23 OTT 2001

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla procedura di bilancio 2002

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 3 min 27 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sulla procedura di bilancio 2002", registrato a Parlamento Europeo martedì 23 ottobre 2001 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Afghanistan, Aiuti Umanitari, Bilancio, Commissione Ue, Consiglio Europeo, Kinnock, Lista Bonino, Parlamento Europeo, Riforme, Spesa Pubblica.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    (FR) Signor Presidente, consentitemi anzitutto di ringraziare il relatore nonché il relatore per le altre Istituzioni. Ritengo che entrambi abbiano svolto un lavoro eccellente. Hanno presentato all'Assemblea una proposta globalmente accettabile e che, comunque, i deputati radicali appoggeranno. Sottolineo altresì la partecipazione all'intera discussione del Presidente in carica del Consiglio, partecipazione di cui lo ringrazio e che dimostra la volontà di dialogo. Spero che porterà i suoi frutti al momento della seconda lettura e anche, a prescindere dal bilancio, per altri aspetti assai importanti connessi al bilancio, in particolare il regolamento finanziario. Essenzialmente desidero fare due osservazioni sulla strategia globale del relatore. La prima riguarda i RAL. Sono totalmente favorevole alla strategia posta in essere per tentare di ridurne l'entità, che sta diventano insostenibile, e per inviare un messaggio forte alla Commissione affinché si adopri in tal senso. Mi chiedo, e chiedo al relatore, se sia opportuno impiegare tale strategia per una situazione ben specifica come quella dell'Afganistan. I RAL sono evidentemente connessi alla questione dell'aiuto alle popolazioni sfollate, dell'aiuto umanitario. Mi chiedo pertanto se eventualmente ci sia ancora il tempo (mi rivolgo al relatore, pur comprendendo che forse è difficile in questa fase avanzata della procedura) per iscrivere in riserva fondi per i rifugiati afgani inviando in tal modo un messaggio politico. Naturalmente, ciò dovrebbe far parte della strategia globale, che è perfettamente giustificata; mi chiedo però, se, per questo messaggio preciso, non si potrebbe eventualmente adattare la strategia, in ogni caso in seconda lettura. L'altra osservazione riguarda la riforma della Commissione. A tal proposito contesto quanto ha dichiarato l'onorevole James Elles. Tra l'altro, mi pare che ieri l'Ufficio di presidenza nel corso della Conferenza dei presidenti abbia appoggiato all'unanimità le proposte provenienti dal gruppo incaricato di questo dossier a livello di Parlamento. Esso, lo ripeto, ha suggerito o almeno indicato alla Commissione e in particolare al Vicepresidente incaricato della riforma, che la via preconizzata non è quella giusta né quella auspicata dal Parlamento. D'altro canto, se guardiamo ai malintesi sorti sul rilievo dei posti non assegnati , mi chiedo addirittura se il vecchio sistema, in cui un unico Commissario si occupava sia del bilancio, sia del personale, non fosse migliore nella misura in cui consentiva di avere una panoramica d'insieme. Ripeto pertanto che il Parlamento appoggia la proposta opposta a quella formulata dal Vicepresidente.
    0:00 Durata: 3 min 27 sec