è che il Tribunale riconosce a più riprese, in particolare ai punti 201 e 57 della sentenza del 2 ottobre 2001, le disparità esistenti tra i deputati del Parlamento. Non li citerò, ma mi limiterò a dire che il Tribunale dichiara che rientra nella sfera di competenza dei poteri di organizzazione interna del Parlamento porre rimedio alle disparità esistenti. Onorevole Corbett, poiché il suo progetto di relazione sulla modifica degli articoli 29 e 30 volta a rimediare alle disparità in parola è in sospeso da un anno, noi continueremo, per quanto ci riguarda, la nostra battaglia, saremo vigili e faremo tutto quello che è in nostro potere affinché l'azione per eliminare tale problema non si fermi con la sentenza di ieri, ma venga portata avanti.
    0:00 Durata: 2 min 30 sec