14 APR 2015
intervista

Intervista ad Andreana Esposito sul pronunciamento della Corte europea dei diritti dell'uomo sul caso Contrada

INTERVISTA | di Sergio Scandura - RADIO - 19:33 Durata: 9 min 16 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
La sentenza ha stabilito che Bruno Contrada non doveva essere condannato per concorso esterno in associazione mafiosa perché, all’epoca dei fatti (1979 -1988), il reato non "era sufficientemente chiaro".

"Intervista ad Andreana Esposito sul pronunciamento della Corte europea dei diritti dell'uomo sul caso Contrada" realizzata da Sergio Scandura con Andreana Esposito (docente di diritto europeo alla II Università di Napoli).

L'intervista è stata registrata martedì 14 aprile 2015 alle ore 19:33.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Carcere, Contrada, Corte Europea
Dei Diritti Dell'uomo, Cosa Nostra, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Mafia, Magistratura, Penale, Procedura.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Andreana Esposito

    docente di diritto europeo alla II Università di Napoli

    (consulente dell’avvocato Enrico Tagle di Napoli che ha presentato il ricorso)
    19:33 Durata: 9 min 16 sec